Views
2 months ago

Ricerca sui siti UNESCO

Tavola 2: Analisi della

Tavola 2: Analisi della Creative City-Torino 128

SVILUPPO, MOBILITÀ ed EVENTI Torino è sempre stata una città che ha avuto un occhio di riguardo per quanto concerne lo sviluppo, declinandolo in diversi settori della realtà cittadina, al fine di migliorarne l’aspetto urbano, dei servizi e produttivo. L’assetto urbano ha visto, soprattutto negli ultimi anni, delle modifiche evidenti che hanno trasformato e rinnovato l’intera città, salvaguardando e valorizzando le bellezze storiche, artistiche e sociali. Gli interventi riguardano la viabilità, con miglioramenti e cambiamenti nell’ambito dei servizi urbani, aree verdi e parchi, strutture universitarie, recupero e valorizzazione di vecchi stabilimenti (come per esempio le OGR-Officine Grandi Riparazioni), aree dismesse e nuove residenze. Il recupero e la salvaguardia degli spazi pubblici cittadini, le offerte culturali, la sistemazione del fiume Po e la propria navigabilità, spazi per lo sport. Anche la mobilità torinese risente fortemente dell’attenzione allo sviluppo e alla ricerca tecnologica, con la caratteristica di arrivare ad un servizio sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e dell’asseto urbano. Da anni sono presenti a Torino ottimi servizi di car-sharing e bike-sharing, che offrono un servizio aggiuntivo di mobilità cittadina per combattere il problema del traffico e dell’inquinamento. Ad essi si aggiungono anche le piste ciclabili, che collegano le varie circoscrizioni della città con il centro e viceversa. Queste ultime sono molto importante non soltanto dal punto di vista ambientale, ma anche permettono ai cittadini di instaurare un rapporto con la città totalmente diverso. La comunità ha la possibilità di vedere la città, le proprie strade, la propria architettura e la mobilità sotto un altro punto di vista, ne diventa attore attivo e non semplice fruitore. Anche dal punto di vista dei mezzi di trasporto su strada e su rotaia Torino ha sempre avuto un occhio di riguardo per la propria mobilità, lavorando e sviluppando sui propri mezzi di trasporto con l’impegno di arrivare ad una mobilità sostenibile, sia dal punto di vista ambientale ma anche economico e sociale. Per quanto riguarda gli eventi pubblici sono state organizzate una serie di iniziative aperte alla comunità torinese e non solo, con momenti di confronto e dibattito anche con le altre città creative UNESCO del design e con le altre realtà attive in tale settore. L’obiettivo è sempre stato quello di rendere tali eventi e iniziative permanenti, come momento ed occasione utile per l’esposizione e la valorizzazione delle opere di design. Uno degli eventi recenti più importanti è stato Torino Design City (svoltasi dal 10 al 16 Ottobre 2017) una settimana di eventi, meeting, workshop, esposizioni e percorsi organizzati nei luoghi strategici della città che hanno vissuto e stanno vivendo il fenomeno della rigenerazione urbana (come il quartiere San Salvario, Lingotto Fiere, BasicVillage, Toolbox, Hangar25, etc). Di rilevante importanza come fulcro della manifestazione è stata l’Assemblea Generale della WDO, la World Design Organization, organizzazione internazionale che promuove il design, e la cui presidente è la piemontese Luisa Bocchietto. Si tratta di un progetto che ha rappresentato la sintesi delle ambizioni del territorio a far diventare il design uno strumento culturale, traversale a diversi settori tra i quali quelli economici, portatore di valore aggiunto per i servizi e per i prodotti progettuali nei diversi campi della produzione e fattore capace di migliorare la vita degli individui soprattutto se si offrono loro gli strumenti per partecipare in prima persona al processo creativo. Torino accoglie a se, infatti, numerosi momenti della vita cittadina dove il design diventa il tema settimanale della città, attraverso delle vere e proprie fiere del design, come per esempio ad inizio Novembre quando Operae, Paratissima e Artissima diventano un momento di ritrovo per i numerosi artisti, designer e progettisti a livello regionale, nazionale e internazionale. Tali eventi non sono solo occasioni per permettere l’esposizione dei propri progetti, ma momenti anche di dibattito e confronto dei diversi esperti con la comunità, attraverso incontri, workshop e conferenze aperte ad un vasto pubblico. A tale proposito esistono dei veri e propri circoli, come il CDD (Circolo del Design), presenti nella città di Torino, nati per promuovere e lavorare sui vari temi riguardanti il design (Tavola 3). 129

dr. Giorgio Andrian consulente siti UNESCO - Lettere e Filosofia
Il Patrimonio Unesco dell.docx - Mlbianchi.altervista.org
Ricerche e proposte per il Progetto Cultura Materiale - Provincia di ...
Scarica la ricerca - vol I (13,1 MB) - federcasa lombardia
Presentazione del progetto UNESCO - Provincia di Viterbo
Testo Unesco ITALIANO - Fondazione Mediterraneo
Metodologia e analisi di ricerca sulle tracce dei percorsi ... - Unesco
ANNO UNESCO DI EVLIYA ÇELEBI - Ufficio Turismo Turco
ARCHIVIO STRUMENTI DI RICERCA SITI E MICROSITI ...
• Territori della Cultura
Questionario Siti scolastici ed accessibilità. Una ricerca tra le scuole ...
la ricerca sui siti delle associazioni non profit - Archivio rivista
sintesi della ricerca sui siti regionali e locali - Comunitazione.it
Annunci e siti web per la ricerca del lavoro - Università per Stranieri ...
I SITI ARCHEOLOGICI “MINORI” - Università degli Studi del Molise
l'innovazione nella ricerca - Corso di Dottorato in Tecnologia dell ...
Padovan - Istituto di Ricerca Sociale
(Turchia). Relazione preliminare sulle ricerche archeologiche ...
IV,2_IT_Una traccia di ricerca - Villa Vigoni
Le nuove geografie. ricerche, sguardi e prospettive per descrivere iL ...
Relazione di Sintesi - Centro di Ricerca sulle Biomasse
Malara - Seminario Nazionale di Ricerca in Didattica della Matematica
Rapporto sullo stato delle foreste in liguria 2010 - Liguria Ricerche
lezione 2 - GRED - Gruppo di ricerca educativa e didattica