** Con questo numero inCircolo va in ferie e riprenderà la ...

ospedalivarese.net

** Con questo numero inCircolo va in ferie e riprenderà la ...

Anno XIV - n. 10 – 3 agosto 2007Tutti intorno al CircoloLunedì 9 luglio, all’Ospedale di Circolo, si è tenuto un incontro di alto livello tra il Direttore generale Carlo Pampari,l’Assessore alla Sanità Luciano Bresciani, il Direttore generale dell’Assessorato Carlo Lucchina, il Sindaco AttilioFontana e una delegazione della Asl della provincia di Varese, guidata dal Direttore generale Pierluigi Zeli. Questi gliargomenti discussi: legionellosi, Pronto Soccorso, sicurezza nei vecchi padiglioni. L’Assessore ha potuto verificarepersonalmente le azioni correttive messe in atto dalla Direzione dell’Ospedale di Circolo ed inaugurare un modello disoluzione delle criticità allargato a tutte le componenti regionali e locali. Sul fronte legionellosi l’Azienda Ospedalieraha comunicato l’avvenuta installazione dei filtri in tutte le utenze del Monoblocco (oltre 1700) e la messa in funzionedell’impianto a biossido di cloro, che andrà a regime entro tre/quattro mesi. Intanto, si sono verificati gli otto serbatoidell’acqua calda per eliminare eventuali depositi e incrostazioni. L’azione si concluderà entro una quindicina di giorniperché i serbatoi devono essere raffreddati e svuotati a turno per non fare mai mancare la necessaria portatad’acqua. Gli interventi di verifica sono videoregistrati. Il monoblocco è ora in sicurezza e la situazione è sotto strettocontrollo. Pronto Soccorso: è la situazione più critica alla cui soluzione si sta lavorando costantemente. La Direzioneha confermato l’avvenuta riapertura di 12 posti letto di Medicina che hanno, come auspicato, ridotto sensibilmente leattese per ricovero in Pronto Soccorso. L’obiettivo della Direzione è aumentare i posti letto a disposizione: è stataaccolta l’autorizzazione all’Azienda ospedaliera, comunicata personalmente dal Dr. Lucchina a nomedell’Assessorato, a procedere con l’attivazione fino a 30 posti letto destinati alla fase post-acuta dei pazienti internistici:quelli, per intenderci, che in maggior numero si rivolgono al Pronto Soccorso. L’attivazione, che avverrà anchecoinvolgendo le strutture private accreditate di Varese, mira ad accelerare le dimissioni di quei pazienti che, superatala fase acuta, potrebbero lasciare l’Ospedale ma hanno difficoltà perché non trovano adeguata assistenza familiare odomiciliare.Varese ha quindi avuto approvata una richiesta avanzata in Assessorato lo scorso anno. È un risultato molto significativoche riporta l’Ospedale a luogo di cura per acuti senza trascurare la continuità assistenziale per i pazienti. IlDirettore generale Dr. Pampari ha proposto al Dr. Zeli, Direttore generale della ASL, di lavorare congiuntamentesull’attivazione del Progetto già attuato con soddisfazione dall’Ospedale San Paolo e dall’Ospedale Niguarda di Milano.Le due istituzioni lavoreranno congiuntamente sull’iniziativa. Infine, sulla sicurezza: entro i primi di agosto glispostamenti nel Padiglione Centrale e nell’ex padiglione Maternità delle attività ancora presenti in vari edifici delCircolo saranno completati. Si concluderà così una fase complessa di ricollocazione di attività (non previste nel pianoiniziale del Monoblocco), condivisa con i sanitari del Circolo, che consentirà di chiudere totalmente gli accessi alvecchio Pronto Soccorso, alla Geriatria e al padiglione Santa Maria.Riferimento: Carlo Pampari tel. 0332-278.222Campo Scuola per giovani diabetici “Governare il Diabete” e Campo montagnaSono due le iniziative intraprese quest’anno per aiutare i giovani diabetici a gestire in modo corretto la malattia.Dall’11 al 16 giugno, presso il “Centro Vela” di Cerro di Laveno (Varese) si è tenuto il campo scuola per 13 ragazzi“Governare il diabete”, organizzato dalla Pediatria dell’Ospedale Del Ponte e finanziato, in parte dal Comitato TutelaBambino in Ospedale e in parte da Regione Lombardia. Dall’8 al 15 luglio, 6 bambini diabetici hanno partecipato alCampo Scuola in montagna, presso la casa autogestita di proprietà del Comune di Livigno, organizzato sempre dallaPediatria dell’Ospedale Del Ponte e finanziato dai partecipanti. La vacanza rappresenta un’opportunità per parlare** Con questo numero inCircolo va in ferie e riprenderà la pubblicazione a settembre. segue è


Anno XIV - n. 10 – 3 agosto 2007di diabete con i medici e con il personale specializzato, per avvicinare allo sport i giovani diabetici e stimolarli alla ricercadi similitudini tra la gestione del diabete e, ad esempio, il governo di una barca a vela.Riferimento: Alessandro Salvatoni tel. 0332- 299.231** Con questo numero inCircolo va in ferie e riprenderà la pubblicazione a settembre. segue è


inCircoloGiuseppe Galliani - Sindaco di Cittiglio• Quali sono, secondo Lei, i punti di forza dell’Ospedale di Cittiglio?Ritengo il plesso ospedaliero di Cittiglio strategico per la tipologia del territorio nel quale è ubicato. E'un punto di riferimento preciso per la popolazione del Medio Verbano che, tramite i collegamenti con lalinea ferroviaria Laveno-Varese e quella di autobus Cittiglio-Luino, può raggiungerlo facilmente. Gliinterventi di ristrutturazione in corso consentiranno inoltre una riqualificazione che assicurerà servizisempre più adeguati che andranno ad aggiungersi a quelli di eccellenza oggi riconosciuti (Psichiatria,Ginecologia e Sala Parto "Cicogna", Pronto Soccorso con la gestione differenziata delle urgenze).• Cosa vorrebbe trovare all’Ospedale di Cittiglio?E' difficile rispondere a questa domanda. Di sicuro una maggior pulizia e decoro dell'area esterna aipadiglioni, un controllo e gestione dei visitatori alla portineria (oggi chiunque può andare quando vuolee dove vuole senza che nessuno azzardi un minimo di controllo). Anche destinare aree verdi interne chepotenzialmente possano essere usufruite anche dai degenti a mio avviso può essere molto importante.L’attività dell’U.O. Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale di Cittiglio (dati 2006)Ricoveri ordinariPosti letto medi effettivi 16Ricoveri totali 1137Parti 645Giornate di degenza 3862 Attività ambulatorialePrestazioni erogate 4133di cui:visite ginecologiche 945Ricoveri Day HospitalPosti letto medi effettivi 2 ecografie 1659Giorni attività 140 amniocentesi precoce 104Presenze in day hospital 495** Fate pervenire le notizie a Valeria Scaramuzzino tel. 0332-278.682, Francesca Mauri tel. 0332-278.222SpecialeVerbano – Anno I n° 4 - agosto 2007segue è


il Punto Nascita del Presidio del Verbano, ubicatoall’Ospedale Causa Pia Luvini di Cittiglio.Valorizzare al massimo il rapporto tra mamma, papà e bambino. È questa la filosofia che da annianima il punto nascita dell’Ospedale di Cittiglio, che viaggia ormai verso i 700 parti all’anno.Nel reparto di Ostetricia e Ginecologia, diretto dal Dott. Daniele Brignoli, infatti, si è deciso dipromuovere al massimo il ruolo della coppia nel momento della nascita di un bambino, cercando divenire incontro a tutte le esigenze e a tutti i desideri che essa può manifestare nel momento in cui cisi avvicina al parto.Per questo, oltre all’attività svolta nella sala parto tradizionale, dal novembre 2002 è attiva aCittiglio la Stanza della Cicogna, dedicata al parto dolce, al parto, cioè, assolutamente naturale, inun ambiente caldo e accogliente in cui trovano ospitalità la puerpera, il neonato e il suo papà. Inquesta stanza è possibile partorire in acqua, in piedi o su un morbido lettone. Sono già più di 460 ibambini nati in questo grazioso bilocale, di cui 320 in acqua.Nella stessa direzione va anche l’attivazione, grazie alla disponibilità delle ostetriche, di ambulatorie corsi che garantiscono l’assistenza e l’adeguata preparazione alle coppie sia prima che dopo ilparto. Sono previsti, infatti, incontri di accompagnamento alla nascita, disponibili anche nelle oreserali per permettere la più ampia partecipazione, incontri del gruppo di sostegno “mammabambino”fino all’anno di vita e l’ambulatorio della gravidanza fisiologica.Inoltre, per chi non abbraccia la filosofia del travaglio e del parto naturale, viene offerta fin dal1993 dal Servizio di Anestesia l’analgesia epidurale, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, altra iniziativaparticolarmente apprezzata avviata dal Presidio del Verbano.L’intera attività dell’U.O. Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Cittiglio è quindi chiaramentecaratterizzata da un’assistenza one to one, attenta e sensibile alle esigenze specifiche di ogni singolacoppia.Infine, è da sottolineare come, negli ultimi mesi, in conseguenza all’aumentata sensibilizzazionedella popolazione alle aspettative in merito all’uso clinico delle cellule staminali, ancheall’Ospedale di Cittiglio è stata avviata la raccolta e la conservazione delle cellule staminaliprelevate dal cordone ombelicale, con il successivo invio dei campioni di sangue del cordone pressobanche, attualmente straniere, che ne assicurano la conservazione per circa 20 anni.Per ulteriori informazioni rivolgersi a: Daniele Brignoli 0332-607.263La Stanza della Cicogna• Inaugurata: 15 Novembre 2002• Oltre 460 parti ad oggi• 131 parti nel 2006• 42 parti nel 2007 (1° semestre)

More magazines by this user
Similar magazines