rivista nro 6 / ITALIANO

revistacci

SCUOLE CCI

La rivista

SCUOLE

CCI

VISITA DI PROFESSORI STRANIERI

Nos cuentan su experiencia en SCUOLE CCI

OLIMPÍADI DE MATEMATICA

Ñandú y OMA - finalistas nacionales

ACIAU - GEA 2017

CONCORSI INTERCOLEGIALES

SCUOLE ITALIANE

TORNEI SPORTIVI

Primi posti a Tornei Bonaerensi

e Giochi Della Gioventù

Esami INTERNACIONALI

di Lingua inglese

VIAGGI EDUCATIVI

Mendoza / Puerto Madryn / Entre Rios

IADE COUNSELING

Carreras de Counseling y

Periodismo

Introducción di materiali

Montessori

6

Novembre

2017


SCUOLE

CCI

CONSIGLIO

DIRETTIVO

Presidente

Dott. Michele D’Angelo

Vice-Presidente

Dott. Rubén Bordón

Segretario

Roberto Pessotto

Pro-Segretario

Yandira Prieto de Sueldo

Tesoriere

C.P. Miguel Della Savia

Pro-Tesoruere

Eugenio Palermo

Consiglieri Titolari: Omar Udovicich,

José Minicucci, Alberto Cicconetti,

Prof. Norma Gandolfo,

Arq. Ricardo Cappetto, Arq. Oscar

Lospennato.

Consiglieri Supplenti: Dr. Christian

Albor, Teresa Salas, Orfelia

Fressone,

Organo Controlo: Gatti Carlos

(Titolare), Domingo Cavuti,

Eduardo Hugo Palermo (Supplenti)

STAFF

Admministrazione Generale

C.P. Roxana Porta

Segretaría Consiglio Direttivo

Dra. Andrea Franco

Responsabile Admministrazione

Lic. Gabriela Gramajo

Acquisti e Manutenzione

María Guevara

Communicazione institucionale

Dis. Liliana Sangiorgi

Traduzione:

Prof. Rino Papotti

Contatto rivista

comunicacci@gmail.com

CONTATTO

APPUNTI DA QUESTO NUMERO

03

04

05

06

07

08

09

10

11

12

14

EDITORIALE

Esami di inglese a SCUOLE CCI

DOCENTI ITALIANI NATIVI /

Valentina Timpani

Visita dei Proffesori Stranieri

MARIJKE LEMMERMAN

Scrive da Países Bajos

VIAJE DE INMERSION EN INGLÉS

BERNARD SMITH

scrive da Gales

GEA 2017

Grande incontro ACIAU

OLIMPÍADI DI MATEMATICA

MATERIALI MONTESSORI

TORNEI BONAERENSI

15 GIOCHI DELLA GIOVENTÙ

16

17

18

20

VIAGGIO A MENDOZA

Intercambio SIM

Livello Superiore

Departamento di Informatica

info@cci.edu.ar

www.cci.edu.ar

scuole cci

ccitv


Stiamo ormai terminando l’anno scolastico,

periodo di esami, eventi, saluti, e stiamo facendo

un bilancio di quanto realizzato e pensando ai

futuri progetti.

Dr. Michele D’Angelo

Presidente Scuole CCI

Questo 2017 sarà ricordato per il definitivo recupero

di due centri educativi molto importanti

per la comunità. La scuola Edmondo De

Amicis, con una storia di 150 anni, oggi è ormai

consolidata all’interno del gruppo educativo

SCUOLE CCI e con un futuro enorme, dato che

risponde alle necessità di una parte della popolazioe

che riconosce il valore dell’educazione italiana.

L’altra sede recuperata è l’Istituto XX de

Junio, che attualmente conta oltre 800 alunni,

che hanno iniziato lo studio della lingua italiana

e, per il 2018, è prevista l’iscrizione di oltre 1000

alunni, secondo le domande ricevute.

Nel corso dell’anno abbiamo inaugurato la

nuova aula per gli esami internazionali di inglese,

conforme alle esigenze omologate dall’Università

di Cambridge, e presto la forniremo di

tutti gli strumenti tecnologici adeguati per

trasformarla in un Laboratorio per l’insegnamento

delle lingue straniere.

Una volta ancora voglio far risaltare l’appoggio

continuo di tutta la comunità educativa di

SCUOLE CCI: le famiglie che hanno rinnovato

l’iscrizione dei loro figli, i docenti che hanno dato

il meglio di sè, il personale non docente che ha

reso possibile il funzionamento corretto di

SCUOLE CCI ogni giorno, le autorità municipali

che hanno capito le nostre esigenze e le autorità

didattiche che ci accompagnano sempre, sia le

argentine come quelle italiane. E soprattutto

Dio, nostro Signore, che ci segue dandoci

forza giorno dopo giorno per portare avanti

questo bel compito che dura da ormai 59

anni.

Felici Feste e ci auguriamo di incontrarci tutti

di nuovo nel prossimo 2018!


exams time

at SCUOLE CCI

La nostra scuola ad Olivos è sede dell’Università di

Cambridge per gli studenti che sostengono KEY e PET

for Schools.

Il 18 novembre 25 alunni del 2º anno si sono presentati

al primo e 22 alunni del 3º anno al secondo.

Come ormai succede nelle nostre scuole, ci aspettimo

risultati di grande soddisfazione da tutti loro!

!

IGCSE EXAMS

UNIVERSIDAD DE

CAMBRIDGE

4

ket - pet

Universidad de

Cambridge

Gli studenti del 4º anno della secondaria delle sedi di

Olivos e di Villa Adelina possono sostenere gli esami

IGCSE in 4 materie: inglese, spagnolo, tecnologia dell’informazione

e della comunicazione e matematica.

Sono 33 alunni tra le due sedi:

19 sostengono soltanto l’esame di inglese.

13 intendono sostenere l’esame di inglese come prima lingua.

14 studenti del 6º anno della scuola secondaria termineranno i loro studi di inglese

sostenendo l’esame delle tre materie rimanenti che richiede l’Università di Cambridge

per ricevere il diploma ICE. Queste tre materie sono: letteratura, gestione ambientale

e chimica, storia.

Il 25 ottobre SCUOLE CCI ha ricevuto la visita del professore

inglese Mark Jennings, esaminatore mandato dal

Trinity College London, per valutare 19 dei nostri

studenti di 3ª media (2º anno di scuola secondaria) delle

tre sedi (Olivos, CABA e Villa Adelina) che si sono presentati

per sostenere gli esami GESE (Graded Ezamination

in Spoken English).

Di quali esami si tratta? Sono colloqui di 10 minuti con

un esaminatore di lingua madre su un tema scelto dallo

studente come punto di partenza per una conversazio-

GESE exams

TRINITY COLLEGE LONDON

ne nella quale si utilizza un vocabolario specifico a livello di esame.

Che cosa si valuta? Le abilità di comunicazione in lingua, vale a dire non solo quello che uno

studente sa, ma anche che cosa può fare con ciò che sa.

Questa è una nuova esperienza della quale il dipartimento di inglese è orgoglioso, poiché il

nostro poposito è quello di migliorare ed elevare il livello della lingua inglese nella nostra

scuola

Complimenti a tutti i nostri alunni che hanno deciso di sostenere gli esami!


Docentes italianos nativos

Mi sono sentita a casa già i primi giorni in cui, passeggiando per le strade dei quartieri Olivos e Villa

Adelina, quando ancora non potevo comunicare in castigliano e cercavo di farmi capire a gesti o con

poche parole, le persone mi chiedevano “de donde sos?”, con il sorriso compiaciuto di chi ha già una

risposta, e al mio “Italia”, quel sorriso diventava ancora più grande, mostrando rispetto nei miei confronti,

acquisito per nazionalità, e un attaccamento profondo alla mia terra, “porque mi abuelo era tano…” mi

dicevano (e dicono, perché mi succede ancora!) e poi lì ad ascoltare la storia di vita del cassiere al

supermercato, dell’autista sull’autobus o dell’impiegata alle poste, indistintamente, che con quegli occhi

pieni di lacrime rievocavano tempi di emigrazioni passate.

Da quei primi giorni mi sono fermata a Buenos Aires e prima che me ne accorgessi è trascorso quasi un

settennio! Penso a volte a quanto sia diverso a livello culturale e umano il nostro essere stranieri qui oggi,

essendo italiani, rispetto alle persone immigrate dai paesi limitrofi all’Argentina. Il mito della cultura e

della storia europea e il fatto che la popolazione della città di Buenos Aires si sia costruita a partire dagli

arrivi massivi di emigrati europei, dopo le dure e ingiuste perdite di parte del popolo americano, genera

ancora oggi pregiudizi che mi fanno sentire dalla parte dei privilegiati accolti a braccia aperte.

All’inizio sorprende i docenti appena arrivati il fatto che tanti studenti argentini per anni siano immersi

in un progetto di scuola paritaria italiana, studiando tutte le materie in una lingua che collegano a

qualche parte, a volte sbiadita, della loro storia familiare, nel tentativo, da parte delle famiglie, di mettere

in atto una sorta di congelamento delle origini. Per questo noi docenti italiani portiamo fin qui la nostra

lingua e la nostra esperienza di vita, e i bambini e le bambine, sempre in cerca di spiegazioni, a volte mi

chiedono: “maestra ma tu tutti i giorni quando esci da scuola, vai in Italia?”.

Dopo un po’ di tempo a scuola quasi tutti incominciamo a trasformare il nostro fare quotidiano in missione,

che oltre a essere quella di portare avanti il lavoro difficile per qualsiasi docente di crescere insieme

ai propri alunni, include quella di far parlare l’italiano correttamente e spontaneamente, in un clima

d’integrazione, senza appesantire con intellettualismi inutili il processo di crescita dei piccoli e grandi

argentini che frequentano la scuola.

L’obiettivo di questa missione non credo sia preservare con intento nazionalista la purezza di una cultura

di provenienza, ma credo abbia una ragione molto piú profonda, almeno per me, che ha a che fare con

la coerenza, valore di cui ogni azione pedagogica, e umana direi, dovrebbe essere impregnata. Coerenza

nel trasmettere un sentire culturale più che una cultura a ogni essere che accompagna noi docenti in

classe quotidianamente, rendere evidente il fatto che tutto ciò che stiamo condividendo con loro ha per

noi un senso profondo, che il mondo è grande ed eterogeneo e che la diversità ha un valore positivo

preziosissimo. Far sentire ai nostri alunni che se la loro famiglia ha scelto questo progetto c’è una

ragione che ha l’importanza di un grande regalo; la ragione per cui loro sono in questa scuola e non in

un’altra, per cui hanno incontrato me e non un’altra maestra, potremmo simbolicamente rappresentarla

con una pietra preziosa che non smette mai di brillare e dovrebbe guidarci con la sua luce lungo tutto il

viaggio insieme.

in ciò che un ordine sociale prestabilito vuole che siano.

Non perdere di vista per nessuna ragione il fatto che la scuola può essere tale solo se si autoconsidera

comunità coesa, spazio di autoconoscenza in un gruppo, in cui la cooperazione tra maestri, alunni e

famiglie è uno strumento fondamentale. Solo così i bambini potranno sentire un forte senso di appartenenza.

Per questo ammiro lo sforzo enorme da parte delle persone che credono in questa scuola, delle direttrici

e di alcuni colleghi, nel proteggere la continuitá dei progetti e la perseveranza nel lavoro con obiettivi

specifici; solo concedendoci il tempo necessario e gli spazi idonei, oltre a tanta fiducia, tanta imprescindibile

fiducia, è possibile crescere e cambiare autenticamente e insieme

Valentina Timpani,

maestra calabresa de la scuola primaria de

Olivos, que éste año tiene el placer de estar

acompañada de los chicos de la “terza A”

5

(nota completa en italiano y castellano

en nuestra web: www.cci.edu.ar)


VISITA DI PROFESSORI STRANIERI

Durante il mese di agosto la prof.ssa Mareijke Lemmerman, dei Paesi Bassi, e il prof.

Bernard Smith, del Regno Unito, hanno accompagnato il dipartimento di inglese per

approfondire il lavoro che si realizza nelle SCUOLE CCI per lo studio della lingua e della

letteratura inglese in tutte le nostre sedi.

Durante questi incontri è stato valutato il progresso individuale nell’apprendimento,

tenendo conto del grado della fluidità e della pronuncia della lingua.

Anche gli studenti del 1º anno hanno fatto esercizi in

funzione degli esami KET per le scuole (Università di

Cambridge)

Gli studenti del 2º anno hanno praticato gli esami

GESE (Trinity College London)

Gli studenti del 3º anno sono intervenuti nelle interviste

per il PET per le scuole (Università di Cambridge).

Sono state, inoltre, lette le poesie che sono incluse nel

programa di letteratura per l’esame IGCSE (Università

di Cambridge) che gli studenti devono presentare

nel programa dell’ultimo anno della scuola secondaria.

Tutti gli studenti del 4º, 5º e 6º anno hanno sostenuto

interviste individuali e in gruppo potendo così condividere

con professori di linguamadre le loro conoscenze

di inglese.

In questo modo la visita dei

professori ha permesso al

Dipartimento di inglese di

ottenere una valutazione

spontanea sul lavoro che

realizziamo quotidianamente

nelle classi.

56


Marijke Lemmerman-van de Worp

nos escribe desde Países Bajos

In August 2017 I was welcomed at the four schools of Centro

Culturale Italiano as a teacher of English language and literature.

It was the third year I worked with students on literature,

such as the Merchant of Venice by William Shakespeare, but this

year the main focus was on the Romantic poets William

Wordsworth and John Keats, who need to be studied for the

IGCSEs . In addition I practised conversation for the Cambridge

exams, which I have experience with as a teacher of the Cambridge

Advanced English course and training as an examiner.

English literature is my passion, so I love sharing this with the

students at Olivos, Villa Adelina and Edmondo de Amicis. I was

quite impressed with the feedback given by the students both

in written assignments and in class and I really hope this will

help to improve the preparation for the IGCSEs as well as

promote an interest in English literature.

Speaking practice is always a rewarding exercise, especially for

students who experience conversation in the English language as

rather challenging. Having been given the time to practise in

pairs or small groups, students gradually overcame their initial

shyness to talk. Hopefully they experienced these sessions as a

more natural and relaxed environment than a classroom

situation. I think my suggestions on how to make the most of

the topics that are discussed in an exam situation will be

helpful.

For me working in Buenos Airess as an English teacher has

been a most enjoyable and memorable experience thanks to the

friendly and welcoming students and members of staff of C.C.I..

I was impressed with the way my colleague Bernard Smith and

I were made to feel part of the British Department. Compliments

to the English teachers at C.C.I. for their enthusiasm and

commitment and doing an excellent job. It was our task to

provide extra individual conversation practice and for me to

help out with the extensive literature curriculum.

I would like to thank the management and staff of Centro

Culturale Italiano for giving me the opportunity to offer my

share in developing the students’ speaking skills and literary

awareness. A great thank you to all the students I worked with:

keep up the good work and all the best!

Marijke Lemmerman

(original letter at our website: www.cci.edu.ar)


viaje de Inmersion en ingles

Colon //Entre Rios)

Il viaggio di immersione nell’inglese a Colón (Entre

Rios) ha come obiettivo l’approfondimento e

l’intensificazione del livello di formazione nella

lingua e allo stesso tempo si studiano la flora e la

fauna della zona, avvicinando i nostri studenti a

conoscere la vita delle famiglie che emigrarono in

queste terre.

La visita al Palacio San José è una esposizione di

una parte della nostra storia ed è illustrata

attraverso il cammino nelle diverse parti del

museo e del palazzo.

Puerto Madryn

L’uscita educativa a Puerto Madryn ha l’obiettivo

di formare gli studenti con conoscenze

solide e con pensiero critico in relazione all’ambiente

e alle risorse naturali. Allo stesso tempo

viene stimolato lo studio della lingua inglese

per preparare gli studenti al Progetto Educativo

Istituzionale inserendolo in un mondo in cui

convivono diverse culture.

Rinforzare i contenuti delle diverse aree

coinvolte, tra le quali le scienze, l’inclusione

sociale, il riconoscere e il valorizzare le risorse

turistiche, storiche e naturali della città.

8


Bernard Smith nos escribe desde Gales

Many of you who read this will already know something of my

background and of how I came to be involved with the CCI

schools in Buenos Aires. However, for those of you who have

forgotten or who don’t know I shall set out the pattern of

events. In 1965 I went to the Netherlands on a student

exchange programme. It was on that occasion that I first met

Marijke van de Worp (as she was before she married) along

with many of her friends. Marijke and I kept in touch for

several years but then lost contact. Also around 1965 I started

my GCE Advanced Level subjects at school, one of which was

Geography. It happened that the specialist area of study that

year was the continent of South America. I became so interested

in South America that I determined one day I would make

a visit. Finally in the year 2000 I travelled for 6 weeks from

Rio de Janeiro to Lima, passing through Foz do Iguassu (with a

one day visit to the Argentinean side of the falls), Paraguay and

Bolivia. Then again in 2003 I travelled for 7 weeks from Quito

to Cape Horn, including several days in Argentina. About 7

years ago as a result of a chance meeting by one of my brothers

with a friend of Marijke she and I met up again. Through an

Italian contact of hers, Marijke became involved with CCI in

Buenos Aires. With my love of South America I had no hesitation

a couple of years ago when Marijke asked if I would be

interested in working in the schools. Last year I led a drama

programme. It was so encouraging to see the students I worked

with producing scripts and acting on stage with English dialogue.

I was therefore delighted to be invited back earlier this

year with an emphasis on helping students with their preparation

for the oral exams set by Trinity College London and

Cambridge University. Imagine how I felt when I heard that all

19 entrants had passed the Trinity exams, with many achieving

“Distinction” or “Merit”. I believe that the Cambridge exams

have not been taken at the time of writing. My recent visit also

included being invited to join the school trip to Puerto Madryn.

It was a most exhilarating experience, especially to be with the

pupils outside the school environment and for those who

wanted to chat to me to be able to without feeling under any

pressure. As I have said to many of the pupils, I have been very

privileged in my life and have had so many opportunities given

to me. Now, it is time for me to give something back to

society. In today’s world it has become essential to have English

as a second language if it is not your first. If I can help someone

improve their English then I am very happy. Thank you all

for everything that I have gained in getting to know you and

hopefully we shall meet again.

Bernard Smith

(carta original en inglés en nuestra web: www.cci.edu.ar)


GEA

2017

Grande incontro annuale ACIAU

Villa Giardino/Córdoba

Una numerosa delegazione di studenti del 4º e del 5º anno della

scuola primaria, personale direttivo e docenti delle SCUOLE CCI delle

sedi di olivos, Villa Adelina, CABA e San Isidro hanno partecipato all’incontro

organizzato, come tutti gli anni, dall’ACIAU (Associazione dei

Collegi Italiani di Argentina ed Uruguay).

L’evento si è svolto dal 23 al 27 ottobre nella città di Villa Giardino, nella provincia di

Cordoba.

Sono state giornate sportive che hanno incluso attività di atletica, calcio, hockey e

pallavolo. Erano presenti le seguenti istituzioni scolastiche:

{

Giosuè Carducci de Tucumán

Dante Alighieri de Santa Fe

Ugo Foscolo de Buenos Aires

Michelangelo de Paraná,

Edmondo De Amicis de Rosario

Scuola XXI aprile de Mendoza.

Vi hanno partecipato alunni della scuola primaria e secondaria che si sono distinti per

la loro partecipazione al Concorso Letterario, che si era svolto prima di questo

incontro. Essi fecero parte del laboratorio con proposte creative in spagnolo, italiano

e inglese.

Inoltre alunni della scuola secondaria hanno concorso per poter arrivare alla fase

finale delle Olimpiadi di Matematica.

Altre attività svolte furono il Teatrino, con rappresentazioni artistiche di tutte le scuole,

la Doxa e il Laboratorio di Scienze.

Questa resulta una esperienza molto positiva, che offre la possibilità di interagire con

ragazzi di diverse località del Paese, di sfruttare un ambiente naturale molto rilassante

e di realizzare diverse attività che ottimizzano la convivenza tra gli studenti e rendono

possibile lo sviluppo dell’autonomia personale.

{

6


SCUOLE

Olimpiadi di matematica

Le Olimpiadi di matematica sono una competizione su problemi

matematici che hanno l’obiettivo di sviluppare la capacità di ragionamento

degli studenti di primaria e di secondaria, e sono organizzate

dalla Fondazione Olimpica di Matematica Argentina.

Le principali competizioni sono:

Olimpiadi di Matematica Argentine (OMA)

proposta per gli studenti dalla 2° primaria alla 1° media

Olimpiadi di Matematica Ñandú

proposta per gli studenti dalla 5° primaria alla 2° media

La partecipazione alle diverse gare è individuale.

Queste competizioni prevedono 5 fasi (tappe):

SCUOLE

CCI

La prima tappa è la gara interna di ogni scuola. La scuola

realizza la propria prova, composta di dieci domande a risposta

multipla. Per superare questa fase, i partecipanti devono

rispondere correttamente ad almeno cinque delle domande

proposte.

1.000.000

Finalistas NACIONALES sede OLIVOS: Santiago BARBICH

y Luciano GARBEROGLIO. Felicitaciones !

SCUOLE

Questi alunni passano alle fasi interscolastica, zonale e regionale.

Le prove si svolgono in scuole appartenenti alla regione

del partecipante, ma è la medesima che si realizza in tutto il

Paese. In ognuna di queste fasi, gli studenti sono valutati

attraverso tre problemi: essi devono risolverne almeno due per

passare alla tappa successiva.

CCI

Gli studenti che superano le tre tappe accedono alla fase nazionale,

nella quale studenti di tutto il Paese si riuniscono in una

città ospite e condividono una settimana di apprendimento

matematico.

Nella fase nazionale si svolgono due prove con tre problemi

ciascuna, e in base al risultato degli alunni vengono proclamati i

campioni. Durante questa settimana sono organizzati anche

giochi e attività di carattere matematico.

Gli studenti che raggiungono la fase nazionale possono classificarsi

per partecipare, nell’anno successivo, a speciali prove di

selezione per le olimpiadi internazionali.

Esiste anche una tappa intermedia, la gara provinciale, che si

realizza in alcune province del Paese prima della gara regionale.

È simile alla gara nazionale: ha la durata di tre giorni, ed è

costituita da un esame di tre problemi e un esame orale, e

attraverso questi vengono proclamati i campioni e i vicecampioni

provinciali e si assegnano le menzioni. Per poter

accedere a questa tappa gli studenti devono aver risolto

correttamente almeno cinque problemi dei sei richiesti nelle

gare interscolastiche e zonali, essendo questa tappa del

tutto indipendente dall’accesso alla gara regionale.

1.000.000

1.000.000

Finalistas NACIONALES sede VILLA ADELINA: Arianna

BRUNO e Irina DE PAZ PURATICH. Felicitaciones !

CCI

Finalistas NACIONALES sede C.A.B.A.: Lucía IRIART

CANEDO y Federico CROVARA SUBIA. Felicitaciones !


Materiales MONTESSORI

Già da due anni abbiamo iniziato un cammino

che poco a poco Colon ci ha dato la /Entre possibilità di Rios) approfondire

l’educazione Montessori. Il prof. Luciano

Mazzetti(*), esperto in questa pedagogia, ci ha

trasmesso i fondamenti e i principi che la sostengono,

risvegliando nel nostro gruppo ogni volta un maggiore

interesse e un maggiore entusiasmo per applicare alcuni

aspetti che, senza dubbio, arricchiranno il nostro progetto

educativo.

Mano a mano che conoscevamo meglio questa pedagogia, abbiamo cominciato

a riflettere sulle nostre azioni quotidiane e a scoprire quali strumenti

possiamo prendere della metodologia montessoriana per arricchire il nostro

lavoro.

All’interno di questo percorso ci siamo ritrovati in una fase di revisione e di

analisi dell’ambiente che offriamo ai nostri bambini, la riformulazione degli

spazi educativi, i ritmi e le azioni quotidiane. Allo stesso tempo abbiamo iniziato

un programma di formazione per l’inserimento di alcuni materiali Montessori

che la scuola ha acquistato in Italia e che già sono disponibili nelle nostre

sedi paritarie.

(*) Esperto nel mondo

dell’educazione e della pedagogía, il prof.

Mazzetti è un ricercatore universitario, presidente del Centro

Internazionale Montessori di Perugia dal 1987, e presidente di una

delle istituzioni educative nazionali e internazionali più prestigiose,

l’Opera Nazionale Montessori.

12


SCUOLE CCI

Más de 60 años de trayectoria educativa

COLEGIOS BICULTURALES TRILINGÜES

ELIJA INTEGRARLOS AL MUNDO

SCUOLE

CCI

INSCRIPCIONES

2018

4790-4148

A partir de los 18 meses

INGLÉS

ITALIANO

admision@cci.edu.ar

www.cci.edu.ar


2017 TORNEI BONAERENSI

Dal mese di giugno gli studenti di SCUOLE CCI partecirano alle diverse fasi

dei Tornei Bonaerensi con le squadre di pallavolo e di atletica maschile e

femminile.

Le fasi finali si sono disputate dal 30/9 al 5/10 nella città di Mar del Plata. Ci

siamo qualificati con 39 studenti della scuola secondaria delle sedi di

Villa Adelina e Olivos, che hanno rapopresentato SCUOLE CCI competendo

con le migliori squadre di tutta la provincia di Buenos Aires.

Anche se i risultati sportivi non sono la cosa più importante, visto che è la

ricerca di obiettivi di sviluppo e di superamento di sè è quello che realmente

fa la differenza a medio e a lungo tempo, in questa occasione non sarebbe

giusto non evidenziare il risultato delle squadre di pallavolo maschile SUB15

e SUB13.

Il SUB15 ha ottenuto il secondo posto e il SUB13 ha vinto il campionato

bonaerense, classificandosi per i giochi EVITA 2018, in cui gareggeranno

con le migliori squadre a livello nazionale.

11 14


Come tutti gli anni, SCUOLE CCI ha partecipato all’incontro sportivo GIOCHI

DELLA GIOVENTÙ tra le scuole italiane di Argentina, Cile e Uruguay, nei

giorni 6, 7 e 8 ottobre.

I nostri studenti delle sedi di Olivos e Villa Adelina si sono distinti per il loro

impegno sportivo, ottenendo i primi posti in ATLETICA (femminile e maschile)

e PALLAVOLO (femminile e maschile). Il quadro completo delle premiazioni

è disponibile nel nostro sito web: www.cci.edu.ar

Voglio congratularmi con le famiglie, per il comportamento dei loro figli e

anche per il loro stesso comportamento. Siamo soliti vedere e ascoltare di

attitudini non appropriate durante gli eventi sportivi. Vedere le tribune complete

e i ragazzi compiendo il massimo sforzo per la loro scuola senza mai

smettere di rispettare i principi e i valori di SCUOLE CCI è stata una cosa

realmente emozionante; non mi bastano le parole per ringraziarvi.

Grazie e applausi per tutti.

Prof. Santiago Bertini

Jefe de departamento de Educación Física

GIOCHI DELLA GIOVENTÙ


VIAGGIO A MENDOZA

La natura, il turismo d’avventura e le attività ludiche appaiono come i mezzi

migliori perché gli studenti continuino a costruire il proprio percorso di

conoscenza e scoprano quali sono i veri valori delle relazioni interpersonali.

Questo tipo di progetti ci dà la possibilità di accompagnare attività per

poter lavorare sui contenuti e gli obiettivi in forma progressiva:

Generare il senso di appartenenza ai

diversi gruppi e all’Istituzione

Valorizzare i prodotti della cooperazione

Accettare le differenze del livello di

abilità, di carattere, ecc.

Attenzione a se stessi e ai compagni nelle

attività che implicano un certo grado di

difficoltà.

Comprendere l’importanza della partecipazione

di tutti i membri del gruppo.

Interiorizzare l’importanza della pianificazione

di mete nella vita.

Apprendere a sentirsi bene nell’ambiente

naturale.

Gestirsi in modo autonomo in terreni di

montagna e nei boschi.

Questi sono alcuni degli obiettivi che

sono stati proposti nel viaggio a

Mendoza realizzato dai nostri

studenti di 2ª liceo (delle sedi di

Olivos e di Villa Adelina) nel rifugio di montagna dell’Università di Cuyo in

Vallecitos, Mendoza.

Prima della partenza sono state realizzate insieme con i docenti accompagnatori,

specialisti in esperienze di montagna, conversazioni sui temi che poi

sarebbero stati sviluppati sul campo, trasmettendo agli studenti una serie di

conoscenze e informazioni specifiche e necessarie per organizzare un’avventura

di questo tipo.

16


intercambio SIM

Gli alunni del 5º anno della scuola primaria SCUOLE CCI hanno partecipato alle due

tappe che hanno portato questo progetto alla sua 33ª edizione. La prima tappa

consiste nel ricevere la delegazione uruguaiana nelle nostre tre scuole, e la seconda,

nella quale gli alunni delle SCUOLE CCI viaggiano a Montevideo per essere

ospitati dalla comunità della Scuola Italiana di Montevideo (SIM).

Durante entrambe le tappe gli alunni frequentano regolarmente le lezioni corrispondenti

alla loro classe nella scuola che li ospita, condividendo tutte le normali attività

previste, inclusa un’uscita didattica con l’obiettivo di capire la realtà culturale e

sociale del Paese ospite. Questa esperienza di apprendimento vivo contribuisce a

proporre il legame tra la conoscenza e la realtà dell’ambiente.

Rendere possibile agli alunni lo sviluppo delle capacità multilinguistiche con

la partecipazione a esperienze di teatro in italiano e attività in inglese.

Offrire le condizioni perchè l’alunno abbia una visione più universale della

cultura penetrando nella realtà sociale, storica e geografica dell’altro Paese

attraverso un cammino nella città e il contatto con le persone del luogo.

Conoscere una cultura diversa, entrando nel contesto di una famiglia che lo

riceve e lo ospita, per acquisire strumenti per riflettere e valutare da solo il

proprio contesto sociale.

Risvegliare una coscienza più ampia di fratellanza fra i popoli, di solidarietà

umana e dell’autentico essere cittadino del mondo, pilastri integrali per la

vita di oggi.

Senza dubbio sono esperienze che accompagnano la crescita e promuovono

la creazione di legami sociali che durano nel tempo.

Ringraziamo enormemente le famiglie di SCUOLE CCI, e le famiglie

uruguaiane per aver fatto parte di questa proposta, offrendo la possibilità

ai loro figli di rendere concreta un’esperienza tanto ricca.

.


Dr. Rubén C. Bordón

Vicepresidente Scuole CCI

Ex Director del Centro Universitario

de Vicente López-CUViL (CUV)

Especialista en Derecho de Familia

Postg. en Políticas Educativas Universitarias

L’Istituto di insegnamento superiore

Un SOGNO

Questo anno è importante per la comunità di SCUOLE

CCI. Una delle sue sedi, una delle più giovani per noi,

ma la più antica del Paese per l’italianità, compie 150

anni. Storia di valori, di lavoro, di sforzo e di studio, che

le ha permesso di mantenere legami con le sue radici,

proiettandosi nel futuro, in una terra che li ha accolti

come propri figli. L’anno 2018 segna un’altra pietra

miliare, i 60 anni del Centro Culturale Italiano – sede di

Olivos.

Da lì sono nate tutte le scuole che formano parte di

SCUOLE CCI, con eccellenza accademica in tutti i livelli,

e tutte distintesi per la qualità che ha permesso loro di

percorrere gli anni in maniera nobile e con una crescita

sostenuta.

Oggi stiamo assistendo alla crescita di un nuovo livello di educazione, quello dell’Insegnamento

Superiore (IESCCI), con la Formazione Tecnica in Consulenza Psicologica

– Counceling (sedi di San Isidro e C.A.B.A.) e con il Giornalismo (sede di San

Isidro), stiamo formando professionisti di valore.

A partire dall’anno 2018 gli studenti che escono dal corso di Counceling, di entrambe

le sedi, potranno accedere agli studi di Licenziatura in Psicologia, secondo l’Accordo

Quadro sottoscritto con l’Università John F. Kennedy.

Nel corso di giornalismo stiamo aprendo corsi di specializzazione in giornalismo

digitale e siamo oggi i referenti in questo campo e come tali invitati alla giornata di

giornalismo mobile del 28 novembre nella sede USAL, nell’av. Callao 835 CABA, con

personalità del nostro Paese e straniere.

Allo stesso modo nel IESCCI verranno proposti corsi di base di oratoria e fonetica, per

offrire strumenti in più a tutte le professioni che lo richiedano.

A questa offerta abbiamo aggiunto il corso di Design del Prodotto e della Comunicazione,

proposto dall’Università di Genova che ha scelto SCUOLE CCI come il

vettore accademico in Argentina per offrire il corso sopra indicato.

È così che il Dipartimento di ampliamente accademico ha aperto le sue porte per

offrire corsi di lingua (italiano e inglese) per adulti, studenti e no.

È un immenso orgoglio vedere come i nostri studenti e professori collaborano per il

raggiungimento di questo obiettivo e per questo voglio ringraziarli tutti in questo

momento.

E infine poter dire che è una carezza nell’anima vedere che quegli alunni della scuola

dell’infanzia di oggi potranno un giorno essere professionisti usciti dal nostro Istituto

di Insegnamento Superiore.

Grazie a tutti quelli che hanno fatto e fanno delle SCUOLE CCI una istituzione educativa

di eccellenza

18


Instituto Superior

de Ensenanza ñ

DISEÑO INDUSTRIAL

Design del Prodotto e della Comunicazione

Carrera universitaria de la UNIV. DE GÉNOVA (ITALIA)

COUNSELING

sede C.A.B.A / SAN ISIDRO

Convenio académico con Univ. F.Kennedy

PERIODISMO

sede SAN ISIDRO

Títulos Oficiales con Validéz Nacional

SCUOLE

CCI

INSCRIPCIÓN

2018

admision@cci.edu.ar

www.cci.edu.ar

SEDE SAN ISIDRO

4743-8764 / 7020 int.: 23

(Horario de atención de lunes a jueves

de 18:30 a 22.00 hs)

3 de Febrero 375, San Isidro

SEDE C.A.B.A.

4963-9467/4703-4817

(Horario de atención de martes a jueves

de 18:30 a 22.00 hs)

Gral. Lucio Masilla 2765, C.A.B.A.


Departamento de InforMAtica

La ristrutturazione delle sale di informatica del livello primario e secondario

hanno portato i seguenti benefici:

L’utilizzo delle macchine al completo durante tutta la giornata scolastica

senza nessuna interruzione per problema tecnici consente un ottimo svolgimento

di tutte le attività programmate.

Un maggiore giovamento dei compiti proposti dai docenti, per la velocità di

risposta delle macchine.

La disponibilità delle sale con la totalità delle macchine in uso permette una

migliore distribuzione delle attività degli alunni.

La nuova struttura lelle sale permette un aumento del numero delle macchine

favorendo in questo modo l’attenzione e la partecipazione della classe.

SCUOLE

SCUOLE

CCI

CABA - San Isidro - Olivos - Villa Adelina

Más de 60 años de trayectoria educativa

CURSOS DE ITALIANO PARA ADULTOS

Certificaciones internacionales

Becas de estudio en Perugia (Italia)

Cursos intensivos para viajeros

COMIENZA EN MARZO/ABRIL

4790 - 4148

SCUOLE CCI

www.cci.edu.ar

italianoadultoscci@yahoo.it

Centro Cultural Italiano Scuole

2018

INSCRIPCIÓN


SCUOLE

CCI

Scuole CCI

EGRESADOS 2017

Scuola Alessandro Manzoni

AGAMBE Giulia Bianca, ALFONSO Melina Aylen, ANDRADE Luciana Belen,

BENEDETTE CUPPI Milagros, CASSESE Stefano Pablo, CODONI Nicolas

Hugo, COLETTA Candela Luciana, FALAGAN Lautaro Matias, GONZALEZ

Paulina Clara, HARTKOPF Tomas Jorge, JEREB Magali Ailen, LUCCHIARI

Camila Belen, MARTINA Pedro, OLIVERA Juan Martin, PEZZUCHI Micaela,

QUAGLIATINI Marco Enzo, ROSA Angela Ines, RUIZ Paloma, SCHNEIDER

Catherine, ZORZI Fiamma

More magazines by this user
Similar magazines