Views
7 months ago

CRIMINI VAT

sarà cibo per voi”.

sarà cibo per voi”. (Per la prima volta Dio consente agli uomini di mangiare carne, in realtà lo hanno sempre fatto). (Genesi 9/6) – Quindi sentenziò: “Chiunque spargerà il sangue dell’uomo, avrà il proprio sangue sparso dall’uomo”. (Con questa frase Dio ammise la vendetta e non condannò il vendicatore. Frase che, in seguito, è stata usata dalla Chiesa cattolica per giustificare la pena capitale). (Genesi 11/4-8) – Gli uomini dissero: “Costruiamoci una città e una torre con la cima al cielo, questo sarà un segno di unione per non essere dispersi sulla faccia della terra”. Ma il Signore se ne accorse e commentò: “Essi sono un popolo solo ed hanno tutti uno stesso linguaggio: questo è l’inizio delle loro imprese; niente ormai gl’impedirà di portare a termine tutto ciò che hanno in mente di fare. Ebbene, scendiamo e confondiamo il loro linguaggio affinché non si capiscano gli uni con gli altri. Così il Signore li disperse sulla faccia di tutta la terra ed essi cessarono di costruire la città alla quale fu dato il nome di Babele”. (E con ciò Dio distrusse l’unità del genere umano dando inizio a rancori, sopraffazioni e guerre. Bel pacifista!). (Genesi 14/10-16) – “La valle di Siddim era piena di pozzi di bitume e i re di Sodoma e di Gomorra furono messi in fuga (da 4 popoli avversari) e vi caddero dentro; coloro che poterono salvarsi fuggirono ai monti. I vincitori presero tutte le ricchezze delle due città e tutte le vettovaglie, poi rapirono anche Lot, nipote di Abramo, con tutti i suoi beni” – “Quando Abramo seppe del rapimento del nipote armò 318 suoi servi e piombò su di loro, li vinse, li inseguì, riconquistò il bottino e liberò Lot”. (Genesi 15/9) – “Il Signore gli disse (ad Abramo): Prendimi una vitella di tre anni, una capra di tre anni, un montone di tre anni, una tortora e una colomba. Egli prese tutti questi animali, li divise nel mezzo e pose ciascuna metà di fronte all’altra”. (Riti tribali simili a questo di cui sono protagonisti degli animali ce ne sono moltissimi nella Bibbia; sono sempre voluti da Dio il quale non dimostra nessuna pietà per gli animali). (Genesi 16/1-11) – La moglie di Abramo, Sarai, non poteva avere figli, quindi suggerì al proprio marito di accoppiarsi con la loro serva egiziana, Agar, per avere da lei degli eredi. Così avvenne, ma in seguito Sarai cominciò a maltrattare la serva; allora questa fuggì, ma un angelo del Signore la raggiunse e le disse: “Ritorna dalla tua padrona e restale ~ 60 ~

sottomessa. Il figlio che porti in te lo chiamerai Ismaele…”. (In questo paragrafo, e in altri, Dio tollera il concubinato). (Genesi 17/10-12) – Dio fece un patto con Abramo: “Ogni maschio fra voi sia circonciso all’età di otto giorni, sia quello nato in casa che quello comprato con denaro da qualsiasi forestiero”. (E così fu fatto, senza tener conto del dolore subito dal neonato e del pericolo di infezioni). (Genesi 19/24-26) – I cittadini di Sodoma e di Gomorra erano empi e corrotti: “Allora il Signore fece piovere sulle due città zolfo e fuoco e distrusse quelle città, tutti gli abitanti e ogni germinazione del suolo”. (Perché anche il suolo? Inoltre: i bambini che colpa avevano?). In precedenza Dio aveva avvertito Lot di fuggire sui monti con la propria moglie e le figlie per non essere travolti, e di non voltarsi indietro. Così fecero, ma la moglie di Lot si voltò a guardare e fu trasformata in una statua di sale (?). (Anche in questo caso Dio operò una carneficina indiscriminata). (Genesi 19/30-38) – Lot andò a vivere in una grotta di montagna insieme alle due figlie. Costoro volevano della prole ma, non essendoci uomini nei dintorni, decisero di accoppiarsi con il proprio padre: la sera lo fecero ubriacare e, senza che lui se ne accorgesse, ebbero un rapporto sessuale con esso. Così le due giovani divennero mamme ed i rispettivi figli vennero chiamati Moab e Ben-Ammi. (E questo fu un altro rapporto incestuoso tollerato da Dio). (Genesi 22/1-13) – Iddio volle mettere alla prova Abramo e gli disse: “Prendi tuo figlio Isacco, portalo sul monte che ti indicherò, uccidilo e brucialo”. Abramo ubbidì e a malincuore, ma rispettoso degli ordini di Dio, andò sul monte con suo figlio, costruì un altare, ci mise sopra della legna e sopra suo figlio; impugnò il coltello e stava per scannarlo, ma apparve un angelo che lo frenò e gli disse: “Non uccidere Isacco, ora so che temi Iddio perché ~ 61 ~

Otto mesi a Roma durante il Concilio Vaticano : impressioni di un ...
Scarica la rivista - mondosalute
Mattacchine - Numero 7 - C.O.E.S. onlus - Coesonlus.it
Di Pietro Gerardo 30 anni di cronache da Morra De Sanctis e dei ...
Madrugada numero 68 - Associazione Macondo
a_sud_europa_anno-8_n-44
Scarica il monografico - Pollicino Gnus
000 TRACCE 34 WEB - TraccEdizioni.it
Gennaio-Aprile - Ex-Alunni dell'Antonianum
maggio 2013 - I Siciliani giovani
N.6 | Anno XVI | 17 Marzo 2013 - Nero su Bianco