Views
10 months ago

ilovepdf_merged-copy-1-ilovepdf-compressed

CARCARE Cultura al

CARCARE Cultura al centro per "Oltre", "Fai vincere Carcare" si presenta I fondatori del comitato sono Chiara Bertoli, Claudio Gallo, Gino Guastamacchia, Massimo Marini, Rodolfo Mirri, Giorgio Sobrero e Marina Zanini. Arianna Ghi CARCARE Il servizio scolastico e formativo a Carcare continua ad essere un’eccellenza territoriale, in modo particolare per la sua completezza. Scuole di ogni ordine e grado rappresentano un potenziale di offerta con le indiscutibili caratteristiche della modernità. Non mancano infatti, sul territorio comunale, strutture e soggetti sia pubblici sia privati che operano puntualmente con servizi indirizzati ad una fascia di età da zero a diciannove anni. Il Comitato Elettorale OLTRE nelle ultime settimane ha eseguito sopralluoghi e indagini informative, volte a conoscere lo stato dell’arte in tale settore. Nel merito è intervenuto l’avvocato Alberto Bonifacino: «In tale settore, l’impegno delle amministrazioni comunali, tutte senza distinzione alcuna, è sempre stato all’altezza delle situazioni. Gli investimenti a favore delle strutture scolastiche non sono mai mancati, anche e soprattutto negli ultimi anni, caratterizzati da congiunture economiche sfavorevoli. Le amministrazioni comunali che investono in formazione e nel perfezionamento delle strutture che ospitano i poli scolastici, soprattutto se comprensoriali come quello carcarese, guardano al presente Seminario tematico IGP “Vitelloni Piemontesi”: resoconto dell'incontro CARCARE - Particolare attenzione alla promozione del territorio dell'entroterra e delle sue risorse agroforestali. L'assessorato alle attività produttive ha organizzato, in collaborazione con la Camera di Commercio della Riviera Ligure, un seminario tematico dedicato ad un importante riconoscimento IGP. Nel 2009 a Bruxelles, nelle sedi competenti dell’Unione Europea, prendeva forma un iter amministrativo per il riconoscimento del marchio IGP (indicazione geografica protetta) per i “Vitelloni Piemontesi della Coscia”. Durante i mesi di Giugno e Luglio dell’anno appena e al futuro non solo della propria cittadinanza». Tra le proposte del Comitato Oltre non manca la possibilità di impegnare le strutture scolastiche e sportive per scopi di perfezionamento formativo anche nel periodo estivo. Afferma Christian De Vecchi: «Durante i tre mesi di pausa estiva, in termini complementari, potrebbe essere promossa l’offerta di servizi formativi scolastici integrativi, secondo un regime di convenzione, da affidarsi con bando rivolto a soggetti idonei ed interessati, contestualmente ad una rimodulazione degli orari delle strutture comunali dedicate, incluse quelle ludico e sportive, senza, ovviamente, trascurare eventuali attività di volontariato formativo. Formazione di qualità in strutture di qualità, da zero a 19 anni, per dodici mesi l’anno, è l’obiettivo che possiamo e vogliamo raggiungere». Nel frattempo sul fronte opposto il Partito Democratico costituisce il proprio comitato elettorale con denominazione “Fai vincere CARCARE”. Aggregazione di forze civiche, culturali e politiche con l’obiettivo di avviare un progetto amministrativo in vista delle prossime elezioni comunali della primavera 2018. Il Comitato nasce dal presupposto che a Carcare si avverte in maniera diffusa la necessità di riacquisire un trascorso, la Commissione Europea rendeva noto mediante la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale UE del regolamento di esecuzione n°2017/703. Tale atto ufficializzava l’iscrizione della pregiata carne bovina nell’elenco delle specialità alimentari tutelate dall’Unione Europea. L’appuntamento è stato lunedì 15 Gennaio 2018, insieme al Presidente della Camera di Commercio Luciano Pasquale e al Vicedirettore del COALVI Giuseppe Franco con interventi di agronomi ed esperti del settore allevamento. L'assessore Christian De Vecchi, tra i relatori del seminario, ha rappresentato insieme al Sindaco Bologna il Comune di Carcare, promotore dell'iniziativa. Scrive così sui social: “Ringraziamo ruolo strategico della città sul piano dell’immagine e sostanziale con la capacità di elaborare progetti e proposte innovative assenti negli ultimi nove anni di gestione amministrativa. I promotori del Comitato considerano la Lista Civica lo strumento più idoneo per facilitare il confronto, la partecipazione ed il coinvolgimento dei Cittadini sui problemi di Carcare per costruire un’alternativa all’attuale inadeguata e maldestra amministrazione. Il Comitato ha in programma l’immediato coinvolgimento del maggior numero di Cittadini sulla proposta-progetto organizzando riunioni aperte al confronto e all’elaborazione programmatica dei temi rilevanti per la Comunità Carcarese. I fondatori del Comitato Elettorale “Fai vincere CARCARE” sono: Chiara Bertoli, Claudio Gallo, Gino Guastamacchia, Massimo Marini, Rodolfo Mirri, Giorgio Sobrero e Marina Zanini. Errata corrige Facendo riferimento al precedente numero (pag. 9): i candidati della Lista Civica di Carcare non sottolineavano un disinteresse alla politica nazionale, ma evidenziavano la loro libertà di scelta. È evidente che il segretario Pd Rodolfo Mirri farà la campagna elettorale per il Pd precisando che i componenti della futura lista civica hanno la libertà di votare chi meglio rappresenta loro. Anche perché una Lista Civica comprende le diverse espressioni della società civile. tutti coloro che hanno scelto Carcare e il tema del "seminario tematico" proposto, per averci onorato con la loro partecipazione. Grazie in primo luogo agli Allevatori, alle autorità tutte, alle associazione di categoria, ai consorzi liguri e piemontesi, ai giornalisti, al pubblico, all'equipe di Valbormida Formazione. Nonché tutti coloro che ho dimenticato. Grazie anche ai relatori: agronomi Giuseppe Franco, Franco Stumpo, Walter Orsi, Giovanni Minuto, Vincenzo Bertino (confcommercio), Franco Bologna (sindaco di Carcare), Luciano Pasquale (Camere di Commercio Riviere Ligure)”. A.G. Martedì 23 Gennaio 2018 - Anno 4 - N° 3 TRADIZIONI 9 Una serata a tema occitano Appuntamento a in paese per venerdì 26 gennaio presso il teatrino Piazza della Chiesa con Luca Pellegrino, artigiano di musica, cantante polistrumentista e racconta storie. Sarà una festa popolare occitana con canti, danze e storie che si tramandano da centinaia di anni. Si potranno conoscere e ascoltare molti strumenti della cultura occitana, come l’organetto, la cornamusa e la ghironda. Le danze occitaniche, le danze tradizionali in uso nelle valli occitaniche d'Italia, sono, insieme alla lingua e alla religione, un elemento fondamentale d'aggregazione per la comunità locale. Vengono ballate tuttora, prevalentemente nei territorî occitanici del Piemonte, in quasi tutte le occasioni festive, e sono ben conosciute anche fuori dai confini delle valli occitaniche italiane. Il territorio impervio e le difficoltà di spostamento dei tempi andati hanno fatto sí che ogni valle abbia conservato le proprie melodie ed i propri balli, differenti per passi e per ischemi da quelli delle vallate contigue. Gli strumenti usati sono quelli tradizionali, come la fisarmonica cromatica a bottoni, il clarinetto, il violino, l'organetto, la ghironda, la fisarmonica semidiatonica con pinfre (strumenti a fiato vari) e l'armonica a bocca. A.G. "Amore e orrore in un'unica notte" ne "La notte del Liceo Linguistico" CARCARE - L’amore e l’orrore. Sentimenti forti, emozioni contrastanti in una serata ricca di sorprese e colpi di teatro. E’ questo il tema de “La notte del Liceo Linguistico”, che i ragazzi del Calasanzio presenteranno venerdì 26 gennaio nello storico istituto carcarese. Un viaggio che inizierà alle 20.30 dall’aula magna, dove ad accogliere il pubblico ci sarà uno spaventoso padrone di casa, Frankestein. Un viaggio a tappe che ci riporterà indietro nel tempo, tra il XVIII e il XIX secolo, risultando sorprendente, coinvolgente e palpitante. Un viaggio nel Romanticismo che toccherà diversi paesi, che rappresenterà vere icone del movimento irrazionale diffusosi in tutta Europa. Giacomo Leopardi, scelto come protagonista italiano, il Romanticismo francese verrà rappresentato dalla celeberrima Notre Dame, quello spagnolo dal poeta Pablo Neruda, poi in Gran Bretagna con l’autore inglese inglese Coleridge. Non mancherà qualche momento di terrore, quando il passaggio all’interno di un Aquila in Ghisa - Vispa - Brigata alpina Taurinense ospedale psichiatrico regalerà ai presenti l’opportunità di incontrare uno straordinario genio del pennello, parliamo ovviamente del pittore olandese Vincent Van Gogh. Brividi di freddo che percorreranno la schiena anche nell’assistere alla terribile condanna di John Coffey. E ancora, venerdì sera sarà l’occasione per presentare a tutto il pubblico intervenuto un cortometraggio realizzato tutto con sole “forze liceali” incentrato proprio sul tema dell’amore Ovviamente non poteva mancare l’Inferno di Dante, a chiudere il cerchio di una serata per cuori forti. I ragazzi del Liceo Linguistico del Liceo Calasanzio vi aspettano, numerosi e coraggiosi! CARCARE - Ad impreziosire la nuova rotonda del Vispa, intitolata alla “Brigata Alpina Taurinense" una grande aquila in ghisa: decisione presa dall’amministrazione comunale di Carcare, il consigliere regionale Angelo Vaccarezza, la vice presidente della Provincia di Savona Luana Isella e il Presidente Franco Bologna, delle sezione A.N.A. Venanzio sindaco di Carcare Ferri, il 10 gennaio scorso, durante un incontro per fare il punto della situazione. "É stata un'occasione per fare il punto della situazione – ha affermato il sindaco di Carcare Bologna – Le tempistiche relative alla realizzazione della rotonda sono oramai agli sgoccioli; se il meteo lo permette, entro la fine del mese, i lavori relativi alla viabilità saranno completati. Nei prossimi giorni assieme con gli alpini – ha proseguito – ci recheremo in provincia di Bergamo per visionare l'aquila, opera che andrà a decorare la rotonda - conclude il primo cittadino - il sopralluogo sarà l'occasione per prendere le misure in vista della realizzazione del basamento per la scultura in ghisa". L’ intera opera, del valore di 300 mila euro, è stata finanziata con 235 mila euro dalla Regione Liguria, 30 mila euro dalla Provincia di Savona e con 30 mila dal Comune di Carcare. E.V.