Views
1 year ago

sfogliabile_NEWSMEC_n77_GEN_FEB_2017

5 ancora più rapida e

5 ancora più rapida e ottimizzata. Adesso in tornitura le strategie vengono applicate automaticamente sia al mandrino principale che al mandrino secondario, non più solo al mandrino principale; questo significa che le strategie gestisconoilcomandoditrasferimentodal mandrino principale al mandrino di ripresa. L’introduzione dell’opzione “Metodo di finitura fori” consente di specificare la lavorazione di alesatura come metodo di finitura di feature foro, controllando gli attributi di finitura della feature. La nuova spunta Usa utensile corrente può forzare la logica della strategia all’utilizzo dell’ultimo utensile di fresatura o tornitura presente nella sequenza di lavoro. Per quanto riguarda le migliorie apportate all’innovativa interfaccia di lavoro Edgecam, si potrà notare che i dettagli della sequenza sono stati aggiunti Profilatura in fresatura ma anche pianificazione automatica del lavoro Tre sono invece le novità che interessano il ciclo di profilatura. La funzione Gestione della distanza di sicurezza tra incrementi, disponibile nella scheda Collegamenti del ciclo, garantisce il controllo della posizione utensile durante le passate in profondità. Adesso la funzione Elicoidale offre un’opzione per sopprimere all’occorrenza la passata finale; il comando Passate Multiple include ora la possibilità di determinare la distribuzione del percorso utensile e l’ordine di esecuzione delle passate, per Piano oppure per Offset. Inoltre, in Edgecam 2017 R1 sono state aggiunte molte nuove funzionalità ai comandi di pianificazione dei flussi automatici per le lavorazioni, che portano a una generazione dei percorsi utensili 6 7 alla finestra di setup e il comando di rotazione è stato integrato al simbolo marcatore CPL nell’ambiente di tornitura. Gli utenti potranno notare che in ambiente di tornitura, il simbolo marcatore CPL è stato semplificato e mostra solo gli assi X e Z. Il nuovo marcatore può essere anche utilizzato per ruotare in modo dinamico, spostare e traslare il componente da lavorare. La finestra di setup è stata suddivisa in due pannelli distinti: Sessione e Setup. Sessione raccoglie i dettagli sull’ambiente di lavoro e informazioni sul materiale, mentre Setup comprende i dettagli sulla dimensione dei particolari e le funzionalità per lo spostamento di origine e posizione. Inoltre quando si caricano i componenti multipli la finestra di setup individua e separa ogni singolo modello solido assicurando così una gestione individuale all’interno dell’ambiente. 48 NEWSMEC - Gennaio/Febbraio 2017 PubliTec

Migliori performance grafiche e finestre di dialogo più intuitive Edgecam 2017 R1 comprende anche alcune migliorie destinate ad aumentare le performance grafiche e a rendere più intuitive le finestre di dialogo. I miglioramenti relativi all’incremento delle performance grafiche non sono visibili, ma lavorano in background per velocizzare ulteriormente la selezione e la manipolazione delle geometrie e dei modelli 3D. Questi miglioramenti, che interessano la struttura base del software Edgecam, sono possibili anche grazie all’aggiornamento della tecnologia OpenGL 3.3. Anche in questa release, Edgecam 2017 R1 prosegue con l’aggiornamento delle finestre di dialogo dei cicli CAM, aggiungendo immagini ed help ipertestuali anche all’ambiente di tornitura. In particolare sono state aggiornate le finestre di dialogo dei cicli: tornitura filettature, sgrossatura gole, finitura gole, sgrossatura gola per livelli, finitura gola per livelli, sgrossatura profilo, e la scheda “Controllo asse utensile” del ciclo 5 assi. Questi miglioramenti possono risultare estremamente utili per gli utilizzatori meno assidui. Una serie di migliorie per i più diversi ambiti applicativi La funzione Aggiornamento staffaggi è stata potenziata, e include adesso movimenti di index ottimizzati. In precedenza, gli utenti dovevano definire una posizione di sicurezza per l’index utilizzata nell’intera sequenza. Edgecam 2017R1 ha superato questo limite controllando e correggendo automaticamente i movimenti di index nelle zone limitrofe del grezzo e degli staffaggi. 8 9 10 Ulteriori aggiornamenti riguardano il ciclo di sgrossatura gole, che adesso include il supporto per i cicli fissi grazie all’opzione introdotta nella finestra di dialogo del ciclo. Anche quando si lavora in tornitura oppure in ambienti di fresatura in tornitura non è più necessario programmare alcun movimento di rapido al cambio utensile o rapido alla posizione di partenza, perché questi possono rientrare in un’impostazione predefinita. Gli utenti che lavorano con componenti multipli otterranno benefici significativi dalle due nuove opzioni introdotte nel comando Inserire componente. Con la nuova release è adesso possibile inserire sequenze di lavoro separate, non per forza tutte le sequenze del file PPF come avveniva in passato, molte delle quali poi risultavano inutili. Infine, il CPL sorgente può ora essere selezionato da un semplice menu a cascata.✔ Gennaio/Febbraio 2017 - NEWSMEC 49