Views
1 year ago

Sfogliabile_InMotion_giugno_n34

C RONACA imprese &

C RONACA imprese & mercati terna ha fornito un contributo alla crescita del settore determinante rispetto a quello offerto dai mercati esteri. Su questo andamento si è riflessa positivamente anche la presenza di strumenti mirati agevolanti per gli acquisti di beni strumentali. Più in generale, la domanda lungo la filiera di tecnologie per l’automazione industriale si conferma trainata dalla crescente attenzione del mercato verso soluzioni innovative. In questo contesto svolge un ruolo centrale il percorso di rinnovamento dei processi manifatturieri sostenuto dallo sviluppo del nuovo paradigma Industria 4.0. Il canale estero mantiene un ruolo importante per la crescita del comparto. Guardando alle esportazioni dirette, nel 2016 le vendite estere di tecnologie per l’automazione industriale hanno mostrato un incremento su base annua del 2,2%. Su questo andamento si è riflessa positivamente la tenuta della domanda europea, area che assorbe in aggregato quasi il 60% delle esportazioni del comparto. Fra i mercati europei che hanno espresso una maggiore ricettività all’offerta tecnologica del Made in Italy si annoverano Germania e Spagna. Guardando invece ai mercati extra europei, in corso d’anno sono emersi andamenti differenziati fra le diverse aree geografiche, risentendo dell’elevata instabilità dello scenario. Segnali di miglioramento anche dallo scenario internazionale Dopo una fase di debolezza, fra la fine del 2016 e la prima metà del 2017 sono emersi nello scenario internazionale segnali di miglioramento, incentivati dalla riattivazione degli scambi globali e dalla crescita dei livelli produttivi. In particolare, nei primi mesi del 2017 indicazioni di recupero hanno interessato importanti mercati emergenti che l’anno precedente avevano mostrato un rallentamento. In un contesto che mantiene elevate incognite, questo elemento potrebbe riflettersi in misura rilevante sulla domanda rivolta all’industria manifatturiera italiana, fornendo nuova linfa alle esportazioni delle principali filiere del Made in Italy fra cui quella metalmeccanica. L’avvio di un nuovo ciclo internazionale di acquisti di macchinari e impianti potrebbe svolgere un ruolo centrale in questo percorso. L’accelerazione della ripresa nel mercato interno e, in particolare, il consolidamento del ciclo degli investimenti, gioca altresì l La prossima edizione di SPS IPC DRIVES Italia avrà luogo dal 22 al 24 maggio 2018. l The next edition of SPS IPC DRIVES Italia will take place from 22 nd to 24 th May 2018. un ruolo rilevante per lo sviluppo dei settori manifatturieri più avanzati. Ampie attese sono legate al Piano Nazionale Industria 4.0 a sostegno alla domanda di tecnologie innovative. Attese di tenuta caratterizzano anche la componente degli investimenti in mezzi di trasporto che nell’ultimo biennio aveva fornito un contributo trainante alla crescita. Queste tendenze potranno riflettersi positivamente sull’andamento dell’industria italiana dell’Automazione nel consolidato ruolo di portatrice di innovazione nei processi e nelle reti. l Signs of recovery on the international front as well After a period of weakness, the end of 2016 and the first half of 2017 have seen encouraging signs of international growth, with global trade picking up again and production levels also rising. Over the first months of 2017, these shoots of optimism have also been felt in some important emerging markets that had previously been slowing. In what is, however, still a highly volatile period, these factors could have positive repercussions on demand for Italian manufacturing bringing much needed vitality to exports across the most important Made In Italy industrial sectors. The beginning of a new cycle of international machinery purchasing could take centre stage in this dynamic. The acceleration in demand across the domestic market, backed up by a strong investment plan, will be two key points in the development of the most technologically advanced manufacturing sectors. The Industry 4.0 National Plan has been billed as a boost to innovative technologies and the weight of expectation is high as it is with expected transportation investment, a sector that has buoyed the entire branch recently. These are all trends that can have a positive impact on Italian automated industry and help to consolidate its role as a conveyor of innovation in processes and networks. l 18 l giugno 2017 PubliTec

C RONACA meccanica Attuazione elettro-idrostatica innovativa MMoog ha sviluppato un sistema di attuazione elettro-idrostatica che riunisce, in un sistema compatto, i benefici delle tecnologie elettromeccanica ed elettroidraulica. Questa tecnologia permette di incrementare i livelli di produttività, grazie alla notevole riduzione dei fermi macchina e all’aumento dell’efficienza energetica. di Elena Magistretti Era la novità più attesa in casa Moog, presentata a SPS IPC Drives Italia a Parma: un sistema di trasmissione ibrido (EAS) in grado di coniugare i principali punti di forza della tecnologia elettroidraulica - robustezza e affidabilità, disponibilità dell’opzione “fail safe”, assenza di giochi meccanici, ideale per le alte forze - con quelli della tecnologia elettromeccanica, ovvero elevata efficienza, pulizia, basse emissioni di rumore, assenza di centrale idraulica e semplicità di installazione e collaudo. Una soluzione in grado di assicurare benefici sia ai costruttori di macchine, sia agli utilizzatori finali, in virtù della perfetta integrazione con i sistemi esistenti, ai quali si uniscono l’eliminazione di componenti pneumatici e idraulici ausiliari, la diminuzione dei consumi e una manutenzione più rapida e semplice. L’attuazione elettro-idrostatica permette di incrementare i livelli di produttività, grazie alla notevole riduzione dei fermi macchina e all’aumento dell’efficienza energetica. L’unità motore-pompa è il cuore del sistema Cuore del sistema di attuazione è l’unità motore-pompa che favorisce l’implementazione di un sistema di trasmissione decentralizzato ed elimina la necessità di centraline idrauliche e tubazioni complesse, riducendo così l’ingombro degli impianti. Dal design compatto, il prodotto si caratterizza per una particolare interfaccia che permette la diretta connessione ai cilindri idraulici, riducendo il fabbisogno di spazi aggiuntivi su ogni asse. Progettata per soddisfare le esigenze di OEM, integratori di sistemi e utilizzatori finali, che sempre più ricercano prodotti più puliti, energeticamente efficienti, l’unità di Moog si distingue anche per la sua semplicità di installazione e collaudo, e permette la diretta connessione ai cilindri idraulici, diminuendo il numero dei componenti ausiliari richiesti. Permette, inoltre, di ridurre il rischio di guasti e di perdite d’olio, favorendo inoltre la diminuzione dei costi delle manutenzioni periodiche e del Total Cost of Ownership (TCO). Tra i settori dove trova impiego segnaliamo il metal forming, l’industria pesante e lo stampaggio a iniezione, la pressofusione, le turbine a gas e a vapore e il controllo del passo nelle turbine eoliche. L’unità pompa-motore elettro-idrostatica è di- InMotion june 2017 l 19