Views
10 months ago

1_CDF_La Storia_17.01.2018

all'interno del

all'interno del Consolato di Zurigo e per evitare che altri cittadini italiani residenti nella circoscrizione che vi fa capo siano potenziali vittime di vicende analoghe a quelle riportate in premessa. Risposta data da Alfredo Mantica, Sottosegretario di Stato per gli affari esteri: Si segnala che il dottor Longo risulta iscritto sia all'ordine degli avvocati di Lamezia Terme sia nella lista degli avvocati autorizzati a rappresentare in giudizio nel Cantone di Zurigo e quindi è abilitato ad esercitare in Italia e in Svizzera. Va rilevato che una condanna definitiva apre effettivamente un problema d'opportunità circa la permanenza del nome del legale in liste sia pure informative. Era stato, del resto, cancellato dall'elenco dei professionisti italofoni del Consolato generale di Zurigo già nel 2007, per poi essere successivamente reinserito. Dopo tale reinserimento, l'amministrazione è venuta a conoscenza, solo in forma ufficiosa, della condanna penale definitiva a carico dell'avvocato Longo, cui fa riferimento l'interrogante. Il Console generale d'Italia a Zurigo provvederà dunque ad informarne l'avvocato Longo, conformemente a quanto disposto dalle norme sulla trasparenza amministrativa (ai sensi della legge n. 241 del 1990). Si aggiunge che il 12 settembre 2012 il comitato parlamentare per i procedimenti d’accusa annota una domanda di deliberazione in materia d’insindacabilità avanzata dal deputato Franco Narducci, nell’ambito di un procedimento civile pendente presso il tribunale di Roma con la denuncia di Avv. Gaetano Longo contro On. Narducci per diffamazione e peculato. Il comitato parlamentare si riferisce al’atto di citazione civile, nel quale On. Narducci è convenuto per 300 mila euro. Sorprende la contraddizione nella risposte di Alfredo Mantica, Sottosegretario di Stato per gli affari esteri, che mentre On. Narducci osserva nella suddetta interrogazione delle irregolarità presso il Consolato Generale di Zurigo lo stesso Sottosegretario di Stato, risponde all’ interrogazione parlamentare C4/04037 presentata da On. Farina che nel Consolato Generale di Zurigo non ci sono state irregolarità. Altro fatto irregolare nel Consolato Generale di Zurigo è oggetto dell’interrogazione parlamentare C4/04247 presentata il 04/07/2007 da On. Guglielmo Picchi su un’ evento che riguarda l’ istituto italiano di cultura (IIC). Infine si ricorda dell’interrogazione parlamentare inoltrata da On. Severino Galante il 07.02.2008 che riguarda fatti occorsi a Wettingen in Svizzera nel quale sono coinvolti il Consolato Generale di Basilea e On. Franco Narducci. 32

4.7 Chiarire la provenienza del denaro per l’appello dell’INCA Interrogazione a risposta scritta S4/00014 inoltrata il 25.03.2013 da Sen. Aldo Di Biagio (Scelta Civica per l’Italia) indirizzata al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Ministero degli Affari Esteri, Ministero della Giustizia Si chiede di sapere Avendo perso la causa contro 10 pensionati alla prima istanza, l'Inca Cgil ha ritenuto di procedere in appello, circostanza per la quale la Corte d'appello di Zurigo avrebbe chiesto al patronato il pagamento di una cauzione. Si stima che la cauzione totale, per l'appello contro le 10 sentenze di condanna, si attesterebbe su un ammontare di circa 100.000 franchi svizzeri, pari a circa 85.000 euro, mentre per molti anni l'Inca Cgil di Zurigo ha affermato di non avere mezzi finanziari a disposizione ma provvede a sostenere il pagamento della cauzione, caratterizzata da una considerevole somma di denaro; un ulteriore aspetto di perplessità è dovuto al fatto che, se la provenienza della somma di denaro è, come sembra, da attribuire ad un sostegno da parte della sede centrale dell'Inca Cgil in Italia, si determinerebbe la paradossale situazione in cui il patronato avrebbe utilizzato del denaro pubblico proveniente dal finanziamento ex articolo 13 della legge n. 152 del 2001, delineando a giudizio dell'interrogante un ipotetico abuso di fondi pubblici -: - se i Ministri in indirizzo non intendano adottare ogni iniziativa di competenza al fine di garantire che l'iter procedimentale a carico del signor Giacchetta possa proseguire dovutamente; - se risulti quale sia la provenienza del denaro utilizzato dal patronato Inca Cgil per procedere nella causa di appello presso la Corte d'appello di Zurigo; - quali iniziative intendano predisporre per garantire, nell'ambito delle proprie competenze, che ai nostri concittadini vittime della maxitruffa sia riconosciuta la massima assistenza e tutela ai fini della restituzione delle somme illegalmente sottratte. Stato dell’interrogazione: Conclusa il 27/06/2013 con risposta data da Giovannini Enrico, Ministro del lavoro e delle politiche sociali: Occorre far presente, in via preliminare, che la presidenza nazionale del patronato Inca Cgil ha precisato che il coinvolgimento in giudizio non riguarda la sede nazionale italiana ma, come parte lesa, l'associazione Inca svizzera, costituita con ragione giuridica autonoma secondo la legislazione elvetica. Proprio per provare la totale estraneità ai fatti contestati, l'ufficio di Zurigo ha ritenuto di proporre appello presso il tribunale cantonale nei confronti di alcune sentenze ad esso sfavorevoli per quanto riguarda il risarcimento del danno chiesto da numerosi connazionali nella causa civile contro il signor Giacchetta. 33

Parma oltre Parma - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
che pratichiamo dal 1958 ha oggi un nome - Camera di Commercio ...
OFFERTA (pdf) - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
che pratichiamo dal 1958 ha oggi un nome - Camera di Commercio ...
PDF Passaporto Ospitalità - Ticino
La prospettiva migliore per la Svizzera - zu Antonio de Grada
download PDF - La Voce
Programma - Ministero del lavoro, salute e politiche sociali
un dovere al diritto - Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
Visualizza il documento originale - Dedalo - Azione Cattolica Italiana
Emozioni da vivere
Uno sguardo al settore automobilistico. Con tema centrale - AGVS
Dichiarazione di Caritas per la lotta alla povertà ... - Armut halbieren
PENSIONAMENTO PENSIONAMENTO - Alter & Migration
POLITICA DIFFERENZIATA - Pina Picierno
La sfida dell'obesità strategie di risposta - Sinu
19 febbraio 2012 Messe Zürich - Camera di Commercio Italiana per ...