Views
5 months ago

Gulli Marzo2018 completo_Low

Via S.S. 18 Km80

Via S.S. 18 Km80 Contrada Cioffi snc 84025 Eboli (SALERNO) - Italia Tel. 0828 347356 info@caseificiotrestelle.com

VIAGGI dove dormire Per chi vuole passare una notte “storica” l’Hotel Imperial a Kärntner Ring 16 (www.imperialvienna.com) è l’ideale. Costruito per i sovrani, fu la residenza viennese del Principe di Württemberg fino al 1873. Nel corso degli anni ha accolto ospiti come Richard Wagner, Sigmund Freud e Charlie Chaplin. Se invece cercate un hotel un po’ fuori dal comune l’indirizzo perfetto è l’Hotel Daniel a Landstrasser Gürtel 5 (www.hoteldaniel. com), che si trova a soli 15 minuti a piedi dal centro di Vienna. Nel giardino ospita una roulotte american style in cui è possibile pernottare. I 16 metri quadrati di spazio che offre al suo interno sono stati allestiti da professionisti dell’arredamento per interni di barche, che ne hanno fatto un piacevolissimo rifugio. La roulotte è dotata di isolamento termico e acustico, inoltre dispone di aria condizionata, riscaldamento, flat TV, connessione wi-fi e di una vasca da bagno libera. Ancora più stravagante la formula di Urbanauts Street Lofts: trasformare vecchi negozi in camere da hotel. Il risultato sono spazi commerciali in disuso convertiti in alloggi per turisti che hanno mantenuto la storia di questi vecchi negozi, officine e atelier. Ormai esistono ben cinque Street Lofts (www.urbanauts.at), che portano nomi come “La sarta”, “L’artista” o “Il gallerista” e ricordano così l’utilizzo a cui un tempo erano adibiti i locali. Le camere, che sono situate nel quarto distretto nei pressi della nuova Stazione centrale, si possono prenotare online, il check-in si fa direttamente in loco con una chiave elettronica. Per qualcosa di più intimo, si può optare per il This is not a hotel, in Obere Donaustrasse 9 (www. thisisnotahotel.at), un hotel ricavato in ex locali commerciali che risalgono ad inizio Novecento nei pressi del Canale del Danubio con prezzi decisamente più accessibili. SACHER TORTE Vienna è legata a un dolce conosciuto in tutto il mondo: la Sacher torte, un soffice dolce al cioccolato con ripieno di marmellata alle albicocche e una raffinata glassa. Un’autentica gioia per occhi e palato, la cui paternità è stata oggetto di una diatriba finita addirittura in tribunale e conclusa nel 1962 con un decreto della Corte Suprema Austriaca che attribuì il diritto AOC (Appellation d’Origine Controlèe) all’Hotel Sacher dove assaggiare ancora oggi la ricetta originale, servita con al centro un medaglione di cioccolato dove è inciso il nome Hotel Sacher. Una tappa alla pasticceria Demel (Kohlmarkt 14), storica rivale è doveroso. Si tratta di una delle migliori e più antiche caffetterie di Vienna, il caffè preferito della principessa Sissi e dalla famiglia imperiale degli Asburgo. Qui la superficie della torta è decorata con un triangolo di cioccolata dove è scritto Eduard-Sacher-Torte, il nipote del creatore Franz che lavorò nella pasticceria concorrente. Un altro posto dove gustare un’ottima Sacher è l’Hofburg Café (Innerer Burghof 1). Si trova all’interno del palazzo imperiale della Hofburg, dove sono ospitati gli appartamenti e il museo di Sissi. Un altro celebre caffè storico di Vienna assolutamente da provare è il Dommayer (Dommayergasse 1), un caffè elegante, con grandi lampadari a candeliere, che conserva il classico stile dei caffè viennesi. Situato vicino al Castello di Schönbrunn, in questo caffé si possono degustare i dolci più buoni della città e una Sacher molto fedele all’originale. G 65

Gulli completo_Low
Divagazioni sul Vinitaly - Gli Itinerari Gustosi
Numero zero – Alcoldipendenza - Centro Italiano di Solidarietà
Il cercatore di funghi nel mondo - Gustolocale
L'ennesimo libro della fantascienza
Anno II, numero 3 - Marzo 2009 - Parrocchia BMV di Loreto
Focus sulle parrocchie del quinto decanato Speciale - Diocesi di Nola
marzo 2012 - Parrocchia della Beata Vergine Immacolata in Longuelo