Musica

tfiordelisi

e4cfgs

29ª

stagione

concertistica

2016

il tempo

della grande

Musica


29ª

stagione

concertistica

2016

Istituzioni ed Enti promotori:

Unione Europea

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Regione Basilicata

APT Basilicata

Provincia di Potenza

Comune di Potenza

Conservatorio statale di musica “G. da Venosa” di Potenza

ARDSU

Fondazione Carical

Main sponsor:

Total E&P Italia

Sostenitori:

Allianz Rinaldi Team

Azienda Vinicola Giorni snc

International Inner Wheel - Club di Potenza

Soroptimist International - Potenza

Partner tecnici:

BCC Laurenzana e Nova Siri

Grande Albergo Potenza

Percopo Occhiali


POTENZA Auditorium del Conservatorio “Carlo Gesualdo da Venosa”, ore 19.00

1 gennaio

CAPODANNO ALL’OPERA

Lviv Philarmonic Orchestra

Paola Natale, soprano

Pasquale Menchise, direttore

6 gennaio

C’È UN PALCO PER TE…

BEETHOVEN SUPERSTAR

Orchestra della Radio TV di Kiev

Francesca Vidal, pianoforte

Vladimir Sheiko, direttore

10 gennaio

OMAGGIO A FRANK SINATRA

Nick The Nightfly, cantante

Orchestra ICO della Magna Grecia

Piero Romano, direttore

17 gennaio

C’È UN PALCO PER TE…

LA CAMERA DELLA MUSICA

Quartetto d’archi Mitja

Robert Leherbaumer, pianoforte

24 gennaio

CORDES

Monteverdi Cello Ensemble

Roberto Trainini, direttore e solista

31 gennaio

STUPORI E MARAVIGLIE

Danze di corte e virtuosismi

agli albori del Barocco

Musici e danzatori de La Festa Rustica

7 febbraio

LA BALLATA

DELLE ACCIUGHE

Dario Vergassola, voce

Giovanni Seneca, chitarra e musiche

Flavio Battistelli, clarinetti

14 febbraio

I GRANDI AMORI

Le più belle storie d’amore

raccontate in musica

Michele Mirabella, narratore

Orchestra ICO della Magna Grecia

Piero Romano, direttore

21 febbraio

BESOS DE TANGO

Piazzolla, Paris, Buenos Aires

Nueva Compañía de Tango Argentina

28 febbraio

AL FEMMINILE

Lorna Windsor, soprano

Trio Des Alpes

6 marzo

LE PIACE BRAHMS?

Orchestra ICO della Magna Grecia

Pietro De Maria, pianoforte

Luigi Piovano, direttore

13 marzo

IL VIAGGIO DI SINDBAD

Al israa ila al salaam. Percorso verso la pace

Ojp-Orchestra Jazz Parthenopea

di Pino Jodice e Giuliana Soscia

special guest M° Raed Khoshaba, liuto

20 marzo

“LA TRAVIATA…VIOLETTA VALERY”

Solisti, Coro e Orchestra da camera

“International Music Ensemble”

Benedetto Montebello, direttore

Cristian Levantaci, voce narrante

Libera Granatiero,Violetta

Leonardo Gramegna, Alfredo

Eugenio Leggiadri Gallani, Giorgio Germont

3 aprile

IL DIAVOLO E L’ACQUASANTA

Camerata Orphica Soloists

10 aprile

DANZE E CANZONI DAL RINASCIMENTO

A WEST SIDE STORY

Brass Ensemble Gabrieli

Saverio Vizziello, direttore


Crescendo

Pomeriggi musicali per le scuole e le famiglie

Auditorium del Conservatorio, ore 17.00

PROGETTI SCUOLA

Una selezione di concerti di altissimo livello, fra quelli

della Stagione concertistica 2016, proposti alle scuole al

prezzo simbolico di € 3,00, nell’intento di coinvolgere

sempre più giovani, accompagnati dai docenti e dalle

famiglie, nell’ascolto e nella comprensione della musica,

percorso fondamentale per la formazione del pubblico.

Possono accedere al Progetto gli istituti scolastici,

le associazioni giovanili e i gruppi organizzati che

coinvolgono ragazzi in fascia d’età inferiore ai 18 anni. Il

prezzo di € 3,00 è garantito anche agli insegnanti per un

rapporto di 1 insegnante (o genitore) per ogni 6 studenti.

Una piccola rassegna di 6 concerti prevista la

domenica pomeriggio e dedicata al pubblico dei più

piccini e alle loro famiglie.

È Crescendo, concerti ispirati alla Music Learning

Theory di Edwin E. Gordon. Niente palcoscenico

o sedie: il pubblico di bambini e genitori al centro,

seduto o sdraiato a terra, si ritrova abbracciato dal

suono dei musicisti che suonano attorno a loro.

Un’esperienza a contatto diretto con la musica

che dona a piccoli e grandi la libertà di muoversi e

interagire, attraverso il corpo e la voce e di conoscere

da molto vicino gli strumenti musicali. I bambini e

i ragazzi scoprono cosa significa “suonare dal vivo”

entrando in contatto direttamente con i musicisti. Il

pubblico viene coinvolto con un dialogo coinvolgente

e mediato dalla presentazione degli strumenti

musicali.

31 gennaio

BALLO DI CORTE

6 marzo

L’INCREDIBILE MONDO

DEI SUONI

13 marzo

IL VIAGGIO DI SINDBAD

3 aprile

DIAVOLETTO MUSICALE

10 aprile

QUATTRO TIRI...

AD UN TROMBONE!

6 febbraio

LA BALLATA DELLE ACCIUGHE

Dario Vergassola, voce

Giovanni Seneca, chitarra e musiche

Flavio Battistelli, clarinetti

21 marzo

“LA TRAVIATA…VIOLETTA VALERY”

Solisti, Coro e Orchestra da camera

“International Music Ensemble”

Benedetto Montebello, direttore

Cristian Levantaci, voce narrante

Libera Granatiero,Violetta

Leonardo Gramegna, Alfredo

Eugenio Leggiadri Gallani, Giorgio Germont

C'È UN PALCO PER TE

È la nuova iniziativa di AMB per dare valorizzare i

giovani talenti della Grande musica.


1° Concerto 1 gennaio 2016

CAPODANNO ALL’OPERA

Lviv Philarmonic Orchestra

Sarah Baratta, soprano

Pasquale Menchise, direttore

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

G. Bizet da Carmen Suite n.1

G. Puccini da Gianni Schicchi “O’ mio babbino caro”

P. Tchaikovsky Valzer dei fiori

G. Rossini Guglielmo Tell Ouverture

G. Puccini da Bohème “Quando men vo’ “

J. Strauss Fruhlingss Timmen

G. Puccini da Turandot “Tu che di gel sei cinta “

G. Rossini Barbiere di Siviglia Ouverture

J. Strauss Pizzicato polka

J. Strauss Kaiser waltzer

F. Lehar da Vedova allegra “Tace il labbro”

J. Strauss Unter donner und blitz

J. Strauss An der schonen blauen donau

La Lviv Philarmonica Orchestra è considerata una delle migliori orchestre ucraine.

La storia di questa istituzione conta più di due secoli ed è legata a nomi di fama internazionale

che hanno fatto la storia della musica sinfonica russa ed europea, come

Joseph Elsner, Johan Mederich Gallus, Franz Xaver Mozart, Karol Lypynsky, Joseph

Baszni, Karol Mikuli, Meczyslaw e Adam Soltys, Ludwig Czelanski, Henry Jarezki,

Henry Meltzer-Szavinski. All’inizio del XX secolo, l’orchestra è stata guidata da direttori

come Gustav Mahler, Richard Strauss e Ruggiero Leoncavallo che hanno fatto

diventare la Lviv Philarmonica una delle orchestre più celebrate dell’ex Unione Sovietica.

L’orchestra ha cominciato a funzionare come filarmonica dal 1933, distinguendosi

dall’attività della lirica che oggi viene eseguita nel teatro dell’opera e che vanta

una propria stagione operistica. Negli ultimi decenni ha collaborato con i più grandi

direttori e solisti. La Lviv Philarmonica Orchestra ha pubblicato registrazioni per Danacord,

Handel etichette e Audio Classic ed è invitata ad esibirsi in tutto il mondo,

effettuando tour in Europa ed in Asia (Cina e Giappone).

Sarah Baratta, soprano. Cosenza, 11/08/1984, diplomata in canto lirico presso il Conservatorio

“E. Duni” di Matera. Si perfeziona con Gabriella Tucci e, dal 2013, presso l’Opera

Studio dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia con i docenti Renata Scotto, Anna Vandi

e Cesare Scarton. Inizia l’attività artistica a 12 anni con il Coro di voci bianche “Città di

Cosenza”, partecipando alle Stagioni Liriche del Teatro “A. Rendano” (1997-2001). Dal

2000 svolge intensa attività concertistica e operistica. Ha inciso uno spot composto da F.

Perri per la Biennale di Venezia (2014). Finalista del “Tour de Chant 2010” all’interno

della trasmissione “Domenica In”. Vince il I Premio assoluto al Concorso Internazionale,

organizzato dall’ANCI e dall’Associazione “Leoncavallo” di Montalto Uffugo (CS) (2011)

e il II Premio al Concorso Internazionale “Leoncavallo” di Montalto Uffugo (2013). Laureata

in Biologia presso l’Università della Calabria (2013).

Pasquale Menchise Direttore d’Orchestra e Compositore Diplomi di Laurea in Composizione;

Musica Corale e Direzione di Coro; Strumentazione per Banda; Direzione d’orchestra;

Musicologia Pedagogia Musicale e la Laurea Specialistica in Direzione d’orchestra.

Ha composto per la radio, la televisione, e per spettacoli vari. Dal 1985, ha tenuto circa

600 concerti in Italia ed Europa. Ha diretto su RAI 1, RAI 3 ed altre emittenti; tra i direttori

del Concerto di Natale (2010) Camera dei Deputati. Il 28 ottobre 2000, ha diretto

alla presenza di S.S. Giovanni Paolo II. Ha diretto orchestre italiane ed internazionali ed

ha collaborato e collabora con artisti internazionali tra cui Ricciarelli, Bacalov, Branduardi,

A. Ruggero, Battiato, Domingo, Nagajima e tanti alltri artisti. Con Camerata Tokio

ha diretto la 1° registrazione a S. Giovanni R. per l’inaugurazione dell’organo e registrato/

eseguito un brano da lui composto: “Elegy for suffering people”. Direttore Artistico del

Coro Lirico della Provincia di Potenza e Maestro del Coro Lirico del teatro Comunale di

Cosenza (2007-2011). È D. A. della Mozartiana Lodi K80 ed è stato “Musikalischen Leiter

und Chefdirigenten” del Festival Oper unter dem Firmament di Vienna (2010-2012).

Il 19 ottobre 2013 ha debuttato in prima mondiale come direttore musicale e d’Orchestra

al New York City Center (Broadway ) con l’opera “Belcanto”. Altre produzioni a Bologna,

Napoli, Parigi (teatro P. Cardin, des Varietes, Arena Frejus, Folies Bergere, tour Bulgaria).


2° Concerto

6 gennaio 2016

C’È UN PALCO PER TE…

BEETHOVEN SUPERSTAR

Orchestra della Radio TV di Kiev

Francesca Vidal, pianoforte

Vladimir Sheiko, direttore

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

Ludwig van Beethoven

Ouverture da Egmont op. 84

Concerto n. 5 in mi bemolle maggiore op. 73

per pianoforte e orchestra “Imperatore”

Allegro

Adagio

Rondò. Allegro ma non troppo

Sinfonia n. 5 in do minore op. 67

Allegro con brio

Andante con moto

Allegro

Allegro, presto

Francesca Vidal nel 2002 si diploma col massimo dei voti e la lode al Conservatorio G.

Rossini di Pesaro, nel 2008 ottiene il Diploma Accademico di II Livello al Conservatorio

G. Verdi di Milano col massimo dei voti e la lode col M° V. Balzani. Ha studiato col

M° P. Rattalino alla Fondazione S. Cecilia di Portogruaro, con i Maestri F. Scala, B.

Petrushansky e G. Valentini all’Accademia Incontri col Maestro di Imola e all’Ecole

Normale de Paris col M° M. Rybicki. Ha concluso il Konzert Diplom con l’Eccellenza

alla Hochschule di Basilea col M°F.Gamba. Dal 2011 è allieva del M° K. Bogino

all’Accademia S. Cecilia di Bergamo. Ha vinto numerosi concorsi tra i quali il Concorso

Yamaha Music Foundation, il Concorso Taddei, il Concorso Valsesia Musica Monterosa

Kawai, menzione al Concorso Umanitaria, il Concorso K. Drechsel a Norimberga, il 3°

premio al Concorso Città di Abano Terme e in formazione di duo il Concorso Hyperion,

il 2° premio al Concorso Zinetti di Verona e Val Tidone. È stata selezionata al Campus

delle Arti per fare un editing alla Musikstrasse di Roma e per tenere concerti in Finlandia,

Roma e Potenza. Ha suonato all’Auditorium Verdi di Milano, al Teatro A.Cortot (Parigi,

Associaz.ANIMATO), al Royal College di Stoccolma, al Teatro M. De Falla (Granada),

alla Concert Hall di Hamamatsu (Giappone), al Conservatorio di Barcellona, al Palazzo

della Cancelleria di Roma (Festival Uto Ughi per Roma), al Teatro dell’Aquila (Sinfonica

abruzzese), all’Unesco di Parigi, all’Auditorium Gaber (Milano, Società dei concerti), alla

Foundation P. Gianadda (Svizzera). Ha registrato per Radio Classica, Canale5, Italia1.

Ha collaborato con l’Orchestra Filarmonica Mihail Jora di Bacau, l’Orchestra di Padova

e del Veneto, la Piccola Sinfonica e l’orchestra Cantelli di Milano. È docente all’Istituto

Superiore A.Peri di Reggio Emilia.

La prima esecuzione pubblica dell'Orchestra Sinfonica della nuova Radio Ucraina, avvenne

il 5 ottobre 1929. L’Orchestra è stata una parte della Radio -Teatro e consisteva di 45

musicisti. Il primo direttore stabile dell’Orchestra è stato il professor Yakiv Rozenshteyn.

Ecco uno degli articoli di quel tempo: «Giorni storici per la Radio Ucraina. Quello che era un

sogno che si è avverato. È nata l’orchestra sinfonica della Radio e Tv Ucraina, composta dai

migliori musicisti, il direttore e professore Rozenshteyn non aveva mai pensato di realizzare

in così poco tempo una nuova orchestra,questo ci dà una speranza che l’Orchestra sinfonica

della Radio-center diventerà la migliore in Ucraina» (“Evening Radio", 8 Ottobre 1929).

L’Orchestra ha iniziato il suo primo ciclo sinfonico con il PI Tchaikovsky, con la V

sinfonia il 14 ottobre 1929. Questa attività è stata seguita da 80 anni di grandissimi

successi e tour in tutto il mondo con collaborazioni di direttori e solisti di fama mondiale.

A causa del trasferimento della capitale ucraina a Kiev l’Orchestra è stata stabilita

nell’attuale capitale ucraina e il numero di musicisti è aumentato fino a 60 persone.

Direttori di chiara fama hanno portato l’Orchestra al più alto livello della tecnica

orchestrale. Ricordiamo: Herman Adler, Mykhailo Kanershteyn, Petro Polyakov,

Kostyantyn Simeonov, Vadym Gnedash, Volodymyr Sirenko e Viatcheslav Blinov.

L’Orchestra ha collaborato con i più grandi conduttori del XX secolo: Mykola Kolessa,

Nathan Rakhlin, Oleksandr Klimov, Isaac dolore, Genadiy Rozhdestvenskiy, Benjamin

Tol’ba, Stefan Turchak, Fedir Gluschenko, Rikkardo Kapasso, Arild Remmerit e altri.


3° Concerto 10 gennaio 2016

OMAGGIO A FRANK SINATRA

Nick The Nightfly, cantante

Orchestra ICO della Magna Grecia

Piero Romano, direttore

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

Fly me to the moon

Lady is tramp

Strangers in the Night

I get a kick out of you

Night and day

All the way

My way

Cheek to cheek

Just in time

something stupid

Summer wind

Teach me tonight

Mack the knife

I’ve got you under my skin

Theme from New York New York

Come fly with me

Nick The Nighfly - Malcolm Charlton, nato da madre irlandese e padre scozzese,

assunse il suo attuale nome d’arte, ispirato all’album The Nightfly di Donald Fagen.

La sua carriera nelle radio iniziò come autore quando Radio Monte Carlo gli chiese

di comporre per loro un jingle pubblicitario. Nei primi anni ‘90 ideò Monte Carlo

Nights, lo show radiofonico serale che tuttora conduce. Durante il programma,

dedicato a musica alternativa come jazz, new age, ambient, world music e lounge,

Nick ospita e intervista musicisti internazionali con i quali spesso si esibisce in diretta.

Alla fine degli anni ‘90 ha condotto con Renzo Arbore Aperitivo con Swing su Radio

Capital, un programma dedicato alla musica musica swing e jazz. Parallelamente

all’attività di conduttore radiofonico si dedica anche a quella discografica, sia come

produttore che come cantante. Ha curato oltre venti compilation di artisti vari (sotto

le egide The Nightfly e Monte Carlo Nights). Come interprete e compositore ha

invece pubblicato due album da solista e tre con la Monte Carlo Nights Orchestra, la

big band da lui fondata. Come autore ha inoltre composto il brano Semplicemente

(testo di Maurizio Costanzo), cantato da Andrea Bocelli. In televisione ha condotto

la trasmissione musicale di Italia 1 Jammin con Federica Panicucci. Sempre su Italia

1 ha presentato con Afef Jnifen Montecarlo Hits, una trasmissione di musica e moda

realizzata nel Principato di Monaco. È stato ospite di programmi televisivi come il

Maurizio Costanzo Show, Nonsolomoda e Kitchen. Nel 2003 è divenuto direttore

artistico del locale di musica jazz Blue Note Milano. Nel 2011 ha fondato e diretto

The Nightfly Jazz Festival On The Beach di Lignano Sabbiadoro.

Piero Romano si é esibito sia come pianista che come direttore in tantissime città italiane

ed in Austria, Nord America (Carnegie Hall–New York), Sud America, Spagna

(Auditorium Nazionale–Madrid), China (Shangai Oriental Art Center), Belgio, Francia

(Comédie Française–Parigi), Svizzera, Albania, Messico (Palacio de Bellas Artes-

Ciudad de Mexico), Venezuela, Grecia (Megaron–Atene), Portogallo. È da ricordare

la collaborazione con la Filarmonica di Greensboro, dello Stato del Messico, l’Orchestra

Sinfonica di Alicante, l’Orchestra Filarmonica di Baden-Baden (l’Orchestra

più antica d’Europa), l’Orchestra di Madeira, l’Orchestra Sinfonica del Nuevo Leòn,

Orchester Pforzheim, la United European Chamber Orchestra, l’Orchestra di Stato

di Atene, I Solisti Aquilani, Everett Symphony Orchestra. Note sono le sue collaborazioni

con Bruno Canino, Ilya Grubert, Pierre Amoyal, Franco Maggio Ormezowsky,

Robert Gutter, Werner Stiefel, Katia Ricciarelli, Antonella Ruggiero, Leonel Morales,

Stefano Bollani, Pierluigi Camicia, Aldo Ciccolini, Sergej Krylov, Noa, Roberto

Cappello, Michel Camilo, Luis Bacalov, Sergei Nakariakov, Mariangela Vacatello,

Serena Autieri. Giá Direttore Artistico della Stagione lirica del Comune di Taranto.

Ha registrato musiche di Gervasio, Poulenc, Rota, Lord Berner’s, Walton, Procaccini,

Mozart, Bacalov, Rachmaninov, Tchaikovsky. Il suo progetto Mare Metallico ha vinto

il premio Abbiati 2012. Dal 1993 è il Direttore Artistico dell’Orchestra della Magna

Grecia e dal 2014 è il Direttore del Conservatorio E.R.Duni di Matera.


4° Concerto

17 gennaio 2016

C’È UN PALCO PER TE…

LA CAMERA DELLA MUSICA

Quartetto d’archi Mitja

Giorgiana Strazzullo, violino

Sergio Martinoli, violino

Carmine Caniani, viola

Alessandro Mazzacane, violoncello

Robert Leherbaumer, pianoforte

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

W. A. Mozart

Piano concerto KV414 in

(versione per pianoforte e Quartetto d’archi)

Allegro

Andante

Rondeau, allegretto

Johannes Brahms

Quartetto op. 51 n° 1

Allegro

Romanza, poco adagio

Allegro molto moderato e comodo

Allegro, alla breve

Giovanni Sollima

Sonnets et Rondeaux (2007)

Il Quartetto Mitja nasce nel 2008 da quattro musicisti provenienti da Napoli, Salerno,

Potenza e Bari, illustri città eredi della cultura della Magna Grecia. L’ensemble si è

specializzato a Firenze (Scuola di Musica di Fiesole, Accademia Europea del Quartetto);

Cremona (Accademia W. Stauffer); Parigi (ProQuartet Academy) e Weikersheim (Jeunesses

Musicales Deutschland) con Quartetto Artemis, Quartetto Alban Berg, Quartetto

Casals, Quartetto di Cremona, Antonello Farulli (Quartetto Sinopoli) e Andrea

Nannoni. Al quartetto sono state riconosciute borse di studio dalla Scuola di Musica

di Fiesole (2010); ProQuartet di Parigi (2011/14); Fondazione “A. Ciampi” (2012);

Jeunesses Musicales Deutschland (2012, 2014/15). Il Quartetto Mitja è sostenuto dalla

“Ass. PieroFarulli” ed è stato invitato a conferire al convegno annuale “Il quartetto in Italia”

per gli“Amici del quartetto Guido Borciani” di Reggio Emilia. Il Quartetto ha partecipato

ad importanti rassegne concertistiche: associazione “I Teatri - Premio Borciani”;

“Festival dei 2 Mondi” (Spoleto); associazione “Alessandro Scarlatti” (Napoli); Fondazione

Walton; ProQuartet Rencontres Musicales (FR); Jeunesses Musicales Deutschland

(DE);“Jeux d’Art à la Villa d’Este” di Tivoli; Teatro Ponchielli (Cremona); Gioventù

Musicale Italiana; Imola Summer Festival; Teatro Corelli (Ravenna), affiancandosi a

grandi interpreti quali Antonello Farulli, Flavio Cucchi, Simone Gramaglia e Giovanni

Scaglione del Quartetto di Cremona. Il Quartetto Mitja è stato ospite per Radio Merge104.8

e Radio3 Suite. Nella primavera del 2015 è andato in tour nel Sultanato dell’Oman,

in collaborazione con Arabesque International sotto il patrocinio dell’Ambasciata

Italiana-Muscat. Il Quartetto ha inciso di recente per l’etichetta discografica Tactus i

Quartetti di Malipiero n°1 “Rispetti e Strambotti” e il n°8 “Per Elisabetta”.

Robert Lehrbaumer - Uno degli interpreti più importanti dell’Austria, celebrato direttore

d’orchestra, pianista e organista. Nato a Vienna, Robert Lehrbaumer ha iniziato la

sua carriera all’età di 9 anni esibendosi come pianista in Austria, Germania e Svizzera.

Da allora varie tournèe lo hanno portato in quasi tutti i paesi europei, nel Nord, Centro

e Sud America, in Medio Oriente, Sud-Est asiatico, e in Giappone, ed è stato invitato

ad esibirsi nelle sale più importanti del mondo, dal Musikverein di Vienna und Konzerthaus

alla Carnegie Hall di New York e Tokyo Suntory Hall.

A soli 11 anni, ha avuto la sua prima esibizione come solista con orchestra e da allora ha tenuto

concerti come pianista, come organista e/o come direttore d’orchestra con la Filarmonica

di Vienna, la Vienna Symphony Orchestra, il Vi-enna Radio Symphonic Orchestra,

l’Orchestra Bruckner di Linz, l’Orchestra Mozarteum di Salisburgo, e varie orchestre in

Germania, Svizzera, Francia, Italia, Ungheria, Slovacchia, Romania e nei paesi di America

e Asia. Come solista ha suonato sotto la direzione di direttori quali Claudio Abbado, Yehudi

Menuhin, Sandor Vegh, André Previn, Michel Plasson, Leopold Hager, Hans Graf...

È risultato vincitore in numerosi concorsi di pianoforte e organo, in particolare il Ginevra

1985, e borse di studio da parte Boesendorfer e l’Alban Berg Stiftung. Sempre

come solista ha suonato sotto la direzione di direttori quali Claudio Abbado, Yehudi

Menuhin, Sandor Vegh, André Previn, Michel Plasson, Leopold Hager, Hans Graf.


5° Concerto

24 gennaio 2016

CORDES

Monteverdi Cello Ensemble

Roberto Trainini, direttore e solista

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

Pawel Lukaszewski “Placido”

Carlo Gesualdo “Moro, lasso, al mio duolo”

Madrigali a cinque voci-Libro VI (1611)

Carlo Gesualdo “Io tacerò, ma nel silenzio mio”

Madrigali a cinque voci-Libro IV (1596)

Alfredo Piatti “Serenata per 2 violoncelli ed orchestra”

(in versione per 2 violoncelli solisti ed ensamble di violoncelli)

Solisti: 1° violoncello Roberto Trainini, 2° violoncello Anna Banas

Niccolò Paganini “Le Streghe” Op.8

Solista: Roberto Trainini

David Popper Requiem Op. 66

Solisti: Roberto Trainini, Anna Banas, Rachela Wasilewska

Marco Uvietta “Faux bourdon”

H. Villalobos Bachianas Brasileiras No. 1

Introdução (Embolada)

Prelúdio (Modinha)

Fuga (Conversa)

Il Monteverdi Cello Octet è stato fondato nel 2014 grazie all’iniziativa del Prof.

Roberto Trainini.Tutti i componenti del M.C.O. sono studenti del Prof. Trainini

presso il Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano. Si tratta di un ensemble cosmopolita

e vario: i musicisti provengono dall’Italia, dal Messico e dalla Polonia e

hanno alle spalle esperienze musicali nei più svariati ambiti.

Roberto Trainini - Nato a Bari, comincia lo studio del violoncello col primo violoncello

dell’opera di Montevideo e li prosegue al Conservatorio “N.Piccinni” di Bari

con Vincenzo Caminiti, dove si diploma dopo aver vinto numerosi premi nazionali

per giovani violoncellisti (1°premio al Vittorio Veneto 1990, Lorenzo Perosi-Biella

1993 e 1995 e 3°premio al SMM Milano 1995)

Si trasferisce in Svizzera per proseguire gli studi sotto la guida di Radu Aldulescu alla

International Menuhin Music Academy, Gstaad. Qui, é stato anche allievo di Igor

Oistrakh, Alberto Lysy e Yehudi Menuhin. Nel 1999 entra a far parte della classe

per solisti di Wolfgang Mehlhorn alla Hochschule für Musik di Amburgo dove si

diploma “summa cum laude”. Si é inoltre perfezionato sotto la guida di Michel

Strauss al CNSMD di Parigi, Niklas Schmidt ad Amburgo, e Steven Isserlis a Prussia

Cove, Inghilterra.

Vincitore di diversi premi a rinomati concorsi internazionali (1°premio-l concorso

dell’’Accademia di Amburgo 2001,4°premio-Markneukirchen 2001, 1°premio-

Elise Meyer-Amburgo 2001, finalista e 4°posto-Belgrado 2005,premio speciale

“G.Padroni-Bonucci 2003)

Nel 2002 ha eseguito il “Noumi” per vc e pf del compositore Serge Kaufmann

in prima mondiale al Festival di Moulin d’Andé. Ha studiato e collaborato con la

compositrice Sofia Gubaidulina.

Ha fatto parte dei Solisti di Salisburgo e il Quartetto Scardanelli. E stato primo

violoncello solista dell’ Opera di Lüneburg, primo violoncello solista dell’ Orchestra

di Stato di Cipro, Nicosia e della SSO Singapore Symphony Orchestra. È membro

fondatore del Sestetto d’ Archi di Amburgo e dell’Anton Rubinstein Piano Trio.

Dal 2012 Professore di Violoncello al Conservatorio “Monteverdi” di Bolzano e

suona un violoncello Alessandro Ciciliati del 2010.


6° Concerto

31 gennaio 2016

STUPORI E MARAVIGLIE

Danze di corte e virtuosismi

agli albori del Barocco

Ensemble Festa Rustica

Giorgio Matteoli, flauti dolci e concertazione

David Simonacci, violino barocco

Stefano Maiorana, tiorba e chitarra barocca

Mohssen Kasirossafar, percussioni

Danzatori de “Il Teatro della Memoria”

Claudia Celi

Paolo Di Segni

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

C. De Rore (1515 - 1565)

«Ancor che col partire» - madrigale

G. B. Spadi (sec. XVI - sec. XVII)

R. Rognoni (c.a. 1550 - c.a 1620)

Diminuzioni sul madrigale "Ancor che col partire"

A. Falconiero (1585 - 1656)

La Xaveria (danzata)

G. B. Fontana (1570 circa - 1622)

Sonata terza a canto e basso

A. Falconiero

Passacaglia a tre (danzata)

G. Frescobaldi (1583 - 1643)

Due “canzoni” a due soprani e basso

M. Uccellini (1603 - 1680)

Aria sopra la Bergamasca

A. Falconiero

Ciaccona Sonata “L’Eroica” e Follia a Tre (danzata)

F. Corbetta (1615 -1681)

Capriccio - Ciaccona per chitarra

A. Falconiero (1585 - 1656)

L’Avellina (danzata)

Festa Rustica - Fondato nel 1994 dal flautista-violoncellista e direttore d’orchestra

Giorgio Matteoli L’Ensemble Festa Rustica, tra i più rinomati ensemble nazionali

su copie di strumenti originali, è presente in alcune tra le più importanti Istituzioni

concertistiche italiane e Festival stranieri; ha ottenuto, per le numerose produzioni discografiche

incentrate sulla riscoperta di opere del repertorio barocco, lusinghieri consensi

dalla critica nazionale ed internazionale. Tra questi ricordiamo il posto nell’ambita

“The Want List 1995” della più importante rivista di critica discografica americana

FANFARE, ottenuto per l’incisione dei bellissimi concerti per flauto ed archi del compositore

napoletano Francesco Mancini. L’ultima fatica discografica dell’ensemble: l’integrale

delle sonate per flauto dolce e basso continuo di G. Fr. Haendel è stata recentemente

pubblicata da MAP Editions, etichetta per cui sono appena usciti due nuovi

dischi di opere vivaldiane.

Claudia Celi si è specializzata in danze storiche. Docente di Storia della Danza e Danze

storiche presso l’Accademia Nazionale di Danza, insegna anche presso l’Università di

Roma “La Sapienza”. Ha fatto parte del Gruppo di Danza Rinascimentale di Roma diretto

da Barbara Sparti e danzato come partner di Andrea Francalanci; ha collaborato con

compagnie di danza storica, prendendo parte a produzioni teatrali, televisive e cinematografiche.

È co-direttrice artistica de Il Teatro della Memoria. Editor per Chorégraphie

e Cairon, ha pubblicato saggi di ricerca sul ballo italiano dell’800 e curato voci per

l’International Encyclopedia of Dance e il Dictionnaire Larousse de la Danse. Già vice-

Direttrice dell’AND e componente del Gruppo di lavoro per l’elaborazione dei nuovi

ordinamenti didattici delle Accademie e dei Conservatori del Ministro dell’Istruzione,

Università e Ricerca, è attualmente Coordinatrice dei Docenti di Storia della danza dei

Licei Coreutici.

Paolo Di Segni, nato in Svizzera, avviato alla musica ed alla ritmica da L. Di Segni-Jaffé,

ha studiato pianoforte e violoncello. Specializzatosi in danza storica sotto la guida di B.

Sparti, F. Lancelot, S. Wynne, ha fatto parte del Gruppo di Danza Rinascimentale di

Roma; con questo ed altri gruppi di danza antica ha partecipato a numerose tournée

in Italia ed all’estero. Si dedica alla ricerca, alla ricostruzione e divulgazione delle danze

storiche, in particolare dell’800. Ha curato programmi sulla Quadriglia per TeleMontecarlo,

partecipato a Telethon ‘97 e ‘98, tenuto seminari presso la Scuola di Ballo del

Teatro dell’Opera di Roma, a Catania presso il Balletto di Sicilia ed a Napoli. Ha collaborato

con l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari; con Dimensione Polifonica alla

realizzazione di eventi per il Comune di Napoli e collabora regolarmente ai corsi e agli

spettacoli de Il Teatro della Memoria.

L’Associazione “Il Teatro della Memoria” co-diretta da Claudia Celi e Andrea Toschi,

è stata fondata nel 1992 al fine di realizzare ricerche di carattere storico, pubblicazioni,

corsi e produzioni spettacolari. Fra le attività dell›Associazione i balli ottocenteschi

presso palazzi d›epoca, la partecipazione a festival, rassegne e rievocazioni storiche in

Italia e all›estero. Dal 2002 organizza prima a Bagnacavallo e poi a Roma il workshop

internazionale «L›Humor bizzarro - corsi concerti e laboratori di musica e danza antica”.


7° Concerto

7 febbraio 2016

Grande Albergo

Potenza

LA BALLATA

DELLE ACCIUGHE

Dario Vergassola, voce

Giovanni Seneca, chitarra e musiche

Flavio Battistelli, clarinetti

Potenza

Auditorium ore 19,00

6 febbraio

PROGETTI SCUOLA


Programma

Dario Vergassola

in La ballata delle acciughe

Testi di Dario Vergassola

tratti dal libro la ballata delle acciughe

Musiche originali:

Giovanni Seneca

Dario Vergassola, voce

Giovanni Seneca, Chitarra

Fabio Battistelli, Clarinetti

Dario Vergassola racconta una storia divertente e malinconica ambientata nella provincia

italiana a lui tanto cara. Le vicende hanno luogo nella periferia di La Spezia al

bar Pavone, i cui frequentatori “nulla hanno da invidiare al bar di Guerre Stellari” e

creano un microcosmo dove si riflettono tutti i pregi e i difetti dell’umanità. Popola

il racconto una giostra di personaggi strani, buffi, a volte ridicoli ma anche molto

realistici, pieni di paure, piccole e grandi manie, problemi quotidiani ed esistenziali.

Come Lucio e Albe, due cassaintegrati che giocano la stessa partita a biliardo da

anni senza mai arrivare a una fine, barando di continuo sul punteggio per far durare

la partita in eterno; Giulianone che racconta di essere stato rapito dagli Ufo;

Gigi il barista, detto anche Gigipidia perché sa non quasi tutto ma proprio tutto;

l’ipocondriaco Ansia, detto anche Malattie Imbarazzanti; i tre fratelli Chiappa, orchi

buoni che sfruttano i loro muscoli facendo i traslocatori sulle colline dietro le Cinque

Terre. E infine Gino, impiegato statale con moglie e figli, protagonista di un avventuroso

viaggio che lo porta da La Spezia fino in America, mentre gli amici dal bar

seguono e commentano in diretta le sue rocambolesche avventure. Musiche ispirate

a queste atmosfere faranno da contrappunto alla lettura, composte da Giovanni Seneca

ed eseguite dallo stesso Seneca alla chitarra e da Fabio Battistelli al clarinetto.

Dario Vergassola è un comico e cantautore italiano. A partire dal 1997 diventa ospite

frequente del Maurizio Costanzo Show, e partecipa, come coautore, alla trasmissione

“Facciamo Cabaret” e come ospite a “Mai dire gol” e a “Quelli che il calcio”. Nel 1999

esce l’album “Lunga vita ai pelandroni”. Nel 2003 è fra i protagonisti della Serie TV

Carabinieri e conduce con Federica Panicucci la trasmissione Bulldozer. Nel 2005 e

nel 2006 si presenta al fianco di Serena Dandini nella conduzione della trasmissione

di Rai 3 “Parla con me in onda” la domenica in seconda serata. Recentemente ha

condotto la trasmissione di Rai3 “Alle falde del Kilimangiaro”.

Giovanni Seneca chitarrista e compositore si è diplomato con il massimo dei voti

e la lode al conservatorio G.Rossini di Pesaro e all’Ecole Normale de Musique de

Paris. Ha scritto brani strumentali, canzoni e musiche di scena per spettacoli con

attori come Moni Ovadia, David Riondino, Dario Vergassola, Lunetta Savino. Si è

esibito in festival e rassegne di circa 20 nazioni dagli Stati Uniti alla Nuova Zelanda

con formazioni e programmi dal recital solistico al concerto per chitarra e orchestra.

È direttore artistico del progetto Adriatico Mediterraneo che organizza, dal 2007,

attività culturali in 10 paesi del bacino mediterraneo.

Fabio Battistelli si è brillantemente diplomato presso il Conservatorio di Perugia.. Ha

debuttato nell’ottobre del ’98 alla Carnegie Hall di New York. Attualmente insegna

presso il Conservatorio di musica “ L. Cherubini” di Firenze. Inoltre è impegnato in

produzioni di musica e poesia e collabora stabilmente con attori tra cui Elio, David

Riondino, Dario Vergassola, Massimo Wertmuller e molti altri.


8° Concerto

14 febbraio 2016

I GRANDI AMORI

Le più belle storie d’amore raccontate in musica

Michele Mirabella, narratore

Orchestra ICO della Magna Grecia

Piero Romano, direttore

POTENZA

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

Le più belle storie d’amore

raccontate con i testi e le musiche

di grandi artisti.

Michele Mirabella è laureato in Lettere e Filosofia (cum laude) con uno studio di regia

sul teatro di Pirandello e, ad honorem, in Farmacia. Regista, autore e attore di teatro,

radio, cinema e televisione. Docente, saggista e giornalista.

Firma la regia di oltre cinquanta spettacoli (tra gli autori: Goldoni, Plauto, Aristofane,

Brecht, Shakespeare, Pirandello, Ruzante, Alberti, Shisgall, Mrozek, Manfridi, Poggiani,

Benni, Feydeau, Machiavelli, Sciascia, Donald Churchill, Moretti, Micheli, De

Filippo) e ha diretto allestimenti e recitato in teatri stabili e in numerose compagnie

primarie in tutta Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Nella sua attività di regista d’opera

lirica ha inscenato “Traviata”, “Tosca”, “Butterfly”, “Histoire du soldat”, “La marescialla

d’Ancre”, “L’Elisir d’amore”, “Il Barbiere di Siviglia“, “Don Pasquale”, “Manon Lescaut”,

“Lucia di Lammermoor”, “Il tabarro”, “Cavalleria rusticana”, “Zanetto”, “Rigoletto”,

“L’Italiana in Algeri”, “Il Pipistrello” e opere di Strawinsky, De Falla, Traetta,

Piccinni, Duni, Nini, Philidor. Ha condotto e presentato numerosi concerti di musica

sinfonica e operistica e concorsi di melodramma in importanti manifestazioni tra le

quali gli incontri al Teatro alla Scala di Milano e alRegio di Parma. Ha tenuto corsi

sulla comunicazione nelle Università di Viterbo, Lecce, Siena, Urbino, “La Cattolica

“ di Brescia e un corso biennale di “Ideazione e produzione radiotelevisiva” presso lo

IULM di Milano. Ha insegnato “Sociologia della Comunicazione: Teoria e tecniche

dei mezzi di comunicazione di massa” all’Università di Bari. Facoltà di Lettere. Ha

pubblicato anche ricerche scientifiche sulla comunicazione, numerosi saggi critici, il

libro “La lunga vita di Elisir” e il manuale “Fare teatro”. Ha collaborato con Dacia

Maraini per l’allestimento di uno spettacolo sulla vita di Isabella Morra tratto dagli

scritti di Benedetto Croce. Ha scritto su numerose testate giornalistiche nazionali tra le

quali “La Gazzetta del Mezzogiorno”, “Il Messaggero”, “La Domenica del Corriere” e

il “Venerdì di Repubblica”. Ha collaborato con “La Repubblica” con un fondo settimanale

per la edizione pugliese. Svolge cospicua attività di conferenze. È stato per tre anni

Sovrintendente e direttore artistico del Teatro Nuovo “Giovanni da Udine” di Udine,

attualmente è direttore artistico del teatro “Traetta” di Bitonto. È stato consigliere di

amministrazione e consulente della Fondazione “Petruzzelli e teatri di Bari” con cui,

adesso, collabora come regista. È stato consigliere di amministrazione dell’Auditorium

“Parco della Musica” di Roma. È Presidente del Comitato AIRC della Regione Puglia.

Orchestra ICO della Magna Grecia - La nostra storia comincia nel lontano 1992.

Abbiamo scritto la nostra storia condividendo idee ed entusiasmo, con importanti direttori

e solisti d'eccezione. Un ringraziamento va a Luis Bacalov, in particolar modo,

per il ruolo di nostro Direttore principale che svolge dal giugno del 2005, così come

al nostro direttore musicale Luigi Piovano, che dall'autunno del 2012 contribuisce

alla nostra crescita con uno straordinario senso di appartenenza. Con loro e con i tanti

amici che in questi anni ci sono stati vicini, siamo riusciti a portare la nostra musica

in Giappone, Germania, Austria, Francia, Svizzera, Messico, Spagna ed Emirati Arabi,

e abbiamo amplificato la nostra voce sotto i riflettori delle reti televisive nazionali e

internazionali.


10° Concerto

21 febbraio 2016

BESOS DE TANGO

Piazzolla, Paris, Buenos Aires

Nueva Compañía de Tango Argentina

OTAL

OTAL_brand_block_CMYK

0/01/2014

de Rothschild - 92288 Suresnes - FRANCE

2 87 00 / Fax : +33 (0)1 57 32 87 87

enoir.com

RÉFÉRENCES COULEUR

M100% Y80%

M48% Y100%

C100% M80%

C70% M30%

M100% Y80%

K70%

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

Tango Rouge Company presenta

BESOS DE TANGO

Diretta da Neri Piliu e Yanina Quinones

(Ballerini e coreografi argentini)

Ballerini:

Neri Piliu

Yanina Quinones

Sebastian Nieva

Celeste Rey

Simone Facchini

Gioia Abballe

Michele Lobefaro

Emanuela Benagiano

Luca Morale

Francesca Santangelo

Piliu Neri e Quinones Yanina ballano insieme dal 2006, si sono formati professionalmente

nella Academia de Estilos de Tango Argentino (ACETA), con famosi

milongueros e maestri tra cui Pupi Castello, Gloria ed Eduardo Arquimbau, Gerardo

Portalea, Toto Faraldo, Milena Plebs, Carlos Perez y Rosa e altri ancora.

Hanno partecipato a Campionati di Tango a Buenos Aires, dove hanno ottenuto

diversi premi sia nel Tango Salón che Escenario: Campioni Pre- Mundiale Tango Salon

- Escenario 2006/2007; Campioni Del Festival Baradero 2007 Tango Escenario;

Campionato Mondiale di Tango Salón nel 2008 hanno ottenuto il secondo posto.

Inoltre, si sono esibiti nelle milonghe più famose di Buenos Aires, come Sunderland,

La Baldosa, Salón Canning, Gricel, Porteño y Bailarín, tra le altre, talvolta accompagnati

da orgchestre importanti, come ad esempio Color Tango, La orquesta de la

Ciudad de Buenos Aires, La Orquesta Sans Souci; hanno anche lavorato nei teatri più

importanti, come nel Piazzolla tango Show, Boca Tango, Cafe Tortoni.

Per la pedagogia e la didattica hanno insegnato nelle scuole più prestigiose di Buenos

Aires, Escuela Argentina de Tango, Escuela Carlos Copello. Come nel resto del mondo,

per esempio Giappone, Italia, Francia, Inghilterra, Russia

Hanno lavorato nella Compagnia Tangueros del Sur di Natalia Hills, e Tango X 2 di

Miguel Angel Zotto.

Attualmente lavorano con la propria compagnia Tango Rouge Company e girano per

il mondo mostrando lo spettacolo NOCHES DE BUENOS AIRES (Italia, Holanda,

Francia, Russia, Ucraina ) hanno creato la loro accademia Corazon al Sur Tango

Club prima accademia di Tango Argentino a Salerno, Italia.

Orchestra Tango Sonos


11° Concerto

INTERNATIONAL

INNER WHEEL

210° Distretto - Italia

Club di Potenza

XXX Anniversario

28 febbraio 2016

AL FEMMINILE

Lorna Windsor, soprano

Trio Des Alpes

Hana Kotkovà, violino

Claude Hauri, violoncello

Corrado Greco, pianoforte

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

Rebecca Clarke

Trio

Moderato ma appassionato

Andante molto semplice

Allegro vigoroso

Amy Beach

A Mirage op. 100 n.1

Testo di Bertha Ochsner

Stella viatoris op. 100 n.2

Testo di Jesse Hague Nettleton

Linda Dusman

“Thundersnow”, commissione del Trio des Alpes (2014)

Amy Beach

June per voce, violino e pianoforte, op.51 n.3

Testo di Erich Jansen

Chanson d’amour, op. 21 n. 1 in Re bemolle maggiore

Testo di Victor Hugo

Jennifer Higdon

Fiery Red (2003)

Lorna Windsor soprano italo-inglese, ha iniziato gli studi musicali suonando il pianoforte

e la viola, proseguendo con il canto alla “Guildhall School of Music and Drama” di

Londra. Si è perfezionata con Hans Hotter, Elisabeth Schwarzkopf, Graziella Sciutti e

Gerard Souzay. Si è esibita nei più importanti teatri d‘opera d‘Europa e ai Festival di

Glyndebourne e Ferrara (sotto la direzione di Claudio Abbado) cantando i ruoli principali

nei più svariati generi, dalle operette quali Die Fledermaus, Orphée aux Enfers, Die lustige

Witwe ai musical di Bernstein (West Side Story e Trouble in Tahiti) fino ai capolavori

mozartiani Così fan tutte, Die Zauberflöte e Don Giovanni.

Al Teatro Massimo di Palermo ha interpretato diversi ruoli in opere buffe del XVIII secolo

di Paisiello e Cimarosa, mentre al Teatro Comunale di Modena ha interpretato l’opera di

Salieri La Secchia Rapita diretta da Frans Brüggen. Dal 2004 ha fatto parte del cast del

Piccolo Teatro di Milano nella produzione Così fan tutte di Giorgio Strehler, rappresentata

in tutto il mondo.

Grazie alla sua flessibilità e ai suoi gusti eclettici è estremamente attiva nella musica da

camera e in quella contemporanea, che la vede impegnata anche nei generi della musica

etnica, minimalista (Fluxus), jazz e nel teatro musicale.

Trio des Alpes - “Individualmente ottimi ma ancor più efficaci nell’azione d’insieme“

scriveva la Gazzetta di Mantova in occasione di un concerto tenuto dalla formazione italosvizzera

“Trio des Alpes” presso il Teatro Monteverdi di quella città.

Hana Kotkovà è stata definita “solista sublime” sul New York Times. E di una violinista

“seducente, ricca di meraviglie” ha parlato The Strad in occasione della prima esecuzione

americana, nel 2012, di “Violin and Orchestra” di Morton Feldman al Lincoln Center di

New York. Fra i numerosi riconoscimenti la vittoria al prestigioso Concorso internazionale

“Primavera di Praga”. Di primo piano il suo impegno in ambito cameristico, in particolare

con il Trio Smetana di Praga nei primi anni 2000. Claude Hauri è stato primo violoncello

in varie formazioni, dall’Orchestra Giovanile Mondiale in tenera età a formazioni dedite

in particolare alla musica contemporanea, divenendo uno degli interpreti di riferimento

per tale repertorio. Il pianista Corrado Greco contribuisce alla musicalità del Trio, anche

grazie alle sue numerose esperienze cameristiche con partner illustri quali Bruno Canino,

Rodolfo Bonucci, Mario Ancillotti, Giovanni Sollima, Mario Caroli, Massimo Quarta, e

con membri dei Berliner Philharmoniker.

A partire dal 2011 il Trio ha effettuato tournée negli Stati Uniti, in Brasile, Spagna, Italia,

Austria e Svizzera. Di recente è stato invitato dalla UMBC di Baltimora (USA) nell’ambito

di un progetto dedicato alla musica di compositrici del XX secolo e contemporanee con

numerose prime esecuzioni, masterclass e concerti da camera; L’anno 2015 ha visto la

pubblicazione del primo CD per l’etichetta Dynamic intitolato “XX Century Women

Composers” con musiche di Beach, Boulanger e Clarke. Il CD ha ottenuto molte

lusinghiere recensioni tra cui quella della prestigiosa rivista Grammophone che così ha

scritto: ClarkÈs 1921 Trio is the real revelation… It also gets by far the best performance –

fluent, committed and wonderfully energetic throughout.


12° Concerto

6 marzo 2016

LE PIACE BRAHMS?

Orchestra ICO della Magna Grecia

Pietro De Maria, pianoforte

Luigi Piovano, direttore

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

Johannes Brahms

Concerto n. 2 in si bemolle maggiore per pianoforte e orchestra,

op. 83

Allegro non troppo

Allegro appassionato

Andante

Allegretto grazioso

Petr Ilic Cajkovskij

Sinfonia n. 5 in mi minore, op. 64

Andante. Allegro con anima

Andante cantabile con alcuna licenza

Valse. Allegro moderato

Finale. Andante maestoso. Allegro vivace

Pietro De Maria - La sua intensa attività concertistica lo vede solista con prestigiose

orchestre e con direttori quali Roberto Abbado, Gary Bertini, Myung-Whun Chung,

Vladimir Fedoseyev, Daniele Gatti, Alan Gilbert, Eliahu Inbal, Marek Janowski, Ton

Koopman, Michele Mariotti, Ingo Metzmacher, Gianandrea Noseda, Corrado Rovaris,

Yutaka Sado, Sándor Végh.

Nato a Venezia nel 1967, De Maria ha iniziato lo studio del pianoforte con Giorgio

Vianello e si è diplomato sotto la guida di Gino Gorini al Conservatorio della sua città.

Il suo repertorio spazia da Bach a Ligeti ed è il primo pianista italiano ad aver eseguito

pubblicamente l’integrale delle opere di Chopin in sei concerti.

Nel 2010, anno del bicentenario della nascita del compositore polacco, Pietro De Maria

è stato invitato a suonare Chopin nelle più importanti sedi internazionali, come Berlino,

Parigi, Varsavia, Zurigo, Roma, Festival di Nohant, Pechino e Singapore. Ha inciso inoltre

le tre Sonate op. 40 di Clementi per l’etichetta Naxos, un recital registrato dal vivo al

Miami International Piano Festival per la VAI Audio e l’integrale delle opere di Beethoven

per violoncello e pianoforte con Enrico Dindo per la Decca. Pietro De Maria insegna alla

Scuola di Musica di Fiesole, all’Accademia di Musica di Pinerolo e al Musikdorf Ernen

in Svizzera.

Luigi Piovano - Primo violoncello solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S.

Cecilia, Luigi Piovano si è diplomato in violoncello a 17 anni col massimo dei voti e la

lode sotto la guida di Radu Aldulescu, con cui in seguito si è diplomato in violoncello e

musica da camera anche al Conservatorio Europeo di Parigi. Nel 1999 è stato scelto da

Maurizio Pollini per partecipare al “Progetto Pollini” al Festival di Salisburgo, ripreso nel

2001 alla Carnegie Hall di New York, a Tokyo nel 2002 e a Roma nel 2003. Dal 2000

è regolarmente ospite del Festival di Newport (USA). Ha tenuto concerti di musica da

camera con Wolfgang Sawallisch, Myung-Whun Chung, Alexander Lonquich, Dmitry

Sitkovetsky, Leonidas Kavakos, Katia e Marielle Labeque, Malcolm Bilson. Dal 2007 suona

regolarmente in duo con Antonio Pappano e dal 2009 fa parte del trio “Latitude 41”.

Dal 2002, fondata l’Orchestra da Camera della Campania – che nel 2010 ha mutato il proprio

nome in quello di “Musici Aurei” –, Piovano si dedica sempre più anche alla direzione.

Ha registrato per la Naxos tre Concerti per pianoforte e orchestra di Paisiello (2009, solista

Francesco Nicolosi) e per la Eloquentia le Quattro Stagioni di Vivaldi (2010, solista Grazia

Raimondi), e ha collaborato con solisti come Luis Bacalov, Maurizio Baglini, Gemma Bertagnolli,

Stefano Bollani, Michele Campanella, Sara Mingardo, François-Joël Thiollier. Dal

2008 è direttore artistico dell’Estate Musicale Frentana in Lanciano. Nel 2010 ha ricevuto

a L’Aquila il Premio Carloni “Premio Speciale Abruzzo Musica”.

Nel 2011, dopo il suo debutto come direttore e solista con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese,

è stato invitato da quest’orchestra a tornare ogni anno in stagione come solistadirettore

fino a tutto il 2014. Nel 2012 è stato nominato direttore musicale dell’Orchestra

della Magna Grecia di Taranto. Dal 2013 è il nuovo direttore musicale di Roma Tre

Orchestra.


13° Concerto

13 marzo 2016

IL VIAGGIO DI SINDBAD

Al israa ila al salaam. Percorso verso la pace

Ojp-Orchestra Jazz Parthenopea

di Pino Jodice e Giuliana Soscia

special guest M° Raed Khoshaba, liuto

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

G.Soscia - G.Iodice Ouverture della memoria

arr. Pino Jodice

G.Iodice Al israa ila al salaam

arr. Pino Jodice

G.Soscia Arabesque

arr. Giuliana Soscia

G.Iodice Terre del s'oud

arr. Pino Jodice

G.Iodice La grande madre

arr. Pino Jodice

R.Khoshaba Somer

arr. Pino Jodice

G.Soscia Bloodshed

arr. Pino Jodice

G.Iodice Il viaggio di Sindbad

arr. Pino Jodice

OJP-Orchestra Jazz Partenopea di Pino Jodice e Giuliana Soscia

è costituita da alcuni tra i più talentuosi musicisti napoletani:

Pino Jodice, piano, compositions, arrangements, conductor

Giuliana Soscia, accordion, compositions, arrangements, conductor

Special guest: Raed Khoshaba, oud, compositions

Giovanni Imparato, percussion, voice; Domenico Guastafierro, flute

Luciano Bellico, 1st alto sax; Claudio Cardito, 2nd alo sax

Gianluca Vigliar, 1st tenor sax; Valerio Virzo, 2nd tenor sax

Nicola Rando, baritone sax; Gianfranco Campagnoli, 1st trumpet

Lorenzo Federici, 2nd trumpet; Fabio Renzullo, 3rd trumpet

Pino Melfi, 4th trumpet; Umberto Paudice, 5th trumpet

Alessandro Tedesco, 1st trombone; Francesco Izzo, 2nd trombone

Pasquale Mosca, 3rd trombone; Michelangelo Grisi, bass trombone

Alexandre Cerdà Belda, tuba; Enzo Amazio, guitar, coordinator

Daniele De Santo, double bass; Luca Mignano, drums

OJP - Orchestra Jazz Partenopea di Pino Jodice e Giuliana Soscia

Nel cuore flegreo della Napoli creativa e "vulcanica" l’OJP-Orchestra Jazz Partenopea

di Pino Jodice e Giuliana Soscia nasce da Napoli e precisamente dall'isolotto di pietra

di tufo “Megaride”, luogo di nascita dell'antica “Partenope”. Napoli come centro

culturale del Mediterraneo con una storia musicale

unica, crocevia di incontri meravigliosi e artisticamente insuperabili. Il Jazz

Italiano è ormai una realtà importante e consolidata. Il “Progetto Megaride” vuole

non solo valorizzare i musicisti locali, del sud, del Mediterraneo appunto, ma intende

prima di tutto farsi apprezzare in una delle più belle città al mondo “Napoli”, mostrandosi

attraverso concerti e appuntamenti abituali proprio nella stessa città natale

ed esportare la propria musica per il resto dell'Italia e all'Estero In progetto anche

delle registrazioni discografiche dal vivo effettuate da uno staff tecnico di valore assoluto.

In uscita il Cd “Tribute to Miles” scelto dalla rivista Jazzit con un inserto

dedicato interamente all'Orchestra. L’OJP nasce da un’idea di Pino Jodice e Giuliana

Soscia. Entrambi con un lungo percorso alle spalle, i due artisti sono accomunati da

una comune visione della musica e della composizione. Uniti nell’arte e nella vita,

dal 2007 con il Giuliana Soscia & Pino Jodice Quartet e Duet hanno realizzato ben

nove incisioni discografiche e riscosso consensi di critica e pubblico in tutto il

mondo, con una incredibile attività concertistica. Memorabile la performance

dell'Orchestra Jazz Parthenopea nel Concerto del 6 settembre per L'Aquila Jazz trasmesso

anche su RAI 5 con solista Paolo Fresu in un evento che ha visto la partecipazione

di un pubblico di oltre 50.000 persone.


14° Concerto

20 marzo 2016

OTAL

OTAL_brand_block_CMYK

0/01/2014

RÉFÉRENCES COULEUR

“LA TRAVIATA…VIOLETTA VALERY”

Solisti, Coro e Orchestra da camera

“International Music Ensemble”

Benedetto Montebello, direttore

Cristian Levantaci, voce narrante

Libera Granatiero,Violetta

Leonardo Gramegna, Alfredo

Eugenio Leggiadri Gallani, Giorgio Germont

de Rothschild - 92288 Suresnes - FRANCE

2 87 00 / Fax : +33 (0)1 57 32 87 87

enoir.com

M100% Y80%

M48% Y100%

C100% M80%

C70% M30%

M100% Y80%

K70%

Potenza

Auditorium ore 19,00

21 marzo

PROGETTI SCUOLA


Programma

Il dramma di Violetta Valery

La traviata è un'opera in progress. Quella che oggi noi

vediamo è ben diversa dal dramma che Verdi, o per forza

o per amore, mise in scena alla Fenice di Venezia e, poi, al

Teatro di San Benedetto. Il romanzo di Dumas, che inizia

con il crudo realismo della vendita all'incanto dei beni della

defunta Margherita Du Plessis, o la commedia, ambientato

nel demi-monde di Parigi, diventa una storia in crinoline.

Il Settecento fa da anestetico alla brutalità ed allontana lo

scandalo. Così sarà fino all'inizio del Novecento, quando

le cose tornano ad essere come devono essere e Violetta

riprende contorni più veri. Secondo molti Violetta sarebbe

il primo personaggio del Verismo. Non entro nel merito

Ma a ben guardare la drammaturgia della Traviata ha

via via ospitato soluzioni diverse, fino agli esperimenti

registici dell'ultima ora. Violetta, come Carmen, diventa

un personaggio contemporaneo e la sua contemporaneitá

si conferma di allestimento in allestimento. Il personaggio

originario non ha nai smesso di crescere, di trasformarsi

fino alle evoluzioni ultime, sottolinenando l’onnivora

capacità del dettato verdiano di ospitare definizioni

differenti, certamente distanti da quello che l’Ottocento e il

Compositore stesso potevano immaginare.

Giancarlo Landini

Libera Granatiero soprano, debutta nel 2000 al Teatro ”U. Giordano” di Foggia nel ruolo

di Elisetta nel MATRIMONIO SEGRETO di D. CIMAROSA. Successivamente si

perfeziona con illustri cantanti, registi e direttori d’orchestra quali: L. Serra, M. Aspinall,

S. Bazzoni-Bartoli, K. Ricciarelli, F. Scaini, S. Lowe, R. Bruson, M. Freni, M. Devia, F.

PatanÈ, F. Esposito, P. Baiocco, D. Livermoore, A. Pizzech, L. Shambadal, B.bartoletti,

D.renzetti. Nel 2001 riceve una menzione d’onore al concorso lirico internazionale U.

Giordano di Foggia. Ha all’attivo numerosissimi concerti lirico-sinfonici con l’orchestra

U. Giordano di Foggia e collaborazioni con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese. Ha inciso

per la casa discografica Musikstrasse di Roma. Vanta collaborazione con artisti come

Arnoldo Foà, Caterina Vertova e Michele Placido.

Eugenio Leggiadri Gallani (BASSO buffo) - Ha studiato canto con il soprano Cecilia

Fusco perfezionandosi con Elena Baggiore, Katia Ricciarelli, Raina Kabainvanska, Luciana

Serra. Dopo aver cantato alla Televisione di Stato di Hulan-Bator (Mongolia), per la

Settimana di musica italiana,ha debuttato nel 1995 a Tarragona (Spagna), come Colline

nella “Bohème”, partecipando anche al III Festival d’Art Lirique di Never (Francia).

Ha poi cantato in “Madama Butterfly”(Teatro di Trapani) ed inciso il “Te Deum” di

M. Charpentier ( RAI-radiotelevisione Italiana). Ha eseguito alcune Messe di Schubert

(Teatro Verdi di Trieste) e la “Petite Messe Sollennelle” di G. Rossini (Stoccarda).Intensa

anche l’attività concertistica. Ha inciso per la Naxos.

Leonardo Gramegna (Tenore) - Diplomato col massimo dei voti, lode e menzione

d’onore presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari dove ha conseguito

anche il Master di I° Livello sul Teatro Lirico col massimo dei voti “Summa cum lauda”.

Negli ultimi anni si impone all’attenzione della critica e del pubblico in importanti

Teatri Italiani ed Esteri interpretando i Ruoli Principali di opere come Tosca, Nabucco, Il

Trovatore, Norma, Aida, Carmen, Madama Butterfly, La Traviata.

Cristian Levantaci, cantattore. Eredita la passione per la musica dal papà Vito. A soli 5

anni vince il suo primo festival canoro. L'anno successivo inizia a studiare pianoforte e

chitarra classica. All'età di 12 anni comincia ad esibirsi nei locali della zona.

Nel 2006 partecipa al laboratorio di tecnica recitativa, mimo e scrittura creativa al Teatro

dei Limoni di Foggia. Dal 2008 collabora con artisti di fama internazionale (Ellade

Bandini, Danilo Rea, Valerio Zelli, Mauro Ottolini).

Benedetto Montebello, nato a Roma, compie gli studi nella sua città, presso il conservatorio

di “S. Cecilia” diplomandosi in chitarra, strumentazione per banda, composizione e, col

massimo dei voti, in direzione d’orchestra. Completa la sua preparazione laureandosi

in lettere presso l’università “La Sapienza” di Roma, col massimo dei voti, discutendo

una tesi sullo stile turchesco delle opere di Mozart. Debutta giovanissimo come direttore

d’orchestra eseguendo il primo concerto per pianoforte e orchestra e la seconda sinfonia

di Ludwig van Beethoven, riportando un successo clamoroso di pubblico e di critica. Da

allora intraprende una brillante carriera che lo porta ad affrontare i massimi capolavori

lirici e sinfonici di ogni tempo. Dal 2008 è titolare della cattedra di direzione d’orchestra

presso il conservatorio “O. Respighi” di Latina.


15° Concerto

3 aprile 2016

IL DIAVOLO E L’ACQUASANTA

Camerata Orphica Soloists

Luisa Sello, flauto

Mario Hossen, violino

Raffaele Mallozzi, viola

Lilyana Kehayova, violoncello

Maria Dolores Gaitán Sánchez, pianoforte

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

G. Tartini

Sonata "Il trillo del diavolo"

Larghetto affettuoso, Allegro moderato, Grave-Allegro-Grave

W. A. Mozart

Flute Quartet KV 285

Allegro, Adagio, Rondo

N. Paganini

Le Streghe Op. 8

G. Bizet

Carmen Fantasy

R. Schumann

Piano Quartet Op. 47

Sostenuto assai - Allegro ma non troppo,

Scherzo: Molto vivace - Trio I - Trio II,

Andante cantabile, Finale: Vivace

I solisti della Camerata Orphica hanno in comune la città di Vienna, dove presenziano al

festival Orpheus sia come solisti che come docenti della Sommerakademie Orpheus Wien.

In tale contesto internazionale nasce il gruppo Camerata Orphica Soloists unito da ricerca

interpretativa e da carisma esecutivo, riconoscibili per bravura, brillantezza e chiarezza comunicativa,

oltre che per una spontanea e comune vena di simpatia.

Luisa Sello flauto (Italia). Nel suo curriculum figurano i nomi di R. Muti, T. Pinnock, A.

Diaz, Wiener Symphoniker, Carnegie Hall, Juilliard School, Ph. Entremont, Teatro alla Scala,

S. Sciarrino, B. Canino. Allieva di R. Guiot a Parigi e di S. Gazzelloni a Siena, con studi

accademici in Flauto e in Lingue Moderne (Laurea e PhD), è titolare al Conservatorio di

Trieste e ospite all’Università di Vienna. Suona in tutto il mondo ed è artista scelta dal Ministero

Italiano dei Beni Culturali per rappresentare la musica italiana. Incide per Stradivarius.

Mario Hossen violino (Bulgaria/Austria). Applaudito per il suo talento, il virtuosismo e la

presenza carismatica, si è format alle scuole di Sofia, Vienna e Parigi. Solista del panorama

internazionale ha suonato con rinomate orchestre tra cui la English Chamber Orchestra,

la Academy St. Martin and the Fields, la Tchaikovsky Symphony Orchestra la Bruckner

Orchestra Linz, l’Orchestra da camera della Scala di Milano, la Sofia Philharmonic Orchestra.

Suona su un violino Giovanni Battista Guadagnini, Milano 1749, su permesso della

Austrian Nationalbank’s collection.

Raffaele Mallozzi, viola (Italia). Diplomato con lode presso il conservatorio di Napoli sotto

la guida del M° Giovanni Leone, è stato più volte vincitore al Concorso di Vittorio Veneto.

Ha vinto diversi concorsi per il posto di prima viola (Napoli, Firenze, Bologna, Opera di

Roma, Orchestra di Santa Cecilia). Ha collaborato con numerosi gruppi da camera, anche

come solista, dai “Nuovi Virtuosi di Roma” ai “Solisti Italiani”, agli “Archi di Santa Cecilia”,

suonando per le maggiori istituzioni concertistiche sia italiane che internazionali.. È membro

fondatore del Sestetto Stradivari.

Lilyana Kehayov, violoncello (Bulgaria). Ricopre il ruolo di primo violoncello “Camerata

Orphica” di Vienna. Ha suonato accanto a musicisti tra i quali W. Kossjanenko (va),

D. de Williencourt (vc), B. Mersson (pf), W. Klos (va), R. Leleu (tr) tenendo concerti

al Musikverein di Vienna, all’Athenaeum di Bucharest e alla Rudolfinum-Dvorak Hall di

Praga. Vincitrice di numerosi premi, tra cui quello al Vienna Competition “Fidelio” e del

“Concertino Prague”, ha ottenuro una borsa di studio dalla fondazione austriaca “Alban

Berg”. Attualmente è impegnata nella laurea specialistica al Conservatorio di Vienna, dove

ha studiato con Lilia Schulz-Bayrova.

Maria Dolores Gaitán Sánchez, pianoforte (Spagna). Diplomatasi al Conservatorio di Córdoba

con Rafael Quero e in Pedagogia Musicale, ottiene il Master in pianoforte e Musica

da Camera al Conservatorio di Milano, con E. Piemonti. Perfezionatasi con L. Tedtoeva,

P. Bordoni, L. Zilberstein, J. L. Prats e con R. Laganà per il clavicembalo, è vincitrice di

diversi concorsi come solista e camerista. Ha suonato al Loggione del “Teatro alla Scala”

e rappresentato la musica spagnola al concerto EUNIC, a cui ha fatto seguito l’invito per

l’“Omaggio a Granados” svolto da MRS Concerts in cinque continenti. È vincitrice del

concorso al Conservatorio di Lucena (Córdoba).


16° Concerto

10 aprile 2016

DANZE E CANZONI DAL RINASCIMENTO

A WEST SIDE STORY

Brass Ensemble Gabrieli

Saverio Vizziello, direttore

Grande Albergo

Potenza

Potenza

Auditorium ore 19,00


Programma

William Byrd Oxford March

Giovanni Gabrieli Canzon Seconda

6 danze rinascimentali Old French Dances

Allemande – Gaillarde - Pavane Passamaize

T. Susato La Mourisque

Ronde Mon Amy

Pavane Battaille

Henry Purcell Trumpet Tune

Anonimo Greensleves

Jeremia Clarke Trumpet Voluntary

Pasquale Vittorio Scarborough Fair

Leonard Bernstein Suite Danze Sinfoniche di West Side Story

Prologo, Somewere (calmo), Mambo, Andantino

Maria, America, Largo finale

Aram Khachaturian Danza delle spade

La Brass dell’Ensemble Gabrieli, diretta da Saverio Vizziello, eseguirà un affascinante

viaggio storico nella musica composta nel Rinascimento e nel Novecento, saranno la canzone

e la danza al centro di questi primi appuntamenti musicali in Basilicata. L’ensemble

di dodici “ottoni”, con l’accompagnamento di timpani e percussioni varie, vedrà suonare

un organico con cinque diverse trombe (un trombino, tre trombe e un flicorno soprano),

due corni, quattro tromboni ed una tuba. Il programma prevede l’esecuzione di brani

musicali appositamente composti per la danza o il ballo: nella prima parte del concerto

sarà possibile apprezzare lo sviluppo dei cosiddetti “tempi di danza” nel Rinascimento.

Nella seconda parte, invece, saranno interpretati, in inediti arrangiamenti per ottoni e

percussioni composti dallo stesso Saverio Vizziello, due famosissimi brani della metà del

Novecento. Gran finale con la straordinaria “Danza delle spade” di Aram Khachaturian,

il più famoso brano del compositore armeno tratto dal quarto atto del balletto “Gayaneh”,

in questo concerto eseguito nell’arrangiamento per ottoni e percussioni sempre da

Vizziello.

Saverio Vizziello - Trombonista, già giovanissimo è stato selezionato in qualità di solista

nell’Orchestra Giovanile Italiana presso l’Accademia Chigiana di Siena per i corsi di Direzione

d’Orchestra tenuti dal Maestro Franco Ferrara, da quella esperienza è stato continuamente

convocato, in qualità di prima parte ed in altri ruoli, in importanti orchestre

e rassegne italiane quali: l’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole, Orchestra Regionale

Toscana, Maggio Fiorentino, Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra del

Teatro Petruzzelli di Bari, Orchestra ICO della Magna Grecia, Orchestra Sinfonica di

Bari, Orchestra Sinfonica della Provincia di Matera, Collegium Musicum.

Si è perfezionato con Bruno Ferrari - I° trombone della Scala di Milano; Gianni Mazzoni

- Orchestra Sinfonica della Rai di Roma e per la Musica da Camera con Giuseppe

Garbarino nei corsi Internazionali della Scuola di Musica di Fiesole vincendo tra l’altro

due borse di studio. Dal 1998 al giugno 2002 è stato Direttore e Coordinatore Artistico

dell’Istituzione dell’Orchestra Sinfonica e Filarmonica della Provincia di Matera.

Titolare di cattedra nei conservatori dal 1978 è docente di Trombone nei corsi ordinari e

docente di “Diritto e Legislazione dello Spettacolo” nei Corsi Accademici di I e II livello

presso le Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale.

Promotore e ideatore del Festival Duni dal 1999 a tutt’oggi. Tra le molte incisioni in CD

del Festival Duni va ricordato ed evidenziato il “Giuseppe Riconosciuto” azione sacra in

due parti di Egidio Romualdo Duni su poesie del Metastasio, diretta da Vito Paternoster,

incisa dalla casa discografica Bongiovanni. Intensa anche l’attività di pubblicazione

dell’associazione diretta da Saverio Vizziello tra cui le inedite “Minuetti e Contradanze”

e le “Sonate a Tre” sempre del compositore materano del ‘700 Egidio Romualdo Duni.

Dal 2007 è stato eletto a livello nazionale in rappresentanza dei docenti dei conservatori

italiani nel Consiglio Nazionale dell’Alta Formazione Artistica e Musicale – CNAM presso

il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

Dal 2008 è stato eletto Direttore del Conservatorio Duni di Matera per il primo trienno

2008/2011 e rieletto quasi all’unanimità per il triennio 2013/2014.


Ente Morale

Piazza XVIII agosto, 14 - Potenza

Telefono e fax 0971 23024

e-mail: info@ateneomusicabasilicata.it

www.ateneomusicabasilicata.it

PRESIDENTE ONORARIO

Aurelia Sole

Magnifico Rettore dell’Università degli Studi della Basilicata

PRESIDENTE

Giovanna D’Amato

p_fuccella | stampa Grafiche Zaccara

CONSIGLIO DIRETTIVO

Antonio Collazzo - Silvia Percopo - Giacomo Rosa

Pasquale Scavone ~ Francesco Scorza - Antonella Urciuoli

DIRETTORE ARTISTICO

Giovanna D’Amato


XXIXª2016

la grande musica

Similar magazines