Views
1 year ago

Lavoro e Diritto 6 5

dHTbNFb

soglia normativamente

soglia normativamente prevista. Ciò che ne esclude la doverosità, infatti, non è la possibilità dell'ispettore di determinare o meno l'assunzione dell'atto, ma è semplicemente il dovere dell'ispettore di verificare se gli effetti sospensivi del provvedimento possano dar luogo ad una situazione di pericolo maggiore rispetto a quella che l'ordine interdittivo si propone di tutelare. Infatti, lo stesso Ministero, anche dopo la citata pronuncia dei giudici amministrativi, insiste sulla natura discrezionale del provvedimento di sospensione e ribadisce testualmente che

salute e sicurezza dei lavoratori. Ragion per cui, anche il Ministero riconosce che detto accertamento implica la normale l'emanazione del provvedimento, facendo salvi, però, i casi in cui dovessero emergere possibili ripercussioni dell'atto sull'incolumità delle persone (lavoratori e non), sull'integrità dei beni aziendali e sui disservizi all'utenza: solo l'emersione di interessi di grado pari o superiore a quelli che il provvedimento intende tutelare fa scattare l'obbligo di una valutazione comparativa dei vari interessi in gioco, in ossequio al principio costituzionale di buona amministrazione (art. 97 Cost.) a cui ogni azione amministrativa deve essere improntata 380 . § 8. Il divieto di sospensione nella micro-imprenditoria: il passaggio dall'eccesso di potere alla violazione di legge e il rilievo del difetto assoluto di attribuzione L'unica fattispecie in cui il giudizio di opportunità rimesso dal Legislatore all'Amministrazione soffre un limite è quello della micro-imprenditoria, rispetto all'attività della quale, la prassi amministrativa, prima, ed il Legislatore, poi, hanno avvertito l'irragionevolezza della sospensione per lavoro nero attese le considerazione su cui si è già riferito 381 (art. 14, co.11 bis, D. Lgs. n. 81/2008). Il passaggio dal divieto formulato solo in sede di circolari ministeriali al divieto dettato anche con testi di legge determina un ampliamento delle conseguenze nel caso di sua inosservanza. Nel primo caso, la violazione del divieto da parte dell'Amministrazione si sostanzia in un comportamento di non ottemperanza ad un ordine interno all'organizzazione statale, il cui ossequio è strumentale all'uniformità dell'azione pubblica; ciò, però, non esclude che, ove la violazione produca effetti all'esterno dell'organizzazione amministrativa, il medesimo atto può ritenersi viziato da eccesso di potere allorquando le ragioni del contrasto non siano adeguatamente motivate; da qui, il possibile annullamento dell'atto, in sede giudiziale, per effetto dell'art. art. 21 octies, co. 1, L. n. 241/1990 382 e l'eventuale sanzione disciplinare 383 380 Cfr. V. Lippolis e G. Anastasio, La sospensione dell'attività d'impresa...cit.,16, i quali, dopo aver osservato che la diversità di vedute tra l'impostazione giurisprudenziale e quella ministeriale, non è poi così ampia, mettono in risalto un importante aspetto operativo: il Ministero ha formulato le sue osservazione in una circolare (n. 33 del 10 novembre 2009) e cioè in un atto che, seppur avente valore normativo interno, conferisce al comportamento degli ispettori, che ad esso si attengono, una “presunzione normativa di legittimità”; perciò, deve intendersi che gli ispettori ministeriali, una volta accertata la sussistenza dei parametri normativi, avranno il dovere di adottare il provvedimento di sospensione ed avranno, invece, la facoltà di scegliere se disporre o meno la sospensione a seguito di un'attenta ponderazione degli interessi in gioco, qualora la disposizione della sospensione dovesse avere ricadute sull'incolumità delle persone, sull'integrità dei beni aziendali e sui disservizi all'utenza. 381 Sul punto si richiama quanto esposto sopra al § 3.1.1. 382 L'ordine con cui la Pubblica Amministrazione impone ai soggetti un certo comportamento può 158 158

Sulle categorie del diritto del lavoro "riformate"
Bollettino num.5 Diritti & Lavoro - Falcri
1. Stress-lavoro correla - PuntoSicuro
Volume 3 – Lavoro, famiglia, disabilità. I diritti del ... - ASL TO 1
“Novissime” modifiche alla disciplina delle s.r.l.s. - Diritto Societario ...
Paolo De Stefani, Profili di diritto penale internazionale nella ...
sicurezza e salute nei luoghi di lavoro in friuli venezia giulia - Cgil Fvg
Diamo gambe ai diritti - Regione Piemonte
Alleggerisci il carico - Lavoro e Politiche Sociali
DIRITTI IN CRESCITA - Ministero del lavoro, salute e politiche sociali
i diritti fondamentali e la direttiva sull'orario di lavoro - ETUC
Raccomandazioni per ambienti di lavoro liberi dal ... - OED Piemonte
IL MOBBING NEL RAPPORTO DI LAVORO - Camera Penale di Monza
Regolamento del Calcio a 5 2011 - Diritto Calcistico
20141229-101932_rusciano_zoppoli_n3-2014pdf
RLS e Sicurezza sul lavoro - Nursind
Sicurezza sul lavoro OSS - Studio Tecnico di Ingegneria - Marco ...
Broszura - Budownictwo_IT_1.indd - Ministero del Lavoro e delle ...
"Demo" n. 5: Il Garante dei diritti dei detenuti (pdf) - Mattia Civico
1. Stress-lavoro correla - PuntoSicuro
Il coordinatore in materia di salute e sicurezza nei cantieri ai ... - INFN
I provvedimenti disciplinari in azienda - API - Teramo
llaccesso alle cure: un diritto non rispettato in europa
Tesi dottorato Jean-Paule Castagno_stampata - BOA Bicocca Open ...