Views
2 months ago

Monte_Amiata_2-2018_web

Il

Il Monte Amiata - 2 - 2018 Ambiente Manola Terzani Occhio alla spesa L'Italia produce annualmente 30.116.605 tonnellate di rifiuti urbani (dati 2016), la Toscana ne produce 2.306.696 tonnellate: scegliere prodotti sfusi invece che confezionati è un modo per ridurli Per approfondire: http://www.minam biente.it/pagina/rifi uti-e-inquinamento Si parla sempre molto di ambiente, soprattutto in questo periodo, in cui i cambiamenti climatici stanno sconvolgendo gli equilibri sulla Terra. Anche i nostri gesti hanno un'influenza sulla salute del globo. E anche noi possiamo dare un contributo per contrastare la pericolosa deriva che preoccupa l'intera umanità. A cominciare da questo numero del giornale, terremo una rubrica sull'ambiente. Analizzeremo i nostri comportamenti quotidiani nel tentativo di metterne in luce gli effetti negativi o positivi che possono avere sull'ecosistema. Questa volta partiamo dalla spesa, che tutti noi facciamo. Come scegliere i prodotti da mettere nella borsa? Ecco qualche piccolo suggerimento 1) Meglio scegliere prodotti sfusi, al banco, piuttosto che quelli confezionati, allo scopo di ridurre la quantità di rifiuti da smaltire: meno imballaggi significa meno energia per produrli e poi per doverli smaltire. Quella di ridurre il packaging è una scelta precisa anche se di non facile attuazione: cominciate a porre l'attenzione su quanti prodotti acquistiamo che sono incartati in confezioni anche molto complesse. 2) Meglio scegliere prodotti locali: così si aiuta l'economia del territorio e si evita l'inquinamento legato al trasporto. Oggi, soprattutto nel nostro territorio, sono molte le piccole aziende che fanno vendita al dettaglio; possiamo privilegiare frutta e verdura a km zero, anche del vicino di casa, magari non è biologica però non ha fatto migliaia di km stipata in una cella frigorifera, o, in mancanza di meglio, per lo meno scegliamo quella della nostra provincia o regione. 3) Meglio prodotti di stagione: le serre per offrire frutta e verdura fuori stagione sono molto energivore, senza contare che i prodotti così coltivati sono meno buoni e meno sani (le coltivazioni in serra richiedono molti trattamenti chimici). Le serre, infine, 6

Ambiente Il Monte Amiata - 2 - 2018 A fianco, serra da colture odinarie. La produzione italiana di ortaggi in serra copre circa 33.744 ettari. In maggior quantità sono prodotti pomodori, zucchine, meloni e angurie devastano interi territori, ad esempio quelle olandesi che ci danno peperoni o pomodori o quelle spagnole della zona di Almeria (per farvi un'idea provate a cercare su google "serre Almeria immagini"). 4) Meglio fare la lista prima di partire segnando le cose da comprare, così acquistiamo solo ciò che ci serve ed eliminiamo il superfluo che, invece, spesso va a finire nella borsa quando gironzoliamo fra gli scaffali senza le idee chiare. 5) Le offerte che ti spingono a comprare più pacchi di prodotti alimentari rispetto a quelli che ti servono, proponendo prezzi allettanti, possono avere effetti distorti: il rischio alla fine è di buttare parte del cibo che si accumula in dispensa fino a scadere, oppure di ingollarne troppo... per non buttarlo. 6) Chi ha tempo è meglio che faccia una spesa "piccola" spesso anziché una "grande" una volta alla settimana: in tal modo si calibrano meglio le necessità sui bisogni e si evita di buttare alimenti che magari con il passare dei giorni si deteriorano o scadono. 7) Per concludere, cerchiamo di limitare borse di plastica e sacchettini. Teniamoci sempre a portata di mano una borsa riusabile, ce ne sono anche di ripiegabili molto comode. Anche nei supermercati facciamo attenzione ai sacchettini di plastica, ci dicono che sono riciclabili o biodegradabili ma molti di essi sono biodegradabili solo in parte. Avere a cura l'ambiente non vuol dire fare solo la raccolta differenziata per acquietarci la coscienza, ma adottare una filosofia di vita. È importante soprattutto avere la consapevolezza che ciascuno di noi può avere una parte non trascurabile nel determinare l'organizzazione dell'economia e della società. I prodotti a Km zero, per essere tali, non possono essere venduti a più di 70 Km dal luogo dove sono stati coltivati 7