Views
6 months ago

CRIMINI VAT

tentazione e metterci

tentazione e metterci continuamente alla prova; sembra quasi che si diverta a farci star male. Ciò è puro sadismo). (Sapienza 3/16-19) – “I figli degli adulteri non giungeranno a maturità - La loro discendenza sarà sterminata - Anche se vivranno a lungo non godranno nessuna stima - E la loro vecchiaia sarà senza onore - Se muoiono presto non avranno speranza né consolazione nel giorno del giudizio - Poiché acerba è la fine di una generazione malvagia”. (Ma perché infliggere pene così severe verso persone che in fondo non avevano nessuna colpa?). (Ecclesiastico o Siracide 5/7) – “Non aspettare a convertirti al Signore, né rimandare di giorno in giorno, poiché improvvisa arriverà la sua ira e il giorno del castigo tu sarai annientato”. (Eccles. 10/13-14) – “A chi si abbandona al peccato Dio gli tormenta il cuore con delusioni e lo flagella fino alla distruzione”. (Eccles. 25/12) – “Qualunque ferita ma non la ferita del cuore, qualunque cattiveria, ma non la cattiveria della donna” – (25/18) “Ogni malizia è piccola di fronte alla malignità della donna: che lei abbia la sorte del peccatore” – (25/24) “Dalla donna ha avuto inizio il peccato e per colpa sua tutti moriamo”. (Alla faccia del femminismo). (Eccles. 33/25-29) – “Foraggio bastone e pesi per l’asino, pane, disciplina e lavoro per il servo. Imponi al servo di lavorare e non avrai molestie, se lo lasci senza lavoro cercherà di fuggire. Giogo e briglie piegano il collo al giumento, per lo schiavo cattivo torture e flagelli. Occupalo in lavori a lui convenienti e se non obbedisce stringi i suoi ceppi”. (Schiavista!) (Eccles. 40/8-10) – “Per i peccatori sette volte di più: morte, sangue, litigi, spada, oppressioni, fame, calamità, flagelli; tutto questo è stato creato per i malvagi e fu per colpa loro che venne il diluvio”. (Eccles. 41/9) – “Guai a voi, uomini empi, venendo al mondo siete nati per la maledizione e quando morrete riceverete l’eredità dei maledetti”. (Eccles. 45/19) – “Il Signore vide, se ne indignò e furono annientati nel furore della sua ira (gli abitanti di Datan e Abiron). Contro di loro compì prodigi e li consumò col fuoco della sua fiamma”. (Isaia 13/9) – “Ecco il giorno del Signore, viene tremendo nella sua ira e implacabile nella sua collera, per ridurre la terra in un deserto, per sterminare i peccatori”. ~ 78 ~

(Isaia 14/22-23) – “Insorgerò contro di loro, parola del Signore degli eserciti, (appellativo alquanto appropriato, dal momento che si divertiva a distruggere tutto) cancellerò il nome di Babilonia e il resto, la prole e la stirpe. La ridurrò a dominio dei ricci, a palude stagnante e la spazzerò con la scopa della distruzione”. (Isaia 66/24) – Dice il Signore: “Uscendo vedranno i cadaveri degli uomini che si sono ribellati contro di me, il loro verme non morirà, il loro fuoco non si spengerà e saranno per tutti uno spettacolo orrendo”. (Geremia 4/27) – “Ecco quanto dice il Signore: Tutto il paese sarà devastato, io compirò uno sterminio, perciò la terra sarà in lutto e i cieli si oscureranno”. (Geremia 7/20) – “Così parla il Signore: Ecco, la mia collera e il mio furore si scatenerà su questo paese, sugli uomini e sugli animali, sugli alberi dei campi e sui frutti della terra, esso brucerà e non si spegnerà”. (Geremia 11/22-23) – “Così dice il Signore degli eserciti: Io li colpirò, i suoi giovani periranno di spada, i loro figli e le loro figlie morranno di fame e di loro non rimarrà alcun superstite perché manderò la punizione agli uomini di Anatot nell’anno del loro castigo”. (Geremia 20/4) – “Perché così dice il Signore: Ecco, io darò in preda al terrore te e tutti i tuoi cari, essi cadranno per la spada dei loro nemici e i tuoi occhi lo vedranno…” (Geremia 21/5-7) – Dio disse: “Io stesso combatterò contro di voi con tutta la mia forza, con ira, furore e grande sdegno. Colpirò gli abitanti di Gerusalemme, uomini e animali, con un’orribile peste, così morranno; poi abbandonerò Sedecia, re di Giuda, i suoi ministri, gli abitanti scampati alla peste, alla spada e alla fame, nelle mani di Nabucodonosor, re di Babilonia e nelle mani dei loro nemici in balia a quelli che ne vogliono la morte, perché siano passati a fil di spada senza riguardo, senza pietà e senza misericordia”. (Lamentazioni 2/2-7) – “Il Signore ha distrutto senza pietà tutte le dimore di Giacobbe, ha abbattuto col suo furore le fortezze della figlia di Giuda, ha prostrato a terra e profanato il suo regno e i suoi capi, con la sua ira ha infranto la potenza d’Israele…” e via dicendo. (Lamentaz. 3/42-45) – “Abbiamo peccato, siamo stati ribelli e tu non ci hai perdonati - Ti sei armato di ira e ci hai perseguitati e uccisi senza pietà - Ti sei avvolto in una nube affinché non ti giungesse la nostra preghiera - Tu ci hai ridotti a spazzatura e rifiuti in mezzo ai popoli”. (Ezechiele 5/11-17) – “Te lo giuro, dice il Signore (in riferimento al popolo), poiché tu hai profanato il mio santuario con nefandezze e con ~ 79 ~

Il Vaticano e lo stato : studi e proposte
Scarica la rivista - mondosalute
crimini sessuali - Marco Cannavicci
religioni - Homolaicus
Raccolta di elogi funebri e lettere necrologiche
Antologia; giornale di scienze, lettere e arti
Nuova antologia
Nuova antologia
Antologia; giornale di scienze, lettere e arti
Untitled
L'Album; giornale letterario e di belle arti
[Eu]carestie - Il Palindromo
a_sud_europa_anno-8_n-44
14_rivista_ITAeventi
Nuova antologia
Nuova antologia
Scarica il monografico - Pollicino Gnus
BUONE VACANZE! ARRIVEDERCI AL 19 ... - la Fiera dell'Est
PDF Babel 021 - Parliamo di Videogiochi
jonathan dicembre definitivo.indd
Cicatrici.pdf
Nuova antologia
Nuova antologia
CI 2005 05.pdf - Colleferro 1
L'ennesimo libro della fantascienza
Nuova antologia
Scarica il PDF - Settimanale Tempi
versione PDF - Anonima Scrittori