Views
9 months ago

Salento Dove Marzo 2018

ITINERARI UN TOUR NEL

ITINERARI UN TOUR NEL SALENTO VIAGGIO TRA BELLEZZE ARCHITETTONICHE E SPECIALITÀ TIPICHE A TOUR OF SALENTO AMONG ARCHITECTURAL WONDERS AND TYPICAL DELICACIES di Stefano Conte La prima cosa che si nota arrivando in Salento non è il mare, come tanti potrebbero immaginare, ma le distese di ulivi secolari che trapuntano sterminati campi di terra rossa e nascondono alla vista la costa che invece è ben visibile fino a Brindisi, provenendo da nord e percorrendo la via adriatica. E ancor di più si stupisce il viaggiatore arrivando al capoluogo, poiché Lecce, benché distante solo una decina di chilometri dalle sue marine, non ha niente che possa far pensare a una località di turismo balneare. Perché il Salento ha mille volti e mille proposte per tutte le stagioni e ogni tipo di turista, anche il più esigente. E, giacché sono tantissimi gli itinerari da suggerire, questo mese scegliamo di accompagnarvi in un ideale fine settimana del mese di marzo lungo la direttrice jonica del Salento. Arrivando a Lecce nel pomeriggio del venerdì, se non avete già prenotata la vacanza in anticipo, vi proponiamo di far tappa al Salento d’Amare Point per farvi guidare nella scelta del luogo dove pernottare nel centro storico, un B&B o uno dei tanti hotel, e approfittare subito di una degustazione di benvenuto a base di prodotti tipici. Altrimenti, subito in stanza a disfare le valigie e poi di corsa al Salento d’Amare Point per un aperitivo e i suggerimenti per la serata e la cena. L’aria primaverile vi ispirerà certamente una passeggiata nei vicoli alla scoperta dei tesori della Firenze del Sud, a partire The first thing you notice when you arrive in Salento isn’t the sea as many might expect, but the endless olive groves with their ancient trees dotting the boundless fields of red soil and hiding the coast, which is otherwise visible all the way to Brindisi when you travel South along the Adriatic Sea. And the traveller will be even more surprised when arriving at Lecce, because the provincial capital has nothing to do with a seaside resort, even if it is only about ten km from the sea. Because Salento has a thousand faces and a thousand offers to suggest in any season and for any type of tourist, even the most demanding. And even though there are so many itineraries to suggest to you, this month we’ve chosen to accompany you on a trip ideal for a March weekend along the Ionian part of Salento. If you havn’t already booked your holiday, we recommend that you make a stop in Salento d’Amare point when you arrive in Lecce on Friday afternoon, for tips on where to sleep in the old city centre, in one of many B&Bs and hotels, and to enjoy a free tasting of typical products. Otherwise rush to your room and leave your bags before heading to Salento d’Amare Point for a starter and tips on where to dine and spend your evening. The smell of spring in the air will certainly inspire you to take a stroll in the alleys on the lookout for the treasures of Florence of the South, starting with Palazzo dei Ce- 6 | Marzo 2018

ITINERARI dal Palazzo dei Celestini, che ospita l’Info-point, e i “merletti” della bianca pietra leccese per proseguire con la barocca Basilica di Santa Croce e il suo meraviglioso rosone, Piazza Sant’Oronzo con il Sedile e l’anfiteatro romano, il Corso Vittorio Emanuele, la Chiesa di Sant’Irene e la magica Piazza Duomo. A questo punto, sarete affamati e vi facciamo accomodare in uno dei tanti locali della città, potete scegliere tra un ristorante tipico, un’osteria o una locanda, ovunque sarete accolti dalla proverbiale cortesia dei leccesi. Cosa mangiare e bere? Ciceri e tria, la tipica pasta fresca con i ceci e i ritagli di pasta fritti, Turcineddhi, involtini di fegato di agnello arrotolati con il suo budellino - non storcete il naso, provare per credere –, accompagnati da un buon vino Negramaro doc, e una bella fetta di Crostata con marmellata d’uva. Dopo cena, ancora due passi “digestivi” per il centro storico e un consiglio, mentre camminate, sbirciate negli androni dei palazzi, ne scoprirete i giardini nascosti, e guardate in alto, verso i balconi magistralmente scolpiti dagli scalpellini leccesi. La mattina seguente, dopo un’abbondante colazione a base di cappuccino e tipico Pasticciotto, fragrante pasta frolla ripiena di morbida e gustosa crema pasticcera, oppure di granita di caffè con panna e brioche, si parte alla volta della Terra d’Arneo. Una buona occasione per visitare alcune tra le migliori aziende vinicole del Salento. A Nardò visiterete il centro storico che rivela una ricchezza e una raffinatezza sorprendenti: palazzi gentilizi, chiese e cappelle, complessi conventuali, guglie, piccole corti raccontano di un fervore costruttivo strettamente legato alla presenza della sede vescovile e delle diverse famiglie lestini, where the info-point is situated and the lacework of the local limestone, before continuing towards the baroque basilica of Santa Croce with its amazing rose window, Sant’Oronzo Square, Corso Vittorio Emanuele, the Saint Irene church and the magical Piazza Duomo. Now you will start to feel hungry, and you will find a place to sit in one of the many eateries of the city. You can choose among typical restaurants, taverns or inns, anywhere you go you will be met with the famous courtesy of Lecce. What to eat and drink? Ciceri e tria is a typical pasta dish with homemade pasta with chickpeas garnished with fried pieces of pasta. Turcineddhi are rolls made with sheep liver - don’t frown, you have to try it to believe it - accompanied by a good Negramaro wine and a slice of pie with grape marmalade. After dinner, while you are having another walk in order to digest, we have a small advice to give: peak into entranceways of the palaces to discover hidden gardens and look up to see the balconies masterly sculpted by the artisans of Lecce. The following morning, after a plentiful breakfast of cappuccino and a Pasticciotto, a fragrant short pastry stuffed with soft and tasty custard, or maybe a coffee granita with whipped cream and a croissant, we continue towards Terra d’Arneo. This will be a good occasion to visit some of the best vineyards of Salento. In Nardò you will visit the old city centre revealing surprising refinery and richness: noble palaces, churches and chapels, convents, spires and small courts bear witness to a feverish construction closely tied to the presence of the Episcopal seat and several local patrician families, from Piazza Salandra, one of the most scenic squares of Salento to the fountsin of the bull, from Marzo 2018 | 7

Anno IX nn. 87-88 Febbraio - Marzo 2007 - Agci-Agrital
Anno 2009 n° 1 marzo - Peoplecaring.telecomitalia.it - Telecom Italia
Il presidente di tutti - Il Resto
brochure Salento, terra d'amore.pdf
DAL 1 MARZO 2010 LINEA TERMOLI - FOGGIA - BARI ... - Trenitalia
epidemiologia-tumori-salento
Untitled - ESE - Salento University Publishing - Università del Salento
anno IV numero 35 marzo 2007 - Coolclub.it
Gli impianti di Lecce e provincia Gli impianti di Lecce e ... - Coni Puglia
31 marzo inaugurazione lunedi' 31 marzo teatro dal verme
"Vita Giuseppina" di Marzo 2012 - Giuseppini del Murialdo
Scarica il numero di Marzo 2012 - Banca di Credito Cooperativo di ...
DAL 1 MARZO 2010 LINEA TERMOLI - FOGGIA - BARI ... - Trenitalia
PORTAVOCE DI SAN LEOPOLDO MANDIC - marzo 2018
IL PENALE NELLA SOCIETÀ DEI DIRITTI - Ristretti.it
L'itinerario di Marzo Le cattedrali della terra di Bari - Avis autonoleggio
Anno 9 - Numero 1 Gennaio - Marzo 2013 - Circolo culturale ...