Views
3 years ago

progetto per la scuola - Fai

progetto per la scuola - Fai

10 schede

10 schede per conoscere l’acqua2Tutta l’acqua della TerraLa quantità di materia che forma la Terra non si modifica con il passardel tempo. Anche la quantità di acqua rimane sempre la stessa: grazieall’energia solare e al calore, l’acqua superficiale di fiumi, laghi e oceanievapora e si condensa nell’atmosfera (sotto forma di nuvole) per poi ridiscenderesulla Terra sotto forma di precipitazioni (piovose e nevose). È il ciclodell’acqua.Tuttavia più del 97% dell’acqua della Terra è salata e non è utilizzabile perle attività umane e buona parte dell’acqua dolce del pianeta è imprigionatanei ghiacci. L’acqua dolce è dunque una risorsa limitata ed è a rischio, poichése viene inquinata potrebbe richiedere moltissimo tempo prima di purificarsie tornare a essere disponibile per le attività dell’uomo.3L’acqua viene raccoltaL’acqua per gli usi domestici viene raccolta in pozzi e cisterne, oppure provienedalle sorgenti. Un tempo l’acqua che proveniva dalle fonti era per lopiù suddivisa in tre vasche di raccolta, collocate a diverse altezze. Quellacollocata più in alto, raccoglieva l’acqua dalla sorgente (la nostra acquacorrente) ed era destinata agli usi alimentari, per bere e cucinare. Graziealla forza di gravità che trascina verso il basso, l’acqua scendeva nella secondavasca per abbeverare gli animali. Nella terza vasca si potevano lavarei panni. Da qui l’acqua scendeva nelle canalizzazioni predisposte perl’irrigazione dei campi.Fino a tempi molto vicini a noi l’acqua era sempre destinata all’uso pubblicoe non esistevano derivazioni delle condotte verso le case private.4L’acqua viene trasportataMolte città, come Londra, Parigi,Roma, Firenze e Torino sonosorte sulle rive di un fiume,che agli inizi bastava afornire l’acqua per tutti gliutilizzi degli abitanti, daquello produttivo (per esempio,per macinare il grano, lavorareil cuoio e le pelli) a quelli alimentari,agricoli e igienici.Le città molto popolate ed estese, come Roma antica, avevano bisogno di grandiquantità di acqua. Gli antichi romani ritenevano molto importante l’approvvigionamentoidrico e anche lo smaltimento delle acque reflue attraversoil sistema fognario. Gli ingegneri dell’epoca erano abilissimi e costruironomolti acquedotti (intorno a Roma se ne contano i resti di una decina): laquestione più importante era il calcolo del dislivello giusto per far sì che l’acquascorresse verso il basso grazie alla forza di gravità, ma lentamente, pernon rovinare con la velocità i condottiin laterizio o tufo in cui scorreva. EccoLo sapevi che…perché gli acquedotti vennero costruitiLa maggior parte della popolazionemondiale vive vicino al-su grandi arcate che riuscivano propriol’acqua dei fiumi e del mare, aa mantenere il dislivello al punto giusto:l’acqua scorreva molto lentamente,meno di 300 metri di altitudinee a meno di 100 chilometri ma non si fermava mai. Il primo acquedottoromano venne costruito pocodalle coste.?dopo il 300 a.C.FAI4 progetto per la scuola

10 schede per conoscere l’acqua5L’acqua da bereL’acqua che arriva nelle caraffedelle nostre tavole e nellefontane dalle quali beviamoproviene molto spesso dagliacquedotti urbani. Maagli acquedotti, l’acqua, chila fornisce? L’acqua degli acquedottipuò provenire dallesorgenti, dai laghi, dai fiumie dalle acque sotterraneeche scorrono lungo le faglie.Le faglie sono specie di condottenaturali dalle paretiimpermeabili (per esempio diargilla) che non consentonoche l’acqua si disperda.Per diventare potabili tuttequeste acque attraversanomolte fasi di purificazione:vengono liberate dai residuisolidi e dalle sabbie e poi purificatecon sostanze chimichee minerali.Così si dice!Fare un buco nell’acqua.Trovarsi in cattive acque.Essere acqua e sapone.La goccia scava la pietra.Somigliarsi come due gocce d’acqua.Essere un pesce fuor d’acqua.Portare acqua al proprio mulino.Affogare in un bicchier d’acqua.Gettare acqua sul fuoco.Ne è passata di acqua sotto i ponti.Scoprire l’acqua calda.Acqua in bocca.Acqua passata non macina più.FAI6L’acqua come difesaL’acqua che scorre, nei fiumi e neicanali, rappresenta un elementodifficile da attraversare per gli esseriumani, e per questo nella storiadegli uomini si è trasformatain un importante strumento di difesadagli attacchi dei nemici. Nelmedioevo i castelli erano spessoracchiusi da un fossato che circondavail complesso degli edifici nelquale scorreva l’acqua: per entrareera necessario che venisse abbassatoil ponte levatoio, costruito incorrispondenza della grande portad’ingresso.5 progetto per la scuola?Lo sapevi che…Il “magistrato delle acque” è un ruolo pubblico che sovrintende atutti i problemi idraulici del territorio, ai corsi d’acqua, alla loro regolamentazione,alla cura delle sponde e degli argini. La Repubblicadi Venezia istituì questa importante carica pubblica nel 1501.

Progetto Avis nelle scuole superiori di Altamura 2 - Liceo Scientifico ...
brochure progetto scuola calcio 2012/2013 - ac casalmaiocco
Progetto Telelavoro Scuola - ANMIC Vicenza
scuole secondarie - Provincia di Como
Progetto Alte Scuole e Collegi 2010 - Istituto Toniolo
PROGETTI EDUCATIVI PROGETTI EDUCATIVI - Icmuzio.It
Scuola Media di Tesserete Progetto d'Istituto
Manuale Progetto Sport a Scuola - Fijlkam
Teatro dalla Scuola - FITA Veneto
Guarda la scheda progetto - Audioeffetti
progetto “La scuola - FISE Lombardia
tecnologie di trasformazione del latte - Scuola di Specializzazione in ...
Progetto 2012/2013 - Comune di Padova
La Guida "in viaggio col treno" - Progetto Scuola - Ferrovie dello ...
Scarica la brochure delle Alte Scuole - Università Cattolica del ...
Centrale nucleare Niederamt – Progetto - Über die KKN AG
Prof. Donato Mazzei Responsabile progetto Gioco ... - descrittiva
Schede operative e suggerimenti di lavoro per le Scuole ... - GAMeC
Scuola Interregionale Animatori 2010 - Rinnovamento nello Spirito ...
Newsletter n. 67 - ITPCM - Scuola Superiore Sant'Anna
"Il Giorno della Memoria. Un compagno di scuola, Roberto Bachi ...
A tutta penna.it 2012.pdf - Scuola Moro Barletta
N° 15 Numero speciale PROGETTO “GIOCA” - Pozzo di Giacobbe
Schede operative e suggerimenti di lavoro per le Scuole ... - GAMeC