Views
1 year ago

Lavoro e Diritto 6 5

dHTbNFb

sono stati immessi al

sono stati immessi al lavoro senza previa formalizzazione del rapporto da parte del datore di lavoro 298 . Perciò, devono ritenersi “in nero” anche quei soggetti che, pur risultando indicati nella visura camerale CCIAA, quali titolari di cariche societarie svolgono attività lavorative a qualsiasi titolo, oltre che quei soggetti autonomi occasionali (ai sensi dell'art. 2222 c.c.) 299 non genuini 300 . Acclarata la nozione di “lavoratore in nero” restano da compiere alcune puntualizzazioni sui parametri di calcolo della percentuale - soglia del venti percento. Sulla scorta della portata letterale della norma, l'ordine di sospensione scatta ove sia accertato “l'impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro”. Dalla locuzione “totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro” deriva un duplice rilievo: innanzitutto, la base di calcolo per il computo della relativa percentuale è data dal numero di tutti i lavoratori irregolari o meno trovati occupati dal personale ispettivo all'atto dell'accesso nel luogo di lavoro; inoltre, se il soggetto ispezionato ha più sedi operative, il calcolo percentuale dovrà essere circoscritto al numero di lavoratori trovati intenti al lavoro nella singola unità ispezionata: non si dovrà, pertanto, tener conto di tutti i lavoratori in forza all'azienda. momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro; l'allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l'allievo sia effettivamente applicato alla strumentazione o ai laboratori in questione; i volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile; il lavoratore di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, e successive modificazioni, che reca la Revisione della disciplina sui lavori socialmente utili, a norma dell'articolo 22 della legge 24 giugno 1997, n. 196, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 5 dell'8 gennaio 1998. 298 M. Lanotte, Il sistema istituzionale, la vigilanza e i suoi attori in L. Galantino (a cura di) Il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro il d.lg. n. 81/2008 e il d. lg. n. 106/2009, Utet, Milano, 2009, 216 e 217, in merito alla documentazione obbligatoria da cui deve ufficialmente emergere la posizione lavorativa impiegata, precisa che questa debba essere certamente identificata nella comunicazione al Centro per l'Impiego o nelle comunicazioni all'Inps ed all'Inail, ma altresì con qualsiasi altra documentazione normativamente prevista, anche di carattere fiscale, purché idonea ad attestare formalmente la sussistenza del rapporto di lavoro, salva ogni contestazione qualificatoria dello stesso. 299 In ordine ai rapporti tra il contratto di lavoro autonomo occasionale ai sensi dell'art. 2222 c.c. e il lavoro irregolare , si segnala U. Ranucci, Il contratto di lavoro autonomo occasionale ai sensi dell'art. 2222 c.c.: disciplina ed ipotesi di applicabilità della c.d. Maxisanzione per il lavoro “nero” a tale fattispecie, pubblicato il 10 dicembre 2009 in http//www.adapt.it 300 In tal senso, Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Circolare n. 33 del 10 novembre 2009...cit., 5. 127 127

Atteso che il dettato normativo sancisce che la percentuale soglia debba essere accertata alle stregua della manodopera presente sul luogo di lavoro, vien da sé che non possono essere esclusi dalla base di detto calcolo i lavoratori non titolari di permesso di soggiorno; infatti, a nulla vale l'obiezione secondo cui il relativo rapporto di lavoro non possa essere formalizzato stante lo status di clandestinità, perché proprio l'impiego di lavoratori clandestini costituisce la forma più grave di occupazione illegale a fronte della quale l'intervento cautelare e repressivo del provvedimento di sospensione trova la sua massima ragion d'essere 301 . § 3.1.1. Il binomio repressione e sopravvivenza delle imprese alla base del favor per le micro-imprenditoria Nella già citata macro-direttiva del 18 settembre 2008, il Ministro del Lavoro allora incarica, on. Maurizio Sacconi, quanto alla sospensione dell'attività di impresa, sottolinea l'opportunità di “non punire esasperatamente le microimprese”, senza, però, “creare intollerabili discriminazioni”; in particolare, sulla percentuale di lavoratori “in nero”, ad avviso dell'On. Ministro “nella microimpresa trovata con un solo dipendente irregolarmente occupato non siano di regola sussistenti i requisiti essenziali di tutela di cui al decreto legislativo n. 81 del 2008 idonei a sfociare in un provvedimento di sospensione” 302 . A differenza di quanto avviene nell'ordinamento comunitario, che offre agli operatori del diritto alcuni parametri per poter accertare se un'impresa possa o meno essere qualificata come “micro” (entità del fatturato o del bilancio e numero dei dipendenti), l'ordinamento interno non formula alcuna norma definitoria di “micro-impresa” né prevede criteri orientativi per accertarne la natura. Secondo la prassi amministrativa la nozione di “micro-impresa” rappresenta un concetto “atecnico”, per la definizione del quale non è possibile impiegare i parametri individuati in sede europea; questi, infatti, difficilmente possono conciliarsi con la natura cautelare del provvedimento di sospensione che esige un accertamento più che rapido dei presupposti relativi alla sua legittima adozione. 301 Di tale avviso, P. Pennesi e P. Rausei, La sospensione dell'attività imprenditoriale in M. Tiraboschi e L. Fantini (a cura di) Il Testo Unico della salute e sicurezza sul lavoro dopo il correttivo (D. Lgs. n. 106/2009)...cit., 1026. Infatti, sul punto gli AA. precisano che “Resta fermo quanto precisato dal Ministero del lavoro con lettera circolare 4 luglio 2007, n. 8906, in tema di lavoro sommerso, circa la inclusione, nel personale non risultante dalla documentazione, anche dei lavoratori extracomunitari clandestini e dei lavoratori minori non occupabili, giacché, sebbene non soggetti a iscrizione nel libro unico del lavoro, né a comunicazione preventiva di assunzione, in ragione della loro “irregolarità” assoluta per illecita immissione al lavoro penalmente sanzionata, su tratta senza dubbio della forma più rilevante di irregolare occupazione meritevole di intervento cautelare e sanzionatorio”. Sull'impiego di manodopera “clandestina” si richiama quanto detto al Capitolo Secondo, nota 241. 302 Vedi Direttiva del Ministro, della Salute e delle Politiche Sociali del 18 sett. 2008…cit.,7 e 8. 128 128

Sulle categorie del diritto del lavoro "riformate"
Bollettino num.5 Diritti & Lavoro - Falcri
1. Stress-lavoro correla - PuntoSicuro
“Novissime” modifiche alla disciplina delle s.r.l.s. - Diritto Societario ...
i diritti fondamentali e la direttiva sull'orario di lavoro - ETUC
Paolo De Stefani, Profili di diritto penale internazionale nella ...
20141229-101932_rusciano_zoppoli_n3-2014pdf
IL MOBBING NEL RAPPORTO DI LAVORO - Camera Penale di Monza
Regolamento del Calcio a 5 2011 - Diritto Calcistico
RLS e Sicurezza sul lavoro - Nursind
Broszura - Budownictwo_IT_1.indd - Ministero del Lavoro e delle ...
"Demo" n. 5: Il Garante dei diritti dei detenuti (pdf) - Mattia Civico
1. Stress-lavoro correla - PuntoSicuro
Il coordinatore in materia di salute e sicurezza nei cantieri ai ... - INFN
Tesi dottorato Jean-Paule Castagno_stampata - BOA Bicocca Open ...
VIETATO L'ACCESSO... AL LAVORO INSICURO - Anmil
00 - Copertina n. 9-2009.indd - Centro Studi Lavoro e Previdenza
Volume 3 – Lavoro, famiglia, disabilità. I diritti del ... - ASL TO 1
Atti Primo Seminario Nazionale Sociologia del Diritto a - Ristretti.it
Corso di Fondamenti di Diritto - My LIUC
Linee guida al lavoro frontaliero - CCIAA di Varese
Avv. Raffaele Bergaglio - Ordine degli Ingegneri della Provincia di ...
Regolamento del Calcio a 5 2011 - Diritto Calcistico
Manuale sul diritto europeo in materia di asilo, frontiere e ...