Autumn Voyage to the Caribbean - Port Shopping & Advertising

psaeurope.com

Autumn Voyage to the Caribbean - Port Shopping & Advertising

Semestrale edito da Port Shopping & Advertising - Anno 8 - n. 15 - Marzo 2008 - Copia omaggio

● MADAGASCAR

● LISBON

● COSTA CRUISES WINTER 2008/09 PREVIEW

● MADAGASCAR

● LISBONA

● COSTA CROCIERE ANTEPRIMA INVERNO 2008/09

Amazing...

AMAzON

Sorprendente...

AMAzzONIA


Benvenuti a Cipro. Porto di storia e cultura Welcome to Cyprus. Port of History & Culture

Benvenuti

a Cipro…

Cipro, splendida isola del

Mediterraneo, fin dai tempi

più antichi da il benvenuto

ai visitatori che approdano

le sue coste. Oggi è una

delle principali destinazioni

in Europa, per turismo e

viaggi d’affari. L’isola offre

un mix unico di scenari

mozzafiato ed un ricco

patrimonio archeologico

intimamente legato al

mito della bellissima

dea Afrodite, dalla quale

prende il soprannome di

“Isola dell’Amore”.

Ovunque è evidente

il passato vivace e

turbolento di una storia

lunga 10.000 anni.

Dal 1200 AC l’isola ha

abbracciato la cultura

ellenica. Qui, fenici,

persiani, romani e

veneziani hanno lasciato

le loro tracce. Ceramiche

dell’età del rame, mosaici

romani, chiese bizantine

e fortificazioni veneziane

sono solo una parte del

ricco patrimonio culturale

del territorio. Oggi Cipro

è un esempio unico di

fusione tra cultura europea

e misterioso oriente.

Giungendo

a Limassol…

Lemesos (Limassol), la

seconda città dell’isola, si

è sviluppata tra gli antichi

siti di Amathous ad est e

Kourion [Curium] a ovest.

Limassol è uno splendido

mix di antico e moderno.

La zona commerciale di

Agios Andreas è ricca

di luminosi negozi che

vendono prodotti in

pelle dell’artigianato

locale, vestiti, gioelleria

e ceramiche. La storia

locale può essere

scoperta visitando il

museo archeologico e

il castello di Limassol

vicino al porto antico,

teatro del matrimonio di

Riccardo Cuor di Leone con

Berengaria da Navarra nel

1191, oggi sede del Museo

medievale di Cipro. Poco

distante le affascinanti

rovine dell’antica

Amathous, uno dei regni

più antichi dell’isola dove

venne edificato il primo

tempio dedicato alla dea

Afrodite.

Welcome

to Cyprus…

Since earliest times the

beautiful Mediterranean

island of Cyprus has

welcomed visitors to her

shores and today is one of

Europe’s most popular holiday

and conference destinations.

The island is a unique blend

of stunning scenery and a rich

archaeological inheritance

that is intrinsically interwoven

with the myths and legends

of the beautiful goddess

Aphrodite whose legacy was

to earn Cyprus the name

Island of love. Wherever

you travel, the rich history

of the island is evident. It is

a colourful and sometimes

turbulent history that

stretches back 10,000 years.

Since 1200BC the island

embraced the Hellenic culture

which prevailed ever after.

Phoenicians, Persians, Romans

and Venetians have all left

their footsteps on the island’s

soil. Chalcolithic pottery and

Roman mosaics, Byzantine

churches and Venetian

fortifications are just part

of the island’s rich cultural

inheritance. Today Cyprus is

a unique blend of European

culture and the mystique of

the Levant.

Arriving

at Limassol…

Lemesos (Limassol), the

second largest town,

has evolved between

the two ancient sites of

Amathous in the east

and Kourion [Curium]

in the west. Lemesos

is a delightful blend

of old and new. The

main shopping area of

Agios Andreas is full

of brightly lit shops selling

locally made leather goods,

clothing, jewellery and

pottery. The area’s history

can be traced by visiting

the town’s Archaeological

Museum and Lemesos castle

near the old port, which was

the splendid setting for the

marriage of King Richard the

Lionheart to Berengaria of

Navarre, in 1191 and now

houses the Cyprus Medieval

Museum. Further afield lie the

fascinating ruins of Ancient

Amathous one of the island’s

oldest city kingdoms where

the first temple dedicated

Aphrodite was built.

Ente Nazionale per il Turismo di Cipro. Via Santa Sofia 6, 20122 Milano. Tel: 02 58 31 98 35. E-mail: info@turismocipro.it. Web: www.visitcyprus.com Cyprus Tourism Organisation. P.O. Box 24535, 1390 Nicosia, Cyprus. Tel: 00357 22691233. E-mail: cytour@cto.org.cy. Web: www.visitcyprus.com


The new 850 SW.

Waterproof. Shockproof. Funproof.

Discover your world. www.olympus-europa.com

Disponibile presso il Photo Shop di bordo

Available at the onboard Photo Shop

BeNveNuTI A BORDO

Gentile Ospite,

in questo nuovo numero de La Dolce Vita sono lieto di

presentarle tutte le novità del prossimo inverno 2008/09:

nuovi itinerari e tante crociere per soddisfare le esigenze

di tutti i nostri Ospiti.

Innanzi tutto, una grande anticipazione: l’arrivo di Costa

Luminosa e Costa Pacifica a maggio e giugno 2009. Un

altro importante traguardo che testimonia 60 anni di

successi di Costa, oggi leader in Italia ed in Europa.

Si rinnova e cresce l’offerta nell’Oceano Indiano, Dubai

ed Emirati Arabi, Oriente. Nel Mediterraneo le segnalo

il nuovo itinerario di 14 giorni di Costa Marina, “Le isole

dell’Atlantico”, alla scoperta di ben quattro isole delle Canarie:

Lanzarote, Gran Canaria, La Gomera e Tenerife.

Per chi ama grandi viaggi, ecco la crociera di Costa Romantica,

“Gran Rio del Sole”, 29 giorni dall’Europa al

Brasile e l’emozione di navigare lungo il Rio delle Amazzoni

fino a Manaus.

E che dire dei Caraibi? Energia, ritmi frizzanti e affascinanti

destinazioni. Costa Atlantica, la più sorprendente

terrazza sul mare, con il magnifico itinerario “Le Perle del

Caribe” la accompagnerà nelle più belle isole dei Caraibi:

l’isola Catalina, l’incantevole spiaggia privata di Costa, da

vivere al ritmo del merengue; l’affascinante Tortola “l’isola

dei pirati ”; le meravigliose spiagge di Antigua e la natura

prorompente di Santa Lucia. Da non perdere anche gli

itinerari “Carabi Magici” e “Arcobaleno Tropicale” di Costa

Fortuna.

Per tutti i dettagli delle crociere la invito a

consultare il catalogo Costa Crociere 2009,

già disponibile in Agenzia di Viaggio, il sito

www.costa.it, la aspettano tante occasioni

di risparmio grazie alla tariffa PrenotaSubito.

Per concludere la invito ad iscriversi al CostaClub,

il club dei croceristi fedeli. Può

farlo subito presso il CostaClub Point della

nave oppure, una volta a casa, sul sito

www.costaclub.it o contattando il Numero

Verde gratuito 800 653 465. La aspettano sconti

speciali sulle crociere e tutti i privilegi esclusivi

riservati ai Soci.

Buona lettura e… buona crociera !

Mario Martini

SENIOR VICE PRESIDENT SALES & MARkETING EUROPE & ROw

DIARIO DI BORDO ● CAPTAIN’S LOG

WeLCOme ABOARD

Dear Guest,

in this new issue I’m pleased to present you with all the

new features for winter 2008/09: lots of new itineraries

and cruises to satisfy the requirements of all our Guests.

An exciting foretaste of what’s in store for 2009: the arrival

of Costa Luminosa and Costa Pacifica in May and June.

This is another important achievement that bears witness

to the successful 60-year history of Costa Cruises, which is

now the leading Italian and European cruise line.

Costa now offers an even wider range of cruises in the Indian

Ocean, Dubai and the United Arab Emirates, and

the Far East. In the Mediterranean there’s Costa Marina’s

14-night Atlantic Islands itinerary, allowing you to

discover four of the Canary Islands: Lanzarote, Gran Canaria,

La Gomera and Tenerife. Fans of great voyages will

welcome Costa Romantica’s 29-night Autumn Voyage to

South America cruise from Europe to Brazil with all the

excitement of sailing up the Amazon River to Manaus.

And what about the Caribbean? Energy, bubbly rhythms

and enticing destinations, Costa Atlantica, a breathtaking

terrace overlooking the sea, will accompany you to the most

beautiful Caribbean islands on the magnificent Pearls of

the Caribbean itinerary: Catalina Island, with Costa’s enchanting

private beach where you can relax to the rhythm

of merengue; intriguing Tortola, the former haunt of pirates;

the breathtaking beaches of Antigua and the luxuriant

natural scenery of Santa Lucia. Don’t miss Costa Fortuna’s

Mexican Magic and Virgin Islands itineraries.

To discover all the cruise details, please consult

the 2009 Costa Cruises catalogue, available

from travel agents, or visit our website

at www.costacruises.co.uk, where you will

find lots of special offers with our ProntoPrice

fare.

To conclude I would like to invite you to

join the CostaClub, the club for dedicated

cruise passengers. You can sign up immediately

at the CostaClub Point aboard the

ship or at www.costaclub.co.uk or calling

020 7940 4494 following your return home. You

will find special discounts on cruises and all the

exclusive privileges reserved for members.

Happy reading and… happy cruising!

3


SOmmARIO ● SummARY

● MADAGASCAR

● LISBON

● COSTA CRUISES WINTER 2008/09 PREVIEW

● MADAGASCAR

● LISBONA

● COSTA CROCIERE ANTEPRIMA INVERNO 2008/09

Amazing...

AMAzON

Sorprendente...

AMAzzONIA

PERIODICO SEMESTRALE EDITO DA

SEMESTER MAGAZINE PUBLISHED BY

Port Shopping & Advertising S.r.l.

Piazza Colombo 3/12,16121 Genova

Registrazione Tribunale di Milano

N.129 del 07/03/2001

Non vendibile / Not for sale

DIRETTORE RESPONSABILE / EDITOR IN CHIEF

Samuela Urbini

REDAZIONE / EDITORIAL OFFICE

Riccardo Chiabra, Francesco Errico

REALIZZAZIONE E PUBBLICITÀ

EDITORIAL OFFICE AND ADVERTISING

Port Shopping & Advertising S.r.l.

Piazza Colombo 3/12,16121 Genova,

TEL.+39 010 566581, www.psaeurope.com

RESPONSABILE PROGETTO EDITORIALE

EDITING PROJECT SUPERVISOR

Francesco Errico

COORDINAMENTO PROGETTO EDITORIALE

EDITING PROJECT COORDINATION

Federica Leveratto

REALIZZAZIONE GRAFICA / GRAPHIC DEVELOPMENT

Sergio Scala

COLLABORATORI / COLLABORATORS

Marina Giardina, Roberta Nemegini, Fabio Sterlina,

Marco Rivano, Luisa Toselli, Massimo Garbarino

TRADUTTORI / TRANSLATORS

Agostini & Associati S.r.l.

Via G. C. Procaccini, 38 - Milano

FOTO / PHOTOS

Embratur, Luiz Braga, Christian knepper,

Marcello Lourenço, João Ramid, 01 Distribution,

Ente del Turismo Cinese, Ente del Turismo Portoghese,

Ente del Turismo di Cipro, Jose Manuel,

Antonio Sacchetti, Alfredo Mangone, iStockphoto

SI RINGRAZIANO / THANkS TO

Andirivieni Travel, Domenico Tedesco,

Comune di Corigliano Calabro, Comune di Rossano

Calabro, Autorità Portuale di Gioia Tauro e della

Calabria, Stabilimento di liquirizia Giorgio Amarelli.

STAMPA/ PRINTING

Cantelli Rotoweb S.r.l.

Via Saliceto, 22/e - 40013 Castelmaggiore (BO)

80

6

28

84

74

12

20

37

ROTTA PeR... ● ROuTe TO...

Alla scoperta del Rio delle Amazzoni

Discovering the Amazon River

APPuNTI DI vIAGGIO ● TRAveL NOTeS

Madagascar, il santuario della natura

Madagascar, the nature sanctuary

Lisbona, un viaggio tra l’antico e il moderno

Lisbon, a voyage through old and new

Tra spiritualità e antichità:

Corigliano e Rossano Calabro

From antiquity to spirituality:

Corigliano and Rossano Calabro

COSTA CROCIeRe ● COSTA CRuISeS

Anteprima inverno 2008/2009

Winter 2008/2009 preview

A tu per tu con il Comandante Paolo Benini

Face to face with Captain Paolo Benini

ImmOBILIARe ● ReAL eSTATe

Un ottimo investimento al sole

An excellent investment in the sun

eveNTI ● eveNTS

Le spettacolari Olimpiadi di Pechino

Spectacular Beijing Olympics

PeRSONAGGI ● PeRSONALITIeS

Il poliedrico Fabio Volo

The multifaceted Fabio Volo

TRADIZIONI ● TRADITIONS

In Madagascar rispetto per gli antenati

Respect for ancestors in Madagscar

SHOPPING ● SHOPPING

Lifestyle & Design / Lifestyle & Design

TeNTAZIONI DI GuSTO ● TASTY TemPTATIONS

La cucina orientale / Eastern cuisine

HI-TeCH ● HI-TeCH

Macbook Air, il nuovo portatile Apple

Macbook Air, the new notebook from Apple

4 5

70

6

12

20

28

37

70

74

80

84

88

92

94

96


ROTTA PeR... ● ROuTe TO...

Alla scoperta

del Rio delle Amazzoni

Si può cogliere appieno l’atmosfera che si respira nel polmone verde della Terra

risalendo in nave il Rio delle Amazzoni

Discovering

the Amazon River

Immerse yourself fully in the heady atmosphere of planet Earth’s green lung

by taking a boat up the Amazon River


L’

Amazzonia è un territorio che comunica spiritualità

e magia, sia per la meraviglia della

sua natura incontaminata, sia per il fascino

delle popolazioni indios che ancora abitano

nella giungla. Il suo nome ha origine nel mito e si collega

direttamente alle Amazzoni, le donne guerriere

che si racconta abitassero questi luoghi, da cui il nome

Amazzonia.

Il modo più suggestivo per esplorarla è risalire lungo il

fiume che ne attraversa il cuore: il Rio delle Amazzoni, il

più grande del mondo per portata d’acqua e il secondo

in lunghezza dopo il Nilo. Il primo a descrivere agli europei

proprio questa speciale navigazione fu Alexander

von Humboldt, il naturalista tedesco che alla fine del

1700 risalì il Rio classificando, nell’arco di cinque anni,

centinaia di specie di piante e animali e incontrando

molte popolazioni amazzoniche, tra cui i Curripaco e i

nomadi Yanomami. Certo, oggi l’incontro con le poche

popolazioni indios rimaste a vivere nella Foresta Vergine

non è stupefacente come quello raccontato dall’antropologo

Claude Lévi-Strauss negli anni Trenta (“In che

ordine descrivere quelle impressioni profonde e confuse

che assalgono il nuovo arrivato in un villaggio indigeno

la cui civiltà è rimasta relativamente intatta?”), perché

quasi tutte hanno avuto un contatto con la civiltà moderna

che le ha influenzate e mutate per sempre. Volgendo

lo sguardo sul paesaggio che circonda queste culture

indigene, invece, si nota come la natura sia rimasta

immutata da millenni. Se si escludono le zone in cui

Nella pagina precedente uno scorcio del Rio delle Amazzoni.

Sopra, uno stormo di Ibis Scarlatti, splendidi uccelli caratteristici del

territorio. A lato un magnifico atollo a Santarém.

Previous page: a view of the Amazon River.

Above: a flock of scarlet Ibis, stunningly beautiful birds native to the area.

Left: a magnificent atoll in Santarém.

The Amazon rainforest communicates spirituality

and magic, both with the marvel of its uncontaminated

wilderness and with the fascination

of the indios peoples that still live in the

jungle. The name of the area, Amazonas, has legendary

origins and derives from the popular legend of the Amazons,

the warrior women said to have lived here.

The most exhilarating way to explore Amazonas is to travel

up the river that passes through its heart: the Amazon River,

the world’s biggest in terms of volume and the second

longest after the Nile. The first to describe this navigation

for a European audience was Alexander von Humboldt,

the German naturalist who in the late eighteenth century

sailed up the river and, over five years, classified hundreds

of species of plants and animals and encountered numerous

Amazonian peoples, including the Curripaco and the

nomadic Yanomami. Obviously, today encountering the

few indios tribes who still live in the virgin rainforest is no

longer the life-changing experience related by the anthropologist

Claude Lévi-Strauss in the 1930s (who wondered

which of the profound and confused impressions that

assailed him on arrival in an indigenous village with its

civilisation still relatively intact he should describe first),

because today almost all tribes have had contact with

modern civilisation and been influenced and changed by

it forever. But turning to gaze at the jungle that surrounds

these indigenous cultures, it is easy to see that nature here

has remained unchanged for millennia - if you exclude

the areas where deforestation by man is unfortunately

compromising what is considered the lung of the Earth.

This phenomenon is, tragically, on the increase. The Amazon

rainforest cannot fail to elicit unforgettable emotions,

partly because of its unequalled dimensions: at 5.5 million

square kilometres distributed over Brazil, Colombia,

Guyana, Surinam, Venezuela, Ecuador, Peru and Bolivia, it

is the planet’s biggest equatorial forest.

The two biggest cities in this area are Manaus and Belém:

the former is in the heart of the forest and is the capital

Un esemplare di Ara Macao, pappagallo dal caratteristico piumaggio

variopinto. Nella pagina seguente un’immagine

della Foresta Amazzonica, il Teatro do Amazonas di Manaus

ed il punto in cui il Rio Tapajòs incontra il Rio delle Amazzoni.

An Ara Macao parrot sports its brightly-coloured plumage.

Following page: a view of the Amazon Forest, the Teatro do Amazonas

in Manaus, and the point where the Tapajòs River

meets the Amazon River.

la deforestazione per opera dell’uomo sta purtroppo

compromettendo quello che è considerato il polmone

della Terra. Un fenomeno tragicamente in crescita. La

foresta equatoriale più vasta del mondo suscita in ogni

modo emozioni indimenticabili, forse anche per le sue

dimensioni senza eguali: circa 5,5 milioni di chilometri

quadrati distribuiti tra Brasile, Colombia, Guyana, Suriname,

Venezuela, Ecuador, Perù e Bolivia.

Le due città più importanti dell’Amazzonia sono

Manaus e Belém: la prima si trova nel cuore della foresta

ed è la capitale dello stato di Amazonas, mentre la

seconda è capitale dello stato di Parà, una città di oltre

un milione di abitanti alla foce del Rio delle Amazzoni.

Manaus per oltre due secoli è stata crocevia commerciale

dell’intero territorio amazzonico, con un transito

di navi che trasportavano cacao, indaco, legname e

caucciù pari a nessun’altra città amazzonica. È la meta

ideale per approfondire la conoscenza della storia e

delle tradizioni delle popolazioni locali, nel Museo do

Índio, che raccoglie una collezione di oggetti dei popoli

indigeni dell’alto Rio Negro, e in quello dell’Homen do

Norte, con oggetti e utensili delle popolazioni autoctone.

Merita inoltre una visita il giardino botanico più

grande del mondo, che si chiama Adolpho Ducke, anche

se la vera attrazione di Manaus è lo straordinario fenomeno

naturale della confluenza delle acque scure del

Rio Negro con quelle marrone-chiaro del Rio Solimões.

Più raccolta di Manaus è Santarém, una cittadina di circa

200mila abitanti a metà strada tra Manaus e Belém.

Anche qui si può godere dello spettacolo della confluenza

delle acque azzurre-verdastre del fiume Tapajós e di

quelle marroni argillose del fiume Amazonas, che non

si mescolano mai.

In questa regione le risorse naturali sono assai redditizie,

tanto che anche Henry Ford, il re dell’automobile,

negli anni Venti decise di fondare nel cuore della giungla

una fabbrica di pneumatici, costruiti con il caucciù

di cui questa regione è ricchissima. Intorno a essa fu

edificata anche una città, Fordlandia, oggi scomparsa

ma che si troverebbe vicino a Santarém.

Procedendo verso il mare, si arriva infine alla città di

Macapà, capitale dello stato di Amapà. Arrivati qui il

viaggio da Manaus alla foce del Rio delle Amazzoni

si conclude sulla linea dell’equatore, che attraversa la

parte meridionale della città dove si mangiano i migliori

açaì (si pronuncia “assaì”) il frutto definito anche

“Frutto della vita”, che si presenta come una piccola

bacca dalle portentose proprietà nutritive e antiossidanti.

Un atto beneaugurante per concludere l’avventura

amazzonica nel migliore dei modi. •

of Amazonas state, and the latter is the capital of Parà

state and is a city of over one million inhabitants at the

mouth of the Amazon River.

For over two centuries Manaus has been a commercial

crossroads for the entire Amazon territory, with a transit

of ships transporting cocoa, indigo, lumber and rubber

unequalled by any other Amazonian city. It’s the ideal

destination and base for exploring the history and traditions

of the local peoples, in the “do Índio museum” with

its collection of artefacts of the indigenous peoples of the

high Rio Negro, and in the Homen do Norte museum, with

objects and utensils from aboriginal tribes. Also worth a

visit is the biggest botanic garden in the world, Adolpho

Ducke, but the star attraction in Manaus is the extraordinary

natural phenomenon of the confluence of the Rio

Negro’s dark waters with the clearer brown waters of the

Rio Solimões.

More compact than Manaus is Santarém, a town of

200,000 inhabitants half-way between Manaus and

Belém. Here too you can enjoy the spectacle of the confluence

of the green-and-blue waters of the Tapajós river

with the earthy, brown waters of the Amazonas river,

which never mix.

In this region the natural resources are extremely profitable,

so much so that in the 1920s Henry Ford decided to

build a tyre factory in the heart of the jungle, making

tyres from the rubber which is so plentiful here. A city

sprang up around the factory near Santarém, called ‘Fordlandia’,

which today has been reclaimed by the jungle.

Continuing towards the sea brings you to the city of

Macapà, capital of Amapà state. Once you arrive here, the

voyage from Manaus at the mouth of the Amazon River

ends right at the equator itself, which crosses the south of

the city. This is where the best açaì (pronounced “assaee”)

is found: known as the “fruit of life”, this is a small

berry with prodigious nutritive and antioxidant properties.

A very healthy and enjoyable way to conclude an

Amazon adventure in the best possible way. •

8 9


10

InfORMAzIOnI UTILI

Dimensioni: 7 milioni di km quadrati (60% dei quali si

trovano in Brasile).

Estensione: Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana,

Perù, Suriname e Venezuela (40% del territorio sudamericano).

Il bacino amazzonico è la maggiore riserva di

acqua dolce del Pianeta (1/5 dell’acqua dolce del mondo

scorre qui).

Cosa fare: godersi il risveglio della giungla all’alba,

comprare ceramica marajoara e tapajonica, oggetti in

fibra di palma e legno, visitare il Teatro do Amazonas

di Manaus.

Cosa mangiare: feijoada, uno stufato di carne di maiale

servito con riso e fagioli, accompagnata con una caipirinha,

il cocktail brasiliano più famoso. Bere anche un

cafezinho, rigorosamente forte, bollente e dolcissimo.

Come arrivare: Costa Romantica - Gran Rio del Sole

- partenza 24 novembre 2008. Per maggiori informazioni

su itinerari, date di partenza e prezzi consultate: la

vostra Agenzia di Viaggi di fiducia, il Catalogo Annuale

Crociere 2009, www.costa.it

nEI DInTORnI

Una sosta balneare nel villaggio di Alter-do-Chão, a

circa 30 chilometri da Santarém, la più famosa spiaggia

(lungofiume) della zona.

Fermarsi al mercato di Ver-o-Peso di Belém, per comprare

artigianato tipico, provare la cucina più autentica

e godere della vista di una grande quantità di erbe aromatiche

e medicinali.

A Manaus si fanno buoni acquisti di cesti creati utilizzando

semi, liane, fibre e legno regionale nella Centrale

di Artigianato Branco e Silva.

L’Amazzonia è il luogo giusto per fare birdwatching, perché

qui ci sono oltre 2000 specie di uccelli. Scoprire il

lago Janauacá, vicino a Manaus, dove di notte arrivano

anche i coccodrilli.

USEfUL InfORMATIOn

Dimensions: 7 million square kilometres (60% of which

is in Brazil).

Extends over: Bolivia, Brazil, Colombia, Ecuador, Guyana,

Peru, Surinam and Venezuela (40% of the South

American landmass). The Amazon basin is the biggest

reservoir of fresh water on the planet (20% of the world’s

fresh water flows through it).

What to do: enjoy the jungle dawn chorus, buy marajoara

and tapajonica ceramics, wooden and palm-fibre

crafts, visit the Teatro do Amazonas in Manaus.

What to eat: feijoada, a pork stew served with rice and

beans, washed down with a caipirinha, the most famous

Brazilian cocktail. Drink a cafezinho, always served

strong, scalding hot and very sweet.

Getting there: Autumn Voyage to South America

- Costa Romantica. For more information on itineraries,

departure dates and prices consult your

travel agent, the 2009 annual Cruise Brochure, or

www.costacruises.co.uk

GETTInG AROUnD

Go for a swim at the village of Alter-do-Chão, around

30 kilometres from Santarém, the most famous (river)

beach in the area.

Stop at the Ver-o-Peso market in Belém to buy traditional

crafts, try the most authentic cuisine and enjoy

the view of huge quantities of aromatic and medicinal

herbs.

In Manaus a good buy is baskets made using seeds, lianas,

fibres and local wood, at the Branco and Silva Craftworkers’

Centre.

Amazon is the perfect place for bird watching: here there

are over 2,000 species of birds. Discover lake Janauacá,

near Manaus, where crocodiles go at night.

three colors for the same fragrance

shops on board


APPuNTI DI vIAGGIO ● TRAveL NOTeS

Madagascar

Il santuario della natura

La quarta isola più grande del mondo si trova di fronte al Mozambico,

ha una natura e una cultura uniche al mondo, frutto dell’isolamento in cui è rimasta

da quando si è distaccata dal continente, 160 milioni di anni fa

Madagascar

The nature sanctuary

The world’s fourth biggest island lies off the coast of mozambique

and has a culture and natural history that are unique, the result of the isolation

it has experienced since it broke away from the continent 160 million years ago


È

affascinante e misterioso; è in Africa, ma molto

diverso dal continente africano; è verde e rigoglioso,

ma ha anche una regione quasi desertica:

il Madagascar è la quarta isola più grande

del pianeta, una terra che sembra racchiudere i più

antichi segreti dell’Africa e di fronte alla quale gli occhi

rimarranno estasiati per la varietà della sua natura e la

ricchezza della sua cultura.

Chi ci abita dice che, visto dall’alto, sembra l’impronta

del piede sinistro di un gigante, che ha per dita le isole

più belle che si trovano nella parte settentrionale del paese.

Chi lo visita torna a casa con la sensazione di aver

messo piede su un territorio difficile da capire al primo

incontro, ma così ricco di risorse, di vegetazione, di animali

e di storia da volerci tornare per approfondire la

conoscenza.

Collocato a Sud Est del grande continente africano, di

fronte al Mozambico, il Madagascar è adorato da botanici

ed etologi perché qui si trovano flora e fauna uniche al

mondo, che si sono formate qui e solo qui perché l’isola

si è distaccata dal resto dell’Africa 160 milioni di anni fa,

un tempo difficile da immaginare ma i cui effetti sono

evidenti. Qui non si incontrano i grandi mammiferi presenti

in Africa, come elefanti, leoni o antilopi, ma specie

endemiche nel 95% dei casi. Prima fra tutte quella dei

lemuri, simbolo del paese, piccoli mammiferi mai più

grandi di un cane, dagli occhioni tondi e dolci, considerati

i progenitori delle scimmie. E poi 12.000 specie di piante,

oltre 800 tipi di orchidee, 130 palme diverse e ancora

ebano, palissandro, 7 tipi di baobab, mentre in Africa ne

esiste solo uno, bamboo giganti, piante grasse di ogni

genere: una varietà vegetale che ha fatto guadagnare

al Madagascar l’appellativo di Santuario della natura e

che si può godere nelle riserve naturali, come il Parco

Nazionale Montagna d’Ambra, tra i più belli dell’isola.

Ma se non si ha tempo o spirito avventuriero per fare

l’esploratore, orchidee e lemuri si possono vedere da

14

Fioritura di una Poinciana Regia, pianta originaria dell’isola.

The blooms of a Poinciana Regia, a plant of Madagascan origin.

Tipica imbarcazione locale.

A traditional local boat.

It is at once both fascinating and mysterious. It’s in

Africa, but very different from the African continent;

it’s a green and flourishing land, but it also has a region

that is almost desert. Madagascar is the planet’s

fourth biggest island, a land that seems to guard the most

ancient secrets of Africa and which leaves visitors saucereyed,

awestruck by the sheer variety of its natural history

and the richness of its culture.

The Madagascans say that, seen from a great height, their

country resembles the left footprint of a giant, and that

the toes are the most scenic islands, located in the north of

the country. Those who visit Madagascar return with the

sensation that they have set foot in a land that is difficult

to understand at the first encounter, but which is so rich in

resources, vegetation, animals and history that they want

to come back and find out more.

Situated southeast of the great African continent, off the

coast of Mozambique, Madagascar is revered by botanists

and ethologists alike because here there are flora and fauna

that are found nowhere else on Earth, and which evolved

here and only here because the island broke away from the

rest of Africa 160 million years ago. It’s a length of time that

is difficult to imagine, but its end effects are in plain view.

Here you will not see the great mammals of Africa, like elephants,

lions or antelope, but instead native species in 95%

of cases. The most obvious and most striking are lemurs, the

country’s national symbol: these small mammals never

grow bigger than a dog, they have large, dark round eyes,

and they are considered the progenitors of monkeys. And

then there are the 12,000 species of plant, over 800 types

of orchid, 130 different palms and also ebony, rosewood, 7

types of baobab (in all of Africa there is only one), giant

bamboo, and succulent plants of every type: a variety of

vegetation that has earned Madagascar the sobriquet of

“nature sanctuary” and which can be properly experienced

in nature reserves like the Amber Mountain National Park,

among the most beautiful on the island.


In apertura un piccolo di lemure

con la mamma.

A destra, dall’alto: un Camaleonte di Parson,

un suggestivo tramonto

e un esemplare di Testuggine Raggiata.

Opening page: a baby lemur with its mother.

Right, from top: a Parson’s chameleon, a sunset

in Madagascar and a radiated tortoise.

vicino anche nelle numerose

riserve-zoo, come per esempio il

parco di Ivoloina, a Nord, vicino

a Tamatave.

Il panorama e i colori malgasci

cambiano molto a seconda della

regione che si visita: da Nord a Sud, infatti, il paese

misura 1.600 km e da Ovest a Est 540, e il clima piovoso

o secco a seconda delle zone fa sì che percorrere il Madagascar

da un estremo all’altro sia come sfogliare un

calendario delle quattro stagioni.

La zona settentrionale è la più attrezzata e organizzata dal

punto di vista turistico, e quindi la più agevole per un primo

incontro con il Madagascar.

Per un’immersione totale nel

bellissimo mare malgascio,

Nosy Be è l’ideale. A mezzora

di nave veloce dalla costa, la

“grande isola” (questo il significato

del suo nome) è anche

detta l’isola dei profumi, infatti

qui ci sono immense piantagioni

di Ylang Ylang, un albero dai

cui fiori si produce un’essenza

delicata usata dai più grandi

profumieri del mondo. Ma a

Nosy Be non mancano i centri

cittadini, come Hell Ville, il più

importante dell’isolotto, dove si trovano spezie prelibate

e artigianato locale, come le sculture in legno e le

tovaglie ricamate.

Chi è alla ricerca di un’esperienza naturalistica e culturale

più forte, invece, può rimanere sulla costa e scegliere

come base Diego Suarez (Antsiranana), un tempo

porto militare francese e oggi secondo porto del paese,

che si trova a Nord, nella baia più bella del Madgascar.

La città è al centro di un numero importante di parchi

nazionali e di attrazioni naturalistiche, tra cui la Montagna

d’Ambra, un antico vulcano

alto 1.475 metri e il lago

sacro di Anivorano.

Qui si recupera la sensazione di

essere pur sempre in Africa, perché

in città moderno e antico

convivono, le strade sono sempre

affollate di gente, i mercati

colorati e chiassosi, gli edifici

dell’ex colonia francese in molti

casi decadenti. Un assaggio della

cultura locale che val la pena

di riportarsi a casa. •

16

Nella pagina seguente una spiaggia

dell’isola, esemplari di Baobab

e uno scorcio del Parco Nazionale di Tsingy.

Following page: an island beach, baobab trees,

and a view of Tsingy National Park.

The Madagascan panorama

and colours vary greatly depending

on the region visited:

from north to south the country

measures 1,600 km and from

east to west 540 km, and the

changing rainy or dry climate in each area means that

travelling end-to-end through Madagascar is like flicking

through a photographic calendar of the four seasons.

The northern end is the best equipped and organised for

tourists, and therefore this is the best choice for a first

visit to Madagascar.

For a total immersion in the stupendous Malagasy sea,

Nosy Be is ideal. Half an hour by

rapid boat from the coast, the

“big island” (this is the meaning

of its name) is also known as the

island of perfumes: here there

are sprawling plantations of

Ylang-Ylang trees, the flowers of

which are used to produce a delicate

essence used by the world’s

most famous perfumeries. But

Nosy Be is not lacking in urban

centres either: there’s Hell Ville

(the biggest on the island), where

you can find delicious spices and

local crafts including wooden

sculptures and embroidered tablecloths.

Visitors in search of a stronger cultural and natural experience

would do well to stick to the coast and base themselves

at Diego Suarez (Antsiranana), once a French military

harbour and today the country’s second biggest port.

It is in the north of the country, in the most panoramic

bay in Madagascar. The city is at the centre of a large

number of national parks and nature attractions, including

the Amber Mountain, an ancient volcano 1,475 metres

high, and the sacred lake of Anivorano.

Here you regain the sensation

that you are still in Africa: in

the city the modern and the

antique live side by side, the

streets are always crowded, the

markets colourful and chaotic,

and there are the old French

colonial buildings, often in a

state of decay. It all adds up to

a taste of local culture that’s

really worth the effort to bring

home with you. •


18

InfORMAzIOnI UTILI

Lingua: malgascio e francese

Popolazione: 19 milioni di abitanti

Moneta: Madagascar ariary (Mga), ma euro e dollaro

sono accettati nelle zone turistiche.

Capitale: Antananarivo

Cosa fare: Annusare il fiore dell’Ylang Ylang. Fotografare

un lemure. Abbracciare un baobab. Comprare

una scultura di legno. Nuotare nell’acqua cristallina di

Nosy Be.

Cosa mangiare: Il riso Rojomena, che cresce solo qui,

granchi e aragoste lungo la costa, stufato o bistecca di

Zebù sull’altopiano centrale

Come arrivare: Costa Europa - Gioielli dell’Oceano

Indiano. Per maggiori informazioni su itinerari, date

di partenza e prezzi consultate: la vostra Agenzia di

Viaggi di fiducia, il Catalogo Annuale Crociere 2009,

www.costa.it

nEI DInTORnI

Il paesaggio lunare degli Tsingy, pinnacoli calcarei

che si sono formati oltre 400 milioni di anni fa. Sono a

80 km da Diego Suarez (Antsiranana).

A Sud di Nosy Be il Parco Marino di Nosy Tanikely,

piccolo atollo che è un acquario tropicale dove vedere,

già a pochi metri di profondità, una fauna marina di

strepitosa bellezza. Un paradiso per i sub, perfetto per

lo snorkelling. Se si è fortunati, si vedono anche le tartarughe

marine.

Nel Parco Nazionale Montagna d’Ambra, 35 km a Sud

di Diego Suarez, si può vedere anche la palma del viaggiatore,

specie endemica così chiamata per due motivi:

le sue foglie a ventaglio si allineano con i punti cardinali

est e ovest, quindi possono servire come bussola, e

alla base di ogni foglia si raccolgono da uno a due litri

di acqua potabile, utile come ristoro per i viaggiatori

in cammino.

USEfUL InfORMATIOn

Language: Malagasy and French

Population: 19 million inhabitants

Currency: Madagascan ariary (MGA), but euros and US

dollars are accepted in the tourist areas.

Capital: Antananarivo

What to do: smell the flowers of a ylang-ylang. Take a

photo of a lemur. Hug a baobab. Buy a wooden sculpture.

Swim in the crystal-clear waters of Nosy Be.

What to eat: Rojomena rice, which grows only in Madagascar,

crabs along the coast, Zebù steak or stew on the

high central plateau.

Getting there: Costa Europa - Jewels of the

Indian Ocean. For more information on itineraries,

departure dates and prices consult your

travel agent, the 2009 annual Cruise Brochure, or

www.costacruises.co.uk

GETTInG AROUnD

The lunar landscape of Tsingy, limestone pinnacles

formed over 400 million years ago. 80 km from Diego

Suarez (Antsiranana).

South of Nosy Be is Nosy Tanikely Marine Park, a small

atoll that’s more like a tropical aquarium where, just a

few metres below the surface, you can see marine fauna

of truly breathtaking beauty. A paradise for scuba

divers, it’s also perfect for snorkelling. If you’re lucky

you might even see sea turtles.

In the Amber Mountain National Park, 35 km south of

Diego Suarez, you can see the traveller’s palm, a native

species so called for two reasons: its fan-shaped leaves

point directly east and west, making the tree useful as

a compass, and at the base of each leaf the tree collects

from two to four pints of drinkable water, a useful resource

for travellers on foot.


JOSE MANUEL

APPuNTI DI vIAGGIO ● TRAveL NOTeS

Lisbona.

Un Viaggio

tra l’antico

e il moderno

Salite e discese. Tradizioni antiche

e sguardo verso il futuro

Lisbon.

A voyage

through old

and new

Steep ascents and sharp descents.

Ancient traditions and an eye to the future

Praha do Comercio


“Padrão dos Descobrimentos”, il Monumento alle Scoperte costruito nel 1960.

“Padrão dos Descobrimentos”, the Monument to the Discoveries built in 1960.

Arrivare a Lisbona significa farsi avvolgere dai

contrasti di una città che ancora conserva nel

cuore dei suoi quartieri le voci dei mercati e

il suono di musiche nostalgiche e passionali.

Donne con ceste di frutta in testa si affiancano a intellettuali

che conversano nelle caffetterie. Profumi di vecchie

osterie, panni stesi alle finestre e suoni di saudade

dei cantanti di fado fanno di Lisbona una delle città più

letterarie e poetiche d’Europa tanto che registi come

wim wenders e scrittori come Antonio Tabucchi l’hanno

eletta a protagonista delle loro storie. Una città di

incroci e di crocevia, una città di mare. Perché a Lisbona

non si può che arrivare dal mare. Imboccando l’estuario

del Tago soprannominato il “mare di paglia” per i suoi

riflessi dorati, fili di luce gialli, è dal mare, da Praça do

Comércio nella zona compresa tra Baixa e Belem che si

incontreranno con grande fascino l’ antico e il moderno.

La Baixa infatti, quartiere colpito durante il terremotomaremoto

del 1755, fu completamente ricostruito dal

marchese di Pombal che lo fece con una precisione regolare

e quadrata, completamente diversa ad esempio

dalle vie dedaliche di altri quartieri come l’Alfama. Ma

non è questo forse il fascino di una città i cui tempi storici

si sono mischiati tra loro? Con i suoi sette colli Lisbona

sembra infatti avere anche più di sette anime.

L’Expo 98, in occasione della commemorazione dei 500

anni del viaggio di Vasco da Gama, fu l’occasione per la

città di velocizzare un processo di modernizzazione che

le permise di restaurare antichi palazzi, di implementare

le reti metropolitane e di riedificare un quartiere intero,

il Chiado, uno dei più importanti ed eleganti del centro

storico insieme al Rossio, quartieri pulsanti e vivi come

luoghi di aggregazione. Attraversare il Rossio da cui par-

22

Il tram elettrico 28 si arrampica sulle caratteristiche strade di Lisbona.

Electric tram no. 28 climbs Lisbon’s twisty little streets.

Arriving in Lisbon means being enveloped in the

contrasts of a city that cherishes the market

cries and the sounds of nostalgic and passionate

music in the heart of its old quarters. Women

with baskets of fruit on their heads can be seen next to

intellectuals arguing in cafés. Enticing aromas from old

taverns, clothes hung out to dry from windows and the

sounds of saudade (the closest English translation is a

sort of ‘melancholy longing’) from fado singers all go to

make Lisbon one of the most literary and poetic cities in

Europe: so much so that directors like Wim Wenders and

writers like Antonio Tabucchi have given it a leading role

in their works. Lisbon is a city of crossings and crossroads, a

city of the sea. For the true Lisbonophile, the only way to

arrive in the city is by sea: on entering the Tagus estuary,

nicknamed the “Sea of Straw” for its reflections of gold

that cast threads of yellow light, it is from the sea - from

Praça do Comércio in the area contained between Baixa

and Belem - that you can properly appreciate how the

antique and the modern meet and fuse together. Baixa,

a quarter that was heavily hit in the earthquake and

seaquake of 1755, was completely rebuilt by the Marquis

of Pombal who laid the area out with a rectangularity and

precision that utterly clashes with the corkscrew streets in

other quarters like Alfama. But is this not the very soul

and charm of a city whose historical fortunes freely intermixed

with each other? With its seven hills, Lisbon seems

to have at least seven souls, perhaps even more.

The 1998 Expo held to commemorate the 500th anniversary

of the voyage of Vasco da Gama was the city’s cue

to accelerate a process of modernisation that included

restoring historical buildings, building metro lines and

even rebuilding an entire quarter: Chiado is one of the

Il piacere di farsi tentare

Give in to temptation

Lo Shopping a bordo

Dalla moda agli orologi, dai profumi ai gioielli, c’è un mondo di

idee eleganti e raffinate nei negozi e nelle boutique di bordo.

Tra le tante originali proposte, ti aspettano anche le esclusive

collezioni Costa per il mare e il tempo libero. I prezzi sono vere

tentazioni e gli orari sono comodi comodi.

Shopping on board

From fashionable clothes to watches, perfume to jewellery,

there’s a whole world of stylish and elegant ideas in the onboard

shops and boutiques. In addition to the many original items

available, the exclusive Costa beachwear and casual collections

await you. Prices are easy on the pocket and the opening hours

are tailored to your needs: go on, give in to temptation!


ANTONIO SACCHETTI

tono tutte le altre vie principali è l’occasione per ammirare

negozi e cafés ricoperti delle tipiche mattonelle di

ceramica, le azulejos, di vedere uomini giocare a carte e di

passare per l’Avenida de la Liberdade, viale che conduce

ai quartieri residenziali, arrivando a Praça dos Restauradores

per salire così al Bairro Alto un insieme di piccole

stradine, che per i numerosi locali è diventato una delle

zone più festaiole. Salire e scendere. O a piedi o con i

tram, le cui discese ripidissime sembrano sfidare la legge

di gravità. Il rumore che sferraglia e l’autista che cambia

le marce sono un’immagine fotografica che rimane

nella memoria insieme agli odori lisbonesi di ginginha,

il tipico liquore di amarene o le pastéis de bacalhau le

famose frittelle di baccalà.

Ma è lungo il Tago che bisogna tornare per arrivare fino

a Belem e vedere completamente un’altra architettura.

Una città a parte. Il monumento a Enrico I il Navigatore

costruito nel 1960 ma ispirato alla costruzione che vi era

nella stessa piazza durante l’Esposizione universale del

1940 e la Torre di Belem nata come torre di guardia con

un’architettura militare ad opera di Francisco Arruda. Ed

è questo l’incanto e la fascinazione di

essere a Lisbona. Entrare e uscire. Salire

e scendere attraversando la storia. •

Un esempio di azulejo, tipica mattonella

portoghese in ceramica.

Nella pagina seguente il Palazzo Reale di Queluz.

An example of azulejo, traditional

Portuguese ceramic brick tile.

Following page: Queluz National Palace.

24

Posto sul fiume Tago il “Ponte 25 de Abril” con una lunghezza di 2.277 metri collega Lisbona ad Almada, municipio portoghese.

Spanning the Tagus river, the 25 de Abril Bridge is 2,277 metres long and connects Lisbon to the Portuguese municipality of Almada.

most important and elegant neighbourhoods of the old

city centre, together with Rossio, both quarters are pulsating

and lively meeting spots. Walking through Rossio, from

which all the other major streets radiate, is the perfect

opportunity to admire the shops and cafés covered with

the traditional local azulejos (ceramic brick tiles), watch

men playing cards, and then walk along the Avenida de

la Liberdade. This avenue leads to the residential quarters,

finally coming to Praça dos Restauradores to climb up to

Bairro Alto (‘High Neighbourhood’), a knot of twisty little

streets which with its numerous bars has become one of

the partygoer’s priority destinations. Climb up and come

down again, on foot or by tram (their ability to descend

extremely quickly seems to defy the law of gravity). The

rattle and clang of the tram and the driver changing gears

make up a sensory photograph that stays in the memory

together with the smells of ginginha, the traditional Lisbon

spirit made from black cherries, or the pastéis de bacalhau,

the famous cod pancakes.

But it’s the Tagus that you must come back to, in order to

reach Belem and see another type of architecture entirely:

almost a different city. The monument to

Henry I, the Navigator, was built in 1960

but takes its inspiration from the construction

that occupied the square during

the Universal Exposition of 1940, and

there is also the Belem Tower, originally

built as a military lookout and guard

tower by Francisco Arruda. And here lies

the enchantment and fascination of being

in Lisbon. Whether you’re entering or

leaving, climbing or descending, you always

pass through history. •

ARQUIVO TURISMO DE PORTUGAL


JUNTA DE TURISMO DA COSTA DO ESTORIL

26

InfORMAzIOnI UTILI

Lingua: portoghese

Popolazione: 565.000 abitanti; circa 3 milioni nell’area

metropolitana.

Moneta: Euro

Aeroporto: Lisbon Portela Airport. Il centro dista dall’aeroporto

circa 20/25 minuti ed è facilmente raggiungibile con

l’aerobus 91 che arriva fino a Cais de Sodré vicino a Praça

do Comércio.

Ufficio turistico del Portogallo: www.visitportugal.com

Cosa fare: Ascoltare il fado. Cercare i luoghi narrati da

Fernando Pessoa. Comprare una piastrella (azulejos). Soffermarsi

in cima a una scalinata che strapiomba. Prendere il

tram electrico 28.

Cosa mangiare: Frittelle di baccalà, sardine grigliate, formaggio

d’Azeitao, frango (pollo) da gustare nelle churrascarias.

Un’abitudine locale è servire prima dei pasti olive, formaggio,

salumi. Se si assaggiano vengono addebitati sul conto.

Come arrivare: in nave: La grande Crociera Inaugurale

- Costa Luminosa; Oltre le colonne d’Ercole

- Costa Magica. Per maggiori informazioni su itinerari,

date di partenza e prezzi consultate: la vostra Agenzia

di Viaggi di fiducia, il Catalogo Annuale Crociere 2009,

www.costa.it

USEfUL InfORMATIOn

Language: Portuguese

Population: 565,000 inhabitants; approx. 3 million in the

greater metropolitan area.

Currency: Euro

Airport: The city centre is around 20-25 minutes from the

airport and can be easily reached by air coach (no. 91) which

goes as far as Cais de Sodré, near Praça do Comércio.

Portuguese tourism office: www.visitportugal.com

What to do: Listen to the fado. Search for the places narrated

by Fernando Pessoa. Buy a tile (azulejos). Linger at the top of

a flight of steps that descends in a sheer drop. Take the electric

tram no. 28.

What to eat: Pastéis de bacalhau (cod pancakes), grilled

sardines, Azeitao cheese, and frango (chicken); try them in

the churrascarias. A local custom is to serve olives, cheese

and salami before meals. If you try them they’ll be added

to the bill.

Getting there: By ship: Inaugural - Costa Luminosa;

Spain & Portugal - Costa Magica. For more information

on itineraries, departure dates and prices consult

your travel agent, the 2009 Cruise annual Brochure, or

www.costacruises.co.uk

nEI DInTORnI

Lord Byron la definì “lo splendido Eden”. Sintra accoglie

infatti il visitatore in un atmosfera fiabesca e incantata.

Il Palacio Nacional dagli enormi comignoli, colpisce già

dall’esterno per il suo fascino suggestivo.

Prima di vedere Lisbona durante il Secolo d’Oro i conquistatori

di ritorno dal Nuovo Mondo avvistavano

Cascais ora cittadina ricca di divertimenti, di bar e ristoranti,

soprattutto in estate.

Tra Lisbona e Sintra a 10 km dalla capitale sta Queluz

cittadina moderna con una forte presenza del passato

nel Palazzo Reale, conosciuta anche come la Versailles

portoghese.

A 20 km a ovest alla foce del Tago sta la “città dalle

due primavere” Estoril, stazione balneare affiancata da

eleganti ville patrizie. Casinò, golf, gran premio e negozi

lussuosi fanno di questa località balneare una tra le più

mondane.

GETTInG AROUnD

Lord Byron called it “Glorious Eden”, and Sintra does seem

to enfold the visitor in an enchanted, fairytale atmosphere.

The Palacio Nacional with its enormous chimneys impresses

with its evocative charm even before the visitor enters.

Before seeing Lisbon, during the Golden Age, conquistadores

returning from the New World sighted Cascais, today a

town rich in entertainment, bars and restaurants, especially

in summer.

Between Lisbon and Sintra lies Queluz, 10 km from the capital.

It is a modern town but a strong sense of the past lives

on in its royal palace, known as thePortuguese Versailles”.

20 km west of the mouth of the Tagus is the “city of the two

springs” (as in season, not as in water source): Estoril, a seaside

resort flanked by elegant Patrician villas. Casinos, golf

courses, Grand Prix racing and luxury shops make this area

one of the most fashionable to be seen in.


G.T.

APPuNTI DI vIAGGIO ● TRAveL NOTeS

Tra spiritualità

e antichità

L’eleganza e la maestosità di Corigliano e Rossano Calabro

From antiquity

to spirituality

The elegance and majesty of Corigliano and Rossano Calabro


N.G.T.

Lo storico villaggio di Corellianum, risale al 977 d.C.,

anno in cui gli abitanti del luogo furono costretti

a spostarsi sui colli, a seguito dell’incursione

araba da parte dell’emiro di Palermo,

al Quasim. Ed è proprio su un poggio dominato da un castello,

che Corigliano Calabro trova posto, nel cuore della

piana di Sibari, tra le pendici della Sila e le acque del Mar

Ionio, un angolo di Calabria in cui si mischiano come un

racconto quasi fiabesco elementi della tradizione latina,

greca, bizantina e normanna.

Visitare Corigliano significa passeggiare in atmosfere

dalle mura riarse dal sole che picchia dall’alto e colora la

vegetazione facendone avvertire quasi gli aromi. La maestosità

e l’eleganza del centro storico, la cupola rivestita

da maioliche della Chiesa di Sant’Antonio con la bella

facciata barocca, passando per Via Roma, l’arteria principale

della città, accompagnano fino a Piazza del Popolo

centro di ritrovo cittadino. Da qui, salendo, da Piazza

Compagna si ha la visione della bellezza dirompente della

facciata del Castello Ducale con la sua scala a chiocciola

che porta alla Torre Mastio, edificato nel 1073 come

postazione militare e trasformato in seguito in residenza

nobiliare del conte Sanseverino. Ma la

storia di un paese passa anche attraverso

i suoi sapori e le sue tradizioni culinarie.

Peperoncino, pomodori, pesce fresco di

Schiavonea, fichi al forno ripieni di noce,

le crucette, il butirro, provola guarnita di

burro, ma anche i cullurielli, pasta di farina

bianca fritta in olio bollente.

Quello a Corigliano è quindi davvero un

viaggio, oltre che nella storia e nell’arte,

nella semplicità dei costumi e nei piaceri

da gustare lentamente. Piacere raro che

vale la pena scoprire.

30

L’imponente Castello Ducale di Corigliano.

The imposing Ducal Castle of Corigliano.

ALFREDO MANGONE

Sopra, la Cattedrale di Rossano. Sotto, interno del Museo della liquirizia G. Amarelli.

Above: Rossano Cathedral. Below: inside the G. Amarelli liquorice museum.

The historical town of Corellianum dates back to 977

AD, a year when the inhabitants of the area were

driven to take refuge in the hills by Arab incursions

under al-Quasim, the Emir of Palermo. And it is on

a castle-dominated hill that today we find Corigliano Calabro,

in the heart of the Sybaris plain, between the slopes of the Sila

mountain plateau and the waters of the Ionian Sea, a corner of

Calabria where elements of Latin, Greek, Byzantine and Norman

traditions come together in an almost fairytale interweaving.

To visit Corigliano is to pass through different atmospheres,

from the walls parched by the beating sun to the sun-bleached

vegetation almost pervading the air with its essences. The majesty

and elegance of the old town centre - the majolica tilecovered

cupola of the Church of Sant’Antonio with its beautiful

baroque façade - passing along Via Roma, the city’s main

thoroughfare, the historic ambience accompanies you until Piazza

del Popolo, the town’s central gathering point. From here,

ascending from Piazza Compagna you can enjoy the majestic,

awe-inspiring beauty of the façade of the Ducal Castle with its

helical staircase that leads to the Mastio Tower, built in 1073 as

a military post and subsequently converted to a nobleman’s

residence for Count Sanseverino.

But the history of a town is also formed by its

flavours and culinary traditions. Chilli peppers,

tomatoes, fish freshly-caught by fishermen in

the nearby fishing port of Schiavonea, crucette

(oven-roasted figs stuffed with walnuts), butirro

(provola cheese garnished with butter), and also

cullurielli, white flour pasta fried in boiling oil.

Passing through Corigliano really is a voyage

in its own right: not just through history

and art, but also through the simplicity of

customs and the pleasures of slowly savouring

flavours. It’s a rare pleasure that is really

worth discovering.


M.B.

Panorama di Rossano. Sotto il Codex Purpureus. Nella pagina seguente l’interno della Cattedrale di Rossano, il Parco Archeologico del Cavallo di Sibari e dolci tipici della Sibaritide.

View over Rossano. Below: the Codex Purpureus. Following page: inside Rossano Cathedral, the Parco Archeologico del Cavallo in Sibari and traditional Sybaris sweetmeats.

Fu la malaria che devastò nel V secolo la piana di Sibari a

spingere la gente in fuga sul colle di Rossano Calabro, affacciato

sullo Ionio e diventato da allora una delle più famose

cittadine della fascia jonica cosentina nonché importante

luogo di culto.

Situata su un pendio a picco sul mare, la prima immagine è

quella di una città-fortezza che ebbe, soprattutto durante la

dominazione dell’Impero di Bisanzio, un’importante ruolo

strategico-militare. Passeggiare per Rossano è quindi seguire

una sorta di “percorso bizantino urbano” perché edifici,

chiese e piazze alternano stili nuovi ad antichi. Si passa da

monumenti come la Cattedrale nuova alla Torre dell’Orologio

nella centrale Piazza Steri, si arriva alla bizantina Chiesa

di San Marco o alla Chiesetta della Panaghia di origine greca

ma circondata da un agglomerato di edifici più moderni.

Antico e moderno si uniscono, integrandosi. Si può così visitare

lo stabilimento di produzione della famosa liquirizia

Giorgio Amarelli in un edificio seicentesco affiancato da un

giardino di agrumi ammirando la lavorazione delle classiche

liquirizie nere e lucenti ma anche di quelle profumate

all’arancia o alla viola, dal classico “bianconero” al ricercato

“sassolino dello Jonio”, prodotti grazie ai quali all’azienda

sono stati conferiti premi speciali quali il Premio Minerva

o il Premio Sole 24 Ore, per l’ importante ricerca di integrazione

tra tradizione e futuro. Ma si può anche decidere di ritornare

alla spiritualità e ammirare il Museo Diocesano per

conoscere il prezioso Codex purpureus, un evangelario greco

del VI secolo di origine mediorientale

composto di 188 fogli di pergamena

color porpora, con 15 miniature rappresentanti

scene evangeliche. Oriente e

Occidente furono e sono così tuttora

le due anime di Rossano che San Nilo,

attuale patrono della città, bene rappresentò.•

32

It was the malaria that devastated the Sybaris plain in the fifth

century that drove the people to take refuge on the hill of Rossano

Calabro, overlooking the Ionian Sea and a place that was to

become one of the most famous citadels of the Cosenza stretch

of the Ionian Sea as well as an important place of worship.

Since that time history and legend have made it a place of

almost ascetic spirituality. Situated on a sheer drop sweeping

down to the sea, the initial impression is of a city-fortress that

held, especially during the domination of the Byzantine Empire,

a major strategic and military role.

To explore Rossano is to follow a sort of “urban Byzantine trail”,

because the buildings, churches and piazzas alternate between

new and ancient styles. You go from monuments like the new

cathedral to the Clock Tower in the central Piazza Steri, to the

Byzantine Church of San Marco or the Panaghia Chapel, of

Greek origin but surrounded by a cluster of more modern buildings.

Ancient and modern are united via a process of integration.

You can, for example, visit the seventeenth-century building

where the Italy’s famous Giorgio Amarelli liquorice is produced,

flanked by a citrus garden, and contemplate the processing of

the liquorice: the classic black, glossy version of course but also

variations flavoured with orange or violet, from the universal

“black and white” to the prized “sassolino dello Jonio” (literally,

Ionian pebble), products which have won the company prestigious

prizes, including the Minerva Prize and the Sole 24 Ore Prize,

for their efforts in integrating tradition with the future. But you

might decide instead to return to the spiritual side of things and

visit the Diocesan Museum and its precious Codex Purpureus,

a sixth century Greek evangelic text

with origins in the Middle East and made up

of 188 sheets of purple-coloured parchment,

with 15 miniatures representing evangelical

scenes. East and west were and still are the two

spirits of Rossano that St Nilus, the modern-day

patron of the city, represented to perfection.•


34

InfORMAzIOnI UTILI

Lingua: italiano

Popolazione: sia Corigliano Calabro che Rossano Calabro

contano circa 35.000 abitanti.

Moneta: Euro

Per informazioni:

www.comune.corigliano.cs.it

www.comune.rossano.cs.it

Autorità Portuale di Gioia Tauro e della Calabria.

Cosa fare: partecipare alla processione di San Nilo patrono

della città di Rossano, nel mese di settembre, il

giorno 26, occasione di festa e religione.

Cosa mangiare: maccheroni con ricotta tosta (stagionata).

Luminciane (melanzane) ripiene. Alici, peperoni

e pomodori. Clementine di Corigliano. Liquirizia di

Rossano.

Come arrivare: in nave: Costa Marina - fantasia

Mediterranea. Per maggiori informazioni su itinerari,

date di partenza e prezzi consultate: la vostra Agenzia

di Viaggi di fiducia, il Catalogo Annuale Crociere 2009,

www.costa.it

nEI DInTORnI

Sibari. Una delle memorabili colonie greche è ora una

cittadina dall’ospitalità cordiale. Sulle rive del fiume

Sibari vennero alla luce i resti dell’Antica Sybaris, grande

città della Magna Grecia.

Sila greca. L’altopiano della Sila si divide in tre parti

ed arriva a un’altitudine massima di 1928 m.

Santa Severina. Città che testimonia il dominio bizantino,

occupata dai Saraceni il cui monumento principale

è il maestoso Castello caratterizzato dal mastio

quadrilatero e da torri angolari cilindriche.

Schiavonea. Borgo marinaro di pescatori.

USEfUL InfORMATIOn

Language: Italian

Population: both Corigliano Calabro and Rossano Calabro

have a population of 35,000 inhabitants.

Currency: Euro

for more information:

www.comune.corigliano.cs.it

www.comune.rossano.cs.it

Port Authority of Gioia Tauro and Calabria.

What to do: take part in the procession of St Nilus (San

Nilo), patron saint of the city of Rossano, on 26 September,

the saint’s feast day.

What to eat: macaroni with ricotta tosta (aged). Stuffed

luminciane (aubergines). Anchovies, bell peppers and tomatoes.

Corigliano clementines. Rossano liquorice.

Getting there: by ship: Costa Marina - Highlights

of Italy. For more information on itineraries,

departure dates and prices consult your travel

agent, the 2009 annual Cruise Brochure, or

www.costacruises.co.uk

GETTInG AROUnD

Sibari (Sybaris). Once one of the most famous Greek

colonies, today this is a welcoming and hospitable town.

It was on the banks of the river Sibari that archaeologists

found the remains of ancient Sybaris, one of the

great cities of Magna Graecia.

Greek Sila. The Sila high plain is divided into three

parts and reaches a maximum height of 1,928m.

Santa Severina. A city that bears witness to Byzantine

domination. Occupied by the Saracens, their principal

monument is the majestic castle with its square-plan

lookout tower and cylindrical corner towers.

Schiavonea. A fishing sea village.

PERLAS& JOYAS

PEARLS& JEWELRY

Phone: +34 971 644 102 · Carretera Palma-Manacor, km, 30

Montuïri, Mallorca (Spain)


Solo chi è a contatto ogni giorno con il

mare sa come proteggerlo.

Mar Mediterraneo, area delle Grandi Antille,

Brasile nord-orientale: Costa Crociere e WWF

insieme per la tutela di tre delle ecoregioni

marine più preziose e minacciate del pianeta.

Un impegno condiviso da chi ha sempre

lavorato per la salvaguardia dell’ambiente.

L’inizio di una solida collaborazione,

un’importante prima pietra posata per il

futuro del mare.

Only people who live with the sea every

day know how to protect it.

The Mediterranean Sea, the Greater Antilles area

and north-eastern Brazil: Costa Cruises and

WWF are working together to safeguard three of

the most precious and endangered marine

ecoregions on the planet. This commitment is

shared by people who have always worked to

protect the enironment. The beginning of a

strong partnership and an important

foundation stone for the future of the sea.

1

Anteprima inverno 2008-2009

Winter 2008-2009 preview

Planisfero

World map

Le ultimissime dal mondo Costa

Great news on the horizon

Oceano Indiano

Indian Ocean

Oriente

Far East

Dubai ed Emirati Arabi

Dubai and Emirates

Caraibi

Caribbean

Mediterraneo del Sud

Winter Mediterranean

pag. 2

pag. 4

pag. 6

pag. 8

pag. 1 0

pag. 12

pag. 14

Grandi crociere e crociere transatlantiche pag. 16

Transoceanic

Le nostre navi

The Costa fleet

pag. 21

Per maggiori informazioni: catalogo Annuale 2009 e sito www.costa.it

For further information: 2009 Cruise Brochure or www.costacruises.co.uk


4

1

LE ULTIMISSIME DAL MONDO COSTA GREAT NEWS ON THE HORIZON

1

Grande Anteprima - Costa Luminosa e Costa

Pacifica - A maggio e giugno 2009 arrivano i

due nuovi gioielli di Costa!

Dedicata alla luce, Costa Luminosa è una nave innovativa e

preziosa, la vera punta di diamante della nostra flotta. Costa

Pacifica, un omaggio alla musica, stupisce per il suo stile

inconfondibile che racchiude il meglio di Costa Serena, Costa

Concordia, Costa Magica e Costa Fortuna. Incontrarle sarà

una grande emozione!

Alla scoperta del Rio delle Amazzoni

con Costa Romantica

Un’incredibile crociera di 29 giorni, dall’Europa al Brasile

dove la nave si insinuerà lungo il Rio delle Amazzoni, con il

suo ecosistema unico al mondo, fino a Manaus.

Grand Preview - Costa Luminosa and Costa

Pacifica - Costa’s two new jewels will set sail

in May and June 2009!

Dedicated to light, Costa Luminosa is a precious, innovative

ship, which is the jewel in the crown of our fleet. Costa

Pacifica, a tribute to music, will amaze you with her

unmistakable style combining the very best of the Costa

Serena, Costa Concordia, Costa Magica and Costa Fortuna.

Meeting her will be an exciting experience!

Exploring the Amazon

aboard Costa Romantica

An incredible 28-night cruise from Europe to Brazil, where the

ship will sail up the Amazon River, with its unique ecosystem,

to Manaus.

Mediterraneo - Le isole dell’Atlantico

con Costa Marina e Costa Europa (da settembre 2009)

Un itinerario novità di 14 giorni, ideale per chi cerca

un clima mite e una vacanza all’insegna di cultura e natura.

Ben 6 giornate fra le Canarie e Madera, per fare il pieno di

sole, spiagge, natura e tanto relax.

Oceano Indiano con Costa Europa -

Dubai ed Emirati Arabi con Costa Victoria e

Costa Classica - Oriente con Costa Allegra

e Costa Classica

Nel 2009 si riconfermano questi fantastici itinerari e cresce

l’offerta di crociere per soddisfare i desideri di tutti i nostri

Ospiti. E per incanto l’inverno diventa la stagione più bella

dell’anno!

Mediterranean - Atlantic islands

with Costa Marina and Costa Europa

(from September 2009)

This new 14-night itinerary is ideal for those seeking a mild

climate and a holiday combining culture and nature, for it

offers a full six days in the Canary Islands and Madeira to

relax and enjoy the sun, beaches and nature.

Indian Ocean with Costa Europa - Dubai

and the Emirates with Costa Victoria

and Costa Classica - Far East with Costa

Allegra and Costa Classica.

These fantastic itineraries will also be available in 2009, when

Costa will offer an even wider range of cruises designed to

satisfy all of its guests. Winter has magically become the most

attractive season of the year!

5


1

ALLA SCOPERTA DEI GIOIELLI DELL‘OCEANO INDIANO

MAURITIUS & INDIAN OCEAN

6

con Costa Europa / with Costa Europa

Gioielli dell‘Oceano Indiano / Jewels of the Indian Ocean

Mauritius, Seychelles, Kenya, Mayotte,

Madagascar e Réunion

16 giorni - da dicembre 2008 a febbraio 2009

Tante tappe affascinanti e una ricca varietà di escursioni

per tutti gli interessi. Questi sono alcuni suggerimenti per

rendere il vostro viaggio un’esperienza indimenticabile.

Da fare e da vedere:

Mauritius - Ile Aux Cerfs, vero paradiso tropicale per trascorrere

una giornata all’insegna del relax tra spiaggia e

mare. Cultura e tradizioni in un tour nell’esotico e profumato

mercato centrale. Visita al Jardin de Mon Plaisir, dove

ammirare numerose specie di piante endemiche e rare.

Seychelles, Mahe - Visita alla capitale Victoria, ricca di

fascino e curiosità: nel Giardino Botanico trovate una

colonia di tartarughe terrestri giganti. Praslin: escursione

alla Vallè de Mai, patrimonio mondiale dell’Unesco, alla

ricerca del Coco-de-mer, il seme di palma più grande del

mondo, simbolo delle Seychelles. La Digue: isola dall’

atmosfera di altri tempi: escursione alla tenuta Union

Estate, antica dimora coloniale o tanto relax sulla spiaggia

di Anse Source d’Argent, ritenuta la più bella delle

Seychelles con i suoi imponenti e scenografici blocchi di

granito.

Kenya, Mombasa - Mombasa riserva moltissime sorprese

in un mix di antico e moderno. Da non perdere una cro-

Un assaggio di paradiso terrestre. Anche per la stagione

invernale 2009 Costa ripropone questa splendida crociera

con una nuova nave: Costa Europa.

A taste of earthly paradise. For the 2009 winter season,

Costa once again offers this splendid cruise with a new ship:

Costa Europa.

Mauritius, Seychelles, Kenya, Mayotte,

Madagascar and Réunion

14 nights - from December 2008 to February 2009

Lots of fascinating ports of call and a wide array of excursions

to suit all tastes. Here are a few suggestions to make

your holiday an unforgettable experience.

To see and do:

Mauritius - Ile aux Cerfs, a veritable tropical paradise,

where you can enjoy a day relaxing on the beach and in

the sea. Culture mingles with tradition in a tour of the

fragrant exotic central market. A visit to Jardin de Mon

Plaisir will allow you to admire many endemic and rare

plant species.

Seychelles, Mahé - Visit the fascinating capital, Victoria,

whose Botanical Gardens are home to a colony of giant

tortoises. Praslin: a tour of the Unesco World Heritage Site

of the Vallée de Mai offers you the chance to look for the

huge seeds of the coco-de-mer palm, the symbol of the

Seychelles. La Digue: an island with an atmosphere reminiscent

of a bygone era, which you can experience with a

trip to the Union Estate farm with its old colonial house.

Alternatively, relax on the beach of Anse Source d’Argent

considered the most beautiful in the Seychelles - with its

spectacular giant granite boulders.

Kenya, Mombassa - Mombassa is a blend of old and

ciera sul Creek a bordo di un vero dhow in legno oppure

tante emozioni e avventura in un Safari al parco Nazionale

di Tsavo Est, dove potrete incontrare con un po’ di

fortuna: l’elefante rosso, zebre, giraffe, bufali, gazzelle,

impala, babbuini e anche leoni e leopardi.

Mayotte - Meta ideale per chi ama gli sport acquatici: la

laguna che la circonda è una delle più grandi al mondo.

Da non perdere una piacevole escursione in canoa lungo

la costa orientale dove crescono le mangrovie habitat di

numerose specie animali e vegetali.

Madagascar - NosyBe e Diego Suarez - Visita al tipico

mercato locale della capitale di NosyBe, Hell Ville.

Sull’isola si trova una delle più importanti piantagioni di

Ylang Ylang: dal cui fiore si estrae una serie di essenze di

grande qualità. Situata all’estremità nord del Madagascar,

Diego Suarez, è famosa per l’immensa ed incantevole

baia naturale, la seconda per grandezza del mondo

dopo quella di Rio de Janeiro. Da non perdere: la spiaggia

di Ramena per scoprire il “Mare di Smeraldo”, il Parco

naturale della montagna d’Ambra.

Reunion, Saint Denis - L’isola vulcanica, è dominata dal

Piton de la Fournaise, il vulcano rosso ancora attivo. Da

non perdere una visita dedicata all’acquario di Saint Gilles.

Dipartimento francese d’oltremare, la capitale Saint

Denis si può paragonare a una qualsiasi città francese

per le numerose “Brasserie”, “Bistrot” e bellissimi palazzi,

in Rue de Paris e nelle strade adiacenti. Centro della vita

cittadina è il lungomare “Barachois” con innumerevoli

negozi per lo shopping.

1

modern that is full of surprises. Don’t miss a cruise on the

Creek aboard an authentic wooden dhow, or the excitement

and adventure of a safari in Tsavo East National

Park, where you can admire red elephants, zebras, giraffes,

buffalo, gazelles, impalas, baboons, and even lions

and leopards if you are lucky.

Mayotte - The ideal destination for water-sports enthusiasts:

the lagoon that surrounds the island is one of the

largest in the world. Don’t miss a canoe trip along the

mangrove-fringed east coast, inhabited by many animal

and plant species.

Madagascar, Nosy Be and Antsiranana - Visit the characteristic

local market in Hell-Ville, the capital of Nosy

Be. The island is home to one of the largest ylang-ylang

plantations in the world, whose flowers yield top-quality

essences. Located in the far north of Madagascar, Antsiranana

is renowned for its enormous and spectacular

natural bay, second in size only to that of Rio de Janeiro.

Don’t miss Ramena beach to admire the “Emerald Sea”

and the Amber Mountain National Park.

Réunion, Saint-Denis - The island is dominated by the

active red volcano known as Piton de la Fournaise. Don’t

miss a visit to the aquarium of Saint-Gilles. Réunion

is an Overseas Department of France. Like any other

French city, its capital, Saint-Denis, is home to numerous

brasseries, bistros and beautiful mansions, situated in Rue

de Paris and the adjoining streets. The centre of urban

life is the promenade, known as the Barachois, lined with

many shops.

7


8

1

MERAVIGLIE D‘ORIENTE / JEWELS OF THE FAR EAST

con Costa Allegra / with Costa Allegra

Grande Anteprima / Grand Preview

dalla primavera 2009 le crociere in Oriente raddoppiano: Costa Classica affiancherà Costa Allegra

Costa will offer twice as many Far Eastern cruises from spring 2009, when Costa Allegra will be joined by Costa Classica

Filippine, Malesia, Brunei, Vietnam e Cina

16 giorni - da novembre 2008 a gennaio 2009

Un itinerario affascinante che Costa ripropone visto il grande

successo. Scopriamo alcune delle sue tappe più importanti:

Hong Kong - Immergetevi nel colorato ed esotico Stanley

Market, Victoria Peak è il luogo giusto per godere di una

vista mozzafiato della città.

Kota Kinabalu-Borneo - Visita al museo dello stato del

Sabah, ricco di testimonianze della popolazione del Borneo

malese.

Singapore - Suggestiva passeggiata lungo il waterfront e ancora

il Monte Faber e il lussureggiante Giardino Botanico, Chinatown.

Shopping in Arab Street dove trovare sete e batik.

Ho Chi Min City/Saigon - Fasti del passato e modernità:

imperdibile la famosa Pagoda dell’Imperatore di Giada e

il profumato mercato di Colon.

Halong Bay - Un tour in barca per ammirare una delle meraviglie

naturali del Vietnam. Affascinante anche un itinerario

a piedi per raggiungere la mistica Lion Tien Pagoda.

Sanya - Gioiello del mar Cinese meridionale da ammirare

per le innumerevoli baie lambite da sabbia bianca e finissima,

i caratteristici villaggi di pescatori e le lussureggianti

colline.

Filippine, Malesia, Brunei, Vietnam, Cina, Indonesia,

Thailandia: grandi viaggi per ammirare da vicino questo

affascinante e prezioso angolo di mondo, una vacanza che

è anche conoscenza ed esperienza.

Philippines, Malaysia, Brunei, Vietnam, China, Indonesia and

Thailand: great cruises to admire this fascinating and precious

corner of the world at close quarters, with a holiday

that is also a voyage of knowledge and experience.

Gioielli d‘Oriente / Jewels of the Far East

Philippines, Malaysia, Brunei, Vietnam & China

14/17 nights - from December 2008 to January 2009

A fascinating and highly popular itinerary that Costa offers

again for the coming winter season. Let’s discover some of the

most important ports of call:

Hong Kong - plunge into exotic, brightly coloured Stanley Market.

Victoria Peak is the best spot for enjoying a breathtaking

view of the city.

Kota Kinabalu-Borneo - visit the Sabah State Museum, which

is home to a rich collection of artefacts documenting the history

of the population of Malaysian Borneo.

Singapore - enjoy a scenic stroll along the waterfront and visit

Mount Faber and the luxuriant Botanical Garden. Then explore

Chinatown and shop for silk and batik fabrics in Arab Street.

Ho Chi Min City/Saigon - the city’s splendours of the past

and present include the famous Emperor Jade Pagoda and the

fragrant market of Cholon.

Halong Bay - take a boat trip to admire one of the natural

wonders of Vietnam, or an evocative walking tour to the mystical

Long Tien Pagoda.

Sanya - A jewel of the South China Sea, with countless bays

fringed with fine white sandy beaches, characteristic fishing villages

and verdant hills.

Tesori d‘Oriente

Cina, Vietnam e Thailandia

16 giorni - 20 febbraio 2009

Itinerario novità con una grande sorpresa, la Thailandia

dove trascorrere una notte a Bangok. Da scoprire con le

nostre escursioni: il suggestivo Tempio di Marmo (in marmo

di Carrara) con interni decorati in lacca e oro. Il Tempio

del Buddha d’Oro, dove si trova una statua del Buddha in

oro massiccio del peso di oltre 5,5 tonnellate. Imperdibile

una passeggiata nel colorato mercato dei fiori di Chinatown

per raggiungere il Tempio del Buddha di Smeraldo

e il Grande Palazzo, in passato residenza dell’antica corte

del regno di Siam. Per una visita inedita della città vi consigliamo

un gita sul fiume Chao Phraya (il “fiume dei re”),

per raggiungere uno degli edifici religiosi più suggestivi del

Paese, il Tempio del Buddha Disteso. Nei dintorni da non

perdere i resti della città di Ayutthaya imponente e magnifica.

Per i più avventurosi è disponibile un’escursione

sul dorso di elefanti per raggiungere il tempio Wat Phra

Mongkhon Bophit, dov’è conservata una delle più grandi

statue del mondo raffigurante il Buddha seduto.

Le terre del sorriso

Indonesia, Malesia e Thailandia

16 giorni - da marzo a novembre 2009

Scopriamo in anteprima questo nuovo itinerario attraverso

le sue tappe principali: l’incantevole isola di Bali, la perla

dell’arcipelago indonesiano, ricca di risaie terrazzate e pendii

vulcanici trasformati in immensi giardini. L’isola di Comodo,

la patria del più grande rettile esistente, il Drago o

Varano. Grandi città come Giava, la capitale dell’Indonesia:

con i suoi canali e i tetti rossi del vecchio quartiere olandese,

la zona pittoresca del vecchio porto, il mercato del pesce

nei pressi del quartiere cinese, la pregevole moschea di Istiqlal.

Oppure Kuala Lumpur, dalla personalità vivace, dove

modernità e vestigia coloniali si fondono negli edifici del

centro, la pittoresca Chinatown e i grattacieli gemelli Petronas

Towers che ne dominano la linea dell’orizzonte. E poi

Thailandia con Phuket, la “Perla del Sud”: da non perdere

un’escursione all’isola di Ko Panuy, la James Bond Island.

1

China, Vietnam & Singapore

14 nights - 21 February 2009

A new itinerary with a great surprise: Thailand, where

you will spend a night in Bangkok. Discover the city with

our excursions, which will allow you to admire the striking

Marble Temple (built from Italian marble) with gilded and

lacquered interiors, and the Golden Buddha Temple, which

houses a solid gold statue of the Buddha weighing over 5.5

tons. Don’t miss a stroll through the colourful flower market

in Chinatown to reach the Emerald Buddha Temple and

the Grand Palace, the former home of the royal court of

Siam. A boat trip on the Chao Phraya River (the “River of

Kings”) will give you an unusual perspective of the city as

you travel to the Temple of the Reclining Buddha, one of

Thailand’s most striking religious buildings. Don’t miss the

magnificent and imposing ruins of the nearby city of Ayutthaya.

Adventurous guests can enjoy an elephant ride to the

Phra Mongkhon Bophit sanctuary, which is home to one of

the world’s largest statues of the seated Buddha.

Indonesia, Malaysia, Thailand & Singapore

14 nights - from March to November 2009

Let’s enjoy a preview of this new itinerary, discovering its

main ports of call. There’s the enchanting island of Bali - the

pearl of Indonesia - with its terraced rice paddies and volcanic

slopes set among immense gardens, and the island of Komodo,

home to the largest living reptile, the monitor lizard known as

the Komodo dragon. However, this cruise will also allow you

to admire great cities, like Jakarta, the capital of Indonesia,

with its canals and the red roofs of the old Dutch quarter, the

picturesque old port, the fish market near Chinatown, and

the imposing Istiqlal Mosque. Or lively Kuala Lumpur, where

modernity and colonial vestiges merge in the buildings of the

city centre, picturesque Chinatown and the Petronas Twin

Towers, which dominate the skyline. Finally, there’s Thailand,

with Phuket, the “Pearl of the South”. Don’t miss a trip to the

island of Ko Tapu, popularly known as James Bond Island.

9


1

DUBAI ED EMIRATI ARABI

DUBAI AND THE EMIRATES

10

con Costa Victoria e Costa Classica / with Costa Victoria and Costa Classica

Dubai, Oman, Emirati Arabi e Bahrein

8 giorni - da dicembre 2008 ad aprile 2009

Un itinerario di grande successo e due nuove navi come

compagne di viaggio. Scopriamolo insieme attraverso le

tappe della crociera.

Dubai - cuore di questo itinerario, una città da vedere con

i propri occhi per apprezzarne l’unicità. Una gita in barca

sul Dubai Creek, il canale che divide in due il centro della

città, ne consente una panoramica inedita. Da non perdere

una visita all’antico quartiere di Bastakiya, simbolo della

tradizione e Deira rinomato souk dell’ oro e delle spezie.

Il futuro di Dubai è racchiuso in creazioni architettoniche

ardite e progetti avveniristici: dal Burj Al Arab, a forma di

vela al vento, l’unico hotel a 7 stelle del mondo; The Palm,

isole artificiali “a tema” disposte in mare come una palma

con condomini avveniristici e grandiosi shopping centre; lo

Ski Dubai, terza pista da sci indoor al mondo; Hydropolis,

un intero albergo sommerso a forma di medusa; e ancora

Dubailand, un’area grande il doppio di Disneyworld in Florida.

Muscat - capitale dell’Oman, con i suoi palazzi imponenti

racchiusi da mura medievali. Una vera e propria oasi resa

fertile dai monsoni a due passi dal deserto. Nei dintorni,

Nizwa, la città dell’artigianato e dell’oro.

Fujairah - luogo ideale per iniziare l’esplorazione del deserto

tra distese di dune e canyon di rocce rosse. Deserto

ma non solo. Se preferite trascorrere ore di completo relax

Magia di luoghi sospesi tra sogno e realtà: deserti assolati,

oasi fiabesche, boutique di lusso, audaci architetture e souk

dall’anima antica.

Magical places suspended between dreams and reality:

sun-baked deserts, fairytale oases, luxury boutiques, daring

architecture and ancient souks.

Le mille e una notte / Jewels of the Emirates

Dubai, Oman & Bahrain

7 nights - from December 2008 to April 2009

A highly successful itinerary aboard two new ships. Let’s discover

the ports of call together.

Dubai - the heart of this cruise, a unique city that has to

be seen to be believed. A boat trip along Dubai Creek, the

inlet that divides the city centre in two, offers an unusual

viewpoint. Don’t miss a visit to the old district of Bastakiya,

the symbol of tradition, and Deira with its famous gold

and spice souks. Dubai’s future is encapsulated in its daring

and futuristic architectural projects, ranging from the sailshaped

Burj Al Arab, the world’s only 7-star hotel; The Palm,

artificial “themed” islands with futuristic residential blocks

and sumptuous shopping centres laid out in the shape of

a palm tree in the waters of the Persian Gulf; Ski Dubai,

the third largest indoor ski resort in the world; Hydropolis,

an entire underwater hotel shaped like a jellyfish; and

Dubailand, covering an area twice the size of Disneyworld

in Florida.

Muscat - the capital of Oman, whose medieval walls enclose

majestic palaces. Situated just a stone’s throw from

the desert, the monsoons have made this spot a fertile oasis.

Nearby is Nizwa, the city of gold and handicrafts.

Fujairah - Is the ideal departure point for tours of the

desert among endless sand dunes and red canyons. How-

scegliete un’escursione in una delle bellissime spiagge di

sabbia bianca e finissima.

Abu Dhabi - capitale degli Emirati Arabi Uniti, situata su

una penisola circondata da bellissime spiagge e mare cristallino,

espressione di grande modernità e allo stesso tempo

di forti legami con il passato. Tappa obbligata il Vecchio

Forte e la Fondazione Culturale con preziose testimonianze

di storia locale, arte islamica e antichi manoscritti. Da

non perdere una visita nell’entroterra con un’escursione

nel deserto di Al Khatim o all’oasi di Buraimi.

Infine Bahrein - la più grande delle 33 isole che formano

l’omonimo arcipelago. Meritano una visita il Museo

Nazionale che racchiude preziose testimonianze di ben

7000 anni di storia del paese; la Moschea di Al Fateh che

è possibile visitare anche per i non mussulmani (per tutti

vige l’obbligo di togliere le scarpe e le donne devono usare

il tradizionale burka che trovano all’ingresso). Per i più

sportivi immancabile una visita alla famosissima pista di

Formula 1.

L’Oman segreto...

Terra dove storia e leggenda si confondono creando un’atmosfera

da Mille e una Notte, così “la via dell’incenso”

che partiva proprio da qui si intreccia con le avventure di

Sinbad il marinaio e la città perduta di Ubar - la città ottagonale

centro del commercio dell’incenso, della mirra e

dell’oro. Oggi questo paese da fascino schivo si sta lentamente

aprendo al turismo, mantenendo intatto tutto il suo

fascino.

1

ever, the desert is not the only attraction: if you prefer, you

can choose an excursion that will allow you to relax on one

of the beautiful beaches of fine white sand.

Abu Dhabi - the capital of the United Arab Emirates, situated

on an island surrounded by beautiful beaches and a

coral reef, is simultaneously very modern and closely linked

to the past. Be sure to visit the Qasr al-Hosn (Old Fort) and

the Cultural Foundation, with its exhibitions of local history,

Islamic art and ancient manuscripts. And don’t miss a

trip inland, with a tour of the Al Khatim Desert or an excursion

to the Buraimi oasis.

Finally, Bahrain: the largest of the 33 islands that form the

archipelago of the same name. Make sure you visit the National

Museum, which displays precious exhibits illustrating

7000 years of Bahraini history, and the Al Fatih mosque,

which is also open to non-Muslims (everyone must remove

their shoes and women must don the traditional black burqa

available at the entrance). Sports fans shouldn’t miss the

opportunity to visit the famous Formula One racetrack.

Secret Oman

A land where history and legend merge to create an atmosphere

worthy of the Arabian Nights. Tales of the Incense

Road, which commenced right here, thus mingle with the

adventures of Sinbad the Sailor and the lost city of Ubar,

whose octagonal fortress was once a trading centre for incense,

myrrh and gold. Today this retiring but fascinating

country is slowly opening up to tourism, without losing any

of its allure.

11


1

ALLA SCOPERTA DEI CARAIBI

EXPLORING THE CARIBBEAN

con Costa Atlantica

Antille, Repubblica Dominicana e Isole Vergini

8 giorni - da dicembre 2008 ad aprile 2009

Un magnifico itinerario per chi si reca ai Caraibi per la

prima volta e per chi vuole ritornarci. Scopriamo insieme

le tappe principali: St. Maarten, Repubblica Dominicana

con due soste a La Romana e all’isola Catalina, vero paradiso

naturale e spiaggia privata di Costa. Tortola, rifugio

dei pirati: da non perdere l’escursione a Virgin Gorda con

i famosi Baths, massi di granito tra cui si aprono grotte

e piscine interne naturali. Antigua, gioiello delle Piccole

Antille, rinomata per le splendide spiagge. Infine l’affascinante

St. Lucia, dalla vegetazione rigogliosa, dominata

dalle cime vulcaniche gemelle dei Pitons.

Lo sapevate che?

Tortola - L’unica distilleria rimasta sull’isola è quella

di Callwood a Cane Garden Bay, produttrice del famoso

Arundel. Era di proprietà di un bucaniere, Richard

Callwood, bisnonno dell’attuale proprietario e ancora oggi

vi si produce il rhum seguendo le antiche ricette della

tradizione afro-caraibica.

Antigua - Simbolo dell’isola sono i vecchi mulini a vento

in pietra disseminati tra le piantagioni abbandonate di

canna da zucchero. Si racconta che a Marigot Bay, grazie

alla profondità del suo porto, un’intera flotta inglese riuscì

a sfuggire alle navi da guerra francesi, nascondendosi

12

Ogni giorno un nuovo paradiso da scoprire, sole, mare,

natura e tutta la frizzante atmosfera di isole da amare e

dove ritornare tutti gli inverni.

A new paradise to discover every day, accompanied by the

sun, sea, natural scenery and lively atmosphere of islands that

you will fall in love with and want to return to winter after

winter.

Le perle del Caribe / Pearls of the Caribbean

with Costa Atlantica

Antilles, Dominican Republic and Virgin Islands

7 nights - from December 2008 to April 2009

A magnificent itinerary for both first-time visitors to the

Caribbean and those wishing to return. Let’s take a look at

the main ports of call: St Maarten; the Dominican Republic,

calling at La Romana and Catalina Island, a veritable

natural paradise with Costa’s own private beach; Tortola,

formerly a pirate’s haunt (don’t miss the excursion to Virgin

Gorda, with its famous granite boulders, known as the

Baths, peppered with grottoes and natural pools); Antigua,

the jewel of the Lesser Antilles, renowned for its beautiful

beaches; and enchanting St Lucia, with its lush vegetation,

dominated by the twin volcanic peaks of the Pitons.

Did you know?

Tortola - The Callwood Distillery is the only one of its kind

remaining on the island and produces the famous Arundel

rum. It belonged to the buccaneer Richard Callwood, the

great-grandfather of the current owner, and the alcoholic

drink is still produced according to the traditional old Afro-

Caribbean recipe.

Antigua - The old stone windmills dotted between the

abandoned sugarcane plantations are the symbol of the

island. It is said that the deep waters of Marigot Bay enabled

the entire British fleet to escape the French warships

by hiding there and covering their masts with palm fronds.

nella baia e coprendo gli alberi con fronde di palma. Nel

1967 in questa baia è stato girato il musical Dottor Dolittle,

con Rex Harrison.

St. Thomas - Il Carnevale è un evento straordinario: dura

ben tre settimane (inizia domenica 8 aprile) e fonda le sue

origini nelle tradizioni africane dei suoi abitanti come il

simbolo stesso del Carnevale, il Mocko Jumbie, lo spirito

che cammina sui trampoli, vestito di colori sgargianti. Su

tutto domina il calypso, la musica tradizionale di queste

isole.

1

Caraibi magici e Arcobaleno tropicale

Mexican magic and Virgin Islands

con Costa Fortuna

Bahamas, Giamaica, Portorico, Messico,

Rep. Dominicana e Florida

8/9 giorni - da dicembre 2008 a marzo 2009

Tanti itinerari affascinanti per crociere dal gusto e stile

americano. Con Caraibi Magici avrete la possibilità di scoprire

Key West alla ricerca delle tracce del grande scrittore

Ernest Hemingway, magari in bicicletta ammirando deliziosi

cottage e angoli caratteristici; il Messico e le vestigia

della cultura Maya a Cozumel; Ocho Rios, sulla costa settentrionale

della Giamaica, celebre per le numerose cascate

e la vegetazione rigogliosa; la splendida Grand Cayman,

la mitica Tortuga, terra di bucanieri, rhum e tesori nascosti.

E ancora Roatan al largo dell’Honduras, covo del leggendario

pirata Henry Morgan e luogo ideale per gli amanti

dello snorkeling con la seconda barriera corallina più

grande al mondo dopo l’Australia. L’itinerario Arcobaleno

Tropicale, oltre alle splendide tappe nelle Isole Vergini, vi

porterà alla scoperta di San Juan di Portorico, la più antica

città dei Caraibi. Bahamas con sosta a Nassau che durante

il XVIII secolo fu un popolare rifugio per i pirati dei Caraibi,

soprattutto Barbanera. E ancora Grand Turk, piagge fantastiche,

una splendida barriera corallina e un clima caldo e

temperato tutto l’anno.

The bay was also the location for Doctor Doolittle, the 1967

musical film starring Rex Harrison.

St. Thomas - The local carnival is an extraordinary event

that lasts three whole weeks (commencing on Sunday 8

April). Its origins lie in the African traditions of the island’s

inhabitants, as does its symbol, the brightly coloured Mocko

Jumbie stilt walkers. The celebrations are dominated by the

local calypso music.

with Costa Fortuna

Bahamas, Jamaica, Puerto Rico, Mexico,

Dominican Republic and Florida

7 nights - from December 2008 to March 2009

Lots of fascinating itineraries for American-style cruises. Mexican

Magic offers you the opportunity to explore Key West,

looking for traces of the great writer Ernest Hemingway, perhaps

by bicycle to discover delightful cottages and characteristic

corners. Next it’s the turn of the Mexican island of

Cozumel, where you can admire the Mayan ruins, and Ocho

Rios on the northern coast of Jamaica, famous for its many

waterfalls and lush vegetation. The ship will also call at beautiful

Grand Cayman and legendary Tortuga, the island of

buccaneers, rum and hidden treasures. Then it’s time to visit

Roatán, off the coast of Honduras, the hideout of legendary

pirate Henry Morgan and a paradise for snorkellers, with the

world’s second largest barrier reef.

Virgin Islands itinerary not only features splendid ports of

call in the Virgin Islands, but will also allow you to explore

San Juan, the capital of Puerto Rico and the oldest city in the

Caribbean. The ship will also call at Nassau in the Bahamas,

which was a popular refuge for the Caribbean pirates, particularly

Blackbeard, and Grand Turk, with its fantastic beaches,

splendid coral reef and year-round temperate climate.

13


14

1

MEDITERRANEO DEL SUD / WINTER MEDITERRANEAN

con Costa Marina

Spagna, Marocco, Canarie,

Madera e Francia

14 giorni - da novembre 2008 ad aprile 2009

Un nuovo, entusiasmante itinerario con uno speciale focus

sulle Isole Canarie. Infatti avrete ben quattro giorni da

dedicare alla visita di questo splendido arcipelago, con la

novità degli scali a Gran Canaria e La Gomera.

Scopritele con le nostre escursioni:

Lanzarote - Vulcanica e affascinante: splendide spiagge

sabbiose, situate soprattutto a sud di Arrecife, la capitale.

Non perdete una visita al Parco Nazionale di Timanfaya

dal caratteristico paesaggio disegnato dalla lava vulcanica.

Tenerife - Dominata dal fascino misterioso del vulcano

Pico del Teide. Scoprite la mondana Puerto de la Cruz, con

il bellissimo giardino botanico e le piscine del lago Martianez,

geniale creazione dell’architetto Manrique.

Gran Canaria - La terza isola per grandezza dell’arcipelago,

a forma di conchiglia, è stata eletta Riserva della

Biosfera e dichiarata Patrimonio Naturale dell’Umanità

dall’Unesco. Per il clima mite tutto l’anno, è una meta ambita

per chi cerca il sole anche d’inverno. Caratteristica

dell’isola sono le numerose piantagioni di banane come

nella vallata di Arucas. La capitale Las Palmas, situata

Fantastiche crociere dagli 8 ai 14 giorni alla ricerca del sole

anche d’inverno. Vestigia di antiche civiltà e un nuovo itinerario

per scoprire la bellezza selvaggia e solare delle Canarie e

poterle visitare nei momenti meno affollati dell’anno.

Fantastic 8 to 14-night cruises to seek the winter sun. Vestiges of

ancient civilisations and a new itinerary to discover the wild,

sun-drenched beauty of the Canary Islands, allowing you to

visit them at the most uncrowded times of year.

Le isole dell‘Atlantico / Atlantic Islands

with Costa Marina

Spain, Morocco, Canary Islands,

Madeira and France

14 nights - from November 2008 to April 2009

An exciting new itinerary focusing on the splendid Canary

Islands, which you will have a full four days to explore, with

new ports of call in Gran Canaria and La Gomera.

Discover the islands with our excursions:

Lanzarote - A fascinating volcanic island with sandy beaches,

particularly in the south of the capital Arrecife. Don’t miss

the chance to visit the Timanfaya National Park, with its

characteristic landscapes formed by lava flows.

Tenerife - The island is pervaded by the mysterious charm of

the Pico del Teide volcano. Discover worldly Puerto de la Cruz,

with its beautiful Botanical Gardens and the pools of Lago

Martianez, an architectural masterpiece by César Manrique.

Gran Canaria - Shaped like a seashell, the third largest island

of the archipelago has been designated a Biosphere Reserve

and a Unesco World Heritage Site. Its year-round mild

climate makes it a favourite destination for those seeking

winter sun. One of the island’s most distinctive characteristics

is its many banana plantations, such as those in the valleys

of Arucas. The capital, Las Palmas, is situated in the far north-

all’estremo nordest dell’isola, conserva tutto il fascino del

periodo coloniale spagnolo nel vecchio quartiere di Vegueta.

Per mare e relax vi segnaliamo Las Canterai, una delle

spiagge più belle dell’isola.

La Gomera - Detta anche “isola di Colombo” , vero trionfo

della natura è caratterizzata da una morfologia aspra e

selvaggia, con boschi rigogliosi, vallate e alte scogliere che

si tuffano direttamente in mare. Uno dei luoghi più suggestivi

della costa è chiamato Los Órganos: rocce di basalto

di natura lavica affiancate l’una all’altra, a forma di canne

d’organo. Da segnalare il Parco Nazionale di Garajonay,

dichiarato Patrimonio Mondiale dall’Unesco, e il capoluogo

San Sebastian de la Gomera.

1

Le isole del sole e Tesori della storia

Canary Islands and Mediterranean Highlights

Le Isole del Sole con Costa Serena

Spagna, Marocco, Canarie e Madera

10/11 giorni - da novembre 2008 ad aprile 2009

Tesori della Storia con Costa Concordia

Grecia, Turchia, Cipro ed Egitto

10/11 giorni - da dicembre 2008 ad aprile 2009

Rotta verso il Sud del Mediterraneo, vicini quanto basta

per essere lontani dall’inverno, per scoprire le località più

belle del Mare Nostrum quando sono meno affollate e più

vivibili. Due itinerari “classici”, l’uno oltre lo stretto di Gibilterra

verso il clima mite delle Canarie e Madera, l’altro

verso la storia e l’arte di Grecia, Turchia ed Egitto. Tante

cose da fare e da vedere a terra tra cultura, natura e shopping,

ma anche tante sorprese a bordo come Samsara Spa,

il grandioso Centro Benessere dove potrete rilassarvi e dedicare

tempo alla cura del corpo e dello spirito.

eastern corner of the island and its old district of Vegueta

still maintains its colonial Spanish charm. Las Canterai, one

of the island’s finest beaches, is an ideal spot for swimming

and relaxing.

La Gomera - Also known as “Columbus Island”, La Gomera

is a triumph of nature. It is characterised by wild, rugged terrain

with lush forests, valleys and high cliffs that fall sheer

to the sea. One of the most picturesque spots on the coast is

Los Órganos, so called because the columns of volcanic basalt

resemble the pipes of an organ. Other highlights include the

Garajonay National Park, a Unesco World Heritage Site, and

the island’s capital San Sebastián de la Gomera.

Canary Islands with Costa Serena

Spain, Morocco, Canary Islands and Madeira

10/11 nights - from November 2008 to April 2009

Mediterranean Highlights with Costa Concordia

Greece, Turkey, Cyprus and Egypt

10/11 nights - from November 2008 to April 2009

A journey to the Southern Mediterranean, just far enough

away to escape from winter, in order to discover the region’s

most beautiful destinations when they are less crowded and

thus more accessible. Two classic itineraries, one beyond the

Strait of Gibraltar, bound for the mild climate of the Atlantic

islands, and the other towards the history and art of Greece

and Egypt. There are plenty of things to see and do ashore,

with destinations offering culture, nature and shopping, but

also lots of surprises onboard, such as the Samsara Spa - the

magnificent wellness centre where you can relax and dedicate

time to pampering your body and soul.

15


1

GRANDI CROCIERE E CROCIERE TRANSATLANTICHE

TRANSOCEANIC CRUISES

con Costa Romantica

Spagna, Capo Verde, Brasile e Argentina

29 giorni - 24 novembre 2008

Grande novità dell’autunno 2008, la crociera di Costa Romantica,

dall’ Europa al Brasile fino ad insinuarsi al suo

interno alla scoperta del Rio delle Amazzoni. L’esplorazione

interesserà il tratto più noto, quello che scorre tra

Belém e Manaus. Belém, da qui si parte per la lunga navigazione

verso l’interno. Da non perdere il colorato e caratteristico

mercato di Vero Peso con merci di ogni tipo

compresi pappagalli, scimmie, tucani, erbe magiche o curative

provenienti dalla foresta. Santarém, fondata dagli

indigeni Tapajos, sorge là dove le acque marroni argillose

del Rio delle Amazzoni si incontrano senza mai confondersi

con quelle azzurro-blu del suo affluente il Rio Tapajos.

Manaus situata dove sorge Il Rio delle Amazzoni, rappresenta

Il punto di partenza più noto per l’esplorazione di

questa porzione di Amazzonia.

16

Grandi crociere per grandi viaggiatori per seguire le rotte

dei navigatori del passato con tutto il comfort di navi

moderne e sorprendenti.

Great cruises for great travellers following the routes of the

navigators of the past with the comfort of amazing modern

ships.

Gran Rio del Sole / Autumn Voyage to South America

with Costa Romantica

Spain, Cape Verde, Brazil and Argentina

28 nights - 24 November 2008

One of the great new features for autumn 2008 is the cruise

aboard the Costa Romantica that will take you from Europe

to Brazil, and then inland to discover the Amazon

River. This second part of the itinerary will allow you to

explore the most famous stretch of the river, between Belém

and Manaus. Belém is the departure point for your Amazon

cruise. Don’t miss the colourful characteristic Vero Peso

market, offering all kinds of wares, including parrots, monkeys,

toucans and magical or medicinal herbs from the forest.

Santarém, founded by the Tapajós Indians, is situated

where the muddy brown waters of the Amazon meet (but

never mingle with) the deep blue waters of its tributary, the

Tapajós. Manaus is located near the confluence of the Rio

Negro and the Amazon and is the best-known departure

point for exploring this part of the Amazon basin.

con Costa Magica e Costa Mediterranea

Spagna, Marocco, Canarie, Capo Verde e Brasile

Costa Magica - 19 giorni - 16 novembre 2008

Costa Mediterranea - 18 giorni - 27 novembre 2008

Brasile ma non solo con Costa Magica e Costa Mediterranea.

Infatti prima della traversata atlantica proverete

un assaggio di Spagna, Marocco e Canarie. Tante e bellissime,

le tappe in Brasile: Fortaleza, rinomata per la

sua splendida costa, Recife con la sua cittadella coloniale

Olinda, l’incantevole Maceiò, la pittoresca Salvador de

Bahia, Ilheus e Santos, infine l’atmosfera unica di Rio

de Janeiro.

Per saperne di più:

Fortaleza situata sull’Oceano Atlantico a nord dell’arido

deserto del Sertao, si trova nella regione del Cearà situata

nel Nordeste del Brasile. La città gode di un clima caldo ed

è meta turistica durante tutto l’anno: grazie alle bellezze

naturalistiche, al suo centro storico e allo stile di vita rilassato

lontano dai ritmi frenetici. Grande risorsa è anche la

pesca con le caratteristiche imbarcazioni, i jangadeiros.

1

Gran Rio del Sole / Autumn Voyage to South America

with Costa Magica and Costa Mediterranea

Spain, Morocco, Canary Islands, Cape Verde and Brazil

Costa Magica - 18 nights - 16 November 2008

Costa Mediterranea - 17 nights - 27 November 2008

Costa Magica and Costa Mediterranea will take you to

Brazil, but that’s not all, for you will also have the chance

to enjoy a taste of Spain, Morocco and the Canary Islands

before crossing the Atlantic. Lots of wonderful ports of call

await you in Brazil: Fortaleza, renowned for its splendid

coast; Recife, with the colonial citadel of Olinda; charming

Maceió; picturesque Salvador de Bahia; Ilheus and Santos,

and finally the unique atmosphere of Rio de Janeiro.

Further details:

Fortaleza is situated on the Atlantic coast, north of the

arid sertão, in the north-eastern state of Ceará. The city enjoys

a hot climate and is a year-round tourist destination,

due to its natural beauties, old town and laid-back lifestyle.

Fishing plays an important role in the local economy and is

practised using characteristic wooden boats known as jangadas.

17


18

1

Grandi crociere del vicino Oriente / Middle Eastern Odyssey cruises

con Costa Vittoria e Costa Classica

Egitto, Giordania, Yemen, Oman, Emirati Arabi e Dubai

20/22 giorni - 24 e 30 novembre 2008

Si rinnova l’appuntamento con il vicino Oriente: con due

nuove navi. Tante opportunità di visitare luoghi esotici ed

affascinanti. Qualche esempio? In Egitto le Piramidi, la

Sfinge e, dopo l’emozione della navigazione nel Canale di

Suez, Sharm El Sheik; in Giordania Aqaba, e la spettacolare

Petra; Yemen con due soste a Aden e Hodeidah, dove

visitare l’antica Zabid, sede nell’antichità di un’importante

Università e oggi patrimonio dell’Unesco; Oman con

tappe a Salalah, e Muscat, la capitale e la città più antica

dell’Oman. Prima di arrivare a Dubai, tappa finale della

crociera, sosta a Al Fujairah e Abu Dhabi negli Emirati Arabi

Uniti.

con Costa Europa

Egitto, Giordania, Yemen, Oman, Seychelles, Kenya,

Mayotte, Madagascar, Réunion e Mauritius

22 novembre 2008 (28 giorni con sbarco a Réunion)

22 novembre 2008 (29 giorni con sbarco a Mauritius)

Una grande riconferma anche per l’inverno 2008-2009.

Una crociera che vi farà scoprire le più belle isole dell’Oceano

Indiano e molto di più. Prima di raggiungere le Seychelles

avete la possibilità di visitare località magnifiche.

Qualche esempio? Egitto con tappa ad Alessandria, Port

Said e Safaga; Giordania con sosta ad Aqaba; Hodeidah

in Yemen. E poi, l’Oceano indiano con una novità per il

Madagascar: sosta a Diego Suarez, famosa per l’immensa

ed incantevole baia naturale, la seconda per grandezza al

mondo dopo quella di Rio de Janeiro e anche la fantastica

opportunità di fare una sosta in Kenya, a Mombasa e magari

partecipare a un safari!

with Costa Victoria and Costa Classica

Egypt, Jordan, Yemen, Oman and Dubai

19/21 nights - 24 November 2008 and 30 November 2008

Once again this year, Costa offers cruises in the Middle East,

aboard two new ships. These itineraries offer plenty of opportunities

to visit fascinating exotic destinations. Examples

include Egypt, with the Pyramids and the Sphinx and, following

the exciting experience of sailing through the Suez

Canal, Sharm El Sheik; Aqaba and stunning Petra in Jordan;

Yemen, calling at Aden and Hodeidah - the departure point

for a visit to ancient Zabid, once home to an important university

and now a Unesco World Heritage Site - and Oman,

stopping at Salalah and Muscat, the country’s oldest city

and capital. Before reaching Dubai, where the cruise ends,

the ship will call at Fujairah and Abu Dhabi in the United

Arab Emirates, followed by Bahrain.

Grande Crociera verso l‘Oceano Indiano / Italy to Mauritius

with Costa Europa

Egypt, Jordan, Yemen, Oman, Seychelles, Kenya,

Mayotte, Madagascar, Réunion and Mauritius

28 nights - 22 November 2008

This great cruise will be repeated for the winter 2008-2009

season, allowing you to discover the most beautiful islands

of the Indian Ocean and much, much more. Before reaching

the Seychelles, you will have the chance to visit a string of

wonderful places, such as Alexandria, Port Said and Safaga

in Egypt; Aqaba in Jordan; and Hodeidah in Yemen. Then

there’s the Indian Ocean, with a new port of call in Madagascar:

Antsiranana, renowned for its enormous and spectacular

natural bay, second in size only to that of Rio de

Janeiro. Don’t miss the fantastic opportunity to visit Mombassa,

in Kenya, and perhaps go on a safari!

con Costa Atlantica

Marocco, Canarie e Caraibi - 15, 17 o 22 giorni

29 novembre 2008 (15 giorni con sbarco a Guadalupa)

29 novembre 2008 (17 giorni con sbarco a La Romana)

29 novembre 2008 (22 giorni con sbarco a Guadalupa)

Dopo lo scalo a Gibilterra e Tenerife e la magia della traversata

oceanica ecco i colori del Caribe: le spiagge di Barbados,

la profumata Grenada, l’atmosfera creola di Martinica,

la lussureggiante Dominica “l’isola della Natura”. Un

tuffo nelle più belle e suggestive isole dove lasciare il cuore

e ritornare.

1

Oceano Caraibi / Autumn Voyage to the Caribbean

Vecchio e nuovo mondo / Autumn Voyage to the Caribbean

con Costa Fortuna

Spagna, Canarie e Caraibi

16 o 23 giorni - 6 dicembre 2008

Dopo un assaggio di Spagna con sosta Barcellona e Tenerife

nelle Canarie, ecco i Carabi e le Bahamas con tappa a

Nassau. Ma anche Key West, Grand Cayman, Roatan, Cozumel...

Lasciatevi incantare.

with Costa Atlantica

Morocco, Canary Islands and Caribbean - 14 to 21 nights

29 November 2008 (14 nights ending in Guadeloupe)

29 November 2008 (21 nights ending in La Romana)

29 November 2008 (21 nights ending in Guadeloupe)

Following stops in Gibraltar and Tenerife and the magical

transatlantic crossing, the colours of the Caribbean await

you: the beaches of Barbados, fragrant Grenada, the Creole

atmosphere of Martinique and luxuriant Dominica, the “Nature

Island”. This cruise will take you to the most beautiful

and scenic islands, where you’re bound to leave your heart.

with Costa Fortuna

Spain, Canary Islands and Caribbean

15 or 22 nights - 6 December 2008

Following a taste of Spain, calling at Barcelona and Tenerife

in the Canary Islands, you’ll sail for the Caribbean and the

Bahamas, stopping at Nassau. However, your cruise will also

take you to Key West, Grand Cayman, Roatán and Cozumel.

Prepare to be bewitched!

19


Dal 1948 vi offriamo vacanze

uniche, viaggi indimenticabili

verso destinazioni affascinanti,

ogni anno sempre più numerose.

60 anni di tradizione, affidabilità,

esperienza e passione,

dedicati a realizzare un sogno.

Il vostro sogno perfetto.

Since 1948 we have been offering you

unique holidays and unforgettable cruises

to an increasing number of fascinating

destination each year.

Sixty years of tradition, reliability,

experience and passion dedicated to

realising a dream: your perfect cruise.

Costa Serena

È una nave dedicata al benessere, come la gemella Costa

Concordia ma con ancora più cabine con accesso diretto

alla Samsara Spa. Gli interni della nave e la collezione

di prestigiose opere d’arte sono ispirati alla mitologia

classica.

Servizi a bordo: 5 ristoranti di cui due, il Club Bacco e il

Ristorante Samsara, a pagamento, su prenotazione*; 13

bar di cui un Cognac & Cigar Bar e un Coffee & Chocolate

Bar; 4 piscine, di cui 2 con copertura semovente e una

con toboga; 5 vasche idromassaggio; campo polisportivo;

percorso jogging esterno; Samsara Spa, 6.000 mq. su due

piani con palestra, terme, piscina per talassoterapia, sale

It is a ship dedicated to wellbeing, like its sister ship Costa

Concordia, but with even more cabins with direct access to

the Samsara Spa. The ship’s interiors and collection of prestigious

works of art are inspired by classical mythology.

Services on board: 5 restaurants, including, the Club Bacco

and the Samsara Restaurant, by reservation only with

fee*; 13 bars including a Cognac & Cigar Bar and a Coffee

& Chocolate Bar; 4 swimming pools, including two with retractable

roof and one with slide; 5 Jacuzzis; multipurpose

sports pitch; outside jogging track, Samsara Spa, 6,000 square

metres over two floors with gym, spa, thalassotherapy pool,

treatment rooms, sauna, Turkish bath and UVA solarium;

1

www.costa.it/serena

www.costacruises.co.uk/serena

trattamenti, sauna, bagno turco, solarium UVA; Teatro su

tre piani; Casinò e discoteca; Internet Point e biblioteca;

Shopping Center; Mondovirtuale, Squok Club, piscina

baby; simulatore di gara di Gran Premio; schermo gigante

sul ponte piscina.

Stazza lorda: 114.500 t. Lunghezza: 290 m. Larghezza: 35,5 m.

Tot. Cabine: 1.500 (di cui 505 con balcone privato, 87 cabine

all’interno dell’area benessere, 12 Suite all’interno dell‘area

benessere, 58 Suite con balcone privato).

* Pranzo e cena al Ristorante Samsara sono inclusi nel prezzo per gli Ospiti

di Cabine e Suite Samsara

“L’Olimpo spettacoloso”, Alberto Nodolini, Atrio Pantheon

“L’Olimpo spettacoloso”, Alberto Nodolini, Pantheon Atrium

three-floor theatre; casino; disco; Internet point; library;

shopping centre; virtual-world; Squok Club; children’s pool;

Grand Prix racing simulator; giant screen on the pool deck.

Gross tonnage: 114,500 t. Length: 290 m. Width: 35.5 m.

Total Cabins: 1,500 (including 505 with private balcony,

87 cabins in the wellbeing area, 12 Suites in the wellbeing

area, 58 Suites with private balcony).

* Samsara Restaurant is free for the Guest of Samsara Cabins and Samsara

Suites.

21


Costa Concordia

Il suo nome è simbolo dell’armonia tra i popoli. I suoi

spettacolari e originali ambienti sono dedicati alle città

più belle d’Europa. Le numerose opere d’arte di affermati

talenti e giovani artisti ne fanno un’esclusiva galleria

d’arte contemporanea. È una nave originale ed elegante,

una vera “isola” di vacanza, una destinazione con tanti

servizi innovativi.

Servizi a bordo: 5 ristoranti, di cui due, il Club Concordia

e il Ristorantre Samsara, a pagamento, su prenotazione*;

13 bar, di cui un Cognac & Cigar Bar e un Coffee & Chocolate

Bar; 4 piscine, di cui 2 con copertura semovente e una

con toboga; 5 vasche idromassaggio; campo polisportivo;

Its name is a symbol of harmony between nations. Its spectacular

and unique interiors are dedicated to Europe’s most

beautiful cities. The numerous works of art by established

talents and young artists make it an exclusive contemporary

art gallery. It is an original and elegant ship, a genuine

floating holiday “island”, a destination in itself with many

innovative facilities.

Services on board: 5 restaurants, including the Club Concordia

and the Samsara Restaurant, by reservation only

with fee*; 13 bars including a Cognac & Cigar Bar and a

Coffee & Chocolate Bar; 4 swimming pools, including two

with retractable roof and one with slide; 5 Jacuzzis; multipurpose

sports pitch; outside jogging track, Samsara Spa,

22

1

www.costa.it/concordia

www.costacruises.co.uk/concordia

percorso jogging esterno; Samsara Spa, 6.000 mq. su due

piani con palestra, terme, piscina per talassoterapia, sale

trattamenti, sauna, bagno turco, solarium UVA; Teatro su

tre piani; Casinò e discoteca; Internet Point e biblioteca;

Shopping Center; Mondovirtuale, Squok Club, piscina

baby; simulatore di gara di Gran Premio; schermo gigante

sul ponte piscina.

Stazza lorda: 114.500 t. Lunghezza: 290 m. Larghezza: 35,5 m.

Tot. Cabine: 1.500 (di cui 505 con balcone privato, 55

cabine all’interno dell’area benessere, 12 Suite all’interno

dell‘area benessere, 58 Suite con balcone privato).

* Pranzo e cena al Ristorante Samsara sono inclusi nel prezzo per gli Ospiti

di Cabine e Suite Samsara

“L’attimo di Cupido”, Giovanni Smeraldi, Lido Riviera Magica

“L’attimo di Cupido”, Giovanni Smeraldi, Riviera Magica Pool

6,000 square metres over two floors with gym, spa, thalassotherapy

pool, treatment rooms, sauna, Turkish bath and

UVA solarium; three-floor theatre; casino; disco; Internet

point; library; shopping centre; virtual-world; Squok Club;

children’s pool; Grand Prix racing simulator; giant screen

on the pool deck.

Gross tonnage: 114,500 t. Length: 290 m. Width: 35.5 m.

Total Cabins: 1,500 (including 505 with private balcony,

55 cabins in the wellbeing area, 12 Suites in the wellbeing

area, 58 Suites with private balcony).

* Samsara Restaurant is free for the Guest of Samsara Cabins and Samsara

Suites.

Costa Magica

I nomi degli interni e i lidi piscina di Costa Magica si

ispirano ad alcune delle località più celebrate d’Italia:

la Costa Smeralda, Positano, Portofino, Capri,

Bellagio, Vicenza. L’arte è protagonista con una serie

di opere d’arte sul tema della magia realizzate dalla

prestigiosa Accademia di Brera che decorano una delle

scalinate e alcune suite.

Servizi a bordo: 4 ristoranti di cui uno, il Club Vicenza,

su prenotazione; 11 bar di cui un Cognac & Cigar

Bar; 4 piscine di cui una con copertura semovente e

toboga; 6 vasche idromassaggio; campo polisportivo;

Costa Magica’s interiors and pool decks are named after

some of the most famous places in Italy: Costa Smeralda,

Positano, Portofino, Capri, Bellagio, Vicenza. Art also plays

an important role with a series of works depicting the

theme of magic embellishing one of the staircases and

several suites, painted by the artists of the prestigious Accademia

di Brera.

Services on board: 4 restaurants, including the reservation-only

Club Vicenza; 11 bars including a Cognac & Cigar

Bar; 4 swimming pools including one with retractable roof

and slide; 6 Jacuzzis; multipurpose sports pitch; outside jog-

1

www.costa.it/magica

www.costacruises.co.uk/magica

percorso jogging esterno; Centro benessere di 1.300

mq. con palestra, sale trattamenti, sauna e bagno

turco; Teatro su tre piani; Casinò e discoteca; Internet

Point; Shopping Center; Mondovirtuale, Squok Club,

piscina baby.

Stazza lorda: 103.000 t. Lunghezza: 272 m.

Larghezza: 36 m. Tot. Cabine: 1.358 (di cui 464 con

balcone privato, 58 Suite con balcone privato).

“Tra memoria e visone”, Bruno Lucchi, Atrio Costa Smeralda

“Tra memoria e visone”, Bruno Lucchi, Costa Smeralda Atrium

ging track, wellness centre covering an area of 1,300 square

metres with gym, treatment rooms, sauna and Turkish

bath; three-floor theatre; casino; disco; Internet point; shopping

centre; virtual-world; Squok Club; children’s pool.

Gross tonnage: 103,000 t. Length: 272 m. Width: 36 m.

Total Cabins: 1,358 (including 464 with private balcony,

58 Suites with private balcony).

23


Costa Fortuna

Costa Fortuna può essere giustamente considerata come

una delle più belle navi passeggeri mai costruite in Italia

per lusso, eleganza, gran comodità. Il tema centrale è legato

ai mitici transatlantici italiani del passato: Rex, Vulcania,

Conte di Savoia, Raffaello. Evocativo, all’ingresso

del Teatro, il modellino originale del felliniano Rex, lungo

tre metri e inoltre nella Hall centrale, alta ben nove ponti,

26 modellini di navi che testimoniano la storia di Costa.

Servizi a bordo: 4 ristoranti di cui uno, il Club Conte

Grande 1927 su prenotazione; 11 bar di cui un Cognac &

Cigar Bar; 4 piscine, di cui una con copertura semovente

e toboga; 6 vasche idromassaggio; campo polisportivo;

In terms of luxury, elegance and comfort, the Costa Fortuna

can rightly be considered one of the most beautiful

passenger ships ever built in Italy. The central theme focuses

on the Italian transatlantic liners of the past, including

the Rex, Vulcania, Conte di Savoia and Raffaello. At the

Theatre entrance, you can see an evocative model of the

Rex, the famous ship of the movie directed by Fellini, while

a further 26 model ships representing Costa’s history adorn

the nine-floor-high Main Hall.

Services on board: 4 restaurants, including the reservation-only

Club Conte Grande 1927; 11 bars including a

24

1

percorso jogging esterno; Centro benessere di 1.300 mq.

con palestra, sale trattamenti, sauna e bagno turco;

Teatro su tre piani; Casinò e discoteca; Internet Point e

biblioteca; Shopping Center; Mondovirtuale, Squok Club,

piscina baby.

Stazza lorda: 103.000 t. Lunghezza: 272 m. Larghezza: 36 m.

Tot. Cabine: 1.358 (di cui 464 con balcone privato, 58

Suite con balcone privato).

“Modello nave Michelangelo”, Ristorante Michelangelo 1965

“Modello nave Michelangelo”, Michelangelo 1965 Restaurant

www.costa.it/fortuna

www.costacruises.co.uk/fortuna

Cognac & Cigar Bar; 4 swimming pools including one with

retractable roof and slide; 6 Jacuzzis; multipurpose sports

pitch; outside jogging track, wellness centre covering an

area of 1,300 square metres with gym, treatment rooms,

sauna and Turkish bath; three-floor theatre; casino; disco;

Internet point and library; shopping centre; virtual-world;

Squok Club; children’s pool.

Gross tonnage: 103,000 t. Length: 272 m. Width: 36 m.

Total Cabins: 1,358 (including 464 with private balcony,

58 Suites with private balcony).

1

Costa Mediterranea

È un omaggio alla cultura e all’arte italiana: dai saloni

ispirati ai nobili palazzi italiani del ‘600 e ‘700, al barocco

siciliano per il Ristorante degli Argentieri; dal medioevo

senese per la Discoteca al settecento veneziano per il bar

di Piazza Casanova e per il Casinò; dal neoclassico per il

Buffet Perla del Lago all’esotico per il Salone Orientale

con il Wine bar Roero. Infine la spettacolare Hall centrale

con le sue sculture di ballerini svettanti, da ammirare

dagli ascensori panoramici.

Servizi a bordo: 4 ristoranti, di cui due, il Club Medusa

e il Ristorante Wellness, a pagamento*, su prenotazione;

12 bar di cui un Cognac & Cigar Bar e un Wine Bar; 4

The ship pays tribute to Italian art and culture with the

various halls being inspired by sixteenth and seventeenthcentury

noble Italian palaces: Sicilian Baroque for the

Argentieri restaurant; medieval Sienese for the disco; classic

eighteenth-century Venetian for the Piazza Casanova bar

and casino; neoclassical for the Perla del Lago buffet; and

exotic for the Oriental Hall with Roero wine bar. Another

highlight is the spectacular main hall, with its towering

sculptures of dancers, which can be admired from the

panoramic lifts.

Services on board: 4 restaurants, including the Club

Medusa and the Wellness Restaurant, by reservation only,

with fee*; 12 bars including a Cognac & Cigar Bar and a

www.costa.it/mediterranea

www.costacruises.co.uk/mediterranea

piscine, di cui una con copertura semovente e toboga; 4

vasche idromassaggio e toboga; campo polisportivo; percorso

jogging esterno; Ischia Spa, centro benessere su due

piani con palestra, sale trattamenti, sauna e bagno turco;

Teatro su tre piani; Casinò e discoteca; Internet Point e

biblioteca; Shopping Center; Mondovirtuale; Squok Club

e piscina baby.

Stazza lorda: 86.000 t. Lunghezza: 292 m. Larghezza: 32 m.

Tot. Cabine: 1.057 (di cui 620 con balcone privato, 58 Suite

con balcone privato).

* Pranzo e cena al Ristorante Wellness sono inclusi nel prezzo per gli Ospiti

di Cabine e Suite Wellness.

“L’Arte della Commedia”, Alberto Nodolini,

Atrio Maschera d’Argento

“L’Arte della Commedia”, Alberto Nodolini,

Maschera d’Argento Atrium

Wine Bar; 4 swimming pools, one of which with retractable

roof and slide; 4 Jacuzzis; multipurpose sports pitch; outside

jogging track; Ischia Spa, two-floor wellness centre with

gym, treatment rooms, sauna and Turkish bath; three-floor

theatre; casino and disco; Internet Point and library; shopping

centre; virtual-world; Squok Club; children’s pool.

Gross tonnage: 86,000 t. Length: 292 m. Width: 32 m.

Total Cabins: 1,057 (including 620 with private balcony,

58 Suites with private balcony).

* Wellness Restaurant is free for the Guests of Wellness Cabins and Wellness

Suites.

25


Costa Atlantica

È una nave innovativa che ha segnato una svolta nella

strategia progettuale di Costa, la prima ad aprirsi verso

l’esterno grazie ai 678 balconi privati affacciati sul mare.

I ponti sono dedicati al maestro del cinema italiano,

Federico Fellini, i cui celebri film hanno ispirato i disegni

originali di Milo Manara. Sulla nave si trova un’esclusiva

riproduzione del Caffè Florian di Venezia, l’unica esistente

al mondo.

Servizi a bordo: 4 ristoranti, di cui due, il Club Atlantica

e il Ristorante Wellness, a pagamento*, su prenotazione;

12 bar di cui un Cognac & Cigar Bar e un Wine Bar; 4

piscine, di cui una con apertura semovente e toboga; 4 va-

This is an innovative ship that marks a turning point in

Costa’s shipbuilding design: it is the first to open up to the

outside, thanks to its 678 private balconies overlooking the

sea. The decks are dedicated to the Italian legend of the

cinema, Federico Fellini, whose famous films inspired the

original designs by Milo Manara. On the ship there is an

exclusive reproduction of Venice’s Caff Florian, the only

one in the world.

Services on board: 4 restaurants, including the Club Atlantica

and the Wellness Restaurant, by reservation only, with

fee*; 12 bars including a Cognac & Cigar Bar and a Wine

Bar; 4 pools including one with retractable roof and slide;

26

1

www.costa.it/atlantica

www.costacruises.co.uk/atlantica

sche idromassaggio; campo polisportivo; percorso jogging

esterno; Ischia Spa, centro benessere su due piani con

palestra, sale trattamenti, sauna e bagno turco; Teatro su

tre piani; Casinò e discoteca; Internet Point e biblioteca;

Shopping Center; Mondovirtuale; Club Pinocchio (Squok

Club), piscina baby.

Stazza lorda: 86.000 t. Lunghezza: 292 m. Larghezza: 32 m.

Tot. Cabine: 1.057 (di cui 620 con balcone privato, 58 Suite

con balcone privato).

* Pranzo e cena al Ristorante Wellness sono inclusi nel prezzo per gli Ospiti

di Cabine e Suite Wellness.

“Riproduzione disegni dedicati ai film di Fellini”. Milo Manara, Corridoi cabine

“Print dedicated to the film of Fellini”. Milo Manara, Cabins corridor

4 Jacuzzis; multipurpose sports pitch; outside jogging track;

Ischia Spa, two-floor wellness centre, treatment rooms,

sauna and Turkish bath; three-floor theatre; casino; disco;

Internet point and library; shopping centre; virtual-world;

Pinocchio Club (Squok Club); children’s pool.

Gross tonnage: 86,000 t. Length: 292 m. Width: 32 m.

Total Cabins: 1,057 (including 620 with private balcony,

58 Suites with private balcony).

* Wellness Restaurant is free for the Guests of Wellness Cabins and Wellness

Suites.

Costa Victoria

Costa Victoria è un nave elegante, dal design moderno

e dallo stile inconfondibile. Un importante intervento

di alta ingegneria l’ha resa ancora più bella grazie a

nuovi balconi per un gran numero di cabine esterne, una

nuova terrazza per il Ristorante Buffet e due passeggiate

panoramiche sul ponte 11. Particolare e di grande effetto,

la piscina interna che riprende lo stile dei transatlantici

d’epoca.

Servizi a bordo: 5 ristoranti di cui uno, Il Magnifico,

su prenotazione; 10 bar; 3 piscine di cui una interna;

4 vasche idromassaggio; campo polisportivo; percorso

“Albero del Cielo”. Gianfranco Pardi, Hall Principale Planetarium

“Albero del Cielo”. Gianfranco Pardi, Planetarium Atrium

Costa Victoria is an elegant, modern ship with an

unmistakeable style. The significant engineering work

carried out has made it even more beautiful thanks to new

balconies for the large number of outer cabins, a new terrace

for the Buffet Restaurant, and two panoramic promenades

on deck 11. The indoor swimming pool is unusual and

creates a great impact, recalling the transatlantic liners of

times gone by.

Services on board: 5 restaurants, including the Magnifico,

by reservation only; 10 bars; 3 swimming pools including

one indoor one; 4 Jacuzzis; multipurpose sports pitch;

1

www.costa.it/victoria

www.costacruises.co.uk/victoria

jogging esterno; centro benessere con palestra, sale

trattamenti, sauna e bagno turco; Teatro su due piani;

Casinò e discoteca; Internet Point; Shopping Center;

Squok Club.

Stazza lorda: 75.000 t. Lunghezza: 253 m. Larghezza: 32 m.

Tot. Cabine: 964 (di cui 242 con balcone privato, 20 Suite

di cui 4 con balcone privato).

outside jogging track; wellness centre with gym, treatment

rooms, sauna and Turkish bath; two-floor theatre; casino;

disco; internet point; shopping centre; Squok club.

Gross tonnage: 75,000 t. Length: 253 m. Width: 32 m.

Total Cabins: 964 (including 242 with private balcony, 20

Suites: 4 with private balcony).

27


Costa Romantica

Nave di grande charme ha un arredo moderno dai colori

chiari e rilassanti. Le grandi vetrate la rendono luminosa

e panoramica. Il suo raffinato stile nautico è arricchito

da numerose opere d’arte moderna. Invitante il ponte di

prua con eleganti poltrone in vimini alla francese dove

godere di tutta la magia del viaggio.

Servizi a bordo: 3 ristoranti; 7 bar; 2 piscine, 4 vasche

idromassaggio; Centro benessere con palestra, sale

trattamenti, sauna e bagno turco; percorso jogging

esterno; Teatro su due piani; Casinò e discoteca; Internet

Point; Shopping Center; Squok Club.

This charming ship has a modern décor with a light relaxing

colour scheme. The large windows make it a bright and

panoramic ship. Its refined nautical style is enriched with

many works of modern art. The bow deck is inviting with its

elegant French wicker armchairs from where all the magic

of the journey can be enjoyed.

Services on board: 3 restaurants; 7 bars; 2 swimming

pools; 4 Jacuzzis; wellness centre with gym, treatment

rooms, sauna and Turkish bath; outside jogging track; twofloor

theatre; casino; disco; Internet point; shopping centre;

Squok Club.

28

1

Stazza lorda: 53.000 t. Lunghezza: 221 m. Larghezza: 31 m.

Tot. Cabine: 678 (34 Suite di cui 10 con balcone privato).

“Cloud”, Susumu Shingu, Hall

“Cloud”, Susumu Shingu, Atrium

www.costa.it/romantica

www.costacruises.co.uk/romantica

Gross tonnage: 53,000 t. Length: 221 m. Width: 31 m.

Total Cabins: 678 (including 34 Suites: 10 with private

balcony).

Costa Classica

Costa Classica riconosciuta da sempre come una delle

navi più eleganti della flotta, è arricchita con opere

d’arte di valore e dotata di una personalità aperta e

sorprendente.

Da segnalare l’Alfresco Cafè, dove mangiare all’aperto

nella splendida terrazza sul mare dotata di pavimento in

teak e una grande vela bianca per ripararsi dal sole.

Servizi a bordo: 2 ristoranti; 7 bar; 2 piscine; 4 vasche

idromassaggio; percorso jogging esterno; centro benessere

con palestra, sale trattamenti, sauna e bagno turco;

Teatro su due piani; Casinò e discoteca; Internet Point e

biblioteca; Shopping Center; Squok Club.

The Costa Classica has always been recognised as one of the

most elegant ships of the fleet, with many valuable works

of art and an open and surprising personality.

One of its highlights is the Alfresco Café where you can eat

out in the open on a splendid terrace overlooking the sea,

with its teak flooring and large white sail to provide shade

from the sun.

Services on board: 2 restaurants; 7 bars; 2 swimming

pools; 4 Jacuzzis; outside jogging track; wellness centre with

gym, treatment rooms, sauna and Turkish bath; two-floor

theatre; casino; disco; Internet point; library; shopping

centre; Squok Club.

1

www.costa.it/classica

www.costacruises.co.uk/classica

Stazza lorda: 53.000 t. Lunghezza: 220 m. Larghezza: 31 m.

Tot. Cabine: 654 (di cui 10 Suite con balcone privato).

“Storie di Pinocchio” mosaici vetrosi, Emilio Tadini,

Teatro Colosseo

“Storie di Pinocchio” glass mosaic, Emilio Tadini,

Colosseo Theatre

Gross tonnage: 53,000 t. Length: 220 m. Width: 31 m.

Total Cabins: 654 (including 10 Suites with private

balcony).

29


Costa Europa

Costa Europa sintetizza nel nome e negli arredi la

sua vocazione europea riconoscibile nel raffinato stile

internazionale e nell’atmosfera di classe. A bordo anche

una straordinaria collezione d’arte: pezzi di antiquariato,

opere di artisti fiamminghi, sculture cinesi in bronzo e un

cannone di nave originale del Seicento.

Servizi a bordo: 4 ristoranti di cui uno, il Club Europa,

su prenotazione; 6 bar di cui un Cognac & Cigar Bar; 3

piscine, di cui una con copertura semovente; 2 vasche

idromassaggio; campo polisportivo; percorso jogging

esterno; centro benessere con palestra, sale trattamenti,

sauna; Teatro su due piani; Casinò e discoteca; Internet

Point e biblioteca; Shopping Center; Squok Club.

The Costa Europa’s name and décor sum up the ship’s

European character that is recognisable in its refined

international style and elegant atmosphere. There is an

extraordinary collection of art on board: antiques, works

by Flemish artists, Chinese bronzes and a seventeenthcentury

ship’s cannon.

Services on board: 4 restaurants, including the reservationonly

Club Europa; 6 bars including a Cognac & Cigar Bar;

3 swimming pools including one with retractable roof; 2

Jacuzzis; multipurpose sports pitch; outside jogging track;

wellness centre with gym, treatment rooms, sauna; twofloor

theatre; casino; disco; Internet point; library; shopping

centre; Squok Club.

30

1

Stazza lorda: 55.000 t. Lunghezza: 243 m. Larghezza: 32 m.

Tot. Cabine: 753 (11 Suite di cui 6 con balcone privato).

Opera fiamminga, Corridoio

Opera fiamminga, Corridor

www.costa.it/europa

www.costacruises.co.uk/europa

Gross tonnage: 55,000 t. Length: 243 m. Width: 32 m.

Total Cabins: 753 (including 11 Suites: 6 with private

balcony).

Costa Marina

Tratto distintivo di Costa Marina è la luminosità, grazie

a un sapiente gioco architettonico di trasparenze e

cristalli di grande effetto panoramico. I saloni principali,

dall’atmosfera calda e rilassante, si snodano in un’armonica

successione. Lo stile marinaro degli interni ricorda quello

dei grandi yacht: pregiate finiture e raffinati dettagli.

Servizi a bordo: 3 ristoranti; 4 bar; 2 piscine; 3 vasche

idromassaggio; percorso jogging esterno; centro benessere

con palestra, sale trattamenti, sauna; Teatro; Casinò e

discoteca; Internet Point e biblioteca; Shopping Center;

Squok Club.

The hallmark of the Costa Marina is its light-flooded

interiors, achieved by the skilled use of stunning glass

architecture that offers breathtaking views. The main rooms

have a warm and relaxing atmosphere and are connected

in a well-planned sequence. The interiors are reminiscent of

a great yacht: fine décor and elegant details.

Services on board: 3 restaurants; 4 bars; 2 swimming

pools; 3 Jacuzzis; outside jogging track; wellness centre

with gym, treatment rooms, sauna; theatre; casino; disco;

Internet point; library; shopping centre; Squok Club.

1

www.costa.it/marina

www.costacruises.co.uk/marina

Stazza lorda: 26.000 t. Lunghezza: 175 m. Larghezza: 26 m.

Cabine: 383 (di cui 8 Suite con balcone privato).

“Pannelli murali”, Emilio Tadini, Marina Lounge

Gross tonnage: 26,000 t. Length: 175 m. Width: 26 m.

Total Cabins: 383 (including 8 Suites with private

balcony).

31


Costa Allegra

Soprannominata la “nave di cristallo” è luminosa e

moderna: le ampie vetrate da cui ammirare il panorama

del mare e delle coste, la rendono particolarmente adatta

alla navigazione turistica. Nel 2006, le cabine e molte

aree comuni sono state sottoposte a un importante

rinnovamento, sono state aggiunte nuove strutture (fra

cui 2 ristoranti, un nuovo bar) ed è stato ampliato il

centro benessere Caracalla Spa.

Servizi a bordo: 3 ristoranti di cui uno su prenotazione;

6 bar; 3 piscine; 3 vasche idromassaggio; percorso jogging

esterno; centro benessere con palestra, sale trattamenti,

sauna; Teatro; Casinò e discoteca; Internet Point e

Also known as the “Crystal Ship”, it is bright and modern:

the large windows from where you can admire views over

the sea and along the coastlines make it especially suitable

as a tourist craft. In 2006, the cabins and many communal

areas were refurbished, new facilities were added (including

2 restaurants and a new bar) and the wellness centre - the

Caracalla Spa - was extended.

Services on board: 3 restaurants including one by

reservation only; 6 bars; 3 swimming pools; 3 Jacuzzis;

outside jogging track; wellness centre with gym, treatment

rooms, sauna; theatre; casino; disco; Internet point; library;

shopping centre; Squok Club; 1 children’s pool.

32

1

biblioteca; Shopping Center; Squok Club; piscina baby.

Stazza lorda: 28.500 t. Lunghezza: 187 m. Larghezza:

26 m. Tot. Cabine: 399 (13 Suite di cui 10 con balcone

privato).

“Pannelli in vetro”, Emilio Tadini, Hall

“Pannelli in vetro”, Emilio Tadini, Atrium

www.costa.it/allegra

www.costacruises.co.uk/allegra

Gross tonnage: 28,500 t. Length: 187 m. Width: 26 m.

Total Cabins: 399 (including 13 Suites: 10 with private

balcony).

CostaClub. Collezione di privilegi.

CostaClub. A collection of privileges.

Un mondo di attenzioni da non perdere

C’è una ragione per cui i nostri Ospiti

decidono di partire per un’altra crociera

con Costa… anzi ce ne sono mille. Scoprite

CostaClub e le tante attenzioni che vi

riserva. È sempre un piacere ritrovarsi

a bordo. Con CostaClub questo piacere

diventa ancora più esclusivo.

Attenzioni prima della partenza

Quando prenoterete la prossima crociera,

CostaClub premierà la vostra fedeltà offrendovi

condizioni vantaggiose e non solo…

Attenzioni a bordo

Più crociere Costa farete, più punti potrete

accumulare, più privilegi potrete cogliere

passando da Club Aquamarine a Club Coral

fino a Club Pearl per godere di attenzioni

sempre più grandi, sempre più esclusive.

Iscriversi è gratuito

Vi basta aver fatto una crociera Costa.

Potete farlo subito presso il CostaClub Point

della nave, oppure, una volta rientrati a casa,

collegandovi a www.costaclub.it o contattando

il Numero Verde gratuito 800 653 465.

A world of special attention not to be missed

There’s a reason why our Guests decide to

take another cruise with Costa... indeed

there are a thousand reasons. Discover the

CostaClub and the personal attention that it

reserves for you. It’s always a pleasure to be

back onboard and this pleasure becomes

even more exclusive with the CostaClub.

Privileges prior to departure

When you book your next cruise, the

CostaClub will reward your loyalty by offering

you special conditions, and more besides...

Exclusive attention aboard the ship

The more Costa cruises you take, the more

points you’ll be able to accumulate to rise

from Aquamarine through to Coral and

Pearl membership, in order to enjoy ever

greater and more exclusive privileges.

Registration is free

You just need to have been on a Costa

cruise. You can sign up immediately at the

CostaClub Point aboard the ship or, by

visiting www.costaclub.co.uk or calling

020 7940 4494 following your return home.


PeRSONAGGI ● PeRSONALITIeS

A tu per tu con il

Comandante Paolo Benini

Face to face with

Captain Paolo Benini

Facciamo la conoscenza del Comandante Paolo

Benini, il più giovane della flotta Costa, non ha

ancora compiuto 40 anni, ma di strada ne ha già

fatta tanta! Un uomo che ama con passione il

suo lavoro. Dalla personalità solare che apprezza il lato

goliardico della vita e l’aspetto più ludico del “fanciullino“

di pascoliana memoria.

Come e quando è iniziata la sua avventura con Costa?

Sono legato al mare da una radicata tradizione familiare:

padre, Capitano di Lungo Corso, zio Capitano di macchina

e nonno operaio presso i cantieri navali di Genova. Dopo

il diploma all’Istituto Nautico Vespucci di Genova, tutto

è avvenuto molto in fretta. Durante il servizio militare ho

visitato l’ “Enrico C.”, ne sono rimasto affascinato e poco

dopo nel settembre 1990 ho iniziato la mia avventura in

Costa Crociere: primo imbarco su Costa Riviera ai Caraibi

con la qualifica di Allievo Ufficiale. L’orgoglio e la fortuna

di appartenere a un mondo speciale è ancora più forte

proprio quest’ anno che ricorre il 60° anniversario della

storia di Costa. Sento di avere contribuito anche io, con i

miei 18 anni di carriera, al successo della Compagnia.

we meet Captain Paolo Benini, the youngest

captain in the Costa fleet: although not yet

40 years of age, he has already come a very

long way! A man who loves his job, Captain

Benini has a cheerful, playful personality and definitely

appreciates the lighter side of life.

How and when did your adventure with Costa begin?

The sea has been in my family for generations: my father

was a liner captain, my uncle was a second engineer officer

and my grandfather worked in the naval shipyards

in Genoa. After I got my diploma at the Vespucci Nautical

Institute in Genoa, everything happened very quickly. During

my national military service I visited an old Costa liner,

the Enrico C, I was fascinated by it and shortly afterwards

in September 1990 I began my career in Costa Crociere: my

first voyage was on the Costa Riviera to the Caribbean, I

served as an apprentice officer. The pride and good fortune

I felt at belonging to such a special world is even stronger

this year, which is Costa’s 60th anniversary. I feel that with

my 18 years of service, I have made my own contribution

to the company’s success.

Ci può descrivere

What’s your aver-

una sua giornata

age working day

lavorativa tipo?

like?

La sveglia è forte-

The time I wake

mentecondiziona- depends greatly on

ta dalle manovre di

arrivo e dalla parte

Il comandante Paolo Benini a bordo di Costa Fortuna.

Captain Paolo Benini on board the Costa Fortuna.

the arrivals schedule

and on the part

del mondo in cui mi

of the world where I

trovo in quel momento, quindi estremamente elastica. happen to be, so it’s extremely elastic. The day is governed

La giornata è scandita da una routine necessaria come il by a necessary routine, which includes checking the post,

controllo della posta, la supervisione dei ponti esterni, le supervising the outside decks, and the crew areas. I’m very

aree equipaggio. Sono una persona estremamente ope- much a hands-on type of person and so I personally folrativa

e quindi seguo in prima persona lo stato di avanlow the state of progress of the maintenance work and I

zamento dei lavori di manutenzione e visito alternati- visit all the operations of the ship in turn, without excepvamente

tutte le varie aree operative della nave senza tion: from the kitchens to the laundry, the workshops too.

esclusione: dalle cucine alla lavanderia, alle officine. Per But there’s no doubt that my most interesting duty is ma-

concludere, senza dubbio la mansione più interessante noeuvring the ship, and of course the direct contact with

del mio lavoro riguarda la manovra della nave, il rappor- the guests even though it does mean having to pose for an

to diretto con gli Ospiti anche se devo prestarmi spessissimo

agli obiettivi di tante macchine fotografiche!

awful lot of photographs!

Qual è il suo itinerario preferito all’interno dell’offerta

Costa?

Mi affascinano molto le crociere a Dubai ed Emirati

Arabi, luoghi che non conosco e che mi piacerebbe visitare.

Le crociere nel Mediterraneo orientale con l’emozionante

partenza da Venezia Grecia e Turchia offrono

un’alternanza di paesaggi splendidi per storia e cultura.

Personalmente cerco sempre di offrire ai nostri Ospiti la

possibilità di apprezzare la navigazione turistica.

Che cosa ci racconta dei Caraibi dove attualmente si

trova a bordo di Costa fortuna?

I Carabi sono un vero Paradiso, Sono particolarmente apprezzate

St. Thomas, St. Marteen, Grand Turk e Catalina.

Le prime abbinano splendide spiagge allo shopping; le

seconde per le caratteristiche immagini caraibiche da

cartolina: spiagge stupende e che dire della silouette

della nave ormeggiata a poche centinaia di metri dalla

costa come sfondo? Impedibile! Vi consiglio anche lo

shopping di prodotti dell’ artigianato locale soprattutto

in Messico, Marocco, Grecia e Turchia.

Se dovesse descrivere Costa fortuna con tre aggettivi

come la definirebbe?

Imponente come un palazzo, affascinante come una bella

donna, estrosa come una creazione di alta moda

Ha aneddoti divertenti o fuori dal comune sulla vita

di bordo da condividere con i lettori?

Devo dire che i più simpatici ricorrono a vari anni addie-

What’s your favourite Costa itinerary?

I’m really interested in cruises to Dubai and the Arab

Emirates; these are places I don’t know and which I’d like

to visit. The cruise in the eastern Mediterranean with the

emotional departure from Venice, and Greece and Turkey

offering views of beautiful landscapes alternating with

history and culture. Personally I always try to offer our

guests the opportunity to appreciate tourist sailing.

What can you tell us about the Caribbean, where you

are now, aboard Costa fortuna?

The Caribbean is truly a paradise. Particularly lovely are

St. Thomas, St. Martin, Grand Turk and Catalina. St. Thomas

and St. Martin combine beach life with shopping, while

Grand Turk and Catalina are the best for postcard Caribbean

views: stupendous beaches and of course who isn’t

stirred by having the backdrop of the silhouette of the

ship at anchor just a few hundred metres offshore? It’s a

once-in-a-lifetime experience! I also recommend shopping

for local crafts, especially in Mexico, Morocco, Greece and

Turkey.

If you had to describe Costa fortuna in three adjectives,

what would they be?

Imposing like a palace, charming like a beautiful woman,

inspired like a creation of high fashion.

Do you have any anecdotes or unusual stories about

life on board that you can share with our readers?

Well, the best ones happened a good few years back and

I still remember them with a smile. In the 1990s, I don’t

70 71


tro e li ricordo sempre con piacere. Anni 90, non ricordo

l’anno preciso, tutti pronti per la partenza da Barcellona,

pilota del porto a bordo. Improvvisamente le operazioni

vengono interrotte dalla fuga dalla cabina del gattino

del Comandante: tutti gli ufficiali si prodigano nella ricerca

davanti all’espressione allibita del pilota del porto.

Al tempo non era esplicitamente vietato portare a bordo

un animale domestico,

oggi i regolamenti sono

cambiati. A me sarebbe

piaciuto un pappagallo

colorato, magari parlante

come al tempo dei pirati!

È una battuta, non mi dispiacerebbe

avere un cane

da tenere come compagno

di viaggio. Stessi anni,

ricordo un Ufficiale di Coperta,

imitatore mancato

eccellente nel riprodurre

fedelmente la voce di alcuni

Comandanti. Si divertiva

a dare ordini telefonicamente e faceva muovere

il personale creando equivoci e situazioni imbarazzanti

ma innocue per la sicurezza, ovviamente all’insaputa del

vero Comandante.

Visto che siamo in tema, ha qualche aneddoto divertente

che riguarda gli Ospiti?

L’ultima sera di crociera capita che qualcuno degli Ospiti

più distratti e con poca dimestichezza con il sistema

di chiusura della porta cabina in automatico, mentre è

intento a posizionare il bagaglio fuori della cabina, rimanga

chiuso all’esterno... magari in mutande. Un po’ di

imbarazzo ma alla fine tutto si risolve...

Concludiamo con una piccola “intrusione” nella sua

sfera personale: quali sono i suoi hobby?

Ho la passione per la bicicletta (mountain bike), un hobby

che cerco di coltivare anche a bordo, lo sci. Mi piace

creare momenti di aggregazione con i colleghi come ad

esempio la “pizzata” per vedere sui Rai International

ai Caraibi “La Domenica sportiva” e seguire il Grande

Genoa, la mia squadra del cuore! Quando sono a casa

presto servizio volontario come autista soccorritore sulle

ambulanze. Mi piace fare viaggi on the road in moto.

Anche le mie letture sono piuttosto movimentate infatti

leggo solitamente thriller con una preferenza per Dan

Brown. •

72

Patrizia Muzio

remember exactly what year, we were all ready to leave

port from Barcelona, with the harbour pilot on board

and everything. Suddenly we were interrupted when the

captain’s cat racing out of the cabin: all the officers were

doing their utmost to look for it, and the poor harbour

pilot was absolutely speechless. Back then there wasn’t

an explicit rule against bringing pets on board, but now

the rules have changed. I

would have liked a multicoloured

parrot, maybe

a talking one like pirates

used to have! Obviously

I’m joking, but I wouldn’t

mind having a dog to keep

me company on a voyage.

Also in the 1990s, I remember

a deck officer who

was absolutely amazingly

good at imitating the

voices of some of the cap-

Costa Fortuna tains. He’d give orders by

telephone and make the

ship’s crew move around, creating misunderstandings and

embarrassing situations, but never to the point where it

would compromise safety. And obviously the real captain

didn’t know a thing about it.

And do you have any anecdotes about the guests?

On the last evening of a cruise it often happens that one

of the more distracted guests who might not be too familiar

with the automatic cabin door closing system, while

they’re putting their luggage outside the cabin they manage

to get themselves locked out…sometimes in their

underwear. A bit embarrassing but in the end we always

manage to help them out…

Our last question is a little foray into your personal

life, if that’s okay: what are your hobbies?

I love mountain biking, it’s something I try to keep up

when I’m travelling, and skiing. I like getting together

with colleagues, for example we often get together for a

pizza in the Caribbean, to watch the Italian sports on RAI

International on Sundays, and of course I follow Genoa,

my favourite football team! When I’m not travelling I do

volunteer work as an ambulance driver. I like travelling

by motorcycle. Even my choice of reading material is fastmoving

stuff; I usually read thrillers and I have a preference

for Dan Brown. •

Carretera Palma-Manacor, km, 30 · Phone +34 971 644 102 · Montuïri, Mallorca (Spain)


ImmOBILIARe ● ReAL eSTATe

Un ottimo investimento al sole

An excellent investment in the sun

Tra gli investimenti a lungo termine che si possono

effettuare attualmente, quello immobiliare

è di certo uno dei più sicuri, a patto di scegliere

in maniera oculata il tipo di immobile e il luogo

in cui questo è ubicato. Il “mattone”, infatti, è spesso

una valida alternativa di investimento, ma bisogna ponderare

bene la redditività dell’affare e allora, in quest’ottica,

meglio scegliere di comprare in Paesi che godono

di una serie di condizioni favorevoli, quali prospettive

economiche in crescita, una minore pressione fiscale, un

flusso turistico durante tutto l’anno, la stabilità politica

ed economica. Oltre a una posizione geografica strategica

che associ insiti legami commerciali a una funzionale

infrastruttura di trasporto.

Spesso, però, tutti questi fattori non coesistono in paesi

con prospettive di rivalutazione del mercato economicamente

interessanti.

Fa eccezione uno stato come Cipro, membro dell’Unione

Europea dal 2004, paese moderno e solido dal punto

di vista finanziario e destinazione turistica molto interessante.

Grazie alla conversione all’euro della sterlina

cipriota, oggi un cittadino europeo può investire e ottenere

finanziamenti in maniera più conveniente rispetto

al passato, in quanto le spese come le conversioni valutarie

e le commissioni di cambio sono state eliminate

dal 1 gennaio 2008. Inoltre, a Cipro la qualità della vita è

elevata (in base agli standard europei), il costo della vita

ragionevole, vige una bassa pressione fiscale, una grande

percentuale di persone ha un’istruzione di livello supe-

Of the long-term investments that it is possible

to make today, property is certainly one of

the safest, as long as you take care in selecting

the type of building and its location. Yes,

“bricks and mortar” is often a valid investment choice,

but you need to properly think through the profitability

of your venture and so, from this point of view, it’s better

to buy in countries that enjoy a series of favourable

conditions, like growing economic prospects, low taxes,

all-year-round tourist traffic, and economic and political

stability. And you also need a strategic geographic

position that combines natural commercial links with an

effective transport infrastructure.

Often, however, not all these factors coexist in countries

with economically attractive prospects of market appreciation.

An exception is a state like Cyprus, a European Union

member since 2004 and a country that is modern, financially

solid and a very attractive tourist destination. With

the conversion of the Cypriot pound to the euro, today a

European citizen can invest and obtain financing much

more easily than in the past, because costs like currency

conversions and exchange commissions were eliminated

on 1 January 2008. In addition, Cyprus boasts a high

standard of living (when compared to European standards),

reasonable living costs, low taxes, a high percentage

of persons educated to university standard, a highquality

and accessible health system, excellent facilities

for sports and free time activities and, last but not least,

75


iore universitario, l’assistenza

sanitaria è di qualità e accessibile,

vi sono eccellenti alternative

quanto a sport e tempo

libero e, non da ultimo, la popolazione

locale è accogliente

e parla fluentemente l’inglese.

Se a questo si aggiunge che

sull’isola c’è una media di 340

giorni caldi e soleggiati ogni anno, il quadro è completo

per prendere seriamente in considerazione l’acquisto di

un immobile qui.

Ecco una scheda sintetica dei vantaggi che presenta

un investimento immobiliare a Cipro:

Potenziale di crescita: investimento in un paese entrato

recentemente a far parte dell’Ue.

Minore pressione fiscale: basso livello di imposte immobiliari

e sul reddito (i primi 20mila euro di reddito

sono esentasse) e solo il 10% di imposte sui redditi delle

persone giuridiche (il livello più basso d’Europa).

Sicurezza della valuta: entrata in vigore dell’euro da

gennaio 2008.

Potenziale di reddito: gli immobili possono essere affittati

in loco con rendimenti fissi ragionevoli, oppure usati

sotto forma di case vacanza con locazioni per i turisti.

Condizioni di investimento: il regime liberale degli

investimenti esteri diretti ha semplificato le procedure

amministrative per l’ottenimento dei permessi necessari.

Cipro ha accordi di investimento bilaterali con 17 paesi

e convenzioni sulla doppia imposizione con 40 paesi.

Sviluppo del turismo: il paese vanta un settore turistico

ben sviluppato e in crescita.

Stabilità: mercato immobiliare di lunga tradizione solido

e stabile.

Posizione strategica: al crocevia di 3 continenti.

Trasporti: facilmente accessibile via aria e via mare, in

particolare grazie al nuovo aeroporto di Larnaca, il cui

completamento è previsto per il 2009, che diventerà il

più moderno del Mediterraneo orientale. Quando sarà

76

the local population is open

and welcoming and speaks fluent

English. Add to this the fact

that on the island there’s an

average of 340 hot, sunny days

every year, and the picture is

complete for seriously considering

buying a property here.

Here is a summary of the advantages of investing in

property in Cyprus:

Potential for growth: investment in a country that recently

joined the EU.

Low taxes: low taxes on property and on income (the

first 20,000 euro of income is tax free) and just 10% tax

on the incomes of legal persons (the lowest in Europe).

Currency stability: Cyprus adopted the euro as its official

currency in January 2008.

Profitability potential: properties can be rented in situ

for reasonable fixed yields, or used as a holiday home

with short-term leases to tourists.

Investment conditions: the liberal regime of foreign

direct investments has simplified the administrative procedures

for obtaining the necessary permits. Cyprus has

bilateral investment agreements with 17 countries and

double taxation agreements with 40 countries.

Development of tourism: The country boasts a welldeveloped

and growing tourism industry.

Stability: Long term property market is solid and stable.

Strategic position: Cyprus is at the crossroads of 3 continents.

Transport: Easy access by air and sea, especially with

the new airport at Larnaca. This will be completed for

2009 and will be the most modern airport in the eastern

Mediterranean. When complete, Larnaca airport will

employ 6,000 and will have a capacity for 7.5 million

passengers per year in an area of 95,000 square metres.

And Paphos airport, for charter flights, will be completed

by the end of 2008, making access even easier. Of major

note also is the private development of the port of Lar-


completato, l’aeroporto di Larnaca darà lavoro a 6mila

persone e sarà in grado di gestire 7,5 milioni di passeggeri

l’anno in un’area di 95.000 mq. L’aeroporto di Paphos

destinato ai voli charter, il cui completamento è previsto

entro fine 2008, contribuirà ad agevolare l’accesso.

Notevole importanza ricopre inoltre lo sviluppo privato

del porto di Larnaca, che trasformerà il porto e la zona

circostante in un terminal per navi da crociera. Senza dimenticare

un’infrastruttura stradale all’avanguardia di

prim’ordine, con una rete di strade e autostrade a densità

di traffico relativamente bassa.

Salute: assistenza sanitaria eccellente e accessibile, sia

nel sistema pubblico, sia nel privato. Alimenti e ambiente

sani costituiscono un ulteriore punto di forza.

Storia: gli ultimi anni hanno evidenziato un incremento

dei prezzi dal 20 al 30% all’anno; ideale per investimenti

sulla carta.

Ma comprare un immobile in un paese straniero richiede

sempre un po’ di accortezza e soprattutto è consigliabile

avere un consulente in loco che conosca bene la legislazione

locale e possa dare i giusti suggerimenti per concludere

l’affare. A Cipro ci si può rivolgere per esempio a

Karaolis Group, una società di costruzioni di alto livello

specializzato nel distretto di Limassol. Il gruppo ha contribuito

in modo significativo alla crescita della città sin dal

1960, portando allo sviluppo di Limassol e alla sua trasformazione

in importante centro di affari internazionali.

karaolis Group gode già della fiducia di circa 5mila ciprioti

e acquirenti stranieri, che apprezzano non solo il

valore di ogni progetto, ma anche i servizi di pre e postvendita

che la società offre.

Tra questi, il più importante è quello della consulenza

prima della vendita: karaolis Group accompagna infatti

i potenziali investitori dalle prime visite in loco alle procedure

di finanziamento professionale e di consulenza

legale. Un aiuto fondamentale per concludere l’acquisto

nel migliore dei modi. •

78

naca, which will transform the port and the surrounding

area into a terminal for cruise ships. All this would not

be complete without Cyprus’s first-rate road system, with

its network of roads and motorways and relatively low

traffic density.

Health: Cyprus’s health system is excellent and accessible,

both public and private. Healthy foods and environment

are a further strong point.

History: recent years have shown property escalate in

prices from 20 to 30% per year; ideal for off plan investments.

But buying a property in a foreign country always requires

a certain amount of wariness, and obviously it’s

advisable to have an on-site consultant who knows the

local legislation well and who can give you the advice

you need to complete the transaction. One such consultant

you can turn to in Cyprus is Karaolis Group, a highend

developer company working in the district of Limassol.

This group has made a significant contribution to the

city’s growth since 1960, assisting Limassol’s development

and its transformation into a major international centre

for business.

Karaolis Group has already earned the trust of around

5,000 property buyers, both Cypriot and foreign, all of

whom appreciate not just the great value of each of its

projects, but also the pre- and post-sales services offered

by the company.

Of these, the more important is the pre-sales consultancy

service: Karaolis Group accompanies potential investors

from their very first visit to the property right up to the

professional financing procedures and legal counselling.

This is an essential aid to completing the purchase in the

best possible way. •

Info:

Karaolis Group

1 Anastasiou Sioukri, Themis Tower 5th Floor

P.O.Box 53093, CY - 3300 Limassol, Cyprus

Tel. +357 25 871871 +357 99 468828 +357 99 427442

fax: +357 25 342186

e-mail: sales@karaolisgroup.com

web: www.karaolisgroup.com


eveNTI ● eveNTS

Le spettacolari Olimpiadi

di Pechino

Spectacular Beijing Olympics

L’

ora X dell’enorme orologio che in piazza Tienanmen

segna il count-down fino alla cerimonia

d’apertura dei diciannovesimi Giochi

Olimpici scatterà l’8 agosto del 2008. Una

data scaramantica, visto che l’8 è il numero simbolo di

prosperità e fortuna in Cina, per partire in grande stile

con quella che si preannuncia come

una delle edizioni più spettacolari di

sempre.

Dopo Tokyo 1964 e Seul 1988 è la terza

volta che le Olimpiadi si svolgono

in Asia e la manifestazione che ha

organizzato la Cina parte già in grande

stile con il viaggio della Fiaccola

olimpica, che sarà il più lungo mai af-

I diciannovesimi

Giochi Olimpici si aprono

l’8 agosto 2008:

uno show certamente

indimenticabile,

che la Cina ha preparato

nei minimi particolari

The hour marked “X” on the enormous clock in

Tiananmen Square that marks the countdown to

the opening ceremony of the nineteenth Olympic

Games will be struck on 8 August del 2008.

The date is auspicious - the number 8 is associated with

prosperity and good fortune in China - to ensure a good

start to what promises to be one of the

most spectacular Games of all time.

After Tokyo 1964 and Seoul 1988, this

is the third Olympics to be held in Asia

and the show that China is organising

begins in great style with the journey

of the Olympic flame, which will be the

longest ever undertaken: after it leaves

Beijing on 31 March, the torch will trav-

In apertura dettaglio della torcia olimpica di Beijing 2008.

Sopra il futuristico Beijing National Stadium, che ospiterà la

cerimonia di apertura oltre alle gare di atletica.

A destra il National Swimming Centre.

Opening page: detail of the Beijing 2008 Olympic torch.

Above: the futuristic Beijing National Stadium,

which will host the opening ceremony and the athletics.

Right: the National Swimming Centre.

frontato: dopo la partenza da Pechino il

31 marzo, la fiaccola percorrerà 137mila

chilometri con 19 tappe all’estero e 113

in tutte le 31 province della Cina, compresa

una sosta davvero unica, la scalata all’Everest in

maggio. Per poi tornare il 6 agosto, a due giorni dalla

cerimonia d’inaugurazione, nuovamente nella capitale.

Tra le città straniere che saranno toccate dalla Fiamma

vi sono anche Istanbul, Londra, San Francisco, Buenos

Aires, Bombay e Seul.

Sono 28 le discipline ammesse ai giochi olimpici, tra le

quali, oltre alle più classiche atletica, nuoto, pallavolo,

calcio e tennis, saranno protagoniste

soprattutto le arti marziali: le giapponesi

in gara (Taekwondo e Judo) e

le cinesi, tai-ji e kung fu in prima linea,

negli spettacoli che animeranno

il dopo gara di tutto il mese d’agosto.

Come simbolo delle Olimpiadi, il

comitato organizzatore ha scelto

il “sigillo cinese-Pechino danzante”,

The nineteenth

Olympic Games

open on the

8th of August 2008,

a truly unforgettable show

that China has organised

down to the last detail

el 137,000 kilometres with 19 stops abroad and 113 stops in

all 31 Chinese provinces, including the truly unique stop in

May when the torch will climb Everest. Then on 6 August,

two days before the inauguration ceremony, it will return

again to the Chinese capital. Among the cities that the torch

will take in on its worldwide journey are Istanbul, London,

San Francisco, Buenos Aires, Bombay and Seoul.

Athletes will compete in twenty-eight sporting disciplines

at the Olympic Games, including clas-

sic athletics, swimming, volleyball,

football and tennis, but obviously

the special focus is on martial arts:

the Japanese and Koreans in the actual

disciplines with tae kwon-do and

judo, and the Chinese with tai-ji and

kung fu in the exhibition events for

the month of August. As the symbol of

the Olympics, the organising commit-

80 81

PERMISSION IS GRANTED TO COPY, DISTRIBUTE AND/OR MODIFY THIS DOCUMENT UNDER THE TERMS OF THE GNU FREE DOCUMENTATION LICENSE, PUBLISHED BY THE FREE SOFTwARE FOUNDATION


un’immagine che unisce la tradizione artistica cinese

dei sigilli, all’arte della calligrafia e che appare come

un ideogramma bianco che ha la forma di un omino

danzante, disegnato su uno sfondo rosso, il colore della

bandiera cinese. Tutti pronti, dunque, a sedersi davanti

alla mondovisione che unirà virtualmente milioni di

persone in tutto il mondo. Fino al 24 agosto, giorno della

cerimonia di chiusura delle Olimpiadi. •

Per informazioni: http://en.beijing2008.cn

82

Sopra, la Grande Muraglia.

A sinistra un caratteristico dragone cinese.

In basso le mascotte ufficiali di Beijing 2008.

Above: the Great Wall.

Left: a traditional Chinese dragon.

Bottom: the Beijing 2008 mascots.

tee has chosen the “Chinese-Beijing dancing-man seal”,

an image that unites the traditional Chinese art of seals

with the art of calligraphy. It is a white ideogram in the

shape of a dancing man drawn on a red background, the

colour of the Chinese flag. So get ready to sit down and

watch the visual event that will virtually unite millions

of people all over the world - until the 24th of August,

date of the closing ceremony of the Olympics. •

for more information: http://en.beijing2008.cn

altimeter

Matterhorn 4478m

compass

barometer

alarm

chrono

thermometer


PeRSONAGGI ● PeRSONALITIeS

Il poliedrico Fabio Volo

Il suo segreto è la capacità di osservare la vita con uno sguardo ironico,

dote che, unita al lato più meditativo del suo carattere,

l’ha reso oltre che un buon presentatore televisivo anche un bravo attore e scrittore

In Italia Fabio Volo è simbolo dell’artista che si è

fatto da solo, che si è emancipato da una condizione

di partenza non particolarmente fortunata

arrivando a essere un uomo di spettacolo a tutto

tondo, nell’arco di dieci anni. Il trentaseienne bresciano

ha dimostrato a tutti quelli che non avevano fiducia

in lui che con tenacia, talento e un pizzico di fortuna

si possono realizzare i sogni più ambiziosi: da panettiere

ad attore, autore, presentatore, deejay e scrittore

di successo. Per di più con una produzione artistica che

procede con un ritmo serratissimo e che nell’ultimo periodo

conta almeno una trasmissione radiofonica, una

televisiva, un film e un libro all’anno.

“Avevo capito che rinunciare a se stessi, non amarsi, è

come sbagliare a chiudere il primo bottone della camicia.

Tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza”, si

legge in uno dei suoi libri. E Fabio Volo questo insegnamento

l’ha imparato per esperienza personale, perché

aveva imboccato una strada professionale ereditata

In Italy, Fabio Volo is the archetype of the artist who

made it on his own, the man who rose above his not

very promising initial circumstances and became

an all-around showman, and all in the space of ten

years. The 36-year-old from Brescia in Italy’s north has

shown everyone who didn’t believe in him that, with

tenacity, talent and a little bit of luck, you can realise

the most ambitious of dreams: you can go from baker

to actor, author, presenter, DJ and bestselling writer. And

what’s more, with a rate of artistic production that continues

at a breathtaking pace and which now includes at

least one radio show, TV show, film and book every year.

“Early on I grasped the fact that denying yourself, not

loving yourself, is like buttoning the first button on your

shirt wrong. All the other buttons go wrong as well,” he

says in one of his books. And Fabio Volo learned this lesson

by direct personal experience, because he initially

went into the family business although it was not the

right path for him. But opportunity came knocking when

The multifaceted Fabio Volo

Fabio volo’s secret is the ability to observe life with an ironic twist, a gift that,

together with the more meditative side to his character,

has made him an accomplished actor and writer as well as an able television presenter

dalla famiglia, ma che non era la migliore per lui. La

svolta alla sua vita l’ha data Claudio Cecchetto, noto

talent scout italiano che lo ha introdotto tra gli speaker

di Radio Deejay esaltando la sua

indole da affabulatore e facendolo diventare

un personaggio pubblico. Dopo

il successo radiofonico (era il 1996) è seguito

nel 1998 quello televisivo, con il

programma Le Iene. Ma siccome le sfide

sono il suo mestiere, non contento

di andare in onda sulla radio privata

più ascoltata d’Italia con il programma

Il Volo del mattino (tuttora in onda),

In alto Fabio Volo in compagnia di Aïssa Maïga e

Ambra Angiolini, co-protagoniste del suo ultimo

film “Bianco e Nero” (a lato la locandina)

Top: Fabio Volo with Aïssa Maïga

and Ambra Angiolini, co-stars in his latest film

Bianco e Nero (poster to right)

Claudio Cecchetto, an Italian talent scout, made him one

of the voices on Italy’s Radio Deejay, putting his natural

skills as a raconteur to great advantage and so boosting

him to national fame. After his success

on the radio (this was 1996) he went on

to appear on TV in 1998 with Le Iene,

an irreverent current affairs show. But

since challenges seem to be his stock in

trade, he wasn’t content with hosting

the most popular private radio station

in Italy with his programme Il Volo del

mattino (still on the air; the name of the

programme, literally Morning Flight, is a

pun on his surname), and in 2002 Volo

also tried his skills on the silver screen

in his first film, Casomai (English title: If

by Chance), for which he was shortlisted

for best actor in the David di Donatello

awards (the Italian Oscars). The previous

year saw the publication by Mondadori

84 85


nel 2002 si lancia anche

nell’avventura del cinema,

recitando nel suo primo

film, Casomai, per il quale

è anche stato candidato

come migliore attore per il

premio David di Donatello,

gli Oscar italiani. Nel frattempo,

l’anno precedente

era uscito il suo primo libro,

Esco a fare due passi

(Mondadori), che ha venduto

oltre 300mila copie.

Il poliedrico showman ha continuato a sfoderare le sue

armi arrivando a quota 5 film: dopo Casomai, La febbre

(2005), il capitolo più riuscito di Manuale d’amore 2 -

Capitoli successivi (2007, episodio “Maternità”), Uno su

due (2007) e Bianco e nero (2008). E quattro libri: Esco a

fare due passi (2001), È una vita che ti aspetto (2003), Un

posto nel mondo (2006) e Il giorno in più (2007).

Volo, che in realtà si chiama Fabio Bonetti (il cognome

è nato dal titolo di una canzone che cantava quando

era giovane e voleva diventare un cantante), ha una personalità

travolgente che negli anni è anche molto maturata.

Passando da giovane ventenne con la testa tra

le nuvole per l’inatteso successo, a trentenne in viaggio

verso una piena consapevolezza di sé perché, citando

un suo passo, “Il cammino si fa da soli: in due è una

scampagnata”. •

86

Sopra Fabio ancora in “Bianco e Nero”.

A sinistra sul set di “Uno su due”.

Above: Fabio in Bianco e Nero.

Left: on the set of Uno su due.

of his first book, Esco a fare due passi (translated

title: I’m going out for a short walk), which sold

over 300,000 copies.

The multifaceted showman has a seemingly

endless series of aces up his sleeve, and has now

appeared in 5 films: after Casomai came 2005’s

La febbre (The Fever), then the most popular

“chapter” of 2007’s Manuale d’amore 2 - Capitoli

successivi (Manual of Love 2 – The Next Chapters,

the “Maternity” chapter), 2007’s Uno su due (One out

of Two) and 2008’s Bianco e nero (Black and White). And

not forgetting his four books: 2001’s Esco a fare due passi,

2003’s È una vita che ti aspetto (I’ve been waiting for

you for ages), 2006’s Un posto nel mondo (A place in the

world) and 2007’s Il giorno in più (The extra day).

Volo, who in reality is called Fabio Bonetti (his stage surname

came from the title of a song that he sang as a

young boy when he wanted to become a singer), has an

overpowering personality that over the years has matured

very well. Fabio Volo has gone from being a young

man in his twenties with the unexpected success going

straight to his head, to being a thirtysomething well

on the way towards truly knowing himself because, to

quote Volo himself, “You must walk the path alone; when

there’s two of you it’s just a day-trip.” •

THE BEST SOUVENIR

OF COPENHAGEN

The genuine Copper Mermaid can only be bought at The Little Mermaid.

La Sirenetta è una scultura situata a Langelinie e dà il benvenuto ai viaggiatori che

raggiungono il porto di Copenhagen.

Rappresentazione dell'omonima favola di H.C. Andersen, scolpita da Edward

Eriksen, la Sirenetta venne donata alla città di Copenhagen da Carl Jacobsen. La

statua fu posizionata permanentemente a Langelinie il 23 Agosto 1913.

La Sirenetta è una delle maggiori attrazioni turistiche in Danimarca e una delle

donne più fotografate al mondo. La Sirenetta in rame è il più famoso souvenir di

Copenhagen e si compra solo vicino alla Sirenetta.

www.thelittlemermaid.dk

The Little Mermaid is a sculpture at Langelinie, that welcomes travellers at the Port

of Copenhagen.

It is to illustrate H. C. Andersen´s fairy tale by the same name.

The Little Mermaid was a donation to the City of Copenhagen from Brewer Carl

Jacobsen and executed by the sculptor Edvard Eriksen. The statue was set up

permanently at Langelinie on 23 August 1913.

The Little Mermaid is one of the greatest tourist attractions in Denmark, which

makes her one of the most photographed women in the world.


TRADIZIONI ● TRADITIONS

In Madagascar

rispetto per gli antenati

Respect for ancestors

in Madagascar

Secondo la tradizione i primi abitanti dell'isola

furono i Vazimba, una leggendaria tribù che

abita le foreste tra Morondava e Moromboe. Nei

secoli la fusione di razze provenienti da occidente

e oriente ha dato origine a 18 gruppi etnici che

oggi si distinguono nettamente nei tratti somatici, nelle

tecniche di costruzione e in generale nello stile di vita.

Nonostante queste diversità esiste un elemento che li

accomuna: il culto per gli antenati o Razana e le tradizioni

ad esso legate. La protezione dei Razana, è importante

sia sul piano materiale (della salute e della sfera

sessuale ad esempio), sia su quello spirituale; tutti gli

According to tradition the first inhabitants of

the island were the Vazimba, a legendary tribe

that inhabits the forests between Morondava

and Moromboe. Over the centuries the mixing

of races from east and west gave rise to 18 ethnic

groups that today look visibly different, have different

building techniques and differ generally in their everyday

customs. This diversity notwithstanding, there is one

element that all these groups have in common: the cult

of ancestors or Razana and its associated traditions. Protecting

the Razana is important both on the material

plane (health and sexual matters, for example), and on

eventi positivi e negativi infatti, vengono interpretati

come risposta degli antenati al comportamento dell'individuo.

Celebrazioni e usanze scandiscono la vita degli

abitanti, tra le più rispettate, sicuramente, i Fady: veri e

propri tabù imposti dagli antenati, alcuni per tutti, ad

esempio quello di non mangiare da sdraiati, altri destinati

solo ad alcune persone come ad esempio le donne

o i componenti di un determinato clan. In contrapposizione

a questi, troviamo i Fomba: obblighi, come quello,

durante i festeggiamenti, di versare come offerta agli

antenati qualche goccia a terra prima di bere.

I Fady e i Fomba secondo la tradizione vanno rispettati

per non incorrere nella collera degli antenati.

La tradizione è molto legata all'ambiente circostante:

tra i numerosi luoghi teatro di cerimonie del culto degli

antenati l'albero sacro, sull'isola di Nosy Be, è certamente

tra i più affascinanti: si tratta di un gigantesco

“ficus Bengalensis” i cui rami e le radici aeree formano

una chioma di oltre 50 metri di diametro sotto la quale

gli abitanti si recano per chiedere protezione ai loro avi,

portando loro delle offerte. Annualmente i rappresentanti

del vicino villaggio celebrano presso l’albero un

rito di commemorazione molto caratteristico, con canti,

doni, spargimento di rhum e ripulitura del terreno intorno

all’arbusto.

Ci sono poi molti altri luoghi sacri, come la foresta di

Bemazava, l’intera montagna dell’Ankaràna, così come

le cascate di Mahavavi o di Andranamamofona. Entrare

in questi spazi è un vero e proprio viaggio nella spiritualità

animista dei malgasci. •

Le 18 tribù

del Madagascar

The 18 tribes

of Madagascar

In un paese molto accogliente e gentile con i viaggiatori vale solo un’accortezza:

osservare i fady, le regole sociali che cambiano di villaggio in villaggio.

In this country so welcoming and kind to visitors, there’s just one tip:

respect the fady, the social rules that change from village to village.

the spiritual plane: every positive and negative event is

interpreted as a response to an individual’s behaviour

by his or her ancestors. Celebrations and customs govern

the lives of the island’s inhabitants, and certainly among

the most widely-observed are the fady. These are, in a

word, taboos, and they are imposed by ancestors. Some

fady apply to everyone, for example the rule that you

must not eat while lying down, and others only apply to

certain groups, like women or the members of a certain

clan. A counterpoint to the fady are the fomba: these are

obligations, for example before drinking at a celebration

you must spill a few drops on the ground as an offering

to ancestors.

According to tradition, fady and fomba must be observed

so as not to incur the anger of ancestors. Traditions are

closely linked to the surrounding environment. Of the

great number of places that are used for ceremonies of

the ancestor cult, the sacred tree on the island of Nosy Be

is certainly among the most fascinating: it is a gigantic

ficus benghalensis or banyan tree, whose branches and

aerial roots form a leafy canopy over 50 metres (165

feet) in diameter, under which the local people come

with offerings to ask for protection from their forebears.

Every year representatives of the nearby village gather

at the tree to celebrate a memorial rite in traditional

style, with songs, gifts, sprinkling of rum and cleaning of

the earth around the tree.

There are many other sacred places, like the forest of Bemazava,

the entire mountain of Ankaràna, and the waterfalls

of Mahavavi and Andranamamofona. Entering

these spaces is truly a voyage into the animist spirituality

of the Madagascan people. •

1 Antaifasy

2 Antaimoro

3 Antaisaka

4 Antankarana

5 Antambahoaka

6 Antandroy

7 Tanosy

8 Bara

9 Betsileo

10 Betsimisaraka

11 Bezanozano

12 Mahafaly

13 Merina

14 Sakalava

15 Sihanaka

16 Tanala

17 Tsimihety

18 Vezo

88 89


Nelle boutique di bordo trovate tante originalissime idee per i

vostri regali insieme a tanti vantaggi speciali. Così anche fare

acquisti diventa un’esperienza irripetibile e… A prezzi Duty Free.

Risparmio sicuro Savings for sure

Sugli articoli Duty Free ci impegniamo

ad offrire i migliori prezzi del mercato.

Provate a confrontarli. Se durante la crociera trovate

lo stesso articolo presso un altro rivenditore ad un prezzo

più basso del nostro, nessun problema: vi proporremo

lo stesso prezzo o vi restituiremo la differenza.

(I prezzi riportati sui siti Internet sono esclusi da questa garanzia)

On Duty Free items we work hard

to offer the best prices on the market.

If during the cruise, you find somewhere else

the same item at a lower price than our,

we will offer you the same price

or refund the difference.

(Website prices are not included in this guarantee)

Il bello di fare shopping a bordo

The beauty of shopping onboard

In the ship’s boutiques you will find lots of totally original gift

ideas as well as plenty of special offers. Onboard shopping is a

unique experience… At Duty Free prices.

1 anno

di garanzia One-year

guarantee

Vi offriamo la tranquillità di

un anno di garanzia

incondizionata sui vostri

acquisti di gioielleria e sugli

orologi di marca.

We offer you the peace

of mind of one year’s

unconditional guarantee

on all jewellery

and branded watches.


SHOPPING ● SHOPPING

92

Lifestyle & design

La nuova Olympus fE-340

In soli 116 grammi di peso (escluse batteria e scheda

di memoria) la nuova macchina fotografica Olympus

FE-340 condensa caratteristiche

tecniche di primo livello: una

definizione di 8 Megapixel e uno

straordinario zoom ottico 5x, per

scatti da vedere subito sul monitor

Lcd da 2,7” (6,9 cm). Registrazione

video con audio fino a 30

fotogrammi al secondo. Utile per

le foto scattate in fretta anche

il sistema Face Detection, che

mette perfettamente a fuoco i

visi ed il Digital Image Stabilization

per ridurre il mosso. Disponibile nei classici colori

argento e nero e in due tinte originali: blu e rosa.

Info: www.olympus-europa.com

La Brionvega cubo

diventa radiosveglia

La radio Brionvega “cubo” che nel 1964 rivoluzionò il

concetto di radio, rendendola per la prima volta colorata,

dopo anni di radio grigie,

e con una forma originale (un

cubo che si apre), ora è diventata

anche radiosveglia. Si chiama

Ts 522 RC, mantiene inalterato

il design a cubo e si può scegliere

di colore arancio sole, bianco

neve o nero notte.

Misure: 23x13x13 cm.

Info: www.brionvega.it

La borsa Mini Pop Art

Ispirandosi alla Pop Art di Andy

warhol, la nuova borsa Mini della

gamma Fashion Autunno/Inverno

2008/2009 riproduce in successione

cromatica l’immagine della

vettura di casa Oxford, qui in colori

vivaci che vanno dal yellow

chewing gum al blu elettrico, per

arrivare al giallo ocra. Impunture

e manici sono in pelle.

Info: www.mini.com

The new Olympus fE-340

It weighs just 116 grams (excluding battery and memory

card) but the new Olympus FE-340 camera delivers

features that are absolutely first

rate: a definition of 8 megapixels

and an incredible 5x optical

zoom, and you can appreciate

your photos immediately on the

generous 2.7” (6.9 cm) LCD monitor.

It also records video with audio

at up to 30 frames per second.

A useful feature for photos taken

in a hurry is the Face Detection

system, which puts faces in perfect

focus, and Digital Image Stabilization

to reduce hand shake. Available in classic silver

and black and also in two original colours: blue and pink.

Info: www.olympus-europa.com

The Brionvega cube becomes

an alarm clock radio

In 1964 the Brionvega “cube” revolutionised the concept

of radio, making it brightly-coloured for the first time after

years of drab grey radios, and

with an original shape as well (a

cube that opens up). Now it’s an

alarm clock radio too: it’s the Ts

522 RC, it keeps to the classic cube

design and you can choose your

favourite colour from sun orange,

snow white or black night.

Size: 23x13x13 cm.

Info: www.brionvega.it

The Pop Art Mini bag

Inspired by Andy Warhol’s Pop

Art, the new Mini bag from the

2008/2009 Autumn/Winter fashion

range reproduces the image

of the famous English car in a

swath of colours, here in vivid

hues ranging from chewing gum

yellow through electric blue to

ochre yellow. Stitching and handles

in leather.

Info: www.mini.com

Welcome to Wonderful Copenhagen

T-shirts & Sweatshirts - Knitwear - Accessories - Books - Postcards - Souvenirs - Newspapers

TOWN SHOP

Exclusive Souvenirs

Toldbodgade 51E - Frederiksberggade 28 - Langelinie Allé 18 - www.townshopdk.com


TeNTAZIONI DI GuSTO ● TASTY TemPTATIONS

La cucina orientale

Filosofia e raffinatezza di una delle arti culinarie piu antiche

Eastern cuisine

The philosophy and refinement of one of the most ancient culinary arts

Cucina tailandese, cinese, giapponese, indiana, indonesiana.

Parlare di cucina orientale significa

esplorare una delle arti più antiche del mondo,

dove vengono messi in pratica alcuni dei principi

filosofici della cultura millenaria che la caratterizza. Il rito

delle pietanze da servire a tavola diviene così un momento

di vera e propria creazione estetica, frutto di un equilibrio

meticoloso tra tutti gli ingredienti. Fantasia nel presentare

i piatti, raffinatezza nella cottura delle vivande, la cucina

orientale, nella scelta degli utensili con cui prepara le sue

portate è il simbolo e la manifestazione di una civiltà che

è interessante conoscere nel dettaglio di ogni regione.

La cucina cinese tra queste, che si può gustare a bordo

di Costa Allegra, cerca di ponderare l’uso di ogni ingrediente,

in modo da valorizzare ogni alimento. Utilizzando

il celebre wok, una padella concava, e i cestelli a vapore, le

verdure vengono tagliate trasversalmente alla fibra, taglio

che permette di far agire i condimenti su una maggiore

superficie della vivanda. Le carni, tagliate a pezzi vengono

invece poste a marinare nelle salse per almeno una decina

di minuti. Germogli di soia, zenzero, funghi, porri, semi

di sesamo, cavolo, bambù sono alcuni degli ingredienti del

mondo vegetale con cui vengono preparate la maggior

parte delle zuppe cinesi, ma per quanto riguarda le carni

e il pesce è interessante notare che non esistendo divieti

di origine religiosa: ogni animale può essere gustato. La

cultura che sta dietro a questa tradizione è che essendo la

Cina uno dei paesi più popolosi e in origine molto povero,

ogni alimento doveva essere valorizzato. Scoprire questi

sapori a bordo di Costa Allegra in Oriente è un’ occasione

ulteriore di viaggio e di esplorazione. •

Petto di pollo fritto con semi di sesamo

in salsa di limone

Ingredienti per 4 persone: 150 gr di petto di pollo, 50 gr

di semi di sesamo, un limone (per guarnizione), succo di 4

limoni, 20 gr di zucchero, 3 gr di sale, 2 uova, 100 gr di amido

di mais, 6 cucchiai di olio di semi, 3 cucchiai di miele.

Preparazione: tagliare il petto di pollo a metà ed impanarlo

tipo milanese con amido di mais rosso d’uovo e semi

di sesamo. Scaldare l’olio e friggere il petto di pollo fino a

doratura ottimale (circa 5 minuti). Tagliare il petto di pollo

fritto in 6 pezzi. Per la salsa unire l’amido di mais, l’acqua, il

succo di limone, il sale e lo zucchero con miele. Guarnire a

piacere con fettine di limone.

94

Thai, Chinese, Japanese, Indian, Indonesian. Discovering

Eastern cuisine means exploring one

of the most ancient arts in the world, one where

many of the philosophical principles of the millennia-old

cultures that surround it are put into practice.

The rite of serving meals at the table becomes a time for

true aesthetic creation, the end result of achieving a meticulous

equilibrium between all the ingredients. Imagination

in the presentation of dishes, refinement in cooking

food, the choice of preparation utensils: in all these,

Eastern cuisine is both the symbol and the expression of

a civilisation whose every region offers up a fascinating

world of details to explore.

Of these, Chinese cuisine - which you can enjoy aboard

Costa Allegra - seeks to properly weight the use of every ingredient

in order to get the most from each food. Using the

wok - the concave skillet that has become famous worldwide

- and steaming baskets, vegetables are cut across the

fibres to allow the condiments to reach a greater surface

area. Meats, usually cut into pieces, are left to marinate in

sauces for at least ten minutes. Beansprouts, ginger, mushrooms,

leeks, sesame seeds, cabbage and bamboo are just

some of the vegetable ingredients that are used to prepare

most Chinese soups, and when it comes to meat and fish,

it is interesting to note that there are no religious taboos:

every animal may be eaten. The reason behind this tradition

is that, since China is one of the world’s most populous

countries and most of its people were very poor, every

food had to be used. Discovering these flavours aboard

Costa Allegra in the far East is yet another opportunity

for travel and exploration.•

fried breast of chicken with sesame seeds

in lemon sauce

Ingredients for 4 persons: 150 gr of breast of chicken,

50 gr of sesame seeds, one lemon (for garnish), juice of 4

lemons, 20 gr of sugar, 3 gr of salt, 2 eggs, 100 gr of corn

starch, 6 tbsps of sesame seed oil, 3 tbsps of honey.

Method: cut the chicken breast in half and cover it with a

mixture of corn starch, egg yolk and sesame seeds (as if you

were covering it in breadcrumbs). Heat the oil and fry the

chicken breast until perfectly golden (around 5 minutes).

Cut the fried chicken breast into 6 pieces. For the sauce,

mix the remaining corn starch, water, lemon juice, salt,

sugar and honey. Garnish to taste with slices of lemon.

Il 23 novembre parte la prima Crociera dei Sapori a bordo

di Costa Serena. 5 giorni nel Mediterraneo, con 5 grandi

chef, all’insegna del divertimento e della buona cucina

italiana: corsi di cucina e di degustazione, escursioni ad-

hoc presso produttori locali e molto altro ancora...

Venezia Bari Corfù Valletta Napoli Savona

www.crocieradeisapori.it

infoline: 010 5955194


HI-TeCH ● HI-TeCH

Macbook Air

il nuovo portatile Apple

the new notebook from Apple

È

il computer portatile dei manager sempre impegnati

in presentazioni aziendali, dei tecnomaniaci

dandy che lo trovano più comodo e

attraente di uno smart phone e, più in generale,

di tutti i fanatici del mondo creato da Steve Jobs, Mister

Apple, che non si fanno scappare ogni sua novità. È Macbook

Air, l’ultima grande invenzione di Casa Mac: è un

computer portatile grande poco più

di un comune foglio A4, quelli che si

usano abitualmente nelle stampanti,

e spesso solo 4 millimetri nella parte

anteriore e 2 centimetri in quella posteriore.

Si può dunque infilare nella

ventiquattrore come se fosse una cartellina

di documenti.

Un prodotto di nicchia perché non ha

prestazioni adatte a chi ne deve fare

un uso professionale e ha dunque bisogno

di memoria e processore veloci.

Ma un portatile dal design che come

sempre incanta per la sua straordinaria

bellezza.

Realizzato in alluminio anodizzato,

pesa solo 1 kg e 300 grammi, ha uno

schermo di 13,3 pollici e una tastiera

di dimensioni standard con tasti retroilluminati,

utili quando si deve scrivere

in ambienti bui, per esempio una

sala conferenze.

Per i meno esperti di tecnologia è forse

un po’ troppo avanzato, perché per

leggere un cd o un dvd deve collegarsi

wireless a Pc o Mac presenti nei paraggi,

dato che non ha il lettore ottico.

E non ha neanche la porta Ethernet

per potersi collegare a Internet via

cavo, perché guarda al futuro ed è

pensato per un mondo in cui il wifi

sia ampiamente diffuso. Insomma,

un piccolo gioiello di tecnologia dove

anche il back up si fa senza occupare

la memoria del portatile ma via wifi

su un’unità esterna, chiamata Time

Capsule. •

96

Pesa solo 1,3 kg,

sta nella ventiquattrore

e ha un design molto accattivante:

un giocattolo tecnologico

che farà impazzire i mac-maniaci

It weighs just 1.3 kg, it fits in

a briefcase and its design is very

cool indeed: a tech toy to drive

mac-maniacs into a frenzy

CARATTERISTICHE TECnICHE

fEATURES

Altezza/Height: 0,4-1,94 cm

Larghezza/Width: 32,5 cm

Profondità/Depth: 22,7 cm

Peso/Weight: 1,36 kg

Schermo/Display: 13,3’’

Processore/Cpu: Intel Core 2 Duo

1.6/1.8 GH

Ram: 2 Gb SdRam DDR2 667MHz

Hard disk: Parallel ATA 80 Gb

Connettività/Connectivity: wireless,

Bluetooth

Porte/Ports: 1 Micro-DVI, 1 Usb 2.0, 1

audio out

Autonomia/Autonomy: 5h min.

Software: Mac OS X v10.5

Leopard, iLife ’08 (iTunes, iPhoto,

iMovie, iDVD, iweb, GarageBand)

Prezzo/Price: da/from 1.699 euro,

1.799 USD

It’s the laptop computer for managers who are always

busy in company presentations, for techno-maniacs

who find it easier to use and more attractive

than a smart phone and, more generally, for fanatics

of the amazing world created by Apple CEO Steve Jobs,

people who have to have the latest Apple thing. It’s the

MacBook Air, the latest invention from Apple: a laptop

computer not much bigger than an A4

sheet of paper (that’s “printer paper”

for the less technically minded), and

just 4 millimetres thick at the edges

and 2 centimetres at its centre. You

can genuinely slip it into a briefcase

as if it were a document folder.

This is a niche product, because it’s

not capable of the performance required

by those who need a machine

with professional-level specifications,

i.e. tons of memory and a fast processor.

But it certainly does sport a design

that, as ever, conquers with its exceptional

beauty.

Finished in anodized aluminium,

it weighs just 1.3 kg, has a 13.3 inch

screen and a standard-size keyboard

with backlit keys, useful for writing

in dark environments like conference

rooms.

For those who are not expert technology

users it may be somewhat

advanced, because to read a CD or

DVD you have to connect wirelessly

to a PC or Mac nearby, because the

MacBook Air doesn’t have an optical

drive. Come to that, it doesn’t even

have an Ethernet port to connect to

the internet by cable, because this

laptop looks ahead to a future when

WiFi is widely available. In short, this

is a true object of technological desire

that even backs up your data without

taking up the laptop’s storage space,

instead sending it via WiFi to an external

hard drive called Time Capsule. •

More magazines by this user
Similar magazines