Views
3 weeks ago

A RITROSO SCRIVENDO

Lettere al Corriere IN

Lettere al Corriere IN AFGHANISTAN La visita di Beckham Tanto di cappello al signor David Beckham che si è recato in visita alle truppe britanniche in Afghanistan. Restiamo in attesa di una similare attestazione di solidarietà da parte di qualche similare ricco campione del calcio italiano. A firma Italo Mariani, Parma Corriere della Sera (24 maggio 2010) 56

AVVENTURE E PRIGIONIA DI UN DIPLOMATICO IN CINA In una delle prime riunioni del governo della Repubblica di Salò vennero approvati molti «schemi di decreto» riguardanti il collocamento a riposo dei diversi ambasciatori che non vollero aderire al nuovo regime prestando giuramento di fedeltà al Duce. E tra questi, l’ho scoperto per caso, vi fu anche un omonimo conterraneo della provincia di origine di mio padre, l’allora ambasciatore in Cina Francesco Maria Taliani. Con il proprio rifiuto, contrariamente a quanto fecero molti suoi consoli e collaboratori, Taliani finì con il trascorrere gli anni 1943-1945 come internato in un campo di prigionia dei giapponesi. Mario Taliani Caro Taliani, l’8 settembre del 1943 il suo omonimo era ambasciatore presso il governo fantoccio che i giapponesi avevano creato nella Cina occupata dalle loro truppe e viveva a Shanghai in una villa affittata dopo il trasferimento della rappresentanza diplomatica da Pechino. Quando giunse la notizia dell’armistizio firmato con gli Alleati, vi erano nel porto della città tre navi italiane, il Conte Verde e due cannoniere, a cui il governo Badoglio aveva ordinato di autodistruggersi. La prima fu semiaffondata, le altre si arenarono. I giapponesi ritennero Taliani responsabile di quell’atto «ostile» e lo rinchiusero nella sua villa sino a quando non giunse anche a Shanghai la notizia che Mussolini, nuovamente libero, aveva costituito la Repubblica Sociale e invitato i diplomatici italiani ad aderire. Cominciarono allora parecchi interrogatori durante i quali alcuni ufficiali giapponesi, accompagnati dai loro vassalli cinesi, cercavano di persuadere Taliani, con lusinghe e minacce, aÈ accogliere l’invito di Mussolini. Durarono sino al giorno in cui ricevette la visita di due giapponesi vestiti di nero e di un cinese in abito da cerimoniale. Impacciato, il cinese gli consegnò una «grossa busta coperta di bei caratteri». Era il telegramma con cui Mussolini gli comunicava che «con decreto in corso di registrazione era stato collocato a riposo a decorrere dal 16 ottobre». Da quel momento l’ambasciatore d’Italia divenne a tutti gli effetti un nemico e venne rinchiuso in un campo di concentramento con molti stranieri e altri 57

Dispensa Casa Bianca.qxd - Cineforum del Circolo
A-Colophon+ indice - Centro di Documentazione Del Boca – Fekini
Sentieri della Ricerca 4.indb - Centro di Documentazione Del Boca ...
La magistratura di Silla durante la guerra civile - University of ...
L'attività parlamentare di Sergio Silvestris
"l'impegno" in formato pdf - Istituto per la storia della Resistenza e ...
Il fascicolo n.107 in PDF - Istoreco
1969/2009 - QUARANT'ANNI DOPO - Corriere della Sera
AfG14-1387 Alpini settembre_LR(1)
Unità 1 - Jovanotti pp. 17-28 - Guerra Edizioni
E-book FrancoAngeli - Franco Angeli Editore
IL 15 GIUGNO AVREBBE COMPIUTO 90 ANNI ... - fleming press
La Globalizzazione (pdf 1,74 Mb) - Marone a Colori
Dalla fine della Grande Guerra alla Resistenza - In Val Trompia
Libro_Il-ritorno-del-principe-Lodato-Scarpinato
Scarica gratis - AgenziaX
scarica il pdf della rivista - Essere Comunisti
Mario Marranzini pdf - Sipps