Views
6 months ago

25_rivista_ITAeventi

Angolo dei consigli

Angolo dei consigli CALVIZIE: LE NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA RIGENERATIVA La perdita dei capelli è spesso vissuta con imbarazzo, tanto da provocare problemi di insicurezza anche importanti. Grazie ad anni di ricerca, HairClinic Bio Medical Group offre soluzioni ad personam, quindi più efficaci 92 ITA EVENTI

Tecnologie ad altissimo livello e protocolli di cura personalizzati: grazie alla tecnologia e ai suoi continui sviluppi oggi possiamo approfittare dell’azione di alcuni corpuscoli del nostro organismo, che non solo è riparatrice, ma anche rigeneratrice, soprattutto in presenza di alcuni tipi di tessuti danneggiati. La diminuzione della quantità dei capelli e la diminuzione del loro spessore prende il nome di alopecia. Esistono diversi tipi di alopecia ma nell’uomo la più diffusa è l’alopecia androgenetica che colpisce più dell’87% della popolazione maschile. La calvizie è una malattia del follicolo e non è una patologia debilitante, di fatto si può vivere benissimo anche senza capelli, ma per molte persone il più delle volte è vissuta dall’inconscio come un vero dramma. Se è vero che le donne hanno meno problemi di calvizie rispetto agli uomini è anche vero che non sono al riparo dall’alopecia androgenetica, tanto da poter parlare di alopecia androgenetica femminile. L’alopecia androgenetica femminile è molto più diffusa di quanto si possa pensare, una donna su quattro ha un problema legato alla caduta dei capelli. Per risolvere questi problemi si parla sempre più spesso di principi attivi di rigenerazione cellulare autologhi e delle loro funzioni. In pratica, una volta individuati gli attori della rigenerazione tissutale, viene messa a punto una strategia terapeutica che permette di sfruttarne le enormi capacità. Si parla in questo caso di tecnica PRP (Plasma Ricco di Piastrine), che già negli anni a cavallo tra il 1970 e il 1980 veniva utilizzata per curare le ulcere nei soggetti diabetici o i piccoli traumi del tessuto nervoso. Nel corso del tempo si è poi arrivati a una soluzione potenziata della tecnica PRP attraverso la metodologia di separazione cellulare hCRP, per un migliore contrasto della calvizie e una sua più efficace cura. Tutto dunque ha origine dal nostro organismo, e infatti il primo passo del trattamento hCRP è un semplice prelievo ematico dal paziente con successiva separazione dei principi attivi del sangue mediante una centrifugazione a doppio stadio in grado di riconoscere e concentrare selettivamente le piastrine giovani che verranno poi infiltrate nelle zone da trattare con una micro-iniezione. La Medicina Rigenerativa associata a una cura ad-personam rappresenta quindi l’approccio medico più incisivo contro la calvizie. La tecnica hCRP è utilizzata da HairClinic Bio Medical Group che da quasi dieci anni la annovera tra le fasi del più articolato Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS nella lotta alla calvizie. Questo protocollo è totalmente privo di controindicazioni ed effetti secondari e consente un’immediata ripresa della quotidianità. PER SAPERNE DI PIÙ HAIRCLINIC BIO MEDICAL GROUP www.hairclinic.it Numero verde: 800 168 668 ITA EVENTI 93

Nel mondo degli affetti. Della creatività. Del benessere.
www .pirola.com La rivista della nuova Provincia. - Monza Club