02.11.2017 Views

Maglieria Italiana n° 186 - 2° semestre 2017

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

ENGLISH TEXT

ISSN: 1127-0470

www.maglieriaitaliana.com

70186

9 771127 047001

Moda

P-E 2018

Starring knits

STILISTA

Pierantonio Gaspari

Appunti di Stile

Miahatami

SCENARI

Protagonisti dei

consumi

ALL’INTERNO/INSIDE

Knitwear On Stage

MEN’S AND WOMEN’S

FASHION SHOWS

ALEXANDER MCQUEEN

dossier

Pitti Immagine

Filati

LE PROPOSTE DELLE

FILATURE PER

L’A-I 2018/19


SOMMARIO

186 - OTTOBRE 2017

291

20

24

46

57

ATTUALITÀ

6 SCENARI - Protagonisti dei consumi

16 STILISTA - Pierantonio Gaspari

18 STILISTA EMERGENTE - Dunia Algeri

20 APPUNTI DI STILE - Miahatami

22 CHANEL - Cruise 2018

132 BUSINESS NEWS

162 SAVE THE NAME - Cancellato

180 BRAND TO WATCH - Tegin

206 BRAND TO WATCH

228 ECO & EQUO - Manifattura Pecci 1884

254 ECO & EQUO

307 FIBRE&FILATI - Cariaggi

308 FIBRE&FILATI - Iafil

310 FIBRE&FILATI - Filmar

312 SALONI

MODA

24 I’M ISOLA MARRAS - New Generation

30 ERMANNO SCERVINO - Urban Attitude

34 CÉDRIC CHARLIER - Playful Knits

38 AVANT TOI - Free by Nature

42 VICTOR GLEMAUD - Fun&Flirty

46 ZOË JORDAN - Warm & Free

52 TSE - Cashmere Passion

58 CLOSE UP DONNA - Fashion zoom per la p-e 2018

218 CLOSE UP UOMO - Dettagli knitwear p-e 2018

SPECIALE SFILATE

57 KNITWEAR ON STAGE

le collezioni degli stilisti per la primavera-estate 2018

DONNA

71 MILANO • Milano Moda Donna

105 PARIGI • Collections de Pret-à-Porter Paris

133 NEW YORK • New York Fashion Week

163 LONDRA • London Fashion Week

181 BERLINO • Mercedes-Benz Fashion Week Berlin

194 BARCELLONA • 080 Barcelona Fashion

202 MADRID • Mercedes-Benz Fashion Week Madrid

207 SAN PAOLO • São Paulo Fashion Week

UOMO

229 MILANO • Milano Moda Uomo

255 PARIGI • Paris Mode Masculine

274 LONDRA • London Collections: Men

283 NEW YORK • New York Fashion Week: Men’s

286 FIRENZE • Pitti Immagine Uomo

DOSSIER FILATI

291 DA PITTI IMMAGINE FILATI

LE NOVITÀ DELLE FILATURE

PER L’A-I 2018/19

Knitwear On Stage: tutte le sfilate degli stilisti!


SPRING SUMMER 2018

WWW.LAFABBRICADELLINO.COM INFO@LAFABBRICADELLINO.COM +39 059686818


SCENARI

di Mariacristina Righi

Alpha Studio

PROTAGONISTI

DEI CONSUMI

“ ALLA

GENERAZIONE X

VA RICONOSCIUTO

IL MERITO DI

ESSERE STATA UNA

GENERAZIONE

CHE HA

SOSTENUTO

LO SVILUPPO

TECNOLOGICO

E INVESTITO

NELL'ESPANSIONE

DI INTERNET


I

sedici nuclei generazionali individuati dall'analisi del

Future Concept Lab, ci indicano quali saranno i protagonisti

dei consumi nei prossimi anni, grazie anche

al confronto con i dati del Censis. Due aree importanti da

considerare per il futuro saranno senz'altro quelle degli

Adulti Maturi e dei Longevi.

GLI ADULTI MATURI

La normalità degli adulti più maturi non è passiva né

conformista, ma plasmata sul proprio carattere e profilo

personale, di coppia, di gruppo professionale, al di là della

forte influenza ideologica che aveva invece caratterizzato

la generazione iniziale del Baby Boom.

"Anche per questo, relativamente alla parte più consistente

di questi nuclei, sono stati definiti Generazione

X - spiega Francesco Morace - A partire dal titolo del romanzo

illuminante del 1991 dell’autore canadese Douglas

Coupland, che ha segnato un’epoca con la sua descrizione

di una generazione in incognito, impegnata in una riflessione

su di sé e sul proprio destino, dopo le sbornie ideologiche

degli anni Sessanta e Settanta. Recentemente nel

L'analisi generazionale

del Future Concept Lab

ci indica la strada per

conquistare i due gruppi

più importanti

suo pamphlet Futuro Interiore, Michela Murgia descrive

questa generazione come quella che ha mancato due rivoluzioni:

quella sociale e quella tecnologica. Una volta

giovani-adulti, tra la fine degli anni Ottanta e l'inizio degli

anni Novanta, la Generazione X ha raccolto l'attenzione

dei media, guadagnando la reputazione stereotipata di

apatici, cinici, a volte prendendo anche l'appellativo di

generazione MTV, per sottolineare il loro orizzonte di

immaginario: musica, consumo edonistico (reaganiano),

estetica pronunciata (dal punk al grunge). Oggi, alla Ge-


Balmain

GLI ADULTI MATURI

SI “ DIVIDONO IN TRE

GENERAZIONI: QUELLA DI

TRANSIZIONE, TRA VECCHIO

E NUOVO MILLENNIO, QUELLA

DELL’IMPEGNO, DELLE GRANDI

BATTAGLIE DEGLI ANNI

SETTANTA E LA GENERAZIONE

DELL’IDENTITÀ, DELLA

REALIZZAZIONE DI GRANDI

OBIETTIVI POLITICI E

PERSONALI


nerazione X va riconosciuto il merito di essere stata una

generazione che ha sostenuto lo sviluppo tecnologico e

investito nell'espansione di Internet. Wikipedia nasce per

iniziativa di due appartenenti a questa generazione. Due

nuclei (Mind Builders e Premium Seekers) si caratterizzano

per una sensibilità culturale cosmopolita che si incrocia

con l’ego e l’edonismo, vissuti nei loro anni giovanili".

New Normals 40-50enni nati nel decennio a metà tra gli

anni Sessanta e Settanta

Singular Women 40-60enni nate nel ventennio a metà tra

gli anni Cinquanta e Settanta

Mind Builders 50-60enni nati nel decennio a metà tra gli

anni Cinquanta e Sessanta

Premium Seekers 55-70enni nati tra il 1946 e i primi anni

Sessanta

Nel suo Rapporto Annuale 2016 Istat li divide in tre generazioni,

in relazione agli eventi sociopolitici che ne hanno

delineato il profilo: la generazione di transizione, tra vecchio

e nuovo millennio, quella dell’impegno, protagonista

delle grandi battaglie socioculturali degli anni Settanta

e la generazione dell’identità, tra le due, orientata alla

realizzazione di grandi obiettivi visionari, sia politici che

personali.

New Normals

Adulti di 40-50 anni

In Italia, i 10,7 milioni di 40enni, il 18% circa della popolazione,

interpretano nuove modalità familiari e sociali,

avviate negli anni Settanta. Un dato esemplare è il dimezzamento

dei matrimoni (circa 300mila nel 1996) e l’affermarsi

di unioni di altri e diversi tipi. Per i 40enni del 2016

rispetto a quelli del 1996 le casalinghe al matrimonio diminuiscono:

18% vs 70%, L’età media al matrimonio cresce:

31 anni vs 25 anni. I matrimoni civili aumentano: 43%

vs 9,4%. I figli nati fuori del matrimonio crescono 27,6%

vs 3,1%. Le donne senza figli raddoppiano: 24% vs 12%. Le

donne con 2 o più figli diminuiscono: 48,5% vs 64,1%.

ORIENTAMENTI

Lavorare sul corpo è per loro una forma di storytelling,

una lavagna con cui dare visibilità ad aspetti che riguardano

anche la sfera intima. A più di 40 anni alcuni di essi

ricorrono ai tatuaggi come una forma di espressione di sé,

senza trasgressione. Hanno un rapporto con gli oggetti

riconducibile alla logica più del collezionismo che dello

status, seguendo il filo delle passioni. Nel collezionismo si

riconosce un’affermazione della propria libertà di gusto,

un modo di esprimere la propria individualità così come le

proprie eccentricità. Praticano le diete e i regimi alimentari

controllati, lo stile di eleganza informale nel lavoro e lo

sportswear nel tempo libero. Il salutismo e il fitness segnano

il loro percorso quotidiano verso il benessere.

CONSUMO

Costruzione seriale di una propria identità materiale, fatta

di oggetti in grado di segnare occasioni e momenti di vita.

Libertà di dare sfogo alle proprie passioni e di approfondirne

tutte le sfaccettature. Ricerca di prodotti e soprattutto

servizi in grado di semplificare la complessità e aiutare

nella scelta in situazione di opzioni multiple.

DISTRIBUZIONE

Luoghi orientati a soddisfare esperienze esplorative sul

concetto di novità, trasversalmente alle categorie di prodotto.

Servizi legati al territorio che ne permettano una

scoperta continua, sia nel quotidiano urbano che in occasioni

di viaggio e vacanza. Progetti e prodotti in grado di

arricchire e rendere unici gli spazi del retail, attraverso

cultura, arte e design.

COMUNICAZIONE

Proposta di mondi e modelli in cui la normalità è caratterizzata

da un’eccellenza diffusa. Ricorso all’immaginario

e ai miti degli anni Novanta, con (auto)ironia e un po’ di

nostalgia. Apprezzamento di proposte di comunicazione


SCENARI

I TRAGUARDI ALTISSIMI

DELLA “ SPERANZA DI VITA

FANNO DELL’ITALIA,

INSIEME A GIAPPONE

E SVEZIA, UNO DEI

PAESI CON IL PIÙ ALTO

INDICE DI VECCHIAIA AL

MONDO


Morfosis

in grado di segnalare prodotti o contesti legati a fenomeni

di tendenza.

Singular Women

Donne adulte di 40-60 anni

In Italia sono parte dei 9,5 milioni di donne circa, ripartite

tra 40enni e 50enni: quelle che hanno conservato l’orientamento

all’autoaffermazione della donna, nei diversi

ruoli sociali. Alcuni dati. Il tasso di laurea raddoppia. Nate

nel 1950-59: 11% (uomini 12%). Nate nel 1970-79: 22%

(uomini 15%). Il tasso di occupazione cresce. Il contesto

familiare si complica con l'elevata presenza di separate e

divorziate. Diversità femminile se mono-genitoriale: dato

medio per i 45-59enni, 12% per le donne vs il 2,5% degli

uomini. Cresce il loro coinvolgimento nella politica attiva

e nelle istituzioni.

ORIENTAMENTI

La libertà di vivere con gioia il proprio corpo, al di fuori

dell’età e di canoni estetici, influenza questo nucleo tutto

al femminile. Il gioco con gli stereotipi, di genere ma

non solo, ad esempio, è un modo per riempire di energia

e divertimento la vita quotidiana. Sono il pilastro delle

reti informali della cura, sia nella gestione familiare, di

figli e genitori anziani, che nella rete, con blog e forum al

femminile. Il tempo per la cura del sé e il benessere delle

Singular è minimo, ma non viene mai del tutto trascurato

e spesso diventa il fulcro delle loro special occasions. La

dimensione di naturalità e genuinità è fondamentale in

queste occasioni, che mirano a un benessere globale e

hanno ricadute sull’alimentazione e sui comportamenti

quotidiani.

CONSUMO

Affermazione della propria singolarità e autonomia, anche

in relazione a istanze valoriali: da responsabile acquisti

ad acquisti responsabili. Attività gestita e organizzata nei

minimi particolari con un approccio selettivo al mercato.

Sensibilità alle proposte originali e utili, orientate a soluzioni

smart, nell’ottica di un risparmio di tempo più che di

denaro.

DISTRIBUZIONE

Luogo che propone una visione critica del consumo,

lontana da mondi e allestimenti percepiti come troppo

cool. Piattaforma di partecipazione attiva e condivisa,

che faccia leva sulla forza vitale delle differenze. Il format

department store è gradito, perché funzionale alla ricerca

diversificata di prodotti e stimolante nell’offerta settoriale

selezionata.

Zoë Jordan


SCENARI

COMUNICAZIONE

Apprezzata quando specchio di indipendenza e capacità

critica. L’immaginario di riferimento mediatico è quello

che propone nuove forme di relazioni e condivisioni. Ricerca

di nuovi linguaggi, filtrati da un pragmatismo intelligente

e creativo.

Premium Seekers

Adulti Maturi di 55-70 anni

n Italia i 55-70enni sono circa 12 milioni.

Figli del secondo baby boom, sono stati protagonisti

dei flussi migratori sud-nord, alla ricerca del benessere

economico, investendo anche nell’istruzione (i laureati

raddoppiano rispetto alla generazione precedente, fino

ad arrivare al 12%). Il peso dei benestanti in questa fascia

d’età è complesso da definire. Da Banca d’Italia, la distribuzione

della ricchezza delle famiglie 2014, indica che tra

le famiglie che detengono una ricchezza media superiore

ai 183mila euro l’anno, oltre il 50% ha un capofamiglia di

55-64 anni vs il 43% di quelle con capofamiglia di 45-54

anni. Tra i 55-69 anni si registra la più alta partecipazione

culturale per entrambi i sessi, con un picco del 50% tra i

64-69 anni più istruiti. Per i 55-64enni le vacanze o i viaggi

sono distribuiti lungo tutto l’anno (nel 2015 il 25% ha

fatto un viaggio in estate e il 16%tra gennaio-marzo). Tra i

55-69 anni mediamente fino ai 59 anni il 44% delle donne

è una coppia con figli vs il 30% a 64 anni e il 19% a 69 anni

(nido vuoto).

I LONGEVI SONO LA

“ GENERAZIONE DELLA TERZA E

QUARTA ETÀ, QUEL PUBBLICO

CHE IN TEMPI PASSATI SI

DEFINIVA DEGLI ANZIANI


ORIENTAMENTI

Attenti sperimentatori delle nuove frontiere del gusto e

degli stili di vita ricercano, nelle attività culturali e ricreative,

così come nelle occasioni di viaggio, nuove forme

di eccellenza dinamica, in una sfida eccitante con la tradizione,

senza accontentarsi di una sua revisione acritica.

Esigono una consulenza esperta e permanente in grado

di garantire le scelte più originali e raffinate per costruire

la loro esperienza di consumo, dall’abbigliamento a ormai

tutti gli ambiti d’acquisto.

Appassionati esperti delle forme d’arte e cultura più classiche,

sia antiche che contemporanee, prediligono questo

settore anche come ambito di investimento economico e

progettuale.

CONSUMO

Si rispecchia in un mondo di lusso culturale più che tradizionale.

Scelta elitaria che conferma il loro ruolo sociale,

seppure non in modo ostentativo. Ricerca costante di prodotti

e servizi innovativi, nel rispetto della migliore qualità

disponibile.

Balmain

DISTRIBUZIONE

Paesaggio che enfatizza esperienze edonistiche, esclusive

ed emozionali. Luogo di narrazione culturale del brand, in

modo sempre eccellente. Espressione e riconoscimento

della propria unicità in relazione all’esperienza d’acquisto.

COMUNICAZIONE

Rilettura in chiave originale degli aspetti legati alla tradizione

e alla narrazione del prestigio. Messaggio esclusivo

rivolto all’élite di cui si sentono parte. Leva di fascinazione

sottile in grado di sottolineare il loro carisma e il loro successo.

I LONGEVI

Sono la generazione della terza e quarta età, quel pubblico

che in tempi passati si definiva degli anziani. Progresso

medico-scientifico e processi di modernizzazione sociale

hanno profondamente inciso anche su questo ampio gruppo

di popolazione e sulla sua rappresentazione. Il tempo

trascorso dagli anni Settanta a oggi, ha determinato nuovi

spunti di analisi e nuovi scenari dei longevi con riferimento

anche ai più recenti dati demografici che vedono il raggiungimento

di traguardi altissimi della speranza di vita, a

65 anni: di 18,7 anni per gli uomini e di 22 per le donne, un

tempo insperati. Tali traguardi fanno dell’Italia – insieme

a Giappone e Svezia – uno dei paesi con il più alto indice

di vecchiaia al mondo. Gli over 65 costituiscono, dunque,


#filoscoziaforever

®

the original

Da sempre, un filo rosso unisce anime e cose tra loro affini.

#affinity #beauty #cotton

filoscozia.it

produttori autorizzati Filmar Spa e Olcese Spa


SCENARI

una componente sempre più rilevante del corpo sociale,

e non solo in termini demografici e quantitativi. La loro

incisività valoriale, la loro tangibile influenza economica

è descritta anche da Federico Rampini, nel suo libro Voi

avete gli orologi, noi abbiamo il tempo. Manifesto generazionale

per non rinunciare al futuro . Non si tratta di un

mondo di deboli: il gusto per la vita non viene abbandonato,

la vecchiaia non è vista come una malattia incurabile, si

ha ancora il piacere di curare l’aspetto esteriore e le storie

private sono fonte di sapere, di divertimento, di speranza.

Job Players 65-75enni nati negli anni Quaranta

Family Activists 65enni nati prima degli anni Cinquanta

Pleasure Growers 70 anni e più nati prima del 1946

Health Challengers 75 anni e più nati prima del 1940

Family Activists

Anziani di 65 anni e più

In Italia sono parte dei 13,4 milioni di over 64, che formano

il 22% della popolazione. Il 52% circa di anziani contribuisce

con i propri soldi al benessere della famiglia, di figli

o nipoti, anche finanziando consumi altrui: 1,5 milioni dichiarano

di farlo regolarmente, 5,5 milioni circa di farlo di

tanto in tanto. Cresce il ruolo attivo dei nonni: l’affidamento

dei nipoti fino a 13 anni li coinvolge nell’86,9% dei casi.

Oltre 972mila longevi si prendono cura in modo regolare

di altre persone anziane non autosufficienti: coniugi,

consanguinei, ma anche cari amici. Oltre 712mila longevi

svolgono attività di volontariato regolarmente, quasi 3,1

milioni di tanto in tanto. (Dati Istat e Censis, 2016 e 2015)

ORIENTAMENTI

Negli acquisti l’attenzione al prezzo rappresenta un pilastro

essenziale e il loro attivismo si trasferisce sul consumo,

con un interesse alle formule distributive degli outlet

e dei farmer market, alla ricerca territoriale di qualità al

giusto prezzo, in cui si dimostrano particolarmente abili.

La possibilità di tornare giovani attraverso i nipoti è il

compenso più grande del prendersi cura di loro e ha conseguenze

concrete anche sui comportamenti di acquisto.

Il consumo d’impulso, non più praticato per se stessi, viene

indirizzato alle altre generazioni, con spese piccole ma

regolari, assolutamente irrazionali.

La richiesta di aggiornamento per l’utilizzo delle nuove

tecnologie da parte della popolazione senior, è in costante

crescita ed è lo specchio della volontà di non perdere il

contatto e la sintonia con le nuove generazioni.

CONSUMO

Rassicurazione attraverso la semplificazione delle scelte

quotidiane. Ricerca di servizi e prodotti da fruire con i

propri cari e in particolare con i nipoti. Predilezione per le

offerte che hanno un plus di valore solidale.

DISTRIBUZIONE

Luogo che favorisce lo scambio tra persone anche di fasce

d’età diverse, basato su praticità e convenienza. Contenitore

di qualità di prodotti e servizi, capaci di facilitare o

arricchire la vita familiare. Territorio che permette e favorisce

il dialogo all’interno della propria comunità locale.

Federica Tosi

GLI OVER 65

COSTITUISCONO “ UNA

COMPONENTE SEMPRE

PIÙ RILEVANTE DEL

CORPO SOCIALE IN

TERMINI DEMOGRAFICI E

QUANTITATIVI, PER LA LORO

INCISIVITÀ VALORIALE

E LA LORO TANGIBILE

INFLUENZA ECONOMICA


COMUNICAZIONE

Necessità di stimoli, sia emozionali che informativi, semplici

e diretti. Centralità di parenti e amici in qualità di

fonti informative privilegiate. Progressivo avvicinamento

al mondo del web e alle sue potenzialità relazionali.

Pleasure Growers

Anziani di 70 anni e più

In Italia sono parte dei 9,7 milioni circa di over 70, che

formano il 16% della popolazione. Sono la punta avanzata

di quell'84% di anziani che giudica positivamente la propria

vita e di quel 66% che non ha paura di invecchiare. Il

35% dei 65-74enni e il 24% degli over 75 svolge regolare

attività fisica.Il 36,8% degli over 64 si incontra con gli

amici almeno una volta a settimana: il 13,8% tutti i giorni

e il 23% più volte a settimana. Il 16,2% degli over 64 va

al cinema, il 15,2% a mostre e musei, il 12,8% a teatro e il

12,4% in visita a siti archeologici e monumenti, tutte percentuali

in crescita.(Dati Istat 2015)


ORIENTAMENTI

L’attenzione verso il proprio benessere orienta le scelte

quotidiane verso prodotti e contesti in grado di farli sentire

bene con il proprio corpo. Nell’ottica di una riscoperta

sorprendente c’è anche una certa piacevolezza di sé, al di

là delle convenzioni e dei dettami dell’età. Questo gruppo

mostra di avere uno stile personale e di consumo completamente

rigenerato: informale, giovanile, energetico.

Sicuramente i prodotti devono offrire loro semplificazione

e comfort, ma anche avere una componente ludica e di

gratificazione estetica. Amanti del viaggio, tendono ad

affidarsi ad agenzie in grado di proporre offerte tagliate

su misura per le loro necessità. Per loro la priorità non è

la convenienza economica, ma la garanzia di sicurezza e

accompagnamento intelligente nelle proprie avventure

nel mondo.

CONSUMO

Ricerca di gratificazione personale attraverso prodotti che

diventano partner quotidiani. Espressione di uno stile globale

di vita, che deriva da una profonda consapevolezza di

sé. Alimentazione, turismo e cura del corpo come ambiti

principali del consumo sia personale che condiviso.

DISTRIBUZIONE

Luogo dove poter approfondire le proprie passioni, spesso

ritualizzate.

Competenza, rispetto e discrezione quali caratteristiche

irrinunciabili nella relazione con il personale di vendita.

Vissuto del punto vendita come collettore che risponde

all’esigenza di socialità e condivisione tra pari.

COMUNICAZIONE

Negazione degli stereotipi della terza età, verso nuovi

testimonial senior, tra ironia e seduzione. Valorizzazione

dell’unicità e dell’esperienza personale, arricchita da un

portato sentimentale condiviso ma mai nostalgico. Apprezzamento

di progetti di ampio respiro, tra comunicazione

e cultura, in grado di esaltare il senso di appartenenza

e il genius loci.

Health Challengers

Anziani di 75 anni e più

In Italia gli over 75 sono circa 6,8 milioni, l’11% circa della

popolazione e più della metà degli over 65. Numerosi

dati indicano la rilevanza e diffusione della condizione di

Health Challenge per i longevi: gli over 75 con limitazioni

funzionali, invalidità o patologie croniche gravi sono

quasi 5 milioni: il 61% lamenta difficoltà di autonomia per

le attività quotidiane e il 49% difficoltà a uscire di casa.

Il 75% degli over 75 ritiene che la qualità della loro vita

sarebbe migliore se potessero avere maggiore supporto

e assistenza, in particolare per le pratiche quotidiane, le

faccende domestiche e gli aspetti non sanitari. Il 37% circa

degli over 65 ritiene che i marciapiedi, le strade e i mezzi

di trasporto siano poco adatti agli anziani. Nel 1993 il 9%

delle persone di 75 anni e più che vivono da sole aveva

dichiarato di utilizzare l’assistenza domiciliare, nel 2015 la

quota è salita al 15%. (Dati Istat 2015)

Quattromani

ORIENTAMENTI

Richiedono una semplificazione dei servizi e una sempre

maggiore specificità dei prodotti: alla ricerca di un serbatoio

di soluzioni possibili per risolvere i problemi quotidiani

di salute e mobilità.

L’integrazione tra lo human touch (da parte di persone

in carne e ossa, capaci di empatia, creatività e aiuto) e

il tech touch (di una tecnologia in grado di monitorare,

analizzare e semplificare la cura e la gestione quotidiana)

rappresenta un modello ideale di assistenza per il futuro.

Sia nelle strutture residenziali per anziani, sia nel contesto

delle abitazioni private, si sta lavorando nella direzione

di progetti in grado di garantire una maggiore cura degli

aspetti umani e relazionali, verso nuovi modelli di abitabilità

individuale o collettiva.

CONSUMO

Supporto vitale, psicologico ma anche pratico, al mantenimento

più duraturo possibile dell’autonomia personale.

Creazione di servizi semplificativi per aggirare problemi

quotidiani di salute e mobilità. Ideazione di prodotti specializzati

che mettono la persona al centro.

DISTRIBUZIONE

Realizzazione di luoghi e ambienti dove l’offerta è accessibile,

discreta e rispettosa.

Possibilità di costruire relazioni di fiducia stabili nel tempo

con chi vende e soprattutto con chi si occupa personalmente

della cura. Ricorso alle offerte del territorio con

servizio a domicilio.

COMUNICAZIONE

Capacità di intrattenere una relazione empatica e inclusiva

per soggetti fragili, desiderosi di essere ascoltati e compresi.

Diffusione di informazioni sulle offerte e soluzioni

concrete sul tema del caregiving. Supporto informativo

costante nei confronti di esigenze molto specifiche.


LISANZA SPA - via angera, 60 - 21018 sesto calende (va) - Italy - tel. +39 0331977221 - fax +39 0331977348 - info1@lisanza.it - www.lisanza.it


STILISTA

di Andrea Lattanzi Barceló

Protagonista

della moda made

in Italy, lo stilista

scommette sul

knitwear, fra

tradizione e

sperimentazione

all’avanguardia

PIERANTONIO

GASPARI

LA MAGIA DELLA TRAMA

Pierantonio Gaspari, fondatore verso la fine degli anni

‘90 dell’omonimo brand, cresce tra i telai del maglificio di

famiglia, nel quale impara, guidato da un talento innato,

tutti i segreti del mestiere.

La sua estetica prevede costruzioni geometriche, strutture

trasformabili che rivelano il connubio tra arte e architettura.

Pierantonio Gaspari è consapevole delle infinite

trame che possono nascere da un filo, e il suo desiderio di

sperimentare lo porta a creare modelli capaci di rompere

i classici canoni di linee e volumi. Appassionato di viaggi,

lo stilista cattura e trasferisce sulla materia tutto ciò che

stimola la sua creatività: un film, un libro, un’immagine...La

sua donna è un angelo ribelle. Elegante e sobria

si muove come una seducente guerriera, consapevole,

emancipata e libera di raccontarsi attraverso ciò che indossa.

Con il tempo, la collezione ha incorporato prodotti

realizzati con nuove materie pregiate, come la seta e il

cashmere, per un total look PierAntonioGaspari che ha

permesso al brand di consolidare e ampliare la sua clientela

sia nazionale che internazionale.

Ogni collezione ruota attorno a un tema preciso. La maglia

e il jersey sono i protagonisti indiscussi, che di volta

in volta si accompagnano a nuovi materiali, declinati in

volumi e cromie ripensati e interpretati con grande maestria,

esplorando contaminazioni di maglia sul tessuto e

viceversa.

La collezione per la p-e 2018 si intitola The Circle ed

esibisce intarsi di maglia e tessuto, disegnati da nastri

materici sovrapposti a richiamare la perfezione del cerchio,

figura che ritroviamo sotto forma di anelli metallici

che si insinuano nella superficie dei fili di lino e cotone,

trattenendole e alterandole. Ma il cerchio forma anche

patchwork di maglia e voile di cotone arricciato, in tonalità

come azzurro atollo, rosso lava, giallo topazio.

Oppure si tinge di bianco e nero per esaltarne la dualità.


In queste pagine. Lo

stilista Pierantonio

Gaspari e alcune

delle sue creazioni

per la p-e 2018.

Le trame sono scultoree e plastiche, fluide o formate da

patchwork circolari; mentre i punti rete sono poetici ed

evanescenti. A “chiudere il cerchio” la seta in versione

coloratissima.

Attualmente il brand è in forte crescita ed è presente nei

department store e boutique di Europa, Russia, Stati

Uniti, Medio ed Estremo Oriente.

Lo showroom di Milano e quello di Parigi restano le sedi

più importanti.

Le collezioni PierAntonoGaspari, 100% Made in Italy,

sono prodotte e distribuite da Loma S.p.A., azienda leader

nella produzione di alta gamma e lusso.

PierAntonioGaspari sas

via G. Battistini 13 - 47121 Forlì

tel. +39 0543 818069

contact@pierantoniogaspari.com

www.pierantoniogaspari.com


STILISTA EMERGENTE

di Andrea Lattanzi Barceló

La stilista Dunia Algeri.

La passione per il fatto a

mano e l’impiego di filati

pregiati in 100% baby alpaca

caratterizzano le creazioni

della stilista bergamasca

DUNIA

ALGERI

BABY

ALPACA,

MON

AMOUR

Dunia Algeri nasce nel 1989 a Pedrengo (BG). Finito

il liceo, studia Comunicazione a Lugano e subito dopo

la laurea parte per Londra, a lavorare per un’agenzia di

PR. Nel 2013, si trasferisce a Parigi dove, fra le altre cose,

lavora nello showroom di Diane Von Furstenberg. Un

anno dopo, Dunia rientra in patria, dando il via alla sua

avventura milanese. Nella capitale meneghina ottiene un

master in marketing management, che le permetterà di

lavorare come PR per Gucci, ma è verso la fine del 2015

che arriva la vera svolta, quando decide di lanciare il suo

brand di luxury knitwear, Dunia Algeri Atelier.

La passione per la maglia le era stata trasmessa da nonna

Giulia, che negli anni Sessanta, con il suo telaio manuale,

era la magliaia di Pedrengo. Forte di questa redità, alla

serialità della fast fashion Dunia ha preferito per il suo

brand una produzione artigianale e su misura, con l’opportunità

di personalizzare ogni prodotto per taglia e

colori.

Ogni creazione è quindi un capo unico, realizzato da artigiane

esperte con filato 100% baby alpaca di altissima

qualità. Ciascun pezzo richiede circa trenta ore di lavoro

da parte di un’unica persona, per un risultato prezioso,

dall’inconfondibile armonia estetica. I laboratori produttivi,

a Monza e provincia, a Firenze, nel Lazio e nel bergamasco,

impiegano circa una ventina di knitters.

Perché la baby alpaca? Perché garantisce i pregi di tutte

le altre fibre messi assieme: la morbidezza del cashmere,

la lucentezza del mohair, la setosità dell’angora e la

resistenza della lana merino. Oltre a essere molto sottile


In queste pagine,

Maglieria Dunia Algeri

Atelier.

(21.5 micron), è estremamente soffice, leggera e durevole.

La lana di baby alpaca è priva di lanolina e di altri

elementi presenti nella lana di pecora, per questo non

provoca reazioni allergiche o l’antiestetico effetto pilling.

In più, si presenta già in natura in una ventina di tonalità,

dal bianco al nero, che non richiedono colorazioni artificiali.

Ma la scelta di questa fibra preziosa non risponde

solo a criteri di performance, estetica e lusso, ma anche

a una volontà concreta di ridurre al minimo l’impatto

ambientale. L’alpaca bruca infatti la vegetazione senza

distruggerne le radici e necessita di molta meno acqua

rispetto ad altri animali da lana.

I capi Dunia Algeri Atelier scelgono linee over, che regalano

una comodità unica, senza rinunciare all’eleganza

e alla femminilità. Lo stile è minimal, ma arricchito da

dettagli originali e preziosi.

Da luglio 2017, i negozi che rivendono i prodotti Dunia

Algeri Atelier hanno a disposizione un kit per permettere

alla cliente di personalizzare il capo, dal colore alla misura

desiderata. Questo servizio è disponibile anche online,

sul sito del brand.

Dunia Algeri Atelier srl

via Luigi Majno, 28 – 20129 Milano

info@duniaalgeriatelier.com

www.duniaalgeriatelier.com


APPUNTI

DI STILE

di Andrea Lattanzi Barceló

MIAHATAMI

GLOBAL STYLE

In un caleidoscopio

magico di colori,

pattern e ricami si

fondono l'estetica

mediorientale e il

design europeo

Si chiama Miahatami ed è una linea di

abbigliamento dalla vocazione multiculturale,

nata dalla creatività della giovane

stilista iraniana Narguess Hatami.

Figlia di un architetto e di una stilista,

Hatami porta nel DNA l’amore per la

bellezza e per lo stile. Così, dopo una

laurea scientifica, decide di trasferirsi

in Italia, a Bologna, dove ottiene la laurea

in Cultura e Tecniche della Moda.

Comincia così un percorso formativo

e professionale presso label importanti

del panorama fashion italiano, come

Paola Frani, MSGM e Brandina The

Original. Successivamente, diventa

stilista e collection manager di AVIU,

una linea di knitwear prodotta da DFG.

Con l’autunno-inverno 2015/16, arriva

la prima collezione donna del suo

brand: Miahatami. Si tratta di una

proposta che riflette alla perfezione

l’estetica, il background culturale e

la filosofia della giovane stilista: un

perfetto connubio fra Medio Oriente

e design contemporaneo occidentale.

L’influenza della millenaria tradizione

persiana si percepisce con forza nelle

creazioni del brand, senza però cedere

mai a facili esotismi o retoriche

etniciste.

Mihatami ha uno spirito sartoriale,

attuale ma proiettato verso il futuro,

una vocazione che diventa concreta

con l’incorporazione di innovazioni

tecnologiche riguardanti i materiali e

la loro lavorazione. Tutti i pezzi della

collezione sono concepiti per essere

combinati a piacimento, per creare dei

look unici e personali.

La collezione per l’a-i 2017/18 si intitola

Un’oasi nel deserto, e si lascia ispirare,

per l’appunto, dal deserto e dall’estetica

dei popoli nomadi Ghashghai e

Bakhtiari. I colori e la forma delle

case di queste tribù iraniane sono il

filo conduttore della collezione, che

raccoglie suggestioni che vanno dai

tappeti Gabbeh e Kilim, dalle trame

particolari, fino alle dune del deserto

ricamate nelle frange.

La palette cromatica sceglie tonalità

calde come rosso, bordeaux, cammello,

giallo e blu, ma per la prima volta,

compare in una collezione firmata

Narguess Hatami il nero, a rappresentare

le tende e le cappe dei “choupan”,

i pastori ghashghai.

L’eleganza inconfondibile del brand la

ritroviamo nelle texture e nei tessuti

operati e lavorati come se fossero dei

preziosi tappeti kilim. Maglie in punto

pelliccia, ricami a punto croce e frange

applicate sono alcuni degli elementi

chiave della collezione. Non mancano

i pattern a mosaico che, grazie alla

sovrapposizione di due stampe, creano

uno straordinario effetto tridimensionale

e armonioso.

La novità di stagione sono le calzature,

che per la prima volta completano il

look Miahatami: pelle, nappa e canvas

con dettagli ricamati a filo, per modelli,

raso terra o con tacco, che presentano

una chiusura a nastro gros grain in tinta

o colorato jacquard.

Slowtrend srl - San Marino (RSM)

info@miahatami.com

www.miahatami.com

Showroom - Spazio 38

Alzaia Naviglio Grande, 38

20144 Milano

tel. +39 02 89410030

showroom@spazio38.com

www.spazio38.com


In queste pagine,

Alcune proposte di

Un’oasi nel deserto,

la collezione per

l’autunno-inverno

2017/18 di Miahatami.


Karl Lagerfeld si tuffa nella Grecia

antica, così cara a Mademoiselle

Coco, per vestire una dea moderna

con linee scultoree dall’inconfondibile

fascino classico, esaltate da oro,

bianco e tonalità minerali

CHANEL

CRUISE 2018

Karl Lagerfeld is drawing his inspiration

from ancient Greece, so dear to

Mademoiselle Coco, in order to swath

modern goddesses in sculptural shapes

with a classic flair, reinforced by the

use of gold, white and mineral tones


I’M ISOLA MARRAS

NEW

GENERATION

Efisio Rocco Marras, primogenito del

fondatore del brand, firma per la prima volta

la contemporary collection I’M Isola Marras.

Pre-collezione PE 2018


La collezione si

ispira a Mathilda

Lando, eroina di

Léon, l’iconico film

di Luc Besson,

e ai manga di

Masamune Shirow.


I’M ISOLA MARRAS

Le silhouette

sono androgine

ma giocose,

con strutture

pulite e dettagli

sorprendenti. Il

knitwear di qualità

e gli accessori

sono protagonisti.


I’M ISOLA MARRAS

La collezione

propone capi

all’avanguardia,

che contrastano

con altri più

classici: gli ideali

romantici della

gioventù si mixano

con l’estetica punk

e underground.


ANTONIO MARRAS - Via Cola di Rienzo 8, 20144 Milano - tel. +39 0289075002 - +39 0289075909 - info@antoniomarras.it - www.antoniomarras.it


ERMANNO SCERVINO

Urban

attitude

Una proposta moderna e creativa, che

gioca con accostamenti inediti di stile

e volumi. Precollezione 2018


Gonna a balze

in pizzo e maglia

con maniche e

applicazioni in pizzo.

Due maxi bottoni

di madreperla

impreziosiscono il

capo. Nella pagina

accanto. Maglia over

con scritta grafica

e gonna lunga

impalpabile con

micro stampa.


ERMANNO SCERVINO

Maglia a coste con

dettaglio di pizzo

sullo scollo e sulle

maniche; gonna di

pizzo a balze.

Nella pagina

accanto. Mix di

punti e di motivi per

la maglia girocollo

dall’allure maschile

su impalpabile gonna

lunga plissé.


ERMANNO SCERVINO - VIA DI TIZZANO, 169 - 50012 BAGNO A RIPOLI, (FI) - TEL. +39 055 64924 - INFO@ERMANNOSCERVINO.IT - WWW.ERMANNOSCERVINO.IT


CÉDRIC CHARLIER

PLAYFUL

KNITS

Palette multicolor, sovrapposizioni,

asimmetrie e tagli precisi per un’allure

di sofisticata nonchalance

Primavera - Estate 2018


Da sinistra. Motivo

a righe per l’abito

asimmetrico con dettagli

di lurex; outfit stratificato

con girocollo che alterna

trame a rete e piene per

un effetto see-through.

Nella pagina accanto.

Girocollo a righe

ricamate di paillettes su

camicia e pantaloni over.


CÉDRIC CHARLIER

Maglia leggerissima con

effetto hairy su T-shirt

stampata e pantaloni

zippati a vita alta. Nella

pagina accanto, da

sinistra. Motivo floreale

intarsiato per il maglione

over effetto sfrangiato,

pantaloni a sigaretta con

riga laterale a contrasto;

alternanza di maglia e

tessuto per il pull con

motivo a righe diagonali,

accompagnato da

camicia over e bermuda.


CÉDRIC CHARLIER - WWW.CEDRICCHARLIER.COM


AVANT TOI

Free by

nature

Lavorazioni all’avanguardia

e linee semplici, esaltate

dai tessuti pregiati, si

esprimono in una palette

dalla forte personalità.

A-I 2017/18


Lei: maglia girocollo stondata

effetto crosta terreste in

cashmere leggero, pantalone in

tessuto diagonale. Lui: maglia

girocollo off gauge in cashmere

con effetto murales. Tutto hand

painted. Nella pagina accanto,

da sinistra. Abito smanicato

con frange in cashmere e seta;

maglia girocollo off gauge in

cashmere; abito smanicato a

collo alto in cashmere e seta

punto corteccia con macchie

di colore. Tutti hand painted.


AVANT TOI

Da sinistra. Tunica collo over

punto canovaccio in cashmere

e seta garzata; maglia

dolcevita a rombi in cashmere

e lana. Entrambe indossano

una gonna patchwork di

quadrelli foulard in cashmere

e seta. Tutto hand painted.

Nella pagina accanto. Cardigan

reversibile con cappuccio,

in cashmere e seta garzato.

Arrotolati in vita, quadrelli

foulard patchwork in cashmere

e seta; sciarpone agugliato in

cashmere e lana con pelliccia

di kalgan. Tutto hand painted.


LIAPULL srl - via Fra’ V. da Fiorenzuola 76 - Genova - Italia - tel. +39 0108681780 - info@liapull.com - www.avant-toi.it - Showroom: via Carlo Botta 8 - Milano - Italia - tel. +39 0276009217


VICTOR GLEMAUD

FUN&

FLIRTY

Un knitwear unisex, ultracolorato

e contemporaneo, che non passa

inosservato. Resort 2018


Per lei, abito stretch a

coste; per lui, pull con

scollo a V in tonalità

soft su pantaloni

stampati.

Nella pagina accanto.

Per lei, intarsio di righe

colorate per la maglia

over con cappuccio;

per lui maglia con

righe marinare e

inserto a contrasto

sullo scollo. Per

entrambi, pantaloni

con stampa Pollock.


VICTOR GLEMAUD

Per lui, maglia a

maniche corte con

tagli see-trough e

pantaloni stampati;

per lei, mini top e

gonnellina plissé.

Nella pagina accanto.

Capo smanicato con

gli iconici tagli seethrough

del brand.


VICTOR GLEMAUD - INFO@GLEMAUD.COM - WWW.GLEMAUD.COM


ZOË JORDAN

Il mondo del pugilato

e i suoi eroi, da Nicola

Adams a Muhammad

Ali, ispirano una

collezione performante

e strong, ma molto

femminile. PE 2018

Warm

&free


Dettagli athleisure per la tuta in cashmere, calda e molto leggera. Nella pagina accanto. I giochi di intrecci richiamano

l’allacciatura classica dei guantoni e delle scarpe da boxe.


ZOË JORDAN

Coloratissima tuta

sportiva in maglia

con stampa effetto

tie-dye. Nella pagina

accanto. Motivo

traforato per la felpa

over con cappuccio,

e pantaloni

coordinati.


ZOË JORDAN

In questa pagina e

nella pagina accanto.

La maglieria sceglie

tagli e aperture

inediti, effetti

mélange e tie-dye.


ZOË JORDAN - TEL. +44 (0) 207 352 8868 - INFO@ZOE-JORDAN.COM - WWW.ZOE-JORDAN.COM


TSE

Cashmere

passion

Le bellissime sculture dell’artista

nigeriano El Anatsui, strutturate,

ma organiche e malleabili,

ispirano la collezione

Primavera-estate 2018 del brand


Motivo tapestry

per la casacca

lunga smanicata

su culotte pant.

Nella pagina

accanto. Pull in

cashmere con

applicazioni

crochet ton sur

ton; gonna in

sbieco foderata.


TSE

Top con

plissettatura

a ventaglio su

culotte pant.

Nella pagina

accanto. Motivo

patchwork per la

maglia con scollo

a barchetta; gonna

in sbieco foderata.


TSE CASHMERE - INFO@TSE-US.COM - WWW.TSECASHMERE.COM


filpucci.it


Da Milano,

Parigi, Londra,

New York,

Berlino, Firenze

Barcellona,

Madrid, San

Paolo

le proposte in

maglia degli stilisti

per la P-E 2018

From Milan,

Paris, London

New York,

Berlin, Florence,

Barcelona, Madrid,

Saint Paul

the designers’ knits

for S-S 2018

GUCCI

MSGM


close up

À LA GARÇONNE

KRIZIA

ANIMAL

KINGDOM

Stampe, ricami e lavorazioni jacquard

prendono spunto dal regno

animale e ne ricreano i protagonisti,

con precisione di dettagli o in versione

giocosa e pop.

Prints, embroidery and jacquard

work draw inspiration from the

animal kingdom, recreating the

protagonists with precision of detail

or in playful and pop versions.

CHRISTIAN DIOR

KRIZIA


PATBO

ESCORPION

FLOWER

COUTURE

Ricami intricati, coloratissimi e

scintillanti riproducono complessi

motivi floreali sulla maglieria, in un

mix di lavorazioni e materiali dall’innegabile

fascino couture.

Intricate embroidery, as colorful as

it is scintillating, reproduces complex

floral motifs on the knits, in a

beguiling mix of stitches and materials

displaying undeniable couture

panache.

DELPOZO

PRABAL GURUNG


close up

MONSE

PREEN BY THORNTON BREGAZZI

DECONSTRUCTION

Cartamodelli impazziti spostano,

rovesciano e accavallano elementi

essenziali dei capi: la creatività, il

colore e gli effetti materici trionfano

sulla simmetria e sui canoni classici

della funzionalità.

Crazed clothing patterns shift, overturn

and overlap essential elements

of the garments. The creativity, the

color and the textural effects win out

over considerations of symmetry and

the classic canons of functionality.

CHRISTOPHER KANE

MARQUES’ ALMEIDA


Y/PROJECT

PRABAL GURUNG

UJOH

DION LEE


close up

PRADA

CALVIN KLEIN

GILET

Questo classico del guardaroba

maschile irrompe con forza nelle

collezioni per la p-e 2018, uno stratagemma

perfetto per non rinunciare

alla maglia nemmeno quando la

temperatura sale.

This classic of the masculine wardrobe

takes by storm the collections for

spring-summer 2018, a perfect stratagem

for not foregoing knits even

when the temperature begins to rise.

MIU MIU

GIAMBATTISTA VALLI


CHRISTOPHER KANE

MSGM

PINK

PASSION

50 sfumature di rosa. Il colore

simbolo della femminilità, in accostamenti

cromatici audaci o in

versione total look, si presta a interpretazioni

romantiche, futuristiche

o rock&roll.

50 shades of pink. The color which

symbolizes femininity, presented in

bold chromatic combinations or in

total-look versions, lending itself

perfectly to romantic, futuristic or

rock&roll interpretations.

ISABEL MARANT

DELPOZO


close up

PRADA

GUCCI

POP

CULTURE

Il knitwear si allontana sempre di

più dal cliché di classico funzionale,

e si fa irriverente e giocoso con motivi

fumetto ed elementi propri della

cultura pop.

This knitwear is increasingly distancing

itself from the classic functional

cliché, opting for a more irreverent,

playful approach, with comic-book

motifs and elements associated with

the Pop culture.

COACH 1941

MISSONI


SONIA RYKIEL

PORTS 1961

FAKE

SLEEVES

Non c’è limite alla voglia di stupire.

Nella bella stagione si può fare a

meno delle maniche lunghe, senza

però eliminarle del tutto: ad esempio

lasciandole fluttuare come una

cappa.

There are no limits to the desire to

amaze. During the warm season one

willingly dispenses with long sleeves,

but without completely eliminating

them: for example, leaving them to

flutter like a cape.

HERMÈS

AGNONA


close up

EMANUEL UNGARO

PRINGLE OF SCOTLAND

SHEER

EFFECT

Una maglieria estiva leggerissima,

quasi impalpabile, si posa direttamente

sulla pelle a creare trasparenze

sensuali e ultra femminili.

Lightweight summer knits, almost

impalpable, are worn right next

to the bare skin in order to create

sensual, ultra-feminine transparent

effects.

JUNKO SHIMADA

LANYU


A DÉTACHER

LOEWE

ERMANNO SCERVINO

MISSONI


close up

FYODOR GOLAN

KRIZIA

TREASURE

CHEST

Barocchi ricami in rilievo e applicazioni

dai bagliori metallici illuminano

la maglieria e la rendono la

protagonista assoluta dell’outfit.

Three-dimensionl baroque embroidery

and applications sporting

metallic highlights serve to illuminate

the knits, rendering them the

uncontested protagonist of the outfit.

ISABEL NÚÑEZ

PATBO


VERSACE

ALEXANDER MCQUEEN

FRANCESCO SCOGNAMIGLIO

GUCCI


VUOI MOLTIPLICARE I TUOI CLIENTI

E PAGARE MENO TASSE ?

FAI PUBBLICITÀ SULLA STAMPA SPECIALIZZATA

faenzagroup.com

INVESTIRE IN PUBBLICITÀ SULLA STAMPA PERIODICA TI DÀ DIRITTO

A UN CREDITO D’IMPOSTA FINO AL 75% DEI COSTI SOSTENUTI*.

Investendo almeno l’1% in più rispetto all’anno precedente, potrai godere di un credito d’imposta fi no al 75% sul costo

degli investimenti incrementali. Se sei una PMI o una Start-up vedrai salire fi no al 90% il credito d’imposta.

Per maggiori informazioni anes@anes.it

* Art. 57 bis D.L. n. 50/2017 conv. in Legge con modifi cazioni dalla L. n. 96/2017


MILANO

milano moda donna

>AGNONA

>AIGNER

>ANIYE BY

>ANNAKIKI

>ANTONIO MARRAS

>AQUILANO.RIMONDI

>ARTHUR ARBESSER

>CIVIDINI

>CRISTIANO BURANI

>DOLCE & GABBANA

>ETRO

>FENDI

>FRANCESCO SCOGNAMIGLIO

>GUCCI

>JIL SANDER

>KRIZIA

>LAURA BIAGIOTTI

>LES COPAINS

>MARCO DE VINCENZO

>MAX MARA

>MISSONI

>MSGM

>Nº21

>SALVATORE FERRAGAMO

>SPORTMAX

Foto Andrea Adriani


AGNONA


AIGNER


ANIYE BY


ANNAKIKI


ANTONIO

MARRAS


AQUILANO

.RIMONDI


ARTHUR

ARBESSER


CIVIDINI


CRISTIANO

BURANI


DOLCE

& GABBANA


ETRO


FENDI


GUCCI


FRANCESCO

SCOGNAMIGLIO


KRIZIA


JIL SANDER


LAURA

BIAGIOTTI


Nº21


LES COPAINS


MARCO

DE VINCENZO


MAX MARA


MSGM


MISSONI


SALVATORE

FERRAGAMO


SPORTMAX


PARIGI

collections de prêt-à-porter paris

PARIGI

>ACNE STUDIOS

>AGNÈS B.

>ATLEIN

>BALENCIAGA

>BALMAIN

>CHRISTIAN DIOR

>DRIES VAN NOTEN

>DROME

>EMANUEL UNGARO

>GIAMBATTISTA VALLI

>ISABEL MARANT

>JUNKO SHIMADA

>LACOSTE

>LOEWE

>MIU MIU

>RODARTE

>SONIA RYKIEL

>STELLA MCCARTNEY

>THOM BROWNE

>VÉRONIQUE LEROY

>VICTORIA/TOMAS

>VIVIENNE WESTWOOD

>Y/PROJECT

Foto Andrea Adriani


ACNE

STUDIOS


AGNÈS B.


ATLEIN


BALENCIAGA


BALMAIN


CHRISTIAN

DIOR


DRIES VAN

NOTEN


DROME


EMANUEL

UNGARO


GIAMBATTISTA

VALLI


ISABEL

MARANT


JUNKO

SHIMADA


LACOSTE


LOEWE


MIU MIU


RODARTE


STELLA

MCCARTNEY


SONIA

RYKIEL


THOM

BROWNE


VICTORIA

/TOMAS


VÉRONIQUE

LEROY


VIVIENNE

WESTWOOD


Y/PROJECT


BUSINESS

NEWS

2

1. POLO DELLA CREATIVITÀ DI CARPI:

UN PERCORSO INNOVATIVO

Il Polo della Creatività di Carpi nasce per sviluppare

e sostenere l’innovazione nel settore della moda, ed è

frutto di un percorso articolato di analisi dei bisogni e

delle competenze tecniche del territorio e del tessuto

imprenditoriale carpigiano. La prima tappa di questo

percorso si è svolta lo scorso luglio, quando Carpi Fashion

System e DemoCenter Sipe hanno promosso un incontro

dedicato alle imprese del tessile abbigliamento del

Distretto presso il Makers Modena Fab Lab. Il workshop,

condotto da esperti, si basava sulle tecniche del service

design, con l'approfondimento dei problemi e delle

possibili soluzioni, al fine di individuare sistemi concreti e

accessibili per l’innovazione delle imprese, identificando

i passaggi nei quali si verifica la creazione del valore

lungo la filiera e individuando quelli nei quali si collocano

competenze, potenzialità e opportunità.

Carpi Fashion System - tel. +39 059 649357

carpifashionsystem@carpidiem.it

www.carpifashionsystem.it

Un momento del workshop svoltosi presso Makers Modena Fab Lab.

3. SÜDWOLLE GROUP: NASCE

SUEDWOLLE GROUP ITALIA S.P.A.

Südwolle Group ha annunciato, a decorrere dal 1° ottobre

2017, la fusione delle società italiane Safil, Biella Yarn by

Südwolle, ERWO Italia e HF Filati by Südwolle sotto un’unica

ragione sociale: Südwolle Group Italia s.p.a., direttamente

controllata dalla tedesca Südwolle Gmbh & Co. KG. Davide

Marcante ha assunto la carica di Amministratore Delegato,

Marco Zaffalon quella di Direttore Tecnico Operativo,

mentre Pier Mario Mello Teggia è il Direttore Amministrativo

della nuova società. Cesare Savio, Amministratore Delegato

di Safil, entrerà a far parte del Consiglio di Amministrazione

insieme a Jacques van den Burg, Davide Marcante e

Hans G. von Schuh (Presidente). La nuova struttura verrà

completata dal Gruppo Tessile Industriale (GTI), che non

fa parte della fusione ma continuerà a operare come parte

integrante di Südwolle Group in Italia.

Südwolle Group - www.suedwollegroup.com

1

2. White: sulla via per

Shanghai

Il mercato cinese assorbe il 33% delle vendite globali del

lusso e costituisce un'ottima opportunità per l'industria

della moda italiana. Anche la Shanghai Fashion Week

è cresciuta molto negli ultimi anni, mentre prosperano

i multibrand store in ogni parte della nazione. Si tratta

però di un mercato complesso e ricco di insidie. Per

questo Confartigianato Imprese, insieme a White

e con il supporto di ITA – Italian Trade Agency,

hanno promosso una nuova piattaforma che porta a

Shanghai un gruppo selezionato di brand italiani. Dal

13 al 15 ottobre 2017 circa 56 aziende del made in Italy

saranno presenti all’interno di uno spazio espositivo

multifunzionale nel cuore del nuovo Art District, proprio

di fronte a Ontime, una delle manifestazione fieristiche

più importanti, che è anche partner del progetto. Il

nuovo format vuole rappresentare il meglio del lifestyle

italiano e diventare uno degli eventi di riferimento della

Fashion Week di Shanghai. Grazie al supporto di agenzie

marketing e di PR locali, i marchi italiani potranno

incontrare non solo buyer e stampa, ma anche partner

distributivi, agenti e professionisti, per agevolare il loro

percorso d’internazionalizzazione e approcciare al

meglio il mercato locale.

www.confartigianato.it - www.whiteshow.it

www.ice.gov.it

3

Direttivo di Südwolle Group Italia: da sinistra a destra, Pier Mario Mello

Teggia, Davide Marcante e Marco Zaffalon.


NEW YORK

fashion week new york

>3.1 PHILLIP LIM

>A DÉTACHER

>ANNA SUI

>BAJA EAST

>CALVIN KLEIN COLLECTION

>CALVIN LUO

>COACH 1941

>CUSTO BARCELONA

>DELPOZO

>DEREK LAM

>DESIGUAL

>DION LEE

>ECKHAUS LATTA

>DION LEE

>JEREMY SCOTT

>JONATHAN SIMKHAI

>MARC JACOBS

>MATTHEW ADAMS DOLAN

>MICHAEL KORS COLLECTION

>MONSE

>NAEM KHAN

>PRABAL GURUNG

>R13

>ULLA JOHNSON

>ZADIG & VOLTAIRE

Foto Andrea Adriani


3.1

PHILLIP

LIM


A DÉTACHER


ANNA SUI


JEREMY

SCOTT


BAJA EAST


CALVIN KLEIN

COLLECTION


CALVIN

LUO


COACH

1941


CUSTO

BARCELONA


DELPOZO


DEREK

LAM


DESIGUAL


DION LEE


ECKHAUS

LATTA


GABRIELA

HEARST


JONATHAN

SIMKHAI


MARC

JACOBS


MATTHEW

ADAMS DOLAN


MICHAEL KORS

COLLECTION


MONSE


NAEM

KHAN


PRABAL

GURUNG


R13


ULLA

JOHNSON


ZADIG

& VOLTAIRE


SAVE THE NAME

Un brand di

knitwear nato

all'insegna

dell'innovazione

tecnica, la

ricerca e il

pensiero critico

Alcune proposte

di #Black&White,

prima collezione di

Cancellato.

CANCELLATO

THE BEAUTY

OF DIVERSITY

Il knitwear di Cancellato è frutto della collaborazione

tra la giovane stilista italiana Diletta Cancellato, direttrice

creativa del brand, e la francese Amandine Taylor,

responsabile del marketing. La ricerca e l'innovazione

si trovano nel DNA di questa label, coniugate con un

approccio organico alla produzione, molto attento alla

sostenibilità. Tutto parte dal filato e dai punti, esaltati da

lavorazioni particolari e dall'impiego di tecniche inedite,

per arrivare a una maglieria originale, protagonista,

destinata a non passare inosservata.

Cancellato ha presentato la sua prima collezione,

battezzata #Black&White, durante la Fashion Week

milanese. Qui la stilista esplora il tema della natura e

della biodiversità, in una palette cromatica dominata

dalle tonalità del nude, dai marroni profondi e dai rosa

tenui. I capi sono nati con l'obbiettivo di esaltare le

forme, la consistenza e le peculiarità di ogni corpo, con

texture e linee concepite proprio per riflettere questa

unicità. L'outerwear in lana gioca con volumi esagerati,

che contrastano con capi più leggeri e discreti realizzati

con filati di mohair e viscosa, in un'alternanza armonica

di peso e leggerezza. Pieghe, drappeggi e sovrapposizioni

esibiscono delicati pattern a righe, che giocano con la

natura del materiale stesso per creare superfici dalle

texture interessanti. La maglieria si anima con dettagli

dall'allure contemporanea, uniti a una vestibilità rilassata

e ricca di fascino. Il risultato è caldo e avvolgente, per look

che sembrano abbracciare il corpo in maniera spontanea,

elegante, ma senza sforzo. I capi della collezione

possiedono un'innegabile allure femminile, ma non sono

stati sviluppati pensando in un genere specifico. Il focus

resta sulla bellezza visiva, l'originalità e l'innovazione

tecnica.

Tutti i pezzi della collezione sono interamente made in

Italy.

Cancellato - tel. +39 340 8919141 / +33 0698984704

www. cancellatosociete.com


LONDRA

london fashion week

>ASAI

>CHRISTOPHER KANE

>FYODOR GOLAN

>HOUSE OF HOLLAND

>JASPER CONRAN

>CALVIN LUO

>COACH 1941

>CUSTO BARCELONA

>JOSEPH

>JULIEN MACDONALD

>J.W. ANDERSON

>MARKUS LUPFER

>MATTY BOVAN

>PRINGLE OF SCOTLAND

>ROLAND MOURET

>TEATUM JONES

>TOPSHOP

>VERSUS

Foto Andrea Adriani


ASAI


CHRISTOPHER

KANE


FYODOR

GOLAN


HOUSE OF

HOLLAND


JASPER

CONRAN


JOSEPH


JULIEN

MACDONALD


J.W.

ANDERSON


MARKUS

LUPFER


PRINGLE OF

SCOTLAND


MATTY

BOVAN


ROLAND

MOURET


TEATUM

JONES


TOPSHOP


VERSUS


BRAND TO

WATCH

1. ALPHA STUDIO

UNICITÀ E STILE

Ogni collezione ALPHA STUDIO è un connubio di essenzialità,

stile e innovazione. Materiali come lana, cotone, cashmere, alpaca

e jersey si fondono tra di loro per creare nuovi giochi di volumi,

utilizzando tecniche avanzate e macchinari all’avanguardia nella

realizzazione di punti maglia e jacquard. Nella stagione a-i 2017/18,

compare per la prima volta nella collezione uomo lo extrafine bollito

del brand, non solo come capospalla ma anche in versione più

leggera. La maglieria si lascia ispirare dai tessuti della tradizione

inglese, come il Donegal dall’aspetto spazzolato dal gusto Vintage,

o con dettagli come i patch sulle maniche. Il cashmere abbraccia

nuove lavorazioni, come il punto spugna diagonale realizzato su

tute jogging/tempo libero, per un nuovo Sport de Luxe. Fra i nuovi

materiali, un pregiato extrafine 3/80 che assomiglia al cashmere:

la maglia realizzata con questo filato diventa quasi una T-shirt

invernale. Franco Rossi srl - tel. +39 055 87441

info@francorossi.it - www.alpha-studio.com

1

2

2. MORFOSIS

CONCEPTUAL FASHION

MORFOSIS è un brand 100% made in

Italy e di tradizione sartoriale disegnato

da Alessandra Cappiello. Le tavole di

Rorschach, la natura e icone di eleganza

come Elsa Schiaparelli e Madeleine

Vionnet ispirano una sintesi stilistica

dal twist contemporaneo e dall’appeal

femminile. La collezione del brand per

l'a-i 2017/18 si lascia ispirare dai concetti

di imperfezione e incompiutezza. Fra

le proposte, camicie in chiffon o crepe

cady dalle linee pulite e asciutte; pants

dall’allure rock con incursioni di pizzo e

tulle plumeti; capispalla in raso di lana

dalla silhouette precisa; abiti in seta

o pantaloni in pelle svasati. Il brand è

attualmente distribuito in Giappone, USA,

Egitto e Regno Unito.

Morfosis - tel. +39 335 6573856

info@morfosis.it - www.morfosis.it

3

3. MARCO GRISOLIA

UN UNIVERSO SIMBOLICO

MARCO GRISOLIA è il brand fondato nel 2014 dall'omonimo stilista,

prosecuzione naturale di un progetto di ricerca con il quale vuole presentare

la sua visione della moda: un flusso continuo, un dialogo non verbale. Il

processo creativo parte dalla quotidianità e la reinterpreta in maniera

sincretica, mischiandola al mondo dell'arte e costellandola di riferimenti

iconici. Lo scorso luglio il brand ha presentato negli spazi della Monitor

Gallery di Roma una capsule collection seasonless che riflette sulla necessità

di costruire un’interazione responsabile tra uomo e natura. Fra le proposte,

abiti, pantaloni con vistosi spacchi laterali, capispalla e maglie over con

maxi coulisse inattese, texture che richiamano la pelle o effetti metallizzati.

Dominano le tinte unite calde, ma non mancano proposte rese uniche da una

suggestiva stampa pittorica.

Marco Grisolia - grisoliamarco@gmail.com - www.cargocollective.com


BERLINO

mercedes-benz fashion week berlin

BERLINO

>DOROTHEE SCHUMACHER

>FRANZISKA MICHAEL

>GUIDO MARIA

KRETSCHMER BERLIN

>IVANMAN

>LAURÈL

>LENA HOSCHEK

>MALAIKARAISS

>MARCEL OSTERTAG

>PRABAL GURUNG

>RAQUEL HLADKY

>RIANI

>VANESSA SCHINDLER

Foto Andrea Adriani


DOROTHEE

SCHUMACHER


FRANZISKA

MICHAEL


GUIDO MARIA

KRETSCHMER

BERLIN


IVANMAN


LAURÈL


LENA

HOSCHEK


MALAIKARAISS


MARCEL

OSTERTAG


PRABAL

GURUNG


RAQUEL

HLADKY


RIANI


VANESSA

SCHINDLER


Foto Andrea Adriani

>BRAIN AND BEAST

>ESCORPION

>JNORIG

>KRIZIA ROBUSTELLA

>MACSON

>MIRIAM PONSA

>NAULOVER

BARCELLONA

080 barcelona fashion

BRAIN

AND BEAST


JNORIG


ESCORPION


KRIZIA

ROBUSTELLA


MACSON


MIRIAM

PONSA


NAULOVER


Foto Andrea Adriani

>FRANCIS MONTESINOS

>MARÍA ESCOTÉ

>MARIA KE FISHERMAN

>OUTSIDERS DIVISION

MADRID

mercedes benz fashion week madrid

FRANCIS

MONTESINOS


MARÍA

ESCOTÉ


MARIA KE

FISHERMAN


OUTSIDERS

DIVISION


BRAND TO

WATCH

TEGIN

QUEEN OF

CASHMERE

Le collezioni

firmate Svetlana

Tegin hanno

conquistato il

mercato del lusso

invernale in Russia

Alcune

proposte di

Tegin per

l’a-i 2017/18.

Da oltre 10 anni Svetlana Tegin, fondatrice del brand

Tegin, è considerata una delle più importanti stiliste

russe. Dopo il diploma in fashion design, ottenuto

nell’Istituto Tessile di Kiev, comincia la sua carriera a

Mosca disegnando costumi e decorazioni per eventi

nei club e per i fashion show. Verso la fine degli anni

Novanta, la stampa specializzata inizia a parlare del suo

lavoro e nel 2001 la giovane stilista decide di lanciare

la sua Tegin Fashion House con due collezioni: Tegin

Collection e Tegin Cashmere, alle quali, nel 2007, si

somma Tegin Kids. Svetlana viene chiamata “la regina

del cashmere” per l’impiego nelle sue creazioni della

migliore qualità di questa materia prima proveniente

dalla Mongolia. Anche i suoi cappotti di montone sono

ormai iconici, grazie al design originale e alla qualità

della pelle e delle lavorazioni. Infine, abbiamo una linea

di abiti da cerimonia couture che ha conquistato un

pubblico esigente di donne dello spettacolo, it-girls e vip

in generale. Uno stile sensuale e molto raffinato rende

inconfondibili le collezioni del brand, che sin dall’inizio

si lascia ispirare prevalentemente da temi etnici. In

particolare, Tegin esplora in libertà i costumi tradizionali

russi, mix unico di motivi europei e asiatici.

La collezione per l’a-i 2017/18 prende spunto dai colori

tenui ed esotici del deserto del Gobi e dalle sue atmosfere

ariose e frizzanti. I piccoli e bellissimi fiorellini della

steppa, che resistono caparbi anche agli inverni più rigidi,

sono un’altra fonte importante di ispirazione. Svetlana

Tegin immagina infatti le metropoli contemporanee in

inverno come una steppa severa, che spinge a cercare

nell’abbigliamento protezione e calore, senza però

rinunciare alla vitalità. La ricerca costante in materia di

silhouette, lavorazioni e innovazione tecnologica hanno

fatto di Tegin un brand di riferimento anche fra i più

giovani.

Tegin Fashion House

4th Syromyatnichesky lane 1/8, bld. 6 - Moscow

tel. +7 495 249 03 89

tegin@tegin.com - www.tegin.com


SAN PAOLO

são paulo fashion week

>A. NIEMEYER

>Ã LA GARÇONNE

>COTTON PROJECT

>LOLITTA

>MEMO

>OSKLEN

>PATBO

>RATIER

>UMA RAQUEL DAVIDOWICZ

Foto Andrea Adriani


A. NIEMEYER


à LA

GARÇONNE


COTTON

PROJECT


LOLITTA


MEMO


OSKLEN


PATBO


RATIER


UMA RAQUEL

DAVIDOWICZ


close up

CHRISTIAN DADA

DIRK BIKKEMBERGS

CUT OUT

La maglia si smaglia, ma con arte.

Fori, tagli e strappi sono posizionati

con cura e seguono un pattern, perdendo

l’allure punk che accompagnava

inizialmente questa tendenza.

Gli indumenti sottostanti e la pelle

diventano protagonisti.

Knit are unraveling, but with sartorial

panache. Holes, cuts and tears

have been carefully positioned, following

a deliberate pattern, abandoning

that punk mood which initially

distinguished this trend. Underwear

and bare skin become the featured

protagonists.

HUGO

KTZ


SALVATORE FERRAGAMO

ALEXANDER MCQUEEN

NEW

ARAN

Virile, informale e caldo, il classico

maglione irlandese, usato originariamente

dai pescatori delle isole

Aran, non tramonta mai e le sue

rivisitazioni fanno ancora tendenza.

Virile, informal and warm, the classic

Irish sweater, originally used by

the fishermen of the Aran Isles, never

goes out of style. Constantly revamped

it continues to cut a stylish figure.

SALVATORE FERRAGAMO

J.W. ANDERSON


close up

ERMENEGILDO ZEGNA

ÉTUDES

OP ART

La maglia vibra e sembra prendere

vita con ipnotici pattern grafici e lavorazioni

leggermente in rilievo. Un

knitwear originale, sofisticato, concepito

per non passare inosservati.

The sweaters seem to vibrate and

actually come to life with their hypnotic

graphic patterns and slightly

textured stitch work. This knitwear

is highly original, sophisticated and

intended to make a bold statement.

GIORGIO ARMANI

PORTS 1961


DOLCE & GABBANA

ÉTUDES

POP

DESIGN

Ironici, giocosi, ipercolorati. I motivi

pop si riversano sulla maglieria

in versione HD o con jacquard

dall’aspetto handmade. Il risultato

è contemporaneo e metropolitano.

Ironic, playful and wildly colorful,

Pop motifs inundate the sweaters in

striking HD versions or boasting jacquard

work with handmade effects.

The final result is both contemporary

and metropolitan.

J.W. ANDERSON

OVADIA & SONS


close up

ANGUS CHIANG

BODYBOUND

OPEN

WORK

Un classico della maglieria estiva che

si reinventa ogni anno. Le trame a

rete, più o meno compatte, possono

esaltare outfit stratificati o posarsi

direttamente sulla pelle, per look più

sexy e audaci.

A classic of the summer knit wardrobe,

this item reinvents itself with each

new year. The more or less compact

netting stitch effects are capable of

showcasing sophisticated layered

outfits or being worn right against

the bare skin for more audacious,

sexier looks.

DOLCE & GABBANA

FRANKIE MORELLO


MAISON MIHARA

YASUHIRO

NAMACHEKO

PER GOTESSON

PER GOTESSON


close up

MSGM PORTS 1961

SUMMER

MOOD

Pullover per tutti i giorni, freschi

e performanti, scelgono filati in

cotone e aspetti handmade, con

semplici motivi a righe o dettagli di

ispirazione surfer.

Sweaters for everyday wear: fresh,

high-performance items, they tend to

feature cotton yarns and handmade

aspects, flourishing simple striped

patters or detailing inspired by the

world of surfing.

PORTS 1961

PRADA


ALEXANDER MCQUEEN

CHRISTIAN DADA

SNIP &

FIX

Resiste la tendenza taglia e cuci, con

maglie patchwork dall’aspetto fintotrasandato,

cuciture in evidenza e

anelli metallici o graffette a tenere

assieme i pezzi: molto shabby chic.

The trend toward interlock work,

with patchwork sweaters boasting

a mock-shabby look, boldly display

stitching and metallic rings or staples

used to hold pieces together: very

shabby chic.

HUGO

KTZ


close up

CHRISTIAN DADA

FEDERICO CURRADI

THREADS

Gli stilisti perdono il filo: il knitwear

per la p-e 2018 gioca con il fascino e

la leggerezza dei filati, lasciandoli liberi

di svolazzare, con un certo senso

di incompiuto o di disfatto.

The designers are losing stitches.

Knitwear for spring-summer 2018 is

playing with the allure and lightness

of yarns, leaving them free to flutter,

creating a certain sense of incompletion

or coming undone.

MARNI

MSGM


HERMÈS

HERMÈS

ZIP IT

Felpe, maglie e T-shirt incorporano

volentieri uno degli elementi chiave

dell’estetica athleisure: le cerniere,

posizionate anche in punti inattesi e

spesso con una funzione puramente

decorativa.

Sweatshirts, sweaters and T-shirts

are gladly embracing one of the key

elements of the athleisure aesthetic:

zippers, frequently positioned in

unlikely places and often serving a

purely decorative purpose.

MAISON MIHARA

YASUHIRO

MARCELO BURLON

COUNTY OF MILAN


ECO&EQUO

MANIFATTURA

PECCI 1884

ECO MOOD

Il filato Velasquez con Eco-Cashmere.

Produzione 100%

interna, impiego di

tecnologie proprie

e macchinari di

ultima generazione

sono garanzia di

sostenibilità sociale

e ambientale

L'impegno di Manifattura Pecci

Filati 1884 con la sostenibilità è alla

base dell'intero processo produttivo.

Tutti i prodotti sono concepiti, testati

e realizzati all’interno dell’azienda, con

l'impiego di strutture, competenze

e metodi di esclusiva proprietà.

Questa vicinanza fisica delle persone

e degli strumenti coinvolti è la

garanzia migliore del rispetto dei

severi protocolli sulla sostenibilità

a cui l'azienda aderisce. Pecci Filati

investe per assicurarsi le tecnologie

e le risorse umane necessarie a dare

continuità a questa filosofia produttiva,

che abbraccia appieno tutti i valori

del made in italy. Fra questi, abbiamo

al primo posto il rispetto del lavoro

e dell’ambiente in cui si svolge, sia

sotto il profilo umano, sia sotto quello

ecologico e sociale.

Questo percorso ha portato inoltre

alla creazione di prodotti ottenuti da

materiali di recupero, interpretati

secondo i canoni estetici e funzionali

propri dell'azienda.

Abbiamo così Exploit e Velasquez, due

filati che sfruttano i sottoprodotti di

cachemire .

In Velasquez la fibra riciclata esprime

una cromaticità fantasia, dal gusto

tweed molto esclusivo, un effetto

dovuto proprio all'origine della fibra:

l'unione di materiali più o meno aperti

genera dei neps colorati che rendono

visibile la materia riciclata. Il sistema di

filatura impiegato combina aria e aghi,

dando vita a un filato cavo all'interno,

dalla leggerezza estrema. Exploit ha una

struttura quasi consumata, lisa, vissuta,

ottenuta con l'impiego dei filatoi

fuso cavo. Il look è volutamente poco

ordinato, per comunicare a livello visivo

l'origine riciclato della fibra.

In entrambi i filati si è scelta la fibra di

cachemire per far sì che il percepito

visivo, più grezzo, venisse stravolto dalla

piacevolezza tattile.

Troviamo infine Break e Shaker,

filati più sottili, ottenuti sempre dal

cachemire riciclato. Shalker è una

garza trasparente, quasi erosa in

modo disuniforme; mentre Break è un

cablettino dal gusto più basico.

Pecci Filati spa - via Pantano, 16/e

Capalle (Firenze)

tel. +39 055 89890

info@pecci.it

www.peccifilati.com


MILANO

Milano Moda Uomo

>ALBERTO FURLAN

>DAKS

>DIESEL BLACK GOLD

>DIRK BIKKEMBERGS

>DOLCE & GABBANA

>DSQUARED2

>EMPORIO ARMANI

>ERMENEGILDO ZEGNA

>FENDI

>FRANKIE MORELLO

>GIORGIO ARMANI

>MARCELO BURLON

COUNTY OF MILAN

>MARNI

>MSGM

>Nº 21

>PHILIPP PLEIN

>POAN

>PORTS 1961

>PRADA

>SALVATORE FERRAGAMO

>SUNNEI

>VERSACE

Foto Andrea Adriani


ALBERTO

FURLAN


DAKS


DIESEL

BLACK GOLD


DIRK

BIKKEMBERGS


DOLCE &

GABBANA


DSQUARED2


EMPORIO

ARMANI


ERMENEGILDO

ZEGNA


FENDI


FRANKIE

MORELLO


GIORGIO

ARMANI


MARCELO BURLON

COUNTY OF MILAN


MARNI


MSGM


Nº 21


PHILIPP

PLEIN


POAN


PORTS

1961


PRADA


SALVATORE

FERRAGAMO


SUNNEI


VERSACE


ECO&

EQUO

2

1. BOTTO GIUSEPPE

UN PERCORSO VIRTUOSO

La collezione autunno-inverno 2018/19 di BOTTO GIUSEPPE

amplia la proposta di filati all'insegna della sostenibilità ambientale.

Nella famiglia Naturalis Fibra arriva dalla Nuova Zelanda una nuova

lana mulesing free, Aroha, provenienti da allevamenti che utilizzano

tecniche di rotazione per evitare l'impoverimento del terreno e

fontane di acqua fresca nelle aree di allevamento e pascolo. Tutti

i filati Naturalis Fibra sono lavorati nello stabilimento di Tarcento

in Friuli, che utilizza soltanto energie rinnovabili. Anche la tintura

è sostenibile, grazie all'impiego di coloranti selezionati. Tutti i

processi sono certificati con test rigorosi dalla società americana

Cradle to Cradle.

Botto Giuseppe - tel. +39 015 70481 - www.bottogiuseppe.com

Filato Slowool di Naturalis Fibra: 100% lana merino superfine 130’s mulesing free.

3. FILPUCCI

VALORI D'ULTIMA GENERAZIONE

Con la sua collezione Ninetyfive - ora disponibile

in stock service - Filpucci è membro e riferimento

esclusivo nell’ambito di filati per il knitwear della

supply chain Re.Verso, un perfetto esempio

di processo produttivo affidabile, tracciabile e

trasparente. Nomi importanti del fashion system,

come Stella McCartney, Eileen Fisher, Filippa K e

Patagonia, hanno inserito nelle loro collezioni i filati

rigenerati Re.Verso by Filpucci. Come novità di

stagione abbiamo il filato Baby Camel Re.Verso,

prodotto con baby camel Re.Verso, in mischia

al 50% con lana merino extrafine e disponibile in

due titolazioni (Nm 1:13000 e Nm 2:13000 ritorto)

e Divette, soffice e caldo, realizzato con fibre

Re.Verso di cashmere mischiate a lane super fini,

disponibile in due titolazioni (Nm 1:15000 e Nm

2:26000 ritorto).

Filpucci - tel. +39 055 89871 - filpucci@filpucci.it

www.filpucci.it

3

1

2. RADICI GROUP

SOSTENIBILITÀ E

PERFORMANCE

Nel nuovo libro Neomateriali nell'economia

circolare - Moda, RADICIGROUP presenta

la propria gamma di prodotti ecosostenibili.

Poliestere tinto in massa, poliestere da

polimero riciclato e poliammide da fonte

bio sono alcuni dei filati a basso impatto

ambientale prodotti dall'azienda e destinati

al mondo della moda. Il libro, disponibile in

versione italiana e inglese, è curato da Marco

Ricchetti in collaborazione con Blumine srl

e il social network della moda sostenibile,

Sustainability-lab. Partendo dall’analisi dei

materiali distinti in tre grandi aree (materiali

rinnovabili, non rinnovabili e da riciclo), il

libro affronta il tema dell'impatto delle diverse

fibre, dell’utilizzo dell’acqua e delle sostanze

chimiche, concludendo con una panoramica

delle iniziative condotte dai marchi, grandi e

piccoli, in tema di sostenibilità. Un assaggio

di questo volume è disponibile sul sito

RadiciGroup, si tratta del testo firmato da

Aurora Magni dal titolo Il Gruppo Radici e il

futuro delle fibre sintetiche.

Radici Group - www.radicigroup.com


PARIS

Paris Mode Masculine

>ALEXANDER MCQUEEN

>ANGUS CHIANG

>BALMAIN

>BORIS BIDJAN SABERI

>CERRUTI 1881

>CHRISTIAN DADA

>ENFANTS RICHES DÉPRIMÉS

>HENRIK VIBSKOV

>HERMÈS

>ISSEY MIYAKE MEN

>KENZO

>LANVIN

>LOUIS VUITTON

>OAMC

>PAUL SMITH

>VALENTINO

>WALTER VAN BEIRENDONCK

>WOOYOUNGMI

Foto Andrea Adriani


ALEXANDER

MCQUEEN


ANGUS

CHIANG


BALMAIN


BORIS

BIDJAN

SABERI


CERRUTI 1881


CHRISTIAN

DADA


ENFANTS

RICHES

DÉPRIMÉS


ISSEY

MIYAKE

MEN


HENRIK

VIBSKOV


HERMÈS


KENZO


LANVIN


LOUIS

VUITTON


OAMC


PAUL SMITH


VALENTINO


WALTER VAN

BEIRENDONCK


WOOYOUNGMI


Foto Andrea Adriani

>BODYBOUND

>CHARLES JEFFREY

LOVERBOY

>KTZ

>LIAM HODGES

>MAISON MIHARA

YASUHIRO

>PER GOTESSON

>VIVIENNE WESTWOOD

LONDRA

London Fashion Week MEN’S

BODYBOUND


CHARLES

JEFFREY

LOVERBOY


KTZ


LIAM

HODGES


MAISON

MIHARA

YASUHIRO


PER

GOTESSON


VIVIENNE

WESTWOOD


Foto Andrea Adriani

>DEVEAUX

>GRUNGY GENTLEMAN

>OVADIA & SONS

>SANSOVINO 6

>TODD SNYDER

NEW YORK

New York Fashion Week: Men’s

DEVEAUX


ORDINARY

PEOPLE


OVADIA

& SONS


TODD

SNYDER


Foto Andrea Adriani

>FEDERICO CURRADI

>HUGO

>HUNTING WORLD

>J.W. ANDERSON

FIRENZE

Pitti Immagine Uomo

FEDERICO

CURRADI


HUGO


HUNTING

WORLD


J.W.

ANDERSON


PITTI IMMAGINE

FILATI

AUTUNNO/INVERNO2018/2019

FILATI

A MISURA D’UOMO

Ricerca e qualità sono il fil rouge delle collezioni per

l’autunno-inverno 2018-2019 presentate dalle filature top a

livello internazionale in un’edizione energetica,

carica di fiducia e di ottimismo

Progetto grafico e foto dei filati: FABRIZIO VENTURI | Testi: ANDREA LATTANZI BARCELÓ


PITTI IMMAGINE

FILATI

In questa pagina, nella pagina a fianco e in apertura.

Alcuni momenti della 81ª edizione di Pitti Immagine Filati, dedicata alle

proposte delle filature per l’autunno-inverno 2018/19.

Lo scorso giugno, si è svolta nella Fortezza da Basso di

Firenze l’edizione n.81 di Pitti Immagine Filati, con

circa 5.350 buyer in cerca di novità e tendenze. I dati

sull’affluenza sono leggermente al di sotto di quelli dell’anno

precedente, un’edizione record che aveva registrato

5.400 compratori. Anche in questa occasione le presenze

internazionali (circa 2.900 buyer) hanno superato - come

del resto accade da diverse stagioni - quelle italiane, con

mercati di riferimento in crescita come Giappone (+9%),

Russia (+50%), Cina (+16%), Hong Kong (+15%), Turchia

(+12%) e Corea del Sud (+24%). Rimangono stabili le

presenze provenienti da Regno Unito, Olanda e Stati Uniti,

mentre c’è stata una leggera flessione da parte di Francia

e Spagna. Per quanto riguarda i compratori italiani, il calo

delle presenze è di circa 2%. In testa alla classifica dei paesi

esteri di riferimento il Regno Unito (313 buyer), seguito

da Germania (310), Francia (243), Stati Uniti (240),

Giappone (188), Spagna (120), Turchia (116), Cina (101),

Russia (97), Svizzera (96), Hong Kong (90), Olanda (87),

Svezia (52), Belgio (48) e Corea del Sud (46).

“Pitti Filati ha espresso al meglio il grande lavoro di ricerca

e gli investimenti sull’innovazione che stanno facendo

le nostre aziende – ha affermato Raffaello Napoleone,

amministratore delegato di Pitti Immagine – I feedback

raccolti in questi giorni sono stati più che positivi: grandi

apprezzamenti sulle nuove collezioni presentate dalle

filature d’eccellenza italiane ed estere, e sul pubblico

qualificatissimo di designer, uffici stile e operatori del settore

che abbiamo ospitato alla Fortezza. Aggiungo un plauso

alle tante iniziative che in questi giorni hanno coinvolto

sia aziende consolidate, alle prese con nuovi progetti ed

anniversari importanti, sia le molteplici iniziative dedicati ai

giovani designer del knitwear”.

L’energia e la bellezza dei fiori hanno ispirato i saloni

estivi di Pitti Immagine, che avevano come tema proprio

BOOM, PITTY BLOOMS. Così, nel layout realizzato

con la direzione creativa del lifestyler Sergio Colantuoni i

fiori sbocciavano in ogni angolo, con tanta ironia, colore e

creatività.

Il KnitClub, l’area di Pitti Immagine Filati che rende

protagonisti i maglifici di qualità, capaci di interpretare le

volontà tecniche e creative dei visitatori del salone, cresce


e rafforza le sue interconnessioni con lo Spazio Ricerca.

Anche Fashion at Work, lo spazio che riunisce espositori

italiani e stranieri specializzati in consulenze stilistiche,

progettazione di punti e prototipi, stampa su maglia,

macchine per maglieria, bottoni e minuterie, accessori e

passamanerie, quaderni di tendenza e sistemi software,

ha deciso di dialogare di più con lo Spazio ricerca, con una

proposta sempre più ricca e creativa. Moda Futuribile, il

concept di Dyloan Studio arrivato alla sua sesta edizione,

aveva come tema Inspiration Galore, con una raccolta di

capi in maglia realizzati nell’arco delle scorse edizioni da

singoli stilisti e sviluppati in modo indipendente da una

filiera integrata 100% made in Italy.

UN NUOVO UMANESIMO

Evoluzione costante per lo Spazio Ricerca di Pitti Filati, che

in questa edizione sceglie una nuova location - il Salone M -

e una formula potenziata. Il tema della stagione a-i 2018/19,

battezzato The human edition, porta l’uomo e le sue

necessità più naturali al centro dell’attenzione. Il progetto

espositivo è stato realizzato grazie alla direzione artistica

del fashion designer Angelo Figus e dell’esperta in maglieria

Nicola Miller, mentre l’allestimento è opera di Alessandro

Moradei. Sono 6 i temi esplorati. Il primo è la figura del

Maestro, che ispira colori e capi timeless, dai volumi decisi

e comodi ma rigorosi nelle finiture. L’Umanità, intesa

come patrimonio genetico e culturale, è un tema evocato da

colori che si mischiano e si fondono tra di loro e da forme

comode, morbide, anatomiche e organiche, realizzate con

l’impiego di fibre calde e avvolgenti. La Natura selvatica,

invece, offre strumenti efficaci per la cura e l’equilibrio

psicofisico dell’essere umano e si manifesta sperimentando

su fibre vegetali non comuni, dagli effetti olistici, in una

palette di verdi clorofilla e di tonalità petalo. Il senso del

Movimento si esprime nella fusione dei colori più brillanti

e complementari, per suggerire maglie leggere e stratificate.

Il Senso reale del colore condiziona le nostre scelte, per

questo i colori primari vengono rivisti e reinterpretati in

senso profondo, privilegiando le materie prime e i processi

di colorazione e finitura naturali su quelli artificiali che

avevano caratterizzato le stagioni precedenti. Infine,

PITTI IMMAGINE

FILATI


PITTI IMMAGINE

FILATI

abbiamo il tema Nutrirsi con consapevolezza, che apre

a nuove possibilità cromatiche di sperimentazione sulla

materia, per la realizzazione di filati dall’anima verde.

MOMENTI SPECIALI

Diverse aziende hanno scelto il palcoscenico di Pitti

Immagine Filati per celebrare i propri anniversari o

annunciare iniziative e novità.

Il Gruppo Marzotto e Filivivi hanno festeggiato i 100 anni

di Lanerossi con la mostra Il filo rosso delle idee. Lanerossi

200 anni.

Il percorso espositivo permetteva di esplorare l’intreccio

fra le opere di artisti e designer che hanno collaborato

con l’azienda a partire dagli anni Trenta del Novecento

- come Adolfo Busi, Studio Stile, Armando Testa, Pino

Tovaglia, Severo Pozzati, Claudia Morgagni, o fotografi

come Mauro Masera e Ugo Mulasche – e alcuni strumenti

di comunicazione specifici sviluppati già nel secolo

precedente, come i campionari di tessuti, le etichette dei

filati, la stampa aziendale o le iniziative calcistiche.

Anche Maglificio Pini, nato 40 anni fa in un piccolo borgo

dell’Appennino tosco-romagnolo, ha deciso di festeggiare

a Pitti Filati questo importante anniversario. All’interno

del KnitClub l’azienda ha esposto i capi in maglia più

significativi prodotti in quattro decenni: jacquard oversize

multicolor anni ’80; mini dress in elaborati punti pizzo; capi

che mixavano la maglia ad altri materiali pregiati (come

shearling o coccodrillo); trame con pelle, punti tecnici in

viscosa elasticizzata, per finire con le classiche coste e i mix

di punti più innovativi.

Filpucci compie mezzo secolo di vita e per celebrare ha

deciso di pubblicare il volume History tells the future,

presentato a Pitti Filati lo scorso 28 giugno. Stampato

in una limited edition di 200 copie, riservate a chi ha

intrecciato con la filatura un rapporto privilegiato, il libro

raccoglie in 148 pagine tutte le sfide significative, i traguardi

storici, le intuizioni innovative che hanno determinato

il successo di Filpucci. Quello stesso giorno, è avvenuta

la consegna della guida aziendale dal fondatore Leandro

Gualtieri al figlio e neo Presidente Federico.

Un’immagine della mostra Il filo rosso delle idee. Lanerossi 200 anni.

Yuan-Lung Kao del Royal College of Art, vincitore dell’ultima edizione

del concorso Feel the Yarn.

TALENT HUNTING

L’ottava edizione di Feel the yarn, il concorso dedicato ai

giovani creativi della maglieria organizzato da Consorzio

Promozione Filati, con il sostegno di Fondazione Pitti

Immagine Discovery, ha consentito di ammirare le

creazioni di 22 studenti dei più prestigiosi istituti di moda

internazionali, che in questa edizione avevano come new

entry la Corea. Vincitore del concorso, Yuan-Lung Kao

del Royal College of Art, a cui è andato il premio messo a

disposizione da Biella Yarn che permetterà al designer di

formarsi ulteriormente. Accanto al premio Feel the Yarn

c’era il premio speciale messo a disposizione da Banana

Republic e vinto da Rebecca Holmes, della Kingston

University di Londra. Un’altra novità interessante è

quella annunciata dalla Fondazione Lineapiù Italia:

il programma Talents Lineapiù, un’iniziativa a supporto

dei giovani talenti della moda del panorama nazionale e

internazionale che si sono distinti per l’utilizzo dei filati

e la qualità della maglieria. Il concorso premia un talento

per ogni stagione ed è destinato a coloro che sono già

operativi nel settore della moda e che hanno già un proprio

marchio e una distribuzione. A giudicare, un comitato

scientifico composto da addetti ai lavori, che due volte

l’anno indicherà il vincitore del Lineapiù Award. Il premio

consiste in una borsa triennale che garantisce per 6 stagioni

la sponsorizzazione tecnica dei filati Lineapiù e Filclass per

la creazione del proprio campionario.

Anche Loro Piana ha scelto Pitti Filati per presentare le

vincitrici della seconda edizione del progetto Knit Game, un

contest studentesco svoltosi tra marzo e maggio 2017, in cui

i giovani talenti erano chiamati a esplorare caratteristiche e

potenzialità di alcuni filati iconici per maglieria Loro Piana.

Tutti i progetti sono stati sviluppati dagli studenti insieme

al team R&S e industrializzati dal laboratorio di maglieria

dell’azienda, per essere esposti all’interno dello spazio

Loro Piana a Pitti Filati. Quattro le prestigiose scuole di

design che hanno aderito al contest: il Royal College of Art

di Londra, l’École Supérieure des Arts Appliqués Duperré

di Parigi, il Politecnico di Milano e l’Università Iuav di

Venezia. Vincitrici dell’edizione, che aveva come tema

assegnato Born to be free, sono Martina Micheli e Rosalba

Fucci, studentesse del Politecnico di Milano.


PITTI IMMAGINE

FILATI

In questa pagina.

Immagini della sfilata-evento dell’Accademia Costume & Moda, che si è

svolta lo scorso 28 giugno in occasione di Pitti Immagine Filati.

Il 28 giugno gli spazi della Sala della Ronda, nella

Fortezza da Basso, hanno dato voce alla creatività di

12 alunni del Master di Primo Livello in “Maglieria,

Creative Knitwear Design” di Accademia Costume &

Moda con una sfilata-evento promossa e organizzata

dalla Fondazione Pitti Immagine Discovery insieme a

Accademia Costume & Moda e a Modateca Deanna,

in collaborazione con The Woolmark Company, Max

Mara e Avant Toi.

I giovani designer hanno portato in scena i loro progetti

personali e tre industry projects, nei quali erano

chiamati a modellare la propria creatività sul DNA di un

determinato brand. Le collezioni erano state sviluppate

durante il percorso di studi, con il supporto diretto di

alcune delle maggiori aziende tessili italiane.

Con l’aiuto di Zegna Baruffa Lane Borgosesia, gli

studenti hanno dato vita a degli outfit di maglieria in

lana merino, prendendo ispirazione da cinque dei sette

temi del The Wool Lab Autunno/Inverno 2018/19, la

miglior selezione di tessuti e filati di lana presenti in

commercio realizzata da The Woolmark Company.

Ecco gli studenti e le aziende coinvolti: Alessandra

Giancecchi (Maglificio Innocenti), Amanda Plummer

(Roberto Collina), Andrea Zanola (Salgari), Atsuko

Lucy Karuizawa (DIESEL), Debora Fossaceca (The

Play), Erica Devi Handika (Ermanno Scervino),

Gabriela Braga Rodrigues (United Colors of Benetton),

Grace Mary Lant (Zanni, LOMA), Maria Christina Mc

Padden (IMAX), Petra Ptackova (TRANSIT), Sara

Massi (Volcar), Silvia Amorosino (Maglificio Marilina).


LE PROPOSTE

DELLE

FILATURE

PITTI IMMAGINE

FILATI

ACCADEMIA - INDUSTRIA

ITALIANA FILATI

La filatura pratese articola la sua proposta per

l’a-i 2018/19 in 2 linee e 53 filati, tutti all’insegna

del made in Italy, della ricerca, della qualità e

della sostenibilità ambientale.

La famiglia dei mohair, core business

dell’azienda, si amplia per offrire tutta la

gamma delle finezze (dalla 18 alla 3), delle

miste e degli aspetti con garzature più o meno

evidenti. Le alpache sono pure o con la lana,

e i colori mélange enfatizzano la piacevolezza

delle mani. La lana in mista con bottonati o

nastri stampati evoca il tweed, ma la ritroviamo

anche in versione bouclé e garzata. Fra le

proposte più casual della collezione, simil velluto

leggermente stretch, stampe in sfumatura e

millerighe confuse, trasparenze tecniche, effetti

3D imbottiti e rotondi; mentre le torsioni, tra

nodini, bottonati e multifili stampati sono

ideali per capi giovani e accessori. A illuminare

la sera, lurex su cotone e viscosa o in forma

di tagliatino di pelliccia; oppure paillettes su

mohair elasticizzato e su alpaca finissima. Scelta

ampia di articoli Airy, dai più lineari a quelli con

inserimento di cotone o dagli aspetti lucidi e

discreti, per una maglieria calda ma leggera.

ALPES

La collezione autunno-inverno 2018/19 di

Alpes si arricchisce di morbide e pregiate

qualità in baby alpaca, come Sushi e Babele;

mentre si ampliano le cartelle colori mélange e

uniti dei filati misti alpaca superfine in versioni

garzate e leggermente felpate (Spumante; Fire

Garzato), in titolazioni che vanno fino ai grossi

filati artigianali e ritorti dall’aspetto screziato

(Cuzco Cotton). Sofficità e leggerezza trovano

espressione in Ameba, il superkid mohair

dalla delicata elasticità avvolgente con colori

mélange a contrasto. Le fantasie spaziano

dai grossi bouclé in mischie con mohair ai

dolcissimi effetti pelliccia (Gatto), dai fiammati

(Fire Fiammato; Puff) agli stoppini corposi.

Per maglie multistagionali di qualità abbiamo i

filati classici in pura lana irrestringibile (Poesia;

Lavanda; Sottile) e viscose stretch (Fashion),

con un’ampia cartella a stock service. 163

colori a stock service per il filato misto merino

Ortensia, rinnovato con l’inserimento di nuove

cromie anche nel titolo 2/44.

ACCADEMIA, Orma, Nm 3,3,

20% WO - 47% VI - 30% PA

IIF, Elio, Nm 3,7, 13% WP -20%

WO 35% PA - 32%PC

ALPES, Babà, 48% lana merino

fine - 45% PC - 7% PL

ALPES, Soufflé, 12% WM -

40% WV - 30% PC - 18% PA


PITTI IMMAGINE

FILATI

BIELLA YARN, Greenport 44/3, 100%

lana merino superfine 120’S, 17.5 mic

BIELLA YARN, Bendigo 3000,

100% merino extrafine

BOTTO GIUSEPPE, Cashmere, Nm

2/28.000 - 100% WS

BOTTO GIUSEPPE, Ontario, Nm

3/ 80.000, 100% lana merino 140s

BIELLA YARN BY SAFIL/

SÜDWOLLE

La collezione insegue l’equilibrio fra tecnologia

e fibre naturali, fra innovazione e rispetto

della materia. Novità assoluta di stagione la

nuova capsule di filati organici, che ribadisce

l’impegno dell’azienda biellese con l’ambiente.

Anche la palette cromatica enfatizza il legame

con la natura, scegliendo le nuance dei frutti,

delle spezie e della terra. Fra i filati novità

Yik, una mischia naturale di merino extrafine

e yak, voluminoso e morbido al tatto, in una

palette di colori brillanti. Non mancano le

proposte con base merino superfine e merino

extrafine, e una gamma di filati performanti

con una componente poliammidica, lavorati

per enfatizzare le proprietà della lana merino

rendendola easy care. Le mischie tecniche si

arricchiscono infine con una proposta unica

sul mercato. Si tratta di un filato in lana e

Cordura in grado di garantire il comfort e la

mano della lana merino con proprietà tecniche

di resistenza, termoregolazione, leggerezza e

asciugatura rapida.

BOTTO GIUSEPPE

La collezione per l’autunno-inverno 2018/19

di Botto Giuseppe è frutto di una lunga e

incessante ricerca tecnica, e di una filiera

verticalizzata, che fa del lanificio di Valle Mosso

una delle realtà italiane più versatili, capace di

partire dalla materia prima per approdare al

prodotto finito.

Fra le proposte, puro cashmere declinato in

diversi titoli, fini e leggeri come Heaven 3/80-

2/80 - 2/60 e 3/80.000. Tra le miste pregiate

ad alto tasso di morbidezza ci sono Alba soft

Nm 15.000 (64% lana merino extrafine - 36 %

Poliammide) e Big Soft Nm. 9.500 (70% lana

merino extrafine – 30% Poliammide); mentre

le lane pregiate si sviluppano con il filato Skin

2/80 – 3/80 (100% lana merino superfine

160’s) e Ontario 2/80 – 3/80 (100% lana

merino superfine 140s).

CARIAGGI FINE YARNS

L’autunno-inverno 2018/19 di Cariaggi

abbraccia una filosofia eco-friendly e

creativa che prende spunto dal viaggio e

dalla fotografia. Un nuovo lusso athleisure è

vissuto con naturalezza e nel pieno rispetto

dell’ambiente. Sofficità, luminosità e

leggerezza per un comfort superiore dato da

fibre preziose come cashmere e seta.

Tra le novità, il nuovo filato pettinato Gala

(78% cashmere - 22% poliammide, titolo

Nm 4300) per un effetto pelliccia elegante,

molto soffice e leggero. Fiore all’occhiello della

collezione è il nuovo esclusivo filato pettinato

Ikat (76% cashmere e 24% seta, titolo Nm

2.200). L’utilizzo della fibra di cashmere

colorata e la tecnica di garzatura creano un


PITTI IMMAGINE

FILATI

effetto brushed che ne esalta la morbidezza.

Altra novità, il filato pettinato Sense (71%

cashmere - 19% seta - 10% poliestere, titolo

Nm 12.000) straordinariamente soffice,

leggero e confortevole al tatto. La palette

cromatica di stagione raccoglie le nuance della

terra, le sfumature del blu del mare e i toni

delicati del cipria e del panna.

E. MIROGLIO

Per l’autunno-inverno 2018/19 E.Miroglio

prevede una maglieria ricca di contrasti forti e

contrapposizioni, con aspetti vivi ed eterei che

accompagnano strutture compatte e protettive.

Così, propone filati stretch e tecnici, molto lisci

e soffici, con mano e cromie che imitano la pelle.

Oppure proposte per capi over in colori delicati

e naturali, che si accostano a lavorazioni e a

materiali leggeri e trasparenti. Anche gli aspetti

artigianali saranno importanti, ispirati alle

piante da fiori, ai frutti e alle texture della terra,

ma lavorati per essere molto leggeri. Cromie

vibranti e lucide, per le nuove ciniglie e viscose,

oppure opache a imitare le tonalità della terra.

Anche in questa stagione, l’aspetto metallico

è presente ma ridimensionato, più discreto e

diluito.

FABIFIL

L’azienda pratese propone filati senza tempo,

dall’aspetto morbido e puro, dato dalla

composizione pregiata e dalla costruzione

impeccabile: composizioni ricche e mano

calda, per dei fili leggerissimi, impalpabili.

Fra le proposte, bottonati leggeri, morbidi

e voluminosi che evocano il tweed inglese,

fiammati sempre tono su tono; bouclè stretch

miscelati a un filo stampato con un twist fresco

e divertente, confortevoli e piacevoli all’uso;

delicati garzati dalla superficie mossa. Le

pregiate qualità della baby alpaca rendono i

filati strutturati ma allo stesso tempo vaporosi

e confortevoli, al di là delle tendenze moda,

versatili e pratici. La ricca miscela e le superfici

vellutate sono la chiave di questa collezione.

La cartella colori offre aspetti soffusi ma saturi.

Colori tendenza sempre miscelati al nero, al

bianco e al cammello, per offrire un’alternativa

al solito basico, con una sferzata di fantasia.

FILATURA DI POLLONE

Fibre nobili e il sistema di filatura Carded

ultrafine caratterizzano i filati sottili e leggeri

della collezione a-i 2018/19 di Filatura di

Pollone. Fra le novità di stagione abbiamo

Luxor, Nm 2/45, 50% seta - 50% lana merino

extrafine, con un particolare trattamento

che rende la seta opaca; Bulcky, Nm 2/30,

100% lana merino extrafine, un filato gonfio e

morbido; Feeling, Nm 2/42, 47% cashmere -

53% lino e Dream, Nm 2/28, 47% lana merino

e 53% lino, all season e morbidi; Wintercruz,

Nm 3.75, 100% lana merino, con un’elegante

CARIAGGI FINE YARNS, Ikat,

pettinato, Nm 2.200, 76% WS - 24% SE

CARIAGGI FINE YARNS, Gala,

pettinato, Nm 4300, 78% WS - 22% PA

E.MIROGLIO, Alice, Nm 2/28, 100%

lana merino fine

E.MIROGLIO, Rave, Nm 2300,

86% WV M.E.F - 14% PA


PITTI IMMAGINE

FILATI

FABIFIL, Jasmine 9000 - 13% WO 16%

CO 10% MD 29% PA 30% PC 2% EA

FABIFIL, Perseo 10000 - 28% WP 12%

WV 15% CO 15% MD 28% PA 2% EA

FILATURA DI POLLONE,

Cristal, Nm 2/45, 100% SE

FILATURA DI POLLONE, Feeling,

Nm 2/42, 47% WS - 53% LI

fantasia effetto televisione; Smartwool, Nm

3.7, 92% lana - 8% Nylon, un bouclé mélange

dall’aspetto sportivo; Royal, Nm 2,8, catenella

in 85% cotone - 15% cashmere e le due

fettucce dalla leggerezza unica, Tape One e

Tape Two, Nm 3,5 e Nm 2,8, in 100% lana

merino extrafine.

FILMAR

Il punto di partenza della nuova collezione

Filmar rimane il cotone di altissima qualità

100% Egitto, che combinato con la seta, la lana

e il cashmere dà vita ad articoli unici per la loro

preziosità e morbidezza, perfetti per la maglieria

raffinata e la realizzazione di capi morbidi e

avvolgenti.

Fra le più importanti novità, l’ampliamento e

il consolidamento della linea di filati in cotone

organico nati dall’iniziativa CottonforLife.

Nella linea Cashmere & Cotton Yarns abbiamo

Madison, blend di cotone e cashmere, e Makó

cashmere: ricercati, preziosi, biologici ed

etici, nati dal connubio tra il cotone Giza 45

e cashmere puro e nobile raccolto grazie alla

pettinatura manuale. Torna anche Nilo, il cotone

organico punta di diamante dell’azienda che

unisce in un unico filato le varietà Giza 45 e 87,

dalla mano soffice, setosa e unica.

Si arricchisce con oltre 60 nuove nuance la

cartella colori di Cotton & Cashmere, che

raggiunge così 123 cromie, tutte disponibili in

stock service. Si rinnovano anche le nuance a

disposizione di alcuni articoli della linea Cotton

Flavored Noble Fiber, come Trend, Smart, Life,

Cashtouch, Allseasons & Thai e Rock. Si tratta di

articoli, tutti disponibili in stock service, a base

cotone, morbidi e leggeri, combinati con una

selezione di fibre naturali pregiate come lana,

seta e cashmere, che si fondono per dare vita a

filati ideali per la realizzazione di capi caldi ma

leggeri, molto morbidi al tatto.

FILPUCCI

Filpucci rinnova la sua linea lana con

performance e aspetti unconventional, per

filati moderni, ideali per lavorazioni compatte

pulite. Fra le novità, Meme fin.14, 2/48000, lana

extrafine stretch corespun lineare e raffinata,

per maglieria active e tecno, morbida al tatto e

lavabile in lavatrice; Drone fin.5, 4300, soffilo

voluminizzato che combina lana e poliammide

con effetto rotondo e soffice; Georgette 60000,

merino extrafine e poliammide e Talento

2/42000, merino extrafine e metallo. Baby

alpaca e yak offrono superfici pelose o compatte

come muschio, ibridi che imitano l’aspetto

rigenerato. Fra le novità di stagione, Soffice

fin. 7, 14000, leggero, in baby alpaca ed elastan

per maggiore comfort, in coloriture mélange e

chanteclair; Hilly fin.3, 1500 un filo tondeggiante,

dal volume esasperato, con piacevoli giochi

superficie; Cyber 1700 merino extrafine

poliammide; Graffio 4000 in lana e poliammide


PITTI IMMAGINE

FILATI

e Tibetano 2500, merino extrafine baby alpaca

e poliammide. Anche la proposta athleisure si

amplia con la viscosa come alleato. Abbiamo

così Pittura fin.12, 2/48000, con nuovi effetti

mélange per maglie giovani, smart, sofisticate;

Cipria fin.14, 24000, in viscosa stretch: opaco,

seasonless e easy care. Atelier raccoglie i fili per

maglie design, deluxe, tra rayon, viscosa e seta,

bagliori dorati, oro giallo pieno o quasi argenteo,

vellutati metallici, anche nelle raffinate mischie

di cashmere e superkid, iperleggere e nobili in

una palette delicata e naturale. Fra le proposte,

Alashan fin.12, 20000, garzato ultralight e dalla

mano morbidissima in cashmere/seta (anche

in versione mélange); Pascià fin.5/7, 13000, un

filo nuvola mischia di mohair e cashmere con

l’aggiunta di elastan; Velour fin.12, 16000, effetto

velluto rasato in morbida ed elegante viscosa,

aspetto lucido e fluido, tatto sofisticato, e Bahia

46000, in viscosa e metallo. Non mancano i

filati in cashmere e baby camel re-engineered

Re.Verso, portatori di un messaggio eco-friendly

di grande attualità; mentre i classici del mohair

sono ora in stock service, con lo sviluppo di una

cartella colori di 80 toni uniti e 30 mélange.

Anche la linea Diffusion si rinnova, con

tempistiche di lancio strategicamente sfasate

rispetto alle date tradizionali, e una trentina di

filati, tra cui 19 novità, in una proposta molto

varia per aspetti, composizioni e titoli.

FORZA GIOVANE E

PASSAMANI

Due realtà paladine del made in Italy hanno

presentato a Firenze le loro creazioni folli,

originali, artistiche. Forza Giovane, realtà fondata

da Piergiovanni Vitalini nel 1988 a Calcinelli di

Colli al Metauro (PU) offre lavorazioni e articoli

all’insegna dell’artigianalità e della creatività.

Fra le proposte, ricami, agugliato, passamanerie

crochet, laser, smock, arricciature, orlo a giorno,

punti coperta e uncinetto, pieghe, cardatura,

casentino, termosaldature, borchie, strass e

paillettes, ricami fatti a mano e lavorazioni su

pelle. Passamani, acquisita nel 2012 e con sede

vicino a Novara, arricchisce ulteriormente

la proposta con i suoi telai jacquard di fine

Ottocento, orditoi ideati da Leonardo da Vinci,

trecciatrici e un archivio storico di nastri

jacquard. Fra le creazioni troviamo passamanerie

e nastri jacquard, trecce e torchon, cordoni e

molto altro ancora.

HF FILATI/LORIS BY

SÜDWOLLE

I marchi del gruppo Südwolle offrono per l’a-i

2018/19 filati in grado di ravvivare i capi, creando

una rapsodia di pesi, strutture e volumi.

HF Filati ripropone le sue iconiche viscose

stretch, che creano linee scultoree e grafiche,

e accompagnano filati più sottili e morbidi al

tatto. Il risultato, dal sapore handmade, sono

FILMAR, Velloso, Ne 33/2, 75%

CO Supima - 15% SE - 10% WS

FILMAR, Cotton&Cashmere, Ne 30/2,

85% CO Egitto Makò - 15% WS

FILPUCCI, Museo, Nm 1500, 48%

WM - 6% WO - 27% ME - 19% PA

FILPUCCI, Volare, Nm 10000,

35% WM - 35% WP - 30% PA


PITTI IMMAGINE

FILATI

FORZA GIOVANE

FORZA GIOVANE

HF, Lulù 10000, 78% SE - 22% PA

LORIS, Pepita 16000, 100% PA

effetti unici per vaporosità e leggerezza. Fra i

filati spiccano Spark, in lana, alpaca e acrilico;

Galatea, in lana, viscosa e acrilico; Cozy, in alpaca

e viscosa; la ciniglia in viscosa Atena, perfetta per

creare texture pelose; Dolcetto e Lux.

La collezione Loris ripropone i filati

interstagionali Lola, Lolita e Pepita, ciniglie di

viscosa per creare effetti velluto e pelliccia. Maya

unisce due fibre rustiche, l’alpaca (36%) e il lino

(64%), per un effetto sobrio e sofisticato; Shine è

una mischia lucente di lana, seta e poliammide a

cui Gleam aggiunge dei fili lurex.

IAFIL

L’azienda meneghina articola la sua proposta

per l’a-i 2018/19 in tre linee. Active propone

l’alpaca - filato invernale Iafil per eccellenza e

uno dei più richiesti attualmente dal mercato

- in tutte le declinazioni: unita alla seta per un

risultato dolce, femminile e seducente; oppure

grintosa, outdoor, sportiva, assieme alla lana e ai

filati performanti man-made. Meritano di essere

menzionati per la finezza 12 Pure Love 12 (100%

alpaca superfine), Baby Seta (85% baby alpaca

e 15% seta Mulberry) e Sol (35% alpaca, 15%

lana, 50% acrilico) per le finezze 3 e 5. La linea

Timeless supera il concetto di stagione con cotone

e cashmere in mischia, o ritorti con lana merino

per lavorare sulle sfumature di colore, di peso, di

tridimensionalità. Un esempio per la finezza 18 è

Brio (43% Peruvian Pima Cotton, 7% cashmere,

50% lana extrafine) e, per le finezze 3 e 5, Magia

(85% Peruvian Pima Cotton, 15% cashmere) e

Bacio (31% Peruvian Pima Cotton, 6% cashmere,

63% Mulberry Silk Shappe). Infine, Luxury,

con due proposte haute de gamme: 6 filati in

seta che accarezzano il corpo e ne assecondano i

movimenti, e il nuovissimo Perino by Woolyarn, la

mischia nobile di Merino ZQ, brushtail possum,

cashmere e seta Mulberry, un esclusivo prodotto

che arriva direttamente dalla Nuova Zelanda.

Accanto alla seta in tutte le declinazioni, 3

proposte firmate Perino: Cirrus, Nimbus e Alto.

Tutti i filati della collezione inverno di Iafil sono in

Stock Service.

IGEA

Un viaggio nella natura ispira la collezione

autunno-inverno 2018/19 dell’azienda

pratese. Fra i nuovi classici il mohair e l’alpaca,

in titolazioni quasi eteree, mentre la seta

e il cashmere contribuiscono a screziare

la superficie e la composizione. Abbiamo

fibre preziose che si strutturano in fantasie

articolate, con lavorazioni come l’air-flow che

rendono il filato voluminoso e leggero. Non

mancano bouclé, tweed, bottonati, infeltriti e

nuovi nastri per un nuovo panorama materico

ed emozionale; le suggestioni tattili dei velluti

e delle pellicce, contrapposti ai lurex colorati,

ricreano lussuose atmosfere. La palette

cromatica sceglie le tonalità del sottobosco e i

blu notturni.


PITTI IMMAGINE

FILATI

ISY BY TORCITURA DI DOMASO

La collezione Isy per l’a-i 2018/19 si articola

in cinque famiglie diverse. Gli sciccosi

comprende miste pregiate in seta, alpaca

baby pettinata e mohair super kid. Abbiamo

così gli effetti pelliccia di Meribel, Hair,

Beauty, Baby, Bella, oppure Titti il soffiato

con aggiunta di lamé; Mixer, sportivo ma dalla

mano sofisticata; la leggerissima catenella

mélange in alpaca baby e merino extrafine,

Bubi; oppure Persina, un mix di super kid

mohair, alpaca baby, cotone makó e modal,

leggermente elasticizzato. Infine, le ciniglie

leggerissime, disponibili sia in mista intima

di seta e cotone makó (Yuki) sia in cotone

pettinato e poliammide (Peposo). I lanosi è la

famiglia della lana merino extrafine, con filati

come Manhattan, ultraleggero e dall’aspetto

cardato; Tribecca con lamé in tono oppure a

contrasto; Cortina, crêpe in merino extrafine e

viscosa; il cordonetto a 4 capi Charme, anche

in un’originale versione stampata; la catenella

comfort Wig; Favole e Incanto, delicatamente

garzati ed elasticizzati, voluminosi e dalla

mano comfort, e Quark, mousse sportiva e

al contempo lussuosa, con l’effetto carta che

naviga sopra la base di merino extrafine. Nella

famiglia dei Sofisticati abbiamo i nuovi classici

Spritz, in microfibra di modal, Agata e Pina,

confortevoli e delicati. Motivo portante di

stagione gli aspetti ciniglia, con Velvettino e

Velvet, oppure Crosby, lucido e leggermente

comfort. La famiglia Fantasie raccoglie effetti

tweed metallizzati multicolor (November

rain, Sharona), effetti Shetland declinati al

femminile (Hero, Yoda), il comfort garzato

leggero di Megan o lo screziato fiammato di

Leila. Infine, gli aspetti pelliccia multicolore

nei tagliati Jenny e Priscilla. La famiglia 5/4

Seasons presenta i fili di effetto e di intervento

per effetti brillanti e metallici, adatti a

tutte le stagioni, da impiegare da soli o in

combinazione con gli altri filati. Le vergoline

Zenzero si arricchiscono di due nuovi prodotti,

Ziggy e St Spaced, che uniscono alla rotondità

e all’effetto metallico una leggerissima

moulinatura. Berlioz e MH, i lamé più morbidi,

in un’ampia gamma di titoli, si arricchiscono

con i grintosi mouliné a 2 e 3 capi. I giochi di

trasparenze per finezze sottili e sottilissime

si ottengono con i poliesteri brillanti (Pixel),

con le poliammidi lucide (Crystal) e opache

(Bit), oppure con i metallizzati leggerissimi

(Cometa, Quasar). Non mancano le catenelle

metallizzate, i ritorti e spiralati con lamé per

finezze sottili.

LINEAPIÙ ITALIA

La collezione Lineapiù Italia si articola in

8 temi principali, ognuno con i suoi filati

rappresentativi. In Vintage Ski l’abbigliamento

sportivo da sci reintroduce, accanto alle fibre

IAFIL, Spighy, 100% PA + Alpaca

HB1, 30 WP - 35% WO - 35% PC

IAFIL, Baby Alpaca, 100% Baby

alpaca + Stardust, 100% PA

IGEA, Essenza, Nm 25, 50% PA - 35% WM

- 15% lana merino extrafine

IGEA, Sauvage, 33% lana merino extrafine

- 25% PL - 20% PA - 11% VI - 11% WM


PITTI IMMAGINE

FILATI

ISY, Bella + Pixel 4 +

Rockettino + Zenzero 17

ISY, Incanto + Zenzero 17

LINEAPIÙ ITALIA, Naif, Nm 35000, 37%

WM - 16% lana merino extrafine - 47% PA

LINEAPIÙ ITALIA, Cameau, Nm 8000, 47%

lana merino extrafine - 32% WK - 21% PA

tecniche, quelle naturali come lana e cotone:

Resort, filo vuoto di cotone dal calore avvolgente

e Biowool, in lana riciclata e bambù. Minimal

Luxury impiega il cashmere per trasmettere

un’immagine di lusso minimale, moderno,

sobrio e rassicurante: Agorà racchiude filati di

cachemire in mischia con la seta; Aurora è un

filo vuoto di puro cachemire. Il tema Medieval

Abstraction sceglie tinte tenui e neutre, per

tagli sobri e severi che parlano di integrità e

moderazione: Elisa offre feltri di lana compatti e

morbidi grazie all’angora; Mila propone elastica

viscosa invernale in mischia con la lana, per

maglie dalle trame elaborate. In Folk Tradition

i filati di yak e cammello esprimono un senso

di autenticità rurale, durevolezza, classicità

ed eleganza: Beja, garza di cammello baby,

titolo fine e dolce al tatto; Paisley, una calza di

cammello baby che racchiude fili multicolor di

cashmere e viscosa; Tibet, raffinato e moderno

filato pettinato di yak e lana, in una palette

screziata che evoca le tinte naturali della fibra di

yak e Mogul, in cui yak e alpaca baby danno vita

a una voluminosa pelliccia dai colori variegati.

Il tema Alpaca Revolution guarda alla Londra

della Rivoluzione industriale e collega

quel rinnovamento a quello sperimentato

attualmente dall’alpaca: Iceland è un filato

voluminoso di alpaca baby, frutto di un

complesso sistema di soffiatura che dona al filo

estrema ariosità e leggerezza; Flake presenta

frammenti di cotone avvolti da soffice alpaca. In

Fantasy Mohair il dinamismo degli anni ’20 si

trasmette ai filati con dettagli generosi e audaci,

armonie multicolor ed effetti di superficie:

così Ofelia evoca, con i suoi riccioli ribelli in

colori contrastanti, i motivi delle spille art decò.

Refined Elegance si rifà all’Art Decò con forme

floreali geometriche, dallo stile lineare, eleganti

e aerodinamiche: Naif, è la garza di mohair

superfine, soffice al tatto e ricca di ‘pelo’; Powder,

è una finissima pelliccia elasticizzata di mohair

con effetto “piumaggio” soffice. Infine, il tema

Charleston Girls celebra una bellezza frizzante

ed audace: Roxanne, innovativa viscosa stretch

dalla mano crêpe e sensuale; Fresia,in cui soffice

alpaca baby avvolge un’anima di lurex brillante e

decisa, per maglie esuberanti.

MANIFATTURA PECCI 1884

La collezione Pecci Filati si interroga sul

concetto di tempo e sulle sue implicazioni

nei meccanismi del consumo di moda

contemporaneo. La proposta si articola in tre

temi. Timeles esplora il lusso dei filati basici,

indispensabili per costruire uno stile basato

sulla qualità. Protagonisti il cashmere riciclato,

lo yak e l’alpaca Royal Baby che contribuiscono

a creare un’atmosfera lussuosa. Un gioco

di volumi, superfici, pesi e consistenze con

un’enfasi sulla tattilità. Il tema Contemporary

Past sceglie un’allure nostalgica, in grado

di gettare una luce nuova sul presente. Il


PITTI IMMAGINE

FILATI

tempo sembra mutare ed erodere la materia

impreziosendola: fili come segmentati dalla

materia pelosa, dal cotone riciclato e dalla seta;

superfici fragili e senza peso; effetti Shetland

declinati in chiave femminile; pellicce rasate

dal breve riccio arruffato; contrasti tra liscio

e rugoso. Slow Future integra tradizione e

innovazione, naturale e artificiale. La tecnologia

irrompe per dare nuove caratteristiche

agli aspetti naturali, dando vita a texture

contrastanti. Fra le novità di stagione i filati con

Tencel (Riace).

Filati Naturali continua a sviluppare i suoi

filati sulla base di fibre naturali e nobili come

cashmere, yak e cammello, introducendo

strutture sempre più originali e complesse. Il

concetto chiave dell’a-i 2018/19 è “leggerezza”,

applicato in particolare ai nuovi filati in

cashmere e misto cashmere. Quest’ultimo

è disponibile in diverse versioni, dalla più

preziosa e tradizionale all’eco-cashmere, una

proposta ampia e cromaticamente molto

interessante, in grado di stimolare la creatività

degli stilisti. Il cashmere compare anche in

mischie tecniche, ideali per lo sportwear, o

assieme alla seta, per un risultato soffice e molto

leggero. Vere protagoniste della collezione

sono le fantasie di alta gamma: filati sottili e

leggerissimi, caratterizzati da linee essenziali e

disinvolte. Completano la proposta cashmere

una linea di fili leggeri ma dal volume notevole.

La collezione propone anche una linea di filati

nella fascia media di prezzo in cui il cashmere

compare in mischia intima con la seta o con lane

finissime. Lo yak è disponibile in stock service

nella versione lineare cardata, affiancata dalla

versione pettinata e da soffici bouclé e leggeri

soffili. Il puro cammello arriva in versione

cardata, accompagnata da un leggerissimo

bouclé e da una soffice catenella; mentre la baby

alpaca propone numerosi intrecci che danno

vita a sofisticati mouliné disponibili in stock

service.

MILLEFILI

La collezione Millefili per l’a-i 2017/18 ampia la

sua gamma di filati sportivi e tecnici, con effetti

compatti e gommosi. Qui l’azienda sperimenta

inserendo nuove fantasie bouclé di lane e viscose,

e fettucce di carta. Non mancano i bottonati,

sia per capi sottili che per capi più grossi ed

eccentrici, affiancati da filati di lana extrafine

dall’aspetto infeltrito. I fili chanteclair portano

un effetto androgeno e rétro nel guardaroba

più contemporaneo. I fili in mohair si fanno

sempre più voluminosi per sfruttare l’effetto

pelliccia; mentre le alpache più leggere, calde e

sottili, donano eleganza ai capi quotidiani. La

collezione High Profile è dominata dal cashmere.

Si va dai titoli sottili alle fantasie bouclé e ai

nodini, in un’ampia scelta di fantasie creative. A

completare la gamma dei filati classici, abbiamo

le lane più pregiate.

PECCI FILATI, Canary, Nm 4000 - 17%

WP - 17% lana merino extrafine - 66% CO

PECCI FILATI, Winx, Nm 2200, 58%

lana merino extrafine - 42% PA

MILLEFILI, Cougar, Nm 12,1 - 82%WV Extrafine Merinos - 13%PA - 5%ME

+ Finesse, Nm 8,1, 58% WV Extrafine Merino Superior - 15% WS - 27% PA

MILLEFILI, Cashfive, 30% WO - 30% VI - 35% PA

- 5% WS + Merinos, Nm 15,2 - 80% WO - 20%PA


PITTI IMMAGINE

FILATI

MISTER JOE, Quark, Nm 20.000, 100% PL

MISTER JOE, Chicco, Nm 2.000, 31% VI -

13% WM - 36% PA - 18% PC - 2% PL

TODD & DUNCAN

TOLLEGNO 1900, Scout, Nm 3/5000, 100%

lana merino + Wild, Nm 4/12, 100% lana merino

MISTER JOE

L’azienda specializzata in filati di mohair e

fantasia propone sei nuove atmosfere per l’a-i

2018/19: Minimal chic racchiude titoli sottili

con baby alpaca, mohair e pregiata lana merino,

ideali per una maglieria essenziale, dalla mano

dolce e soffice, e silhouette pulite e compatte.

Leggere garzature smuovono le superficie

per un’allure sofisticata. La palette cromatica

prevede sfumature mélange e colori uniti.

Il tema Forever sceglie filati dall’aspetto

tradizionale in finezze importanti. Aspetti

mouliné e mélange per capi sportivi, caldi e

avvolgenti.

Stampe monocromatiche su strutture tonde

donano un aspetto vissuto a trame dal sapore

folk-metropolitano. Gipsy offre superfici e

strutture dal gusto animalier; morbide pellicce

astrakan in mohair e alpaca; bouclè soffici e

sofisticati in varie finezze per aspetti 3D e filati

garzati con tonalità camouflage, mélange e

unite.

Il tema Pop si declina in tweed di seta

multicolor e micro pon-pon stampati, fusi con

stoppini di lana e fili di mohair per formare

texture tridimensionali dalla mano soffice,

oppure in filati in lana e cotone dalle cromie

estrose ma con stile bon-ton, in una ricca

cartella colori.

Relax trasmette sensazioni tattili uniche con

filati di ciniglia in varie finezze realizzati in

viscosa, cotone e lino, e filati soffici, leggeri,

dalla mano fluida in seta e viscosa.

Infine, Moonlight presenta fili sofisticati in cui

lamine e scaglie di lamè si fondono con filati di

mohair.

Lane e viscose si illuminano in filati moderni,

dalle strutture scenografiche, ideali per una

maglieria couture impreziosita da tonalità

metalliche.

TODD & DUNCAN

La filatura scozzese festeggia 150 anni e attinge

ai suoi straordinari archivi storici in cerca di

colori che esprimano la sua scottishness iconica.

Nasce così la collezione Heritage colours, 12

nuovi mélange 100% cashmere che rievocano

ricordi legati alla terra, al mare e ai cieli della

Scozia. Si tratta di abbinamenti di colore che in

passato erano associati a tessuti, e funzionavano

come mimetica nei paesaggi scozzesi. Altri

filati imperdibili di stagione, Lamaine (100%

lana superfine), ora disponibile in nuovi colori

e Denim Marls & Twists in 100% cashmere, ora

proposto in abbinamenti invernali.

TOLLEGNO 1900

A Firenze l’azienda biellese ha presentato nuovi

filati naturali, performanti e total easy care,

come Sixtywool Topwash (lana merino extrafine

e poliacrilico), Free Topwash (100% lana


PITTI IMMAGINE

FILATI

merino fine) e le due varianti Cooper e Abarth

(60% Pure Merino wool 40% nylon TEC),

tutti in grado di adattarsi alle diverse esigenze

del quotidiano, gradevoli al tatto, durevoli nel

tempo e adatti alla lavorazione artigianale, senza

tralasciare l’attenzione per l’ambiente.

Fra i filati della linea Classic, con alla base lana

merino e lana merino extrafine, in purezza o

in abbinamento ad altre fibre, non potevano

mancare New Royal, Charme e Sultano. Tornano

anche Harmony, Harmony Topwash, Racing

3/37 e Wooltech 2/48 e 3/24, ideali per capi

active; mentre il nuovo filato Easily (30% Pure

Merino wool e 70% Tencel) si distingue per la

sua semplicità, comodità estrema e versatilità.

Fanno parte dell’esclusiva linea Luxury i filati

NewCashmere e Nano Cashmere di Lora &

Festa, distribuiti da Tollegno 1900 in Italia e

in Europa, e i filati 100% tracciabilii ottenuti

dalle lane superfini provenienti dalla tenuta

australiana Beaufront.

L’universo jersey presenta, oltre ai single yarn

in diverse titolazioni, filati nati dalla ricerca

condotta da Tollegno 1900 Lab. Per quanto

riguarda la palette cromatica, la cartella

Colours sceglie 165 nuance tra uniti, mélange e

extramelanges; mentre sono 42 quelle di Trends.

L’azienda ha avviato un significativo restyling dei

mélange nelle tonalità dei grigi e dei beige nella

cartella Colours e ha puntato su variazioni strong

nei toni del verde e degli aranciati per creare

delle mischie d’impatto.

Infine, ai clienti di Tollegno 1900 verrà

distribuita la Fancy Stitches Box, con 30 schede

con punti maglia sviluppate utilizzando i filati

più significativi della collezione, con finezze e

tecniche diverse.

ZEGNA BARUFFA LANE

BORGOSESIA

Le linee Baruffa, Chiavazza e Botto Poala

hanno da tempo focalizzato la loro attenzione

su filati performanti, per capi funzionali e

contemporanei. K-Wool, K-Wool Comfort,

Re-Active, Wellington, Cashwool Teflon e

Wuky sono ideali per maglie seconda pelle

in lana merinos extrafine o superfine, calde,

avvolgenti, leggere e easy care. A queste

caratteristiche si accompagnano ottime

proprietà antimacchia, idrorepellente e di

termoregolazione. Maxi, Aster, Outdoor,

Holiday, Hibiscus sono perfetti per maglie

dense e protettive, scolpite; mentre Sidney,

Millennium, Gold, Alashan, Cashmere 2/28,

Savile e Dahlia, lane finissime mescolate a

cotone e cashmere, rendono speciale un capo

basico.

Infine, i filati Akita, Bard, Musk, Marble, Pony

e Funny nati da fibre di estrema qualità come

cashmere, lane finissime e soffice mohair,

perfetti per capi inediti e contemporanei.

TOLLEGNO 1900, Sublime, Nm 2/48,

90% lana merino extrafine - 10% WS

CHIAVAZZA, Bard Nm 7200 + Babà Nm 1/15,

70% - WV merino superfine - 7% PA - 23% WS

BOTTO POALA, Sirio Silver Nm

32000, 84% WV - 9% PA - 7% PM

LORO PIANA, Grain 1700, 95% WO

- 5% PL + Denver 2/36, 100%WS


FIBRE&FILATI

Filati New Zealand Merino di Cariaggi.

CARIAGGI

LUSSO ED

ETICA

Un paradiso naturale, unico al mondo, dà origine a una lana

purissima, che Cariaggi trasforma in filati stupefacenti

Cariaggi rinnova con successo 10

anni d'accordo con la New Zealand

Merino Company per l’acquisto di lana

merino certificata dal marchio ZQue,

in grado di garantirne la provenienza

e la presenza di tutte le caratteristiche

tecniche ed etiche che la rendono unica

al mondo. La lana merino impiegata

da Cariaggi proviene infatti da pecore

che vivono intorno al Pukaki, il Tekapo

e il Wanaka, splendidi laghi alpini

del Sud della Nuova Zelanda. Acque

purissime, pascoli incontaminati e aria

libera da ogni inquinamento fanno

sì che un’antica razza di pecore, la

Merino, importata in queste terre nel

XVIII secolo trovi l'ambiente ideale

per sviluppare una fibra bianchissima

e dalle caratteristiche speciali.

L’allevamento al pascolo e l’attenzione

per il benessere delle pecore creano

una sintonia che fa bene anche al

contesto sociale ed economico delle

comunità locali, in linea con la filosofia

di impegno per la sostenibilità che da

sempre contraddistingue Cariaggi e i

suoi prodotti.

La lana Merino neozelandese

ZQue si contraddistingue per

la fibra eccezionalmente bianca e

brillante, dalle opportunità illimitate

per prodotto e colore, con un livello

basso di contaminazione vegetale e di

contaminazione della fibra. Si tratta di

una fibra lunga, forte e dalla elasticità

straordinaria dovuta a una crettatura

alta e naturale, e il suo coefficiente di

variazione basso consente di avere

approvvigionamenti che corrispondono

esattamente al micronaggio richiesto.

Si tratta infine di una lana 100%

mulesing free. Tutte queste

caratteristiche hanno consentito a

Cariaggi di realizzare filati nuovi e

pregiati, i cui nomi rendono omaggio

alla natura che li ha visti nascere:

Pukaki (100% Merino neozelandese

mercerizzato, titolo 2/48), un filato

pettinato ottenuto con un trattamento

particolare della fibra che dona un

aspetto serico, pulito, dalla mano

dolce e naturale; e il filato pettinato

Wanaka (90% Merino neozelandese

mercerizzato 10% Cashmere, titolo

2/48).

Cariaggi Lanificio spa

tel. +39 0721784000

info@cariaggi.it

Instragram: @cariaggi_lanificio


FIBRE&FILATI

IAFIL

PRESENTA PERINO

Un’immagine della

Lower Hutt Valley,

la regione della

Nuova Zelanda in cui

nascono i filati Perino

by Woolyarns. (Ph.

Dave Hill NZ)

Iafil, in

partnership

con Woolyarns,

porta dalla

Nuova Zelanda

un filato

prezioso, caldo e

incredibilmente

leggero

La proposta cool di Iafil-

Industria Ambrosiana

Filati per l’autunno-inverno

2018/2019 è un filo prodotto

in Nuova Zelanda: Perino by

Woolyarns, filato che l’azienda

milanese distribuisce in esclusiva dal

luglio 2017 a completamento della

propria collezione invernale, basata

sull’alpaca, sulla seta e sugli sviluppi

di cotone e cashmere, o cotone e

altre fibre nobili.

Perino by Woolyarns è un blend

di lana del sottopelo di Brushtail

Possum (tricosuro volpino) e altre

fibre luxury, come il fine merino, la

seta o il cashmere. Un blend leggero

e caldo, risultato di anni di sviluppo

e di perfezionamento realizzato in

quello che per noi è agli antipodi del

mondo.

“Tutto di Perino by Woolyarns parla

il linguaggio della preziosità: la

mano dei filati, la leggerezza, ill

calore unico dato dalla fibra del

Brushtail Possum – spiega Elena

Salvaneschi, responsabile marketing

e comunicazione dell’azienda

milanese, di cui è titolare con

il fratello Stefano – l’accordo

di collaborazione commerciale

recentemente siglato è anche (e

forse soprattutto) un accordo di

partnership. Woolyarn, il produttore

di Perino, è un’azienda di filatura

a proprietà familiare con sede in

Nuova Zelanda. Ha personalizzato

i propri impianti di filatura laniera

per renderli in grado di produrre

blend unici, base di tessuti a maglia

incredibilmente caldi, capaci di

garantire totale traspirabilità e

con bassissimo rischio di pilling.

Woolyarn è un’azienda che dedica

molte risorse allo sviluppo e alla

sperimentazione di filati invernali.

Iafil è un’azienda cotoniera, capace di

produrre filati d’eccellenza partendo

dal cotone. Con questo accordo

noi abbiamo dato maggior peso

e struttura alla nostra collezione

invernale. Woolyarns ha trovato

chi la posiziona sul mercato con

credibilità nel segmento di fascia

alta, suo target. Insieme avremo una

visione più completa delle possibilità

di questo bellissimo filato dalle

proprietà tecniche uniche”.

Le maglie prodotte con filato

Perino by Woolyarns sono fatte

in un tessuto che respira. Le fibre

di Brushtail Possum hanno una

struttura complessa, composta da

una parte interna (la corteccia)

che trattiene l’acqua e di una parte

esterna idrorepellente (la cuticola).

La particolare conformazione della

fibra a sezione cava garantisce una


In queste pagine.

Filati Perino

by Woolyarns.

Sopra. Una fase

della lavorazione

del filato.

naturale traspirabilità, che, unita alla

sua naturale idrorepellenza, migliora

il comfort di chi indossa il capo.

Presentano una perfetta capacità

di isolamento termico, perché

l’aria trattenuta all’interno della

fibra cava del Brushtail Possum

assicura un’elevata coibenza

mantenendo costante la temperatura

corporea senza compromettere la

traspirabilità dei capi indossati.

Il tessuto a maglia ottimizza

così la naturale capacità di

termoregolazione del corpo umano,

fornendo maggior benessere. Test

indipendenti hanno evidenziato che

le fibre di Brushtail Possum si sono

rivelate più calde del 55% rispetto

alla lana merino e del 35% rispetto ai

tessuti in cashmere dello stesso peso

e struttura della maglia.

Quelli di Perino by Woolyarns sono

filati morbidissimi. Questo è dovuto

alle fibre rastremate della lana di

Brushtail Possum, che misurano solo

1-2 micron alla punta: una misura

ben lontana da quei 30 micron

fissati dall’Accademia australiana

per la ricerca scientifica e industriale

(CSIRO) come soglia sicura per

non causare prurito a contatto con

la pelle. Presentano inoltre un’alta

resistenza al pilling: le singole fibre

della lana di Brushtail Possum

hanno infatti una struttura a scaglie

arrotondate, il che consente loro

di sovrapporsi delicatamente di

piuttosto che “impigliarsi” e causare

appunto il pilling.

Perino è un filato attento alla

sostenibilità ambientale, valore

fondamentale in un Paese a

reputazione green come la Nuova

Zelanda. Un obiettivo condiviso da

Iafil, da anni impegnata in pratiche

produttive sostenibili e nella ricerca

della qualità.

I filati Perino by Woolyarns, come

tutti quelli della collezione invernale

di Iafil, sono presentati in Stock

Service, con base di magazzino nella

sede milanese dell’azienda, in modo

da soddisfare tutte le esigenze dei

clienti anche in fase di campionatura.

Si sviluppano su 3 proposte:

Cirrus: 40% cashmere, 40%

Brushtail Possum, 20% seta

Mulberry. Nm 2/28 (13 colori)

e 2/36 (5 colori). Questo

prestigioso filato ha visto per la

stagione invernale 2018/2019 un

riposizionamento della propria

gamma colori, con un focus verso

toni più classici e senza tempo e

una palette che offre anche colori

chiari e luminosi grazie al lavoro

di depigmentazione della lana di

Brushtail Possum (naturalmente

grigia) prima della tintura, tecnica

che ha consentito di raggiungere le

più tenui nuance volute dalla moda.

Nimbus: 65% fine merino, 25%

Brushtail Possum, 10% seta

Mulberry. Nm 2/28 (20 colori) e

Nm 2/18 (8 colori). Accanto ai colori

più classici la palette propone colori

accesi, sportivi, iconici per capi e

accessori giovani e athleisure.

Alto: 70% merino ZQ, 30% Brushtail

Possum. Nm 2/28.

Con il suo blend in Merino ZQ,

Alto si posiziona come un ulteriore

passo verso la sostenibilità e la

tracciabilità: il merino ZQ è infatti

prodotto in Nuova Zelanda secondo

protocolli specifici e certificati

che tengono conto del benessere

animale, della qualità dell’ambiente

e della sostenibilità sociale.

Una perfetta sintesi di qualità,

sostenibilità e credibilità legata alla

Nuova Zelanda e al suo vissuto nel

mondo.

IAFIL Industria Ambrosiana

Filati S.p.A.

via dei Ciclamini, 3 - 20147 Milano

tel.+39.02.48397.1

commerciale.italia@iafil.it

export@iafil.it

www.iafil.it

www.woolyarns.co.nz


FIBRE&FILATI

FILMAR

A COLOURFUL

WORLD

Moodboard del progetto vincitore

del Colorama Award.

Giovani fashion designer di

tutto il mondo hanno proposto

le loro palette di stagione

usando la web app Colorama

Filmar è un’azienda con un solido

passato, che scommette però sulla

qualità e l'innovazione tecnologica,

coniugate con lo sviluppo sostenibile

e l’etica. In linea con questa filosofia,

l'azienda ha lanciato il Colorama

Award, un contest pensato per ispirare

e incoraggiare i giovani studenti di

moda e design di tutto il mondo nello

sviluppo di progetti colore innovativi

e di tendenza. Le combinazioni

cromatiche per l'autunno-inverno

18/19 sono state realizzate grazie

all’applicazione Colorama di Filmar, un

servizio gratuito, moderno, userfriendly

e a basso impatto ambientale, creato

da Filmar per gli utilizzatori dei suoi

filati, che possono accedere alla web

app dal sito Filmar per comporre le

loro combinazioni colore di maglia e

calza. Tantissime le proposte ricevute

e notevole l'impegno dei ragazzi nella

realizzazione delle combinazioni

colore e dei moodboard. Fra questi, una

giuria formata da Barbara Pietrasanta,

Eleonora Fiorani, Sara Magro, Nicola

Luccarini e Marco Marzoli, AD di

Filmar, ha scelto come vincitrice del

concorso la danese Design Kolding

School, con un progetto di Maria

Viftrup. La premiazione si è svolta

proprio nei giorni di Pitti Filati 81.

La proposta cromatica vincitrice del

concorso prendeva spunto dal mondo

delle bioplastiche, le alghe, i funghi e le

batterie, un universo ricco, destinato

a diventare fondamentale per lo

sviluppo sostenibile dell'umanità. La

sperimentazione con questi materiali

ha portato alla scoperta di nuance e di

accostamenti inediti, che si riflettono

in una palette organica, originale,

futuristica.

Attualmente, Filmar si prepara al lancio

della la seconda edizione di Colorama

Award.

Filmar s.p.a. - via A. De Gasperi, 65

25030 Zocco d’Erbusco (BS) - Italia

tel. +39 030 776700 - filmar@

filmar.it - www.filmar.it


Via Nuova Ponente 38 - Carpi (MO) Italy - info@logostil.it - www.logostil.it


SALONI

MODAMAKERS

SCALDA I MOTORI

Arriva alla sua quarta

edizione l'evento che

riunisce il meglio del

tessile-abbigliamento

del distretto di Carpi

Dal 7 al 9 novembre 2017, 49 aziende

presenteranno a Moda Makers le

loro proposte moda di confezione,

maglieria, tagliato, camiceria e capi

spalla per l'autunno-inverno 2018-19.

Alla manifestazione - che si svilupperà

su una superficie espositiva di

1325 metri quadrati, nella cornice di

piazzale Re Astolfo, a Carpi - sono

attesi oltre 900 visitatori, provenienti

da 40 Paesi. Si tratta di un'iniziativa

unica nel suo genere, che ha portato

alcune tra le migliori imprese del

settore tessile carpigiano a unire le

loro forze, mettendo a disposizione

banche dati di buyer e clienti, e aderendo

a un unico stile comunicativo,

con lo sopo di valorizzare il saper fare

del Distretto. Sul sito modamakers.it

è possibile preregistrarsi per evitare

file all’ingresso; sono inoltre disponibili

indicazioni di percorsi e distanze,

suggerimenti per spostarsi e riferimenti

ad alberghi e ristoranti.

Inoltre, lo staff è a disposizione dei

visitatori per agevolare l'arrivo dei

buyer internazionali presso l'area

espositiva.

“Moda Makers si conferma come l'appuntamento

di punta per il Distretto

- commenta l’Assessore all’Economia

del Comune di Carpi Simone Morelli

– segno questo che l’evento ha saputo

imporsi all’attenzione del mondo della

moda a livello internazionale. Il segreto

sta nella capacità di collaborare

di tutti i soggetti, pubblici e privati

mettendo insieme i punti di forza e i

fattori comuni, per essere competitivi

a livello globale".

Info: Expo Modena

tel. +39 059 208 546

segreteria@modamakers.it

info@modamakers.it

www.modamakers.it

WHITE

PIÙ VISITATORI, PIÙ BUYER

La manifestazione meneghina sfrutta al meglio le sinergie con la

settimana della moda

Un'immagine

dell'ultima edizione

di Moda Makers.

L'edizione di settembre di White

batte ogni record. I visitatori crescono

del 20% raggiungendo quota 26.611,

mentre i buyer italiani registrano

una crescita del 22%, e quelli esteri

balzano a +40%. Complessivamente,

e rispetto all'edizione di un anno

prima, la presenza totale dei compratori

cresce del 31%, confermando

l'importanza di questa manifestazione

buyer-oriented, patrocinata dal

Comune di Milano, in partnership

con Confartigianato Imprese.

«I numeri di questa edizione, raggiunti

anche grazie al timing allungato a 4

giorni, ci danno grande consapevolezza

di quello che oggi White rappresenta

e anche del potenziale di Milano

quando fa squadra – ha dichiarato

Massimiliano Bizzi, Founder di

White - Milano si è aperta alla moda,

come mai prima e White ha risposto

con entusiasmo all’appello". Riscontri

positivi anche per quanto riguarda la

nuova location di Tortona 31/Archiproducts

e dello spazio espositivo nella

Camera Italiana Buyer Moda, che

rispondeva all'esigenza di aumentare

il bacino espositivo, arrivato ormai a

540 brand. Un successo anche l'urban

catwalk di Ssheena in Piazza Duomo,

evento realizzato con il supporto del

Ministero dello Sviluppo Economico,

ICE Agenzia, Confartigianato

Imprese - partner di White - e con il

patrocinio del Comune di Milano.

Info: M.Seventy - tel. +39 02 34 59

www.whiteshow.it


MILANO UNICA

ANTICIPARE PAGA

La scelta di anticipare

le date del salone

si traduce in un

aumento della qualità

dei buyer e del loro

tempo di permanenza

fra gli stand

La 25º edizione di Milano Unica,

salone italiano del tessile e degli

accessori, si è svolta dall’11 al 13 luglio

scorsi e ha presentato le collezioni di

tessuti per l'autunno-inverno 2018/19

a oltre 6.000 aziende. Si confermano

quindi le presenze rispetto all'edizione

di settembre 2016, ma aumenta

la qualità dei buyer e raddoppia il

loro tempo di permanenza in fiera.

Crescono inoltre le presenze internazionali:

Olanda (+46%), Portogallo

(42%), Germania (+32%), Federazione

Russa (+32%), Spagna (+28%),

USA (+26%), Gran Bretagna (+20%),

Francia (+15%) e Turchia (+11%),

mentre calano le presenze italiane e

del Far East, Cina in particolare, che

potranno però rifarsi nell’edizione di

ottobre a Shanghai.

Cresce inoltre del 20% rispetto a un

Un momento dell'edizione più recente di Milano Unica.

anno fa il numero di espositori (456).

A questi si aggiungono le 145 aziende

degli Osservatori Giappone e Corea e

di Origin Passion and Beliefs, il salone

dedicato alle aziende manifatturiere

italiane specializzate in servizi e competenze

per la filiera produttiva della

moda. La XXVI edizione di Milano

Unica si terrà dal 6 all’8 Febbraio

2018, nella sede Fieramilano Rho.

Info: S.I.TEX

tel. +39 02 66101105

www.milanounica.it

MODAPRIMA

INTERNAZIONALE E

CONTEMPORANEA

Il salone anticipa le

date per rispondere

alle esigenze di un

settore dinamico

Dal 10 al 12 novembre torna alla Stazione

Leopolda di Firenze l'appuntamento

con Modaprima, il salone di

riferimento per le collezioni readyto-wear

di abbigliamento e accessori,

donna e uomo, per l’autunno-inverno

2018/19, con un focus sui bestseller

per la primavera-estate 2018.

L'edizione numero 83 conferma una

proposta sempre più qualificata e

dalla vocazione internazionale, grazie

al format espositivo pensato per

rilanciare la qualità dell'offerta, allo

scouting, con una selezione di aziende

tra le eccellenze del settore, e a una

sinergia sempre più marcata con tutti

gli attori del mercato. Il focus sarà sulle

qualità tecniche e di stile, sulla flessibilità

produttiva e sull’alto rapporto

qualità/prezzo delle più selezionate

aziende del settore. L'incremento

della partecipazione di buyer esteri

è frutto di un programma avviato

ormai da diverse stagioni grazie a un

importante accordo di collaborazione

con ICE Agenzia per la Promozione

all’Estero e l'Internazionalizzazione.

L'ultima edizione di Modaprima, che

si è svolta dal 19 al 21 maggio scorsi,

ha registrato oltre 1.300 visitatori, di

cui il 60% esteri, di 50 paesi, con una

crescita dei compratori provenienti

da Russia, Regno Unito e Corea del

Sud.

Info: www.pitti pittimmagine.com


SALONI

Si conferma il trend positivo del salone

parigino, che scommette su un approccio

transettoriale, all'insegna della qualità

PREMIÈRE VISION PARIS

UN'EDIZIONE DINAMICA

Première Vision, il salone parigino

dedicato a tessuti, filati, fibre, pelle

e accessori, ha confermato nella sua

ultima edizione (19-21 settembre

2017) il trend positivo registrato

nell'edizione di febbraio, ed è tornato

a crescere con 7,5% di presenze in

più (oltre 60.000 visitatori) e +3%

di espositori. "Il debutto della Bag

& Shoe Manufacturing Platform in

Première Vision Leather ha registrato

una prima edizione eccellente. Complessivamente,

i feedback dei nostri

espositori fanno enfasi sulla qualità.

Le nostre conferenze mirate, gli eventi

transettoriali e gli spazi specializzati

hanno contribuito a rendere più

porose le barriere fra i settori. Gli

operatori dell'industria si ritrovano e

si scambiano idee, dando vita a nuove

collaborazioni. La nostra comunità si

interseca e si connette. Ed è questo il

nostro ruolo", spiega Gilles Lasbordes,

direttore generale di Première Vision.

Bene anche il nuovo format Smart

Square, dedicato alla moda responsabile,

le cui conferenze hanno registrato

un numero record di presenze.

Posizionato nel padiglione 6 Nord,

Knitwear Solutions, il salone nel

salone che raccoglie una selezione di

filature, maglifici, fabbricanti di macchinari

e studi di stile specializzati in

maglieria, ha presentato le sue tendenze

e proposte in materia di punti

per la maglieria rettilinea a-i 2018/19.

Tre i temi principali: Shifting pattern

propone righe sfumate, jacquard

distorti, pattern tradizionali stravolti

e riassemblati, superfici strappate e

forme irregolari; Expanded Volume

scommette sui punti estremi, fuori

scala, con un rilievo esagerato e molto

elaborati, per dare vita a forme scolpite,

texture ergonomiche, superfici

concave e proporzioni falsate; Strange

mutations predilige proporzioni over,

squilibrate, con costruzioni asimmetriche,

spalle curve o ad angolo,

maniche arrotondate o giromanica

dalle linee alternative.

Il prossimo appuntamento con i saloni

di Première Vision è in programma

dal 13 al 15 febbraio 2018 al Parc des

Expositions Paris Nord Villepinte.

Info: www.premierevision.com


PROSSIMI

APPUNTAMENTI

MODAPRIMA

Dove: Firenze, Stazione Leopolda

Quando: 10-12 novembre 2017

Cosa c’è: maglieria e confezione donna

Info: www.pittimmagine.com

PITTI IMMAGINE UOMO

Dove: Firenze, Fortezza da Basso

Quando: 09-12 gennaio 2018

Cosa c’è: abbigliamento, accessori uomo

Info: www.pittimmagine.org

FILO

NUOVE SINERGIE

Il salone dei filati e delle fibre annuncia una

collaborazione importante con Milano Unica

WHITE MAN AND WOMAN

Dove: Milano, via Tortona 27 e 54

Quando: 13-15 gennaio 2018

Cosa c’è: abbigliamento e accessori

Info: www.whiteshow.it

HONG KONG FASHION

WEEK

Dove: Hong Kong Convention & Exhibition

Centre

Quando: 15-18 gennaio 2018

Cosa c’è: abbigliamento e accessori

Info: www.hktdc.com

La 48ª edizione di Filo, che si è svolta

dal 27 al 28 settembre 2017 al Palazzo

delle Stelline di Milano, aveva come

leitmotiv il pianeta terra e la sostenibilità

della filiera. La rassegna internazionale

b2b focalizzata sui filati e le

fibre per tessitura ortogonale e circolare,

per abbigliamento e arredamento,

si è chiusa in un clima positivo, con

il numero di visitatori in crescita del

10% rispetto all'edizione di un anno

fa. Crescono in particolare i buyer

stranieri, come conferma Paolo Monfermoso,

direttore generale del salone:

“La 48a edizione di Filo si chiude

in un clima molto positivo. All’aumento

degli espositori – più di 90 in questa

edizione – è corrisposta una crescita

dell’affluenza dei buyer superiore alle

attese. Si conferma dunque l’interesse

per una fiera che propone l’eccellenza

dei filati sulla base di un modello

business-to-business, che privilegia

la concretezza, la professionalità e

l’efficienza. Accogliendo una esigenza

delle aziende espositrici e visitatrici,

in questa edizione abbiamo aperto le

porte ad un gruppo selezionato di

tintorie e di aziende di servizio alle

imprese tessili. Lo abbiamo fatto

seguendo un discorso di filiera, per

offrire agli operatori una visione più

ampia della catena produttiva. Lo

stesso obiettivo ha il rafforzamento

della sinergia con Milano Unica e la

continua collaborazione con Sistema

Moda Italia. Nel percorso verso una

sempre maggiore internazionalizzazione

di Filo ci accompagna ormai

da molti anni Ice-Agenzia, che in

questa edizione ha promosso l’arrivo

in fiera di una delegazione di buyer

esteri provenienti da Giappone, Gran

Bretagna, Spagna, Francia, Belgio,

Turchia, Portogallo e Russia”.

Con l'obbiettivo di rafforzare la filiera

tessile italiana è stata annunciata

quindi la decisione di presentare le

tendenze di Filo a Milano Unica e,

viceversa, le tendenze realizzate da

Milano Unica a Filo.

Info: Filo - tel. +39 015 8483

271/228/290 - www.filo.it

PITTI IMMAGINE FILATI

Dove: Firenze, Fortezza da Basso

Quando: 24-26 gennaio 2018

Cosa c’è: filati, studi stilistici, maglifici

Info: www.pittimmagine.org

MOMAD METRÓPOLIS

Dove: Madrid, Parque Ferial Juan Carlos 1

Quando: 2-4 febbraio 2018

Cosa c’è: abbigliamento, accessori donna

Info: www.ifema.es

CPM MOSCOW

Dove: Mosca, Expocentre

Quando: 19-22 febbraio 2018

Cosa c’è: abbigliamento, accessori

Info: www.cpm-moscow.com

SUPER

Dove: Milano, The Mall, Porta Nuova

Quando: 24-26 febbraio 2018

Cosa c’è: abbigliamento e accessori

Info: www.pittimmagine.com


www.beachwearonstage.com

VERSACE

2018

BEACHWEAR

1000

swimsuits

MILANO | PARIGI | NEW YORK

LONDRA | MIAMI | BERLINO

MADRID | BARCELLONA

SAN PAOLO | AUSTRALIA

Fashion

close-up

Criss-Crossed | Metal

3D Flower | Baroque Decor

Ethnic Craft | Painter’s Work

Japanese Garden | Tex Mex

SUMMER

2019

FABRIC TRENDS


70209

9 771127 049005

di intimo, mare e calze

ENGLISH TEXT

COPERTINA 209.indd 1 28/08/17 18:09

60014

9 771127 049012

COPERTINA 14.indd 1 20/10/16 12:02

9 772013 208001

70080

ENGLISH TEXT

COVER 80.indd 1 28/06/17 15:13

9 771127 047001

Po

70186

KOS cop 186.indd 1 10/10/17 12:06

ENGLISH TEXT

ISSN: 1127-0470

COPERTINA 186.indd 1 11/10/17 09:42

ANNO XXI - N.63 - € 14,00

ITALIANO/ENGLISH

ABBONAMENTI SUBSCRIPTIONS

OSSERVATORIO

Segnali di cambiamento

REPORTAGE

DAI SALONI

INTERNAZIONALI

www.intimopiumare.com

COLLEZIONI

Under &

Beach

WEAR

TREND 2018

IN ALLEGATO

LA GUIDA ESCLUSIVA

i100

negozi

TOP

in Italia

Prezzo copia singola: € 20,00

www.beachwearonstage.com

1000

2017

BEACHWEAR

swimsuits

MILANO

PARIGI

NEW YORK

LONDRA

BERLINO

MADRID

BARCELLONA

MIAMI

SAN PAOLO

GRAN CANARIA

MIU MIU

REPORTAJE

Al hilo de...

NEW RETAIL

Moda

baño

trends 2018

Intimo più Mare

DISEÑADORES:

Raffaela D’Angelo

DESFILES

GRAN CANARIA

MODA CÁLIDA

SUMMER

2018

FABRIC TRENDS

Fashion

close-up

HALTER TOP

HIGH CUT

JUICY

LINGERIE LIKE

MY TREASURE

STRINGS

TASSELS

TEXTURES

Prezzo copia singola: € 30,00

BAÑO

LENCERÍA ÍNTIMA

TENDENCIAS

Prezzo copia singola: € 20,00

Blint International

INTIMO PIÙ MARE

La rivista leader del settore.

Un indispensabile strumento di lavoro per i vostri

acquisti e per individuare le tendenze più innovative

e più commerciali del settore. Un panorama

completo sulle collezioni di abbigliamento intimo,

mare e calze per donna e uomo, degli stilisti e

delle aziende. I reportage dai saloni e dalle passerelle

internazionali. L’economia dei mercati.

I trend che fanno moda.

4 EDIZIONI ALL’ANNO

GENNAIO, MARZO, LUGLIO, SETTEMBRE

The leading trade magazine.

An indispensable professional tool for purchase

which helps you in recognizing the most innovative

and commercial trends in the sector. Detailed

information regarding intimate apparel, swimwear

and hosiery collections for both women and

men of designers and trade companies. Reportages

from international fairs and fashion catwalks.

Financial columns and the latest fashion trends.

4 ISSUES PER YEAR

JANUARY, MARCH, JULY, SEPTEMBER

www.intimopiumare.com

BEACHWEAR ON STAGE

Tutto il beachwear del mondo.

Oltre 300 pagine di sfilate, per informare gli

operatori professionali del settore.

Dalle passerelle mondiali, le sfilate di moda

mare dei più quotati stilisti internazionali e

delle maggiori

aziende produttrici.

1 EDIZIONE ALL’ANNO

NOVEMBRE

All the beachwear in the world.

More than 300 pages of fashion shows,

providing information for industry members

throughout the field.

From all over the world, the most talkedabout

beach- and swimwear fashion shows

presented by the best-known designers

and most important producers.

1 ISSUE PER YEAR

NOVEMBER

www.beachwearonstage.com

BLINT INTERNATIONAL

La rivista leader del settore in Spagna.

Strumento di lavoro indispensabile per i vostri

acquisti, per conoscere il mercato spagnolo e

le sue tendenze più innovative e commerciali.

Panorama completo sulle collezioni di abbigliamento

intimo, mare e calze per donna e uomo,

degli stilisti e delle aziende con reportage dai saloni

e dalle passarelle internazionali. L’economia

del mercato.

3 EDIZIONI ALL’ANNO

GENNAIO, APRILE, LUGLIO

The leading trade magazine in Spain.

An indispensable professional tool for your purchase,

which helps you to discover the

spanish market and the most innovative and

commercial trends. Detailed information regarding

intimate apparel, swimwear and hosiery

collections for both women and men of designers

and trade companies.

Reportages from international fairs and fashion

catwalks.

3 ISSUES PER YEAR

JANUARY, APRIL, JULY

www.blint.es

www.maglieriaitaliana.com

Moda

P-E 2018

Starring knits

STILISTA

Pierantonio Gaspari

Appunti di Stile

Miahatami

SCENARI

Protagonisti dei

consumi

ALL’INTERNO/INSIDE

Knitwear On Stage

MEN’S AND WOMEN’S

FASHION SHOWS

Da Milano,

Parigi, Londra,

New York,

Berlino, Firenze

Barcellona,

Madrid, San

Paolo

le proposte in

maglia degli stilisti

per la P-E 2018

From Milan,

Paris, London

New York,

Berlin, Florence,

Barcelona, Madrid,

Saint Paul

the designers’ knits

for S-S 2018

ALEXANDER MCQUEEN

GUCCI

MSGM

dossier

Pitti Immagine

Filati

LE PROPOSTE DELLE

FILATURE PER

L’A-I 2018/19

Prezzo copia singola: € 30,00

MAGLIERIA ITALIANA

L’unica rivista specializzata in maglieria e

filati.

1.000 capi di maglieria donna e uomo in

oltre 300 pagine. Un panorama completo

sulle collezioni, le sfilate degli stilisti, i filati e

colori, le tendenze moda, le principali fiere

italiane ed estere del settore.

All’interno KNITWEAR ON STAGE, la sezione

di Maglieria Italiana dedicata alle

sfilate degli stilisti affermati ed emergenti.

Dalle più importanti passerelle del mondo,

le COLLEZIONI DONNA E UOMO per la

stagione successiva.

2 EDIZIONI ALL’ANNO

(entrambe dedicate alle collezioni

donna e uomo)

MARZO, OTTOBRE

The only magazine specialized in knitwear

and yarns. 1.000 knitwear items for men’s

and women’s in more than 300 pages.

Complete and detailed information on knitwear

collections for both women and men,

on designer fashion shows, on yarns and

colours, fashion trends, on main Italian and

foreign fairs of the sector.

Inside, the KNITWEAR ON STAGE section,

dedicated to fashion shows of important

and nascent designers. The COLLECTION

OF BOTH WOMEN AND MEN of next season

from the most important fashion shows

of the world.

2 ISSUES PER YEAR

(both issues with women’s and men’s

collections)

MARCH, OCTOBER

www.maglieriaitaliana.com

La rivista per chi ama la fotografia

Abbonati subito a

Rivista trimestrale di

cultura fotografica e

immagini.

130 pagine, oltre 200 fotografie,

alta qualità di stampa. Dalle

anticipazioni sulle tendenze

creative a livello internazionale

alle ricerche dei giovani autori.

Tutte le declinazioni dell’arte fotografica contemporanea.

Info: abbonamenti@gentedifotografia.com

www.facebook.com/gentedifotografia

www.gentedifotografia.it

via Giardini 476, scala N - 41124 Modena - Italia

tel. +39 059340533 - fax +39 059351290


ABBONAMENTI SUBSCRIPTIONS

ABBONAMENTO SOLO PER L’ITALIA:

..................................................................................................................

Società / Company name

..................................................................................................................

Nome e Cognome / Name and Surname

..................................................................................................................

Ruolo / Position

..................................................................................................................

Indirizzo / Address

..................................................................................................................

CAP / Zip Code

Visita www.editorialemoda.com oppure compila il modulo,

fotografalo e invialo a: abbonamenti@editorialemoda.com

oppure spediscilo via posta a:

EDITORIALE MODA SRL - via Giardini, 476/N - 41124 Modena - Italy

tel. +39 059342001

PAGAMENTO ANTICIPATO TRAMITE:

Bonifico bancario IBAN: IT34 X 05034 12903 000000004952

CCP n. 11238417 - EDITORIALE MODA srl (allegare ricevuta)

Carta di credito: VISA Mastercard Scadenza

..................................................................................................................

Città / Town

..................................................................................................................

Provincia / Country


Nome e cognome titolare della carta

Security Code

ULTIME 3 CIFRE SUL RETRO, A DESTRA

..................................................................................................................

Tel. / Phone

..................................................................................................................

Cell. / Mobile

..................................................................................................................

Fax

Firma

SUBSCRIPTION ONLY FOR ABROAD:

Fill in the form and send it by mail or fax to:

A.I.E. - AGENZIA ITALIANA DI ESPORTAZIONE SRL

via A. Manzoni, 12 - 20089 Rozzano (MI) - Italy

tel. +39 025753911 - fax +39 0257512606 - info@aie-mag.com

..................................................................................................................

E-mail

..................................................................................................................

Web

..................................................................................................................

P. IVA / Codice Fiscale / Company VAT

PAYMENT IN ADVANCE BY:

Cheque

International money order

American Express Card

Diners Club International

Carta Sì Visa-Access-Eurocard-Mastercard

Bank Americard VISA

Bank transfer IBAN:

IBAN IT 25 X 05584 33580 000000006209

..................................................................................................................

Data / Date


Expiry date

Security Code

Negozio / Indipendent Retailer

Buyer

Grande Magazzino / Dept. Store

Grossista / Wholesaler

Fabbricante / Manufacturer

Rappresentante / Agent

Designer

Altro / Other ______________

Name of card holder

Signature

I suoi dati fanno parte dell’archivio elettronico dell’Editoriale Moda S.r.l., nel rispetto della L. 196/03. Non saranno oggetto di comunicazione o diffusione a terzi. E’ nel suo diritto richiedere la

cessazione dell’invio e/o l’aggiornamento dei dati in nostro possesso. Se non desidera ricevere ulteriori comunicazioni, barri la casella

Your personal/company information is part of AIE Spa’s electronic data base and, as such, handled in full compliance with Italian Law 196/03 (the so-called privacy law). This information will not

be the object of communications nor will be shared with third parties. You have the right to request that we stop sending communications and/or updating the data in our possession. If you do

not wish to receive any further communications, please check the box

MI 186

DESIDERO SOTTOSCRIVERE UN ABBONAMENTO ANNUO A:

I WOULD LIKE TO ORDER A YEARLY SUBSCRIPTION TO (PRIORITY MAIL ONLY):

4 edizioni all’anno / 4 issues per year

DAL N°

STARTING

FROM N°

Italia

Europe

America

Africa

Asia

Oceania

€ 60,00 € 130,00 € 140,00 € 170,00

OUR MAGAZINE

DISTRIBUTORS WORLDWIDE

www.intimopiumare.com/our-magazinedistributors-worldwide

SOLE AGENT FOR DISTRIBUTION AND

SUBSCRIPTIONS ABROAD:

1 edizione all’anno / 1 issue per year

3 edizioni all’anno / 3 issues per year

2 edizioni all’anno / 2 issues per year

€ 30,00 € 50,00 € 55,00 € 60,00

€ 50,00

€ 90,00

€ 50,00 (only Spain)

€ 100,00 € 105,00

€ 50,00 € 100,00 € 110,00 € 120,00

A.I.E.

AGENZIA ITALIANA DI ESPORTAZIONE SRL

via A. Manzoni, 12

20089 Rozzano (MI) Italy

tel. +39 02 5753911

fax +39 02 57512606

info@aie-mag.com

www.aie-mag.com


ANNUNCI ECONOMICI

Questa rubrica consente agli abbonati e agli inserzionisti di inserire un ANNUNCIO

GRATUITO all'anno nella rivista. Ai sensi della Legge Biagi (d.lgs. n. 276 del 10/9/03)

è vietata la pubblicazione di ricerche di personale anonime.

Gli annunci che contengono riferimenti a persone fisiche devono obbligatoriamente

riportare il nome dell’azienda o in alternativa un numero telefonico di rete fissa presente

sugli elenchi, che renda riconoscibile l’azienda stessa. Gli annunci di diversa natura

(acquisto/vendita attività, macchine, stock, ecc.) possono essere redatti anche in

forma anomima; in questo caso, le risposte arriveranno al nostro Ufficio Annunci e

vi saranno inoltrate successivamente (questo servizio prevede un rimborso spese di

Euro 93,60 IVA compresa). Non si accettano messaggi pubblicitari fra gli annunci.

Info: tel. 059342001 - abbonamenti@editorialemoda.com

OTTOBRE 2017 ( semestre) • N°186

semestrale di moda e tendenze

per la maglieria, confezione in maglia

uomo-donna-bambino e filati.

redazione, pubblicità, grafica,

abbonamenti, amministrazione

editorial, advertising, graphic,

subscriptions, administrative dept.

41124 Modena (Italy) - via Giardini, 476/N

tel. +39 059342001

www.maglieriaitaliana.com

info@editorialemoda.com

Direttore Editoriale - Publisher

ETTORE ZANFI

Acquisto rimanenze di negozio o di fabbrica inerenti

alla maglieria. Pagamento in contanti, massima

serietà ed esperienza.

Contattare: imercantideuropa@alice.it

Cell. 3474536367 - Fax 069487427

Fenegrò srl cerca magliaie e maglifici per produzione

Lombardia-Piemonte

Info: tel. 0313520070

SUPERMAGLIA S.R.L. è una produttrice di maglieria

uomo/donna da oltre 70 anni che, oltre ad avere collezioni

proprie, realizza collezioni per importanti Private

Label partendo dal disegno, con la possibilità di lavorare

filati estivi ed invernali in tutte le finezze.

Info: info@supermaglia.it - tel. 0575745240

MAGLIERIA MATI’S, realizziamo studio e progettazione

di campionature e produzioni di maglieria conto

terzi sia tradizionale che integrale.

Info: info@maglieriamatis.com

0187/495570 - 3338486411-3204662482

Azienda attiva nel settore moda cerca programmatore

S1 e/o M1 per macchine da maglieria STOLL. Il

candidato dovrà essere in grado di realizzare lo studio

del punto partendo dalle indicazioni dell’ufficio stile e

di realizzare i prototipi in sinergia con la modellista di

riferimento. Si richiede esperienza nella realizzazione

di prototipi tagliati, calati, intarsio e strutturati. Sede di

lavoro: Anzola d’Ossola (VB).

Info: marco.gallazzi@matia.it - tel. 0323832069

Azienda attiva nel settore moda cerca modellista per

maglieria. La figura, che risponderà al responsabile

prodotto, sarà inserita in un team di modellisti/e e si

occuperà della realizzazione di prototipi di maglieria

calata e tagliata di target medio-alto. Si richiede

esperienza nella modellistica di maglieria calata e/o

tagliata, buona manualità, conoscenza delle specifiche

problematiche di confezione di capi in maglia, conoscenza

CAD (preferibilmente Lectra). Sede di lavoro:

Anzola d’Ossola (VB).

Info: gianni.monti@matia.it - cell. 3358477277

ART DESIGN SRL, stampe e decori a mano e digitale.

Info: via Einaudi, 6 - 42048 Rubiera (RE)

www.artde.it - info@artde.it

ANGELA M - laboratorio di maglieria - schede tecniche

- campionarista free lance - produzioni anche di

piccole quantità - collaborazioni con Stilisti e Aziende.

Realizzazioni di capi finiti pronti per la spedizione.

Lavorazioni in finezza 16-12-10-7-5-3 HAND MADE

UNCINETTO E MAGLIA

Info: tel. 3281071353

angela.emme.76@gmail.com

Maglificio Stefania srl, produttore di maglieria donna

in cashmere, alpaca e altri filati pregiati, in varie

finezze.

Info: tel. 0559789246 - info@maglificiostefania.it

Vendiamo sciarpe, scialli e accessori moda.

Tessil-Novex è presente da oltre 40 anni sul mercato

della produzione di accessori tessili per uomo e

donna, indirizzati a famosi marchi e a grosse catene

d’acquisto in tutto il mondo.

Info: tel. 031262515 - www.tessilnovex.it

La Sagimar prende contatto e seleziona con serietà

commerciale i vari negozi interessati alla vendita in

esclusiva di zone, della produzione femminile “MODA

POSITANO” made in Italy: camicie, camicioni, vestiti,

caftani, spolverini, top, canotte, casacche, bermuda,

pantaloni, gonne, maglie, completi, ecc...

Inoltre produce camicie e bermuda “moda Positano”

casual uomo.

Info: tel. 0818011551 - info@sagimar.it

Vendita maglie donna 100% cashmere.

Pezzi unici.

Info: Laura Mirè - tel. 340 2318669

Pubblicità - Advertising Dept.

MARIA PIA ARMILLI

mparmilli@editorialemoda.com

LUIGI FRATERRIGO GAROFALO

lfraterrigo@editorialemoda.com

Redazione - pubblicità

Editorial Staff - Advertising Dept.

Milano

GISELLA CICOGNANI

cicognani@fastwebnet.it

Foreign adv sales Spain, Portugal

FERNANDO CID OSORO

fernandocid@blint.es

Grafica - Graphic

FABRIZIO VENTURI

fventuri@editorialemoda.com

MARCO MONZONI

mmonzoni@editorialemoda.com

Hanno collaborato - Contributors

ANDREA LATTANZI

Redazione - Editorial staff

alattanzi@editorialemoda.com

MARIACRISTINA RIGHI

Redazione - Editorial staff

mcrighi@editorialemoda.com

FRANCESCO FORTI

Grafica - Graphic

GERALD D. SIMMS

Traduzioni inglese - English Text

Diffusione e Abbonamenti

Circulation and Subscription Dept.

MELISSA BOSI

mbosi@editorialemoda.com

Amministrazione

Administrative Dept.

amministrazione@editorialemoda.com

ORSOLA DI LAURO

odilauro@editorialemoda.com

Reg. Trib. Civ. e Pen. Modena n. 492 del 17/12/1969

Nr. Registro R.O.C. N. 158871

Direttore Resp. - Editor in Chief

ETTORE ZANFI

Proprietà - Property of:

EDITORIALE MODA srl - Modena

Stampato da - Printed in Italy by:

EDITORIALE MODA srl - Modena

ISSN: 1127-0470

La riproduzione degli articoli e delle fotografie è permessa solo

su autorizzazione scritta citando la fonte. Il materiale fotografico

pubblicitario o promozionale sarà restituito se richiesto entro 60 gg.

Questa rivista le è stata inviata tramite abbonamento: l’indirizzo in nostro

possesso verrà utilizzato, oltre che per l’invio della rivista, anche per

l’inoltro di altre riviste e di proposte di abbonamento. Ai sensi della

legge 196/03 è suo diritto richiedere la cessazione dell’invio e

l’aggiornamento dei dati in nostro possesso.


ENGLISH TRANSLATION

FASHION DESIGNERS (on page 16)

PIERANTONIO GASPARI

THE MAGIC OF KNIT STITCHES

A main feature of Italian fashion design, this designer in betting

on knitwear, drawing on both tradition and cutting-edge

experimentation

Pierantonio Gaspari, who founded toward the end of the

Nineties the brand of the same name, grew up among the

looms of the family knitting company, where, guided by an innate

talent, he learned the secrets of the trade.

His aesthetic vision is based on geometric constructions,

transformable structures that reveal the connection between

art and architecture. Pierantonio Gaspari is aware of the infinite

stitch effects that can be created by a strand of yarn

and his enthusiasm for experimentation leads him to create

models capable of breaking with the classic canons of line

and volume. An avid traveler, this talented designer absorbs

everything that captures his imagination, stimulating his creativity,

and transfers it to the object of his efforts. The stimulus

may be a film, a book or an image… The woman for whom he

designs, his muse, is an angelic rebel. Elegant in an understated

way, she moves like a seductive warrior: mindful, emancipated

and free to define and reveal herself by means of what

she wears.

Over time the collection has incorporated products created

with luxurious new materials, such as silk and cashmere, for

a stunning PierAntonioGaspari total look which has enabled

the brand to consolidate and expand its customer base both

domestically in Italy and on an international scale.

Each collection revolves a specific theme. Knits and jersey are

the undisputed protagonists, but they are constantly transformed

by the use of new materials, featuring volumes and

chromatic effects which have been boldly revamped with great

mastery, exploring handsome mixtures involving knits on fabric

and vice versa.

The collection for spring-summer 2018 has been named The

Circle, and features intarsia work combining knit and woven

fabric, created by means of textural ribbons layered in such a

way as to evoke the perfection of a circle, a figure that we once

again find in the metallic rings incorporated into the surface of

the linen and cotton yarns, rumpling them for greater surface

interest. But circles have also been employed to form patchwork

patterns of knit and gathered cotton voile in alluring

tones such as atoll azure, lava red and topaz yellow. Or they

feature bold contrasts of black and white to showcase the duality.

The weaves are sculptural and plastic, fluid or formed by

circular patchwork patterns, while the net-like mesh stitches

are poetic and evanescent. By way of “closing the circle”, one

finds a highly colorful version in silk.

At the present moment the brand is experiencing vigorous

growth and can be found in the best department stores

throughout Europe, Russia, the United States, the Middle and

Far East. The showrooms in Milan and Paris still constitute

the most important points of reference.

100% Made in Italy, the PierAntonoGaspari collection are

manufactured and distributed by Loma S.p.A., the leading

company when it comes to the production of high-end, luxury

products in this category.

EMERGING DESIGNERS (on page 18)

DUNIA ALGERI

BABY ALPACA, MON AMOUR

A deep love of handmade products and the use of luxurious

yarns featuring 100% baby alpaca characterize the creations

of this designer from Bergamo

Dunia Algeri was born in 1989 in Pedrengo (BG). After finishing

high school, she went on to study communication in

Lugano and immediately upon receiving her degree left for

London in order to work for a PR agency. In 2013 she moved

to Paris where, among other things, she worked in Diane

Von Furstenberg’s showroom. A year later Dunia came back

to Italy, kicking off her Milanese adventure. In the bustling

Lombard capital she obtained a Maters degree in marketing

management which led to her working as the head of public

relations for Gucci. But it was toward the end of 2015 that

she saw a real change in her professional fortunes when she

decided to launch her own brand of luxury knitwear, Dunia

Algeri Atelier. She got her love of knits from her grandmother,

Giulia, who back in the Seventies was the knit lady of Pedrengo.

Proud of this legacy, instead of the repetitive anonymity of

the fast-fashion approach to manufacturing, when it came to

her own brand Dunia preferred a craft-based, individually tailored

approach, providing ample opportunity for customizing

each product in terms of styling and colors.

As a result each creation is a unique garment, fashioned by expert

craftspeople using top-quality 100% baby alpaca yarns.

Each and every piece requires some thirty hours of work by

a single person, for a final result that is very luxurious, distinguished

by unmistakable aesthetic harmony. The manufacturing

workshops in Monza and the surrounding province, in

Florence, in Lazio and the Bergamo area employ some twenty

highly skilled knitters.

Why the focus on baby alpaca? Because it guarantees the benefits

of all the other luxury fibers put together: the downy softness

of cashmere, the sheen of mohair, the sensuous silkiness

of angora and the strength of fine Merino wool. In addition

to being extremely fine (21.5 microns), it is incredibly soft,

lightweight and long-wearing. Baby alpaca wool is completely

free of lanoline and other substances found in sheep’s wool;

this is why it does not cause allergic reactions or lead to the

unsightly effects of pilling. In addition, it comes naturally in a

lovely array of some twenty tones, from white to black, colors

that require no artificial dyeing. But the reasons behind the

preference for this remarkable luxury fiber are not all based

on its outstanding performance, aesthetic and luxury features,

but also a serious desire to reduce environmental impact to a

minimum. As a matter of fact alpacas manage to graze for feed

without harming the roots of the plants upon which they feed

and they consume much less water than the other wool-producing

animals.

The Dunia Algeri Atelier garments feature oversize styling,

providing unique levels of comfort, but without foregoing an


ENGLISH TRANSLATION

iota of elegance or femininity. The style is minimal, but embellished

with original, luxurious detailing.

Since July of 2017 the stores selling the Dunia Algeri Atelier

products have been provided with a special kit that enables

shoppers to customize a garment, from the color to the size

desired. This service is also available over the Internet on the

brand’s website.

STYLE NOTES (on page 20)

MIAHATAMI

GLOBAL STYLE

The Middle Eastern aesthetic and culture of European design

converge in an enchanting kaleidoscope of colors, pattenrs and

embroidery

It’s called Miahatami and refers to a line of clothing with a

multicultural flair, a product of the creativity of a talented

young Iranian designer named Narguess Hatami. The daughter

of an architect and a fashion designer, Hatami’s love for

beauty and fashion is something bred in the bone. This is why

after getting a scientific degree, she decided to move to Bologna,

Italy, where she obtained a further degree in the Culture

and Technique of Fashion. Thus she began an educational

and professional itinerary, working for important labels on

the Italian fashion landscape, names like Paola Frani, MSGM

and Brandina The Original. After that she went on to become

a designer and collection manager for AVIU, a line of knitwear

manufactured by DFG.

The fall-winter season of 2015/16 saw the appearance of the

first women’s collection by her brand: Miahatami. The items

in the collection constitute a perfect reflection of the young

designer’s aesthetic vision, cultural background and philosophy:

a perfect marriage of Middle Eastern aesthetic sensibilities

and contemporary Western design.

The influence of the time-honored Persian tradition becomes

apparent in the power of the brand’s creations, an inspiration

which, however, manages to walk a fine line, never falling into

the pitfall of facile exoticism or ethnic clichés.

Mihatami boasts a highly contemporary sartorial spirit but

with a future-oriented thrust, an identity which is reinforced

by the incorporation of technological innovations regarding

the materials and the way they are used and crafted. All the

pieces in the collection have been designed to be freely mixed

and matched in order to come up with unique, customized

looks.

The collection for fall-winter 2017/18 has been named, An Oasis

in the Desert, and, as one would imagine, has been inspired

by the desert and the aesthetic of the Ghashghai and Bakhtiari

nomadic peoples. The color and the shapes of the houses of

these Iranian tribes serve as the leitmotif of this stunning collection,

an assembly of items that evoke such handicrafts as

Gabbeh carpets and Kilims boasting very special weaves, even

recalling the undulating dunes of the desert embroidered into

the fringe.

The chromatic palette features warm tones, like red, burgundy,

camel, yellow and blue, but for the first time in a collection

designed by Narguess Hatami one also finds bold black, used

to represent the tents and capes of the choupan, Ghashghai

shepherds.

The distinctive elegance of the brand also manifests itself in

the textures and fancy brocade fabrics, treated as if they were

luxurious kilim carpets. Sweaters flourishing fur stitch work,

cross-stitch embroidery and appliquéd fringe are some of

the key elements of the collection. Nor is there any shortage

of mosaic patterns which, thanks to the layering of two different

prints, create an extraordinary, extremely harmonious

three-dimensional effect.

The big news this season is represented by the footwear which

for the very first time serves to complete the Miahatami look:

leather, nappa and canvas with embroidered details for both

flat models and ones boasting distinctive heels, items that

flourish a grosgrain fastening solution in either a matching

tone or colorful jacquard.

BRAND TO WATCH (on page 180)

TEGIN

THE QUEEN OF CASHMERE

The collections designed by Svetlana Tegin have taken the winter

luxury market by storm in Russia

For more than ten years Svetlana Tegin, the founder of the

Tegin brand, has been considered one of the most important

Russian designers. After receiving her degree in fashion design

from the Kiev Textile Institute, she started her career in Moscow,

designing costumes and decorations for events in night

clubs and fashion shows. Toward the end of the Nineties the

trade publications began noticing and writing about her work.

In 2001 the young designer decided to launch her own Tegin

Fashion House, featuring two collections: Tegin Collection

and Tegin Cashmere, to which was added Tegin Kids in 2007.

Svetlana became known as “the queen of cashmere” due to her

use of the best quality of this luxury raw material from Mongolia

for her creations. Even her sheepskin overcoats have

taken on an iconic status, thanks to their original design and

the quality of the leather and craftsmanship. There is also a

line of couture formal dresses which has won the hearts of a

demanding contingent of women in show business, it-girls and

celebrity VIPs in general. Svetlana’s sensual, highly sophisticated

style imbues her brand’s collections with an unmistakable

appeal which from the very beginning has tended to draw

inspiration primarily from ethnic themes. In particular, Tegin

enthusiastically explores the varied realm of traditional Russian

costumes, a unique mix of European and Asian motifs.

The collection for fall-winter 2017/18 has drawn inspiration

from the subdued, exotic hues of the vast Gobi desert and its

ethereal, scintillating moods. The enchantingly beautiful, tiny

flowers of the magnificent steppe, which manage to stubbornly

withstand even the most severe winters, constitute another

source of inspiration. As a matter of fact, Svetlana Tegin imagines

contemporary metropolises in the winter like a harsh

steppe landscape, which prompts her to provide her garments

with plenty of protection and warmth, but without foregoing

the added appeal of dynamic vitality. Unflagging efforts in the

areas of styling, craftsmanship and technological innovation

have qualified the Tegin brand as a trusted point of reference

even for the youngest shoppers.

ECO & EQUO (on page 228)

MANIFATTURA PECCI 1884

ECO MOOD

100% in-house production, use of company-owned technology


ENGLISH TRANSLATION

and state-of-the-art plant equipment are guarantees both social

and environmental sustainability

Manifattura Pecci Filati 1884’s unswerving commitment

to sustainability underpins it’s entire manufacturing process.

All its products are designed, tested and produced within the

company itself, taking advantage of facilities, skills and methods

exclusively owned by the firm. This close physical proximity

in terms of both the people and tools involved constitutes

the best guarantee of scrupulous adherence to the severe

protocols of sustainability with which the company rigorously

complies. Pecci Filati is constantly investing in order to ensure

the technologies and human resources necessary to implement

this manufacturing philosophy on an ongoing basis,

a philosophy which wholeheartedly embraces all the values

exemplified by the best in Italy’s proud design and manufacturing

tradition. For us when it comes to the highest priority

among these time-honored values one finds respect for the

work and the environment in which it is carried out, both in

terms of human considerations as well as ecological and social

concerns.

This approach has, among other things, led to the creation of

products made from salvaged materials, always interpreted

according to the meticulous aesthetic and functional canons

of the company.

We have thus developed Exploit and Velasquez, two remarkable

yarns that take advantage of cashmere byproducts.

In the case of Velasquez the recycled fibers generate a chromatically

variegated fancy yarn, recalling very exclusive tweed,

an effect that is due to the origin of the fiber: the union of more

or less open materials generates irregularities of thickness

that reveal the recycled material. The system of spinning utilized

combines air and needles, giving rise to a yarn that is hollow

inside, an extremely lightweight product. Exploit features

an almost worn-out structure, smooth and used looking, an

effect achieved by the use of hollow yarns. The final effect is

deliberately shabby and disheveled in order to convey directly,

on a visual level, the recycled origin of the yarn.

For both yarns cashmere has been selected in order to ensure

that the rawer, more unrefined visual perception is contrasted

by the pleasant, soft feel.

And, finally, we have Break and Shaker, finer yarns, once again

obtained from recycled cashmere. Shalker is a transparent

gauze, almost eroded in an uneven manner, while Break is a

plied cable yarn with a more basic look.

FIBERS & YARNS (on page 307)

CARIAGGI

LUXURY AND AESTHETICS

A natural paradise, unique in all the world, has given rise to

an extremely pure wool which Cariaggi is transforming into

enchanting yarns

Cariaggi confirmed successfully a ten years major deal with

the New Zealand Merino Company enabling them to purchase

merino wool certified by the prestigious ZQue label, guaranteeing

the provenance of the wool and the presence of all the

technical and ethical characteristics which render it unique in

the entire world. As a matter of fact, the merino wool utilized

by Cariaggi comes from sheep that are raised in the immediate

vicinity of the Pukaki, Tekapo and Wanaka lakes, splendid alpine

lakes located in the South of New Zealand. Crystal-clear,

pure water, pristine meadows and fresh, clean air that is free

of any sort of pollution ensure that an ancient variety of sheep,

the Merinos, introduced to this land in the eighteenth century,

is able to enjoy an ideal environment for the development

of an especially white fiber boasting very special properties.

Moreover, the open-pasture raising method and the genuine

concern with the well-being of the animals generate a positive

tone, a constructive frame of mind, which also benefits the social

and economic context of the local communities.

New Zealand’s excellent ZQue Merino wool is distinguish by

its exceptionally white, brilliant fiber, providing unlimited opportunities

in terms of product and color, boasting a low level

of vegetal contamination and fiber contamination in general.

But the advantages don’t stop here. The fiber is also wonderfully

long, strong and extraordinarily elastic due to significant,

natural crimp. Thanks to this wool’s low coefficient of fiber

variation it is possible grade products with great precision

and accuracy, ensuring the levels of fineness desired. In conclusion,

this fiber is 100% free of the controversial mulesing

practice. Taken together, these exceptional properties have

enabled Cariaggi to come up with luxurious, new yarns whose

names represent an homage to the natural landscape in which

the sheep were raised: Pukaki (100% mercerized New Zealand

Merino, 2/48 gauge), a combed yarn obtained by means

of a special fiber treatment which imbues it with a silky, clean

appearance, with a soft, natural feel; and the Wanaka combed

wool yarn (90% mercerized New Zealand Merino and 10%

cashmere, 2/48 gauge).

FIBERS & YARNS (on page 308)

IAFIL

INTRODUCES PERINO

In partnership with Woolyarns, Iafil is bringing a luxurious

yarn from New Zealand to the international marketplace, a

product that is warm and incredibly lightweight

This marvelous item by Iafil - Industria Ambrosiana Filati

– for fall-winter 2018/2019 is a yarn produced in New Zealand:

Perino by Woolyarns, a yarn the Milan company has

been distributing on an exclusive basis since July of 2017,

constituting a compliment to its winter collection, featuring

alpaca, silk and cotton-cashmere blends or cotton together

with other luxury fibers.

Perino by Woolyarns is a blend of wool obtained from the

undercoat of the Brushtail Possum (tricosuro volpino) and

other luxury fibers, such as Fine Merino, silk and cashmere. A

lightweight blend that is also very warm, the result of years of

development and fine-tuning in a land that for us is the antipodes

of the world.

“All the Perino by Woolyarns products are generously imbued

with a rich sense of luxury: the feel of the yarns, the lightness,

the unique warmth provided by the Brushtail Possum fiber,”

explained Elena Salvaneschi, the head of marketing and communication

for the Milan company, of which she is the owner,

together with her brother, Stefano. The business agreement

recently signed is also (and perhaps primarily) a partnership

deal. Woolyarns, the manufacturer of Perino, is a family-owned

yarn mill headquartered in New Zealand. It has customized its

wool-spinning plant equipment in order to make it capable of

producing unique blends, bases of incredibly warm knit fabric,


ENGLISH TRANSLATION

capable of guaranteeing breathability and a very low likelihood

of vexing pilling. Woolyarns is a company that devotes considerable

resources to research and development when it comes to

its winter yarns. Iafil is a cotton manufacturer, capable of producing

excellent cotton-based yarns. With the signing of this

agreement we have given greater weight and structure to our

winter collection. Woolyarns has found someone who can position

it in the upper end area of the marketplace with credibility

and this is its target. Together we will be able to have a more

complete idea of all the possibilities offered by this wonderful

yarn, boasting a host of unique technical properties.”

The sweaters made from Perino by Woolyarns yarns feature

a fabric that actually breathes. The Brushtail Possum fibers

boast a comples structure, composed of an inner part (the

cortex) which holds water and an external part (the cuticle).

The distinctive conformation of the fiber, featuring a hollow

structure, provides natural transpiration qualities, which,

along with the natural water-repellent properties, improve the

sense of comfort for the wearer of any garment made from this

remarkable material.

Garments made from this material display perfect thermal

insulation capacity as the air trapped inside the hollow Brushtail

Possum fibers ensure elevated levels of insulation, keeping

the body temperature constant without compromising the

transpiration properties of the garments being worn. The knit

fabric thus optimizes the human body’s natural heat-regulating

abilities, thus promoting an enhanced sense of well-being.

Independent tests have demonstrated that the Brushtail Possum

fibers are actually 55% warmer than Merino wool and

35% warmer than cashmere fabrics of the same weight and

knit structure.

The yarns produced by Perino and Woolyarns are extremely

soft. This is due to the uniquely tapered woolen fibers of the

Brushtail Possum, which measure a mere 1-2 microns at the

tip: a measurement that is a far cry from the 30 microns established

by Australia’s own Commonwealth Scientific and Industrial

Research Organization (CSIRO) as the safe threshold

for not causing itching when in contact with human skin.

They also display high resistance to pilling: as a matter of fact,

the individual fibers of the remarkable Brushtail Possum wool

feature a rounded scale structure which enables them to delicately

overlay one another rather than catching against one

another and thus causing pilling.

Perino is a yarn that vaunts high levels of environmental sustainability,

a value that is fundamental in a country like New

Zealand, famous for its green reputation. And this commitment

is enthusiastically shared by Iafil, which has been carrying

out sustainable manufacturing practices for years as an

integral part of its unflagging quest for quality.

The Perino by Woolyarns yarns, like all the fine products in

the winter collection of Iafil, are available on a Stock Service

basis, with ample warehouse facilities at the company’s Milan

plant in order to satisfy all the needs and requirements of its

customers during the period when they are developing their

collection. They are broken down into 3 product lines:

Cirrus: 40% cashmere, 40% Brushtail Possum, 20% Mulberry

silk. Nm 2/28 (13 colors) and 2/36 (5 colori). For the

winter season this exclusive yarn has seen a repositioning of

its color range, with a focus on more classic, timeless tones

in a palette that also offers light and luminous colors thanks

to a de-coloring operation prior to dyeing the fine Brushtail

Possum wool (naturally grey), a technique which has made it

possible to achieve the more subtle, soft nuances requested by

the world of fashion.

Nimbus: 65% fine merino, 25% Brushtail Possum, 10% Mulberry

silk. Nm 2/28 (20 colors) and Nm 2/18 (8 colors). Along

with the most classic colors, the chromatic palette also includes

bright, sporty tones, perfect for youthful and athliesure

accessories.

Alto: 70% merino ZQ, 30% Brushtail Possum. Nm 2/28. With

its Merino ZQ blend, Alto demonstrates itself to represent a

further step toward the goal of sustainability and traceability:

indeed, Merino ZQ is produced in New Zealand in compliance

with specific, certified protocols which emphasize the

well-being of the animals, the quality of the environment and

social sustainability. A perfect synthesis of the sort of quality,

sustainability and credibility associated with New Zealand, its

values and reputation in the world.

FIBERS & YARNS (on page 310)

FILMAR

A COLOURFUL WORLD

Young fashion designers from all over the world proudly presented

their seasonal chromatic palettes, using the Colorama

web app

Filmar is a company with a solid past, but it is focused on

quality and technological innovation, goals which are pursued

in compliance with the principals of sustainable and ethical

development. In keeping with this worthy goal, the company

has introduced the Colorama Award, a competition intended

to inspire and encourage young design and fashion students

from all over the world when it comes to the development

of innovative, trendy color projects. The chromatic combinations

for fall-winter 18/19 were created thanks to Filmar’s

pioneering Colorama application, a free, modern and extremely

user-friendly service which boasts the added advantage

of constituting low environmental impact. It was created

by Filmar for those who use it yarns, people who may access

the web app from the Filmar site and then proceed to elaborate

their color combinations for knit and hosiery products. A

huge number of proposals were received, demonstrating the

intense commitment on the part of the young people in the

task of creating original color combinations and moodboards.

From among these outstanding students, the panel of judges,

composed of Barbara Pietrasanta, Eleonora Fiorani, Sara

Magro, Nicola Luccarini and Marco Marzoli, the managing

director of Filmar, selected as the winner of the competition

was the Denmark’s Design Kolding School, with a project by

Maria Viftrup.

The presentation of the award took place during the course

of the recent di Pitti Filati 81 fair. The competition’s winning

chromatic proposal had been inspired by the realm of bioplastics,

algae, fungus and bacteria, a rich and promising universe,

destined to become fundamental for the sustainable development

of humanity. Experiments with these cutting-edge materials

has led to the discovery of unprecedented new colors

and previously untried combinations, the exciting tones that

constitute a palette that is organic, original and futuristic all

at the same time.

Currently, Filmar is eagerly gearing up for the launching of the

second edition of the Colorama Award.


ANDREA GIANOLLA

DAL MODELLISMO

D’ABBIGLIAMENTO

ALLA

MAGLIERIA

Consigli pratici per seguire sagomature difficili

PRENOTA ORA

LA TUA COPIA!

Scrivi a

abbonamenti@editorialemoda.com

oppure chiama lo

059/342001

Da una conoscenza tacita ad una conoscenza esplicita:

elementi per comprendere, organizzare e svolgere le attività di

modellista di maglieria in trama sagomata (diminuita o calata)

KNITWEAR MAGLIERIA TRICOT

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!