Views
4 months ago

FuoriAsse #22

Officina della cultura

ealistico ad oltranza in

ealistico ad oltranza in una satira feroce della corrotta Russia, della sua tumefatta burocrazia. L’opera di Gogol è stata musicata da un giovanissimo Dmitrij Šostakovič nel 1930 con clangori di dissonanze e sordi fracassi da sardana infernale, e Kentridge ha creato la scenografia dell’opera per la sua rappresentazione nel 2010 al Metropolitan di New York, preceduta dalla serie dei Nose Tapestries esposti nel 2009 a Napoli nel Museo Capodimonte, all’interno di Streets of the city, la rassegna monografica di arazzi dedicata all’artista sudafricano. Come si sa la storia si ripete sempre in parodia e Napoli, la città che forse unisce meglio tragedia e farsa, è il preciso punto di intersezione fra Gogol, che aveva raggiunto la città partenopea nel 1848, e Kentridge chiamato dal Museo di Capodimonte e dalla galledal Museo di Capodimonte e dalla gallerista Lia Rumma. Le creazioni dell’artista sudafricano sono state esposte nella sala dei grandi Arazzi di Avalos, narrazioni sublimi, celebrative e propagandistiche dell’imperial vittoria di Carlo V nel 1525 su Francesco I, il re di Francia. Al loro posto, durante la mostra ecco farsi avanti a parodiare l’alto senso della Storia, il naso equestre dell’ispettore Kovaliov, più impertinente dell’allungata proboscide di Pinocchio, a cavalcioni sul brocco cervantino dall’altisonante nome di Ronzinante, formato da un collage di brandelli che richiamano le forme costruttiviste di El Lissitzky (un’avanguardia sicuramente finita male). Ronzinante scalcia e la protuberanza elefantina si mette in una sfasciata e ridicola posa imitando l’impennata del Napoleone di David o si produce nell’imperativa alzata di braccio della statua di Lenin. Si è difronte a uno dei moderni antesignani dell’impossibile, afferma in catalogo Lia Rumma. «Dando forma alle ombre di queste antieroiche figure equestri, mostrandole sullo sfondo di inattuali mappe geografiche» prosegue la gallerista, «Kentridge continua così a creare delle immagini in cui le realtà della storia si piegano in tempo curvilineo e FUOR ASSE 77 Riflessi Metropolitani

Mona Hatoum, Shift, 2012, wool, 150 × 260 cm, installed at Arter, Istanbul, 2012. Photo by Murat Germen. Shift è un tappeto di Mona Hatoum, dove la “faglia” del titolo è rappresentato da una serie di anelli gialli scomposti e riallineati che trasformano il planisfero sia in un tirassegno mobile, sia in una terra compromessa dalle onde d’urto di un continuo terremoto sussultorio. L’intero mondo è pericolosamente periclitante, scivola sulle “placche” sociali e grandi masse di popolazioni sono costrette a sfuggire da questa tettonica ondulatoria da capogiro. È per questo motivo che l’artista crea planisferi anche di sole mobili palline trasparenti, una rappresentazione mercuriale di flussi migratori dimostrando che Il mondo intero è una terra straniera, come ha intitolato la sua rassegna inaugurale alla Tate Britain di Londra nel 2000. Basta non prendere lucciole per lanterne, questo potrebbe essere la regola per avvicinarsi alla New World Map dell’artista El Anatsui nato in Ghana nel 1944. Un arazzo lucente, di oltre 3 metri per 5, esposto nella rassegna Terra Inquieta del 2017 a Milano. Davanti a tanto luccichio emergono antichi ricordi dell’età dell’oro: Aurea quae perhibent illo sub rege fuere 324 saecula: sic placida populos in pace regebat, 325 Sotto quel re* ci fu l’Età dell’oro, come narrano: così in placida pace egli reggeva il suo popolo, *(il mitico e pacifico re Evandro nda) Magico è il cantilenare languido dei versi dall’Eneide di Virgilio, ma subito si fa largo la nota amara: deterior donec paulatim ac decolor aetas 326 et belli rabies et amor successit habendi. 327 (Eneide Libro VIII, vv 324-327) finché via via peggiore e più scolorato scorse il tempo, e nacque rabbia di guerra e brama d’avere. FUOR ASSE 79 Riflessi Metropolitani

FuoriAsse #21
FuoriAsse n21_HD
FuoriAsse #19
FuoriAsse #18
FuoriAsse_n_22
FuoriAsse #19
FuoriAsse #18
FuoriAsse #18
FuoriAsse #18
notizie cesvov Cultura volontaria
Iglesias. Architetture religiose e arte sacra. - Sardegna Cultura
cultura, arte e formazione in provincia di bolzano cultura, arte e ...
Momento Itália – Brasil - Instituto Italiano de Cultura Rio de Janeiro
cultura, arte e formazione in provincia di bolzano cultura, arte e ...
cultura, arte e formazione in provincia di bolzano cultura, arte e ...
cultura, arte e formazione in provincia di bolzano cultura, arte e ...
CULTURA: - Coro Stelutis
Jolly Roger_01_01
Uno dei più importanti esperti al mondo di arte ... - Viaggi di Cultura
Il Gazzettino Illustrato.pdf - Tema Cultura
nostro lunedì - Regione Marche - Cultura
La stagione della cultura apre su Dante La stagione della cultura ...
associazione nazionale - I.OVO arte e cultura contemporanea