Views
3 months ago

1_CDF_La Storia_17.01.2018

Vari parlamentari

Vari parlamentari italiani di diverso colore passano per Zurigo e prendono conoscenza dei fatti. Diverse interrogazioni parlamentari sono presentate ma non si va al di là di esprimere indignazione e solidarietà. Il CDF chiede al CGIE una presa di posizione decisa e forte in modo che l’INCA risarcisca le persone defraudate adempiendo alla sentenza del tribunale elvetico che aveva condannato in tal senso il patronato. A dicembre 2013 il CGIE finalmente esprime solidarietà alle persone ma specifica l’estraneità del patronato alla truffa 9 . Non c'è da meravigliarsi poiché l'allora segretario generale del CGIE, Elio Carozza, era responsabile dell’INCA in Belgio. 2. I PATRONATI I diritti previdenziali costituiscono un interesse pubblico, direttamente riconducibile all’articolo 3 della Costituzione che stabilisce essere “compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”. Sempre secondo la Costituzione, i diritti di natura previdenziale dei lavoratori la cui difesa nei procedimenti amministrativi e giurisdizionali costituisce la finalità degli Istituti di patronato, sono garantiti dall'art. 38. La protezione di tali diritti, rientra tra i fini e i compiti costituzionalmente assegnati allo Stato ai quali "provvedono organi ed istituti predisposti o integrati dallo Stato" medesimo 10 . La tutela dei diritti costituzionali alla quale devono provvedere gli organi e gli istituti predisposti o integrati dallo Stato è garantita dall'assenza di fini di lucro dei patronati, cui corrisponde la gratuità del servizio. Nella stessa direzione si muove l'obbligo di tutela, a prescindere dall'adesione all'organizzazione promotrice: è una tutela, dunque, rivolta propriamente alla generalità dei lavoratori e dei cittadini fornita in posizione di uguaglianza a tutti i lavoratori. Ma non meno importante, da questo punto di vista, è il divieto posto ad agenzie private e singoli procacciatori di esplicare opera di mediazione per le materie di tutela istituzionale. Gli enti di patronato vennero riconosciuti dallo Stato con decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 29 luglio 1947, n. 804, che disciplinava sostanzialmente le funzioni, le 9 Allegato 4: Comunica CGIE 10 Sentenza della Corte costituzionale n. 42 del 3 febbraio 2000. http://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2000&numero=42, 28.12.2014 10

modalità di riconoscimento e di finanziamento, e la vigilanza. Successivamente ne venne varata una riforma con la legge 30 marzo 2001 n.152. 2.1 Struttura INCA in Svizzera Il promotore del patronato INCA è il sindacato CGIL. La struttura organizzativa degli istituti di patronato è articolata in sede centrale, sedi provinciali ed eventualmente sedi regionali e zonali in Italia e sedi operative all’estero 11 . La sede centrale ha il compito di programmare, coordinare e controllare l'attività dell'intera struttura organizzativa, nonché di garantire l'efficienza e la qualità dei servizi previsti dalla Legge. Compete alla sede centrale mantenere i rapporti, a livello nazionale, con le amministrazioni erogatrici delle prestazioni e con le amministrazioni pubbliche interessate 12 . Le sedi all’estero possono essere ubicate anche presso organismi promossi dagli istituti stessi o dall’organizzazione promotrice in osservanza della legislazione locale 13 . Alla sede operative all’estero devono essere addetti gli operatori indicati all’art. 6, della Legge 152/2001 14 , ossia possono essere esclusivamente lavoratori subordinati dipendenti degli istituti stessi o dipendenti delle organizzazioni promotrici, se comandati presso gli istituti stessi con provvedimento notificato alla Direzione provinciale del lavoro e per l’estero alle autorità consolari e diplomatiche 15 . Gli istituti di patronato devono comunicare i dati relativi alle strutture ed agli operatori all’estero ed ogniqualvolta si dovessero determinare delle variazioni al Ministero del lavoro ed alle Autorità diplomatiche e consolari 16 . La vigilanza sugli istituti di patronato, viene svolta, annualmente all'estero, dal Ministero del lavoro con proprio personale e dispone ispezioni straordinarie all'estero ogniqualvolta ne ravvisi la necessità. 17 11 Art.7, primo comma del Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 10 ottobre 2008, n.193 12 Art.7, secondo comma del Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 10 ottobre 2008, n.193 13 Art.7, nono comma del Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 10 ottobre 2008, n.193 14 Art.7, undicesimo comma del Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 10 ottobre 2008, n.193 15 Art.6 primo comma della Legge n.152 del 30 marzo 2001 16 Art.9 del Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 10 ottobre 2008, n.193 17 Art.10, nono comma del Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 10 ottobre 2008, n.193 11

che pratichiamo dal 1958 ha oggi un nome - Camera di Commercio ...
che pratichiamo dal 1958 ha oggi un nome - Camera di Commercio ...
OFFERTA (pdf) - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
Parma oltre Parma - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
PENSIONAMENTO PENSIONAMENTO - Alter & Migration
Emozioni da vivere
Visualizza il documento originale - Dedalo - Azione Cattolica Italiana
Alfred Escher Storia di un fondatore Walter Kielholz Intervista al ...
Rivista SWISSLIFE Primavera 2013
2 giugno - festa della repubblica italiana - Il Giornale Italiano
Clicca qui - Consolato Generale d'Italia a Boston
notizie dalle città con sede consolare - Il Giornale Italiano
download PDF - La Voce
La prospettiva migliore per la Svizzera - zu Antonio de Grada
PDF Passaporto Ospitalità - Ticino
SQUARE
Un seul monde Eine Welt Un solo mondo - Deza - admin.ch