Views
1 week ago

A come Amici no° 36

A come Amici n° 36 - aprile 2018

NATALE Al termine di

NATALE Al termine di questa esperienza alcuni ragazzi che hanno partecipato al musical hanno espresso dei pensieri: Alla fine dell’anno scorso mi è stato chiesto di partecipare allo spettacolo di Natale, nel ruolo di San Giuseppe. Prima di ciò ero completamente estraneo a questo mondo, al mondo dell’Accademia del Musical. All’inizio ero un po’ titubante, non sapendo a cosa andassi incontro visto che non mi sono mai trovato a tu per tu con un’esperienza teatrale-musicale, ma la mia ragazza che già ne faceva parte mi ha convinto a provare... Mi sono reso conto di quanto possa essere grandiosa la condivisione di un’esperienza del genere con altri ragazzi, ho visto l’impegno che ci sta dietro e l’amore che ognuno metteva nel suo ruolo. Ero molto stupito da questo e così ho deciso di impegnarmi e di immergermi nella mia parte. È stato qualcosa di unico, è come se l’amore e l’unione su quel palco mi avesse fatto sentire parte di qualcosa; ho sentito una sensazione di bene e di pace dentro di me; mi sono sentito amato da questa forte energia che coinvolge tutti e mi sono commosso mentre recitavo il mio ruolo. Allora ho capito una cosa…che lo scopo principale di questo progetto che è l’Accademia del Musical non è solamente recitare e dare una bella impressione al pubblico, fare uno spettacolo insomma, ma sentire l’amore, l’amore della condivisione e dell’unione che trasmette emozioni, sia a chi recita che a chi assiste. Ecco, per me questa piccola sensazione, che in verità è enorme, significa Dio. Giuseppe Questo periodo mi è stato tanto di insegnamento. Fare Notte di Natale nuovamente, e non solo per la comunità ma anche per i bambini, è stata un’occasione per sentirmi viva e completamente me stessa. L’unica cosa che ho cercato di fare è stata non nascondere niente di me, ma lasciarmi andare alla musica, alle parole vere che mi hanno indotta sempre più a cercare Gesù nella mia vita. Penso che quella verità, meglio dell’entusiasmo nel fare qualcosa in cui si crede, sia arrivata ai bambini, vista la loro reazione. È stata una gioia e una soddisfazione e per la prima volta ho pensato alla parola Fiducia perchè soltanto avendo fiducia in me e in ciò che faccio con consapevolezza, presente a me stessa, riesco a trasmettere ciò che davvero ho nel cuore. È difficile, eppure sentire le parole di Carlo apre in me ogni volta una piccola finestra che mi incita a perseverare ogni giorno perchè la via e il fine sono uno, sta a me scegliere ogni giorno. Roberta P. 30

Quando penso a Greccio penso subito a quando mi preparavo aspettando l’apertura del sipario. In quel momento ero davvero carico, pronto a dare tutto me stesso. Avevo quell’agitazione che nello stesso tempo dava sicurezza e determinazione. Sono veramente contento di come siano andati questi spettacoli e di quello che tutt’ora continuiamo a fare. Nicole e Carlo sono stati veramente all’altezza di prepararci con disciplina e passione. Quello che si prova quando si è in scena è qualcosa di indescrivibile, impronunciabile. Quando canto Laudato sii, Dimmi tu stella, è come stare su una nuvola alta e limpida, una nuvola che nella sua semplicità, ti permette di guardare quell’orizzonte infinito che è Dio. I bambini che hanno assistito agli spettacoli sono stati attenti, silenziosi, affascinati dall’inizio alla fine. Forse avranno avvertito queste bellissime sensazioni. Ettore Quest’anno con i ragazzi dell’accademia siamo riusciti a mettere in scena Greccio sia per le scuole che per la comunità ed è stato bello quanto difficile. Volevamo tutti dare il meglio di noi stessi e riuscire a trasmettere ogni sentimento vissuto in noi e che ci veniva trasmesso da Dio. È la magia del teatro, dei musical e dell’accademia di cui facciamo parte, che è possibile grazie a Carlo Tedeschi, ai nostri insegnanti e al nostro parroco, a tutti coloro che si occupano di noi e che per questo non smetterò mai di ringraziare. Irene 31

A come Amici n° 35
Cari amici, - Associazione Advar
Anno XI - n. 41 - Marzo 2012 - Periodico T ... - Amici di Gabry
Il Velino, lo Sguardo dei Marsi Anno III, numero 36/02 del 31 ...
scarica il libro! - Amici della Musica
Ciclostile n. 49 - Amici della Bicicletta di Mestre
n. 2 aprile-luglio 2011 - inComunione
Anno LVIII- N°2 Apr-Mag-Giu 2010 - Unione Amici di Lourdes
2013: lE bici superaNO in Vendite le auto - Amici della Bicicletta di ...
2° semestre 1999 – n° 2 - Opera Don Bosco
CdG - Camminare nella luce - Dicembre 2005 - Casa del Giovane
BS Febbraio 2008 - il bollettino salesiano - Don Bosco nel Mondo
CAMMINARE INSIEME - Murialdomilano.it
Aprile 2013 n. 87 - Teramani.info
FANOINFORMA.IT partner dell'UNIVERSITÀ DI URBINO
IL PORTO APRILE 2006 OK - Parrocchiasarnico.it