Views
1 week ago

CRIMINI VAT

debolezza) che punisco

debolezza) che punisco la colpa dei padri nei figli fino alla terza e quarta generazione di coloro che mi odiano”. (Frase ripetuta anche nel libro Deuteronomio 5/9) - E questa sarebbe giustizia? Da notare anche che la Chiesa non ha riportato questo comandamento nel decalogo moderno. (Esodo 20/13) – Un altro comandamento recitava: “Non uccidere”, ma già nel capitolo successivo (Esodo 21/12-25) Dio ordinò di Mosè con i comandamenti. uccidere per ben sei volte: “Chi percuote un uomo da farlo morire sia messo a morte…Se uno trama contro il suo prossimo per ucciderlo con l’inganno, lo trarrai anche dal mio altare per farlo morire. Colui che percuote suo padre o sua madre sia messo a morte. Chi rapisce una persona, sia per venderla, sia per tenerla, sia messo a morte. Chi maledice il proprio padre e la propria madre sia messo a morte…Se uno percuote il suo servo o la sua serva col bastone, sì che egli muoia sotto la mano, sia severamente punito, ma se sopravvive un giorno o due, non sia punito perché è suo denaro”. Ora arriva il bello: “Se durante una lite ne segue un danno tu richiederai vita per vita, occhio per occhio, dente per dente, mano per mano, piede per piede, ustione per ustione, ferita per ferita, lividura per lividura”. (Questa è la cosiddetta legge del taglione adottata solo dai popoli estremamente barbari; e pensare che è proprio scritta nella Bibbia! Questa legge è ribadita anche nei libri Levit.24/19-20 e Deuter. 19/19.21). (Esodo 20/15) – L’ottavo comandamento dettato da Dio era “Non rubare”, e dovrebbe comprendere anche i saccheggi e le razzie ma, come abbiamo già visto e come vedremo in seguito, queste attività erano perfettamente ammesse quando a compierle erano gli Ebrei verso i loro nemici, era ad essi che non si doveva farle. (Esodo 20/17) – Il decimo era “Non desiderare la casa del tuo prossimo, né la sua moglie, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né alcuna cosa che appartenga al tuo prossimo”. Da notare che la moglie è solo seconda in ordine di importanza dopo la casa. Nessun cenno ai mariti, visto che per gli Ebrei le donne non avevano proprietà, ma erano proprietà; infatti potevano essere ripudiate a piacere dai mariti: “Se un uomo è sposato e non gli piace più la propria moglie perché trova in lei qualcosa di vergognoso, la mandi via dalla casa” (Deuteronomio 24/1). Oggi la Chiesa ha spezzato il decimo comandamento in due, aggiungendo come suo nono: “Non desiderare la donna d’altri” al femminile; ciò fa supporre che le donne possano ~ 66 ~

liberamente desiderare l’uomo di altre senza commettere peccato. Per evitare questo squilibrato maschilismo bastava che scrivessero: “Non desiderare il coniuge d’altri” e sarebbe stato tutto chiaro. (Esodo 20/23-26) – Dio disse a Mosè: “Non fate accanto a me né Dei d’argento, né Dei d’oro: mi farai invece un altare di terra sul quale mi offrirai i tuoi olocausti e i tuoi sacrifici di ringraziamento, le tue pecore e i tuoi buoi. In qualunque luogo io vorrò che sia ricordato il mio nome, verrò da te e ti benedirò. E se mi farai un altare di pietra, non fabbricarlo con pietre scalpellate perché quando avrai alzato sopra di esse il tuo ferro, tu le avrai profanate. Non salire per gradini al mio altare, affinché non si scopra sopra di esso la tua nudità”. (Questi racconti biblici sono talmente assurdi che sembrano scritti da qualcuno in preda ai fumi dell’alcol). (Esodo 21/1-6) – Dio disse: “Se tu comprerai un servo ebreo ti servirà per sei anni, ma al settimo anno se ne andrà libero senza pagar nulla….Se il servo non vorrà andarsene libero, il padrone lo farà comparire davanti a Dio, poi lo farà avvicinare alla porta e gli forerà l’orecchio con una lesina, e costui gli sarà servo per sempre”. (Dio, oltre che carnefice, dimostra di essere anche schiavista). (Esodo 21/28) – “Se un bue colpisce un uomo o una donna e muoiono, il bue si lapidi e la sua carne non si mangi e il padrone del bue sia assolto” – (21/32) “Se un bue cozza un servo o una serva, il proprietario del bue paghi 30 sicli d’argento al loro padrone e il bue sia lapidato”. (Povera bestia!) (Esodo 22/18-29) – “Chi giace con una bestia sia messo a morte. (Ma che razza di depravati c’erano a quell’epoca?). Chi fa dei sacrifici ad altri Dei fuorché al Signore solo, sia messo a morte…Non affliggere nessuna vedova e nessun orfano, se lo farai egli griderà a me (Dio) ed io ascolterò il suo grido, l’ira mia s’accenderà ed io vi ucciderò di spada, sicché le mogli vostre saranno vedove ed i vostri figli orfani… Il primogenito dei tuoi figli lo darai a me, lo stesso farai del primogenito delle tue vacche e delle tue pecore”. (E qui ci starebbe bene un bell’applauso beffardo). (Esodo 25/1-40 – 26/1-27 – 27/1-21 – 28/1-43) – Dio impartì una lunga serie di ordini a Mosè affinché facesse delle offerte, dei sacrifici, dei riti e costruisse altari, tabernacoli, paramenti sacri ed altro; tutti ordini ben precisi e con dettagliate misure. Inoltre gli disse di costruire un’arca lunga due cubiti e mezzo (110 cm.) tutta rivestita d’oro puro dentro e fuori, oltre a vari fregi e oggetti sempre d’oro. (Come avrà fatto Mosè a reperire tutto quell’oro?). Tutto questo perché Dio voleva essere ~ 67 ~

Otto mesi a Roma durante il Concilio Vaticano : impressioni di un ...
Scarica la rivista - mondosalute
Di Pietro Gerardo 30 anni di cronache da Morra De Sanctis e dei ...
Mattacchine - Numero 7 - C.O.E.S. onlus - Coesonlus.it
Madrugada numero 68 - Associazione Macondo
a_sud_europa_anno-8_n-44
Scarica il monografico - Pollicino Gnus
000 TRACCE 34 WEB - TraccEdizioni.it
000 : TRACCE:32:WEB - TraccEdizioni.it
N.6 | Anno XVI | 17 Marzo 2013 - Nero su Bianco
Linnio Accorroni (Stilos), Elettra Aldani (D- la ... - Satisfiction