Views
1 year ago

Lavoro e Diritto 6 5

dHTbNFb

vigore del C.P.A. 387

vigore del C.P.A. 387 anche il pregiudizio arrecato all'interesse legittimo è ritenuto risarcibile, per cui va svilendosi la teoria che vede nell'atto nullo un atto geneticamente idoneo a produrre effetti, quindi, inesistente e, perciò, giuridicamente irrilevante. Dunque, il privato che ha interesse ad impugnare il provvedimento di sospensione per difetto assoluto di attribuzione potrà esperire l'azione di nullità innanzi al G.A. con l'accorgimento di proporre la relativa istanza entro il termine di decadenza previsto; al medesimo giudice il ricorrente, potrà, altresì, chiedere la condanna al risarcimento del danno ingiusto derivante dall'illegittimo esercizio dell'attività amministrativa con l'accorgimento, però, di proporre la relativa domanda entro il termine di decadenza di centoventi giorni decorrente dal giorno in cui il fatto si è verificato ovvero dalla conoscenza del provvedimento se il danno deriva direttamente da questo (art. 30 C.P.A.). Peraltro, è pacifico che la domanda volta ad ottenere il ristoro dei danni sofferti a causa del provvedimento illegittimo può essere avanzata anche laddove sia esperita l'azione di annullamento del provvedimento o nel corso del relativo giudizio o successivamente a quest'ultimo, purché non siano trascorsi oltre centoventi giorni dal passaggio in giudicato della relativa sentenza (art. 30, co. 5, C.P.A.). § 9. Le comprensibili “stranezze” di un provvedimento amministrativo “speciale” Che il provvedimento di sospensione sia un “provvedimento amministrativo speciale previsto da una legge speciale” è stato sin da subito messo in rilievo dalla dottrina più accorta 388 . Dalla ratio sottesa all'istituto e dalla disciplina che ne governa l'attuazione si evince come il provvedimento di sospensione vanti “una diretta natura cautelare, di tipo prevenzionistico, accanto a quella sanzionatoria, senza alcuna valenza di tipo procedimentale amministrativo” 389 . Infatti, le esigenze di tutela immediata perseguite dal provvedimento e, quindi, l'urgenza insita nella ragion d'essere del provvedimento stesso, ne determinano l'inassoggettabilità alla Legge 7 agosto 1990, n. 241 sul 387 Con il D. Lgs. 2 luglio 2010, n. 104, pubblicato nel supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale 7 luglio 2010 n. 156 viene approvato il Codice del Processo Amministrativo in Attuazione dell'art. 44 della legge 18 giugno 2009, n. 69, recante delega al Governo per il riordino del processo amministrativo 388 E. Massi, Le novità nel contrasto al lavoro nero e l'attività delle Direzioni Provinciali del Lavoro...cit. 8. 389 P. Pennesi e P. Rausei, La sospensione dell'attività imprenditoriale in M. Tiraboschi e L. Fantini (a cura di) Il Testo Unico della salute e sicurezza sul lavoro dopo il correttivo (D. Lgs. n. 106/2009)...cit., 1023. Dello stesso avviso F. Bacchini, Cosa cambia realmente in materia di sicurezza sul lavoro ...cit., 31. 161 161

procedimento amministrativo 390 ; ciò trova riscontro anche nel dato letterale della norma, che, a seguito della riscrittura ad opera del Legislatore del 2008, ne sancisce espressamente l'inapplicabilità (art. 14, co. 1, D. Lgs. n. 81/2008). Dunque, le regole valevoli per l'instaurazione, lo svolgimento e la conclusione del procedimento amministrativo non operano nei riguardi del provvedimento di sospensione dell'attività d'impresa. Attenta dottrina ha colto in detta disposizione l'intento del Legislatore di sottolineare il carattere necessariamente fulmineo che connota l'adozione dello strumento sospensivo; questa peculiarità esclude che la formulazione dell'ordine di sospensione possa essere preceduta dall'instaurazione di un contraddittorio con il privato, così come, del pari, esclude che l'adozione di detto procedimento possa conciliarsi con forme di partecipazione dell'impresa al relativo procedimento. La sospensione, infatti, resta uno strumento forte e temuto solo se adottato nel corso dell'accesso ispettivo oppure a seguito di segnalazione secondo le modalità ed i termini innanzi precisati; pertanto, la sua emanazione non può tollerare le tipiche forme di manifestazione del procedimento amministrativo ordinario 391 . Del resto, anche la stessa giurisprudenza riconosce che la deroga alla regola generale dettata dall'art. 17, co. 1, lett. b, del T.U. Pubblico Impiego (D. Lgs. n. 165/2001), di cui si è innanzi detto, conferisce il potere di sospensione direttamente agli organi di vigilanza per poter così garantire una tutela tempestiva, ragion per cui tale potere deve essere esercitato “senza indugio” in sede di accesso 392 . § 9.1. La trasparenza dell'azione amministrativa: il valore primario dell'Amministrazione autorevole e non autoritaria Se da un lato disposizione legislativa, a tenore della quale ai provvedimenti di sospensione dell'attività d'impresa non si applicano le disposizioni di cui alla L. n. 241/1990, mette un punto fermo circa la sua non applicabilità alla procedura di adozione del provvedimento in esame 393 , dall'altro una rigorosa applicazione letterale di questa potrebbe indurre a ritenere che gli organi di controllo non siano tenuti all'obbligo di motivazione ivi sancito all'art. 3, co. 1; per effetto di detta norma, infatti, ogni provvedimento amministrativo deve indicare i presupposti di 390 Si consideri, ad esempio, come la necessaria tempestività dell'intervento cautelare strida con l'obbligo di comunicare l'avvio del procedimento amministrativo (art. 7 L. n. 241/1990). 391 Cfr. E. Gragnoli, La protezione della salute e della sicurezza e le disposizioni di contrasto al lavoro irregolare (art. 14, D. Lgs. 9.4.2008, n. 81...cit., 227. 392 T.A.R. Lombardia – Milano – Sez. III – Sentenza 9 gennaio 2009, n. 2...cit., 8. 393 M. Lanotte, Il sistema istituzionale, la vigilanza e i suoi attori in L. Galantino (a cura di) Il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro il d.lg. n. 81/2008 e il d. lg. n. 106/2009 … cit. 215. 162 162

Bollettino num.5 Diritti & Lavoro - Falcri
Volume 3 – Lavoro, famiglia, disabilità. I diritti del ... - ASL TO 1
1. Stress-lavoro correla - PuntoSicuro
Sulle categorie del diritto del lavoro "riformate"
sicurezza e salute nei luoghi di lavoro in friuli venezia giulia - Cgil Fvg
1. Stress-lavoro correla - PuntoSicuro
DIRITTI IN CRESCITA - Ministero del lavoro, salute e politiche sociali
i diritti fondamentali e la direttiva sull'orario di lavoro - ETUC
“Novissime” modifiche alla disciplina delle s.r.l.s. - Diritto Societario ...
20141229-101932_rusciano_zoppoli_n3-2014pdf
I provvedimenti disciplinari in azienda - API - Teramo
Paolo De Stefani, Profili di diritto penale internazionale nella ...
Corso di Fondamenti di Diritto - My LIUC
llaccesso alle cure: un diritto non rispettato in europa
Regolamento del Calcio a 5 2011 - Diritto Calcistico
Manuale sul diritto europeo in materia di asilo, frontiere e ...
Diamo gambe ai diritti - Regione Piemonte
conciliazione lavoro-famiglia le leggi ha sostegno ... - Cisl Lombardia
62° consiglio nazionale Falcri sicurezza sul lavoro UniParthenope ...
IL MOBBING NEL RAPPORTO DI LAVORO - Camera Penale di Monza
Regolamento del Calcio a 5 2011 - Diritto Calcistico
Alleggerisci il carico - Lavoro e Politiche Sociali
RLS e Sicurezza sul lavoro - Nursind