Views
4 months ago

Art&trA Rivista Dic/Gen 2018

Rivista d’arte, cultura e informazione

102 femminile

102 femminile nitidamente percettibile . “È la donna con tutte le sue emozioni, con la sua voglia di essere capita, compresa ed amata” le sue opere sono immagini dell’immaginazione, caratterizzate da linee forti, veloci, non finite e graffianti volte a suscitare emozioni, narrare storie di vita usando mezzi di comunicazioni vari come olio, china, pigmenti, vetro, caffè e cemento. Il soggetto principale è la donna, protagonista in scene di amore,di attesa, di dolore, di desiderio, di perversione…avvolte tutte in un’essenza di grazia circoscritta da un realismo indefinito, senza tempo, dove i colori sono incisi nel cemento, come se l’artista volesse imprigionare quella bellezza, quegli stati d’animo e quell’amore sinuoso per l’eternità. “la mia arte parla di noi, l’uomo c’è, è il nostro compagno, la persona che abbiamo scelto, ma fondamentalmente siamo noi che dobbiamo trovare la nostra posizione nel mondo”. l’artista usa spatole, livelle, materiali da costruzione e pennelli per catturare i ricordi di una passato che conserva nel cuore, come l’uso del caffè che fa assaporare oltre che ammirare le sue creazioni, rappresentando silenziosamente quel delicato momento di intimità e dialogo fra lei e suo padre. “Uso il cemento per ringraziarlo, uso il caffè perché era la nostra bevanda preferita…e quando gli ripetevo storia dell’arte iniziava tutto con una bella caffettiera sul fornello”. nei suoi volti è forte la componente autobiografica, con queste donne bellissime che emergono da fondali scuri, con negli occhi la forza e la luce di chi ha saputo usare i dolori della vita per diventare una donna più forte, come lei dopo la perdita del suo amato padre. la sua arte racconta così negli anni una storia personale ed universale, unica nel suo genere, che induce ad una ricerca disperata di quel lato oscuro che abbiamo tutti dentro di noi e che secondo il suo messaggio artistico va esternato senza la paura di far leggere le innumerevoli sfumature della nostra anima. Bisogna esternare le emozioni, perché solo in quelle emozioni è racchiusa l’essenza della nostra vita. “Dipingo per ricordare…Dipingo per non scordare…” la sua prima mostra risale nel 1997 e da allora fino ad oggi ha partecipato a innumerevoli mostre personali e collettive sia in Italia che all’estero riscuotendo un notevole successo. Questo vortice immateriale che cattura la concretezza dell’anima è quell’inebriante caos che Donatella usa per raccontare la sua storia nel mondo…e proprio nelle sue opere, fra i muri di papaveri e cemento, c’è l’anima di quell’uomo che con orgoglio continua ad accompagnarla nella vita. “Ben Venga il caos, perché l’ordine non ha funzionato” (Kraus) Collaborazioni: Saatchi Art Esclusiva con ZANIN Venezia 1972 Gallerie di Rappresentanza: Galeria Gaudì- Madrid, Spagna Imago- Perugia,Umbria, Italia Il Pozzo- Cortona,Toscana, Italia

Angela Balsamo Studio: 00012 Guidonia (Roma) - Via Oricola, 26/c 0774 365045 - Cell. 338 2448902 balsamo.a.m@virgilio.it

Art&trA Rivista Feb/Mar 2018
Art&trA Rivista Feb/Mar 2017
Art&trA Rivista Apr/Mag 2018
Art&trA Dicembre 2016/Gennaio 2017
Art&trA Ottobre e Novembre 2016
DIC - Associazione Arte Mediterranea
AAL-2011-11.pdf - Arte a Livorno
IMG2014122312260145
novembre 2010 - Arte e Critica
314 VED Roma - Il Giornale dell'Arte
RTAntis - Artantis.info
artisti_a_pisa_2 (1)
artisti - Il Giornale dell'Arte
La TOSCANA - Febbraio 2014
Exibart.onpaper 25 - Eventi artistici in Italia
01 OK.qxd - Emmi srl
Pietro Macchiolo - Sanremo Arte 2000
Layout 3 - Arte e Critica
rOMA - Arte e Critica