Views
1 week ago

1_CDF_La Storia_17.01.2018

lumaca. In realtà la

lumaca. In realtà la truffa andava avanti dal 1997. L’On. Di Biagio, secondo i giornali, avrebbe avuto il ruolo di individuare i nominativi da sottoporre all'Inps 24 . Il CDF revoca immediatamente i mandati conferiti allo Studio legale ma l'avvocato espone denuncia al tribunale contro il CDF per non avere ricevuto il pagamento della parcella. Il tribunale accoglie la denuncia malgrado l'Avv. Staniscia sia stato sospeso dall' esercizio della professione forense a tempo indeterminato. 3.2 Processi Legali in Svizzera 3.2.1 Processo Penale La procura di Zurigo inizia la fase investigativa nel 07/ 2009 quando il direttore INCA finisce in carcerazione preventiva. Il procuratore non ha familiarità con i patronati italiani e non ha maestranza della lingua italiana. Nel 04/2010 il direttore INCA è rilasciato. Nessuno dei cittadini lesi era stato ancora interpellato in merito. Il CDF interviene per iscritto più volte chiedendo di estendere le indagini ma in mancanza di risorse le indagini sono limitate alle mere dichiarazioni del direttore INCA che conferma in sostanza la sottrazione dei capitali ai cittadini che chiedevano assistenza per le loro pratiche al patronato. Nel 04/2015 la procura di Zurigo inoltra l’atto di accusa nella quale chiede la pena di nove anni di prigione. Il direttore ha confessato di avere deviato i capitali pensionistici di 249 persone del valore di CHF 34 mio. Delle 249 persone 76 persone aspettano ancora i loro risparmi pensionistici nel valore di CHF 7,4 mio. Le accuse della procura sono: truffa per mestiere, appropriazione indebita e plurima falsità in documenti. La procura rimane nella richiesta poco sotto la pena massima di dieci anni prevista dal codice penale per la truffa per mestiere. L’ accusato ha voluto illudere le assicurazioni di previdenza professionale sulla vera volontà dei legittimi destinatari dell’erogazione spingendo le assicurazioni alla liquidazione dei risparmi per la vecchiaia. Il direttore fa ricorso e nel 01.2017 gli viene ridotta la pena e condannato a 7 anni in via definitiva. 24 Lavinia Di Gianvito: “Inps, maxi truffa da 22 milioni: 4 arresti. Indagato il senatore di Scelta civica Di Biagio”. Corriere Della Sera, 3 giugno 2013. http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_giugno_3/truffainps-2221454011051.shtml, 24.12.2014 16

3.2.2 Processo Civile contro gli istituti di previdenza professionale Il processo civile contro gli istituti di previdenza professionale elvetici è svolto col supporto finanziario del “Beobachter”, un rinomato giornale svizzero-tedesco che difende i diritti dei consumatori. Per cinque casi pilota si incarica nel 10.2009 un avvocato specializzato sul diritto della previdenza professionale svizzera. Sul giornale esce nel 11.2009 su tre pagine in lingua tedesca l’articolo dello scandalo “italiano”. Titolo a caratteri cubitali del Beobachter di novembre 2009: “Saccheggiato il capitale pensionistico - e nessuno vuole aiutare” Arriva nel 04.2012, dopo tre anni di attesa, dal Tribunale federale in ultima istanza la sentenza positiva in favore di un cittadino membro del CDF. Un istituto di previdenza professionale deve restituire i risparmi pensionistici versati illegalmente ad un terzo al legittimo destinatario. Una prima in assoluto e la sentenza è un riferimento per simili casi. Di seguito sono una ventina i cittadini che tramite il CDF sottopongono i loro fascicoli all’avvocato specializzato per poterli presentare in linea al caso vincente contro i rispettivi istituti di previdenza professionale. In dicembre dello stesso anno un istituto propone una transazione e altri due cittadini sono risarciti. Nel frattempo pero gli avvocati degli istituti di previdenza professionale trovano il rimedio alla sentenza favorevole mettendo in discussione la frode chiedendo la prova che le firme siano false. La prassi richiede 20 firme originali poste nel periodo della truffa. Per tre successive cause l’esposto del tribunale federale è sfavorevole. Si rileva che indipendentemente dalla volontà di non volere ritirare il capitale il richiedente aveva posto la firma su fiducia in bianco. Per abbreviare la procedura era prassi presso i patronati porre firme in bianco ed è facile in questo caso utilizzarle contro la volontà del richiedente per altri scopi. Il direttore INCA comunque aveva ammesso di avere falsificato le firme sulle dichiarazioni fiscali e sulle richieste per la deviazione postale ma non per la richiesta di trasferimento capitale. 17

Parma oltre Parma - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
che pratichiamo dal 1958 ha oggi un nome - Camera di Commercio ...
PENSIONAMENTO PENSIONAMENTO - Alter & Migration
OFFERTA (pdf) - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
che pratichiamo dal 1958 ha oggi un nome - Camera di Commercio ...
download PDF - La Voce
Clicca qui - Consolato Generale d'Italia a Boston
notizie dalle città con sede consolare - Il Giornale Italiano
SQUARE
Un seul monde Eine Welt Un solo mondo - Deza - admin.ch
Vivere di rendita e non del capitale(82K
INTERREG e la Svizzera – Scambi vincenti - Regiosuisse
Dott.F.COCCHI (Psicologo - U.O. Formazione ASL2 Perugia) - ConUP
Documento - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Pietro Canuzzi - 5a Conferenza nazionale sulle droghe
a. za in ide le - Ministero del lavoro, salute e politiche sociali
Programma del Seminario - Inea
La Politica Estera dell'Italia nel 2010 - Ministero degli Affari ...
La viticoltura - Ministero del lavoro, salute e politiche sociali
Ministero degli Affari Esteri
Volantino - Ministero del lavoro, salute e politiche sociali
La prospettiva migliore per la Svizzera - zu Antonio de Grada
PDF Passaporto Ospitalità - Ticino