Views
1 week ago

IL BOLLETTINO - Gemeindebrief CCPM (März-marzo - Juni-giugno 2018) - PACE & RICONCILIAZIONE - FRIEDEN & VERSÖHNUNG (WEB)

für viele Menschen in

für viele Menschen in den Gemeinden, die sich seit Jahren für die Ökumene einsetzen – oft auch gegen Widerstände.“ Die ökumenischen Fortschritte könnten auch ein hoffnungsvolles Zeichen sein für die von Konflikten zerrissene Welt. Das gemeinsam Erreichte zeige, dass jahrhundertelange Konflikte überwunden werden könnten, „dass es uns gut geht damit, dass wir nichts verlieren, dass Ökumene auch Freude macht“. Der Ökumenekurs der beiden Bischöfe könnte schon bald zu ersten Ergebnissen führen: die Deutsche Bischofskonferenz will im Frühjahr darüber abstimmen, ob evangelisch-katholische Paare gemeinsam zur Kommunion gehen können. Doch bei diesem Thema steht Kardinal Reinhard Marx offenbar in den eigenen Reihen in der Kritik. Zum Abschluss des Reformationsjahres erschien ein Artikel, in dem ein zunehmender Dissens zwischen Protestanten und Katholiken in ethischen Fragen beklagt wird. Eine gegenseitige Einladung zu Abendmahl und Eucharistie sei unehrlich. Autor des Beitrags: Der Kölner Kardinal Rainer Maria Woelki. Der Wortführer einer Gruppe von Bischöfen in Deutschland, denen es in Sachen Ökumene zu schnell geht. risolti, che ciò sia un bene che non perderemo. Che l’ecumenismo porti anche gioia”. La via ecumenica di entrambi i vescovi potrebbe sortire a breve i primi risultati: La Conferenza dei vescovi di Germania intende esprimersi a riguardo già in primavera, se coppie di cattolici ed evangelici possano ricevere assieme la santa cena. Un tema sul quale il cardinale Reinhard Marx è allineato con quelli che lo criticano. Al termine dell’anno della Riforma è apparso un articolo in cui si lamentava un sempre maggiore dissenso tra protestanti e cattolici su questioni etiche. Che un reciproco invito alla mensa del Signore e all’eucaristia sia vergognoso. Autore dell’articolo il cardinale Rainer Maria Woelki di Colonia, portavoce di un gruppo di vescovi tedeschi, per i quali nelle questioni ecumeniche si corre troppo. Traduzione: Giuseppe Vitolo Pfarrer Johannes de Fallois

Dissolvimento e nuova inizio della Comunità cattolica di lingua tedesca a Milano Hermann Lükertz, da molti anni parroco della Comunità cattolica di lingua tedesca a Milano, a fine 2017 è andato in pensione ed è ritornato in Germania. Poiché la segreteria cattolica tedesca non invia più un successore, per la sede vacante a Milano e al nord dell’Italia non ci sarà più, dopo decenni, un parroco di lingua tedesca. A seguito di questa decisione anche il centro e punto di attività di questa Comunità all’8° piano di via Rosellini a Milano è stato venduto. Nonostante questa spiacevole situazione, il presidente della Comunità Walter Brandt e la Comunità stessa non si sono persi d’animo e si sono adoperati ad affiancare alla Comunità un prete per i culti domenicali e per il catechismo. I culti si terranno come finora a Milano, nella chiesa di S. Bartolomeo in via Moscova n.6. Poiché con la partenza del parroco Lückertz è decaduto anche lo status giuridico della Comunità stessa, è stata costituita in Italia un’associazione di pubblica utilità: l’Associazione per la Comunità dei Cattolici di Lingua Tedesca, riconosciuta dalla legge. In questo frangente il Consiglio della CCPM e i suoi pastori hanno assicurato alla Comunità Cattolica il proprio appoggio e per il nuovo inizio e per le prime settimane di attività la loro più sentita vicinanza, auspicando loro nel contempo coraggio e ogni benedizione di Dio. Traduzione: Giuseppe Vitolo

Bollettino 21 - Parrocchia di Sant'Abbondio
bollettino parrocchiale dicembre 2011 - Parrocchia San Benedetto
Bollettino d'informazione giugno 2003 (n°90) - ASNI
bollettino 2009 bassa definiz..pdf - Flumignano Giovane Web Site
Anno 1 – N. 6 Bollettino Parrocchiale Giugno 2013 - Basilica di ...