bambini - Ama

amaroma.it

bambini - Ama

Chi ama Roma la ama davvero.I BAMBINI TERRIBILI in ROMA.TENERLA PULITA È UN GIOCO FANTASTICO Con la partecipazione straordinaria dei GENITORI E DI CHI NE FA LE VECIProdotto da TUTTI I CITTADINI ROMANI e pulito da QUELLI PIÙ VOLENTEROSI Scritto e diretto dal SOR MAESTRO


Chi ama Roma la ama davveroINDICEChi ama Roma la ama davvero 5Produciamo troppi rifiuti 6Come produrre meno rifiuti 7La regola delle 5 r 8Separare i rifiuti: la raccolta differenziata 9Le regole d’oro della raccolta differenziata 10La carta 11AmaQuiz 1:Cosa mettere nel cassonetto bianco della carta, cartone e cartoncino? 11Dalla carta straccia alla carta riciclata 12La plastica 13AmaQuiz 2: Cosa mettere nel cassonetto blu della plastica? 13Dal flacone vuoto alla plastica riciclata 14Il vetro 15AmaQuiz 3: Cosa mettere nel cassonetto blu del vetro? 15Dalla bottiglia vuota al vetro riciclato 16Il metallo 17AmaQuiz 4: Cosa mettere nel cassonetto blu del metallo? 17Dalla lattina di aranciata al metallo riciclato 18Materiali non riciclabili e scarti alimentari 193


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroAmaQuiz 5: Cosa mettere nel cassonetto verde dei materialinon riciclabili e degli scarti alimentari 19Il compostaggio domestico 20Rifiuti particolari 21Isole Ecologiche e Centri di Raccolta 23Le raccolte straordinarie domenicali 24A spasso con Bobby. E con la paletta 25Note ed esercizi 26I numeri di AMA 30Trova AMA 31CHI AMA ROMALA AMA DAVVERO.Ti piace la tua città? È abbastanza pulita?Non credi che anche noi cittadini,fin da piccoli, possiamo dare il nostrocontributo per renderla sempre più pulitae accogliente?AMA la pensa proprio così. Pensa chegli operatori ecologici fanno e farannosempre moltissimo per togliere la sporciziadalle strade, ma se i cittadini noncollaborano, evitando di sporcare escendendo in piazza una volta tanto adare una mano, Roma non potrà mai diventarefamosa per i suoi marciapiediscintillanti.Anche tu puoi fare molto, scendendo inpiazza anche tu per tenere pulito il tuoquartiere ma prima di tutto imparando,grazie a questo opuscolo, alcune regolefondamentali per aiutare la tua città a respiraree a restare bella, ordinata e decorosa.45


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroPRODUCIAMO TROPPI RIFIUTI.Ti piacerebbe se qualcuno scaricassedentro la tua stanzetta un cumulo dirifiuti alto due metri?COME PRODURREMENO RIFIUTI.Non pensavi di produrre così tanti rifiutivero? Sono troppi.Una soluzione per produrre meno rifiuti c’è,anzi ce ne sono 4:1. Acquistiamo solo ciò di cuiabbiamo veramente bisogno!2. Acquistiamo merce sfusa!3. Privilegiamo cibi e bevandecontenuti in imballaggi dimateriale riutilizzabile e riciclabile!4. Scegliamo prodotti riciclati:aiuteremo l’ambiente!Non è fantascienza.È la quantità di rifiuti che ognunodi noi produce in un anno.Una buccia di banana, la carta di un gelato,una confezione di merendine, iresti del pranzo e della cena, magari ilgrasso della carne che proprio non tipiace, la scatola di un giocattolo che tihanno appena regalato:anche per un bambino come te è facileprodurre1,8 kg di rifiuti ogni giorno.67


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroLA REGOLADELLE 5 R.Dopo averti rivelato quanti rifiuti riusciamo a produrre ogni giorno ed averti regalato4 preziosi consigli per produrne di meno, facciamo un riassunto di quanto ci siamodetti finora.È il momento della Regola delle 5 RSEPARARE I RIFIUTI:LA RACCOLTA DIFFERENZIATA.Vogliamo dare una mano alla nostra città? Per tenerla pulita un’altra cosa da fare èseparare i rifiuti con la raccolta differenziata!Separare i rifiuti non significa tagliare in due il cartone del latte e nemmeno metteredue bottiglie di vetro identiche in due buste diverse.1. Ridurre i rifiuti fin dalla loro origine2. Raccolta differenziata3. Riutilizzare gli oggetti così come sono (come le bottiglie di vetro)4. Riciclare i materiali utili (vetro, carta, metallo e plastica)5. Recuperare l’energia contenuta nei rifiutiSeparare i rifiuti significabuttare tutti i rifiuti intanti contenitori di coloridiversi, già in casa,a seconda del materialedi cui è composto il rifiuto.E fuori?Butta la spazzatura in cassonetti di colore diverso a seconda del tipodi rifiuto.Bianco per carta, cartone e cartoncino, blu per plastica, vetro e metallo,verde per materiali non riciclabili e scarti alimentari.89


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroLE REGOLE D’ORODELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA.Avremo tante pagine per spiegarti cos’è la raccolta differenziata.Per adesso partiamo da tre regole d’oro che non vanno mai dimenticate:1È bene riutilizzare materialicome le bottiglie di vetro invecedi buttarle nella spazzatura,ma ricorda chei materiali differenziatidevono essere benasciutti e puliti.2Metti sempre il rifiutogiusto nel cassonettogiusto. Non buttare maile cose a caso.3Schiaccia gli imballaggiprima di buttarli:occuperanno menospazio nei cassonetti.LA CARTA.Ne buttiamo tanta ogni giorno, fogli, cartoni, sacchetti, fumetti etc.La città non ci chiede molto, solo di fare un po’ di attenzione nel momento in cui lagettiamo via. E se siamo proprio bravi, proviamo a riutilizzarla il più a lungo possibile.?AMAQUIZ 1Facciamo un quiz, le risposte sono capovolte in fondo a questa pagina.COSA METTERE NEL CASSONETTO BIANCO DI CARTA, CARTONEE CARTONCINO?Rispondete sì o no per ognuna di loro:1. Giornali e riviste2. Carta con residui di colla o altro3. Contenitori della pizza4. Vecchi quaderni5. Opuscoli6. Brik del latte7. Carta velina8. Sacchetti di carta9. Pacchi, scatole di cartone10. Bicchieri e piatti di cartaRisposte: 1 sì; 2 no (verde); 3 no (verde); 4 sì; 5 sì; 6 si; 7 si; 8 sì; 9 sì; 10 no (verde).1011


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroDALLA CARTA STRACCIA ALLA CARTA RICICLATA.La carta che usiamo tutti i giorni, quella di un giornale o di un foglio, una volta stracciatae buttata nell’apposito contenitore non muore.La sua vita continua, inizia dal CASSONETTO DELLA CARTAper trasferirsi all’interno di un FURGONE DELL’AMALA PLASTICA.Un giocattolo, una bambola da coccolare, il contenitore della vostra bibita gassatapreferita: quante cose sono fatte con la plastica.E la plastica da dove viene? Dal petrolio, quello che trovate nella benzina della macchinadi papà. E il petrolio? Ok, torniamo alla plastica, torniamo al quiz.che la porta rapidamente all’AREA DI STOCCAGGIO, dove viene prontamentesmistata fino alla PRESSA per terminare nel luogo in cui verrà effettuata la lavorazionefinale, LA CARTIERA e trasformarla così in CARTA RICICLATA.La carta può rivivere.Buttiamola al posto giusto e la aiuteremo a ritrovare una nuova giovinezza.12AMAQUIZ 2COSA METTERE NEL CASSONETTO BLU DELLA PLASTICA?1. Bicchieri di plastica2. Sacchetti di plastica3. Flaconi lavati4. Giocattoli5. Bottiglie di plastica6. Piatti di plastica7. Telefoni cellulari8. Telecomando rotto9. Vasetti di yogurt10. Tubetti del dentifricio vuoti13?Risposte: 1 no (verde); 2 sì; 3 sì; 4 no (verde); 5 sì; 6 no (verde);7 no (Isole Ecologiche); 8 no (Isole Ecologiche); 9 sì; 10 sì.


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroDAL FLACONE VUOTO ALLA PLASTICARICICLATA.Ti abbiamo raccontato come fa una carta straccia a riprendere vita.Ma lo sai che c’è un processo per cui la bottiglia d’acqua che hai appena bevuto, trattatacome si deve, può ritornare di nuovo plastica?Viene subito trasportata negli IMPIANTI DI SELEZIONE AMA a Roma (Rocca Cenciao Laurentino) dove si dividono tra loro plastica, vetro e metallo. Dopo di che tuttala plastica passa negli impianti DI RICICLAGGIO, in cui avviene una ulteriore selezioneper tipo di polimero (PET, PVC, PP, etc).A questa fase seguono il processo di TRITURAZIONE e LAVAGGIO, dove di fattotermina il percorso della plastica che ora è pronta per essere lavorata per nuovi prodottinelle varie industrie.Cosa possiamo ottenere dalla plastica riciclata?Dai tessuti, come ad esempio il “pile”, fino alle pavimentazioni plastiche e moltoaltro ancora.Ancora una volta, partendo dal nostro prezioso contributo nella raccolta differenziata,si è potuto ridare vita a oggetti che con meno diligenza avrebbero finito perimpattare negativamente sull’ambiente.14IL VETRO.Lo usi tutti i giorni, quando bevi unsorso d’acqua, oppure quando frughinella dispensa in cerca di un po’ dicrema al cioccolato. È il vetro, un materiale ottenuto ad altissime temperature, alleatoprezioso della nostra vita quotidiana.AMAQUIZ 3:COSA METTERE NEL CASSONETTO BLU DEL VETRO?1. Bottiglie di vetro2. Porcellana3. Specchi rotti4. Piatti di coccio5. Caraffe di cristallo6. Vetri per finestre7. Tazzine da caffè8. Bicchieri di vetro15?1 sì; 2 no (verde); 3 no (Isole Ecologiche); 4 no (verde); 5 no (verde);6 no (Isole Ecologiche); 7 no (verde); 8 no (verde).


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroDALLA BOTTIGLIA VUOTA AL VETRO RICICLATO.Facciamolo ancora, stavolta giochiamo a far rivivere un pezzo di vetro.Quale sarà il percorso che lo riporterà a sentirsi utile?La sua prima destinazione è il CASSONETTO BLU, da cui viene prelevatoe trasportato negli IMPIANTI DI SELEZIONE AMA a Roma (Rocca Cencia o Laurentino)dove si dividono tra loro plastica, vetro e metallo. Da qui il vetro viene avviato aimpianti di riciclaggio dove avviene anche un’ulteriore separazione per colore.Inoltre, tramite l’intervento di potenti ELETTROCALAMITE, gli anelli di metallovengono eliminati mentre per ASPIRAZIONE vengono rimossi eventuali residui diplastica e carta.È il momento del LAVAGGIO, necessario per poter finalmente inviare tutto alle VE-TRERIE per la FUSIONE e la realizzazione di nuovi oggetti.Riportare in vita qualcosa non succede solo nei cartoni animati.Anche il vetro può farlo. E stavolta gli eroi siamo noi.IL METALLO.Se ti suggerissimo anche stavolta una lista di oggetti quotidiani che utilizzi fatti dimetallo ti daremmo una grossa mano in vista dell’AMAQUIZ 4, quindi in questocaso arriveremo direttamente alla fatidica domanda.AMAQUIZ 4?COSA METTERE NEL CASSONETTO BLU DEL METALLO?1. Lattine2. Piccoli elettrodomestici3. Scatolette4. Ferri da stiro5. Lettori MP36. Bombolette spray7. DVD8. Tappi in metallo:Risposte: 1 sì; 2 no(Isole Ecologiche); 3 sì; 4 no (Isole Ecologiche);5 no (Isole Ecologiche); 6 sì 7 no (verde); 8 sì.1617


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroDALLA LATTINA DI ARANCIATA AL METALLO RICICLATO.Hai appena bevuto una bibita fresca di aranciata in lattina e la stai gettando inmezzo alla strada. Non farlo! Primo, perché è contrario alla legge e al tuo dovere dibuon cittadino che tiene alla pulizia di Roma. Secondo, perché quella lattina che ate sembra insignificante, posta nel suo cassonetto, si può rivitalizzare in materialericiclato. Vediamo come.La prima destinazione del metallo prelevato dai cassonetti blu è l’Impianto di SelezioneAMA a Roma (Rocca Cencia o Laurentino), che separa il metallo dalla plasticae dal vetro. Da qui i materiali ferrosi e l’alluminio vengono avviati in flussi separati agliIMPIANTI DI RICICLAGGIO che li preparano per le rispettive FONDERIE.Al termine della fusione, il metallo è pronto per essere trasformato in nuovi oggetti.MATERIALI NON RICICLABILIE SCARTI ALIMENTARI.Se abbiamo fatto bene la raccolta differenziata, ci accorgeremo che il contenuto della nostrapattumiera si è sensibilmente ridotto: sono rimasti solo i materiali non riciclabili e gliscarti alimentari, che porteremo nel cassonetto verde. Questi rifiuti saranno trasportatinegli impianti AMA Rocca Cencia e Salario dove avviene la separazione tra la "frazionesecca" e la "frazione umida" dei rifiuti indifferenziati.La "frazione secca" viene trasformata in combustibile destinato al recupero energetico (ilcosiddetto CDR-Combustibile Derivato dai Rifiuti) mentre la "frazione umida" viene trasformatain terriccio per copertura di discariche.18AMAQUIZ 5COSA METTERE NEL CASSONETTO VERDE DEI MATERIALI NONRICICLABILI E DEGLI SCARTI ALIMENTARI?1. Resti di frutta e ortaggi2. Oli vegetali3. Pane e pasta4. Piatti e bicchieri di plastica5. Legno da potatura6. Erba seccata e foglie7. Paglia e cortecce8. Gusci d’uova9. Bottoni10. Giocattoli grandi11. Batterie cellulare12. Ovatta19?Risposte: 1 sì, 2 no (Isole Ecologiche); 3 sì; 4 sì; 5 no (Isole Ecologiche); 6 sì;7 sì; 8 sì; 9 sì; 10 no (Isole Ecologiche); 11 no (Isole Ecologiche); 12 sì.


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroIL COMPOSTAGGIO DOMESTICO.In alcuni casi anche noi cittadini possiamo riciclare direttamente i rifiuti organici nel nostrogiardino, producendo così il compost, fertilizzante naturale amico dell’ambiente,adatto a concimare piante in vaso, orti e giardini.Cosa forma il compostScarti di cibo, frutta e verdura, piante recise, sfalci di prati, potature, trucioli e segatura:sono questi i rifiuti organici prodotti in casa o in giardino che servono per il compost. E lacompostiera, che avremo cura di collocare in un punto ombreggiato del giardino direttamentea contatto con il terreno, è il contenitorenel quale introdurre tali elementi perdar vita al processo di compostaggio.Compostiera gratuita da AMA esconto sulla Tariffa RifiutiAma consegna gratuitamente lacompostiera a chi effettua il compostaggiodomestico e applica una riduzionedel 30% sulla partevariabile della Tariffa Rifiuti. Peravere diritto alla riduzione occorreavere un giardino di almeno 25mq per ogni componente il nucleofamiliare. La richiesta devepervenire a AMA tra il 1° ottobree il 30 novembre di ogni anno.Per maggiori informazioni sullaTariffa Rifiuti per il compostaggiodomestico chiamare il numero060606.RIFIUTI PARTICOLARI.Saper separare in casa i rifiuti diventa quanto mai importante quando si tratta di riconoscerei cosiddetti “rifiuti particolari”.Pile e batterie d’auto esauste: molto tossiche per l’ambiente, in quanto contengonopiombo allo stato metallico e acido solforico. Le prime dispongono di appositi contenitori,le seconde invece vanno necessariamente portate nelle Isole Ecologiche e neiCentri di Raccolta.Farmaci scaduti o inutilizzati: anch’essi vanno gettati in specifici contenitori situatinei pressi delle farmacie.Olii vegetali: la cosa più corretta da fare, invece che versarli nel lavandino di casa, èdotarci di un contenitore domestico in cui riporlo e portarlo nelle Isole Ecologiche. Rinascerannocome sapone o biodiesel.Tubi neon e lampade a fluorescenza: guai a gettarli nella comune spazzatura eguai a romperli, poiché contengono prodotti nocivi per l’uomo e per l’ambiente. Le IsoleEcologiche e i Centri di Raccolta sono l’unica destinazione di questi materiali.Consumabili da stampa: oggetti come cartucce di toner, nastri stampanti, unitàtamburo per fotocopiatrici, vanno portati presso le Isole Ecologiche e i Centridi Raccolta AMA.Contenitori di prodotti T e/o F(tossici e/o infiammabili):T e/o F è la sigla di rifiuti pericolosiquali lacche, candeggine, solventie vernici. I contenitori vuoti di questiprodotti sono destinati alle IsoleEcologiche e immediatamente riconoscibilianche da simboli comela fiamma, il teschio o la X.2021


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroRifiuti ingombrantiChe succede quando è il momento di liberarsi di rifiuti quali DIVANI,ARMADI, MENSOLE,MATERASSI, VALIGIE, SANITARI, SEDIE e tutti quei rifiuti di grandi dimensioni il cui funzionamentonon dipende da correnti elettriche o campi elettomagnetici?Potete portarli voi stessi presso i Centri di Raccolta e le Isole Ecologiche, oppure, più comodamente,richiedere adAMAil servizio a pagamento di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombrantifissando un appuntamento allo 060606. Lasciarli per strada,anche accanto aicassonetti, è reato punibile con severe sanzioni pecuniarie. Liberarsi di loro nel modo corretto,invece, è un segno di grande civiltà e rispetto per la città e per chi la vive.I RAEE(Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche)Il telefonino non funziona più e state per gettarlo nella spazzatura come se niente fosse?Ripensateci, appartiene ad una famiglia di rifiuti in grande crescita, che comprendetra gli altri anche TV, PC videogiochi, lavatrici, frigoriferi, orologi e qualsiasi prodottoche per funzionare dipende da correnti elettriche o campi elettromagnetici. Portatelinelle Isole Ecologiche, verranno suddivisi in 5 raggruppamenti e avviati al recupero.ISOLE ECOLOGICHEE CENTRI DI RACCOLTA.Non ci sono solo i classici cassonetti colorati per depositare la spazzatura che produciamoogni giorno. Molti rifiuti pericolosi che abbiamo appena elencato, ma soprattuttorifiuti ingombranti e RAEE, sono destinati alle Isole Ecologiche e ai Centri diRaccolta. Ce ne sono molte in tutta la città. Potete conoscere la loro posizione esattachiamando il Numero Verde AMA 800 867085, il call center del Comune di Roma allo060606 oppure visitando il sito internet di AMA, www.amaroma.it, dove sono peraltroindicati anche gli orari di apertura di ciascun luogo e le tipologie di materiale che possonoaccogliere.Nei Centri di Raccolta e nelle Isole Ecologiche è possibile smaltire gratuitamente i rifiutiingombranti e particolari, per avviarli così al recupero. L’ingresso a tali aree èconsentito ai soli privati alla guida di veicoli di peso inferiore ai 35 quintali, mai peròper conto terzi.2223


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroLE RACCOLTE STRAORDINARIEDOMENICALI.Hai impegni per domenica mattina? È Roma che te lo chiede stavolta, non il tuoamico che vuole andare a fare una passeggiata. Perché siamo anche noi cittadini apoter contribuire fisicamente a tenere pulita la città.Sono ormai 10 anni che AMA organizza 8 domeniche all’anno di raccolta straordinariadomenicale gratuita di rifiuti ingombranti e particolari. Sono proprio i cittadini deivari municipi a contribuire direttamente a tenere pulita la città, nelle Isole Ecologiche,nei Centri di Raccolta e nelle Ecostazioni allestite per l’occasione.A SPASSO CON BOBBY.E CON LA PALETTA.Quale bambino non hai mai desiderato un delizioso cagnolino? I migliori amici dell’uomoci danno tanto, ma ogni tanto bisogna portarli fuori a fare cacca e pipì. Qualchevolta mamma e papà potrebbero anche chiederti di essere proprio tu adaccompagnare il cane a fare i bisogni. Che farai?Prenderai solo il guinzaglio e uscirai da casa? Cisono almeno altre due cose che dovrai portare con te.• LA PALETTA, per raccogliere da terraquello che il tuo cane ha appena prodotto(subito, non dopo 3 ore!)• IL SACCHETTO, in cui depositare la caccaraccolta con la paletta.Non basta.È partita infatti l’operazione “CHI AMA ROMA LAAMA DAVVERO”, in cui noi cittadini,grandi e piccini, potremo partecipare a delle mattinate all’insegna della massima puliziaall’interno del nostro quartiere di appartenenza. Il “capitano” della squadra saràun operatore ecologico AMA, un direttore d’orchestra all’altezza di una situazioneimportante.Ormai in tutte le città italiane, compresa Roma,sono previste multe salate per i padroni sorpresia non pulire. Ma tu non devi farlo solo perché trasgredireè vietato, impara a farlo soprattutto perchéè giusto.2425


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroNote ed eserciziNote ed esercizi2627


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroNote ed eserciziNote ed esercizi2829


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davveroI NUMERI DI AMA.AMA svolge i propri servizi nel territorio del Comune di Roma grazie ad unapresenza capillare assicurata da 5 sedi direzionali, 84 sedi periferiche, 4 stabilimentie 6 impianti di smaltimento.TROVA AMA.Per informazioni e segnalazioni sulla pulizia delle stradee la raccolta dei rifiutiNumero verde 800.867.035(attivo dal lunedì al giovedì dalle 8 alle 17 e il venerdì dalle 8 alle 14)4.6354.8242.6271.760.732104.226343.4933.331.816addetti allo spazzamento delle stradee raccolta dei rifiuti urbani.tonnellate di rifiuti raccolti giornalmente.mezzi disponibili per il servizio.tonnellate di rifiuti raccolti nel 2008.fra cassonetti verdi, bianchi per la raccolta dellacarta, blu per il multimateriale, raccoglitori perrifiuti pericolosi e cestini gettacarte.tonnellate di rifiuti differenziati raccoltinel 2008.popolazione servita.Per informazioni sulla Tariffa Rifiuti• ChiamaRoma 060606(attivo tutti i giorni h24)• Sportello Ta.Ri.Via Capo d’Africa 23b(aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12,30 - martedì e giovedì dalle 8,30 alle 17)Sito AMAwww.amaroma.it3031


Chi ama Roma la ama davveroChi ama Roma la ama davvero3233

More magazines by this user
Similar magazines