Nastro Verde: calendario 2015, “Centenario della Grande Guerra”

tipografiamoderna

LEX

1915 centenario

della

Grande Guerra

2015

Supplemento al nº 25 di luglio -settembre 2014 de “Il Mauriziano” - notiziario trimestrale dell’Associazione Nazionale Decorati di Medaglia d’Oro Mauriziana - Nastro Verde - con I.R.

Calendario Storico dell’Associazione Nazionale Mauriziani


P R O T E T T O R E D E L L E N O S T R E A R M I

S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

I Vertici Militari e della Polizia e relative associazioni

Capo delle Forze Armate

Il Presidente della Repubblica Italiana

Giorgio NAPOLITANO

Presidente del Consiglio dei Ministri

Matteo RENZI

Ministro della Difesa:

Sen. Roberta PINOTTI

LEX

Sottosegretario alla Difesa:

On. Domenico ROSSI

Capo S.M. della Difesa:

Amm. Luigi BINELLI MANTELLI

Capo S.M. dell’Esercito Italiano:

Gen. C.A. Claudio GRAZIANO

Capo S.M. della Marina Militare:

Amm. Sq. Giuseppe DE GIORGI

Capo S.M.dell’Aeronautica Militare:

Gen. S. A. Pasquale PREZIOSA

Comandante Generale

dell’Arma dei Carabinieri:

Gen. C. A. Leonardo GALLITELLI

Comandante Generale

della Guardia di Finanza:

Gen. C. A. Saverio CAPOLUPO

Capo della Polizia di Stato:

Pref. Alessandro PANSA

Sottosegretario alla Difesa:

On. Gioacchino ALFANO

Presidente Nazionale

Associazioni d’Arma

Gen. C. A. Mario BUSCEMI

Rappresentante Nazionale

Associazioni dell’Esercito

Gen. C. A. Maurizio CICOLIN

Presidente Nazionale

Associazione Marinai d’Italia

Amm. Sq. Paolo PAGNOTTELLA

Presidente Nazionale

Associazione Aeronautica

Gen. S. A. Giovanni SCIANDRA

Presidente Nazionale

Associazione Carabinieri

Gen. C. A. Libero LO SARDO

Presidente Nazionale

Associazione Finanzieri d’Italia

Gene. C. A. Giovanni VERDICCHIO

Presidente Nazionale

Associazione Polizia di Stato

Dott. Claudio SAVARESE

S. MAURIZIO

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DECORATI DI MEDAGLIA MAURIZIANA - “NASTRO VERDE”

Presidente Nazionale Emerito

Gen. (CC) Luigi FEDERICI

Presidenza Nazionale

Sede Legale: Roma, via Labicana, 15 – Sede Operativa: Vicenza, via P. Calvi, 58

Presidente Nazionale: Gen. Div. (CC) Nando Romeo ANIBALLI

Vicepresidente Nazionale Vicario: Gen. Brig. (GdF) Mario DE NUNTIIS

Vicepresidente Nazionale: Gen. Brig. (CC) Valentino Giovanni SCOGNAMIGLIO

Segretario Nazionale: S.Ten. (CC) Luigi Tomaso COCCO

Vicesegretario Nazionale: Mar. 1^ Cl. Sc. (AM) Franco FILIPOZZI

Nord Ovest - Milano

Col. (CC) Gianfranco CORSINI

Segretario: S.Ten. (CC) Claudio ADAMI

Nord Est - Padova

Gen. C. A. (EI) Antonio COSMA

Segretario: Aiut. (EI) Adolfo FANTON

Coordinatori Territoriali

Sud - Taranto

Cap. Fr. (MM) Carmelo SANGIORGIO

Segretario: Aiut. (MM) Vincenzo NICOTERA

Sicilia - Palermo

Gen. Div. (CC) Enrico FRASCA

Segretario: S.Ten. (CC) Giovanni SANFILIPPO

IN ALLEGATO L’ALBO NAZIONALE DEI SOCI 2015 E UNA RIPRODUZIONE DEL BOLLETTINO DELLA VITTORIA APPARTENUTO AL TEN. GEN. DEL GENIO NAVALE FEDERICO FARUFFINI


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

La Grande Guerra

La 1^ guerra mondiale nell’accezione comune

è considerata la “grande guerra”.

Grande per il numero delle Nazioni coinvolte

e per l’elevatissimo numero di morti,

feriti e dispersi. Alcuni storici hanno definito

questo conflitto globale “quarta guerra

d’indipendenza”, perché ha contribuito

all’unificazione territoriale e spirituale del

popolo italiano.

In occasione del centenario della guerra,

che viene celebrato con numerose manifestazioni

solenni, ho ritenuto doveroso

dedicare il Calendario Storico Mauriziano

a questo grande evento per rendere onore

ai tanti Caduti, feriti, dispersi e alle numerose

vittime civili, queste ultime soprattutto

nel Nord-Est dell’Italia.

L’entrata in guerra dell’Italia, il 24 maggio 1915, è stata emblematicamente rappresentata in copertina della Domenica del

Corriere N. 22 del 23-30 maggio 1915, che ritrae il Re Vittorio Emanuele III, accompagnato dalla Regina Elena e dai figli,

mentre al balcone del Quirinale davanti ad una folla oceanica, stringe il Tricolore simboleggiando l’unione della Famiglia

Reale al Popolo Italiano nel momento drammatico della dichiarazione di guerra. Un atto liturgico quello del Re che richiama

alla nostra mente la dichiarazione di guerra di Carlo Alberto nel 1848 che ha raccolto “il grido di dolore” dei popoli ancora

sotto il dominio straniero con l’intesa di completare l’unificazione dell’Italia anche attraverso la conquista di Trento e Trieste.

Al di fuori della vastissima biblografia sulla 1^ guerra mondiale sono ancora vivi, nella nostra generazione, i ricordi dei

nostri nonni che in condizioni inumane hanno difeso il suolo della Patria ai confini del Veneto, del Friuli e della Venezia

Giulia. La testimonianza di questa memoria che è rimasta scolpita nei nostri cuori sono i tanti Cimiteri militari e i

Monumenti che ogni Comune d’Italia ha sentito il dovere di erigere proprio in onore dei tanti Caduti. Emblematico il

Cimitero Monumentale di Redipuglia che scuote le nostre coscienze al quale abbiamo reso omaggio in occasione del VI

Raduno Nazionale Mauriziano 2013. Un cimitero che raccoglie soprattutto le Spoglie di ragazzi giovanissimi che con il

loro sacrificio ci ricordano che il bene supremo dello Stato deve sempre essere anteposto all’interesse di parte e che i

doveri vengono sempre prima dei diritti. E mi perdonerete se in questo momento ricordo fra i tanti mio nonno materno

caduto nel 1916 sul Monte San Michele, nei pressi di Gorizia.

Non è certo questa la sede per una ricostruzione obiettiva del conflitto, ma proprio in omaggio al “Centenario” vogliamo

rappresentare attraverso le lettere dal fronte e le “tavole” della Domenica del Corriere la storia vissuta in quegli anni

dagli italiani. Lettere dal fronte e bellissime “tavole” di Beltrame che venivano affisse nelle bacheche dei Municipi e nelle

Parrocchie erano la televisione di allora e le notizie erano destinate soprattutto alla massa del popolo che viveva con

trepidazione le sorti dei loro cari sul Carso, sulle Tofane, sul Pasubio e infine sul Piave.

Ecco perché ho ritenuto opportuno riprodurre sul Calendario le belle “Tavole” di questo grande vicentino (nato nella

cittadina di Arzignano) Achille Beltrame, per far rivivere attraverso i suoi disegni le emozioni, i dolori e l’orgoglio di un

tempo. Un monito, infine, alle nuove generazioni a non dimenticare il grande sacrificio affrontato da quei giovani che,

sradicati per la prima volta da casa, furono inviati al fronte con la consapevolezza di poterci lasciare la vita.

Data storiche

Il conflitto è iniziato con la dichiarazione di guerra dell’Austria-Ungheria

alla Serbia, il 26 luglio 1914, in seguito all’uccisione, in Sarajevo,

dell’arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono austro-ungarico.

È terminato l’11 novembre 1918, con la capitolazione della Germania.

L’Italia è entrata in guerra il 24 maggio 1915 ed è uscita dal conflitto il

4 novembre 1918, con la capitolazione dell’Austria-Ungheria e firma del

trattato a Padova, in Villa Giusti. Nella foto a lato la cittadina di Asiago

(VI), distrutta dai bombardamenti.

In allegato al Calendario una preziosa copia autentica del Bollettino della

Vittoria edita negli anni ’20 da “Barabino e Fonara” di Genova, “Omaggio

dell’Unione Stearinerie”, appartenuta al Ten. Gen. Federico Faruffini, del Genio

Navale e componente del Consiglio Superiore della Regia Marina Militare.

Gen. Div. (c) CC Nando Romeo Aniballi

Presidente Nazionale Associazione Mauriziani


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Una scena indimenticabile nell’ora del cimento: il Re, dal Quirinale, sventola il tricolore e grida “Viva l’Italia!”.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Le uniformi dell’Esercito italiano: come sono vestiti gli uomini combattenti per la grandezza della Patria.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

L’Esercito italiano in marcia: scompare l’ingiusto confine, cadono gli emblemi del nemico.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

L’eroica fine del mutilato Enrico Toti: ferito per la terza volta, si alza e scaglia la sua gruccia contro il nemico in fuga.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Mentre si delinea un attacco nemico: i rinforzi si precipitano dai ricoveri e corrono a prender posto nelle trincee.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Come fu punita un’incursione aerea: la fine di un aeroplano austriaco colpito dal nostro fuoco, nelle vicinanze di Susegana.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Gli eroi meno noti dei nostri campi di battaglia. Il carabiniere.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

La consegna della “military cross” a Gabriele d’Annunzio. Gli Inglesi agitano i berretti e gridano un triplice saluto al camerata italiano.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

La gloriosa ed aspra conquista del Col di Lana: Peppino Garibaldi pianta il tricolore sulla vetta espugnata.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Le vigili scolte dell’Adriatico. Una squadriglia di motoscafi antisommergibili sulla rotta di un pirata.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

La conquista dell’Ortigara. “L’attacco che dalla Quota 2101 si gettava sulla Quota 2105, correva in quel momento sulla cresta,

nell’insellatura, da destra a sinistra. Era una confusione veloce di uomini curvi, tutta scintillante di lame”. (L. Barzini)


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Gli ardimenti dei nostri: vette scalate con le corde, cannoni sollevati ad altezze vertiginose.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Il nemico, il barbaro aguzzino è disfatto e le terre sacre da un anno di martirio tornano alla Patria. Il tricolore dei fratelli

che aspettavano si leva fiero a baciare, nel fulgore della Vittoria, le lacere gloriose bandiere dell’Esercito liberatore.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Il trionfale ritorno del Re a Roma. Dal Quirinale, Vittorio il Vittorioso risponde alle frenetiche acclamazioni del popolo

agitando in aria tre volte il berretto e gridando: “Viva l’Italia!”.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

Per l’apoteosi del 4 novembre a Roma. Nella Basilica di Aquileja:

una madre triestina sceglie, tra la viva commozione degli astanti, la salma del Soldato Ignoto.


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

GENNAIO FEBBRAIO MARZO

G 1 Maria Madre di Dio

V 2 S. Basilio vescovo

S 3 S. Genoveffa vergine

D 4 S. Ermete

L 5 S. Amelia

M 6 Epifania del Signore

M 7 S. Raimondo de Peñafort

G 8 S. Severino abate

V 9 S. Giuliano martire

S 10 S. Aldo eremita

D 11 S. Igino papa

L 12 S. Modesto martire

M 13 S. Ilario

M 14 S. Felice da Nola

G 15 S. Mauro abate

V 16 S. Marcello papa

S 17 S. Antonio abate

D 18 S. Liberata

L 19 S. Mario martire

M 20 Ss. Fabiano e Sebastiano

M 21 S. Agnese vergine

G 22 S. Vincenzo martire

V 23 S. Emerenziana martire

S 24 S. Francesco di Sales

D 25 Conversione di S. Paolo

L 26 Ss. Tito e Timoteo

M 27 S. Angela Merici

M 28 S. Tommaso d’Aquino

G 29 S. Costanzo martire

V 30 S. Martina martire

S 31 S. Giovanni Bosco

D 1 S. Verdiana vergine

L 2 Presentazione di Gesù

M 3 S. Biagio vescovo

M 4 S. Gilberto abate

G 5 S. Agata vergine

V

S 7 S. Teodoro martire

D 8 S. Girolamo Emiliani

L 9 S. Apollonia vergine

M 10 S. Scolastica vergine

M 11 Madonna di Lourdes

G 12 S. Eulalia martire

V 13 S. Maura

S 14 S. Valentino martire

D 15 Ss. Faustino e Giovita

L 16 S. Giuliana vergine

M 17 S. Donato martire

M 18 Mercoledì delle Ceneri

G 19 S. Mansueto

V 20 S. Eleuterio vescovo

S 21 S. Pier Damiani vescovo

D 22 I di Quaresima

L 23 S. Renzo

M 24 S. Mattia

M 25 S. Cesario confessore

G 26 S. Romeo

V 27 S. Leandro vescovo

S 28 S. Romano abate

6 Ss. Paolo Miki e compagni

D 1 II di Quaresima

L 2 S. Basileo martire

M 3 S. Cunegonda

M 4 S. Casimiro re

G 5 S. Adriano

V 6 S. Giordano

S 7 Ss. Perpetua e Felicita

D 8 III di Quaresima

L 9 S. Francesca R.

M 10 S. Simlicio papa

M 11 S. Costantino vescovo

G 12 S. Massimiliano martire

V 13 S. Eufrasia vergine

S 14 S. Matilde regina

D 15 IV di Quaresima

L 16 S. Eriberto vescovo

M 17 S. Patrizio

M 18 S. Cirillo vescovo

G 19 S. Giuseppe

V 20 S. Alessandra martire

S 21 S. Benedetto da Norcia

D 22 V di Quaresima

L 23 S. Turibio

M 24 S. Romolo

M 25 Annunciazione di Gesù

G 26 S. Emanuele martire

V 27 S. Augusto

S 28 S. Sisto III papa

D 29 Le Palme

L 30 S. Amedeo

M 31 S. Beniamino martire

APRILE MAGGIO GIUGNO

M 1 S. Ugo vescovo V 1 Festa del Lavoro

G 2 S. Francesco di Paola S 2 S. Atanasio vescovo

V 3 S. Riccardo vescovo D 3 Ss. Filippo e Giacomo ap.

S 4 S. Isidoro vescovo L 4 S. Silvano

D 5 Pasqua di Resurrezione M 5 S. Pellegrino martire

L 6 L. dell’Angelo M 6 S. Giuditta vergine

M 7 S. Ermanno G 7 S. Flavia martire

M 8 S. Dionigi vescovo V 8 S. Vittore

G 9 S. Maria Cleofe S 9 S. Gregorio

V 10 S. Terenzio martire

S 11 S. Stanislao vescovo

D 12 D. in Albis

L 13 S. Martino papa

M 14 S. Abbondio

M 15 S. Annibale martire

G 16 S. Lamberto martire

V 17 S. Aniceto I papa

S 18 S. Galdino vescovo

D 19 S. Ermogene martire

L 20 S. Adalgisa vergine

M 21 S. Anselmo

M 22 Ss. Sotero e Caio

G 23 S. Giorgio martire

V 24 S. Fedele

S 25 S. Marco ev. / Festa Liberaz.

D 26 S. Marcellino

L 27 S. Zita vergine

M 28 S. Valeria

M 29 S. Caterina da Siena

G 30 S. Pio V papa

D 10 S. Antonino vescovo

L 11 S. Fabio martire

M 12 S. Rossana

M 13 Madonna di Fatima

G 14 S. Mattia apostolo

V 15 S. Torquato vescovo

S 16 S. Ubaldo vescovo

D 17 Ascensione del Signore

L 18 S. Giovanni I papa

M 19 S. Pietro di Morrone

M 20 S. Bernardino da Siena

G 21 S. Vittorio martire

V 22 S. Rita da Cascia

S 23 S. Desiderio vescovo

D 24 Pentecoste

L 25 S. Urbano

M 26 S. Filippo Neri

M 27 S. Agostino di Canterbury

G 28 S. Emilio martire

V 29 S. Massimino vescovo

S 30 S. Felice I papa

D 31 Ss. Trinità

L 1 S. Giustino martire

M 2 Festa Repubblica

M 3 S. Carlo Lwanga

G 4 S. Quirino vescovo

V 5 S. Bonifacio vescovo

S 6 S. Norberto vescovo

D 7 Corpus Domini

L 8 S. Medardo vescovo

M 9 S. Efrem diacono

M 10 S. Diana

G 11 S. Barnaba apostolo

V 12 S. Guido

S 13 S. Antonio da Padova

D 14 S. Eliseo profeta

L 15 S. Germana

M 16 S. Aureliano vescovo

M 17 S. Gregorio

G 18 S. Marina vergine

V 19 S. Romualdo abate

S 20 S. Ettore martire

D 21 S. Luigi Gonzaga

L 22 S. Paolino da Nola

M 23 S. Lanfranco vescovo

M 24 Natività S. Giovanni

G 25 S. Guglielmo abate

V 26 S. Vigilio vescovo

S 27 S. Cirillo d’Alessandria

D 28 S. Attilio

L 29 Ss. Pietro e Paolo

M 30 Ss. Protomartiri Romani

LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE

M 1 S. Teobaldo

G 2 S. Ottone

V 3 S. Tommaso apostolo

S 4 S. Elisabetta regina

D 5 S. Antonio Maria Zaccaria

L 6 S. Maria Goretti

M 7 S. Claudio abate

M 8 S. Adriano III papa

G 9 S. Armando

V 10 S. Felicita

S 11 S. Benedetto abate

D 12 S. Fortunato martire

L 13 S. Enrico imperatore

M 14 S. Camillo de Lellis

M 15 S. Bonaventura vescovo

G 16 Beata Vergine del Carmelo

V 17 S. Alessio confessore

S 18 S. Federico vescovo

D 19 S. Giusta

L 20 S. Elia profeta

M 21 S. Lorenzo da Brindisi

M 22 S. Maria Maddalena

G 23 S. Brigida religiosa

V 24 S. Cristina martire

S 25 S. Giacomo apostolo

D 26 Ss. Gioacchino e Anna

L 27 S. Liliana

M 28 S. Nazario vescovo

M 29 S. Marta vergine

G 30 S. Pietro Crisologo

V 31 S. Ignazio di Loyola

S 1 S. Alfonso de’ Liguori

D 2 S. Eusebio di Vercelli

L 3 S. Lidia di Filippi

M 4 S. Nicodemo

M 5 S. Osvaldo

G 6 Trasfigurazione del Signore

V 7 S. Gaetano da Thiene

S 8 S. Domenico sacerdote

D 9 S. Romano martire

L 10 S. Lorenzo martire

M 11 S. Chiara d’Assisi

M 12 S. Giuliano

G 13 S. Ippolito

V 14 S. Alfredo vescovo

S 15 Assunz. di Maria Vergine

D 16 S. Stefano d’Ungheria

L 17 S. Giacinto confessore

M 18 S. Elena imperatrice

M 19 S. Italo

G 20 S. Bernardo abate

V 21 S. Pio X papa

S 22 B. V. Maria Regina

D 23 S. Rosa da Lima

L 24 S. Bartolomeo apostolo

M 25 S. Ludovico re

M 26 S. Alessandro martire

G 27 S. Monica vedova

V 28 S. Agostino vescovo

S 29 Mart. S. Giovanni Battista

D 30 S. Faustina

L 31 S. Aristide martire

M 1 S. Egidio abate

M 2 S. Elpidio vescovo

G 3 S. Gregorio Magno

V 4 S. Rosalia vergine

S 5 S. Vittorino vescovo

D 6 S. Umberto vescovo

L 7 S. Regina vergine

M 8 Natività B. V. Maria

M 9 S. Sergio papa

G 10 S. Nicola da Tolentino

V 11 S. Diomede martire

S 12 Ss. Nome di Maria

D 13 S. Giovanni Crisostomo

L 14 Esaltazione S. Croce

M 15 B. V. Maria Addolorata

M 16 Ss. Cornelio e Cipriano

G 17 S. Roberto Bellarmino

V 18 S. Sofia martire

S 19 S. Gennaro vescovo

D 20 S. Eustachio martire

L 21 S. Matteo apostolo

M 22 S. Maurizio martire

M 23 S. Pio di Petrelcina

G 24 S. Pacifico confessore

V 25 S. Aurelia vergine

S 26 Ss. Cosimo e Damiano

D 27 S. Vincenzo de’ Paoli

L 28 S. Venceslao martire

M 29 Ss. Arcangeli

M 30 S. Girolamo dottore

OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE

G 1 S. Teresa del Bambin Gesù D 1 Tutti i Santi

V 2 Ss. Angeli Custodi L 2 Commemorazione Defunti

S 3 S. Gerardo abate M 3 S. Silvia

D 4 S. Francesco d’Assisi M 4 S. Carlo Borromeo vescovo

L 5 S. Placido martire G 5 S. Zaccaria profeta

M 6 S. Bruno abate V 6 S. Leonardo abate

M 7 Beata Vergine del Rosario S 7 S. Ernesto abate

G 8 S. Pelagia penitente D 8 S. Goffredo vescovo

V 9 S. Dionigi L 9 S. Oreste

S 10 S. Daniele martire

D 11 S. Firmino vescovo

L 12 S. Serafino cappuccino

M 13 S. Edoardo re

M 14 S. Callisto I papa

G 15 S. Teresa d’Avila

V 16 S. Edvige religiosa

S 17 S. Ignazio d’Antiochia

D 18 S. Luca evangelista

L 19 S. Isacco martire

M 20 S. Irene vergine

M 21 S. Orsola vergine

G 22 S. Donato vescovo

V 23 S. Giovanni da Capestrano

S 24 S. Antonio Maria Claret

D 25 S. Crispino martire

L 26 S. Evaristo papa

M 27 S. Fiorenzo vescovo

M 28 Ss. Simone e Giuda

G 29 S. Ermelinda vergine

V 30 S. Germano vescovo

M 10 S. Leone Magno

M 11 S. Martino di Tours

G 12 S. Renato martire

V 13 S. Diego confessore

S 14 S. Giocondo vescovo

D 15 S. Alberto Magno

L 16 S. Margherita di Scozia

M 17 S. Elisabetta d’Ungheria

M 18 S. Oddone abate

G 19 S. Fausto martire

V 20 S. Benigno

S 21 Presentazione B.V. Maria

D 22 S. Cecilia vergine

L 23 S. Clemente I papa

M 24 Cristo Re

M 25 S. Caterina d’Alessandria

G 26 S. Corrado vescovo

V 27 S. Virgilio vescovo

S 28 S. Giacomo

D 29 I d’Avvento

L 30 S. Andrea apostolo

S 31 S. Lucilla martire

M 1 S. Ansano

M 2 S. Bibiana vergine

G 3 S. Francesco Saverio

V 4 S. Barbara

S 5 S. Giulio martire

D 6 II d’Avvento

L 7 S. Ambrogio vescovo

M 8 Immacolata Concezione

M 9 S. Siro vescovo

G 10 Madonna di Loreto

V 11 S. Damaso I papa

S 12 S. Giovanna Francesca

D 13 III d’Avvento

L 14 S. Pompeo

M 15 S. Valeriano

M 16 S. Albina

G 17 S. Lazzaro vescovo

V 18 S. Graziano vescovo

S 19 S. Dario martire

D 20 IV d’Avvento

L 21 S. Pietro Canisio

M 22 S. Francesca Cabrini

M 23 S. Giovanni da Kety

G 24 S. Delfino

V 25 Natività di Nostro Signore

S 26 S. Stefano protomartire

D 27 S. Giovanni evangelista

L 28 Ss. Innocenti Martiri

M 29 S. Tommaso Becket

M 30 S. Eugenio vescovo

G 31 S. Silvestro I papa


S. MAURIZIO

P R OT ET T O RE

D EL L E

A R MI

N O ST R E

L’anno 2015 è…

6251 per il primo calendario egizio

5775 per il calendario ebraico

5134 nel grande ciclo Maya

2768 per l’antico calendario religioso romano

2559 per il calendario buddista

1731 per il calendario copto

1436 per il calendario islamico

1393 per il calendario persiano

l’anno della CAPRA secondo il calendario cinese

Situata in Svizzera (Vallese),

l’Abbazia di San Maurizio d’Agauno

è stata fondata nell’anno 515 sulla

tomba del martire Maurizio e dei

suai compagni che, intorno al 290,

diedero la vita in testimonianza della

propria fede cristiana. Il monastero

celebrerà i suoi 1500 anni nel 2015:

è il più antico monastero d’Occidente

ancora in attività!

tipografia moderna | Z.I. Montagnana (Pd) - Tel. 0429 81839

More magazines by this user
Similar magazines