02 Il servizio civile lancia messaggi chiari PUB

zivi.admin.ch

Il servizio civile

lancia messaggi chiari


I civilisti ce la mettono tutta

I civilisti aiutano la comunità laddove

vi è maggiormente bisogno.

Offrono cure e assistenza alle persone,

operano a favore dell’ambiente

e della natura, si occupano

della conservazione dei

beni culturali e aiutano nella cooperazione

allo sviluppo. Con i

loro impieghi, impegnativi dal

punto di vista fisico e mentale,

lanciano dei messaggi, e le loro

prestazioni di lavoro di pubblico

interesse sono apprezzate

dalla comunità.

Il servizio civile influisce notevolmente anche

sulla vita privata dei civilisti e per molti anni rimane

un elemento chiave nella pianificazione

degli impegni personali.

L’obbligo di prestare servizio civile si riflette

sulla formazione e sulla vita professionale e

familiare dei civilisti: i doveri personali non

dispensano dall’obbligo di prestare servizio.

Il differimento del servizio è possibile soltanto

in casi eccezionali, ed è imperativo completare

tutti i giorni di servizio.

Ai civilisti è pertanto consigliato di prestare la

totalità dei giorni in tempi brevi, nei primi anni

dall’ammissione. I civilisti sono aperti e flessibili:

si dichiarano disposti, all’occorrenza, a

svolgere impieghi di diversa natura e in tutto il

Paese.


I civilisti fanno parlare i fatti

Chi presta servizio civile si impegna in modo

vincolante a farlo nel rispetto delle norme di

legge. Il servizio prestato dai civilisti dura una

volta e mezza quello militare, ossia fino a 390

giorni (addirittura 450 per i militari in ferma

continuata). I civilisti devono quindi avere il

fiato lungo: ogni impiego dura almeno quattro

settimane (26 giorni). Coloro che

non hanno adempiuto la scuola

reclute devono compiere un lungo

periodo d’impiego, della durata

di sei mesi (180 giorni), al più

tardi entro tre anni dall’ammissione.

I civilisti che hanno adempiuto

la scuola reclute devono invece

prestare otto settimane

(54 giorni) di servizio come primo

impiego.

Per ciascun impiego vale il principio

seguente: i civilisti prestano

sempre servizio a tempo pieno,

non è infatti possibile prestare servizio

a tempo parziale. Se il civilista si occupa

dei propri figli in alcuni giorni ben precisi,

dovrà trovare una persona che lo sostituisca

durante gli impieghi. Sarà assente anche dal

suo luogo di formazione, dal suo posto di lavoro

o dalla sua azienda.

È prevista la partecipazione a corsi obbligatori

presso il Centro di formazione del servizio civile

di Schwarzsee/Lac Noir (Cantone di Friburgo).

Nei mansionari relativi ai singoli impieghi

sono indicati i corsi di formazione che

devono essere frequentati. Anche questo

aspetto richiede flessibilità, poiché chi non ha

svolto uno dei corsi richiesti non può svolgere

l’impiego.

I civilisti devono inoltre prestare tutti i giorni di

servizio. Soltanto chi è incapace al lavoro o è

in grado di dimostrare che non esistono impieghi

conciliabili con i suoi problemi di salute

può essere licenziato anticipatamente.


I civilisti hanno un piano

I civilisti si assumono

delle responsabilità e

organizzano i propri impieghi

autonomamente.

Il tutto può essere pianificato

grazie a una scorciatoia: il portale

E-ZIVI consente infatti di ricercare

un impiego e stipulare la

relativa convenzione in modo

rapido e direttamente online. Le

persone di contatto presso un istituto

d’impiego o un centro regionale del servizio

civile sono così a portata di clic. E-ZIVI fornisce

inoltre una panoramica centralizzata e sempre

accessibile di tutte le questioni del servizio

civile.

Quando si tratta di confermare la domanda

d’ammissione al servizio civile non vanno dimenticati

i propri obblighi. È fondamentale

porsi per tempo domande come: desidero e

sono in grado di adempiere questi obblighi?

Sono disposto a prestare servizio civile anche

in altri ambiti o luoghi, se non ci sono posti

disponibili per impieghi previsti da mansionari

di orientamento analogo a quello desiderato?

Riesco a conciliare il servizio civile con i miei

piani e doveri personali? È possibile scegliere

tra molti impieghi diversi, proprio per questo

il tutto va pianificato bene e con un certo anticipo.

Attenzione: il servizio civile non è la soluzione

per chi ha problemi di salute, soffre lo stress o

non riesce a conciliare il servizio militare con

la sua formazione, il lavoro o la famiglia. In tali

casi occorre rivolgersi agli organi militari.

Aspetti finanziari

Il civilista riceve un’indennità di

perdita di guadagno (IPG). Chi non

ha adempiuto la scuola reclute

percepisce, per tutta la durata prevista

per quest’ultima, solo l’importo

minimo, indipendentemente

dal guadagno percepito in precedenza.

Vitto e alloggio sono forniti

dall’istituto d’impiego. Qualora ciò

non fosse possibile il civilista riceve

un’indennità. Chi ha già una

famiglia può informarsi presso la

propria cassa di compensazione in

merito agli assegni familiari o ad

altri eventuali sussidi di cui può

usufruire. Chi presta meno di 26

giorni di servizio civile in un anno

è tenuto a pagare una tassa d’esenzione

che viene rimborsata una

volta assolto l’intero periodo di

servizio civile.


La decisione spetta a voi

Prima di decidere definitivamente di confermare

la domanda d’ammissione al servizio civile

occorre tenere presente che non è possibile

scegliere liberamente se prestare servizio

militare o servizio civile. Il servizio civile è infatti

riservato a persone che ritengono di non

poter conciliare il servizio militare con la propria

coscienza e che lo dimostrano adducendo

la prova dell’atto: dichiarano di essere disposte

a prestare servizio civile, che dura una volta e

mezza quello militare, secondo la legge sul servizio

civile, senza riserve né condizioni.

Coloro che confermano la loro domanda ricevono

dall’Organo d’esecuzione la decisione

d’ammissione. Da quel momento sarà loro possibile

cercare e concordare un impiego direttamente

dal proprio account E-ZIVI. Attenzione:

dopo la conferma, la domanda non potrà più

essere ritirata.

Il servizio civile

richiede tenacia


Informazioni

Per maggiori informazioni visitare il sito

www.zivi.admin.ch.

Per presentare la domanda d’ammissione è necessario

avere precisi motivi di coscienza e aver

soppesato attentamente le regole imposte dal

servizio civile. Eventuali infrazioni alla legge sul

servizio civile e all’ordinanza sul servizio civile

sono sanzionate in via disciplinare o con l’avvio

di un procedimento penale.

Organo d’esecuzione del servizio civile ZIVI

www.zivi.admin.ch

Distribuzione: UFCL, Vendita di pubblicazioni federali, CH-3003 Berna, www.pubblicazionifederali.

Art.-Nr. 735.107.i 07.16 1000 860381664

More magazines by this user
Similar magazines