Views
1 week ago

CRIMINI VAT

PAPA GIOVANNI PAOLO 2°

PAPA GIOVANNI PAOLO 2° - Carol Wojtyla Carol Wojtyla salì al trono il 16 ottobre del 1978; figura carismatica con atteggiamenti fortemente anticomunisti, la sua maggiore ambizione era quella di portare la Polonia ed altri Paesi vicini fuori dal blocco sovietico e ci riuscì. E’ considerato dalla Chiesa stessa il più grande evangelizzatore della storia e colui che ha accelerato il processo di caduta dei regimi comunisti in Europa orientale. Tutto vero, però, come abbiamo visto in precedenza e come vedremo in seguito, fu un Pontefice estremamente conservatore, autoritario ed intollerante verso le critiche, per alcuni ebbe addirittura tendenze antisemite. Gli piacevano la platealità e il divismo e non disdegnava piaceri e svaghi mondani; inoltre, durante il suo pontificato, si verificarono in Vaticano grossi scandali ed egli ebbe critiche a non finire. Tutte cose, queste, che contrastano nettamente con la dottrina cristiana. Per quanto riguarda il suo antisemitismo questo fu denunciato dal governo e dai mass media israeliani allorché nell’anno 2000 egli beatificò, insieme a papa Giovanni 23° (il Papa buono), anche papa Pio 9°. Ecco il commento del ministro del governo israeliano Michael Melchior: «Siamo profondamente rammaricati per il fatto che il Vaticano abbia legato la beatificazione di Giovanni Michael Melchior. 23° a quella di Pio 9°; papa Giovanni fu un giusto fra le Nazioni, Pio 9° invece era notoriamente un antisemita che giunse a ordinare perfino il sequestro di un bambino ebreo di 6 anni per crescerlo come cristiano contro la volontà dei suoi genitori. La beatificazione di un simile Pontefice può essere interpretata in Israele, e in tutto il mondo ebraico, come l’accettazione dell’infame pratica delle conversioni forzate». Il quotidiano Jerusalem Post rincarò la dose: «Pio 9° fu l’ultimo Papa a confinare gli Ebrei nel ghetto. Fu un Papa crudele, arrogante, infido e le condizioni di vita degli Ebrei, durante il suo papato, possono essere paragonate a quelle degli Ebrei nella Germania nazista degli anni ´30». Papa Pio 9° ~ 144 ~

Come ho accennato all’inizio del capitolo, papa Giovanni Paolo 2° fu autoritario ed intollerante e lo dimostrò in moltissime circostanze, specialmente negli anni ’80, quando se la prese con tutti quei prelati che, stanchi del suo autoritarismo, iniziarono a contestare la sua linea politica giudicata troppo conservatrice; ecco alcuni dei casi più eclatanti: Il sacerdote-teologo genovese Giovanni Baget Bozzo fu eletto, nel 1984, deputato al parlamento europeo nelle liste del Partito Socialista Italiano e per questo motivo il Papa polacco lo sospese a divinis. L’8 maggio 1985 richiamò all’obbedienza l’ordine dei frati francescani con una lettera che si poteva riassumere così: più autorità e meno fraternità, prudenza perfino nel seguire la strada della povertà, tornare a pregare la Madonna piuttosto che battersi fra gli uomini per la giustizia. Nel novembre del 1986 furono redarguiti anche molti vescovi statunitensi guidati dall’arcivescovo di Seattle Raymond Hunthausen il quale aveva preso posizioni a favore degli omosessuali cattolici, a favore della sterilizzazione volontaria e si batteva per poter somministrare la prima comunione ai bambini senza bisogno della confessione; Raymond Hunthausen. inoltre lottava per lo smantellamento degli armamenti nucleari nel mondo. Sempre in quegli anni ci fu la severa condanna da parte della Chiesa romana di un documento presentato dai vescovi latino-americani dal titolo Teologia della Liberazione; era un invito ai teologi affinché si adoperassero per liberare i poveri da ogni tipo di oppressione. Nell’articolo 3 del documento era scritto: «La liberazione è un tema congeniale alla fede. La nascita delle teologie della liberazione viene da questo. Privilegiare il riscatto dei poveri e degli oppressi è legittimo». Nel 1981 Sua Santità Giovanni Paolo 2° promulgò una nuova enciclica, Laborem exercens, sulla questione femminile; in pratica condannava l’emancipazione della donna e la invitava a tornare ad essere l’angelo del focolare: «…è necessario che le donne svolgano pienamente le loro funzioni secondo l’indole ed esse propria che è quella di madre e sposa...l’abbandono forzato di tali impegni per un compito retribuito fuori dalla casa è scorretto…». Ma le encicliche del Pontefice polacco non erano finite perché nel ~ 145 ~ Giovanni Baget Bozzo.

crimini sessuali - Marco Cannavicci
Page 1 Page 2 in questo numero ia rubrica Scienza e crimine di ...
Prezzi IVA esclusa VAT not included Precios sin IVA
tn/vat - Certus
Hanno inquinato la scena del crimine
Crimini di pace - Ristretti.it
Il crimine di genocidio - Studi per la pace
L'accertamento dei crimini ambientali
CRIMINI FARMACEUTICI DR RATH.pdf
I perché del crimine Condizioni cause e fattori
Il piu grande crimine
Prevenzione Del Crimine Sul Vostro Luogo Di Lavoro
I crimini della Wehrmacht sul fronte orientale.
Se avessi mai commesso il peggiore dei crimini per sempre ...
Fonti normative crimine genocidio - Gariwo
Ecco i "crimini" del Fascismo! - a.b. mariantoni
Manuale contro i crimini zoomafiosi - Polizia di Stato
Bologna in testa nella classifica del crimine - La Tribuna
Il volontario soccorritore sulla scena del crimine - Cesvot
Perizia psichiatrica su A.Franzoni - Crimini Seriali
INTERAZIONI TRA MASS-MEDIA E CRIMINE di Marco Cannavicci ...
Angelo Izzo il mostro del Circeo - Crimini Seriali