Jolly Roger_01_09

fabioart

Jolly Roger Magazine numero IX, anno I. Letteratura, attualità e arte.

astrologia

astrologia

le cose non filavano come dovevano.

Quindi oltre alla sua funzione

astrologica di ingrandire e dilatare

una certa qual cosa o un

certo evento, è anche da tener

presente che quella certa qual

cosa o evento può subire totalmente

un procedimento inverso

e trovare un risultato, invece

che fortunato, totalmente restrittivo.

È intrinseco dedurre che, sia un

passaggio di Giove o una posizione

particolare di Giove in

un Tema Natale, donerà quelle

opportunità “fortunate” a chi

saprà prepararsi attraverso un

profondo lavoro introspettivo

di se stesso.

E allora sarà giusto affermare

che Giove, il Gigante Buono,

diverrà il pianeta del riconoscimento,

della gratificazione

e della fortuna, ma non perché

in sé è quanto tale, ma perché

quella certa “fortuna” è stata già

elaborata con il discernimento,

l’abilità e la volontà dell’essere

umano.

In poche parole niente cade

per caso dal cielo, nemmeno le

stelle lo possono fare!

Tutto dipenderà da quanto noi

siamo riusciti prima a seminare

poi ad acquisire per la nostra

consapevolezza.

GIOVE nel segno

del SAGITTARIO

GIOVE nel segno del Sagittario

si trova davvero a suo agio

in quanto è nel suo domicilio e

pertanto esprime le sue qualità

al meglio. Da tale segno eredita

tutte le caratteristiche e peculiarità

del segno stesso.

Giove mantiene comunque la

sua simbologia dell’espansioni

ma lo farà attraverso i requisiti

Sagittariani, spingendo verso

l’esplorazione, elevandosi dalla

materia allo spirito tramite la

conoscenza filosofica.

Esattamente come il Centauro

Kirone figura rappresentativa

del Sagittario, mezzo animale

e mezzo uomo, che con l’atto

di scagliare la sua freccia punta

alla conoscenza più elevata,

sempre e comunque collegata a

quel senso di giustizia e legalità

che gli appartiene.

SOTTO IL SEGNO dello

SCORPIONE

Il Sole è entrato nel segno dello

Scorpione il 23 Ottobre alle

ore 11,24

• Elemento: Acqua

• Qualità: fissa, passivo, femminile

yin

• Pianeta dominante: Plutone-Marte

• Giorno fortunato: Martedì

• Numero fortunato: 8

• Fiori: Orchidea, Gardenia

• Piante officinali: Edera,

Vite rossa, Timo

• Essenze: Cedrina, Cannella

• Colore: Rosso scuro, Nero

• Pietre e Cristalli: Rubino,

Ematite

• Metallo: Ferro

• Segno opposto e Complementare:

Toro

• Lama dei Tarocchi: Arcano

Maggiore N° XV Il Diavolo

• Parti anatomiche collegate:

i genitali e la parte terminale

dell’apparato digerente

• Centro energetico associato:

1° Chakra, o chakra della

radice Muladhara

• Zone erogene: Bacino

Il segno zodiacale dello Scorpione

è l’ottavo segno dello

zodiaco, governato da Plutone

e Marte.

Il primo, Plutone archetipo di

ADE il signore degli inferi della

mitologia greca, lo riporta a

una della sua particolarità che

è quella di addentrarsi nell’inconscio,

nel profondo oscuro e

sotterraneo in un atto di catarsi,

trasformazione tra vita-morte

-rinascita.

Ed proprio in questi termini

di morte, distruzione, rinascita

che si intende la possibilità

scorpionica di superare prove e

difficoltà funzionali all’evoluzione

della natura umana verso

traguardi superiori.

Il secondo pianeta, Marte, ne

sottolinea le qualità quali la

coriaceità, tenacia e azione che

portano lo Scorpione all’auto

affermazione.

I miti collegati allo Scorpione

sono due. Il primo è quello egizio

dell’Araba Fenice, o meglio

conosciuto come Benu, l’uccello

sacro al Dio Ra che rinasceva

dalle proprie ceneri.

Il secondo, quello occidentale,

si rifà al mito di Orione “Il

grande cacciatore”, trasformato

in costellazione dopo la sua

morte dal Dio Zeus-Giove.

Ed è nel mito di Orione che ben

si rappresenta l’anima nera del

nativo quando si accosta a toccare

il fondo delle cose, quando

cioè è davvero solo con se

stesso e non riesce a vedere la

luce.

Nel mito Orione reagì a tutto

ciò che il destino gli proponeva

in maniera umana, attraverso

forza e armi. Fu talmente bravo

da superare la dea Diana

che però non volle stare ai patti

e lo fece uccidere dal morso di

uno scorpione.

La COSTELLAZIONE dello

Scorpione e una delle più

brillanti costellazioni dello zodiaco.

Si trova tra quella della

Bilancia a ovest e quella del Sagittario

ad est. La stella più luminosa

è ANTARES, una super

gigante rossa, indicante il cuore

dello Scorpione.

CARATTERISTICHE PSI-

CO-FISICHE del segno

dello SCORPIONE.

Si può senza alcun dubbio affermare

che il segno zodiacale

dello Scorpione sia il più affascinante

dello zodiaco.

Attraente, carismatico, ombroso,

intriga con quel suo sguardo

magnetico e potente.

Gli occhi “scorpionici” sono

occhi che sfidano, penetrano,

ammaliano proprio perché governati

da Plutone essi scavano

nell’inconscio per esplorare

quel mondo ignoto invisibile

agli occhi.

La psiche dello Scorpione è

forse la più complessa dello zodiaco.

È il segno astrologico più tormentato

poiché inconsapevolmente

conosce il significato

della parola inferno con tanto

di vibrazionalità, dove l’emotività

spesso non risulta chiara

agli occhi degli altri, ma ai suoi

sì.

Posseggono un’emotività così

elevata che è quella che sovente

li porta al proprio potente potere

personale.

L’animo dello Scorpione è sensibilissimo

e vulnerabilissimo.

Dotato di un fortissimo intuito

e di fortissime doti extrasensoriali

è in grado naturalmente di

vivere alcuni fenomeni appartenenti

a questa sfera.

La sua caratteristica principale

è la “trasgressione” ed è per

ANNO I • NUMERO IX • novembre 2018 www.jollyrogerflag.it • facebook.com/gojollyroger

30 31

More magazines by this user
Similar magazines