Views
3 months ago

CRIMINI VAT

cappuccino erano stati

cappuccino erano stati offesi e umiliati. Nel giugno 1963 morì papa Giovanni 23° e salì al trono Paolo 6°; questi, più pragmatico e meno fiscale del precedente, decise di chiudere il contenzioso facendo firmare a padre Pio un testamento (maggio 1964) nel quale nominava la Santa Sede erede universale di tutti i suoi beni mobili ed immobili; il frate firmò anche una dichiarazione pubblica, riportata anche sui giornali, nella quale era scritto: «…contrariamente a ciò che si legge sulla stampa, affermo di non subire costrizione e persecuzione dalle autorità ecclesiastiche...trovo nei miei superiori comprensione, conforto e protezione…godo di libertà nel mio ministero né so di avere nemici e persecutori…». Si chiudeva così una lunga diatriba durata oltre 40 anni e dalla quale uscivano vittoriosi sia il Vaticano per l’eredità ricevuta, che il frate di Pietrelcina per la grande fama acquisita. Negli ultimi anni di vita padre Pio ebbe parecchi acciacchi e malanni e ogni volta che si ristabiliva diceva di essere stato a sua volta miracolato. Morì il 23 settembre 1968 e subito dopo il decesso si sparse la voce che gli erano scomparse, per miracolo, le stigmate; il corpo fu esposto al pubblico per 4 giorni con alle mani dei mezzi guanti di lana e ai piedi le calze. Molti pensavano che con la morte del frate miracoloso sarebbero finiti gli scandali al convento di San Giovanni Rotondo, ma dovettero ricredersi, infatti a metà degli anni ´90 il supermanager della Casa sollievo della sofferenza, monsignor Riccardo Ruotolo, fu accusato dalla magistratura italiana di falso e truffa insieme ad altri 7 importanti personaggi del posto, avendo costruito il poliambulatorio Casa del pellegrino infermo in zona boschiva quindi in violazione delle norme urbanistiche. Il 13/03/1995 ci fu la sentenza e monsignor Ruotolo se la cavò con una semplice ammenda di 35 milioni di lire (18.000 euro). Uno scandalo nello scandalo! Ma non è finita perché, sempre negli anni ´90, la Corte dei Conti rilevò una truffa perpetrata fra Mons. Riccardo Ruotolo. l’Ospedale di padre Pio e la Regione Puglia: quest’ultima infatti rimborsava sempre in ritardo all’Ospedale i soldi delle prestazioni effettuate in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale, facendo scattare interessi per 24 miliardi ~ 124 ~

di lire (12.400.000 euro). Dopo un lungo contenzioso il 15 aprile 1999 fu trovato un accordo: l’Ospedale fece un energico sconto alla Regione e in cambio ottenne la parificazione alle Aziende Ospedaliere del Servizio Pubblico con tutti i benefici contributivi del caso. In questi ultimi anni l’eremo di San Giovanni Rotondo si è ulteriormente ampliato: nel 2004 è stata inaugurata una nuova grandiosa chiesa in stile moderno in grado di contenere oltre 7.000 persone, sono sorte scuole di vario tipo, ambulatori, nuovi ospedali, negozi, minimarket, residenze varie ed altro ancora (tutto privato naturalmente). In tutto ciò che viene venduto vi è l’immagine di padre Pio. Il complesso di San Giovanni Rotondo come si presenta oggi: in alto la nuova imponente chiesa, al centro le altre due chiese ed in basso l'ospedale. Oggi il santuario è visitato da 7-8 milioni di persone l’anno ed ha un giro di affari di 500 milioni di euro molti dei quali finiscono nelle casse vaticane; per questo motivo papa Giovanni Paolo 2°, illustre devoto di padre Pio, il 2 maggio 1999 lo beatificò e il 16 giugno 2002, a tempo di record, lo santificò (nonostante che il Sant’Uffizio non abbia mai ~ 125 ~

Mattacchine - Numero 7 - C.O.E.S. onlus - Coesonlus.it
Otto mesi a Roma durante il Concilio Vaticano : impressioni di un ...
Madrugada numero 68 - Associazione Macondo
Scarica la rivista - mondosalute
Di Pietro Gerardo 30 anni di cronache da Morra De Sanctis e dei ...
000 TRACCE 34 WEB - TraccEdizioni.it
a_sud_europa_anno-8_n-44
In questo numero: Concilio Vaticano II 2009-2010 - Diocesi ...
Atipico di Novembre-Dicembre ( tasto destro->Salva ... - Atipico-online
Gennaio-Aprile - Ex-Alunni dell'Antonianum
Scarica il monografico - Pollicino Gnus
I libri letterari condannati dall'"Indice"; saggi con pref. di Pietro Maffi
scarica il pdf - Mese Sport
Laura Barile (L'Indice dei libri), Elettra Aldani (D-la ... - Satisfiction