Views
9 months ago

CRIMINI VAT

così d’esser punito:

così d’esser punito: crear non lo doveva; crear non ci doveva per esser giudicati, salvati o inabissati secondo li peccati da Lui già preveduti, a noi già destinati. Di poi che Dio conosce, avanti il farci nati, se in terra sarem santi oppure scellerati, perché far recitare a ognuno sta commedia dicendo: “va a soggetto”, che invece è già stampato? Che sia perché a star solo nel cielo s’è annoiato? S’è messo a far l’autore per non morir d’inedia? Perché far recitare a ognuno sta commedia? Al giorno d’oggi i suddetti versetti potremmo sostituirli con la seguente storiella: Un qualunque ingegnere che si accorgesse, fin dal primo collaudo, d’aver sbagliato la progettazione di una macchina, provvederebbe subito ad accantonarla per dar vita ad un modello diverso, più rispondente alle esigenze di un corretto funzionamento ovvero alle proprie ambiziose aspettative. L’Ingegnere Supremo invece, pur constatando i difetti strutturali del “prototipo uomo” da Lui creato, lo ha messo ugualmente in produzione; è stato più volte sul punto di toglierlo dal mercato a causa del disastroso esito, ma altrettante volte non s’è arreso all’evidenza e ci ha ripensato ostinandosi a diffonderlo sull’intero pianeta. Tutto ciò con un aggravante essenziale: al contrario dell’ingegnere qualunque, quello Supremo sapeva in forte anticipo, persino sul primo abbozzo al tecnigrafo, che ne sarebbe scaturito un prodotto fallimentare. E allora perché lo ha fatto? ****** Oltre alle considerazioni di cui sopra, voglio approfondire l’argomento con alcune riflessioni: se lo Stato avesse veramente a cuore la salute mentale dei propri cittadini, non dovrebbe permettere ai clericali di predicare false credenze come l’esistenza di esseri soprannaturali, di un’altra vita dopo la morte, del paradiso e inferno ed altre. Ciò dovrebbe costituire reato di “induzione alla credulità popolare, plagio e circonvenzione di persone che, potremmo definire, facilmente ~ 204 ~

manipolabili”. Qualcuno potrebbe confutare che i clericali inducono sì a partecipare alle cerimonie religiose, ad ascoltare le prediche e a fare delle donazioni alla Chiesa, ma non obbligano la gente a farlo, quindi ciò è moralmente legittimo; per me invece non è affatto legittimo ingannare le persone ingenue promettendo loro il paradiso, se seguiranno i rituali cattolici, e minacciandole di andare all’inferno se non lo faranno; tutto questo naturalmente con lo scopo principale di ricevere donazioni e lasciti per mantenere in piedi l’imponente apparato di cui è formata la ricchissima Chiesa romana. Un’altra osservazione che ritengo interessante è la seguente: se domandi a della gente comune cosa ne pensa dei credenti che vanno alla messa e assistono alle funzioni religiose, molti rispondono che sono persone di tutto rispetto e che vanno ammirate per la loro fede cattolica. Se poi alle stesse persone chiedi cosa ne pensano della danza della pioggia che effettuavano certe tribù indigene nordamericane, allo scopo di propiziare la caduta della pioggia nei momenti di siccità, loro rispondono che si trattava di riti selvaggi praticati da tribù primitive estremamente ignoranti e che certe cerimonie sicuramente non avevano alcuna influenza sulle precipitazioni atmosferiche. Inoltre ritengono che chi effettuava certi riti fosse da commiserare per la sua patetica ignoranza. A questo punto c’è da chiedersi: c’è davvero differenza fra chi va alla messa ad invocare un Dio, e chi fa la danza della pioggia invocando qualche Entità superiore? Io non ne vedo se non per il tipo di rituale: i primi stanno in un ambiente chiuso e pregano sommessamente, i secondi fanno una sorta di danza all’aperto cantando in coro. Ambedue invocano Entità astratte che non hanno mai visto e non hanno mai accertato i reali benefici ricevuti. Fedeli in preghiera. Danza della pioggia. ~ 205 ~

Otto mesi a Roma durante il Concilio Vaticano : impressioni di un ...
Scarica la rivista - mondosalute
Di Pietro Gerardo 30 anni di cronache da Morra De Sanctis e dei ...
Mattacchine - Numero 7 - C.O.E.S. onlus - Coesonlus.it
Madrugada numero 68 - Associazione Macondo
In questo numero: Concilio Vaticano II 2009-2010 - Diocesi ...
a_sud_europa_anno-8_n-44
Scarica il monografico - Pollicino Gnus
Gennaio-Aprile - Ex-Alunni dell'Antonianum