Views
1 week ago

ON AIR 1

Abbiamo già affrontato

Abbiamo già affrontato nei numeri precedenti il tema delle difficoltà, se non addirittura il divieto, imposto ai lavoratori invalidi, operanti a Malpensa, riguardo la fruibilità dei parcheggi riservati. Nel merito offriamo una testimonianza diretta che ci è stata concessa da un diretto interessato; sebbene l’Italia sia dotata di un impianto normativo tra i più avanzati per la tutela delle persone disabili, queste si vedono negare diritti apparentemente scontati. 8

L’Intervista A Calogero Come si chiama? Calogero Sanzo. Dove lavora? Al Terminal 1 dell’Aeroporto di Malpensa, sono dipendente da circa 4 anni di “Romeo Gestioni”, Azienda per la quale svolgo le funzioni di addetto alle pulizie. È stato assunto con i criteri della legge 68/99 in qualità di invalido? Sì, poiché mi è stata riconosciuta un’invalidità del 90%, sono una persona con ridotte capacità motorie. Come si svolge il suo lavoro? Ho un impegno quotidiano organizzato su turni ripartiti tra mattino e pomeriggio: quando sono impegnato al mattino inizio alle 7, con il turno del pomeriggio termino alle 22. Credo sia importante sottolineare l’orario di inizio e chiusura dei turni perché sia al mattino presto che di sera, soprattutto in inverno, gli spostamenti mi risultano difficoltosi. In sintesi, per fare 6 ore di lavoro, come previsto dal mio contratto, sono impegnato per 9, inclusa la pausa e gli spostamenti tra la mia postazione ed il parcheggio. Mi preme far notare che nonostante tutte le difficoltà fin qui evidenziate non ho mai fatto registrare ritardi. Ci spieghi quali sono i problemi che quotidianamente affronta per il parcheggio. Sono costretto a parcheggiare presso la palazzina corsi, sita a circa 1500 metri dall’Aerostazione, e la distanza considerevole mi costringe, nel migliore dei casi, ad utilizzare la navetta, altrimenti a compiere il percorso a piedi. È evidente che un percorso così lungo sarebbe gravoso anche per persone senza problemi, figuratevi per me con le difficoltà derivanti dalla mia patologia. Inoltre le criticità aumentano in considerazione delle condizioni metereologiche: con il caldo arrivo alla mia postazione stremato e d’inverno, nelle giornate più fredde, rischio seriamente di scivolare sul fondo ghiacciato mettendo a rischio la mia incolumità. Con la navetta certamente si limitano rischi e fatica, ma trattandosi di mezzi non facilmente accessibili secondo quanto previsto dalla Legge, la salita e la discesa possono – come già capitato - causarmi distorsioni o altre tipologie di infortunio. Ho fatto ripetute richieste formali per ottenere un parcheggio agevole, possibilmente in prossimità della postazione lavorativa, ottenendo diversi rifiuti se non una totale indifferenza. Si va ad alimentare poi un comodo palleggio di responsabilità: il mio datore di lavoro sostiene che tutto dipenda dal gestore, stessa tesi dell’Amministrazione di Ferno (comune di riferimento) da me interpellata direttamente. Infine il gestore non solo non assume provvedimenti per trovare una soluzione positiva per il sottoscritto e gli altri invalidi occupati, ma assume provvedimenti 9 anche sanzionatori. Per un mese e mezzo infatti mi è stato concesso di parcheggiare in area Milano parking aree 1,-2,-3, ma dopo questo breve periodo mi hanno imposto un divieto poiché, secondo regole che nessuno mi ha spiegato, le suddette aree sarebbero destinate unicamente ai turisti e ai passeggeri ma non agli operatori aeroportuali. Solamente in due casi, a causa delle avverse condizioni metereologiche, ho comunque utilizzato i suddetti parcheggi ricevendo i relativi addebiti per un importo pari a 29 € al giorno. La situazione dei lavoratori invalidi di Malpensa non solo assume i toni del paradosso, ma contravviene, in modo sistematico, a precise normative di Legge. Il contrassegno di parcheggio deve poter garantire di utilizzare quelli dedicati, ma anche di poter usufruire gratuitamente degli altri. Inoltre è prevista la libera circolazione nelle Zone a Traffico Limitato e l’area 10 minuti ne ha tutte le caratteristiche. Ad onor del vero, esiste l’estensione a 4 ore prevista per i disabili muniti del contrassegno e potrei anche usufruirne, ma dovendo svolgere turni da 6 ore anche questa soluzione risulta critica, senza contare che dovrei sempre essere in grado di connettermi ad internet per richiederne l’autorizzazione. È necessario che chi ha il potere di prendere decisioni su questa materia lo faccia in maniera sistematica e, soprattutto, a favore delle persone più in difficoltà. Vivendo in Aeroporto noto una palese contraddizione negli atteggiamenti; infatti, mi risulta ci sia un’incessante e meritevole attività di beneficenza a favore di Enti e Istituzioni certamente meritori, discriminando poi, come credo di aver ampiamente dimostrato, i lavoratori disagiati. Cosa intende fare adesso? Questa intervista segue altri tentativi infruttuosi, dal punto di vista della sensibilizzazione al problema mi ero già rivolto anche alla stampa locale; sul versante rivendicativo mi sono rivolto alla CGIL, ma anche i tentativi sindacali ad oggi sono stati vani per la totale indisponibilità delle controparti a trattare. Ora il passo da compiere è quello di tentare le vie legali. Il contributo che ci ha fornito Calogero ci fa comprendere, con amarezza, che anche Leggi avanzate ed atteggiamenti formalmente disponibili non siano sufficienti a colmare lo svantaggio, che per molti cittadini e lavoratori, rappresenta un problema senza soluzione. Continueremo a seguire Calogero e a dare voce a chiunque abbia voglia di raccontarsi. Francesco Vazzana

Numero 110 - Anno XIX, Gennaio/Febbraio 2011 - Club Plein Air BdS
MANmagazine Bus Italia 1/2014
La Gallura una Regione Diversa in Sardegna - Servizi On Line
ARPA - Rivista digitale sulle nuove tendenze culturali del ... - ARPANet
n°1 febbraio 2012 - CGIL REGGIO EMILIA
lezione 1-2007 REV 1 MARZO 2007 CON PROF:lezione 1-2007 ...
Anno 1 – Numero 13 – Settembre 2010 - Il Giullare
rivista pdf Anno 1- nr 0 - settembre 2010 - wowweb.it
SETTEMBRE 2 0 1 1 - Autprol
Il Gabbiano Felice On-Line - Università della terza età di Mestre
BRILLANTE LAUREATO OFFRESI - Matt Manent - On the Road
Leggi on-line o scarica il libro da stampare (2 ... - Gianni Monduzzi
N. 78 – giugno 2013 - Filt Cgil
E-book FrancoAngeli - Andrea Granelli
Bimestrale della Cgil/Agb - ANNO XXV - N. 1 - Marzo/März 2013 - 2 ...