Views
1 week ago

CRIMINI VAT

Padre Pio. Il 15 aprile

Padre Pio. Il 15 aprile successivo, in seguito alle proteste inscenate dai fedeli, il provvedimento in questione viene sospeso. 1931 - Il 13 maggio il Sant’Uffizio ordina che Padre Pio, a partire dall’11 giugno, non celebri più la Santa Messa in pubblico, e contemporaneamente smetta di confessare i fedeli. 1933 – Il 16 luglio Padre Pio viene autorizzato a celebrare nuovamente dinanzi ai fedeli. 1960 – Dal 30 luglio al 17 settembre ha luogo la Visita apostolica di monsignor Carlo Maccari, per disposizione del Sant’Uffizio. Il 5 novembre Maccari consegna al Sant’Uffizio il frutto di tale lavoro: una relazione di 208 pagine, più due cartelle di documenti. 1961 – Il 31 gennaio il Sant’Uffizio emana una serie di provvedimenti nei riguardi di Padre Pio, fra cui il divieto di ricevere donne da solo nel parlatorio del convento. 1964 – Il 30 gennaio il cardinale Ottaviani, responsabile del Sant’Uffizio, comunica ai Superiori dei Cappuccini che Paolo VI ha disposto “che Padre Pio svolga il suo ministero in piena libertà”. L’11 maggio Padre Pio firma il testamento con cui nomina la Santa Sede erede di ogni sua proprietà. 1983 – Il 20 marzo, dopo un intervento personale di Giovanni Paolo II per sbloccare le perplessità all’interno del Sant’Uffizio, viene aperto il processo diocesano sulla vita e le virtù di Padre Pio, che si concluderà il 21 gennaio 1990. 1997 – Il 18 dicembre papa Wojtyla firma il decreto sulle virtù eroiche di Padre Pio, dichiarandolo venerabile. 1999 – Il 2 maggio Padre Pio viene proclamato beato. 2002 – Il 16 giugno Padre Pio viene proclamato santo. ****** ~ 128 ~

CONNIVENZA ED APPOGGIO AI GOVERNI FASCISTI E NAZISTI DI TUTTO IL MONDO «Il Vaticano era a conoscenza degli atroci crimini perpetrati dai nazisti durante la 2° guerra mondiale compresi quelli avvenuti nei campi di sterminio, ma ha sempre finto di non sapere». A svelare questa notizia è stato un documento del 1947 del Dipartimento di Stato Americano il quale aggiunge che nell’immediato dopoguerra il Vaticano, con a capo papa Pio 12° (Eugenio Pacelli), diede protezione dentro le proprie mura a molti criminali nazisti e fascisti responsabili di atroci delitti. La Santa Sede mise in piedi una vera e propria organizzazione con ramificazioni in altri continenti, denominata Odessa e capeggiata dal vescovo austriaco Alois Hudal con lo scopo di portare all’estero i capitali Papa Pio 12° trafugati alle vittime dell’Olocausto e di far fuggire verso l’America Latina ed in particolar modo verso l’Argentina governata dal dittatore filofascista Juan Peron, i rifugiati hitleriani fornendo loro false carte di identità della Croce Rossa Internazionale e documenti della Caritas. Fra il 1947 e il 1952 riuscirono così ad espatriare migliaia di gerarchi nazisti fra i quali anche molti criminali di guerra; ecco alcuni nomi passati alla storia: - Franz Stangl, ufficiale delle SS e comandante del campo di sterminio di Sobibor e successivamente di quello di Treblinka, fu ritenuto responsabile dello sterminio di 900.000 persone; riuscì ad espatriare prima in Siria con un passaporto diplomatico della Croce Rossa fornitogli dal vescovo Hudal, poi in Brasile; - Gustav Wagner, braccio destro di Stangl al campo di concentramento di Sobibor, fu soprannominato “Lupo” per il suo sadismo ed efferatezza dimostrata nei confronti dei reclusi che uccideva con le proprie mani; anch’esso fuggì in Brasile con l’aiuto di Hudal; ~ 129 ~ Gustav Wagner.

Otto mesi a Roma durante il Concilio Vaticano : impressioni di un ...
Scarica la rivista - mondosalute
Di Pietro Gerardo 30 anni di cronache da Morra De Sanctis e dei ...
Mattacchine - Numero 7 - C.O.E.S. onlus - Coesonlus.it
Madrugada numero 68 - Associazione Macondo
a_sud_europa_anno-8_n-44
Scarica il monografico - Pollicino Gnus
000 TRACCE 34 WEB - TraccEdizioni.it
000 : TRACCE:32:WEB - TraccEdizioni.it
N.6 | Anno XVI | 17 Marzo 2013 - Nero su Bianco
Linnio Accorroni (Stilos), Elettra Aldani (D- la ... - Satisfiction