30.10.2017 Views

i 100 personaggi dell'odonomastica di Brindisi che attraversano tutta la storia della città

Lo stradario di Brindisi conta più di mille, tra vie, piazze, vicoli, larghi, parchi, etc. Ebbene di quelle più di mille intitolazioni, poco più di cento sono dedicate a personaggi illustri di Brindisi: personaggi nati a Brindisi, o che a Brindisi hanno vissuto e operato significativamente, o che con Brindisi hanno avuto una qualche speciale relazione. Poche o molte, non è qui importante stabilirlo, ma certo è che quelle cento intitolazioni dello stradario cittadino, nonostante le molte ed importanti assenze, costituiscono in una qualche misura “uno specchio” della plurimillenaria ed avvincente storia della nostra città: dalla mitologia e dai gloriosi tempi della repubblica e dell'impero di Roma, alle due guerre mondiali del Novecento, e fin dentro questo Ventunesimo secolo, dopo aver percorso i secoli dell'Alto e del Basso Medioevo e quindi della Modernità e della Contemporaneità.

Lo stradario di Brindisi conta più di mille, tra vie, piazze, vicoli, larghi, parchi, etc. Ebbene di quelle più di mille intitolazioni, poco più di cento sono dedicate a personaggi illustri di Brindisi: personaggi nati a Brindisi, o che a Brindisi hanno vissuto e operato significativamente, o che con Brindisi hanno avuto una qualche speciale relazione. Poche o molte, non è qui importante stabilirlo, ma certo è che quelle cento intitolazioni dello stradario cittadino, nonostante le molte ed importanti assenze, costituiscono in una qualche misura “uno specchio” della plurimillenaria ed avvincente storia della nostra città: dalla mitologia e dai gloriosi tempi della repubblica e dell'impero di Roma, alle due guerre mondiali del Novecento, e fin dentro questo Ventunesimo secolo, dopo aver percorso i secoli dell'Alto e del Basso Medioevo e quindi della Modernità e della Contemporaneità.

SHOW MORE
SHOW LESS

Create successful ePaper yourself

Turn your PDF publications into a flip-book with our unique Google optimized e-Paper software.

Non è stato sempre facile: in alcuni casi, a partire dal<strong>la</strong> stessa in<strong>di</strong>viduazione<br />

<strong>di</strong> tutti i <strong>personaggi</strong> da selezionare e poi, in alcuni altri casi, nel proseguire col<br />

reperimento delle re<strong>la</strong>tive informazioni biografi<strong>che</strong> e bibliografi<strong>che</strong>. Le<br />

<strong>di</strong>fficoltà, inoltre, sono state frequentemente e notevolmente accresciute<br />

dall'insolita quanto riprovevole pratica <strong>di</strong> utilizzare molto spesso, per <strong>la</strong> targa<br />

stradale, unicamente il cognome del <strong>personaggi</strong>o, tra<strong>la</strong>sciando il nome proprio<br />

e non accennando affatto al<strong>la</strong> professione o alle date dello stesso.<br />

L’intenso <strong>la</strong>voro <strong>di</strong> ricerca, comunque facilitato dalle citate pubblicazioni <strong>che</strong><br />

hanno preceduto <strong>la</strong> nostra e dal<strong>la</strong> potenza e universalità del web, ci ha<br />

finalmente molto gratificato, specialmente quando ci ha consentito <strong>di</strong> scoprire<br />

<strong>personaggi</strong> e avvenimenti <strong>che</strong> ci erano del tutto sconosciuti, o quando ci ha<br />

obbligato al<strong>la</strong> ricerca <strong>di</strong>retta, an<strong>che</strong> orale, scomodando, molte volte con<br />

successo, amici esperti del<strong>la</strong> <strong>storia</strong> <strong>di</strong> Brin<strong>di</strong>si, o parenti e conoscenti un po'<br />

più avanti <strong>di</strong> noi con l'età.<br />

Va inoltre segna<strong>la</strong>to, <strong>che</strong> lo stradario brin<strong>di</strong>sino conta an<strong>che</strong> con varie decine<br />

<strong>di</strong> intito<strong>la</strong>zioni re<strong>la</strong>tive non a singoli <strong>personaggi</strong>, ma a famiglie e casati<br />

brin<strong>di</strong>sini, all’incirca una sessantina, le cui storie sarebbe certo interessante<br />

raccogliere e raccontare. Il <strong>la</strong>voro <strong>di</strong> ricerca sarebbe però per tutte quelle storie<br />

certamente molto più complesso ed artico<strong>la</strong>to e magari potrebbe costituire<br />

l’oggetto <strong>di</strong> una nuova fatica e<strong>di</strong>toriale, nostra o <strong>di</strong> altri, tra i tanti nostri amici<br />

brin<strong>di</strong>sini, volenterosi ed appassionati del<strong>la</strong> <strong>storia</strong> del<strong>la</strong> nostra <strong>città</strong>.<br />

E sì, perché innanzitutto <strong>di</strong> passione si tratta, <strong>di</strong> quel<strong>la</strong> stessa passione per<br />

Brin<strong>di</strong>si e per <strong>la</strong> sua <strong>storia</strong> <strong>che</strong> in primis ci ha spinto a produrre questo<br />

modesto contributo, <strong>che</strong> ci auguriamo possa essere gra<strong>di</strong>to a molti, rivolto<br />

principalmente ai giovani e a quei tanti, troppi, brin<strong>di</strong>sini <strong>che</strong> poco conoscono<br />

del<strong>la</strong> propria <strong>storia</strong> citta<strong>di</strong>na: una <strong>storia</strong> ricchissima, <strong>di</strong> una <strong>città</strong> antichissima,<br />

crocevia <strong>di</strong> popoli, spe<strong>di</strong>zioni e imprese, <strong>che</strong> meriterebbe, a partir dai propri<br />

stessi abitanti, ben altra considerazione e rivalutazione.<br />

Quando poi, al<strong>la</strong> fine del <strong>la</strong>voro, si è trattato <strong>di</strong> deciderne <strong>la</strong> presentazione,<br />

quell'idea dello "specchio del<strong>la</strong> <strong>storia</strong> citta<strong>di</strong>na" ci ha indotto a preferire<br />

l’impaginazione in or<strong>di</strong>ne cronologico e non alfabetico: per chi, infatti,<br />

scegliesse <strong>di</strong> scorrere sistematicamente tutte le cento pagine del libro, potrebbe<br />

essere un po' come, con una certa dose <strong>di</strong> fantasia, scorrere le pagine del<strong>la</strong><br />

<strong>storia</strong> del<strong>la</strong> nostra <strong>città</strong>. E proprio partendo da quel<strong>la</strong> stessa idea, e per meglio<br />

risaltar<strong>la</strong>, abbiamo costruito il titolo <strong>di</strong> questo volume, riferendolo ai:<br />

“…<strong>personaggi</strong>…<strong>che</strong> <strong>attraversano</strong> <strong>la</strong> <strong>storia</strong> del<strong>la</strong> <strong>città</strong>”.<br />

Per chi, invece, volesse solo rintracciare uno specifico <strong>personaggi</strong>o o una<br />

specifica via o piazza, abbiamo comunque pensato bene <strong>di</strong> includere, in coda,<br />

un in<strong>di</strong>ce alfabetico sul<strong>la</strong> base del cognome <strong>di</strong> ogni intito<strong>la</strong>zione.<br />

E per concludere, esterniamo <strong>la</strong> speranza e l’auspicio <strong>che</strong> piaccia a molti,<br />

questo contributo al<strong>la</strong> conservazione e al<strong>la</strong> <strong>di</strong>ffusione del<strong>la</strong> "memoria storica"<br />

del<strong>la</strong> nostra Brin<strong>di</strong>si. Buona lettura!<br />

Gianfranco Perri & Marco Martinese<br />

8

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!