Jolly Roger_01_09

fabioart

Jolly Roger Magazine numero IX, anno I. Letteratura, attualità e arte.

LE VELE DELLA POESIA

LE VELE DELLA POESIA

LA PORTA DEL COLORE

Lasciami, oh lasciami immergere l’anima nei colori;

lasciami ingoiare il tramonto e bere l’arcobaleno.

(Khalil Gibran)

Dopo una tempesta, quando le

nuvole cominciano a diradarsi

nel cielo e un timido raggio di

sole appoggia delicatamente il

suo calore, non importa dove,

tutto si trasforma, tutto si accende

acconsentendo a noi esseri

umani di immergerci nella

luce e nelle gradazioni dei colori

che essa genera. Ed è dai

fiordi dipinti da un brillante

verde smeraldo che circondano

il Galeone Sognante che inizierà

il nostro viaggio tra i colori

dell’arte e dell’anima.

Mentre ci prepariamo a salpare

veniamo raggiunti da un giovane

ragazzo dai modi gentili che

ci consegna un piccolo dono da

parte dei Cavalieri del Tempo.

Aprendolo con sorpresa troviamo

un oggetto avvolto in una

pergamena che riporta un messaggio

che leggiamo con curiosità:

“Caro Equipaggio del

Galeone Sognante, vi chiediamo

di custodire e di proteggere,

fino al momento in cui potremo

ritornare da voi, l’oggetto che

ora tenete tra le vostre mani.

È una chiave d’oro. Non è una

semplice chiave: è magica e

di Federica Terrida

preziosa. Inserendola in una

qualsiasi serratura ha il potere

di farvi entrare in un universo

parallelo che vi permetterà di

vedere il mondo con altri occhi,

sempre se avrete emisfero destro

ricettivo e cuore aperto”.

Ci sentiamo onorati di essere

stati scelti per questa missione

e decidiamo di inviare il nostro

ringraziamento ai Tre del Tempo,

promettendo che la magica

chiave sarà al sicuro fino al loro

ritorno.

Emozianati ci alziamo in volo

e immediatamente di fronte al

nostro veliero una nuvola prende

i contorni di una porta che

illuminata dal sole si colora di

arcobaleno, è la Porta del Colore,

che ci invita ad essere

aperta. Noi del Galeone non ce

lo facciamo certo ripetere due

volte e introducendo la chiave

incantata nella serratura, una

luce scintillante ci avvolge

trasportandoci in un momento

preciso della Creazione quando

Dio disse: “E Luce sia”, vedendo

poi che era cosa buona.

Non è necessario fermarci troppo

a osservare questo istante,

ma percepire fin da questa prima

immagine, apparsa oltre la

soglia della Porta del Colore,

che la luce è un dono divino, un

dono speciale che ogni giorno

arriva a noi attraverso il sole,

scaldandoci e sostenendo la

vita sul nostro pianeta. La luce,

nostra eterna compagna, ama

indossare dei meravigliosi gioielli

che noi esseri viventi abbiamo

chiamato colori; gioielli

di colori, di cui la natura è permeata,

colori le cui sfumature e

lucentezze sono essenza stessa

del corpo e dell’anima.

E per un momento prima di

proseguire, caro equipaggio,

permettiamoci di vedere con gli

occhi dell’anima i colori dentro

di noi, intorno a noi, tesori

inestimabili, gioielli ineguagliabili,

concedendoci di percepire

che siamo energie di luce

viventi, luce diventata materia

che vibra a frequenze diverse in

molteplici colori.

“Tu sei i colori che scegli e

questi riflettono il bisogno

dell’essere” e oltrepassando la

Porta del Colore siamo invitati

tutti a connetterci con il codice

di colore della nostra stella

interiore e a chiudere gli occhi

sentendo profondamente quello

che maggiormente risuona in

noi, facendo brillare la nostra

essenza.

E mentre percepiamo il colore

ANNO I • NUMERO IX • novembre 2018 www.jollyrogerflag.it • facebook.com/gojollyroger

36 37

More magazines by this user
Similar magazines