I Martedì Musicali di Villa Marigola

cms.pixcom.it

I Martedì Musicali di Villa Marigola

I Martedì Musicalidi Villa Marigoladirezione artistica: Andrea FornaciariIn collaborazione conComune di LericiAssessorato alla Cultura


martedì 9 luglio ore 21.15ICO · Imola Chamber OrchestraAndrea Bacchetti, pianoforteAndrea Fornaciari, direttoremusiche di Elgar, Mozart, Dvorakmartedì 16 luglio ore 21.15Cord Garben, pianoforteAlessandra Gentile, pianofortemusiche di Wagner, Schubertmartedì 23 luglio ore 21.15Galina Chistiakova, pianofortemusiche di Beethoven, Chopin, Liszt, Busoni, Taneev, Stravinskijmartedì 30 luglio ore 21.15Celebrazione bicentenario Verdi / WagnerFilarmonica Arturo ToscaniniAndrea Fornaciari, direttoremusiche di Verdi, Wagner


martedì 9 luglioore 21.15ICOIMOLA CHAMBER ORCHESTRAAndrea Bacchetti, pianoforteAndrea Fornaciari, direttoreELGARSerenata per archi op.201.Allegro piacevole2.Larghetto3.AllegrettoMOZARTConcerto per pianoforte e orchestra n. 12 in La maggiore K.V.4141. Allegro2. Andante3. Rondeau-Allegretto– pausa –DVORAKSerenata per archi op.221. Moderato2. Tempo di Valse3. Scherzo:Vivace4. Larghetto5. Finale: Allegro vivace


IMOLA CHAMBER ORCHESTRAIMOLA. Con un repertorio comprensivo della Serenata per Archi in sol maggiore K525 “Eine Kleine Nachtmusik” di Mozartcome del Concerto in re maggiore per pianoforte ed orchestra di Haydn, al Teatro Auditorium Manzoni di Bologna(nell’ambito del Memorial Day organizzato dal Sindacato autonomo di polizia per commemorare le vittime delterrorismo e della mafia), ha preso il via lo scorso 16 maggio il tour dell’Imola Chamber Orchestra, l’orchestra da camerarecentemente istituita dall’Accademia Pianistica Internazionale ‘Incontri col Maestro’ di Imola. Un successo di cui hannoparlato Tv e radio, dalla Rai a Rds. Per l’Accademia, si è concretizzato «un sogno, un progetto», sintetizza il fondatore edirettore, Franco Scala. Altre tre, di qui a luglio, sono le esibizioni in programma tra Italia e Svizzera, tutte propedeutichealla consacrazione ufficiale del 30 luglio, al Castello Sforzesco, quando diretta dal Presidente onorario dell’Accademia,Vladimir Ashkenazy, l’Imola Chamber Orchestra chiuderà la seconda edizione dell’Imola Summer Academy&Festival(18-30 luglio). L’importanza di questa prima stagione la riassume Scala. «In questi mesi, l’Imola Chamber Orchestra avrà lapossibilità di collaudarsi, perché solo sul palco, a diretto contatto col pubblico, si può crescere professionalmente». Direttadal Maestro Marco Boni, affiancato nel lavoro di preparazione e direzione dal codirettore Maestro Christian Bellisario, efrutto di una durissima selezione, l’Imola Chamber Orchestra si avvale di 24 elementi, italiani e stranieri, con un’età mediadi 22 anni. «Se per l’Accademia Pianistica si tratta indiscutibilmente di un completamento – rimarca Scala - , perché ilpianista, per definizione, è solista, per i suoi componenti, che vengono remunerati, si traduce in una reale opportunitàlavorativa. Ai giovani chiediamo sempre entusiasmo affidando loro il nostro futuro, è giusto ripagarli valorizzandoli comeprofessionisti». Come tiene a sottolineare la direttrice artistica dell’Accademia, Angela Maria Gidaro, «di fondamentaleimportanza», per l’istituzione dell’Orchestra, si è rivelato il contributo dell’Associazione Alessio di Cento (Ferrara,www.associazionealessio.com, info@ssociazionealessio.com), che vede nella divulgazione della musica «un’opportunitàper sconfiggere l’insoddisfazione giovanile e aiutare gli adolescenti a diventare protagonisti della propria esistenza. Per noi– chiude Gidaro - è la conferma che la musica non ha confini». Tra i prossimi impegni Concerto del 9 luglio a Lerici (LaSpezia), nell’ambito dei Martedi Musicali di Villa Marigola e Concerto del 21 luglio a Lugano, al LongLake Festival.


ANDREA BACCHETTI“Almost pure Delight” (Gramophone)“His highly individual style is uniquely enjoyable and uplifting”(BBC MUSIC Magazine)Nato nel 1977, ancora giovanissimo Andrea Bacchetti ha raccolto i consigli di musicisti come Karajan, Magaloff, Berio,Horszowski. Debutta a 11 anni con I Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone. Da allora suona più volte in festivalinternazionali quali Lucerna, Salisburgo, Belgrado, Santander, Tolosa (Piano aux Jacobins), Lugano, Sapporo, Camerino,Bologna, Brescia e Bergamo, Torino, Vicenza, Milano (MI.TO), Sorrento, Como, La Coruña, Pesaro, Palermo, Bellinzona,Sermoneta, Spoleto, Ravenna, Ravello, Cervo, Sagra Musicale Malatestiana (Rimini), Sagra Musicale Umbra (Perugia),Parigi (La Serre d’Auteil), Bad Wörishofen, Husum; e presso prestigiosi centri musicali: Konzerthaus (Berlino); SallePleyel, Salle Gaveu e Piano 4**** (Parigi); Rudolfinum Dvorák Hall (Praga); Teatro Coliseo (Buenos Aires); AteneoRomano (Bucarest); Rachmaninoff Saal, The Moscow State Philharmonic Society, Conservatorio di Mosca; AuditoriumNacional de España (ciclo grandi interpreti e CNDM), Teatro Real e Teatro Monumental (Madrid); Centro Cultural MiguelDelibes (Valladolid); Casa de la Musica (Quito); Sociedad Filarmonica (Lima); De Warande, Anversa; Mozarteum Brasileiroe Cultura Artistica (San Paolo); Zentrum Paul Klee (Berna); Gewandhaus (Lipsia), Teatro Sanchez Aguilar (Guayaquil). InItalia è regolarmente ospite delle istituzioni concertistico-orchestrali e dei principali Enti Lirici: Teatro alla Scala, Sala Verdi,Serate Musicali, Auditorium Cariplo, (Milano); Associazione Scarlatti (Napoli); Università La Sapienza, AccademiaFilarmonica, Parco della Musica, Palazzo del Quirinale (Roma); Unione Musicale (Torino); G.O.G. e Teatro Carlo Felice,Genova; Teatro La Fenice (Venezia). Ha suonato con più di 50 direttori e numerose orchestre di rilievo internazionale(Lucerne Festival Strings, Camerata Salzburg, RTVE Madrid, ONBA Bordeaux, MDR Sinfonieorchester Lipsia, Sinfónica deTenerife, Sinfónica dell’Estado de Mexico, Sinfonica Nacional dell’Equador Quito, Russian Chamber Philarmonic St.Petersburg, Philharmonique de Nice e Philharmonique de Cannes, Prague Chamber Orchestra, Cappella IstropolitanaBratislava, Sinfónica de Castilla y León, European Union Chamber Orchestra, Philharmonie der Nationen, SWKOPforzheim, Enesco Philharmonic di Bucarest, Sinfonica dell’Asturia, (Oviedo), Orchestra della Radio Televisione diLubiana). Ha tenuto tournée in Giappone e Sud America. Collabora con Rocco Filippini, Domenico Nordio, Uto Ughi edha lavorato più volte con il Quartetto Prazak, il Quartetto Ysaÿe, il Quartetto di Cremona ed il Quartetto della Scala. Fra lasua discografia internazionale sono da ricordare le Suite Inglesi di Bach, il CD “Berio Piano Works” (DECCA); il DVDArthaus con le Variazioni Goldberg di Bach; i SACD con le “6 Sonate” di Cherubini, quelli con le Sonate di Galuppi e diMarcello (Sony Music). Per Dynamic ha registrato, di Bach, le Invenzioni e Sinfonie, le Toccate ed una nuova versione delleGoldberg. Queste registrazioni hanno tutte ricevuto numerosi riconoscimenti dalle più importanti riviste internazionalispecializzate e da alcuni dei quotidiani più prestigiosi a livello mondiale. Il recentissimo CD Sony Music dedicato alle SuiteFrancesi di Bach ha già ricevuto il “Supersonic” di Pizzicato (Belgio), il CD del mese di Musica ed è stato annoverato fra imigliori CD dell’anno dall’autorevole mensile inglese Musical Opinion. Suoi concerti sono stati trasmessi per radio suemittenti quali, tra le altre, RadioTre, BBC Radio3 (UK), ORF (Austria), Radio France (alla Roque d’Anthéron) RSI e DRS2


(Svizzera), Radio della Nuova Zelanda, RNE (Spagna) MDR Lipsia, e CBC Radio 3 (Canada), Poiskm (Russia). Nei prossimimesi del 2013 tornerà nuovamente ospite della stagione sinfonica del Teatro Carlo Felice di Genova sotto la bacchetta diF. Luisi, debutterà al Bravissimo Festival di Città del Guatemala, oltre a concerti nei maggiori festival e associazioni in Italiaed in Europa e nel 2014 è prevista una nuova lunga tournèe in Giappone.www.andreabacchetti.net(marzo 2013)


martedì 16 luglioore 21.15CORD GARBEN, pianoforteALESSANDRA GENTILE, pianoforteWAGNER/BEHNDie Walküre(Trascrizione per due pianoforti di Hermann Behn)Preludio I AttoWinterstürme-Finale I AttoPreludio II AttoWalkürenritt(Cavalcata delle Valchirie)Wotans Abschied u.Zauberfeuer(Addio di Wotan e Incantesimo del Fuoco)– pausa –SCHUBERTFantasia in fa minore op.post.103 D.9401. Allegro molto moderato2. Largo3. Scherzo. Allegro vivace4. Finale. Allegro molto moderato


CORD GARBENIl pianista tedesco, direttore d’orchestra, produttore e arrangiatore Cord Garben ha studiato educazione musicale,pianoforte e direzione d’orchestra alla Staatlichen Hochschule für Musik di Hannover. Dopo gli studi, ha svolto attività diRepetitoral Niedersächsischen Staatstheater di Hannover. Ben presto ha fatto la sua apparizione in concerti pubblici comeaccompagnatore al pianoforte di cantanti ed è stato assunto dalla Deutsche Grammophon come produttore discografico.Le attività di Cord Garben presso la famosa casa discografica si concentrano sulle prestigiose collaborazioni con Herbertvon Karajan (inclusa la prima collaborazione del maestro con Anne-Sophie Mutter nel 1978, dedicata ai Concerti perviolino n. 3 e n. 5 di Mozart), Carlo Maria Giulini e Mstislav Rostropovich. Dal 1972 Garben ha supervisionato tutte leproduzioni discografiche di Dietrich Fischer-Dieskau, compresa la celebrata esecuzione integrale dei Lieder di Schumann(1975), Wolf e Brahms. Per 17 anni è stato stretto collaboratore di Arturo Benedetti Michelangeli, affiancandolo anche investe di direttore d’orchestra. Nel 1986 Garben è stato nominato direttore delle produzioni vocali della DeutscheGrammophon. Notevole l’esperienza di registrazione al Metropolitan di New York del Ring des Nibelungen di Wagner conla direzione di James Levine. Oltre al Deutschen Schallplattenpreis, ha ricevuto importanti riconoscimenti itnernazionalitra cui il Premio del Ministero Francese della Cultura per la migliore iniziativa culturale e il Grand Prix Franz Liszt Budapest.La sua opera come produttore discografico negli Stati Uniti ha vinto sette Grammy Awards.Attivo nell’industria discografica, Garben è stato per anni meglio conosciuto come produttore che come pianista edirettore d’orchestra. Ma in tutta la sua carriera ha sempre tenuto concerti come pianista, soprattutto comeaccompagnatore di cantanti, lavorando con alcuni dei più grandi interpreti vocali del nostro tempo. Come direttored’orchestra, Garben ha lavorato con famose orchestre, tra cui la NDR Sinfonieorchester Hamburg (tournée del 1989 eregistrazione discografica DG con il pianista Arturo Benedetti Michelangeli dei Concerti di Mozart n. 20 and n. 25), TokyoPhilharmonic Orchestra (2001 Tannhauser di Wagner), NHK Symphony Orchestra Tokyo, Radio-Philharmonie Hannover,Radio Symphony Orchestra di Varsavia. Con gli ensemble della Hamburgischen Staatsoper, dei Berliner Philharmoniker edell’Orchesterakademie si è dedicato soprattutto alla riscoperta di arrangiamenti storici di composizioni sinfoniche perorganici ridotti.Negli anni ’90 e nel nuovo millennio Cord Garben è rimasto attivo sia nelle sale da concerto, sia negli studi di registrazione.In quest’ultimo ambito ha lavorato a un cofanetto di 21 CD per l’etichetta CPO con l’esecuzione integrale dei Lieder e delleBallate di Carl Loewe, con i cantanti Andreas Schmidt, Kurt Moll, Ruth Ziesak, ed altri. Altri progetti sono le registrazioniintegrali delle liriche di Alexander Zemlinsky e di Hector Berlioz.Negli ultimi decenni Cord Garben ha inciso innumerevoli dischi, soprattutto come accompagnatore al pianoforte di alcunidei maggiori cantanti di Lieder: Anne Sofie von Otter, Hildegard Behrens, Brigitte Fassbaender, Andreas Schmidt, ThomasAllen e molti altri. Come direttore d’orchestra e come pianista solista si è dedicato ad alcune rarità, tra cui le Sonate perpianoforte di Carl Loewe. In ambito cameristico, ha affiancato il violinista Gottfried Schneider nelle 12 Impressioni perviolino e pianoforte di Leopold Godowsky per l’etichetta Etcetera. Garben ha inoltre registrato per DG, Naxos, Sony,


Harmonia Mundi, CPO, Orfeo, e Hänssler Classics.Cord Garben tiene masterclass nell’interpretazione liederistica in tutto il mondo ed è autore di numerosi libri che hannoricevuto grande attenzione, tra cui Die Liedzyklen Franz Schuberts e Gratwanderungen mit einem Genie, una biografia delpianista Arturo Benedetti Michelangeli (Europäische Verlagsanstalt, April 2002), tradotta anche in lingua italiana a cura delCentro di Documentazione “Arturo Benedetti Michelangeli” (Arturo Benedetti Michelangeli: in bilico con un genio,Varese, Zecchini, 2005) e in giapponese. È inoltre impegnato in progetti di cooperazione internazionale, spesso incollaborazione con giovani cantanti. Notevole il progetto su Heinrich Heine e la musica con la Heine-Gesellschaft diDüsseldorf. Un analogo progetto su Goethe è in fase di elaborazione. Dal 2002 Cord Garben è presidente dellaJohannes-Brahms-Gesellschaft, Internationale Vereinigung di Amburgo.ALESSANDRA GENTILENasce a Perugia.Si forma sotto la guida di Annarosa Taddei e Muriel Chemin e frequenta corsi tenuti da György Sándor, Andrei Jasiński,Joaquín Achúcarro, Anatol Ugorski, Alexander Lonquich e Paul Badura-Skoda. Dal 1991 si perfeziona alla Hochschule fürMusik di Monaco di Baviera frequentando la Meisterklasse tenuta da Gerhard Oppitz, di cui diverrà tempo assistente.Nel 1992 viene invitata dal pianista tedesco ai corsi di interpretazione beethoveniana presso la fondazione Kempff aPositano. Nel 1993, a conclusione del perfezionamento, consegue con lode il “Meisterklassendiplom” e viene invitata adinsegnare presso la stessa Hochschule. Trascorre i successivi dieci anni nella capitale bavarese, svolgendo attivitàconcertistica e didattica. Già dal 1986 entra a far parte dell’Ensemble “Il Gruppo di Roma”, iniziando la carrieraconcertistica, che la porterà ad esibirsi in diverse formazioni in vari paesi d’Europa. Come solista viene invitata dal“Philharmonisches Orchester Bad Reichenhall”, “Philharmonisches Orchester der Stadt Regensburg”, dalla “WienerSinfonietta” e dai “Münchner Symphoniker” esibendosi al Prinzregententheater e al Max-Joseph-Saal di Monaco, nelGrosser Saal del Casinò di Berna, alla Komische Oper di Berlino , alla “Sala Martinů” di Praga, all’Auditorium del ForoItalico di Roma etc. Nel campo cameristico intensa è l’attività in diverse formazioni; nel 2006/2007 esegue l’integrale delleopere per violoncello e pianoforte di Beethoven. Stabili molte collaborazioni con diversi musicisti, in particolare con ilviolinista Alessandro Cervo, il flautista Luciano Tristaino e con il LuDIAl Trio. Nel 1996 esegue a Vienna, accompagnata dalla“Wiener Sinfonietta”, la prima assoluta del “Klavierkonzert” di Max Doehlemann a lei dedicato.Una stretta collaborazione la lega a diversi compositori contemporanei, in paticolare Peter Wittrich, Rodion Schtschedrin,Luca Lombardi e Max Doehlemann. Incide per Rai, Hessischer e Bayerischer Rundfunk e per la DAD Records, Rara Recordse Sheva Records. Titolare della cattedra di musica da camera ha insegnato nei conservatori di Cagliari, Fermo e Parma.


martedì 23 luglioore 21.15GALINA CHISTIAKOVA, pianoforteBEETHOVENSonata in La bemolle maggiore op.1101. Moderato cantabile molto espressivo2. Allegro molto3. Adagio, ma non troppo-Fuga: Allegro ma non troppoCHOPIN3 Mazurche op.59LISZTRiminiscenze del Don Giovanni– pausa –BUSONIElegia BV 249 n. “All’Italia in modo napolitano”TANEEVPreludio e Fuga op.29STRAVINSKIJTre movimenti da “Petruška”1.Danse russe2.Chez Petruška.3. La semaine grasse


GALINA CHISTIAKOVAGalina Chistiakova è nata a Mosca nel 1987 in una famiglia di musicisti. Ha iniziato lo studio del pianoforteall’età di tre anni con la mamma. Nel 1993 è entrata alla Central Music School del Conservatorio di Mosca. Hastudiato con Helena Khoven e Anatoly Ryabov fino al 2005.Durante gli anni di formazione Galina ha vinto numerosi premi tra i quali: “Moscow International ChopinCompetition for Young Pianists” (2000); “European Chopin Competition in Darmstadt” (2002); “InternationalPiano Competition in Memory of Emil Gilels”, (Odessa, 2003). “Scriabin International Piano Competition”(Mosca 2004).Nel 2005 Galina entra al Conservatorio di Mosca dove si diploma nel 2010 con Mikhail Voskresensky. Da alloraGalina ha continuato a vincere numerosi concorsi internazionali tra i quali:“Maria Callas Grand Prix 2008” (Athens, Greece); “Concourse Grieg – I.P.C.” (Oslo, Norway, 2009), Andorra IPC(2010) e molti altri. Galina è stata anche premiata con numerose borse di studio da parte di importantifondazioni quali: “Russian Performing Art”, “V. Spivakov's foundation”, “New Names” and “A. Scriabin Association”.Attualmente si perfeziona al corso post diploma del Conservatorio di Mosca nella classe di M.Voskresensky eall’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola nella classe di Boris Petrushansky. NelNovembre 2011 Galina vince il Primo Premio al "International Piano Concerto Competition" di Shenzhen, inCina. È stata inoltre selezionate per partecipare al concorso internazionale “F.Busoni” di Bolzano che si terrànell’agosto 2013.Galina ha un repertorio molto vasto che include opere di compositori di diversi stili, dal barocco al romanticismofino all’età moderna. Oltre a concerti per pianoforte, Galina suona in complessi di musica da camera tra iquali il piano duo con la sorella Irina. Dal 2000 Galina si esibisce regolarmente in Russia, Francia, Germania,Polonia, Austria, Italia, Repubblica Ceca, Ucraina, Finlandia, Grecia, Andorra, Spagna, Monaco, Norvegia. E’membro della A. Skriabin Society di Mosca.


martedì 30 luglioore 21.15Celebrazione bicentenario Verdi / WagnerVERDI (1813-1901) · WAGNER (1813-1883)FILARMONICA ARTURO TOSCANINIAndrea Fornaciari, direttoreVERDIOberto, Conte di San Bonifacio - OvertureLuisa Miller - SinfoniaUn Ballo in Maschera - Preludio Atto IWAGNERDer Fliegende Holländer(l’Olandese Volante) - Ouverture– pausa –WAGNERSiegfried Idyll (Idillio di Sigfrido)VERDIAroldo - SinfoniaNabucco - Sinfonia


FILARMONICA ARTURO TOSCANINIL’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna, fondata a Parma nel 1975 e riconosciuta dallo Stato Italiano come IstituzioneConcertistico-Orchestrale di rilevanza nazionale nel 1977, assunse nel 1982 il nome di “Orchestra Sinfonica dell’Emilia-Romagna ‘Arturo Toscanini’”, con il consenso degli eredi del grande direttore, nato nella stessa città ove il complesso hasede sin dalla sua costituzione. L’intitolazione del complesso al ricordo del Maestro è passata, dal 2002, alla “FilarmonicaArturo Toscanini”, grande compagine cui l’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna partecipa come nucleo costitutivopermanente. Dal 1. settembre 2007 il Complesso ha quindi assunto l’attuale denominazione, rimarcando così, accanto allapropria natura istituzionale, il forte vincolo che lo collega alla tradizione e alla cultura musicale del territorio al cui servizioopera.Oggi considerata una delle più importanti orchestre regionali italiane, l’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna èimpegnata in una prestigiosa ed ininterrotta attività sinfonica, nel cui corso storico si è avvalsa direzione musicale di PieroBellugi (1980/81), Gunter Neuhold (1982/85), Vladimir Delman (1986/88), Hubert Soudant (1988/91), GianandreaGavazzeni (1992/96), Patrick Fournillier (1998/2000). Il Complesso opera inoltre a supporto delle attività liriche dei Teatrie dei Festival della Regione e partecipa alle produzioni d’opera direttamente allestite dalla Fondazione Toscanini con artistiquali Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi e Pier’Alli, molte delle quali (Aida, Traviata, Rigoletto, Nabucco, I Vespri siciliani)edite in DVD nelle maggiori collane nazionali ed internazionali.Accanto all’ingente mole delle iniziative finalizzate alla promozione musicale sul territorio l’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna realizza un’importante ed innovativa attività espressamente concepita per tutte le articolazioni del mondo dellascuola emiliano-romagnolo, coinvolgendo ogni anno più di ventimila studenti. Ampio è l’apprezzamento di cui godono inumerosi gruppi cameristici operanti al suo interno, tra i quali si segnalano l’Ensemble di Musica Contemporanea, ilGruppo d’Archi, l’Ensemble Teatro delle Note e l’Ensemble della Fondazione Toscanini.Vincitrice di due Premi Abbiati, nel 1982 e nel 1986, l’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna è stata più volte ospite dellemaggiori città europee, nordamericane ed asiatiche. Lungo è il catalogo delle trasmissioni radiofoniche e televisive, anchein mondovisione, e delle registrazioni discografiche ed in DVD, realizzate per marchi quali Decca, TDK, Ricordi, FonitCetra, Ermitage ed Eca. www.fondazionetoscanini.it


ANDREA FORNACIARIÈ dal 2007 direttore artistico de “I Martedi musicali” di Villa Marigola della Fondazione Carispezia.Ha studiato direzione d’orchestra alla Hochschule f. Musik di Vienna, diplomandosi con il M° Leopold Hager.Inoltre ha seguito i corsi di analisi musicale di Karl Heinz Füssl; sempre presso la Hochschule f. Musik Viennaha seguito le Masterclass di Wolfgang Sawallisch, Hans Zender e Zubin Mehta riservate ai soli allievi dell’Accademiadi Vienna. Presso il Teatro alla Scala di Milano ha seguito,nel 1994 e l’anno seguente, come assistenteesterno, le produzioni di Elektra di R.Strauss e La Fanciulla del West di G.Puccini sotto la direzione del M°G.Sinopoli. Sempre nel 1994 è stato selezionato per ricevere dalla Fondazione Richard Wagner di Vienna unaborsa di studio per il Festival Wagner di Bayreuth.È stato direttore invitato presso le seguenti orchestre: la N.Ö. Tonkünstlerorchester di Vienna, l’OrchestraFilarmonica del Lussemburgo, i Solisti della Gothenburg Symphony Orchestra e dell’Opera di Stoccolma nellaSinfonia n.3 di Aarvo Pärt, l’orchestra Filarmonica Bohuslav Martinu, l’orchestra Bergslagens Kammarsynfoniker,i Solisti dell’Accademia di Francia-Villa Medici.Su invito di W.Schuster dei Wiener Philharmoniker ha collaborato con la Attergau Institut Orchestra dirigendola Sinfonia n.4 di Brahms, l’orchestra di Stato di Zilina, l’orchestra Sinfonica di Stato di Kiev con il violoncellistaDaniel Müller Shott. Nel 2006 ha ideato per I Martedì musicali il “Progetto Mozart” dirigendo la Sinfonia n.40K.V.440 di W.A.Mozart oltre al Concerto per Fagotto e orchestra e l’Ouverture La Clemenza di Tito. Con laFilharmonie Teplice ha diretto un concerto commemorativo per il Giorno della memoria eseguendo musichedel compositore Viktor Ullmann come il Concerto per pianoforte ed orchestra op.25 e la Slavic Rhapsody persassofono e orchestra, e Lidice di Bohuslav Martinu. Inoltre la Karlsbad Symphonie Orchestra, la PhilharmoniaMediterranea con Pietro de Maria come solista nel Concerto “Imperatore” di Beethoven, l’Orchestra da cameradi S.Giorgio. Nel 2010 a Firenze per la Settimana di Musica sacra dal mondo ha diretto il Requiem di Mozartcon la Polska Iuventus Orchestra. Nel 2011 è stato invitato dall’orchestra dell’Università di Enschede, Olanda,per un progetto di didattica orchestrale eseguendo la Sinfonia n.3 di R.Schumann.Ha collaborato, tra gli altri, con i seguenti solisti: Tamsin Waley-Cohen, Mårton Larsson, Daniel Müller-Schott,Pietro De Maria, Andrea Oliva, Silja Schindler, Jensen Sinham Erika Colon, Jaroslav Kubricht, Carl Wolf, PavelBerman, Karel Kosarek, Guido Ghetti, Jiri Hanousek, Nao Higano, Johan Rydh, Simon Hanrath, HåkanBjorkman.


Villa MarigolaSan Terenzo di Lerici (Sp), Via Biaggini 1Apertura giardini ore 20.30Servizio bus navetta gratuito dalle ore 20.30partenza ingresso Villa MarigolaVernazza (Sp), Piazza MarconiTreni locali da La SpeziaIngresso liberoInfo: Fondazione EventiVia Domenico Chiodo, 36 – La SpeziaTel 0187 258617 Fax 0187 772330fondazioneeventi@fondazionecarispezia.itwww.fondazionecarispe.itIn collaborazione conComune di LericiAssessorato alla Cultura

Similar magazines