Views
2 months ago

A RITROSO SCRIVENDO

prio cittadino da

prio cittadino da giovane, perché non lo dovrebbe assistere da anziano indipendentemente dal ciò che egli ha combinato nel passato? Come il prelievo fiscale viene redistribuito dallo Stato sul territorio per le opere infrastrutturali a far crescere il Paese, così la «ratio» dell’analogo prelievo previdenziale dovrebbe quello di essere ripartito equamente sui pensionati, rapportandoli alle capacità reddituali dei soggetti. Considerato che gli italiani rimarranno più o meno un «quantità finita», allo stesso modo dovrebbe essere quantificabile, anno per anno, il numero delle pensioni da erogare, adottando i prelievi di conseguenza necessari. Comprendo quanto utopistica, illusoria e irrealizzabile possa essere per la mentalità corrente una proposta del genere, ma forse si riuscirebbe a dare maggiore equità a chi anziano lo è oggi e una tranquillità in più a chi spera di diventarlo un domani. A meno che, perché è questa la prospettiva, non ci si voglia abituare all’idea di vedere anziani sempre più immiseriti rovistare nei cassonetti. Anche questa la si potrebbe considerare una scelta, ma ne dobbiamo e ne dovremo essere tutti coscienti! Ma la mia personale impressione di cittadino qualunque è che sarebbe però il caso di cercare di evitare che il futuro dei nostri anziani, e nostro, oltre ai già fin troppo diffusi Alzheimer e Parkinson porti anche il nome di Umberto D.. Mario Taliani, Noceto (Pr) Corriere della Sera (12 dicembre 2011) 184

PROCESSO AL PASSATO: LA REPUBBLICA DI VICHY La Francia, come l’Italia, ebbe durante la Seconda guerra mondiale una parte del territorio occupata da un regime succube dei tedeschi. Però, se non sbaglio, in Francia non ha mai preso corpo, almeno a livello ufficiale, alcuna polemica di carattere revisionistico tesa a «rivalutare» coloro che «in buona fede» combatterono dalla parte indiscutibilmente «sbagliata». Perché secondo lei? G. R., Seregno (Mi) Caro Rossi, un lettore, Mario Taliani, ha scritto recentemente per segnalarci di avere trovato in un libro francese («La France de la Quatrième République» di Jean-Pierre Rioux) alcuni interessanti dati comparativi sui processi che furono intentati in Francia e in Italia contro coloro che avevano collaborato con la Germania nazista. Secondo Rioux, gli imputati rinviati a giudizio in Francia furono oltre 50.000 contro 21.500 in Italia, mentre la percentuale dei condannati è l’84% in Francia contro il 27% in Italia. È particolarmente interessante il confronto fra le condanne a morte: 7.037, di cui 767 eseguite, in Francia; 550, di cui 91 eseguite, in Italia. Uno dei casi più clamorosi è quello di Robert Brasillach, scrittore molto noto e stimato ma condannato a morte per la sua collaborazione a uno dei giornali più faziosi e razzisti della Francia di Vichy (Je suis partout). Vi fu una domanda di grazia, firmata tra gli altri da François Mauriac, uno dei maggiori scrittori francesi del Novecento. Ma il generale de Gaulle la respinse. A queste sentenze occorre aggiungere quelle di «indegnità civile» che colpirono molti intellettuali, fra cui Louis Ferdinand Céline. Questa stagione dell’epurazione, tuttavia, fu piuttosto breve. L’area del collaborazionismo era stata, sino al 1943, molto estesa e il generale de Gaulle, dopo avere punito i maggiori responsabili, voleva dare al mondo la sensazione che il numero delle «pecore nere» fosse limitato e che la Francia, nel suo insieme, fosse stata fieramente patriottica. Fu questa la ragione per cui nel giro di due anni ritornarono in circolazione tutti gli scrittori e gli artisti che avevano collaborato con il regime di Vichy o addirittura dimostrato qualche simpatia ideologica per gli occupanti. Uscirono dall’ombra scrittori importanti come Jean Giono e Henry 185

  • Page 3 and 4:

    A ritroso… scrivendo! di Mario Ta

  • Page 5:

    PREMESSA Più che una premessa mi s

  • Page 9 and 10:

    INDICE Pag. Nota A ritroso... scriv

  • Page 11 and 12:

    Pag. Nota Todt, l’ingegnere di Hi

  • Page 13:

    A RITROSO... SCRIVENDO!

  • Page 16 and 17:

    all’autorevolezza dello Stato né

  • Page 18 and 19:

    IMMIGRAZIONE E DISOCCUPAZIONE: PERC

  • Page 20 and 21:

    Lettere al Corriere SICUREZZA STRAD

  • Page 22 and 23:

    Lettere al Corriere SACRIFICI Il pa

  • Page 24 and 25:

    IL REFERENDUM GRECO E LA DEMOCRAZIA

  • Page 26 and 27:

    IL FASCISMO IN MOSTRA: NASCITA DI U

  • Page 28 and 29:

    LE RIVOLUZIONI ARABE, MEGLIO CHIAMA

  • Page 30 and 31:

    Lettere al Corriere CONTRO LA CASTA

  • Page 32 and 33:

    vinti che questo Islam sia soltanto

  • Page 34 and 35:

    Lettere al Corriere ONLINE Gioco d

  • Page 36 and 37:

    uno dei collaboratori paragonava il

  • Page 38 and 39:

    GLI STATI POST-COLONIALI, LE COLPE

  • Page 40 and 41:

    Lettere al Corriere AL CONSIGLIO RE

  • Page 42 and 43:

    tuzionale e che questa comporta alc

  • Page 44 and 45:

    PERCHÉ NON AVEVAMO PREVISTO LE RIV

  • Page 46 and 47:

    Lettere al Corriere A OGNI PIÈ SOS

  • Page 48 and 49:

    l’anno seguente, o un presidente

  • Page 50 and 51:

    L’ARTE SEPOLTA NEI DEPOSITI: UN P

  • Page 52 and 53:

    Lettere al Corriere ITALIA DEI CAMP

  • Page 54 and 55:

    Lettere al Corriere OPPORTUNISMO PO

  • Page 56 and 57:

    sono altrettante tappe di una strad

  • Page 58 and 59:

    ASSIMILAZIONE O INTEGRAZIONE: LE SC

  • Page 60 and 61:

    Lettere al Corriere PER GLI ANZIANI

  • Page 62 and 63:

    vato al prestigio dell’Italia nel

  • Page 64 and 65:

    Algeciras davvero così importante?

  • Page 66 and 67:

    Lettere al Corriere CON LE SOLITE E

  • Page 68 and 69:

    Lettere al Corriere IN AFGHANISTAN

  • Page 70 and 71:

    italiani che avevano rifiutato di a

  • Page 72 and 73:

    UN SECOLO DI GUERRE CIVILI: L’ORA

  • Page 74 and 75:

    Lettere al Corriere SOLO SE VALIDE

  • Page 76 and 77:

    Lettere al Corriere CODICE DELLA ST

  • Page 78 and 79:

    ungheresi, di una percentuale dell

  • Page 80 and 81:

    Lettere al Corriere PENA CAPITALE L

  • Page 82 and 83:

    Lettere al Corriere RIMPALLI DI RES

  • Page 84 and 85:

    Lettere al Corriere SUI CAMPI DI CA

  • Page 86 and 87:

    di aforismi, epigrammi, battute pol

  • Page 88 and 89:

    inevitabilmente tutte le religioni

  • Page 90 and 91:

    MISSIONE A COSTANTINOPOLI: L’AIUT

  • Page 92 and 93:

    Lettere al Corriere ALL’AFRICA Da

  • Page 94 and 95:

    Lettere al Corriere CONFLITTI E STR

  • Page 96 and 97:

    Lettere al Corriere OMAR AL MUKHTAR

  • Page 98 and 99:

    UNA LEGIONE STRANIERA PER L’ITALI

  • Page 100 and 101:

    HITLER IN ITALIA NEL 1938 E UNA VOC

  • Page 102 and 103:

    to un sogno, naturalmente. Quando i

  • Page 104 and 105:

    penso infine a Robert Gates, dirett

  • Page 106 and 107:

    TODT, L’INGEGNERE DI HITLER, E LA

  • Page 108 and 109:

    Lettere al Corriere LEGGI RAZZIALI

  • Page 110 and 111:

    CORPORATIVISMO FASCISTA: UN’ILLUS

  • Page 112 and 113:

    Lettere al Corriere ASTE GIUDIZIARI

  • Page 114 and 115:

    costruzione di mobili, casse da oro

  • Page 116 and 117:

    Lettere al Corriere VIALE DELLE RIM

  • Page 118 and 119:

    Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti,

  • Page 120 and 121:

    Lettere al Corriere A STRASBURGO Ca

  • Page 122 and 123:

    nerario scientifico alla ricerca de

  • Page 124 and 125:

    Lettere al Corriere AFGHANISTAN Pro

  • Page 126 and 127:

    in cui esistevano forti e recenti c

  • Page 128 and 129:

    Lettere al Corriere INGHILTERRA I t

  • Page 130 and 131:

    tra quelli evocati dal tribunale di

  • Page 132 and 133:

    Lettere al Corriere SCOPERTE Uno st

  • Page 134 and 135:

    progetto andò in porto e divenne l

  • Page 136 and 137:

    GUALINO, L’UOMO CHE VOLLE UNA “

  • Page 138 and 139:

    te. I dipinti andarono all’ambasc

  • Page 140 and 141:

    Lettere al Corriere LISTE ELETTORAL

  • Page 142 and 143:

    POLITICA, MUSICA E TEMPERAMENTO NEL

  • Page 144 and 145:

    Lettere al Corriere ENERGIA Carbura

  • Page 146 and 147: una maggiore libertà di movimento
  • Page 148 and 149: straordinariamente simili: le «car
  • Page 150 and 151: CORRIDONI, VITA E MORTE DI UN RIVOL
  • Page 152 and 153: S&P: UN’AGENZIA DI RATING, NON UN
  • Page 154 and 155: COME LE RIFORME CINESI SOPRAVVISSER
  • Page 156 and 157: ITALIA 1943-45: SE IL FASCISMO NON
  • Page 159: APPENDICI
  • Page 163 and 164: Inviato a “Lettere al Corriere”
  • Page 165 and 166: Inviato a “Lettere al Corriere”
  • Page 167 and 168: Inviato a “Lettere al Corriere”
  • Page 169 and 170: Inviato a “Lettere al Corriere”
  • Page 171: Inviato a “Lettere al Corriere”
  • Page 175 and 176: L’INSOSTENIBILE LENTEZZA DELL’O
  • Page 177 and 178: MA ALL’EST SONO PRONTI PER L’UN
  • Page 179 and 180: comune (i nuovi paesi avranno dirit
  • Page 181 and 182: diverso e con soluzioni che rendono
  • Page 183 and 184: no per qualche grande operatore int
  • Page 185 and 186: autorizzato la flotta a fare rotta
  • Page 187 and 188: conquista del territorio e la forma
  • Page 189 and 190: mici. Interruppero i loro aiuti, ma
  • Page 191: l’opportunità di evitare il rinv
  • Page 195: Interventi & Repliche UN’UTOPIA P
  • Page 199: LA STANZA DI MONTANELLI
IL 15 GIUGNO AVREBBE COMPIUTO 90 ANNI ... - fleming press
Gustavo Modena : politica e arte : epistolario con biografia, 1833-1861
Storia di Roma antica, dalle origini italiche fino alla caduta dell ...
Numero 1/Maggio 2012 - Angelo Romano giornalista
scarica il pdf della rivista - Essere Comunisti
Da Piazza Padella alla Reeperbahn - I ROKKETTI
BANDIERE VINCENTI - Rione Rosso
Rumeni a Bergamo - Rapporto Immigrazione 2006
“All clocks were stopped” - Istituto Comprensivo Carpineto Romano
"l'impegno" in formato pdf - Istituto per la storia della Resistenza e ...
Il fascicolo n.107 in PDF - Istoreco
È una guerra tra gang latine - Associazione Vivisarpi
Premio Monte Strega 2010 L'icona di San ... - SassoferratoMia
Sentieri della ricerca.indb - Centro di Documentazione Del Boca ...
3/2012 - Servizio di hosting - Università degli Studi Roma Tre
Laboratorio didattico Storia - IIS Bachelet
Tutto 2009 - Amibrescia - UNREGISTERED VERSION
LA PAGINA OTTOBRE 2012:progetto La Pagina futura.qxd