Leggimi! - PATENTE.it

patente.it

Leggimi! - PATENTE.it

www.patente.itTRIMESTRALE DI INFORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER LE SCUOLE GUIDAE GLI OPERATORI DEL SETTORE TRASPORTIE’ un’iniziativa SIDA BY AUTOSOFTE oranon si scherza più!Anno VII • Numero 3 • Settembre 2008 • Spedizione A.P. - 70% Tab/ D DC Varese.Speciale Aule InformatizzateATTUALITÀEsami per l’accesso alla professione diautotrasportatore: cosa succede nelleProvince? I nostri lettori ci informano sualcune situazioni curiose che si sono verificatenegli ultimi mesi, e ad alcune domanderisponde direttamente il Ministero. pag. 13allegatoCatalogo 2009Tutte le novità dei prodottiSIDATutte le informazioni per partirepcon il piede giusto.ATTUALITÀIl Ministero dei trasporti ha diffuso undossier relativo agli esiti degli esamipatente del 2007. Analizziamo insiemele statistiche per vedere l’andamentodel mercato e ipotizzarne gli sviluppifuturi.da pag. 14Circolari e decretiCon la Legge 24 luglio 2008 n. 125, lacosiddetta “legge sulla sicurezza”, sonostati modificati alcuni articoli del codicestradale, importanti per l’insegnante diautoscuola.pag. 10ATTUALITÀda pag. 7CQC: pronto il materiale didattico percominciare con i corsi di formazioneiniziale e i corsi di recupero punti.pag. 3Circolari e decretiSono state emanate alcune circolariimportanti sulla Carta di Qualificazionedel Conducente (conversione per titolie corsi di formazione iniziale). Aggiorniamotutti i lettori sulle novità principali.pag. 10


Pla osta dei lettoriSoftware (degli altri): quanto mi costi!Il mio fornitore di software in occasionedell’adeguamento del toponimonella mia gestione mi ha richiestoun adeguamento del canone; la cosami sorprende e mi chiedo: tuttoquesto è corretto?Lettera firmataDirettore ResponsabileDaniele Filippid.filippi@patente.itRedazioneVia Verdi, 8721010 Germignaga (VA)Tel. 0332/511550Fax 0332/530305Daniele Filippid.filippi@patente.itMaria Petesem.petese@patente.itDiana Agostinellid.agostinelli@patente.itSara Carlottis.carlotti@patente.itSi ringrazia:Valerio PlatiaProgetto graficoMatteo CassarinoStampaNastro&Nastro srlGermignaga (VA)EditoreAutoSoft Multimedia SrlTrimestralePubblicazione Registrata pressoil Tribunale di Varese n. 827 del22/3/2002.Il foglio rosa può essere ritirato alcandidato respinto per la seconda volta?In risposta al quesito posto dall’associazione“ARCA”, il Ministero deiTrasporti ha chiarito (con nota prot. n.0054355-01/07/2008-uscita 08.03) chealla seconda prova d’esame (di teoria odi guida) svolta con insuccesso, il fogliorosa non deve essere ritirato dal personaleesaminatore per conservarlo agli atti,ancorché in corso di validità, ma deveessere restituito all’aspirante conducente,che può utilizzarlo per le esercitazionifino all’ordinaria scadenza semestrale,anche se non ha più la possibilità dieffettuare un ulteriore esame.Risposta a cura di Valerio PlatiaNoi non ce la sentiamo di dire se ciò ècorretto o meno, certo è che noi diSIDA non abbiamo mai chiesto importiincrementali ai canoni di manutenzionea meno degli aumenti Istat. Secondo noila logica dei canoni, come più volte giàdetto, è quella che prevede e assicura levariazioni di adeguamento al programmain modo che il cliente possa rimanerenell’assoluta tranquillità. Quello che ilcliente paga per quel modulo, che siagestione o meno, deve poter garantireogni variazione soprattutto se le variazionisono imposte dall’amministrazione.Gli aggiornamenti sono infatti correttivi,legislativi e incrementali. Quello deltoponimo è sicuramente normativo.SIDA non richiede aumenti.Non solo Sermetra...anche SIDA di AutoSoft è Polo Telematico!Tutte le autoscuole e agenzie possono utilizzare il polo telematico SIDA per collegarsial Prenota con una linea ADSL. Tutto questo, grazie alla realizzazione, da partedi SIDA, di una VPN: un canale riservato che assicura i dati trasmessi. Per la lineaspeciale VPN serve l’autorizzazione del CED, rilasciata normalmente a strutturequalificate che si dotano di speciali attrezzature imposte dall’ufficio competente.SIDA non si è certo scoraggiata, e per dare sempre il servizio migliore ai propriclienti, ecco che, fatti i dovuti investimenti, ha sfornato anche questo ulteriore servizio.Oggi anche SIDA fornisce attraverso il suo polo telematico la linea ADSL + VPN,che permette di affrontare qualsiasi nuovo evento tecnologico. Ne é un esempioil nuovo sistema Fastwork (SIIT 2).© AutoSoft Multimedia Srl. Tutti i diritti di riproduzione,in qualsiasi forma, compresa la messain rete, che non siano espressamente per finipersonali o di studio, sono riservati. Per qualsiasiutilizzo che non sia individuale è necessarial’autorizzazione scritta da parte di AutoSoftMultimedia Srl.Chiuso in redazione il 24 Settembre 2008In bachecaAutoscuola vende doppi comandi per Polo Volkswagen. Tel . 0332 4264012


A ttualiTàPronti con la CQC? SIDA sì...... e per le lezioni il manuale c’è!Con le scadenze di legge ormai cisiamo. In teoria non sono possibiliulteriori proroghe, i corsi di formazioneiniziale per il conseguimento dellacarta di qualificazione del conducentedevono essere avviati. Il programmac’è, i registri e la modulistica pure, lequalifiche dei docenti sono stateesplicitate, sono già state date anche leindicazioni per effettuare le ispezionida parte del Ministero.Sappiamo benissimo che i probleminon mancano. Le autoscuole, nell’organizzarei corsi, riscontranonotevoli difficoltà a rispettare l’art. 7del decreto del 7/2/2007, che prevedelezioni di durata non inferiore alle 4ore e non superiore alle 8.Le lezioni teoriche inoltre possonoessere svolte solo nei giorni feriali: dallunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 20e il sabato solo di mattina dalle 8 alle 14.Ci si chiede come faranno a frequentarei corsi tutti quelli che lavorano.Ci si chiede quanto far pagare il corso,ed a quanto ammonteranno le spese.Gli esami all’inizio saranno orali,questo è un altro fatto certo. A brevegli Uffici Provinciali dovrebberorendere ufficiali le date di questiesami. Intanto SIDA, con la collaborazionedi esperti e ingegneri dellaMotorizzazione, ha realizzato, primasul mercato, il manuale della CQC.Pronto anche il primo software multimedialecoordinato.E intanto c’è chi ha già persotutti i punti sulla CQC appenapresa e deve fare l’esame direvisione uguale a quello delconseguimento...La decurtazione del punteggio dallaCQC ha preso avvio il 21 aprile 2008,eppure c’è già chi ha perso tutti i puntie si trova costretto a dovere sostenereun’esame di revisione per evitare larevoca della patente professionale.I più “fortunati”, che hanno persopochi punti, possono contare sullafrequenza ad un corso di recuperopunti, analogo a quello disponibile perla patente A e B o per quelle superiori,corso disciplinato dal DM del 7/2/2007.I corsi di recupero punti della CQChanno durata di 20 ore e consentono direcuperare al massimo 9 punti.L’esame della revisione della CQCprevede che lo svolgimento sia sull’interoprogramma della CQC, e conle stesse modalità.Una ragione in più per iniziare prestocon i corsi di formazione iniziale:potrebbero infatti servire anche agliautisti professionali che devono farela revisione della CQC… appena presa.Le singole lezioni possono avere unadurata massima di 3 ore. A breve saràa disposizione delle autoscuole ancheil manuale CQC Recupero Puntidelle edizioni SIDA.... ma SIDA, come sempre, ha già la soluzione!3


A ttualiTàCQCÈ ‘ attualmente disponibile il materialedidattico (manuale e software)delle edizioni SIDAIl manuale CQC di SIDA è già stato presentato in anteprima alMinistero dei Trasporti.Si caratterizza per l'estrema semplicità del testo che lo rende adatto allacomprensione e preparazione di tutti gli allievi.L'opera, sintetica ma completa, rispecchia il programma dellaDirettiva Europea e presenta in maniera chiara ed essenziale tutti gliargomenti previsti dal programma ufficiale.Il manuale è unico (parte generale e specifica) ma adatto alla preparazione dientrambi gli esami (prima e seconda prova) e degli esami integrativi (estensionepersone o merci). Le 512 pagine di testo sono arricchite con oltre 1700 immagini(figure 2D - 3D, schemi e slides) che semplificano la comprensione dellamateria. Completamente coordinato con il software SIDA CQC (softwarespecifico per la formazione in aula), elaborato con la collaborazione di docentidi autoscuola, esperti di settore e ingegneri della Motorizzazione di Varese, èil supporto didattico ideale sia per la formazione iniziale sia per la revisione dellaCQC.Per informazioni contattate immediatamente gli uffici centrali di SIDA(tel. 0332/511550 - fax 0332/530305 - amministrazione@patente.it)oppure il Consulente SIDA di riferimento.Il prezzo di copertina del manuale è di 48 €Alcune immagini...Alcune pagine interne dellibro dove paragrafi sonodistinti cromaticamente aseconda del docente cui lamateria fa riferimento ealcune schermate significativeestratte dal software4


A ttualiTàTroppo impegnativo tenere icorsi della CQC?Cominciate con il corso integrativoAlle autoscuole cominciano ad arrivarerichieste per il conseguimento dellaCQC trasporto persone, dal momentoche il KD non viene più rilasciato.Cosa fare? Mandare i clienti da un’altraparte? Invitarli a ripresentarsi piùavanti nel tempo? Chiaramente, sarebbemeglio non rispondere in questi termini.Nella necessità di soddisfare le richiestein modi e tempi ragionevoli, la soluzioneè quella di proporre all’allievoManuale ADRFinalizzato al conseguimento dei CFP ADR per il trasporto di merci pericolose- Aggiornato con i nuovi quiz ADR- Testo snello, di facile comprensione eapprendimento- Suddiviso nei corsi base, cisterne, esplosivie radioattivi secondo la divisione ministeriale– in appendice tabelle riassuntiveper le singole classi di pericolo- 250 pagine con oltre 450 immaginiesplicative e riassuntive- Risposte vere dei quiz alla fine di ognicapitolo- Integrato e supervisionato da docenti cheoperano direttamente nel settore- Vero coordinamento con il libro quiz e isoftware SIDA ADR: guida rapida, aulae DVD Quiz Casa per gli allievi.Cosa deve fare il candidato per ottenere ladi conseguire la patente C, richiedere CQC persone (fino al 10/9/2009) senza ilper titolo la CQC merci, conseguire la corso di 260 ore.?patente D e poi invitare lo stesso allievo 1) Seguire il corso della patente Ca seguire il corso della CQC persone, 2) Fare l’esame per la patente C (ancorache in questo modo figurerà come con esame orale)integrativo e potrà durare “solo” 70 3) Richiedere per titolo la CQC merciore di teoria e 5 di guida. Organizzare 4) Seguire il corso per la patente Dun corso di 75 ore anziché uno di 280 (ancora con esame orale)(260 di teoria e 20 di guida) fa una 5) Seguire il corso integrativo (70 orebella differenza, anche perché in questo di teoria + 5 di guida) per la CQC personecaso non è richiesto il medico specialista. 6) Fare esame per la CQC persone(orale fino all’ingresso dei nuovi quizscritti)Coordinamentosoftwareed editoria...5


Via A. Gatto, 43 - 00143 RomaTel. e Fax 06.50990455Via Argine 487 - 80147 NapoliTel. 081.7528291 - 081.2248835Fax 081.7528291info@arcaassociazione.itA ttualiTàA Pozzuoli, anticipazioni sulleaule informatizzate e sulfuturo della patente nauticaLo scorso luglio ha avuto luogo a Pozzuoli l’Assemblea straordinaria deisoci indetta dall’ARCA, seguita nel giorno successivo dal ConsiglioNazionale di settore Autoscuole.Tra gli innumerevoli obiettivi raggiunti,citiamo prima di tutto l’approvazione delprogetto di fusione con l’associazioneASIAC. Si è provveduto poi alla stesuradi uno specifico programma di lavoro peri prossimi mesi, che si prospettano ricchidi novità per l’attività delleautoscuole.L’assemblea si è svolta nellamassima partecipazione di tutti i convenuti,in un clima di cordialità e spirito costruttivoed hanno partecipato, oltre ai massimirappresentanti ARCA, numerosissimisoci provenienti da tutta Italia, gli sponsorcon l’immancabile delegazione SIDA evarie importanti autorità tra cui: l’Arch.Maurizio Vitelli, Direttore Generale dellaMotorizzazione; il Dott. FrancescoForesta sempre in rappresentanza dellaDirezione Generale MCTC; l’Ing.Giancarlo Storto Direttore TerritorialeDTT per il Centro Sud e la Sardegna; ilDott. Giuseppe Esposito- Senatore dellaRepubblica, l’Ing. Pasquale IannottiDirettore UMC Provinciale di Napoli ed ilDott. Ricciardi in rappresentanza dellaDirezione ACI/PRA. Numerosi edinteressanti gli interventi, dai quali è palesementeemerso il grande spirito innovativo,la grande grinta e gli ottimi propositiintrinseci dell’ARCA, la quale si proponecome un’associazione innovativa, con ilvalore aggiunto di voler perseguire politichedi massima trasparenza e collaborazionecon le autorità competenti. L’obiettivocomune infatti c’è, ed è la SICUREZZASTRADALE, aspetto quest’ultimo moltogradito ai più, come chiaramente evidenziatoanche nelle singole relazioni delle giàcitate autorità presenti.Nelle due foto, alcuni momenti dell’assembleadell’Arca a Pozzuoli.6L’associazione ARCA, come precisato dalsuo Presidente Pino Russo, in soli sei mesidi vita ha raggiunto dei pregevoli e soddisfacentirisultati: sono infatti operativedue sedi nazionali: Napoli e Roma, sonostate costituite numerose SegreterieProvinciali e Regionali così da essererappresentati su quasi tutto il territorionazionale, i bilanci dell’associazione sipresentano sani ed in attivo ed il sito socialeè giunto al traguardo dei 30 mila contatti.Anche l’azione politica dell’ARCAprodotta in questi primi sei mesi è statasoddisfacente, e si è concretizzata soprattuttonel monitoraggio degli importantissimidecreti in fase di emanazione tra cui ilDecreto Insegnanti/Istruttori (il più urgente),gli articoli 335 e 336 del regolamento delcodice stradale, fondamentali per permetterealle varie Amministrazioni Provinciali dioperare in maniera univoca e ilRegolamento Autoscuole Ex 317.L’ARCA ha presentato inoltre allaDirezione Generale della Motorizzazionedelle proposte ed interrogazioni in meritoallo svolgimento degli esami teorici.Per essi, si chiede che, in tempi brevi, siacompletata la procedura informatizzata sututto il territorio e che vengano emanate lecaratteristiche definitive delle auleinformatizzate presso le autoscuole (n.d.r.le caratteristiche sono state emanate ilmese successivo all’assemblea, con lacircolare del 7.8.2008). Il Presidente, PinoRusso ha, inoltre, chiesto ufficialmenteche venga al più presto introdotta unaprocedura informatica che renda possibile,al termine degli esami, la visione deglierrori dei candidati. Afferma: “E’ assurdoche i candidati non possano sapere quantie quali errori siano stati commessi in casodi idoneità, ed ancor più grave, quali sianostati gli errori frutto di un esito negativo.Anche i docenti hanno il diritto di saperese i propri candidati sono stati bravi omeno, se esiste una prevalenza di errori sualcuni argomenti invece che su altri, talida comportare una maggiore cura nellapreparazione dei docenti in quelle discipline”.Il Presidente ha poi evidenziato che neiquiz in lingua straniera esistono dei difettidi traduzione che inducono i candidatiagli errori, a volte capovolgendo completamenteil significato delle parole e a talfine, richiedendo una verifica urgente diquanto affermato, ha consegnato alDirettore Generale un apposito elenco diquesiti da valutare. Massima disponibilitàè stata dimostrata dalle autorità presenti;l’Arch. Maurizio Vitelli ha dato puntualirisposte e rassicurato i presenti sul fattoche in quest’ ultimo periodo le cose sembranomuoversi con maggiore rapidità.L’Arch. Vitelli ha inoltre annunciato cheanche per il settore nautico sono in corsodelle attività per la creazione dell’esameteorico con il metodo a quiz. La Direzionedella Motorizzazione sta seguendo ancheil problema legato all’attuale scarsità delletarghe di immatricolazione. Tutto è prontoper l’istituzione delle c.d. “targhe personalizzate”e si attende il parere finale delParlamento. Per quanto attiene la pubblicazionedelle caratteristiche definitive erelative alle aule informatizzate presso leautoscuole, ci sono in programma, conpriorità di urgenza, degli incontri tecniciche permetteranno in tempi brevi la loroemanazione e divulgazione. Moltointeressante anche l’intervento delSenatore Giuseppe Esposito, il quale,nella sua relazione, ha affermato che ilbuon conducente e quindi, più in generalela sicurezza stradale, nasce dagli insegnamentidelle autoscuole che sono le naturalidepositarie dell’educazione stradale stessae, pertanto, le uniche in grado di istruire ifuturi automobilisti anche dal punto divista civico. Ciò ha scaturito un conseguentequesito sul motivo per cui questacategoria di operatori, così socialmenteimportante, è stata coinvolta, repentinamentee con poca perizia, nel vortice delleliberalizzazioni, da cui ha certamentesubito un danno incalcolabile che andràinevitabilmente a ripercuotersi sullasicurezza stradale.


S peciale A ule I nformatizzate 7Il 4 Maggio 2009attacchiamo laspina!Il 4 maggio 2009 il processo di informatizzazionedegli esami per la patente A e Bsi potrà dire concluso. Nel frattempo cisarà il via operativo anche alle aule esterneadeguatamente omologate e immatricolate.Su questo non ci sono dubbi, la scadenzaè stata fissata e deve essere rispettata.Il Ministero sembra non avere più intenzionedi prorogare i termini, sicché è giuntodavvero il momento di rimboccarsi lemaniche e di capire bene come fare adottenere tutte le autorizzazioni utili perospitare gli esami in sede. In autoscuola oin Motorizzazione, dopo il 4 maggiodell’anno prossimo tutti gli esami per lapatente A e B si svolgeranno al computer,per tutti i candidati, italiani e stranieri, adeccezione dei sordomuti (circ. prot. 15175del 6 luglio 2006).Le associazioni si stanno muovendo perarrivare preparate alla data fatidica, edhanno chiesto nel frattempo di concentrarele sedute presso gli Uffici Provinciali alfine di permettere alle autoscuole di averel’opportunità di fare le necessariesperimentazioni. La Direzione Generaleha invitato i Direttori degli UfficiPeriferici a favorire il periodo di valutazionerichiesto dalle associazioni a partiredal 1° ottobre.Al MIT, professionalità, concretezzae disponibilità per arrivare in frettae bene ai risultatia cura di:Paolo Crozzoli,segretario ARCASi è avuta i giorni scorsi una riunionetecnica con i funzionari del MIT edell’ICT – la parte tecnico-operativa dellostaff, per chiarire ulteriormente i dettaglidelle specifiche diffuse con la circolare n.39544/23.18.3 del 7 agosto 2008.Presieduta dall’Architetto Vitelli, ildirettore generale, e supportata dallapresenza dell’Ing. Valentino Iurato delMinistero e di una delegazione dell'EDS(l'azienda che segue il settore informaticoper conto del Ministero dei Trasporti), lariunione chiesta dalla nostra associazioneper esporre i primi quesiti tecnici e logisticiha avuto un esito altamente soddisfacente.La tavola rotonda si è infatti svolta in unclima di cordialità e reciproca collaborazione,grazie soprattutto alla professionalità,concretezza e disponibilità dimostrate daifunzionari presenti, desiderosi, comenoi, di mettere a punto una procedurasoddisfacente sia per le autoscuole cheper i candidati.I più scettici ritengono impossibile stabilireun dialogo proficuo con le istituzioni,forse ricordando le esperienze infruttuoseavute, in precedenza, con altri interlocutori.In realtà, chi fosse stato presente a questariunione, avrebbe cambiato idea.Quando si parla dei problemi con personeche conoscono quei problemi e hannotutta la volontà e l’interesse a risolverli, lesoluzioni arrivano, nei tempi e nei modigiusti. Le risposte più significative cheabbiamo avuto sono le seguenti:1) per le aule informatizzate è stata accoltala richiesta di ridurre la superficie adun minimo di 25 mq. Lo confermerà undecreto;2) per tutte le norme da rispettare in meritoalla sicurezza e alla privacy (legge 626,attestato dello stato di rischio, autorizzazioneVigili del Fuoco, ecc.), non sarannorichieste certificazioni al momentodell’immatricolazione dell’aula e nonsaranno mai di competenza diretta delMIT, ma delle Province – è opportunocomunque provvedervi per essere in regolacon tutto;3) Gli esami potranno essere misti, e prevederecioè sia la prova scritta che quellapratica;4) Sul 4 maggio sono stati inflessibili: lo“switch off” deve esserci, si deve attaccarela spina e buttare via tutte le schede cartacee.La riunione è poi proseguita con il Dott.Foresta, che ha confermato come il nuovodecreto insegnanti/istruttori sia ancorafermo presso l'Ufficio Legislativo, e ipotizzatouna proroga della precedente normativa.Per i nuovi quiz A e B, la cui stesurafinale è prevista entro la fine dell’anno,abbiamo chiesto, oltre ai 6 mesi di tempoper permettere alle case editrici di preparareil materiale didattico necessario, anche lapossibilità per tutti i candidati che si presentanosui vecchi quiz nei termini ditempo previsti, in caso di bocciatura, dipoter ripetere l’esame sui quiz medesimi.Il Dott. Foresta in un momento di informazioni sulle normative


S peciale A ule I nformatizzateCosa deve fare l’autoscuola1) Affidarsi al proprio fornitorespecializzato in rivendita di PC eprogrammi specifici per autoscuole dicomprovata esperienza. Evitare itecnici o fornitori improvvisati (ilnegozietto a fianco non può conosceretutte le problematiche). Tenere presenteche i dispositivi devono essere omologatie gli impianti elettronici ed elettricidevono essere certificati.L’azienda che realizza l’impianto deverilasciare i certificati di conformità.2) Procedere prima con uno studio difattibilità per analizzare tutti i puntinecessari (sono diversi).3) Far realizzare un progetto tecnologicoe grafico da depositare al MIT e alproprio UP.4) Ottenuto il benestare, procederecon la realizzazione dell’impianto.5) Richiedere l’immatricolazione dell’aulainformatizzata, facendosisupportare dal proprio progettista.6) Diffidare dai costi troppo limitati,valutare il rapporto qualità/prezzo(l’aula deve durare a lungo).Attenzioneai fornitoriimprovvisati!Le aule per gli esami informatizzati saranno un po’ come dei veicoli. Lo abbiamogià detto nel numero precedente, ma è il caso di ripeterlo: le aule sarannoassoggettate a omologazione, immatricolazione e revisione. Il DTT delMinistero dei Trasporti non scherza; si potranno avere le aule informatizzatenelle autoscuole e nei consorzi, ma dovranno essere realizzate molto seriamente.Si è scelto il meglio e la massima sicurezza. Ecco perché l’aula non può essererealizzata da chi si propone giusto per l’occasione. Chi si presterà ad impiantarel’aula dovrà poi esserne “l’angelo custode”, essere sempre a disposizione,cioè fornire tutte le garanzie di professionalità, assistenza e disponibilità.Tutta la rete di distribuzione SIDA èstata formata per dare il migliorservizio agli utenti che voglionosposare questo importante progetto.I tecnici e tutta la struttura SIDA di Autosoft sono a disposizione per il servizio completo,dallo studio di fattibilità alla realizzazione vera e propria e all’assistenza post-vendita.Le aule possono avere dimensioni e prezzi diversi, a seconda delle esigenze di ciascunaautoscuola. Sopra alcuni esempi di aule già realizzate.8


S peciale A ule I nformatizzateI meetings per saperne di più...I tecnici SIDA forniranno utili informazioni a tutte le autoscuole interessate alle aule esami informatizzati.Verranno inoltre presentate le novità editoriali e software 2009 e, in particolare, il nuovo manuale CQC.Rovigo, Giovedì 9 ottobre, ore 21.00presso Consorzio RO – UNOVia Don Luigi Milani F/I- RovigoModena, Venerdì 10 ottobre, ore 21.00Hotel RiversidePonte S. Ambrogio, Modena, Via Emilia 2456uscita di Modena Sud direzione Bologna - tel. 059 956 065Ancona, Sabato 11 Ottobre, ore 11.00Hotel La ruota dei pavonivia D’Ancona 64, Osimo - tel. 071 7109102Firenze, con associazione ARCA, Sabato 11 Ottobre, ore 15.30Hotel Holiday Innviale Europa 205 - tel. 055 6571Perugia, Sabato 18 Ottobre, ore 15.00Hotel La Collinavia Dottori Gerardo 42, San Sisto (PG) - tel. 075 5292144Milano Assago, Sabato 25 Ottobre, ore 15.00Sono invitate le associazioni di categoriaHotel Holiday InnTangenziale Ovest Km 19 - tel. 02 488601!... e ancora la consolidataCUBA, Primavera 2009Meetings 2008Convegni organizzati dalle associazioni di settoreSIDA sarà presente ai convegni a Roma di ARCA e Unasca e in qualità di sponsorARCARoma, sabato 15 e domenica 16 NovembreUNASCARoma, sabato 22 e domenica 23 novembreProgramma Convegno NazionaleSabato 15 novembre Ore 10 – 19Convegno nazionale: “Tecnologia e formazione per la sicurezza stradale”Il convegno si propone di analizzare il potenziale delle nuove tecnologie al servizio deiformatori, dei valutatori e dei consulenti della circolazione stradale e dell’autotrasporto.Saranno presenti i seguenti relatori:· Onorevole Gianni Alemanno, Sindaco di Roma – “La sicurezza stradale in una città metropolitana”· Onorevole Altero Matteoli, Ministro dei Trasporti – “La formazione dei formatori per la sicurezza stradale”· Arch. Maurizio Vitelli, Direttore Generale Motorizzazione – “La nuova normativa disegna le autoscuole del futuro”· Ing. D’Anzi / Iurato – “Aule esami informatizzate: la trasparenza al servizio della sicurezza”· Mario Allegrezza, Capo segreteria Comitato Albo autotrasportatori – “Le nuove tecnologie nel settore dell’autotrasporto”Domenica 16 novembre Ore 9.30 - 13 Workshop settore autoscuole· Allestimento e costi aule informatizzate· Caratteristiche e tempistica dei nuovi quiz A-B- Sup. e Pat. Nautiche· Problematiche relative ai corsi C.Q.C.· Decreti: Insegnanti-Istruttori, Ex 317 e modifiche agli artt. 335 e 336 del Regolamento di esecuzione e di attuazione al C.d.S.· Question time e dibattitoPer informazioni su orari e sedi, telefonare al n. 0332/511550 o consultare il sito www.patente.itROMA9


Il file avvisi del 3 settembre scorso(48/2008) della Direzione Generale dellaMotorizzazione la dice lunga sulla situazionedegli Uffici Provinciali in merito alleoperazioni del rilascio dei KD e deiduplicati. Chi può, si è infatti affrettato afare questa patente prima dell’entrata invigore della direttiva 2003/59. Citiamotestualmente dal file avvisi: “..accertatala difficoltà operativa, da parte degli ufficiperiferici dell’Amministrazione, dirilasciare in tempo utile i CAP di tipo KDCircolari e decretiCQC: gli UP sono in ritardoma il processo non si fermaLegge sulla sicurezza: confermate le misurerigide contro alcol e drogaCon la Legge 24 luglio 2008 n. 125, lacosiddetta “legge sulla sicurezza”, è statodefinitivamente convertito il decreto92/2008 di cui avevamo parlato nelloscorso numero del nostro trimestale (n. 2– giugno 2008). E’ stata confermata lalinea dura del Governo nei confronti di chiguida sotto l’effetto dell’alcool o delladroga e provoca incidenti e morti sullastrada. Una revisione importante sia delcodice penale che del codice della strada,che è quello che interessa più direttamentein nostri lettori. Nel nuovo articolo 186del codice stradale facciamo i conti conl’inasprimento, più che delle sanzioni,delle misure penali: in caso di accertamentodi un tasso alcolemico superiore a 0.8grammi per litro, la durata del periodo diarresto è aumentata. Con la sentenza dicondanna è anche disposta la confisca delveicolo. Cosa più importante e a nostroavviso, più giusta, è l’essere ritornati aconsiderare anche il rifiuto di accertamentocome un reato, punito con la medesimapena di chi è stato ritrovato positivo ai testalcolemici (compresa la confisca del veicolo).Ultima modifica degna di nota, sempre inriferimento all’art. 186, è l’introduzionedella revoca della patente per chi si rendecolpevole di guida in stato di ebbrezza contasso alcolemico superiore a 1,5 g/l dopoessere già stato condannato nei due anniprecedenti per il medesimo reato, ovveroper i conducenti dei mezzi pesanti. L’art.187, quello sulla guida “in stato di alterazionepsico-fisica per uso di sostanze stupefacenti”,rimane analogo all’art. 186 e prevedemisure molto simili. Anche l’art. 222,quello relativo alle sanzioni amministrativeaccessorie all'accertamento di reati, è statomodificato con l’aggiunta, al comma 2,della revoca della patente per chi provocaun omicidio colposo sotto l’effetto dialcool (con tasso alcolemico nel sanguesuperiore a 1,5 g/l) o droga.10conseguiti entro il 9 settembre 2008,necessari per ottenere, per documentazione,la CQC necessaria per svolgere l’attivitàprofessionale..”. Ebbene, accertata taledifficoltà, si è stabilito di procedere nelmodo seguente: alle domande di rilasciodel KD, pervenute ovviamente in tempoutile, si procede con il rilascio, anchedopo il 9 settembre, del KD con la datadel 9 settembre 2008. E per chi ha chiestoil duplicato del KD e ancora non l’haottenuto? Gli impiegati devono contattaregli interessati per sapere, visto che non èpiù possibile emettere KD validi, seprocedere alla conversione in CQC, in KBo in entrambi i documenti. Resta poiconfermata la possibilità, fino al 5 aprile2010, di convertire i KD conseguiti primadel 9 settembre 2008 nelle nuove patentiobbligatorie. Rimane il problema di comegestire tale mancanza in caso di viaggiall’estero, dove vige l’obbligo comunitariodella CQC per il trasporto dei passeggeri,e non vi sono deroghe di nessun tipo.Come si può vedere dalla tabella, in molti Paesi europei già è vietato assumere alcolici se si sta guidando.Anche con un solo bicchiere di vino si rischiano multe salate.


A ttualiTàSì, la guida sarà tutta un quizPer tutto ciò che si chiama “patente” e che serve a guidare, sarà obbligatorio sostenere un esame di verifica delleconoscenze strutturato in quesiti a risposta multipla per via informatica: i quiz, per l’appunto.Non c’è ancora niente di ufficiale, masembra che sarà davvero così. Patente A eB, CIG e CFPADR: cosa hanno in comune?Si conseguono tutti attraverso un esame aquiz, quiz che a breve saranno propostiesclusivamente in forma informatizzata.Al conseguimento o alla revisione di unapatente di guida ci si deve arrivare permerito, prima ci si deve preparareseriamente – queste le raccomandazionidella Comunità europea che il nostroPaese sta facendo proprie attraversol’emanazione di decreti e circolari ascadenze piuttosto serrate. Ma siamoancora all’inizio del processo. Per lapatente a punti si parla di modificare ilcorso di recupero del punteggio introducendoanche un esame finale, la solafrequenza non basta, gli incidenti stradalinon sono infatti diminuiti come si sperava.Rimane profonda la convinzione, tra glioperatori, che solo mutando l’atteggiamentodei conducenti si può risolvere il graveproblema della mortalità sulle strade. Perla patente professionale, la CQC, sappiamotutti bene che gli esami in forma definitivasaranno sotto forma di questionari, unoper la parte generale e uno per la partespecifica, merci o viaggiatori.Anche per le patenti superiori si parla dirivedere tutto il sistema e di predisporreun listato ministeriale specifico, in cuisarà dato maggior rilievo ai dispositivi disicurezza – attivi e passivi – dei veicoli,piuttosto che al motore e agli elementimeccanici che provvedono alla trazione.Le patenti nautiche non sfuggono allostesso destino: tra capitanerie di porto,uffici provinciali e autoscuole stannocircolando bozze ed elenchi per razionalizzarela materia di studio e ridurla a domande erisposte vere e false. Chi guida una motod’acqua o conduce un’imbarcazione dadiporto, sia pure solo nei week end e neimesi estivi, ha una responsabilità noninferiore a quella di un qualsiasi autista. Iltraffico è aumentato anche sul mare, iposti barca non bastano più, ma tuttivorrebbero divertirsi senza pensieri, almenosull’acqua. Non dimentichiamoci che lapolitica dei trasporti, italiana ed europea,si è orientata invece verso un uso progressivamentemaggiore delle navi per lamovimentazione delle merci; le autostradedel mare solo in Italia sono già una trentina,gli investimenti per lo sviluppo di alternativeal trasporto su strada sono massicci econtinueranno ad esserlo nei prossimi anni.Da qui dunque, l’esigenza di fissare regolepiù severe anche per la circolazione sulleacque interne e per mare.Nemmeno andare in barca deve essereconsiderato un semplice passatempo. Suquesto, che è ancora considerato uno sportper ricchi, si è sviluppato un mercato daicontorni poco chiari e con degli sviluppipoco incoraggianti. Senza entrare nelmerito delle patenti vendute, e sì che su diqueste si potrebbero scrivere fiumi diparole, vogliamo solo fare presente che ilfenomeno della “patente nautica in tregiorni” (provate a fare una prova navigandoin internet e mettendo nella maschera delmotore di ricerca l’espressione che abbiamoappena virgolettato..) sta oramai assumendodimensioni preoccupanti, e va arginato intempi brevi con prese di posizione piùrigide, con una normativa più seria, concriteri di selezione più oggettivi e menolasciati al caso, con regole che non lascinomargine alla libera iniziativa di imprenditorisenza scrupoli. I quiz informatizzati ancheper le patenti nautiche contribuirebberosenza dubbio a spazzare via un po’ di“mucillagine” dal mare, quel po’ di torbidoche ha reso le acque meno cristalline diquello che potrebbero essere.SIDANAUTICAo.11


lo sai che...?Temi APCAll’edizione aggiornata del manuale perl’accesso alla professione di autotrasportatore,segue adesso la pubblicazionecompleta con tutti gli studi dei casi pratici– i temi – svolti da professionisti del settore.Dal 1° agosto di questo anno è infatti cambiatala normativa, e dalle 58 esercitazioni si èpassati a 90 (30 per la parte comune, 30per la parte merci e altrettante per la partepersone). Ricordiamo che il Ministerorilascia solo le tracce per realizzare i temi,ma non la soluzione degli stessi, e che letracce spesso e volentieri fanno riferimentoad argomenti non affrontati nei quiz.Nuovi quiz A e B, se ne parlerà inprimaveraSe ne continua a parlare, ma con la rivoluzionein atto in tema di esami, non si ritienecredibile una data anteriore a giugno 2009per la loro attivazione. Il manuale A e BSIDA contiene comunque già tutti iriferimenti nuovi per ciò che riguarda laCQC trasporto persone che ha abolito il KD.?Libri e software ADRDa settembre 2008 è in vigore il nuovolistato ministeriale dei quiz per il conseguimentodei patentini ADR, aggiornatoall’ADR 2007. Per chi non lo sapesse, lanormativa ADR è soggetta ad aggiornamentiobbligatori ogni due anni, di conseguenzaanche i quiz degli esami cambiano ognibiennio. SIDA, nel realizzare il manualecompleto dell’ADR, comprensivo di tuttie 4 i corsi (base, cisterne, esplosivi, radioattivi),ha provveduto anche a stampare il DVDQuiz Casa dell’ADR per la preparazionedel candidato.Gli esami della revisione sarannopiù faciliPer la revisione della patente A e B, èobbligatorio oggi sostenere l’esame sullabase dello stesso listato predisposto per ilconseguimento della stessa. A seguito dinumerose pressioni da parte degli addetti,si è comunque stabilito che i quiz devonoessere ridotti di numero e dovranno esserepiù specifici per questo tipo di esigenza.Per l’uscita del listato dedicato allerevisioni non è comunque possibileanticipare nessuna data precisa.Ruote Sicure a VareseProntuario superiori per la preparazionedegli oraliPronta anche la terza edizione delProntuario patenti C-D-E-CAP, con leimportanti segnalazioni delle autoscuoleche già hanno adottato le precedentiedizioni e hanno suggerito preziosimiglioramenti. La guida è stata aggiornatacon i tempi di guida, il cronotachigrafo, laCQC (prima gli argomenti erano trattati inun volantino allegato). Sono state aggiunteimmagini più aggiornate e/o specifichenei capitoli dedicati alle norme dicomportamento, ai dispositivi di sicurezza,ai documenti necessari per la circolazione.Anche i software (aula e guida rapida)sono stati aggiornati e coordinati ai librie saranno presto disponibili. In attesadell’uscita dei quiz anche per il conseguimentodelle patenti superiori, questo librorimane il più utile per preparare in brevetempo e con successo i candidati.Prenota duplicati in fase di sperimentazioneE’ ancora presto per farvi affidamento, madi fatto ha preso il via, in fase sperimentale,il Prenota duplicati. Ci sono ancora moltequestioni tecniche da affrontare, ma la notiziain sé ci fa ben sperare nel futuro.La sezione di Varese dell’Unasca,nell’ambito del progetto di educazionestradale “Ruote sicure”, ha organizzatodiverse giornate didattiche che hannoavuto il consenso sia delle istituzioni(scuole, comuni, vigili urbani) sia deglistudenti e delle loro famiglie. “La nostraidea è che l’educazione stradale devediventare una vera e propria educazionealla legalità. Occorre fare capire ai ragazzil’importanza delle regole, e non solo nell’ambitodella circolazione stradale”: cosìparla Alberto Belletti, segretario diUnasca Varese e coordinatore degli eventi,che aggiunge: “In questi corsi ai ragazzi èstata fornita anche una preparazione praticasulla conduzione dei ciclomotori” – l’aspettotecnico della guida non andrebbe infattitrascurato, e dovrebbe essere introdottoufficialmente nei programmi ministeriali.12Il segretario di Unasca Varese Alberto Belletti (col gilet retroriflettente), nel corsodella manifestazione a Busto Arsizio e vari momenti.


A ttualiTàAutotrasporto persone e cose,vi diciamo cosa succede nelle ProvinceSono molti i clienti che vogliono fare l’esame per l’accesso alla professione di autotrasportatore e chiamano per sapere comemuoversi nella “giungla” delle province. Il Dottor Piccinetti del Ministero dei Trasporti ci ha aiutato a fare un po’ di chiarez-Il 31 luglio 2008 è ormai lontano, permolti questa data ha rappresentato unavera e propria corsa contro il tempo. Il 31luglio, in ambito di accesso alla professionedi autotrasportatore, può essere consideratoun vero e proprio spartiacque; infatti, chiha presentato le domande per sostenerel'esame entro quella data, ha ottenuto ildiritto di sostenere le prove con i vecchiquiz e temi. La questione sembra piuttostosemplice, ma in realtà i problemi e le incertezzec'erano prima e continuano ad esserci.Il Dr. Alfredo Piccinetti, funzionario delMinistero dei Trasporti – DirezioneGenerale per il Trasporto Stradale, ci haaiutato a fare un po' di chiarezza sullafaccenda: “quella che fa fede, per i privatisti,è la data di presentazione delladomanda d'esame, che non deve essereposteriore al 31 luglio 2008”; l'art. 8comma 3 del D.M. n. 126 del 14.01.2008,infatti, precisa che “coloro che hannoseguito corsi di preparazione iniziatiprima del 30 marzo 2008 o coloro che,senza partecipare ad alcun corso hannopresentato domanda d'esame prima del 1°agosto 2008 hanno diritto di sostenere leprove con i quesiti ed i tipi di esercitazionegià in vigore prima del 30 marzo 2008”.Fin qui sembra tutto facile, anche se si èverificato qualche caso in cui la provincianon aveva intenzione di indire una sessioned'esame basata sui vecchi quesiti; ma ilproblema vero si presenta per i respinti oper coloro che, per i più svariati motivi,non si sono presentati all'esame.Questi candidati, nonostante abbianopresentato la domanda per tempo, hannoperso il diritto di fare l'esame con i vecchiquiz oppure no? “Nel decreto n. 126 del14.01.2008, abbiamo precisato che ildecreto n. 162 del 25.03.2004 è abrogatoa partire dal 1° agosto 2009, - continua aspiegarci il Dr. Piccinetti - questo vuol direche i vecchi quiz e le vecchie esercitazioninon possono più essere utilizzati persvolgere gli esami a partire da quella data.Abbiamo previsto un lasso di tempo piuttostolungo: un anno, per consentire aicandidati respinti di ripetere l'esame conil vecchio metodo; se consideriamo chetra un esame e l'altro devono trascorrerealmeno 3 mesi, nell'ipotesi ottimale uncandidato ha la facoltà di ripetere l'esamealmeno 3 volte”.Nonostante ciò, alcune provincie hannoadottato delle procedure che non tengonoconto di questa possibilità.Spesso, infatti, l' ente richiede che il candidatoproduca un' ulteriore domanda per iscriversinuovamente all'esame, e a quel puntoconsiderano la data della seconda domanda,che diventa ovviamente posteriore al fatidico31 luglio 2008. “La prassi che prevede dipresentare una nuova domanda nondovrebbe inficiare sui termini – precisail Dr. Piccinetti”. Quanto meno la provinciapotrebbe prevedere un numero massimo disessioni cui il candidato può parteciparenel caso venga respinto; oppure potrebbe,per esempio dietro presentazione di certificatomedico, dare la possibilità ai candidatiche erano assenti di ripresentarsi esostenere l'esame con il vecchio listato,tutto dipende però dalla commissioned'esame. Certo è che spesso il candidatonon ha la possibilità di ripetere l'esame conil vecchio metodo perché la provincia fissasolo una seduta all'anno.In sostanza all'interno dei paletti dettatidal ministero attraverso i decreti, gli entisi muovono con ampia discrezionalità,anche perché le realtà sono molto diverse;il ministero impartisce delle direttive chedevono abbracciare tutto l'ambitonazionale, è impensabile dettagliare lecasistiche di 104 province.Addirittura alcune province, come peresempio la Provincia di Chieti, perammettere i candidati all'esame, oltre allamarca da bollo da €. 14,62, richiedono unversamento di €. 100,00 (€. 200,00 sel'esame è sia nazionale che internazionale),tra l'altro da ripetere nel momento in cui ilcandidato è stato respinto e deve ripresentareuna nuova domanda. Sembra che la cosamigliore da fare, quindi, sia informarsidirettamente presso la provincia dove si andràa sostenere l'esame, che ricordiamo è quella diresidenza, e comportarsi di conseguenza.Il punto fermo rimane sempre uno: ilnuovo esame è sicuramente più impegnativodel vecchio, almeno in termini quantitativi:circa 1.000 quiz in più e 90 esercitazionisu casi pratici contro le 58 del precedentelistato... il materiale da studiare èdavvero tanto!SIDA ha già predisposto il nuovo manualeAPC 2008, il libro quiz per argomento e glisvolgimenti delle esercitazioni sui casi pratici.Tra l'altro sono stati sollevati dubbi anchein merito alla necessità, per gli insegnanti diautoscuola che vogliono essere parificatiagli esperti in materia di organizzazioneaziendale, di dover ottenere l'attestato diidoneità professionale sia in ambitonazionale che internazionale; la provinciadi Bolzano, per esempio, sostiene che siasufficiente l'attestato in ambito nazionaleper poter insegnare ai candidati all'esameper la carta di qualificazione del conducente.La normativa relativa alla CQC, in particolareil Decreto del 7 febbraio 2007, nonlo specifica: “sono equiparati all'espertodi organizzazione aziendale: d1) gliinsegnanti di teoria di cui al punto a) cheabbiano conseguito l'attestato di idoneitàper l'accesso alla professione sia perl'autotrasporto di persone che di cose”.Abbiamo chiesto un parere autorevole alDr. Ing. Paolo Nucera, Direttore UfficioMotorizzazione Civile di Milano, il qualeci ha fatto un'osservazione che condividiamopienamente: “il programma delcorso per ottenere la CQC prevede l'insegnamentodi materie anche in ambitointernazionale, per questo l'insegnante,presumibilmente, deve essere in possessodell'idoneità all'autotrasporto sia in ambitonazionale che internazionale”.ARCA ha rivolto ufficialmente la domandaal Dr. Francesco Foresta, DipartimentoTrasporti Terrestri - Direzione GeneraleMotorizzazione del Ministero deiTrasporti, esperto in materia.13


InfoPatenteEsami patente 2007: tutti i numeriIl CED (Centro Elaborazione Dati) delDTT - Ministero dei trasporti ha diffusoun dossier relativo agli esiti degli esamipatente del 2007. Il report, estremamenteesaustivo e completo, analizza l’andamentodegli esami nel 2007 e li colloca all’internodelle statistiche storiche che, dal 1987,analizzano l’evoluzione di questi dati.Di seguito presentiamo una rapida sintesidegli elementi secondo noi più interessantie significativi dell’indagine.Rimandiamo ai siti www.trasporti.gov.itoppure www.patente.it alla pagina“circolari e decreti” per la consultazionedella ricerca completa.Tipo Patente Teoria GuidaIdonei Respinti Idonei RespintiA 66.294 38.501 245.439 15.144B 626.389 292.340 688.218 105.518C 42.568 11.589 42.503 3.063D 10.143 2.651 10.207 675BE,CE,DE 22.633 4.817 22.368 1.329Speciali 3.275 1.936 5.075 937C.I.G. 237.985 95.957Esiti degli esami di teoria e guida 2007 con riferimento a tutti i tipi di patentiNell’andamento complessivo delle proved’esame, il 90,25% di candidati ha seguitoun corso presso un’autoscuola, e solo il9,75% di candidati si è presentato all’esameda privatista. Rispetto al passato c’è unalieve crescita della percentuale di candidatiiscritti ad una scuola guida (che era del’86,32% nel 1987): non un declino, quindi,ma una crescita di chi si affida ad unaautoscuola per la preparazione al conseguimentodei vari tipi di patente.Inoltre la preparazione in autoscuola“paga”, nel senso che, mentre il 48,05%dei privatisti (cioè quasi la metà di quelliche si sono presentati all’esame di teoria)è stato respinto, “solo” il 29,51% di coloroche hanno scelto una scuola guida è statobocciato. Non ci sono grandi differenze dirisultato tra gli allievi di scuola guida consede al nord, sud, centro o isole: i bocciati siaggirano tra il 30% circa registrato nelleregioni settentrionali e il 27% circa perl’Italia meridionale, centrale e le isole. Laguida va decisamente meglio: l’88,89%dei candidati è stato considerato idoneo.In questo caso il divario tra privatista eallievo di autoscuola non è così nettocome per la preparazione teorica. Infatti iprivatisti superano l’esame di guida inpercentuale pari all’88,86%, valore quasiidentico alla percentuale di allievi diautoscuola considerati idonei (88,92%).141) Percentuale privatisti e autoscuole2) Percentuale idonei e respintifonte: dossier “esiti esami 2007” a cura del CED – DTT


InfoPatenteLa gara tra candidati uomini e donne èserrata per quanto riguarda il conseguimentodelle patenti di categoriainferiore: le donne, a quanto pare,studiano di più perché risultano idoneealla teoria in misura del 70,97%contro il 64,74% degli uomini.I “maschi” sono però più bravi aguidare: il 91,74% dei candidati allepatenti di categoria inferiore superal’esame di guida contro un ben piùridotto 84,31% delle donne.Prevalgono invece gli uomini nelconseguimento delle patenti di altrecategorie. Sono più bravi sia nella teoria(79,01% di promossi contro il 73,58%delle donne considerate idonee), chenella pratica (93,36% di candidatiidonei alla guida contro l’85,19% dicandidate idonee).Inoltre per questo tipo di patenti ildivario uomo-donna è molto esteso:solo il 5,03% del totale delle proved’esame sostenute riguarda candidatedonne. Insomma, il mondo dellepatenti di categoria superiore è ancoraper la quasi totalità maschile!Percentuale uomini/donne - fonte: dossier “esiti esami 2007” a cura del CED – DTTEtà e provenienza dei patentatiOltre il 50% delle patenti conseguite nel 2007 riguarda giovani e giovanissimi (sottoi 21 anni) mentre i nati all’estero rappresentano il 14% del totale. Date un’occhiataal grafico seguente per vedere da quali paesi provengono e in che percentuale.UEEuropa Extra UEAmerica centro meridionaleAsiaSecondo il Ministero, nel 2007risultavano attive 6.712 autoscuole suuna popolazione di 58.691. 139(fonte ISTAT con dati provvisori al01/01/07). In media si tratta di 8.744abitanti per scuola e, sempre in media,di 151 allievi idonei per ciascunascuola guida italiana.Africa mediterraneaaltri AfricaAmerica settentrionaleOceania15


Info Data - Dal Zotto Giuseppeuff. 0424/500216giuseppe@infodataweb.comBea Logic - Lenna Francescouff. 042/72104francesco.lenna@lenna.itSIE srl - Gentile Gaetanouff. 051/6242169ggentile@sie.itPiscitello Rosannacell. 335/5755379r.piscitello@patente.itLa sede Sida AutoSoft Multimedia srlTecnoall - Paba Davidecell. 339/2836201info@tecnoall.itGLO.BU.S - Bruni Federicouff. 055/242846info@globusnet.itMoroni Matteocell. 335/5755378m.moroni@patente.itStudio Sat - Satolli Renatouff. 070/2343719 cell Cell. 333/2516330satollirenato@tiscali.itEthere - Ferdinando Pavesiuff. 0881/366957 cell. 338/3265111info@ethere.itSoftown - Marseglia Francescouff. 0823/846398www.softown.it - info@softown.itTecnoservice - Albano Corradouff. 099/4792052 cell. 347/5002029bremal@tin.itMc Office - Capparone Marcouff. 081/7576475 cell. 349/2246033mcoffice.sida@virgilio.itM&G Informatica - G. Gangi e M. Maioranauff. 095/221838 cell. 320/6248004info@mginformatica.bizNumero verde gratuito: 800 910 543La nostra rete di assistenza econsulenza IN TUTTA ITALIA

More magazines by this user
Similar magazines