Views
4 months ago

1_CDF_La Storia_17.01.2018

quali patronati abbiano

quali patronati abbiano operato all'estero negli anni 2008 e 2009; quale sia l'ammontare complessivo e quello individuale ricevuto per le attività all'estero e il punteggio raggiunto da ciascun patronato sulla cui base si è determinata la ripartizione dei fondi; quali e quanti controlli siano stati effettuati dal Ministero. Stato dell’interrogazione: in corso. Interrogazione a risposta scritta 3/02126 inoltrata il 08.10.2009 da Sen. Aldo di Biagio (AP) indirizzata al Ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale. Si chiede di sapere quali iniziative di competenza intendano avviare al fine di determinare un percorso di riforma della disciplina afferente all'operatività dei patronati italiani fuori dal territorio nazionale, superando il paradosso istituzionale che attualmente sta emergendo attraverso la poco comprensibile proliferazione di sedi di patronato nei territori esteri oggetto di chiusura di sedi consolari. Stato dell’interrogazione: in corso. Interrogazione a risposta scritta 3/02126 inoltrata il 21.02.2017 da Sen. Aldo di Biagio (AP) indirizzata al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. Si chiede di sapere Poiché gran parte degli istituti di patronato che operano nella circoscrizione del consolato di Basilea e del consolato di Zurigo in Svizzera non abbiano inoltrato tale notifica prevista dalla legge n. 152 del 2001, che disciplina gli istituti di patronato e di assistenza sociale; se, per quanto di loro rispettiva competenza, i Ministri in indirizzo intendano chiarire se, pur non ottemperando all'obbligo di notifica alle autorità consolari, prescritto dalla legge n. 152 del 2001, gli istituti di patronato e di assistenza sociale che esercitano all'estero possano comunque svolgere la loro attività e ricevere i finanziamenti previsti dalla legge citata; in caso contrario, con quale atto formale si riconoscano l'organico e pertanto i singoli operatori di patronato costituito all'estero in merito allo svolgimento dell'attività in conformità alla legge n. 152; quali iniziative intendano intraprendere per assicurare un coordinamento e comunicazione tra i Ministeri coinvolti, al fine di assicurare un'effettiva azione di controllo e vigilanza. Stato dell’interrogazione: in corso. 30

Interrogazione a risposta scritta 3/02126 inoltrata il 19.04.2017 da Sen. Aldo di Biagio (AP) indirizzata al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. Si chiede di sapere se i Ministri in indirizzo intendano chiarire chi detiene la responsabilità di nomina del presidente dell'associazione estera afferente al patronato italiano; se siano a conoscenza dell'impasse di cui alla truffa operata dal patronato Inca-Cgil in Svizzera e se intendano avviare un'eventuale istruttoria, o approfondimento, volta all'individuazione di eventuali responsabilità ricadenti sulle strutture del sindacato o patronato nazionale, alla luce di quanto sancito dalle convenzioni e dalla normativa vigente, al fine di ottemperare ai legittimi ristori sanciti con sentenze del tribunale elvetico; se intendano intervenire confermando o eventualmente chiarendo quanto proferito dal segretario generale Cgil circa la totale autonomia tra sindacato, patronato nazionale e patronato oltre confine e la conformità di quanto attiene all'organizzazione di queste strutture con la normativa vigente. Stato dell’interrogazione: in corso. 4.6 Avvocato del CDF Due sono le interrogazioni inoltrate contro l’Avvocato interpellato dal CDF. Le interrogazioni sono identiche e sono state inoltrate da Sen. Claudio Micheloni e On. Franco Narducci. L’interrogazione ha ricevuto risposta pochi giorno dopo la presentazione. Interrogazione a risposta scritta S4/02404 inoltrata il 10.12.2009 da Sen. Claudio Micheloni (PD) indirizzata al Ministro degli Affari esteri. Conclusa il 22.12.2009 con risposta data da Alfredo Mantica, Sottosegretario di Stato per gli affari esteri Interrogazione a risposta in Commissione C5/02246 inoltrata il 15.12.2009 da On. Franco Narducci (PD) indirizzata al Ministro degli Affari esteri. Conclusa il 16.12.2009 con risposta data da Alfredo Mantica, Sottosegretario di Stato per gli affari esteri si chiede di sapere se il Console Generale di Zurigo e l'Ambasciata d'Italia a Berna siano a conoscenza della condanna dell'avvocato Gaetano Longo passata in giudicato e della recente condanna in prima istanza pronunciata dal Tribunale di Udine per reati in danno di propri clienti; se ritenga opportuno che un avvocato condannato per l'illecita e indebita appropriazione di fondi destinati alle persone da lui patrocinate, sia inserito nell'elenco dei traduttori di fiducia e degli avvocati "consigliati" da un importante Consolato come quello di Zurigo; quali iniziative intenda adottare al fine di ristabilire una corretta e ordinata gestione 31

Parma oltre Parma - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
che pratichiamo dal 1958 ha oggi un nome - Camera di Commercio ...
OFFERTA (pdf) - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
che pratichiamo dal 1958 ha oggi un nome - Camera di Commercio ...
La prospettiva migliore per la Svizzera - zu Antonio de Grada
PDF Passaporto Ospitalità - Ticino
Rivista SWISSLIFE Primavera 2013
PENSIONAMENTO PENSIONAMENTO - Alter & Migration
download PDF - La Voce
Programma - Ministero del lavoro, salute e politiche sociali
un dovere al diritto - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
download PDF - La Voce
Uno sguardo al settore automobilistico. Con tema centrale - AGVS
Dichiarazione di Caritas per la lotta alla povertà ... - Armut halbieren
Clicca qui - Consolato Generale d'Italia a Boston
download PDF - La Voce
notizie dalle città con sede consolare - Il Giornale Italiano
9773_file10_it_civil-society-monitoring-report_it