Views
1 year ago

Lavoro e Diritto 6 5

dHTbNFb

provvedimento di

provvedimento di sospensione perde efficacia, con la conseguenza che il silenzio serbato dall'Amministrazione preposta alla decisione, per espresso volere legislativo, acquista il significato dell'assenso: il ricorso, quindi, nonostante l'inerzia amministrativa viene accolto (cosiddetto “silenzio-assenso” o “silenzioaccoglimento”) 450 . E' pacifico che durante la pendenza del ricorso il provvedimento impugnato continui a spiegare i suoi effetti interdittivi. Sotto tale profilo, alcuni in dottrina rilevano come, nonostante l'inerzia dell'Amministrazione abbia effetti satisfattivi per il ricorrente, il protrarsi dell'efficacia dell'ordine sospensivo per il tempo necessario alla proposizione del ricorso e per quello entro cui l'organo decidente deve addivenire alla decisione, di fatto, scoraggi l'esperimento di tale iniziativa: l'interesse delle imprese, a riprendere al più presto l'attività, fa ritenere verosimile che queste optino per il conseguimento della revoca e non per l'impugnazione dell'atto 451 . Tuttavia, come già osservato, al datore di lavoro sospeso non è preclusa la possibilità di intraprendere un doppio percorso: agire per conseguire la revoca ed, al contempo, ricorrere (nei termini di legge) avverso il provvedimento nelle sedi competenti; senonché, si ribadisce come questa “doppia via” comporti costi sul piano temporale e su quello economico che non tutte le imprese hanno la “forza” di affrontare. Riguardo ai motivi su cui fondare il ricorso, il Legislatore nulla dice; secondo il Dicastero, non avendo il Legislatore disposto alcunché sul punto, è come se avesse riconosciuto la possibilità di impugnare il provvedimento sia per motivi di merito che di legittimità 452 . In ogni caso, al di là degli aspetti specifici della disciplina, ad avviso di attenta dottrina, il sistema di impugnazione, mediante il ricorso all'Autorità gerarchicamente superiore a quella che ha emesso il provvedimento, fa propendere per la natura sanzionatoria di tipo amministrativo del provvedimento di sospensione 453 : infatti, se il provvedimento non avesse alcuna portata afflittiva o, in ogni caso, restrittiva della sfera giuridica del destinatario, questi non avrebbe 450 451 452 453 Accanto al silenzio-rigetto e al silenzio-inadempimento esistono ulteriori esempi di “silenziosignificativo”: quello di “silenzio-assenso e di silenzio-diniego, che si configurano, rispettivamente, quando l'ordinamento collega al decorso del termine la produzione di un effetto equipollente all'emanazione di un provvedimento favorevole o di diniego a seguito di istanza del privato titolare di un interesse pretensivo. In particolare l'istituto del silenzio-assenso rappresenta un rimedio all'inerzia dell'Amministrazione che si risolve in un vantaggio per il privato che ha presentato l'istanza, cfr. E. Casetta, Manuale di diritto amministrativo ... cit., 451. E. Gragnoli, La protezione della salute e della sicurezza e le disposizioni di contrasto al lavoro irregolare (art. 14, D. Lgs. 9.4.2008, n. 81) … cit., 230. Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Circolare n. 33 del 10 novembre 2009 … cit., 11. F. Bacchini, Cosa cambia realmente in materia di sicurezza sul lavoro. Guida alle modifiche dell'originario “Testo Unico sulla Sicurezza”... cit, 31. 181 181

alcun interesse a ricorrere; inoltre, il dato normativo, legittimando il ricorso all'Autorità sovraordinata a quella che formulato l'atto, dirime ogni possibile dubbio sulla natura amministrativa dell'atto stesso. § 11.3.2. I ricorsi giurisdizionali: una garanzia costituzionale In generale il diritto di agire in giudizio per la difesa delle posizioni giuridiche di cui si è titolari e, più in particolare, il diritto di adire l'Autorità Giudiziaria avverso gli atti della pubblica amministrazione rappresentano garanzie espressamente consacrate nella Carta Costituzionale (rispettivamente agli artt. 24 e 113 Cost.). Dunque, anche contro il provvedimento di sospensione è possibile promuovere ricorso innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale 454 , in ossequio alle regole dettate dal Codice del Processo Amministrativo (D. Lgs. 2 luglio 2010, n.104). § 12. La disciplina della sospensione dell'attività di impresa: il risultato di un percorso “consapevole” Da quanto sinora enunciato in punto di disciplina della sospensione dell'attività imprenditoriale, si evince come la politica legislativa del 2009 si sia mostrata attenta ai molti suggerimenti avanzati dalla prassi ministeriale. Ciò ha consentito la formulazione di un precetto normativo teso a realizzare un sistema non imposto agli operatori del diritto, quasi fosse “caduto dall'alto”, ma auspicato, pensato e voluto a garanzia del bene giuridico presidiato: il lavoro e la tutela della persona del lavoratore. L'apertura del Legislatore, seppur con qualche “distrazione”, alle riflessioni formulate da chi ogni giorno applica in contesti “delicati”, quale è la realtà economico sociale del lavoro, istituti difficili per portata ed implicazioni, come il provvedimento di sospensione dell'attività d'impresa, è certamente indice di attenzione e di sensibilità verso la creazione di un sistema giuridico consapevole attraverso cui perseguire al meglio le finalità che la norma (e, quindi, l'istituto) intende realizzare. La stessa prassi amministrativa ha dimostrato nel tempo la capacità di rendersi conto della “non bontà” di posizioni inizialmente assunte, come avvenuto, per esempio, in ordine al concetto di “regolarizzazione” dei lavoratori 454 Cfr. A. Del Torto, Sospensione dell'attività imprenditoriale: le novità introdotte al Tusic in Diritto & Pratica del Lavoro … cit., 2488; V. Lippolis e G. Anastasio, La sospensione dell'attività d'impresa … cit., 22 e E. Gragnoli, La protezione della salute e della sicurezza e le disposizioni di contrasto al lavoro irregolare (art. 14, D. Lgs. 9.4.2008, n. 81) … cit., 230. 182 182

Bollettino num.5 Diritti & Lavoro - Falcri
Volume 3 – Lavoro, famiglia, disabilità. I diritti del ... - ASL TO 1
1. Stress-lavoro correla - PuntoSicuro
Sulle categorie del diritto del lavoro "riformate"
1. Stress-lavoro correla - PuntoSicuro
sicurezza e salute nei luoghi di lavoro in friuli venezia giulia - Cgil Fvg
DIRITTI IN CRESCITA - Ministero del lavoro, salute e politiche sociali
“Novissime” modifiche alla disciplina delle s.r.l.s. - Diritto Societario ...
i diritti fondamentali e la direttiva sull'orario di lavoro - ETUC
Paolo De Stefani, Profili di diritto penale internazionale nella ...
20141229-101932_rusciano_zoppoli_n3-2014pdf
I provvedimenti disciplinari in azienda - API - Teramo
Corso di Fondamenti di Diritto - My LIUC
llaccesso alle cure: un diritto non rispettato in europa
Regolamento del Calcio a 5 2011 - Diritto Calcistico
Manuale sul diritto europeo in materia di asilo, frontiere e ...
Diamo gambe ai diritti - Regione Piemonte
Alleggerisci il carico - Lavoro e Politiche Sociali
IL MOBBING NEL RAPPORTO DI LAVORO - Camera Penale di Monza
Regolamento del Calcio a 5 2011 - Diritto Calcistico
conciliazione lavoro-famiglia le leggi ha sostegno ... - Cisl Lombardia
62° consiglio nazionale Falcri sicurezza sul lavoro UniParthenope ...
RLS e Sicurezza sul lavoro - Nursind