Views
6 months ago

CalcioInRosa_18

ROSA Calcioin Pink Bari

ROSA Calcioin Pink Bari Verona Atalanta Empoli Ladies Res Roma Sassuolo SERIE A JUVE E BRESCIA VOLANO, CROLLA LA FIORENTINA CLASSIFICA SQUADRA PT 1 Juventus 36 2 Brescia 33 3 Tavagnacco 25 4 Fiorentina 19 5 Atalanta 17 6 Res Roma 15 7 Chievo Verona 13 8 Pink Bari 13 9 Verona 12 10 Ravenna Women 8 11 Empoli Ladies 8 12 Sassuolo 7 PROSSIMO TURNO sabato 10 febbraio Fiorentina Ravenna Women Tavagnacco Chievo Verona Juventus Brescia Nessun problema per la capolista Juventus e l’inseguitrice a tre punti di distanza Brescia nella prima giornata del girone di ritorno del campionato di Serie A femminile: le bianconere, nel posticipo di domenica, hanno superato senza particolari patemi d’animo l’Atalanta. A segno Bonansea (decimo centro in campionato per lei) Glionna e Caruso. Partita in ghiaccio già dopo meno di venti minuti e pratica sbrigata per le ragazze di Rita Guarino che non hanno patito della pressione messa dal Brescia, che 24 ore prima avevano raggiunto le bianconere grazie alla netta vittoria sul Bari. Sabatino, Mendes, Giacinti e Girelli (sempre più capocannoniere del campionato con 13 gol) le marcatrici di una partita che non è mai stata in discussione. Un gol di Elisa Camporese a poco meno di dieci minuti dalla fine regala tre punti al Tavagnacco, che torna così alla vittoria dopo due stop consecutivi e nella settimana in cui Marco Rossi è tornato in panchina dopo le dimissioni di mister Cassia per motivi personali. Le gialloblu restano così in terza posizione, sempre più salda per via dell’ennesima sconfitta (la terza stagionale) della Fiorentina. Il Verona, in rimonta con una doppietta di Kostova, espugna Firenze e decreta la crisi definitiva delle Viola, certificata anche dalle parole amare di Sauro Fattori: “Siamo senza anima e senza ambizione”. Ravenna ed Empoli si dividono la posta, ed è un risultato che vista la vittoria del Verona non fa contente nessuna delle due; fondamentale successo della Res Roma (secondo consecutivo) sul Chievo Verona: a segno dopo cinque minuti Melania Martinovic, al quinto sigillo in campionato. Flavio Grisoli SERIE B Musiello Saluzzo PROSSIMO TURNO domenica 11 febbraio GIRONE A GIRONE B GIRONE C GIRONE D Amicizia Lagaccio Riozzese Atletico Oristano Vittorio Veneto Bologna Apulia Trani Napoli Torino Florentia Sassari Torres Azalee Pordenone Mozzecane Roma Lazio Juventus Torino Ligorna Lavagnese Grifo Perugia Fiammamonza Inter La Saponeria Jesina Imolese San Marino Lecce Latina Luserna Lucchese Padova Milan Ladies Castelvecchio Brixen Obi Chieti Catania Romagnano Novese Caprera Marcon Pro San Bonifacio Clarentia Grifone Gialloverde Real Colombo Arezzo Pisa Como 2000 Real Meda Unterland Riccione Vicenza Women Soccer Castelnuovo Roma XIV Virtus Partenope calcioinrosa.it info@calcioinrosa.it pag. 2

ROSA Calcioin NOVESE NOVESE: IN 13 TRA FUORI ROSA E AMMUTINATE calcioinrosa.it È la storia della settimana, forse diventerà la storia della stagione, ma in casa Novese si sta consumando la resa dei conti che probabilmente era nell’aria già qualche settimana fa quando il tecnico Fossati rassegnò le dimissioni perché in aperto contrasto con alcuni elementi dello spogliatoio che a suo dire avevano velleità che esorbitavano dal loro ruolo. Lì per lì non ci furono prese di posizione da parte della società del presidente Saccone che aveva messo al timone della Prima Squadra Giovannetti, con Fossati (vicepresidente esecutivo del club) che rimaneva responsabile del Settore Giovanile, grande vanto della società di Novi Ligure. Inutile dire che però la situazione era tutta in divenire, e infatti il bubbone è esploso alla vigilia del match contro il Saluzzo. Tre giocatrici, il capitano Barbara Di Stefano, Romina Draghi e Francesca Lardo sono state messe fuori rosa. A loro si sono unite altre dieci giocatrici, che di fatto si sono ammutinate. La partita poi si è disputata lo stesso, con la Novese che, seppur imbottita di giocatrici giovanissime (anche 14enni), ha portato a casa la vittoria per 5-0. Ma le ferite sono profonde: Giovannetti si è dimesso prima del match, e quindi in panchina è tornato Fossati. Ora la Novese è in silenzio stampa, e fanno sapere dalla società biancazzurra: “Agiremo presso le sedi competenti sia sportive che civili o penali”. Non è il primo caso che accade nel calcio femminile di questo tipo: non lontano da Novi Ligure, a Casale nel 2013 l’ammutinamento delle giocatrici che si rifiutarono di scendere in campo per quattro partite consecutive provocarono la radiazione della società. Ovviamente questo non è quello che si augurano dalle parti di Via Francesco Crispi, dove svetta lo Stadio “Girardengo”. Però ci si ritrova a dover affrontare una situazione di profonda incertezza a poco più di sei mesi dall’aver sfiorato la promozione in Serie A. A Novi le bocche sono cucite: trapela rammarico e un pizzico di imbarazzo ma anche orgoglio e consapevolezza delle proprie ragioni. Purtroppo, per conoscere l’epilogo di questa (triste) vicenda dovremo aspettare i tribunali. Con l’augurio che le parti magari si possano riavvicinare in queste settimane. info@calcioinrosa.it Flavio Grisoli pag. 3

L'Orte resta in vetta si ferma La serie a match cLOu ... - Calcio a 5 Live
Un incoraggiamento ad un campione e amico - Ilmese.it
Giornata 37 - Brescia vs Grosseto
Il calendario 2012 - Calcio a 5 Live
A COLLEFERRO 2 GIORNI DI EMOZIONI cogianco ... - Calcio a 5 Live
SoGnAndo LA FinAL eiGht SoGnAndo LA FinAL ... - Calcio a 5 Live
Scarica la brochure della manifestazione - Federazione Italiana ...
bresciasupport - Accademia belle arti Santa Giulia
GIORNALE n. 10-11 (mag-ago 2010) - gussago calcio
Diapositiva 1 - Università degli Studi di Napoli "Parthenope"
scarica il pdf - Mese Sport