Views
1 year ago

Sfogliabile_InMotion_giugno_n34

I NCONTRI Produzione di

I NCONTRI Produzione di cuscinetti a rulli sferici digitalizzata Lo scorso aprile SKF ha inaugurato a Goteborg un processo produttivo digitale completamente automatizzato per la produzione di cuscinetti a rulli sferici. La nuova unità è la prima di questo genere nel gruppo SKF ed è la prima tappa del programma di manufacturing technology di nuova generazione che verrà replicato in altri stabilimenti del Gruppo. L’obiettivo è quello di utilizzare la capacità produttiva in modo ancora più efficiente. All’interno della nuova unità produttiva, grazie all’aiuto della tecnologia digitale, l’intera catena del valore nel processo produttivo è connessa, dall’ingresso dei componenti in fabbrica fino alla consegna del prodotto finito al cliente. La nuova unità permetterà di ridurre i tempi di consegna e di migliorare la flessibilità e l’efficienza degli impianti di produzione. Nello stabilimento di Goteborg vengono prodotti oltre 1 milione di cuscinetti l’anno, la maggior parte dei quali viene esportata. Questi cuscinetti sono rivolti, in particolar modo, all’industria pesante: parliamo di miniere, lavorazione dell’acciaio, lavorazione della carta, turbine eoliche, riduttori per treni, ventilatori e pompe. Digitized manufacturing of spherical roller bearings A completely new, fully-automated and digital production process in Gothenburg, adapted for the manufacture of spherical roller bearings, was inaugurated the last month of April. The new production unit is the first of this type to be put into operations within the SKF Group and is part of a programme of next generation manufacturing technology within the company, aiming at increasing the efficiency of the manufacturing capacity. With the help of digital technology, the entire value chain in the production process is connected, from the inflow of input components to the delivery of the product to the end user. In addition, the new production unit will open up new possibilities to reduce lead times and to improve flexibility and efficiency in our production. Over a million bearings per year are manufactured in the Gothenburg facility. The majority of these are exported. The products are used in heavy industry, such as mining, steelworks, paper machines, wind turbines, train gearboxes, fans and pumps. distributed lubrication system keeps the line running at optimum efficiency. A global approach to smart manufacturing The new business models provide customers with a number of benefits. SKF has already developed platforms to help customers gather and interpret data coming from a variety of sources, including smartphones or tablets. The ‘connectivity’ of the data runs in all directions, and can be used in many ways. At its simplest, it connects a sensor to a remote diagnostics centre. However, the data - on the health of a bearing, for instance - can be fed right back to the design stage, and used to help redesign a better product. Digitalization can also offer a great contribution in reacting with agility to customers’ specific needs in terms of both product customization and small volume batches. Increased digitalization has also begun to allow more customised manufacturing. Because it can cut machine re-setting times close to zero, there are fewer restrictions to making customised products. Flexibility is increased all along the manufacturing process, to be able to produce “on demand”. Lux Graux, President, Bearing Operations, explained this concept and spoke about a flexiibility that is delivered in two ways. “First, there is “vertical” flexibility - he explains - provided by machines that can switch automatically between different products without the need to stop production for manual tool changes, adjustments and checks. That involves a high degree of automation, for example using robots to exchange tools and other components. Then there is “horizontal” flexibility, which is about achieving seamless connectivity across the organization. “That’s about ensuring that the processes used by every part of the organization - supply chain, procurement, manufacturing - are integrated all around the world so they work as a system and operate using a single communication platform. In other words this is, for SKF, the meaning of Smart Manufacturing Transformation. l 48 l giugno 2017 PubliTec

l SKF Insight®: il cuscinetto sensorizzato è “solo” un elemento del nuovo modello di business. l SKF Insight®: the sensorized bearing is “just” an element of the new business model. durata di cinque anni. SKF si occupa del condition monitoring di quattro impianti del sito di Zinkgruvan. Il cliente corrisponde SKF un canone solo se gli obiettivi di produttività previsti vengono raggiunti. Questo tipo di contratto sfrutta le potenzialità delle tecnologie digitali. Per esempio, i dati di un nastro trasportatore possono essere raccolti automaticamente, senza alcun intervento umano, e inviati a un tecnico SKF che li analizza e valuta gli eventuali scostamenti, mentre un sistema di lubrificazione distribuito agisce di conseguenza perché l’impianto funzioni ai più alti livelli efficienza. l “Se consideriamo una macchina - ha affermato Van Camp - il cuscinetto rappresenta un punto IoT ideale”. l “If we consider a machine, bearings are the ideal IoT point”, said Van Camp. Un approccio globale all’insegna dello smart manufacturing I benefici resi disponibili ai clienti grazie al nuovo modello di business sono molteplici. SKF ha sviluppato piattaforme in grado di aiutare i clienti a raccogliere e interpretare dati provenienti da una varietà di fonti, anche utilizzando dispositivi quali smartphone o tablet. La connettività dei dati “viaggia” in tutte le direzioni e può essere utilizzata in molti modi. Prendendo come esempio il caso più semplice, può collegare un sensore a un centro di diagnostica remoto. Ma i dati che riguardano la salute del cuscinetto possono rivelarsi utili se ripercorrono il percorso a ritroso, fino alla fase di progettazione del cuscinetto stesso, aiutando così il progettista così a ridisegnare un prodotto migliore. La digitalizzazione viene in aiuto anche nel reagire con agilità alle richieste dei clienti, sia in termini di customizzazazione, sia in termini di piccoli volumi. Consente, infatti, di migliorare la flessibilità lungo l’intero flusso del processo produttivo, per arrivare a produrre “on demand”. Luc Graux, Presidente Bearing Operations ha ben illustrato questo concetto, parlando di flessibilità in due direzioni: verticale grazie a macchine in grado di passare da un prodotto all’altro senza bisogno di interrompere la produzione per cambi utensile, aggiustamenti e controlli (il che presuppone un alto livello di automazione), e orizzontale, grazie alla connettività attraverso l’intera organizzazione. “Ciò significa - ha spiegato Graux - che i processi svolti in reparti diversi della stessa organizzazione (supply chain, approvvigionamento, produzione e così via) sono integrati a livello globale in modo da funzionare come un unico sistema che opera utilizzando un’unica piattaforma di comunicazione”. In sostanza è ciò che SKF intende con Smart Manufacturing Transformation. La giornata tecnica riservata alla stampa ha offerto molti altri argomenti d’interesse, che verranno approfonditi nei prossimi numeri. l l “Let’s Talk Digitalization”: questo il titolo della Giornata Tecnica SKF riservata alla stampa internazionale. l “Let’s talk Digitalization” was the title of the Technical Press Day organized by SKF. InMotion june 2017 l 49