Views
7 months ago

CalcioInRosa_25

ROSA Calcioin

ROSA Calcioin QUALIFICAZIONI MONDIALI: NESSUNA SORPRESA calcioinrosa.it info@calcioinrosa.it CALCIO ESTERO Oltre all’Italia, erano molte le partite in giro per l’Europa valevoli per la qualificazione al prossimo campionato del Mondo. Inghilterra, Germania, Olanda, Spagna: tutte in campo per ribadire il proprio primo posto nel girone e tutte non hanno steccato l’appuntamento. Vediamo la situazione girone per girone. Girone 1: Dopo il pareggio con il Galles, l’Inghilterra di Phil Neville non sbaglia e vince 2-0 in casa della Bosnia, grazie alle reti segnate nella ripresa da Toni Duggan e Taylor su rigore. Gara dominata dalle inglesi, che hanno letteralmente bombardato la porta bosniaca (addirittura 24 i tiri totali di cui 10 nello specchio della porta). Al di là della bravura (o fortuna) dell’estremo difensore balcanico Hasanbegovic, Nobbs e compagne dovrebbero aggiustare un po’ la mira in vista di gare di spessore diverso. Ma il carattere di questa squadra è davvero da sottolineare. Classifica (tra parentesi le gare giocate): Inghilterra 13 (5), Galles 11 (5), Russia 7 (4), Bosnia 3 (5), Kazakistan 0 (5) Girone 2: Qui la Svizzera sembra non avere rivali: con ancora tre gare da giocare ha comunque raccolto già un buon margine sulla Scozia (sei punti) , che dopo aver perso lo scontro diretto con le elvetiche si è rifatta sconfiggendo nettamente la Polonia per 3-0 (Ness, Enslie e Cuthbert) Classifica: Svizzera 15 (5), Scozia 9 (4), Polonia 7 (5), Albania 4 (7), Bielorussia 3 (5) Girone 3: Nove gol fatti e nessuno subito dall’Olanda campione d’Europa in questo “giro” di partite di aprile. Sette i gol realizzati la scorsa settimana all’Irlanda del Nord (la gara con il record di pubblico ad Eindhoven), e 2-0 in casa dell’Irlanda, che lo scorso novembre fermò le olandesi sullo 0-0. Nel primo tempo sono andate a segno Beerensteyn e Spitse. Netta la supremazia di Martens e compagne, che hanno letteralmente dominato la partita anche se con poca precisione sotto porta. Da segnalare anche due pali. Si rifa sotto la Norvegia, che batte l’Irlanda del Nord ed è virtualmente seconda Classifica: Olanda 13 (5), Irlanda 10 (5), Norvegia 9 (4), Irlanda del Nord 3 (5), Slovacchia 0 (5) Girone 4: Tutto lascia presagire che ci si giocherà tutto il 4 settembre, quando si scontreranno Danimarca e Svezia. Al momento le gialloblu hanno tre punti di vantaggio, frutto della vittoria a tavolino raccolta qualche mese fa per la rinuncia delle vicecampionesse d’Europa a giocare la partita per l’ormai nota storia dello sciopero per il riconoscimento di maggiori diritti economici. Ora la crisi è rientrata e Harder e compagne hanno ripreso a macinare gioco e punti. Anche se la vittoria con la Croazia è stata solo di misura e raggiunta nel finale, quando Troelsgaard è riuscita a finalizzare la gran mole di gioco delle ragazze di Sondegaard. Classifica: Svezia 12 (4), Danimarca 9 (4), Ucraina 7 (4), Ungheria 4 (6), Croazia 2 (6) Girone 5: Che la Germania non sia in un gran momento ce ne eravamo accorti già all’Europeo. Ora questo girone di qualificazione sta confermando che il gruppo a disposizione di Horst Hrubesch ha bisogno ancora di diverse messe a punto. La sconfitta casalinga contro l’Islanda di qualche mese fa sta tenendo in apprensione tutto l’ambiente, perché virtualmente le scandinave sono avanti (hanno una partita in meno), e lo scontro diretto del 1 settembre ce l’avranno in casa. Entrambe in questo turno hanno vinto agevolmente i propri incontri senza subire gol Classifica: Germania 15 (6), Islanda 13 (5), Repubblica Ceca 7(5), Slovenia 3 (5), Far Oer 0 (5) Girone 7: Qui c’è poca storia, la Spagna è nettamente superiore e lo sta dimostrando. La fresca vincitrice della Cyprus Cup detta legge e una delle sorprese dell’ultimo Europeo, l’Austria, molto probabilmente sarà costretta a giocarsi il playoff, anche se la concorrenza della Finlandia è molto agguerrita. Sembra tagliata fuori la Serbia, che ha gli stessi punti delle austriache ma due partite in più. Nello scontro diretto di martedì fra Austria e Spagna ha deciso la gara il gol di Hermoso dopo 59 minuti. È stata una gara molto combattuta, dove l’Austria probabilmente avrebbe meritato il pareggio Classifica: Spagna 15 (5), Austria 7 (5), Finlandia 7 (4), Serbia 7 (6), Israele 1 (6) Flavio Grisoli pag. 6

ROSA Calcioin CALCIO A 5 L’OLIMPUS PRENDE IL LARGO calcioinrosa.it La volata finale della stagione regolare di #SerieAfemminile si apre con una domenica spettacolare: nel trentesimo turno, l’Olimpus Roma sfrutta il riposo di Pescara e Montesilvano e allunga in vetta, l’Unicusano Ternana si avvicina al podio; bene, tra le big, anche Kick Off e Italcave Real Statte, mentre il Città di Thiene è la prima formazione a retrocedere in A2. PIÙ TRE – Fatica per avere la meglio di un coriaceo Real Grisignano, ma non sbaglia. L’Olimpus torna capolista in solitaria della categoria regina con il 4-3 nella trasferta veneta, lasciando a -3 il Pescara: Pomposelli, Giuliano, Gayardo e Dayane annullano il vantaggio di Turetta, poi la squadra di Turcato torna sotto con Vajente e Iturriaga, ma non riesce a strappare il pari alle blues. Successo in rimonta anche per l’Unicusano Ternana, che sale a -4 dal terzo posto del Montesilvano: Jessika stappa il match delPala Di Vittorio con il Futsal Breganze, in grado poi di ribaltare il risultato prima dell’intervallo con Pinto Dias e Buzignani; nella ripresa, Valeria realizza il pari, è Bianchia firmare il definitivo 3-2 che dona un successo d’oro – il settimo consecutivo – alle Ferelle. In ritmo anche il Kick Off, che regola 5-0 a Crema una Futsal Woman Rambla a un passo dal dover abbandonare il massimo campionato: le sandonatesi toccano quota 53 grazie alle firme di Belli, Vanin, Nona e Pernazza, nel tabellino della Palestra Donatic’è spazio anche per l‘autogol di Gaigher. GRUPPO COMPATTO – L’Italcave Real Statte piega 3-0 la Bellator Ferentum e sale di nuovo sul treno playoff: al PalaCurtivecchi, la doppietta di Ion spiana la strada alle rossoblù già nella prima frazione, Duco arrotonda il punteggio a metà ripresa. La Futsal Salinis resta nel gruppo compatto di squadre in corsa per la post season con il 4-2 allo Stone Five Fasano: Cenedese risponde al break iniziale firmato Rozo e Dal’maz, poi Naiara impatta il match del PalaDisfida; è Azevedo, a segno due volte nel giro di tre minuti, a regalare i tre punti alle rosanero di Cocco, sempre a +5 sul Città di Falconara. Le marchigiane di Neri non mollano i sogni di salvezza diretta e determinano il primo verdetto nella bagarre di coda: i bis di Luciani e Lidu e l’acuto di Pascual disegnano il 5-2 al Città di Thiene, al quale non bastano le reti di Boutimah e Maddalena per evitare l’aritmetica retrocessione. Il posticipo vede un pirotecnico 6-6 nello scontro playoff tra Futsal Futbol Cagliari e Lazio, ancora separate da una sola lunghezza nel plotone di formazioni in corsa per la post season. Al PalaConi, è un festival del gol: le sarde di Podda – a segno con Peque (doppietta), Cocco, Gasparini, Marrocco e Marta – agganciano a quota 41, in sesta posizione, lo Statte; nello score delle biancocelesti di Chilelli, che raggiungono il Breganze, emerge il bis di Mayara, al quale si aggiungono gli acuti di Lucileia, Sabatino, Agnello e Soldevilla. Risultati 30a giornata: Italcave Real Statte-Ferentum 3-0; Falconara-Thiene 5-2; Unicusano Ternana-Breganze 3-2; Kick Off-Rambla 5-0; Real Grisignano-Olimpus Roma 3-4; Cagliari-Lazio 6-6; Salinis-Fasano 4-2 Classifica: Olimpus 68; Pescara 65; Montesilvano 62; Unicusano Ternana 58; Kick Off 53; Cagliari, Italcave Real Statte 41; Breganze, Lazio 40; Salinis 38; Falconara 33; Bellator Ferentum 25; Fasano 19; Real Grisignano 16; Rambla 4; Thiene 3. info@calcioinrosa.it pag. 7