21.03.2019 Views

Maglieria Italiana n° 189 - 1° semestre 2019

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

ENGLISH TEXT

www.maglieriaitaliana.com

90189

9 771127 047001

STILISTA

EMERGENTE

Simona Marziali

Appunti di Stile

Avril 8790

OSSERVATORIO

Moda uomo:

lo shopping nelle

diverse fasce

d’età

ALL’INTERNO/INSIDE

Knitwear On Stage

MEN’S AND WOMEN’S

FASHION SHOWS

Moda

A-I 2019/20

Powerful knits

ISABEL MARANT

dossier

Pitti Immagine

Filati

LE PROPOSTE DELLE

FILATURE PER

LA P-E 2020


info@lfdl.it - ph. +39 059 686818

laFABBRICAdellaLANA

fall winter 2019

lfdl.it


info@lfdl.it - ph. +39 059 686818


laFABBRICAdellaLANA

lfdl.it


www.mariabellentani.it


Po

KOS 189.indd 1 13/03/19 14:16

Progetto grafico e foto dei filati: FABRIZIO VENTURI | Testi: ANDREA LATTANZI BARCELÓ

DOSSIER FILATI 189.indd 1 12/03/19 16:57

SOMMARIO

189 - MARZO 2019

38

20

22

Da Milano,

Parigi, Londra,

New York,

Berlino e

Barcellona il

knitwear degli stilisti

per l’A-I 2019/20

From Milan, Paris,

London, New

York, Berlin and

Barcelona

the designers’ knits for

F-W 2019/20

GUCCI

PAUL SMITH

ATTUALITÀ

10 OSSERVATORIO | Uno, nessuno, centomila

18 APPUNTI DI STILE | Avril 8790

20 STILISTA EMERGENTE | Simona Marziali

98 SAVE THE NAME | Tuinch

128 FIBRE & FILATI | Alpaca del Perù

158 ECO & EQUO | Sesia Manifatture 1963

204 ECO & EQUO | Iafil

232 ECO & EQUO | Filpucci, Botto Giuseppe

288 COMPANY PROFILE | Lanificio dell’Olivo

294 SALONI

MODA

38 SCAGLIONE | London Calling

22 ERMANNO SCERVINO | Mondi diversi

26 TSUMORI CHISATO | Paris mon amour

32 ANTONIO MARRAS | Le donne che leggono sono

pericolose

44 CLOSE UP DONNA | Fashion zoom a-i 2019/20

192 CLOSE UP UOMO | Dettagli knitwear a-i 2019/20

SPECIALE SFILATE

43 KNITWEAR ON STAGE

Le collezioni degli stilisti per l’autunno-inverno 2019/20

DONNA

57 MILANO | Milano Moda Donna

99 PARIGI | Collections de Pret-à-Porter Paris

129 NEW YORK | New York Fashion Week

159 LONDRA | London Fashion Week

178 BERLINO | Mercedes-Benz Fashion Week Berlin

184 BARCELLONA | 080 Barcelona Fashion

UOMO

205 MILANO | Milano Moda Uomo

233 PARIGI | Paris Mode Masculine

262 LONDRA | London Collections: Men

DOSSIER

FILATI

271 DA PITTI

IMMAGINE

FILATI

LE NOVITÀ

DELLE

FILATURE PER

LA P-E 2020

43

PITTI PITTI IMMAGINE

FILATI

FILATI

PRIMAVERA/ESTATE 2020

ESTRO E

CONCRETEZZA

Un mondo in fermento quello delle filature di eccellenza, che

con le loro collezioni per la primavera-estate 2020 hanno dato

prova di grande dinamismo, capacità di innovare e creatività

Knitwear On Stage: tutte le sfilate degli stilisti!

271


LISANZA Spa - via Angera, 60 - 21018 Sesto Calende (VA) - Italy - tel. +39 0331977221 - fax +39 0331977348 - info1@lisanza.it - www.lisanza.it


OSSERVATORIO

di Mariacristina Righi

UNO

NESSUNO

CENTOMILA

I dati segnalano un

trend positivo del

fatturato nei segmenti

della confezione

e della maglieria

maschili. Ma come

acquistano gli uomini

delle diverse fasce

d'età?

Nell’ambito di uno scenario non privo di complessità

e incertezze, la moda maschile italiana,

secondo le stime elaborate dal Centro Studi di

Confindustria Moda sulla base delle indicazioni provenienti

dalle indagini campionarie interne nonché sulla

base dell’andamento congiunturale del quadro macroeconomico

di riferimento, dovrebbe archiviare il 2018

moderatamente in crescita. Il fatturato, prudenzialmente,

è atteso sperimentare una dinamica pari al +1,5%,

oltrepassando, dunque, i 9,4 miliardi di euro. La moda

SCAGLIONE

PRF

maschile concorre così al 17,5% del turnover complessivamente

generato dalla filiera Tessile-Moda nazionale e

al 27,9% della sola parte abbigliamento. Dopo una prima

parte dell’anno particolarmente soddisfacente oltreconfine

(il primo semestre si è chiuso con un export in aumento

del +5,5%), la performance annua risulta in decelerazione,

visto il rallentamento che si è verificato a partire dall’estate

e quindi nei mesi autunnali sui mercati esteri. Oltre a ciò,

i consumi nazionali mostrano una dinamica tra le peggiori

registrate dal 2013. Con riferimento ai singoli microcomparti,

nel 2018 sono attesi sperimentare un’evoluzione

positiva del fatturato sia la confezione che la maglieria,

mentre altri comparti sono stimati in flessione, pur su ritmi

di diversa entità. Nel corso del 2018 per quanto riguarda

il valore della produzione si assiste a un’inversione di tendenza,

che porta a prevedere una contrazione nell’ordine

del -2,8% rispetto al 2017.

Nel corso dell’anno è proseguito il trend espansivo delle

vendite oltreconfine che sta del resto caratterizzando il

settore ininterrottamente dal 2010. Nonostante la crescita

vivace dei primi 6 mesi dell’anno, a seguito del rallentamento

manifestatosi dall’estate in poi, per l’export si stima una

decelerazione, che porterebbe il ritmo di crescita al 3,9%.

Nel caso dell’import, a fronte del cambio di passo emerso

in corso d’anno, si prospetta una crescita piuttosto vivace,

stimata al +6,4% nei dodici mesi. L’ammontare totale oltrepasserebbe

così i 4,2 miliardi. Visto il suddetto andamento

degli scambi con l’estero, per l’attivo commerciale settoriale

si prevede un lieve calo (15,1 milioni in meno rispetto al

consuntivo 2017). Il surplus dovrebbe mantenersi, infatti,

sui 2,1 miliardi.


sorbono stimoli che influenzano la loro creatività applicata.

Lo fanno con una voglia di approfondimento e

conoscenza che deriva dalla freschezza dei loro studi e

dalla curiosità per una realtà analogica che non hanno

conosciuto di persona, ma ereditato dai loro genitori.

L’amore per il vintage originale e i mercatini dell’usato

ne sono espressione diffusa. Nel passaggio dalla casa

dei genitori all’Erasmus, portano con sé qualche pezzo

del passato familiare per creare uno spazio personale,

così come il ricordo della loro infanzia tra musica, linguaggi

e gadget, popola il loro immaginario di elementi

stravaganti, magici, leggeri e felici.

BALLANTYNE

CALIDA

BALLANTYNE

UOMINI CHE CAMBIANO

Ma chi sono e come acquistano gli uomini, secondo le

diverse fasce d'età?

Dalle analisi del Future Concept Lab, supportate da interviste,

si notano le modificazioni in atto nella società

e chi sono i veri protagonisti del cambiamento.

CREACTIVES

20-25 anni

Giovani aperti alla sperimentazione in prima persona,

originali, cosmopoliti e in cerca di un futuro di autorealizzazione

e felicità condivisa. I CreActives, assorbono

in modo spontaneo la bellezza della diversità, della

molteplicità e della continua evoluzione creativa. La

loro espressione personale è dinamica per definizione:

li spinge a sperimentare sempre nuovi linguaggi e

a trovare la propria vena di originalità, sia identitaria

che estetica, nella revisione di ciò che è stato, di ciò

che è, di ciò che potrebbe essere, qui e ora. L’apertura

al cambiamento e la voglia di crescere li indirizza verso

esperienze nuove, alla ricerca di prodotti, servizi e

aziende in grado di accompagnarli definitivamente verso

un’autonomia attiva che non è conflittuale ma puntuale,

coltivata giorno per giorno. Le passioni si vivono

in modo più forte quando si hanno vent’anni, attraverso

il coraggio di esplorare. I CreActives stanno imparando

a temperare disoccupazione e precarietà in modo

attivo. La capacità di cogliere le occasioni in modo

tempestivo, di valorizzare il tempo di vita, sostenuti da

genitori e nonni che fanno da rete sociale (almeno in

Italia), caratterizza il vivere senza ansia ma con flessibilità

l’odierna emersione di nuovi valori e comportamenti.

Molti di loro sono concentrati nella realizzazione

delle proprie passioni nel presente, cambiando

repentinamente strada quando è necessario, fino alla

costruzione di un presente/futuro molto personale e

altrettanto soddisfacente. Dal passato i CreActives as-

PROACTIVES

25-30 anni

I Millenials nomadi urbani, che interpretano la Sharing

Economy con scelte di vita, lavoro e acquisto che nascono

dalla flessibilità di pensiero. Il nucleo dei Pro-

Actives dimostra una vocazione naturale e un talento

nell’esplorazione conoscitiva in tutti gli ambiti di vita,

che si manifesta in modo pervasivo, coinvolgendo cioè

anche altre generazioni, nell’ambito del consumo e

dell’acquisto. Sentono il bisogno di immergersi in tutto

ciò che è innovativo e migliorativo, nella vita come

nel lavoro, attraverso la fruizione di App e servizi e, in

seconda battuta, l’acquisto di prodotti. I giovani adulti

che si affacciano su un mondo del lavoro precario e sfidante,

hanno un potere d’acquisto limitato che li spinge

prima di tutto a proteggere i propri risparmi, per investire

su di sé, sul proprio talento e sulla propria formazione

professionale. L’attenzione alle spese personali si

traduce in una maggior oculatezza nei consumi: acquisti

più mirati, con un’attenzione in più alla qualità e alla


OSSERVATORIO

RAG & BONE

personale di ciò che considerano ideale per esprimere

al meglio se stessi. L’apertura al cambiamento e la voglia

di essere sempre aggiornati li indirizza verso esperienze

edonistiche potenziate dall’uso della tecnologia,

verso prodotti e servizi che offrono una sensorialità

raffinata e soft. Nelle loro scelte di consumo i ProTasters

non si accontentano più della coolness creata da

influencer e opinion leader. Pretendono trasferimento

di conoscenza autentica, come quella che si produceva

nelle botteghe rinascimentali: aspirano a incontrare

dei veri maestri di vita. L’expertise è la chiave del riconoscersi

parte di un’elite di intenditori, di community

esclusive e ristrette. La dimensione trainante è l’enogastronomia,

ma il desiderio di conoscenza attraversa

ormai tutti i settori: dagli chef-ristoratori iperlocali

fino alla creatività di giovani artisti-stilisti-designer

che vengono seguiti con l’affezione delle sette di culto.

concretezza. Per i più giovani l’esperienza di acquisto

è fluida e assume le valenze più disparate, sciogliendo

definitivamente i vincoli che legano l’acquisto ai luoghi

di vendita. Esperti di e-commerce e più aperti all’online,

i ProActives non perdono però i nodi di connessione

al territorio reale, che per loro diventano luoghi di

condivisione attiva, in relazione a passioni e a comunità

di riferimento, da quella dei geek fino a quella di stile.

PROTASTERS

35-40 anni

Più istruiti e culturalmente più attivi della media, i

ProTasters sono i post-edonisti alla costante ricerca

di nuove esperienze di gusto. I ProTasters sono i professionisti

del gusto, perennemente in cerca di nuove

ritualità da provare e mettere a punto, per soddisfare il

loro bisogno di unicità e di originalità di vita e di consumo.

Una nota stonata può far saltare la loro confidenza

con la marca, mentre un dettaglio ricercato e inaspettato

può accendere il loro entusiasmo. Le loro decisioni

sono definite per differenza, ma non è la stravaganza

a conquistarli: piuttosto lo scarto creativo, ripetuto nel

tempo e nello spazio, sulla base del quale costruiscono

le loro ritualità. I ProTasters valorizzano in modo quasi

spontaneo la componente sensoriale di luoghi e prodotti,

e proiettano nel gusto e nello stile personale l’evoluzione

costante dell’estetica. La loro espressione creativa

passa attraverso l’esperienza culturale dei 5 sensi:

globetrotter e trendsetter, attuano una selezione molto

NEW NORMALS

40-50 anni

Adulti maturi che incarnano il mainstream della società

cui appartengono, autoironici e spesso nostalgici,

con un tocco di originalità.

I New Normals sono attenti osservatori e protagonisti

della realtà sociale in cui vivono, in una fase di vita che

li vede vorticosamente impegnati tra lavoro e famiglia,

attività personali e dei figli, spesso anche cura dei ge-

PRINGLE OF

SCOTLAND


YARNS MADE IN ITALY, DESIGNED FOR THE WORLD

GIVE MORE SUSTAINABILITY TO YOUR CREATIVITY

manifatturasesia.it


OSSERVATORIO

HANRO

nitori, in cerca di una conferma sociale e di una felicità

personale che li rassicuri e li gratifichi nella quotidianità.

Le scelte di vita, di consumo e anche di stile, spesso

attingono, durante questa età di mezzo, a un immaginario

più giovane e performativo, seppure con ironia e

consapevolezza, alla ricerca di un’originalità dinamica,

molto performativa e attenta alla qualità.

I New Normals hanno un metabolismo sociale consolidato

e riconosciuto e il loro percorso professionale ha

un tracciato che si discosta dalle passioni personali. Le

tappe di studio, lavoro, acquisto di una casa,matrimonio

e figli, sono state raggiunte in modo ordinato, salvo poi

saltare per dar vita a una nuova normalità di famiglie

ricostituite, senza figli o mono-genitoriali.

La passione non è (apparentemente) prioritaria nella

loro vita quotidiana, eppure scopriamo che l’eccezione

felice è ciò che rende nuova la loro normalità. La passione

originale e unica diventa fulcro di nuove expertise.

Per i New Normals si può parlare di vera e propria

rétro-mania, una nostalgia generazionale amplificata

da social network, tv, cinema e stampa, fino a una celebrazione

degli anni ’80 e ’90 ai limiti della mitizzazione.

I trent’anni trascorsi segnano l’intervallo classico

del pendolo della nostalgia e l’arrivo del revival per i

fenomeni culturali. I quarantenni si trovano a rivivere

i ricordi di infanzia, a condividerli tra loro e con le altre

generazioni, primi fra tutti i propri figli, per un'ironica

e gioiosa galoppata nel passato. Se per i più giovani il

passato è una sorpresa strana, per gli adulti è una riscoperta

di emozioni e sentimenti.

MIND BUILDERS

45-60 anni

Uomini nel pieno della maturità, sicuri di sé, orientati

all’affermazione personale e appassionati di conoscenza,

anche in relazione ai beni e servizi.

Impegnati in una quotidianità molto strutturata, i Mind

Builders sperimentano esplorazioni più circostanziate,

andando ad approfondire aspetti del consumo e

dell’acquisto che stanno loro particolarmente a cuore.

Per loro il vero motore di esplorazione ruota intorno

ad aspetti istruttivi o conoscitivi o culturali. Attraverso

d.


AVRIL 8790

gli acquisti, i Mind Builders esprimono la loro attitudine

pro-attiva al consumo, seguendo l’inclinazione a

proteggere se stessi e la propria famiglia da un contesto

non sempre sicuro riguardo a qualità dei prodotti, affidabilità

dei servizi, trasparenza dei processi produttivi

e, sempre più, anche distributivi. Aspirano a un mondo

commerciale più equo per tutti. I più maturi, migranti

digitali, mantengono una maggior linearità nel loro

customer journey e in relazione agli acquisti sono più

circoscritti nell’utilizzo del web e dei social media, considerati

principalmente come spazi per la condivisione

amicale o professionale, come consigli per gli acquisti.

Apprezzano, però, le potenzialità di approfondimento

informativo del web tramite portali, siti tematici, guide

autorevoli o anche solo l’emanazione digitale di un

retail fisico, conosciuto e riconosciuto in occasioni precedenti.

PLEASURE GROWERS

70 anni e più

Sono quei longevi vitali che mettono al centro della

propria vita la qualità dell’esperienza e l’arricchimento

personale. I Pleasure Growers amano prendersi cura

di tutto ciò che può rendere più soddisfacente la loro

vita, costruendo con meticolosità i luoghi e i tempi privati

per quelle routine quotidiane, piacevoli e rilassate.

Al di là della dimensione medico-sanitaria (a cui sono

naturalmente attenti) è piuttosto attraverso la ricercata

ritualità del consumo quotidiano, dalle scelte alimentari

ai programmi di viaggio, dagli eventi culturali

agli oggetti per la casa, che si esprime la loro attitudine

alla cura. I Pleasure Growers sono protagonisti di

una riscoperta dei piaceri in età avanzata. Raggiunta

la tranquillità di vita e ancora in buona salute, possono

concentrarsi sulle proprie passioni, godendo di una

libertà di tempo e di luogo che apre loro nuovi orizzonti

di esplorazione: interessi e attività vecchie o nuove

arricchiscono il panorama edonistico di questi intraprendenti

longevi, in un viaggio verso la felicità personale,

tarato sulle loro specifiche esigenze. Le scelte

di consumo e di stile attingono a una rinnovata voglia

di mettersi alla prova e di rompere lo stereotipo degli

anziani tutti casa & famiglia. I Pleasure Growers, dedicano

tempo ed energia alla dimensione relazionale perché

nella socialità trovano un ricco serbatoio per nuove

compagnie e divertimento. L’affinità e la riconoscibilità

tra pari si fonda sul buon livello culturale e sul desiderio

di condividere esperienze di approfondimento attivo,

di creatività artistica e nuove conoscenze, pratiche

o intellettuali. Approfondiscono i propri interessi per

ampliamenti progressivi di conoscenza, con ritmi più

lenti rispetto ai ProTasters, e in una dimensione di sostegno

e complicità con gli altri membri della propria

generazione.

PRINGLE OF

SCOTLAND


ZB

BOTTONIFICIO

LARIANO

Logostil srl


ZB


APPUNTI DI STILE

In questa pagina.

Tre proposte di Avril

8790 per la p-e 2019.

Nella pagina a fianco.

Capi della collezione

a-i 2019-20.

AVRIL 8790

MAGLIERIA GIOIELLO

Capi urban e

contemporanei,

seasonless e

genderless, sposano

filati preziosi,

perfetto esempio

del miglior made in

Italy

Il brand di knitwear Avril 8790

nasce da un’idea di Francesco

Menci, con un background nel

mondo della gioielleria, e Maria Elena

Sanarelli, nipote del fondatore della

Mely’s Maglieria, azienda con 60 anni

di esperienza che vanta collaborazioni

con le più importanti maison di alta

moda italiane e francesi.

Nati - il 17 aprile 1987 e 1990, da

qui il nome del brand - e cresciuti ad

Arezzo dopo un anno a Milano e una

laurea in Storia dell’arte all’Università

di Firenze, Maria Elena e Francesco

hanno saputo utilizzare il patrimonio

culturale e produttivo della Toscana in

funzione della loro ricerca artistica e

tecnologica, alla ricerca costante della

perfezione nella manifattura. Dopo

incursioni sperimentali nel mondo del

gioiello e dell’accessorio, attraverso il

mash-up tra maglia e materiali innovativi,

con l'autunno-inverno 2018/19

Avril8790 presenta la sua prima capsule

di abbigliamento 100% maglieria.

Suggestioni folk e accenti futuristici si

mixano ad atmosfere proprie dell’arte

e dell’iconografia anni 70. I capi sono

caratterizzati da motivi jacquard geometrici

e fantasie psichedeliche dal

forte impatto cromatico, morbidissimi

al tatto. Cardigan oversize, kimono

rigorosi, felpe destrutturate e biker

jacket raccontano un mondo fatto di

contrasti, in cui le linee rétro si mixano

a dettagli moderni, il tutto senza

connotazione di genere né di stagione.

Per quanto riguarda i materiali, il

duo creativo attinge all’heritage della

manifattura italiana. I preziosi filati di

cashmere e cashmere-seta di Cariaggi

sono i protagonisti della collezione per

l'autunno-inverno 2019/20, mentre il

100% cotone Egitto della primaveraestate

2019 è fornito da Filmar.

Avril 8790 è distribuito dallo showroom

Asestante di Milano, ed è già

presente in diversi negozi in Italia e

in Europa.

Avril 8790

Loc. Sant’Anastasio, 10 - Arezzo

Italia - tel. +39 333 2917014

contact@avril8790.it

www. avril8790.it


STILISTI

EMERGENTI

La creatività di

questa giovane

stilista si innesta

nella migliore

tradizione del

knitwear italiano,

per dare vita a

una brand dalla

forte vocazione

internazionale

Simona Marziali è una stilista italiana

con la passione per la moda nel DNA.

Dopo il diploma al liceo scientifico,

si laurea presso l'Accademia Internazionale

di Alta moda e Arte del

costume Koefia di Roma. A questo

importante traguardo formativo, fa

seguito un master di specializzazione

in maglieria conseguito a Firenze. La

sua carriera professionale nel mondo

della moda inizia quindi a 21 anni,

quando diventa knitwear designer per

diverse azienda fra cui Gilmar e Diesel.

Dodici anni dopo, nel 2012, Simona

Marziali decide di mettere a frutto

l'esperienza accumulata lanciandosi in

una nuova avventura: MRZ realizzato

in partnership con l'azienda di famiglia,

forte di oltre 40 anni di esperienza nella

produzione di collezioni di knitwear.

MRZ reinterpreta i fashion trend in

chiave originale e raffinata, in funzione

di una donna amante di tutto ciò che è

contemporaneo e immediato. Una proposta

in cui elementi dello sportwear

e dettagli femminili si coniugano alla

sartorialità tutta italiana.

Il successo non si fa attendere. MRZ

è accolto in maniera entusiasta dai

buyer e nel 2016 la collaborazione con

Tomorrow Ltd fa il resto, posizionando

il brand in boutique selezionate di tutto

il mondo.

Nel luglio del 2018, Vogue Talents sceglie

MRZ fra i migliori brand, mentre

Simona Marziali vince il primo premio

del concorso WHO’S ON NEXT?

SIMONA

MARZIALI

KNITWEAR

HERITAGE

La stilista riceve inoltre il Penelope

Price. A gennaio di quest'anno, Marziali

ha presentato la collezione Pre

Fall 2019 di MRZ sulla passerella di

Altaroma.

La collezione offre un guardaroba

concepito per essere scomposto e

ricomposto creativamente, grazie

all'accostamento di capi classici rivisitati

per creare abbinamenti formali

e cromatici inediti. Silhouette over,

ricche di stratificazioni, si ispirano a

un concept di glamour nomade, con

uno spirito iconoclasta che ribalta

i codici della tradizione in cerca di

nuovi equilibri. Scampoli di tessuti

classici e dall'allure maschile danno

vita a patchwork raffinati e preziosi,

realizzati a telaio con maestria artigianale.

L'asimmetria regna sovrana, con

abiti, gonne e top destrutturati fino a

trasformarsi in composizioni geometriche.

La maglieria resta protagonista

e passa dagli effetti infeltriti e garzati ai

filati tecnici e compatti, reinventandosi

perfino in versione imbottita come

fosse un piumino. Altre maglie ancora

reinterpretano i cartoni da imballaggio

in chiave couture. Iconica la maglia/

cappa che si apre sui fianchi, dove le

tonalità accese e quelle più delicate

sono sapientemente dosate e mixate

fra loro.

MRZ - contact@mrz-official.com

www.mrz-official.com


In queste pagine.

La stilista Simona

Marziali e

alcuni capi della

collezione Pre

Fall 2019 di MRZ.


ERMANNO

SCERVINO

In questa pagina.

Maglie a collo alto con

punti grossi, trecce in

rilievo e interventi di

paillette sono perfette

con le gonne corte plissé:

in versione asimmetrica o

camouflage.

Mondi

diversi

Tante sfumature di donna,

moderna e cosmopolita: il mix &

match lascia spazio all’espressione

personale. Pre-fall 2019


In questa pagina, da sinistra.

Maglia a collo alto con

intarsi di ispirazione graffiti

e pantalone sartoriale

in fucsia pallido. Maglia

girocollo a maniche corte

con taschino su gonna a

strati in pizzo e tulle.


ERMANNO

SCERVINO

In questa pagina, da sinistra.

Accenti oro per il cardigan

a righe orizzontali su abito

plissettato con patchwork di

motivi a pois. Allure glam

rock per l’outfit composto

da cardigan sartoriale con

scintillanti interventi di

paillettes e pantalone in denim.

Nella pagina a fianco.

Maxi cardigan con lavorazioni

in rilievo e paillettes su abitino

bon ton in pizzo.


ERMANNO SCERVINO - VIA DI TIZZANO, 169 - 50012 BAGNO A RIPOLI, (FI) - TEL. +39 055 64924 - INFO@ERMANNOSCERVINO.IT - WWW.ERMANNOSCERVINO.IT


TSUMORI CHISATO

Stampa di fiori acquerellati

per il pull in maglia e i

pantaloni coordinati.

Nella pagina accanto.

Girocollo tricolore con

scritta intarsiata, cuffia

in maglia coordinata e

pantaloni a righe.


PARIS

MON

AMOUR

Una dichiarazione

d’amore per la Ville

Lumière, piena di

humor e tenerezza.

Per moderne Marie-

Antoinette.

Pre-Fall 2019


TSUMORI CHISATO


In questa pagina.

Girocollo con motivo Tour

Eiffel intarsiato e manica

bicolore su gonna midi

asimmetrica.

Nella pagina accanto.

Girocollo effetto fiammato con

motivo Tour Eiffel intarsiato su

maglia con le ruches, gonna

midi e pants con fantasia

floreale acquerellata.


TSUMORI CHISATO


In questa pagina.

Maglione over ricamato con

scritta Paris, Tour Eiffel e

fiocchi di neve, arricchito da

balze e frange sulle maniche.

Pantalone sportivo tricolore.

Nella pagina accanto.

Pull con motivo Marie-

Antoinette in versione naif

impreziosito da paillettes e

cristalli applicati, romantico

cardigan traforato con ricami

di paillettes e jeans con

motivo acquerello.

A-NET INC. - tel. +81 356242673 - www.tsumorichisato.com


ANTONIO MARRAS

Le donne

che leggono

sono

pericolose

La collezione Pre-Fall 2019

dello stilista sardo vuole

vestire una donna emancipata,

forte, intelligente, che non si

annoia mai leggendo.


Cardigan e dolcevita

a coste illuminati da

filati lurex chanteclair e

applicazioni gioiello.

Nella pagina accanto.

Motivo tartan per i pull

con dettagli a contrasto

su scollo, polsini e in

vita su gonna plissé e

pantaloni ampi.


ANTONIO MARRAS

In questa pagina, da sinistra.

Bagliori metallici per il

cardigan con motivo tartan

bouclé; maxi cardigan

jacquard con patchwork di

righe e camouflage.

Nella pagina accanto.

Motivi Scottish o rigati con

inserti di lurex impreziositi da

ricami di strass per cardigan,

pullover e maxisciarpe nei

colori dell’autunno.


ANTONIO MARRAS


In questa pagina.

I filati di ciniglia si declinano

in jacquard animalier, mentre

i motivi geometrici catturano

la luce grazie al lurex.

Nella pagina accanto.

Maglie decostruite scelgono

il classico motivo a losanghe

rivisitato con colori inediti e

ricami fatti a mano.

ANTONIO MARRAS - via Cola di Rienzo 8, 20144 Milano - tel. +39 0289075002/+39 0289075909 - info@antoniomarras.it - www.antoniomarras.com


SCAGLIONE

LONDON

CALLING

Il tartan, il college e lo Shetland.

Tre temi very British reinterpretati con

sensibilità metropolitana e savoir faire

italiano. Autunno-Inverno 2019/20


Girocollo Shetland

nei toni del bianco,

navy e rubino.

Nell’altra pagina.

Gioco di

sovrapposizioni e

contrasto di texture

fra dolcevita e

cardigan.


SCAGLIONE

In questa pagina e

in quella a fianco.

Maglie girocollo

con motivi tartan.


SCAGLIONE - via Lochis 12, Bergamo - tel. +39 035 4373338 - info@scaglione.it - www.scaglione.it


filpucci.it


Da Milano,

Parigi, Londra,

New York,

Berlino e

Barcellona il

knitwear degli stilisti

per l’A-I 2019/20

From Milan, Paris,

London, New

York, Berlin and

Barcelona

the designers’ knits for

F-W 2019/20

GUCCI

PAUL SMITH


close up

ETRO

PREEN BY THORNTON BREGAZZI

ARMOURS

Spalle protagoniste. Il Power dressing

si declina in capi dall’allure

maschile, strutturati, dalle linee

squadrate e fashion forward.

Focus on the shoulders. Power dressing

in this case is a question of

clothes with masculine appeal, structured,

fashion-forward garments

boasting squared lines.

ISABEL MARANT

LAURA BIAGIOTTI


PROENZA SCHOULER

DION LEE

LITTLE

SHRUG

Sulla passerella tanti piccoli coprispalle,

per completare con discrezione

un outfit scollato o per sottolineare

trasparenze e aperture sensuali.

The catwalks are featuring lots of

little snugs for discreetly completing

low-necked outfits, actually

underscoring transparent effects and

sensual openings.

ACNE STUDIOS

TOGA


close up

ALBERTA FERRETTI

MICHAEL KORS COLLECTION

FRILLS

Le maglie cercano femminilità,

leggiadria e movimento con un elemento

classico dell’abbigliamento

donna: i volant. In versione maxi o

mini, l’impatto è assicurato.

The sweaters achieve femininity,

lightness and animation with a classical

element of the feminine wardrobe:

delicious ruffles. Whether maxi

or mini, surefire impact is in the bag.

KOCHÉ

PHILOSOPHY DI

LORENZO SERAFINI


CHRISTIAN DIOR

ULLA JOHNSON

KNOTS

Maglie con vita propria, cresciute a

dismisura. I lembi che avanzano si

allacciano fra di loro con nonchalance:

il risultato può essere sbarazzino

o bon ton.

Sweaters have taken on a life of

their own, growing excessively. The

advancing panels embrace with

feline insouciance: the result can be

tomboyish or ladylike.

ALTUZARRA

UJOH


close up

ULLA JOHNSON

GABRIELA HEARST

LOOSE

YARNS

L’intreccio si dirada ad arte per dare

protagonismo ai filati e a sensuali

effetti vedo non vedo.

The knit mesh loosens and opens

masterfully showcasing the lovely

yarns and sensual peek-a-boo effects.

BOTTEGA VENETA

GENNY


KIM SHUI

VERSACE

SURVIVORS

La maglia si smaglia: strappi e

patchwork grintosi creano un mood

apocalittico e molto rock and roll.

Unraveling sweaters: rips, tears and

edgy patchwork motifs create an

apocalyptic, very rock and roll mood.

113 MAISON

LOU DE BETOLY


close up

BADGLEY MISCHKA

AREA

COUTURE

SPIRIT

Ricami e applicazioni scintillanti per

maglie gioiello, ricche di luce, tridimensionalità

e allure femminile.

Sparkling applications and embroidery

work adorn jewel sweater, with

resplendent effects, three-dimensionality

and oodles of feminine allure.

PACO RABANNE

CHANEL


ANTONIO MARRAS

ANTONIO MARRAS

BALMAIN

ROBERTA EINER


close up

ANTONIO MARRAS

SACAI

FUSION

La maglia si fonde con altri materiali

grazie a lavorazioni ardite e ad accostamenti

creativi. L’effetto può essere

sportivo o decisamente couture.

The knits merge with other materials

thanks to bold workmanship and

creative combinations. The end effect

ranges from sporty to decisively

couture.

ALTUZARRA

LOEWE


MARINE SERRE

LACOSTE

ANREALAGE

CHRISTIANO BURANI


close up

BLUMARINE

MOLLY GODDARD

NEW

ARGYLE

Il motivo a losanghe resta un must

del knitwear. La sua versione più

classica non lascia la passerella, ma

si fanno strada rivisitazioni estrose

per forme, colori e dettagli.

Lozenge motifs remain a must of

knitwear. The most classic versions

have never abandoned the fashion

runways, making new inroads with

revamped interpretations, more

daring in terms of shape, color and

detailing.

Y/PROJECT

CHULAAP


ALEXACHUNG

PRINGLE OF SCOTLAND

MOLLY GODDARD

ANREALAGE


www.lanificiodellolivo.it


MILANO

milano moda donna

>AGNONA

>ALBERTA FERRETTI

>ANGEL CHEN

>ANIYE BY

>ANTEPRIMA

>ANTONIO MARRAS

>ARTHUR ARBESSER

>BLUMARINE

>BOTTEGA VENETA

>CIVIDINI

>CRISTIANO BURANI

>DOLCE & GABBANA

>ELISABETTA FRANCHI

>ETRO

>GENNY

>GUCCI

>ICEBERG

>JIL SANDER

>LAURA BIAGIOTTI

>MARCO RAMBALDI

>MARIOS

>MAX MARA

>MISSONI

>MSGM

>PHILOSOPHY

DI LORENZO SERAFINI

>PRADA

>SALVATORE FERRAGAMO

>SPORTMAX

>UNITED COLORS OF BENETTON

>VERSACE

Foto Andrea Adriani


ANIYE BY


AGNONA


ALBERTA FERRETTI


ANGEL CHEN


ANTEPRIMA


ARTHUR

ARBESSER


ANTONIO

MARRAS


ELISABETTA

FRANCHI


BLUMARINE


BOTTEGA VENETA


CIVIDINI


DOLCE

& GABBANA


CRISTIANO

BURANI


ETRO


GENNY


MSGM


GUCCI


ICEBERG


JIL SANDER


MARIOS


LAURA

BIAGIOTTI


MARCO RAMBALDI


MAX MARA


MISSONI


MISSONI


PHILOSOPHY

DI LORENZO

SERAFINI


PRADA


SALVATORE

FERRAGAMO


SPORTMAX


UNITED COLORS

OF BENETTON


VERSACE


SAVE THE

NAME

TUINCH

EFFORTLESS CHIC

Alcune proposte di Tuinch per la p-e 2019.

Creatività spinta, ricerca e

filati squisiti danno vita a una

maglieria dalla personalità

forte

TUINCH è frutto della creatività di Veronique

Vermussche, magliaia appassionata e viaggiatrice

irriducibile. L'idea di lanciare il suo brand è arrivata come

una certezza nel corso di una vacanza sulll'Himalaya:

nonostante il suo volo fosse molto in ritardo, Veronique

si sentì perfettamente calda e a suo agio avvolta in una

sciarpa di cashmere acquistata da un artigiano locale. Si

innamorò perdutamente del cashmere, caldo come la lana

e morbido come la seta, e decise di dedicare una collezione

moda a questo prezioso filato. Tuinch è il risultato di uno

studio approfondito, realizzato sul campo, della tradizione

del cashmere in Asia, che ha portato la stilista a scovare la

materia prima più pregiata e gli artigiani locali più abili.

Le collezioni si caratterizzano per l'uso creativo del filato,

che abbandona la sua vocazione più classica per esplorare

silhouette più rilassate e contemporanee. Il successo del

brand in diverse boutique di lusso di tutto il mondo ha

portato a un ampliamento progressivo della proposta,

e ciò che era nato come un brand esclusivamente di

maglieria si sta evolvendo verso una fashion label a tutti

gli effetti.

Tuinch - info@tuinch.com - www.tuinch.com


PARIGI

collections de prêt-à-porter paris

PARIGI

>AALTO

>ALTUZARRA

>ANREALAGE

>BALENCIAGA

>BALMAIN

>BEN TAVERNITI

UNRAVEL PROJECT

>CHANEL

>CHLOÉ

>CHRISTIAN DIOR

>CHRISTIAN WIJNANTS

>DROME

>ISABEL MARANT

>JUNYA WATANABE

>LACOSTE

>LEMAIRE

>LOUIS VUITTON

>MAME KUROGOUCHI

>MIU MIU

>OTTOLINGER

>SACAI

>STELLA MCCARTNEY

>VICTORIA/TOMAS

Foto Andrea Adriani


AALTO


ALTUZARRA


ANREALAGE


BALENCIAGA


BALMAIN


BEN TAVERNITI

UNRAVEL PROJECT


DROME


CHRISTIAN DIOR


CHANEL


CHLOÉ


CHRISTIAN WIJNANTS


ISABEL MARANT


JUNYA

WATANABE


LEMAIRE


LACOSTE


LOUIS VUITTON


MAME KUROGOUCHI


MIU MIU


OTTOLINGER


SACAI


STELLA

MCCARTNEY


VICTORIA/TOMAS


FIBRE&FILATI

ALPACA DEL PERÙ

LUSSO E TRADIZIONE

Nel corso dell'ultima edizione

di Pitti Filati, l’Ufficio Commerciale

del Perù in Italia

e PROMPERÚ, in collaborazione

con le aziende Inca Tops, Itessa e

Michell, hanno illustrato a designer e

buyer provenienti da tutto il mondo le

caratteristiche e la filiera produttiva

dell'alpaca, preziosa fibra ottenuta dal

vello dell'omonimo camelide sudamericano.

Versatile, sostenibile e di

altissima qualità, l'alpaca sta vivendo

un ottimo momento ed è richiesta dai

più importanti brand internazionali

del fashion business. L’80% della

popolazione mondiale di alpaca si

trova in Perù, da qui l'importanza per

le aziende di trovare un intermediario

affidabile e qualificato per conoscere

e raggiungere i produttori che meglio

si adattano alle loro esigenze; mentre

il governo del paese sudamericano

vuole incentivare l'economia della regione

alto-andina e creare una filiera

virtuosa, basata sulla condivisione

del know-how tessile millenario peruviano

e il gusto e la creatività delle

aziende del lusso, creando un modello

di business equo e sostenibile.

“Il marchio Alpaca del Perù è stato

lanciato dal governo peruviano in collaborazione

con il settore privato nel

2014 per promuovere l’alpaca a livello

internazionale, con la consapevolezza

che il mercato è la componente che

rende dinamica l'intera catena pro-

OCEX Milano

e PROMPERÚ

illustrano e

promuovono le

caratteristiche

uniche e la

catena produttiva

del filato simbolo

del loro paese

duttiva – commenta Amora Carbajal,

direttore di OCEX MILANO – Un

esempio emblematico è la storica collaborazione

con MaxMara che, dopo

aver utilizzato la fibra di Alpaca per le

sue linee di cappotti fin dagli anni ’50,

ha accolto il nostro invito a conoscere

in prima persona la catena produttiva

del filato e le sue potenzialità, arrivando

a realizzare una intera collezione

in Perù. Dal 2014 a oggi, OCEX MI-

LANO ha portato in Perù più di 50

prestigiose aziende internazionali e il

nostro obiettivo è di coinvolgerne sempre

di più per rafforzare l’immagine

del Paese all’estero”.

Per promuovere e far toccare con

mano l’alta qualità della fibra, lo stand

Alpaca del Perù ospitava una capsule

collection SS 2020 realizzata in collaborazione

con il designer Giovanni

Cavagna. I capi esaltavano le caratteristiche

del filato e il suo contenuto

di cultura e tradizione attraverso un

originale intreccio creativo tra moda,

territorio e food. Una collezione che

rispondeva alle nuove tendenze reinterpretando

il concetto di rustico con

maglie che mescolano il nobile filo di

baby alpaca con filati come il lino e il

nylon, dando vita a modelli adatti per

tutte le stagioni.

Ufficio Commerciale del Perù in

Italia - OCEX MILAN

Piazza del Duomo, 17

20121 Milano

tel. 02 3679 9150

ocexmilan@mincetur.gob.pe

www.ufficiocommercialedelperu.it/

www.alpacadelperu.com.pe/EN/


NEW YORK

fashion week new york

>ANNA SUI

>AREA

>CALVIN LUO

>DION LEE

>ECKHAUS LATTA

>HELLESSY

>JONATHAN COHEN

>KATE SPADE

>KIM SHUI

>LAQUAN SMITH

>LINDER

>LOU DALLAS

>MICHAEL KORS COLLECTION

>OSCAR DE LA RENTA

>PHILIPP PLEIN

>PRABAL GURUNG

>R13

>RACHEL COMEY

>SALLY LAPOINTE

>SELF-PORTRAIT

>SIMKHAI

>TIBI

>TORY BURCH

>ULLA JOHNSON

>YUNA YANG

>ZIMMERMAN

Foto Andrea Adriani


AREA


ANNA SUI


CALVIN LUO


DION LEE


ECKHAUS

LATTA


HELLESSY


JONATHAN

COHEN


KATE SPADE


KIM SHUI


LAQUAN SMITH


LINDER


LOU DALLAS


MICHAEL KORS

COLLECTION


R13


OSCAR DE

LA RENTA


PHILIPP

PLEIN


PRABAL

GURUNG


RACHEL

COMEY


SALLY

LAPOINTE


SELF-PORTRAIT


SIMKHAI


ZIMMERMAN


TIBI


TORY BURCH


YUNA YANG


ULLA JOHNSON


ECO&EQUO

SESIA

MANIFATTURE 1963

QUALITÀ E

RISPETTO PER

L'AMBIENTE

Un modello di

sviluppo che

soddisfa i bisogni

del presente senza

compromettere

quelli delle

generazioni future

Conciliare produzione e sostenibilità

attraverso un costante

lavoro di ricerca e innovazione,

senza però rinunciare ai più elevati

standard di qualità. È questa la sfida

che da tempo Sesia Manifatture

1963 ha deciso di raccogliere.

Frutto di questo impegno è Bio·Sesia,

la linea di filati biologici realizzati nel

rispetto dei criteri definiti dal Global

Organic Textile Standard: alta qualità

che rispetta l’ambiente, garanzia per il

futuro.

Il tema della sostenibilità coinvolge la

filatura piemontese a 360 gradi, tanto

nel processo produttivo, dalla selezione

delle materie prime alla commercializzazione,

quanto nella responsabilità

sociale: dalla scelta dei fornitori

alla sicurezza dei lavoratori.

La tutela del territorio, l’utilizzo di

processi produttivi con un basso impatto

ambientale e il benessere dei

propri dipendenti sono valori che guidano

e contraddistinguono il modo di

operare di Sesia Manifatture 1963. Lo

testimoniano i lavori per migliorare

l'efficienza degli impianti esistenti, per

ridurre i consumi di energia, e quindi

l’emissione di CO2 nell’atmosfera, con

l'obbiettivo di azzerare l’emissione di

gas serra. Uno sforzo che ha contribuito

al conseguimento della certificazione

Zero Emission.

Attualmente, un impianto fotovoltaico

copre totalmente il fabbisogno energetico

diurno, mentre la sostituzione

dell’intero impianto di illuminazione

con tecnologia Led e l’installazione di

inverter sulle linee di produzione hanno

ulteriormente abbassato i consumi

energetici.

Infine, nel 2017, su tutto il reparto produttivo

è stato fatto un intervento di

riqualificazione formale ed energetica

che ha coinvolto l'intero edificio. Si

tratta di un intonaco termo riflettente

fotocatalitico di ultima generazione

che ha permesso non solo di raggiungere

elevati livelli di coibentazione, ma

anche di ridurre l'inquinanti atmosferici

in misura pari alla sintesi clorofilliana

di una superficie di 3000 mq. di

bosco.

MANIFATTURA SESIA s.r.l.

via Tosalli, 67/69

28073 Fara Novarese (NO), Italia

tel. + 39 0321.819984/3

www.manifatturasesia.it


LONDRA

london fashion week

>ASAI

>ASHISH

>ASHLEY WILLIAMS

>BORA AKSU

>BURBERRY

>CHRISTOPHER KANE

>GARTEH WRIGHTON

>J.W. ANDERSON

>KIKO KOSTADINOV

>MARK FAST

>MARTA JAKUBOWSKI

>MATTY BOVAN

>PREEN BY

THORNTON BREGAZZI

>RYAN LO

>TOGA

>VICTORIA BECKHAM

>VIVIENNE WESTWOOD

Foto Andrea Adriani


CHRISTOPHER

KANE


ASAI


ASHISH


ASHLEY

WILLIAMS


BORA AKSU


BURBERRY


MALENE

ODDERSHEDE

BACH


GARTEH

WRIGHTON


J.W.

ANDERSON


KIKO

KOSTADINOV


MARK FAST


MARTA

JAKUBOWSKI


MATTY

BOVAN


PREEN BY

THORNTON

BREGAZZI


RYAN LO


TOGA


VICTORIA

BECKHAM


VIVIENNE

WESTWOOD


Foto Andrea Adriani

>AMESH WIJESEKERA

>KXXK

>LOU DE BETOLY

>MARINA HOERMANSEDER

>REBEKKA RUETZ

BERLINO

mercedes-benz fashion week berlin

AMESH

WIJESEKERA


KXXK


LOU DE BETOLY


REBEKKA

RUETZ


MARINA

HOERMANSEDER


Foto Andrea Adriani

>113 MAISON

>CHULAAP

>LITTLE CREATIVE FACTORY

>MIRIAM PONSA

>PABLO ERROZ

>SITA MURT

BARCELLONA

080 barcelona fashion

MIRIAM

PONSA


113

MAISON


LITTLE CREATIVE

FACTORY


CHULAAP


SITA MURT


PABLO ERROZ


close up

ACNE

CMMN SWDN

ANGUS CHIANG

WORK IN

PROGRESS

Capi all’apparenza incompiuti, da

rifinire, con cuciture o fili sciolti in

evidenza. Virtuosismi tecnici spiritosi

ma dall’animo couture.

Garments that appear to be incomplete,

yet to be finished, with seams

in plain sight and conspicuous loose

strands of yarn. Playful technical

virtuosity, but with a couture spirit.

FENG CHEN WANG


BED JW FORD

CMMN SWDN

KNIT

DECAY

Maglie bucate, strappate, bruciate

esibiscono il fascino delle cose vissute,

con una storia da raccontare.

Sweaters with holes, tears and burnt

spots display all the allure of lovingly

used items, with an interesting story

to tell.

CMMN SWDN

VETEMENTS


close up

BIUU

BIUU

SPACE

INVADERS

Fra esoterismo e fantascienza.

Ricami, stampe e disegni jacquard

escono nello spazio interstellare per

incontrare alieni con un debole per

la grafica vintage.

Somewhere between esoteric and

science fiction. Embroidery, prints

and jacquard patterns move out into

outer space to encounter aliens with

a weakness for vintage graphics.

VALENTINO

UNDERCOVER


A COLD WALL

OFF WHITE

BIG BANG

THEORY

Maglioni come lavagne per geometrie

complesse, formule, informazioni

tecniche e numeri sparsi che

portano allo stremo la tendenza

fashion-nerd.

Sweaters like a blackboard for complex

geometric patterns, formulas,

technical information and scattered

numbers, taking the fashion-nerd

trend to an extreme.

HERMES

XANDER ZHOU


close up

ISABEL BENENATO

ERMENEGILDO ZEGNA

DISSOLUTION

La superficie della maglia subisce

trattamenti che ne alterano l’aspetto

in maniera disomogenea, dandole

un effetto consumato e sensazioni

tattili intense.

The surfaces of the sweaters undergo

treatments that change their appearance

in an uneven way, imbuing

them with worn effects and intense

tactile sensations.

ISSEY MIYAKE

NEIL BARRETT


URDERCOVER

ANGUS CHIANG

HIGH

CONTRAST

Gli opposti si attraggono. Due o più

maglie, molto diverse per colori, pattern

o punti, diventano una ma senza

fondersi, alla ricerca di contrasti

forti per stupire e spiazzare.

Opposites attract one another. Two

or more sweaters, very different in

terms of colors, patterns and knit

stitches, become one but without

merging, in quest of strong contrasts

meant to shock and disorient.

CHULAAP

BALMAIN HOMME


close up

LOUIS VUITTON

HENRIK VIBSKOV

SUNNEI

FANTASY

WORLD

Grafiche e temi naïf, quasi onirici, si

riversano sulla maglieria all’insegna

del colore e della fantasia, per capi

destinati a diventare protagonisti

di ogni outfit.

Graphic patterns and naïf, almost

dreamy, themes are displayed on

the sweaters, always featuring lots

of color and fantasy, for garments

destined to become the protagonists

of any outfit.

LOUIS VUITTON


DIOR HOMME

JOHN LAWRENCE SULLIVAN

MARNI

NEIL BARRETT

ROAR

Intramontabile animalier. I motivi

tigrati, zebrati e leopardati irrompono

nel guardaroba maschile,

spesso in chiave ironica, con colori

e grafiche aggiornate.

Evergreen animalier looks. Tiger

stripes, zebra patterns and leopard

spots converge upon the masculine

wardrobe, often with a playful

twist, featuring updated colors and

graphics.


close up

RAF SIMONS

VERSACE

HONEY

COMB

Texture protagonista. Punti classici,

ideali per capi caldi e morbidi, si

prestano a rielaborazioni estreme,

ma anche a un knitwear dall’eleganza

senza tempo.

Texture is king. Classic stitches,

ideal for soft, warm garments, lend

themselves to extreme makeovers,

as well as drop-dead chic knitwear

exuding timeless elegance.

ISABEL BENENATO

CHRISTIAN DADA


SACAI

MSGM

Y PROJECT

FOLKSY

I motivi tipici del knitwear nordico

continuano a fare tendenza. Gli

stilisti partono dalla tradizione e la

rivedono sperimentando con effetti

speciali, patchwork e lavorazioni

particolari.

The motifs typical of Nordic knitwear

continue to set trends. The designers

work from what is traditional,

but looking at it in a fresh way,

experimenting with special effects,

patchwork and original knit work

and details.

KENT AND CURWEN


close up

BIUU

CERRUTI

DOLCE&GABBANA

KINETIC

ART

Suggestioni Op Art. Pattern astratti

movimentano le maglie, cercanod di

sfuggire alla bidimensionalità con

un risultato ipnotico.

Evocations of Op Art. Abstract patterns

animate the sweaters, seeking

to escape to the two-dimensional

realm, with hypnotic results.

E. TAUTZ


DAKS

HENRIK VIBSKOV

NEW

SILHOUETTE

Sartorialità creativa. Capi inediti

nascono dalla decostruzione e dal riassemblaggio

estroso degli elementi

tradizionali del knitwear: il risultato

non passa mai inosservato.

Creative sartorial virtuosity. Original

garments are generated by means

of deconstructing and whimsically

reassembling the traditional elements

of knitwear: the result will

never go unobserved.

A COLD WALL

FENDI


ECO&EQUO

Telino realizzato con i filati Palm Bech

ed Elastic di Iafil e trattato con le

WashingBalls ® e le Brushing Balls ® .

Baby alpaca trattata con le

WashingBalls ® e le Brushing Balls ® .

IAFIL

RIVOLUZIONA

IL FINISSAGGIO

Lo scorso gennaio IAFIL Industria

Ambrosiana Filati ha

presentato a Pitti filati due articoli

destinati a trasformare i processi di

finissaggio in chiave ecosostenibile.

Il primo sono le WashingBalls®, sfere

ad alta magnetizzazione che durante

il lavaggio stabilizzano l’acqua grazie

al cambiamento dei campi magnetici e

producono un deodorante e un detergente

naturale: il bicarbonato di sodio.

Oltre a lavare gli indumenti in modo

delicato, il bicarbonato è noto per la sua

capacità di eliminare gli odori e le macchie

difficili. Inoltre, è utile per ammorbidire

i capi di abbigliamento, aumentare

la potenza del detersivo e mantenere

brillanti i capi bianchi.

Grazie alle WashingBalls® il bicarbonato

è prodotto naturalmente senza

nessuna aggiunta, consentendo di dimezzare

la quantità di detersivo necessaria

e di raggiungere già a 30° l’effetto

sbiancante e biocida normalmente

raggiungibile con le alte temperature.

L’azione delle sfere scompone inoltre le

molecole di calcare, consentendone l’eliminazione

nell’acqua di scarico, senza

l’aggiunta di prodotti specifici.

La seconda novità di Iafil sono le

Brushing Balls®, sfere concepite in

funzione di un innovativo metodo di

garzatura di maglie e tessuti: studiate

Lavaggio e

garzatura

verso l'impatto

zero con due

tipologie

di sfere

brevettate

per girare con moto rotatorio irregolare,

garantiscono sia un lavoro abrasivo

inziale che uno meccanico finale.

La follatura avviene - senza ammorbidenti

siliconici né saponi neutri - nel

tumbler di essiccazione e a freddo, con

il conseguente risparmio di acqua e

di energia. Inoltre, non servono acidi

chimici per pulire il tumbler dopo l’uso

perché l’azione delle sfere risulta autopulente.

Le Brushing Balls® sono certificate

GOTS perché consentono un

processo manifatturiero conforme ai

requisiti dettati dallo standard. Permettono

inoltre ai filati certificati GOTS di

mantenere la certificazione perché ammorbiditi

senza l’uso di silicone.

Iafil commercializza questi prodotti in

co-branding con Shima Seiki ed Electrolux

professionali per le macchine di

maglieria e di follatura. Le sfere sono

coperte da Brevetto Europeo EPO per

invenzione industriale depositato a

Milano il 02/08/2018 dall’Ing. Sergio

Sala, facente parte del team di Ricerca

& Sviluppo di IAFIL SpA.

IAFIL

Industria Ambrosiana Filati S.p.A.

via dei Ciclamini, 3 - 20147 Milano

tel. +39 02483971

commerciale.italia@iafil.it

export@iafil.it - www.iafil.it


MILANO

milano moda uomo

>BED JW FORD

>BIUU

>DAKS

>DOLCE & GABBANA

>EMPORIO ARMANI

>ERMENEGILDO ZEGNA

>FENDI

>FRANKIE MORELLO

>ISABEL BENENATO

>LES HOMMES

>MAGLIANO

>MARCELO BURLON

COUNTY OF MILAN

>MARNI

>MSGM

>Nº 21

>NEIL BARRET

>NUMERO 00

>PRADA

>SUNNEI

>VERSACE

Foto Andrea Adriani


BED JW FORD


BIUU


DAKS


DOLCE

& GABBANA


EMPORIO

ARMANI


ERMENEGILDO

ZEGNA


FENDI


FRANKIE

MORELLO


ISABEL

BENENATO


LES HOMMES


MAGLIANO


MARCELO BURLON

COUNTY OF MILAN


MSGM


MARNI


Nº 21


NEIL

BARRET


NUMERO 00


PRADA


SUNNEI


VERSACE


ECO&EQUO

2

1

2. FILPUCCI

Il vero Natural Chic

La linea Responsible Innovation di FILPUCCI si

rinnova con la collezione primavera-estate 2020.

Tra le novità Indaco 1700, filo grosso naturalmente

rustico e chic in cotone e lino; Galatea 30000, lino

sottile con un leggero effetto goffrato, elastico e

confortevole; Haiku 4800 cordonetto semi-mat di

mano asciutta in cotone 100% organico; Bionyco

XL 2500, corposo, sofisticato e rotondo, dalla

linearità genderless in cotone organico makò

con fibra poliammidica riciclata; Comfort 24000,

caratterizzato dalla trasparenza irregolare e dalla

mano confortevole, in lino e cotone organici

con fresco Lyocell; Clay 2/100000 in cotone

sottilissimo rinforzato con poliammide, dalla

superficie compatta e finissima ideale per maglie

effetto seconda pelle e Tela 2500, cotone organico

e Lyocell di aspetto grezzo e dolce al tatto, per

maglie genderless spesse ma leggere e fresche.

Tutti i cotoni e i lini della serie sono organici

e certificati GOTS, le viscose sono Enka con

certificazione FSC, mentre la seta è varietà

Mulberry purissima al 100%.

Filpucci - tel. +39 055 89871

filpucci@filpucci.it - www.filpucci.it

1. BOTTO GIUSEPPE

TESSUTI DALL'ANIMA GREEN

Nel corso della più recente edizione di Milano

Unica, il salone italiano del tessile e degli

accessori, BOTTO GIUSEPPE ha ribadito

la sua anima sostenibile e innovativa con

il progetto Naturalis Fibra che alla quinta

stagione si arricchisce di due nuove etichette:

Slowool, better finer natural e Slowsilk, the

most ethical silk. Si conferma il Natural born

cashmere nei colori del vello naturale e senza

nessun intervento artificiale nel processo di

tintura; mentre i tessuti ad armature leggere e

trattamenti multicontrol weather Green sono

ideali per capi da viaggio, trattati con finissaggi

resistenti all’acqua in assenza di molecole fluoro

carboniche.

Botto Giuseppe - tel. +39 015 70481

www.bottogiuseppe.com

1


PARIGI

paris mode masculine

>ACNE STUDIOS

>ANGUS CHIANG

>ANN DEMEULEMEESTER

>ARMANDO COSTA

>BALMAIN HOMME

>CERRUTI 1881

>CHRISTIAN DADA

>CMMN SWDN

>DIOR HOMME

>DRIES VAN NOTEN

>HENRIK VIBSKOV

>HERMÈS

>ISSEY MIYAKE

>JIL SANDER

>KENZO

>LOEWE

>LOUIS VUITTON

>MAISON MIHARA YASUHIRO

>PAUL SMITH

>RAF SIMONS

>SACAI

>SEAN SUEN

>THOM BROWNE

>UNDERCOVER

>VALENTINO

>WALTER VAN BEIRENDONCK

Foto Andrea Adriani


ACNE STUDIOS


ANN

DEMEULEMEESTER


ANGUS

CHIANG


ARMANDO

COSTA


BALMAIN

HOMME


CERRUTI

1881


HENRIK VIBSKOV


CHRISTIAN DADA


CMMN SWDN


DIOR HOMME


DRIES

VAN NOTEN


HERMÈS


ISSEY MIYAKE


JIL SANDER


KENZO


LOEWE


LOUIS VUITTON


MAISON MIHARA

YASUHIRO


PAUL SMITH


RAF SIMONS


SACAI


SEAN SUEN


THOM BROWNE


UNDERCOVER


VALENTINO


WALTER VAN

BEIRENDONCK


Foto Andrea Adriani

>A COLD WALL

>ASTRID ANDERSEN

>E. TAUTZ

>FENG CHEN WANG

>ICEBERG

>ROBYN LYNCH

>STEFAN COOKE

>XANDER ZHOU

LONDRA

london fashion week men’s

STEFAN

COOKE


A COLD WALL


ASTRID

ANDERSEN


E. TAUTZ


FENG CHEN

WANG


ICEBERG


ROBYN LYNCH


XANDER

ZHOU


85


PITTI IMMAGINE

PITTI FILATI

FILATI

PRIMAVERA/ESTATE 2020

ESTRO E

CONCRETEZZA

Un mondo in fermento quello delle filature di eccellenza, che

con le loro collezioni per la primavera-estate 2020 hanno dato

prova di grande dinamismo, capacità di innovare e creatività

Progetto grafico e foto dei filati: FABRIZIO VENTURI | Testi: ANDREA LATTANZI BARCELÓ


PITTI IMMAGINE

FILATI

Dal 23 al 25 gennaio 2019 è andata in scena

alla Fortezza da Basso di Firenze l’edizione

n.84 di Pitti Immagine Filati, appuntamento

imperdibile nel mondo dei filati per maglieria accolto da

una scenografia ispirata al tema guida dei saloni invernali

di Pitti Immagine: The Pitti Box, straordinari contenitori

di idee e novità da aprire di stagione in stagione per

raccontare le vibrazioni più nuove tra moda e lifestyle.

Tra gli stand si respirava un’atmosfera di grande fermento

e concretezza, mentre il meglio delle filature nazionali e

internazionali mostravano ai buyer le novità, la ricerca e le

nuove tendenze per la prossima stagione estiva 2020.

In questa edizione il numero complessivo di compratori

registrati ha raggiunto quota 4.300, con circa 1.750 buyer

stranieri intervenuti - confermando i dati delle due

ultime edizioni -, e un calo dei compratori provenienti

dal Giappone e dalla Germania. Nella classifica dei

primi 15 paesi esteri di riferimento si conferma in testa il

Regno Unito (211 compratori), seguito da Francia (190),

Germania (152), Stati Uniti (121), Spagna (78), Svizzera

(75), Russia (72), Turchia (65), Olanda (58), Giappone

(52), Cina (49), Svezia (32), Belgio (30), Hong Kong (27) e

Danimarca (27).

Anche per quanto riguarda gli italiani c’è stata una

conferma sostanziale dei numeri di un anno fa, con poche

ditte in meno rispetto all’ultima edizione.

“Ancora una volta Pitti Filati ha espresso al meglio il grande

lavoro di ricerca e gli investimenti sull’innovazione che

stanno facendo le nostre filature – dice Raffaello Napoleone,

amministratore delegato di Pitti Immagine – I feedback

che ho raccolto in questi giorni sono tutti molto positivi:

i compratori internazionali hanno molto apprezzato le

nuove collezioni presentate dalle filature d’eccellenza


PITTI IMMAGINE

FILATI

italiane ed estere, e si è trattato di un pubblico selezionato

e qualificatissimo di designer, uffici stile e operatori del

settore arrivati da tutto il mondo, alcuni dei quali ospitati al

salone anche grazie al piano di incoming sostenuto da Mise e

Agenzia ICE”.

INTRECCI GOLOSI

Un connubio inedito fra moda e cibo quello proposto nello

spazio promosso da Dyloan Studio, Moda Futuribile.

Tutto è partito dal tema “Future on demand”, intorno al

quale la pastry chef stellata Annalisa Borella ha ideato una

mousse di tapioca e avocado con cialdina al latte e sottili

fette di mela. Ispirati a loro volta dalla ricetta di Borella,

tre stilisti, Tiziano Guardini, Romina Caponi e Lili Eva

Bartha, hanno disegnato altrettanti outfit, mentre la textile

designer Nicoletta Lanati ha dipinto a mano tre pannelli,

riprendendo colori, consistenze e materiali utilizzati in

cucina dalla chef.

IBRIDAZIONI FUTURISTICHE

In questa edizione lo Spazio Ricerca, laboratorio di

creatività e osservatorio sperimentale del salone, parla

di sport, di Far East e di subculture. Lo spunto arriva

dalle Olimpiadi in Giappone, tra sport nazionali e sport

provenienti dalla strada e dalle sottoculture giovanili,

come il surf e lo skate, per la prima volta tra le discipline

olimpiche ufficiali. Un trend in bilico tra tradizione e

innovazione, tra commistioni culturali e sovrapposizioni di

In questa pagina, nella pagina a fianco e in apertura.

Alcuni momenti della 84ª edizione di Pitti Immagine Filati, dedicata alle

proposte delle filature per la primavera-estate 2020.


stili, con un focus sull’inclusione e sul mondo dei giovani.

Una nuova sensibilità che si racconta attraverso codici

stilistici ibridi. Il progetto è stato realizzato con la direzione

artistica del fashion designer Angelo Figus e dell’esperta

in maglieria Nicola Miller, e l’allestimento di Alessandro

Moradei.

C’erano inoltre due progetti legati creativamente ai temi

dello Spazio Ricerca e concepiti da Angelo Figus in

esclusiva per Pitti Filati.

Il primo è l’installazione-evento Techno-Luxury,

emblema di un nuovo modo di intendere la moda, il lusso

e la performance. Protagonisti i tessuti indemagliabili

elasticizzati e a maglia circolare di Carvico e Jersey

Lomellina, che formavano un suggestivo tunnel di colore

alto 15 metri. Ad accompagnare l’installazione, 12 capi che

rappresentavano altrettante ipotesi di unione di filati luxury

e poliammide.

“Il futuro è sempre più ibrido - spiega Figus - Nel settore

dei filati stiamo sperimentando una tendenza a unire,

all’interno dello stesso capo, fibre nobili, come il cachemire,

con il poliammide. Questa opera, dentro la quale il visitatore

potrà entrare per una vera cromo-esperienza, mostra le

potenzialità che possono scaturire da questo incontro”.

Il secondo progetto spin-off dello Spazio Ricerca era

CustomEASY, una knitwear capsule di 60 pezzi realizzata

in sinergia dalle filature presenti nel salone e dai maglifici

di eccellenza del KnitClub, assieme a INTEX, azienda

leader nel settore delle tinture e trattamenti. Il loro

scopo era dimostrare le potenzialità dei trattamenti di

customizzazione nel segmento luxury.

A ispirare ulteriormente i visitatori, non potevano mancare

Fashion at Work, lo spazio che riunisce espositori

specializzati in consulenze stilistiche, progettazione di

punti e prototipi, stampa su maglia, macchine per maglieria,

bottoni e minuterie, accessori e passamanerie, quaderni

di tendenza e sistemi software, e che in questa edizione ha

intensificato il suo dialogo con lo Spazio Ricerca, e Vintage

Selection, autorevole mostra-mercato dedicata alla moda

vintage accolta dal Padiglione Cavaniglia della Fortezza da

Basso.

PITTI IMMAGINE

FILATI

Alcuni capi del progetto CustomEasy

Sfilata degli studenti

internazionali del

Master di Primo Livello

in Maglieria, Creative

Knitwear Design di

Accademia Costume &

Moda di Roma: in questa

pagina, una creazione

di Jiawen Gan. Nella

pagina a fianco, dall’alto

a destra, in senso orario

le creazioni di Hannah

Jane Duncan; Giulia

Valabrega; Alessandra

Dimiccoli per Roberto

Collina; Elisa Paulina

Herrmann; Lis Bazan

Arevalo; Dario Tubiana.


PITTI IMMAGINE

FILATI

SFILANO I NUOVI TALENTI

Il primo giorno del salone hanno sfilato alla Sala della

Ronda le collezioni di nove studenti internazionali

del Master di Primo Livello in “Maglieria, Creative

Knitwear Design” di Accademia Costume & Moda di

Roma. Seconda edizione di un progetto promosso e

organizzato da Fondazione Pitti Immagine Discovery

insieme a Accademia Costume & Moda e Modateca

Deanna, che punta a far emergere il talento dei

giovani designer e le eccellenze della maglieria. Ecco

gli studenti e le aziende coinvolte: Lis Bazan Arevalo

(Volcar), Alessandra Dimiccoli (Maglificio Innocenti),

Hannah Jane Duncan (Maglificio Marilina), Jiawen

Gan (Maglificio Pistillo), Elisa Paulina Herrmann

(Melys e SMT), Sonali Kumari (Zanni Maglieria),

Dario Tubiana (Salgari, in collaborazione con Alpaca

del Perù), Giulia Valabrega (D’Avant Garde Tricot),

Qiying Song (Loma). Le collezioni sono realizzate con

la partnership di Cariaggi, Filpucci, Iafil, Inca Tops,

LineaPiù, Millefili, Zegna Baruffa Lane Borgosesia.

In scena anche i vincitori degli Special Project realizzati

in collaborazione con Benetton Group, Roberto Collina,

Max Mara, Ermanno Scervino e Napapijri & The

Woolmark Company. Le aziende hanno presentato

agli studenti un brief creativo sul quale progettare una

capsule collection ad hoc per ogni concept proposto dal

brand. Un progetto speciale è stato infine realizzato

in collaborazione con The Woolmark Company, main

partner di CKD Master fin dal primo anno accademico.


LE PROPOSTE

DELLE FILATURE

ACCADEMIA - INDUSTRIA

ITALIANA FILATI

Un omaggio ai giochi olimpici e paraolimpici

2020 all’insegna del colore e la positività. La

collezione p-e 2020 di Industria Italiana Filati

e Accademia ha come protagonisti seta, cotone,

viscosa, lino, lurex, paillette, colore e stampa

coniugati in maniera innovativa con un risultato

dinamico e pratico.

40 fili che dai colori intensi nelle proposte unite

o spennellato in rigature pazze e sfumature

monocrome nella gamma degli stampati, focus

della collezione. Tornano le paillette, classiche e

sofisticate su cotone, lussuose e couture sulla seta,

oppure variegate e riflettenti in stile anni ’80. Mix di

fibre e torsioni, bottonati e nodini, rifasciati, effetti

spugnetta e, ancora, un’ampia scelta di viscose lucide

e con lurex per tutte le finezze, ferme o stretch.

Infine, diventano otto le proposte di filati in cui parte

della composizione è ottenuta da fibre rigenerate

dal cotone riciclato.

ALPES

Le proposte di Alpes per la prossima stagione

estiva pongono l’accento sui cotoni Makò dalle

finezze estreme, freschi e dinamici, come nei filati

Spirale e Confini crêpe; oppure sulle fettucce lucide

e perfette (Sting). Troviamo inoltre confortevoli

cotoni ultraleggeri (Style, Siux, Apricot) o con

effetti fiammati o multicolor (Aliseo, Ghibli, Retró

Fiammato), mentre si amplia lo stock service per

il cotone Compact e per il classico Alabama.

Il poliestere riciclato da postconsumo interviene

in mischia con cotone compatto (Used), mentre

lino e cotone si mescolano in aspetti bisso (Effetto,

Sinai). Lino e viscosa o poliammide si declinano in

una luminosità madreperlata (Eternity, Ninive).

Il lino si esalta in nuove gamme mouliné e mélange

dai toni vissuti d’impronta maschile (Brooklyn, Panama)

e negli stoppini grossi Suez e Suez Mouliné.

Le viscose si sviluppano al limite della trasparenza

nelle mischie con Modal, preziose con seta (Sorgente)

e modulano sinuosamente il corpo nelle

tipologie stretch (Fonte, Chimay, Olivia Deluxe).

BIELLA YARN BY SÜDWOLLE

Tra natura e tecnologia, strutture dinamiche tridimensionali

e tendenze moda. È questo il mood

della collezione p-e 2020 di Biella Yarn, concepita

per esaltare le fibre naturali con titoli fini e colori

brillanti. Troviamo filati finissimi in 100% lana

PITTI IMMAGINE

FILATI

ACCADEMIA, Guizzo printed, Nm 27, 100% VI

IIF, Chat, Nm 2,25, 33% CO riciclato - 26%

VI - 26% PL - 10% PA - 3% PM - 2% AF

ALPES, Retró Fiammato, Nm 22000, 60% CO - 36% VI - 4% PC

ALPES, Alabama, Nm 2/30, 50% CO - 50% PC


PITTI IMMAGINE

FILATI

BIELLA YARN, Ascot 2148, 100% merino superfine

BIELLA YARN, Linus 2150, 50% merino extrafine - 50% LI

BOTTO GIUSEPPE, Slowool, Nm 2/60000,

100% merino superfine 130’s mulesing free

BOTTO GIUSEPPE, Ivory, Nm 2/120.000, 100% SE

merino, ideali per il comfort estivo grazie alle

proprietà termoregolatrici della fibra, o mischie

preziose di cashmere e seta come nel nuovo Super

160’S, Carlisle Nm 2/48-2/60 (60%Lana merino

superfine 15.5 micron, 30% seta), soffice e lucente.

Per una maglieria estiva e ultranaturale, l’azienda

offre Linus Nm 2/50, a base di lino, oppure Waris

Nm 2/48 a base di canapa.

BOTTO GIUSEPPE

Botto Giuseppe punta ancora sulla sostenibilità

con i filati della linea Naturalis Fibra, con materie

prime provenienti da fattorie selezionate e sostenibili

in Asia e Oceania, lavorate per lo più nello

stabilimento dell’azienda in provincia di Udine,

che utilizza energie totalmente rinnovabili.

Protagonista della p-e 2020 è la seta Slowsilk –the

most ethical silk, interamente tracciabile, priva

di pesticidi e con una cartella colori ampia che

include anche i mélange . Troviamo filati versatili,

che si adattano a tutte le stagioni, come Dream Nm

2/60.000 (70% WS, 30% SE) e Slowool - better

finer natural Nm 2/60.000 in 100% lana merino

superfine 130’s mulesing free.

Infine, i preziosi Destiny Nm 2/70.000 (40% WS,

40% SE, 20% LI) e Mango Nm 2/30000 (50%

LI, 50% SE).

CARIAGGI FINE YARNS

Per la primavera-estate 2020 Cariaggi esplora

nuove soluzioni che valorizzano l’unicità di

cashmere, cotone e lino con intrecci originali,

giochi di strutture creati dal colore e dalla modulazione

delle fibre e una luminosità gioiosa e

sensuale, in grado di donare sensazioni di movimento

ed emozioni inedite sulla pelle. A esaltare

la leggerezza e l’impalpabilità del cashmere, titoli

sempre più fini che grazie a lavorazioni innovative

consentono volumi estremi e una soffice e morbida

consistenza. Anche la luce è protagonista

di questa esaltazione con effetti speciali ottenuti

dall’impiego sapiente di lurex e micro paillette.

Tra le novità di stagione spiccano Magic, il filato

pettinato (70% WS, 30% SE + paillette di solo

1mm) dall’aspetto moderno e sofisticato; ed

Euphoria, filato pettinato effetto crêpe (70%

cotone Belize, 30% SE + paillette) che regala

un effetto luminoso ed elegante.

DI.VÈ

Per la primavera-estate 2020 Di.Vè rinnova il

classico con contaminazioni sportswear. Il risultato

sono tre diversi stili contemporanei. Fili lineari eleganti

e dalla leggerezza androgina; fili camouflage

innovativi, equilibrati ma eccentrici, e i fili Extreme.

Creazioni tecnologiche in grado di adattarsi a ogni

contesto, funzionali: per prestazioni high tech.

Il focus è sulla collezione Extreme, in cui anche i


PITTI IMMAGINE

FILATI

filati di ispirazione più tradizionale e naturale diventano

performanti, perfetti per una moda elegante,

personalizzata e dal DNA sportivo.

E. MIROGLIO

Back to Basics per E.Miroglio, che reagisce così

alla perdita di artigianalità e alle logiche del fastfashion

viste nelle ultime stagioni. Semplicità e

autenticità, quindi, per lasciare più spazio all’estro

creativo e alla competenza dei produttori di

maglieria. La semplificazione investe le finezze,

i colori e la composizione dei filati. Strutture e

capi lineari esaltano questa semplicità. I cotoni e

i lini sono protagonisti, freschi e secchi o eleganti

e rustici; mentre le viscose e i filati continui sono

elasticizzati oppure fluidi e scivolosi, per avvolgere

con naturalezza. Il poliestere e il Nylon servono a

creare effetti speciali.

Per quanto riguarda il colore, la palette è naturale,

luminosa e ottimista. I filati stampati dagli effetti

sfumati e space-dyed creano effetti caleidoscopici

e psichedelici.

FABIFIL

Alla ricerca dell’equilibrio perfetto tra energia

corporea e mentale: per la prossima stagione calda

le parole chiave sono rispetto, efficienza e comfort,

ma anche eleganza e purezza. La collezione della

filatura pratese si divide in tre parti.

All’insegna del rispetto per la natura, la fibra e il

corpo, troviamo filati naturali esaltati al massimo,

con fibre come il lino e la canapa, in versione

leggera, raffinata ed elegante, ma anche sensibile

al rispetto per l’ambiente.

La seconda parte presenta filati dinamici, scattanti,

tecnici, pronti a reagire assieme al corpo e

a seguirlo nei movimenti.

La terza parte sceglie gli ori, gli argenti e gli effetti

luminosi in generale, senza però tradire la raffinatezza

che da sempre caratterizza le proposte

dell’azienda.

.

FILATI BE.MI.VA

La collezione Be.mi.va per la primavera-estate

2020 prende spunto dalla realtà virtuale da un lato

e dalla ricerca delle origini dell’uomo e dell’universo

dall’altro: due poli che si contrastano e si attraggono.

Dall’equilibrio, quindi, tra la spinta verso il futuro e

la ricerca delle proprie radici nascono le due linee

della collezione: Interseason e Summer, in cui dialogano

elementi di sperimentazione e ricerca con

aspetti naturali, primitivi e volutamente imperfetti.

La prima si concentra sugli aspetti primaverili, con

crêpe di lana molto sottili, una leggerissima garza

di mohair, soffici cotoni, leggeri e caldi, e viscose

elasticizzate, confortevoli e femminili oppure fluide

nella versione opaca e lucida. C’è inoltre una proposta

di filati tecnici, rotondi e netti che mettono

CARIAGGI, Euphoria, 70% CO Belize, 30% SE + paillettes

CARIAGGI, Magic, 70% WS - 30% SE + paillettes

DI.VÈ, Crew, Nm 5200, 95% CO - 5% PL

DI.VÈ, Denim, Nm 2/50, 100% CO


PITTI IMMAGINE

FILATI

E. MIROGLIO, Naif, Nm 2/160, 80% CO - 20% PA

E. MIROGLIO, Ruffle, Nm 7500, 55% CO - 39% PC - 6% PA

FABIFIL, Martin, Nm 2/48000, 50% LI - 50% PL

FABIFIL, Sweet, Nm 3400, 64% VI - 18% PL - 18% PA

in risalto le lavorazioni più moderne. Dalla ricerca

di nuove tecniche di torsione nascono cordonetti in

cotone e in viscosa voluminosi e leggeri.

La linea Summer presenta viscose estive dalla mano

crêpe e titoli sottilissimi anche nella versione elasticizzata,

oppure aspetti irregolari e naturali come

shantung, ricchi e illuminati da fiamme; mentre i

cotoni hanno un aspetto naturale e scattante e il lino,

volutamente imperfetto, crea leggerissime texture

adatte alle giornate calde. Non manca una proposta

di filati tecnici e di ricerca, che interpretano la

trasparenza e il volume, due concetti importanti

per l’estate 2020.

Un’altra novità importante riguarda L.E.A.F.

(Love, Ecology and Fashion). Assieme alle viscose

FSC, i micromodal e le viscose fiocco Lenzing Ecovero,

tutte rispettose delle foreste, garantite verso

il consumatore e con produzioni eco responsabili.

Non mancano i filati derivanti dalla tecnologia

pionieristica di Refibra di origine botanica e di

recupero tessile. Ulteriori e importanti protagonisti

di LEAF sono i Nylon di economia circolare, che

permettono di realizzare capi biodegradabili in

pochi anni anziché in secoli.

FILATURA DI POLLONE

La proposta della filatura biellese si articola in due

linee di prodotti. Luxury propone le sete Cristal

per finezza 14, mano calda ed effetto semiopaco, e

Salina per finezza 12. Nuovi effetti catenella con

Geranio e nuovi colori per la mischia di seta e lino

Vela. Feeling e Star sono misti lino dall’aspetto

grezzo naturale; mentre Castore è la mischia

di cotone e cashmere sviluppata con mélange

esclusivi. Castore due è invece la versione con

più cotone. Naturalmente, non poteva mancare

il 100% Cashmere. Silk Fusion sceglie la seta

al posto del cashmere. Inoltre, assieme ai filati

base Castore può essere fornita, su richiesta, la

certificazione Gots. La seconda linea è Basic, con

fiati come Capri (acrilico/cotone rigenerato),

Veracruz (fantasia di colore), la catenella Vintage,

il mouliné Stripe e la catenella di lino Soave.

FILITALY-LAB

Filitaly-LAB vuole dare agli uffici stile e alle aziende

un prodotto da cui attingere per far nascere idee,

stili e personalità sempre più mixate. Proposte

figlie di un mondo che ruota, fatto di persone che

indossano capi e vivono emozioni e non stagioni.

Mescolano fili e colori per creare trame senza regole

o date da ricordare, inseguono solo il piacere di una

nuova proposta, fulminea, generatrice di evoluzioni

estetiche e sensazioni tattili come associazioni

libere, perfette nella loro diversità. Ritroviamo

questo mood in cartelle e colori, legandosi alla

personalità dei fili, in un mix di stili tra passato e

futuro, romantico e tecnologico.


FILMAR

Tra le più importanti novità di Filmar per la primavera-estate

2020 abbiamo Gold, un filato nato dal

connubio tra Nilo, cotone Egitto 100% biologico a

fibra extralunga - figlio del progetto Cottonforlife -,

il miglior cashmere e la seta più preziosa: ideale per

tutte le stagioni. Ares è un filato fiammato in 100%

cotone Egitto, fresco, leggero e molto fine, perfetto

per ottenere trasparenze e ideale per maglieria

circolare, rettilinea e per la calzetteria: disponibile

in tinta unita o in versione mélange. Infine, Tribale,

un 100% fiammato dagli effetti cromatici sorprendenti,

e Tipo, un articolo soffice e prezioso, mix di

cotone egiziano e cashmere.

Anche Filaticolor presenta novità interessanti, con

nuovi spunti per gli universi sportwear e athleisure

che si esprimono in filati eco-sostenibili e performanti

con l’impiego di Nylon e poliestere riciclato.

Altre proposte scelgono le fibre di ortica, lino, canapa

e cotone bio per aspetti grezzi o raffinati, mentre

il cotone in mischia con il micromodal offre il meglio

in termini di morbidezza e lucentezza. Tra i nuovi

filati, Techcare, con Nylon riciclato performante

unito a un cotone compatto e resistente; Icare,

un poliestere riciclato performante con morbido

cotone Egitto; Leaf, in cotone bio e ortica; Hempy,

che al cotone bio unisce la fibra di canapa e Wildlife,

connubio di cotone e lino bio. Altre novità sono i

filati Snap, ciniglia in 100% cotone Egitto, e Perla,

Doll e Lube, cotone impreziosito da piccole perle

di vetro o paillette.

FILPUCCI

50 filati di alta gamma nella nuova collezione di

Filpucci, tra cui 15 novità assolute all’insegna della

sostenibilità. La proposta si articola in cinque

gruppi tematici: Responsible Innovation, Natural

Chic, Neo-Comfort, Basic Exotismes e Soirée.

Oltre alle numerose novità della linea Responsible

Innovation (ne parliamo nella nostra rubrica Eco &

Equo) abbiamo i filati Sub 46000, viscosa Enka e

poliestere stretch extrasottile e coprente; Gomma

8000, una viscosa rotonda ed elastica con una lieve

spalmatura gommosa; Dévoré 43000, viscosa Enka

con certificazione FSC e poliammide riciclata;

Silcrêpe 28000, 100% finissima pura seta cruda;

Skyline 6600, viscosa coprente, morbida e spruzzata

d’argento opaco; Chinoise 20000 , 100% viscosa

luminosa e asciutta, di mano scattante; Hologram

44000, viscosa semitrasparente con effetti-colore

stupefacenti e Technique 28000, lana sottile e

coprente, di mano morbida appoggiata alla fibra

man-made spruzzata di lieve luminosità.

FORZA GIOVANE E PASSAMANI

Un’azienda unica nel suo genere, con più di 1200

macchinari differenti - provenienti dall’antica tra-

PITTI IMMAGINE

FILATI

BE.MI.VA, Itaca Care, Nm 17, 96% VI - 4% Elité

BE.MI.VA, Melanie, Nm 44, 76% VI - 24% Nylon

FILATURA DI POLLONE, Feeling, Nm 2/42, 47% WS - 53% LI

FILATURA DI POLLONE, Veracruz, Nm 3,7, 50% CO - 50%PC


PITTI IMMAGINE

FILATI

FILITALY-LAB, Apotheke Printed, Nm 1000, 50% LI - 50% CO

FILITALY-LAB, Gin Tonic, Nm 4200, 100% SE

FILMAR, Gold, Ne 60/3, 50% CO - 30% WS - 20% SE

FILATI COLOR, Outsider, Nm 5800, 82% CO Bio - 18% PA

dizione del ricamo con l’apporto delle tecnologie

di ultima generazione - e con le quali 60 artigiane

altamente qualificate e in costante aggiornamento

soddisfano le esigenze più esclusive dei clienti.

Decorazioni innovative, 100% made in Italy, come

pizzi, laminature, Cornely, pieghe varie, embossing,

cardature, punti smock, plissé, stampa digitale,

plastron decorativi, casentino e molto altro ancora.

Fra le novità, telini realizzati con macchine interamente

meccaniche, in grado di dare al prodotto

delle caratteristiche molto interessanti, trattandosi

di maglie elastiche indemagliabili ottenute

mixando materiali diversi, dai filati più classici a

quelli più fantasiosi e spaziando tra i più svariati

motivi e disegni.

HF BY SÜDWOLLE

Una collezione all’insegna della creatività e della

sostenibilità per HF Exclusive, contraddistinta

dalla particolarità delle strutture. Aspetto fashion

e activewear si coniugano in proposte come Marte

Nm 2200, in cotone/poliammide con superficie

effetto spugna; Urano Nm 5000 e Giove Nm 4000

dall’effetto stringa ingabbiato, oppure Mercurio

N. 6500 e Nettuno Nm 8500, che permettono di

sviluppare punti tridimensionali. Altre proposte,

naturali e molto estive, scelgono puro lino, cotone

o canapa; o ancora le mischie di seta/cotone e di

cotone/lino. Fra i filati più artistici e luminosi, dalla

mano estrosa, troviamo l’iridescente Sunset Nm

4300, Luminoso Nm 8400, il poliestere multicolor

Sirio Nm 5800; il misto seta Prezioso Nm 21000 e

il finissimo cotone con filamento metallico Excelsior

Nm 45000. Vivace Nm 3000 è un sovratinto

a più capi dai titoli diversi; Armonioso Nm 6500

è percorso da micronodi; Allegro Nm 1800 è un

super ritorto e Gioioso Nm 10500 un fino in seta e

poliammide. Altri fili offrono delle texture insolite,

come Karta Nm 1000 e Karta Fantasia Nm 3400;

Celine Nm 3700, Fil-a-fil Nm 1800; Georgette Nm

2000 e Macramè Nm 3700.

IAFIL

Per la p-e 2020 Iafil Industria Ambrosiana Filati

propone filati puliti, all’apparenza semplici, ma

dalle strutture complesse nel numero di fili delle

ritorciture e nella rotondità degli aspetti, ottenuti

con torsioni a volte inusuali, gasature estreme e

mercerizzi con alte trazioni.

I processi di tintura impiegano coloranti rispettosi

dell’ambiente, che esaltano le caratteristiche naturali

del filato. Fra le proposte di collezione in stock

service troviamo il Peruvian Pima Cotton della linea

Essential nelle versioni Soft, Lux e Puro. Spiccano

i supermercerizzati dalla lucentezza estrema come

12 Lux, Pima 14 Lux e Palm Beach. Nei Supima e

Pima ELS troviamo Boston, in tutte le finezze, e gli

elasticizzati naturali Whirl, la Catenella Whirl e Fro-


PITTI IMMAGINE

FILATI

sty, che abbina il cotone a poliestere e poliammide.

Nelle fibre nobili troviamo il nuovissimo Glossy, un

filato in lino che si unisce al lamé e alla poliammide,

e Michelangelo, che abbina la morbidezza del

cashmere al Supima cotton. Una parte importante

della collezione presenta filati con tintura made on

request. Fra questi, i filati della linea Love4Nature

100% bio, come Organic Silk e Life Silk (seta no

cruelty) e Organic Puro in Peruvian Pima cotton

e Bio Flax. Infine, le proposte haute de gamme di

Assoluto by Iafil, realizzate con i preziosi cotoni Sea

Island, Suvin, Giza 45 e 87 e Peruvian Pima Cotton.

Spiccano Pima 200; Pima 200 Lux; Giza 45 Ultrafine,

Giza 87 (in tre versioni Ultrafine, Soft e Lux) e le

preziosissime sete: Seta Ice, Soie glacée, Seta Soffio.

IGEA

Una stagione eco-dinamica e techo-glam quella vissuta

da Igea, che si lascia ispirare dalle prossime Olimpiadi

con proposte dal gusto post-giapponese. Troviamo fibre

naturali-artificiali ecosostenibili, con proposte in cui

cotone e lino da agricoltura biologica danno un’impronta

naturale ma molto perfomante in termini di elasticità,

tenuta e qualità termodinamiche. Abbiamo nuovi lini

ergonomici che diventano performanti o tecnici, con

volumi e strutture grafiche. Struttura data da cordonetti

frisettati, mossi, brinati e bottonati.

Filati finissimi, come le viscose, alternano aspetti lucidi

ad altri opachi, oppure si presentano lineari e avvolgenti

come una seconda pelle. Tra le fantasie, fettucce

stampate, spiralate, multicolor, metallizzate, dai rilievi

volumetrici o con aspetti irregolari, unici per grafica e

leggerezza. Il percorso si conclude nei lurex brillanti,

glitterati e screziati che fanno da contrasto alle pellicce

avvolgenti e spumose.

ISY BY TORCITURA DI DOMASO

La collezione di Isy si divide in quattro parti.

Nella prima ci sono le sete più preziose, impiegate

in purezza o in mista con il cotone, come Eri Silk,

nuova tipologia di seta shappe ecosostenibile o

Athala (50% seta shappe, 50% cotone makò)

dalla mano dolce ma consistente. Nel secondo

gruppo abbiamo viscose che spaziano dagli effetti

lucidi a quelli satinati, come il nuovo Dorilla, filato

comfort per finezza 14” in viscosa lucida e pbt.

Nel gruppo dei fili “naturali e tecnologici” abbiamo

Tenerife, un nuovo filato fantasia con nastrini

di carta svolazzanti; Meridio, il nuovo filato

pretinto per finezza 7”, una vergolina con anima

di cotone poliestere riciclato e inserzione di filamento

metallizzato rifasciato da un poliammide

opaco, e Alba, il nuovo filato pretinto per finezza

12”, mix di filati riciclati in cotone/poliestere con

filamenti lucidi in 100% poliestere. Il gruppo dei

Four Seasons raccoglie i fili di effetto e di intervento

per effetti brillanti e metallici adatti a tutte

le stagioni. Nella famiglia delle vergoline Zenzero

FILPUCCI, Gomma, Nm 8000, 83% VI - 17% PA stretch

+ Skyline, Nm 6600, 69% VI - 16% PA - 15% ME

FILPUCCI, Hologram, Nm 44000, 76% VI - 24% PA

FORZA GIOVANE - PASSAMANI

FORZA GIOVANE - PASSAMANI


HF by Südwolle, Georgette, Nm 2000 - 100%

PA + Brisbane, Nm 2/60, 100% merino superfine

HF by Südwolle, Genziana, Nm 3/54 + Rafia 8800

IAFIL, Michelangelo, 50% CO - 50% WS

IAFIL, Organic Puro, 100% Peruvian Pima Cotton

PITTI IMMAGINE

FILATI

arrivano Alien e ST Spaced, che uniscono alla

rotondità e all’effetto metallico una leggerissima

moulinatura per un delicato effetto sale e pepe.

Fra i lamé più morbidi arriva Torelastic - MH

nella versione elasticizzata. Altre novità: Raso,

lucido ad effetto satin in viscosa poliestere, e

Ottoman, sottile ed elasticizzato per finezza

12”, che consentono la scelta sia in colori tono

su tono che chiné. Infine il nuovo Ermes, filato

sottile, per tutte le stagioni, lavorabile su finezze

molto sottili, sviluppato in un’ampia gamma di

colori abbinando componenti lucide a filamento

metallizzato.

LANIFICIO DELL’OLIVO

La collezione p-e 2020 della filatura toscana è molto

attenta alla sostenibilità, con filati che utilizzano

materie prime riciclate e processi costantemente

sotto controllo, ricchi di effetti cangianti e bagliori

colorati; mentre il gruppo dei cotoni organici si

arricchisce di effetti fantasia in chiave vegetale. I

filati della linea Cotton 4 Seasons hanno in comune

la semplicità e la facilità di lavorazione, per effetti

visibili a tutta maglia. Tornano alcuni pezzi storici,

reinterpretati e rinfrescati nella struttura e nei

colori, carichi di effetti senza stagione e genderless.

La linea Scent of Linen cerca l’effetto non raffinato:

elemento di novità, la garza di lino che arricchisce

la collezione di un’allure sofisticata e leggera. Le

proposte di Les Oxydes si accendono di bagliori,

di controeffetti ruvidi o satinati, con superfici

degradé, corrosioni o fluidità quasi vegetali: la

viscosa elasticizzata diventa più fine e semplice

da lavorare e sceglie aspetti dalle note estive e

marine,l’acqua per i bagliori e la sabbia per gli aspetti

secchi e luminosi. Infine, nella famiglia degli Special

Bright il filato si fa sofisticato, metallico, materico

e importante: l’ispirazione è l’arte digitale, con le

coloriture iridescenti e le sfaccettature vellutate a

creare increspature e leggerezza.

LINEAPIÙ ITALIA

Per la primavera-estate 2020 Lineapiù presenta

una proposta di filati interseasonal, fra i quali spiccano

gli articoli Menta 2/100000, viscosa stretch

ultra fine, e Sfera, un filato imbottito di puro cotone

mercerizzato, declinato in versione maxi e dalla

forma perfettamente rotonda. Imperdibili, nella

famiglia Paper Code, Washi, viscosa abbinata a

carta tessile; Rattan, catenella di carta e cotone

dalla mano lievemente croccante, e Tulle, che si

presenta come un nastro di pizzo in cui sottilissimi

fili di cotone creano un micro telaio dall’aspetto filet

fatto a mano. Le viscose si ispirano all’arte digitale

interattiva, con proposte come Angie Lux, Lara,

e Bionic; mentre la serie Folk Nature immagina

motivi etnici rivisitati, come jacquard geometrici

ispirati al Marocco, effetti ikat e micro plissé grafici

per offrire filati come Joker, cotone mosso da


PITTI IMMAGINE

FILATI

un’imbottitura a tratti con una stampa dall’aspetto

tie-dye multicolor vegetale, e Ipanema,nastrino di

cotone sfrangiato. Nella serie Natural Design, il

binomio natura-scienza ispira filati tecno-naturali

come Fluo Papier, fettuccia di cotone con spruzzi

fluorescenti e Dedalo, fantasia mossa di poliuretano

contenuta all’interno di una delicata calza di

cotone. Infine, il filone Surprising Renaissance, con

Zodiaco, viscosa lucente con pepite d’oro e argento,

e Diamond, velluto scintillante di viscosa e lurex.

LORO PIANA

Il focus della nuova collezione di filati Loro Piana

è sulle fibre naturali pregiate come cotone, seta e

lino. Puri o in mischia, i filati presentano sempre

texture originali ed effetti visivi contemporanei.

L’aggiunta sapiente di fibre tecniche all’avanguardia

migliora la consistenza e la performance di alcuni

filati. Zelander® propone un nuovo filato che esalta

le eccezionali caratteristiche dell’iconica e pura

lana merino della Nuova Zelanda, offrendone

un’interpretazione innovativa. Il trattamento con

una speciale miscela chloro-free ne esalta la praticità,

dando vita a un filato di pura lana lavabile in

lavatrice. Un’altra novità è Country Lux, filato di

cotone molto morbido unito al lurex per ottenere

una luminosa texture a contrasto; mentre Curling

sceglie il cotone con l’aggiunta di fibre tecniche

per una texture piena e materica, conferendo alla

maglieria particolari effetti stampati.

La lana Wish® combinata con fibre tecniche dà vita

a Mistery, un blend molto leggero ma compatto e

resistente; mentre il finissimo filato di cotone e

seta Soirée è perfetto per una maglieria sofisticata

ed estremamente leggera. Infine, il lino incontra

la seta nel nuovo filato Green Tweed, un blend che

trae ispirazione, per l’appunto, dal tweed.

MILLEFILI

La collezione presentata da Millefili cerca la

leggerezza e il movimento, immaginando il vento

tra le girandole di un prato. C’è un’attenzione

speciale all’ecosostenibilità, con proposte che

utilizzano materie prime riciclate in continuità

con il progetto There is no planet B, iniziato nella

collezione invernale. Spiccano i cotoni certificati

GRS e OCS, ma anche fibre hand made ottenute

con processi produttivi sostenibili come il Tencel

e il Rayon acetato.

Una collezione versatile, con prodotti emozionali

come i cordonetti rilegati dall’effetto micro bottone

e mouliné impreziositi da paillette o filati sottili per

capi eterei senza peso.

Non mancano i filati in mista cotone Nylon, cotone

viscosa e lini sempre più fini, anche in versione

impreziosita da tocchi brillanti. Si consolidano

infine i best seller Tecno in poliammide super sottile

sviluppati in colori new basic.

IGEA, Quiz, Nm 2.9, 63% CO - 24% VI - 13% PL

IGEA, Eco Touch, Nm 2/60, 87% Tencel - 13% PL

ISY, Dorilla, VI - PBT

ISY, Bach + Mistral


LANIFICIO DELL’OLIVO

LANIFICIO DELL’OLIVO

PITTI IMMAGINE

FILATI

LINEAPIÙ ITALIA, Carta, Nm 1/39000, 82% Carta - 18% PA

LINEAPIÙ ITALIA, Artes, Nm 4600, 65% CO Makó - 35% PA

MANIFATTURA SESIA

Tradizione e contemporaneità si mescolano nella

proposta di Manifattura Sesia, una collezione

versatile, frutto della ricerca e della sperimentazione

costante. Esclusiva, elegante e luminosa,

Giza Sesia Cotton è la selezione di cotoni premium

realizzati con le migliori fibre di cotone egiziano

Giza Long Staple e Extra Long Staple, l’ideale per

la produzione di filati per maglieria che offrono il

massimo comfort, traspirabilità, resistenza all’usura

e a molteplici lavaggi senza modificarne l’aspetto.

Tutti i filati Giza Sesia Cotton sono trasformati

internamente e tinti in Italia con cicli di lavoro

sostenibili che garantiscono i migliori standard

qualitativi, infatti l’intera gamma è in possesso

della certificazione BCI.

Fra le novità più importanti dell’azienda novarese

abbiamo la linea Paper Sensation, con filati estremamente

leggeri e trasparenti, come Papel e Kimono,

che danno la sensazione di indossare la leggerezza

della carta: fibre naturali declinate in prodotti nuovi,

dalla consistenza croccante e delicata.

Grazie a delle lavorazioni particolari, le migliori sete

e i migliori cotoni diventano strutture plasmabili,

che consentono effetti tridimensionali e leggeri,

stropicciati e di sovrapposizioni, al servizio di creatività

e innovazione. Bagliori metallici e iridescenze

illuminano la viscosa e la seta; mentre la canapa e

la seta danno vita a filati dal look vintage in toni

naturali, e il lino, in mischia con il cotone, si declina in

un’ampia gamma cromatica e si arricchisce di lamé

e micro paillette. Non mancano i filati più tecnici,

per una maglieria giovane ed easy-care. Infine, la

linea di filati Bio si arricchisce con nuove proposte

dalla superficie irregolare, sia dal punto di vista

della struttura sia da quello del colore.

PECCI FILATI

Naturalità oltre la rusticità. La proposta p-e

2020 di Pecci Filati cerca l’artigianalità in ogni

singolo filato, senza rinunciare mai ai requisiti

di performance del prodotto che ormai sono

uno standard consolidato. Una collezione in cui

la sostenibilità condiziona il design, valorizzano

le imperfezioni che nascono dall’ibridazione,

alla ricerca dell’effetto estetico del riciclato per

renderlo scenografico. Una sfida importante

per chi ha fatto dei filati fantasia il proprio fiore

all’occhiello, e che la filatura pratese accetta

senza compromessi.

Le strutture sono per lo più mosse come jaspé,

mouliné, così come le sfumature e le stampe. Le

fibre da lucide e metalliche si fanno più raffinate,

ispirate al passato e più eteree nei colori.

I cambiamenti climatici spingono verso nuovi

mix di fibre all’apparenza antitetiche che danno

un risultato sorprendente. Un esempio di questa

tendenza è la fettuccia di cotone riempita


con mohair. La palette cromatica di stagione si

articola in cinque famiglie diverse.

PINORI FILATI

La proposta di Pinori spazia dai sottilissimi lucidi

e opachi, come Timo e Organza, agli aspetti

brillanti, metallici a contrasto e cangianti di filati

come Wonder e Wonderwoman. Positano, viscosa/poliestere

ad effetto traslucido, si abbina alla

fettuccia Amalfi per una struttura più grintosa. Il

lino si sposa con Nylon, paillette e lurex nei filati

Alloro, Rabarbaro e Origano; mentre sempre nel

trend anni Ottanta abbiamo il nuovo malfilé di

viscosa Pirite.

Non mancano nuove maxipellicce irregolari con

effetti bicolori e stampate multicolour, come

Shaggy e Shakira. Per quanto riguarda i filati

tecnici abbiamo novità come i cotone/ Nylon fettucce

bicolori finezza 5/3 Ghisa e Grafite; mentre

nella famiglia dei filati ecosostenibili arriva

Bionic in 100% cotone biologico sviluppato in tre

versioni. Ulteriori sviluppi dei filati riciclati coinvolgono

la famiglia dei nati dal riciclo dei vecchi

jeans, con i nuovi Denim Mood, ondé finezza 5/3,

e Denim Mix.

TOLLEGNO 1900

Diverse le novità presentate a Firenze da Tollegno

1900. Fra queste, il Virtual Yarn Project, un servizio

che si avvale della tecnologia Shima Seiki per

simulare la resa finale del punto, scelto dopo averne

definito colore, tipologia di filato e lavorazione.

Questa tecnologia all’avanguardia ha conseguenze

importanti dal punto di vista della sostenibilità, dal

momento che consente un taglio nei costi, una limitazione

considerevole degli sprechi e una riduzione

dei tempi. Inoltre, la possibilità di effettuare diverse

prove, riguardanti sia le nuance sia le lavorazioni,

consente di personalizzare al massimo il prodotto.

Per quanto riguarda le proposte stagionali dell’azienda,

abbiamo un unico book che razionalizza i

prodotti iconici delle linee Classic, Luxury e Performance.

Fra le conferme importanti, spicca quella di

Harmony 4.0, il filato quattro volte performante:

Total easy care in quanto irrestringibile e lavabile in

lavatrice a basse temperature; Compact, grazie a una

lavorazione che riporta a un andamento parallelo

le fibre che sporgono dallo stoppino, dopo averle

sottoposte a una depressione d’aria che le rende più

unite; High Twist, con un alto numero di torsioni

che permette di ottenere fibre più compatte e salde

che danno al filato una maggiore forza, un’elevata

resistenza all’abrasione e un pilling minore, ed Eco

Idro, un trattamento sostenibile, frutto della ricerca

Tollegno 1900, che rende il prodotto idrorepellente

con una mano molto morbida.

Oltre che nella variante “4 volte performante”,

Harmony sarà anche proposto nelle versioni tradizionale

J 1/28 e Idro.

PITTI IMMAGINE

FILATI

LORO PIANA, Country Lux, Nm 6500, 77% CO - 23% PL

LORO PIANA, Green Tweed, Nm 7000, 54% LI - 46% SE

MANIFATTURA SESIA, Kimono, Nm 2/140000, 63%

SE - 37% PL + Papel, Nm 2/120000, 70% CO - 30% PL

MANIFATTURA SESIA, Superstar, Nm 4500, 90% PL - 6% PA - 6% ME


PITTI IMMAGINE

FILATI

MILLEFILI, Sub + Tulle

PINORI FILATI

MILLEFILI, Totoro +

Simpaticocco + Magnificocco

PINORI FILATI

PECCI FILATI, Alfa, Nm 3500,

75% CO - 16% ME - 9% Nylon

TOLLEGNO 1900, Cottonwool, Nm 2/14, 75% CO fiammato +

25% merino extrafine + Harmony, Nm 2/30, 100% merino extrafine

PECCI FILATI, Revival, Nm 3800, 75% CO - 16%

merino extrafine riciclata - 9% WS riciclato

TOLLEGNO 1900, Flaxwool, Nm

2/36, 60% LI - 40% merino extrafine


COMPANY PROFILE

Fabio Campana, direttore generale di Lanificio

dell'Olivo.

Radici forti e

profonde - come

quelle degli ulivi -

unite a creatività e

innovazione tecnica

fanno di questa

filatura un'eccellenza

del made in Italy

LANIFICIO DELL'OLIVO

LA FANTASIA AL POTERE

Da oltre 70 anni Lanificio

dell’Olivo produce filati fantasia

all'insegna della qualità. Tutto ha

inizio nel 1947, quando Rodolfo

Querci decide di andare contro

corrente e, in un periodo in cui tutte

le aziende pratesi producevano

tessuti, inizia a produrre filati per

maglieria. Negli anni '50, introduce

per la prima volta sul mercato i

filati garzati, mentre pochi anni

dopo inizierà la lavorazione di

fibre nobili quali alpaca e mohair,

a tutt'oggi punta di diamante delle

collezioni aziendali. Nei decenni

successivi, Lanificio dell’Olivo si

afferma sullo scenario della moda

italiana e raggiunge traguardi di

crescita prestigiosi e considerazione

in un mercato sempre più globale.

L'introduzione di nuove tecnologie

consente di produrre filati sempre

più raffinati e a partire dagli anni

Duemila Lanificio dell'Olivo si

specializza nella produzione di filati

fantasia, con strutture innovative e

colori mescolati in nuove fibre per

ottenere articoli unici.

Da sempre, quindi, ricerca, creatività

e carattere hanno permesso alla

filatura pratese di anticipare

le tendenze e di conquistare e

fidelizzare i migliori produttori di

maglieria e aguglieria al mondo,

sviluppando articoli in sinergia con

loro per soddisfare ogni esigenza.

Lanificio dell'Olivo ha radici

solide, che affondano nel territorio

e attingono dalla sua prestigiosa

tradizione. Lo stabilimento di

produzione in Italia permette di

controllare ogni dettagli relativo alla


produzione e al servizio, mentre gli

investimenti continui in macchinari

e capacità produttiva hanno

permesso all'azienda di crescere e di

evolversi costantemente negli anni.

Per di più, la capacità di scegliere le

fibre migliori e renderle uniche in

termini di estetica, sensazioni tattili

e performance non è in contrasto

con il rispetto per l'ambiente, come

dimostra il programma Going Green

intrapreso dall'azienda.

Attualmente, le vendite del Lanificio

dell'Olivo si rivolgono per due terzi

all’estero, con Europa, Stati Uniti ed

Estremo Oriente come principali

mercati. Nel 2015 l'azienda, rimasta

fino a quel momento nelle mani della

famiglia del fondatore, si rafforza

con l'ingresso in società del fondo di

private equity Gradiente Sgr. Inizia

così un periodo di cambiamenti

importanti, ma anche di forte

crescita ed espansione sui mercati

internazionali. Ce ne parla Fabio

Campana, attuale direttore generale

di Lanificio dell'Olivo.

Cos’è cambiato in azienda

dal suo arrivo nel 2017?

"È cambiato moltissimo. Ho avuto

la fortuna di trovare un ambiente

ricchissimo di talenti e di passione,

fatto di persone davvero capaci

e attaccate all'azienda. Abbiamo

innestato su questo tessuto sano e

desideroso di crescere una cultura

manageriale fatta di fissazione di

obiettivi sfidanti e perseguimento

degli stessi attraverso il lavoro di

squadra e la responsabilizzazione

dei singoli. Credo che l'efficienza e

l'efficacia dell'azienda ne abbiano

tratto molto giovamento, e credo

di poter dire che le persone che ci

lavorano abbiano avuto l'opportunità

di sentirsi maggiormente coinvolte

nel successo della stessa con

l'apporto del proprio contributo.

Oggi con l'aiuto di Gianluca Bazzi

nella parte finanziaria e Pierluigi

Biagini sulle operations stiamo

guidando un'azienda capace di

produrre risultati importanti in

un clima molto positivo e ricco di

In questa pagina e in apertura.

Alcune immagini della sede, degli impianti

produttivi e dei prodotti di Lanificio dell'Olivo.

stimoli, dove le persone godono dei

loro successi e si realizzano".

Qual è la chiave del vostro

successo nei mercati

esteri?

"Credo sia simile a quella che

ci fa essere protagonisti anche

sul mercato italiano: creatività e

sapienza nella scelta dei materiali,

delle strutture e dei colori dei nostri

filati, uniti ad efficienza produttiva

e quindi affidabilità e servizio

attraverso sampling e stock service

ulteriormente rafforzati. Per quanto

riguarda l'estero, poi, in aggiunta a

questo penso siano molto apprezzati

il serio ed importante percorso di

sostenibilità intrapreso da anni

dalla nostra azienda e ovviamente

una caratterizzazione forte di

"Made in Italy" espresso in capacità

di innovazione e distintività dei

prodotti".

Quali sono i vostri

obbiettivi nel breve e

medio periodo?

"Gli obiettivi sono il consolidamento

e l'ulteriore crescita, a beneficio dei

nostri clienti e dei nostri azionisti.

Il Fondo Gradiente Sgr, titolare

dell'80% del capitale (la famiglia

Taddeucci detiene il restante 20%),

ci chiede di continuare a creare

valore in azienda, non solo dal punto

di vista patrimoniale e finanziario,

ma anche dal punto di vista

dell'organizzazione e dei processi.

Per i nostri clienti invece vogliamo

essere sempre più capaci di fornire

prodotti unici, capaci di stupire,

sempre più affidabili e attraverso un

servizio impeccabile".

Come sta andando la

collezione p-e 2020?

"È presto per dirlo, ma i primi

segnali sono davvero positivi. Già

a Pitti abbiamo avuto una forte

e molto qualificata presenza allo

stand, che tra l'altro era di grande

impatto. Penso siamo riusciti a

centrare l'obiettivo di presentare

una collezione profondamente nello

spirito Olivo e se possibile ancora più

attenta alle attese dei nostri clienti.

Abbiamo moltissime richieste di

campionature e questo ci fa davvero

bene sperare per le future vendite".

LANIFICIO DELL'OLIVO

Via Fratelli Cervi, 84

50013 Campi Bisenzio (FI) - Italia

tel. +39 055 898641

www.lanificiodellolivo.com


SALONI

Due immagini dell'ultima edizione

di ModaMakers.

MODA

MAKERS

MADE IN

CARPI

Un'occasione unica per toccare con mano le

proposte di maglieria, confezione, capispalla,

camiceria e tagliato delle aziende carpigiane

Dal 14 al 16 maggio si svolgerà la

settima edizione di Moda Makers, il

salone delle aziende del tessile-abbigliamento

del distretto di Carpi, con

oltre 50 aziende che presenteranno ai

visitatori le loro proposte moda per la

primavera-estate 2020.

Si tratta di una manifestazione in

crescita costante, che è riuscita a diventare

un appuntamento importante

per il settore a livello nazionale.

Il sito dell'evento agevola i visitatori

con la possibilità di preregistrarsi per

evitare la fila all'ingresso e di trovare

informazioni utili, suggerimenti

per gli spostamenti e per la scelta di

alberghi e ristoranti.

Gli organizzatori hanno messo a

disposizione dei mezzi per facilita-

re l'arrivo dei buyer internazionali

ai 2700 metri quadri di superficie

espositiva nella zona industriale della

città. Saranno inoltre disponibili dei

servizi di trasporto navetta e taxi da e

per l’aeroporto di Bologna, la stazione

AV Mediopadana di Reggio Emilia e

la stazione dei treni di Modena.

“L’impegno dell’Amministrazione,

di concerto con gli altri attori di

Carpi Fashion System, continua con

determinazione – commenta Stefania

Gasparini, assessore all’Economia

del Comune di Carpi – per sostenere

un appuntamento importante per il

comparto tessile del nostro territorio.

Moda Makers rappresenta infatti uno

degli eventi più riusciti di un Distretto

che, sebbene in questi anni non siano

mancati segnali di difficoltà, continua,

con il saper fare delle sue migliaia di

addetti, ad attrarre compratori da

ogni parte del mondo”.

Moda Makers è organizzata dal

Consorzio Expo Modena per conto

di Carpi Fashion System, il progetto

di valorizzazione delle aziende del

Distretto promosso da CNA, LA-

PAM-Confartigianato, Confindustria

Emilia e dal Comune di Carpi, con il

contributo di Fondazione CR Carpi

Info: Expo Modena

tel. +39 059 208 546

segreteria@modamakers.it

info@modamakers.it

www.modamakers.it


Un momento dell'ultima

edizione di Milano Unica.

MILANO UNICA

NUOVE SFIDE

Fra sostenibilità e progetti in chiave digital

La 28ª edizione di Milano Unica,

il salone italiano del tessile e degli

accessori, si è tenuta a Fiera Milano

Rho dal 5 al 7 febbraio. I circa 6.000

visitatori registrati hanno confermato

un risultato analogo a quello di un

anno fa. In calo le presenze di aziende

cinesi per la concomitanza con il loro

capodanno, compensate però dalle

presenze coreane e giapponesi e dal

complessivo buon andamento delle

presenze europee. Due i temi portanti

dell'edizione: la sostenibilità e la

piattaforma e-milanounica, il marketplace

lanciato in versione pilota

che andrà a regime per l’edizione di

luglio 2019.

"Ho avuto modo di raccogliere la

soddisfazione di molti espositori, per

il numero e la qualità di contatti realizzati

– commenta il presidente del

salone, Ercole Botto Poala – Buyer ed

espositori inoltre hanno apprezzato

l’arricchimento dei contenuti non solo

nell'Area Tendenze, ma su temi strategici

come il Progetto sostenibilità, sia

di prodotto che di processo, e la sfida

digitale che Milano Unica ha deciso di

affrontare, in una logica di sistema, in

collaborazione con Pitti Immagine”.

La 29ª edizione del salone si terrà dal

9 all’11 luglio 2019, sempre nella sede

di Fiera Milano Rho

Info: S.I.TEX

tel. +39 02 66101105

www.milanounica.it

PREMIÈRE

VISION PARIS

RENDEZ-VOUS

IMPERDIBILE

Un mix unico di ispirazioni, esperienze

e business al servizio della moda che

resiste alle incertezze del mercato

Un momento

dell'edizione

più recente di

Première Vision

Paris

Première Vision, il salone parigino

dedicato a tessuti, filati, fibre, pelle

e accessori, si è svolto dal 12 al 14

febbraio negli spazi del Parc des Expositions

Paris Nord Villepinte. 1.782

espositori hanno presentato le loro

collezioni per la p-e 2020 a 53.156 visitatori

provenienti da 127 paesi, che

confermano il carattere internazionale

dell'appuntamento, nonché la sua

tenuta nonostante l'instabilità politica

ed economica del mercato globale.

La leggera diminuzione (-2.3%) delle

presenze rispetto a un anno prima è

infatti una conseguenza diretta delle

turbolenze create dal Brexit (-16% di

visitatori britannici).

Molto apprezzato dai visitatori il

lavoro del fashion team di Première

Vision nelle aree e negli eventi dedicati

ai trend.

Un altro successo è stato quello del

Marketplace, uno strumento che

integra il lavoro fatto nel corso della

manifestazione con ulteriori occasioni

di business e comunicazione.

La piattaforma incorpora attualmente

tessitori e conciatori, ma dalla

prossima edizione ci saranno anche i

fabbricanti di denim, seguiti da quelli

di accessori e componenti.

Anche il Wearable Lab, lo spazio

dedicato al fashion-tech arrivato

alla sua terza edizione, è stato molto

frequentato, a conferma del grande

fermento che c'è nel settore attorno a

questo argomento.

Info: www.premierevision.com


SALONI

SUPER

CONTINUA A

CRESCERE

Un'immagine della più recente edizione di Super.

La nuova sede in via Tortona porta più buyer al salone di Pitti Immagine

Ancora dati in crescita (+21% rispetto

a un anno fa) per SUPER, il salone

milanese di Pitti Immagine dedicato a

prêt-à-porter e accessori donna, con

feedback positivi sulla selezione dei

brand, le novità dei talenti dai nuovi

scenari creativi e un layout chiaro e

funzionale. Circa 5.700 buyer sono

arrivati al Padiglione Visconti in via

Tortona per le collezioni autunnoinverno

2019/20 di 108 brand

internazionali. I buyer stranieri hanno

superato le 1.100 presenze (circa il

20% del totale) con oltre 50 paesi

di provenienza. La classifica dei top

15 mercati del salone vede in testa il

Giappone, seguito da Spagna, Germania,

Francia, Svizzera, Cina, Austria,

Stati Uniti, Grecia, Regno Unito, Corea,

Olanda, Belgio, Russia, Ucraina.

"Super conferma le sue caratteristiche

vincenti e raccoglie gli apprezzamenti

di buyer ed espositori- spiega Agostino

Poletto, direttore generale di Pitti

Immagine - Quattro giorni di lavoro

in un’atmosfera pensata per offrire

al pubblico un’esperienza di prodotto

moda e segmentazione molto precise.

Siamo consapevoli che il retail moda,

in grande evoluzione, stia vivendo un

momento complesso.

Per questo vogliamo che Super sia

sempre di più un appuntamento capace

di presentare idee e prodotti stimolanti

per i buyer. Anche la location fa la

sua parte, in un’area ormai diventata

punto di riferimento per la moda a Milano

e per le caratteristiche specifiche

del Padiglione Visconti: un’architettura

che ha grande affinità estetica con lo

spirito di ricerca di Super”.

Info: Pitti Immagine

tel. +39 05536931

www.pittimmagine.com

COLLEZIONI FILATI

UN SERVIZIO SU MISURA

Il 30 e il 31 gennaio scorso si è

svolta presso il Carpi Fashion System

Center la 24ª edizione di Collezioni

Filati, la fiera dedicata ai filati per

maglieria organizzata da un gruppo

di agenti di aziende leader nel settore

con il sostegno di Carpi Fashion

System. L'appuntamento ha visto la

partecipazione di 16 uffici, in rappresentanza

di 70 aziende, interessati

alle proposte di filati per la p-e 2020.

“Questa manifestazione – spiega

Marco Vicenzi, uno dei coorganizzatori

dell'evento – nasce dalla volontà

di fornire un servizio sempre più

particolareggiato ai maglifici della

zona, anche e soprattutto ai clienti

che, per questioni di tempo o distanza,

non visitano Pitti Filati”.

Oltre 158 visitatori, fra maglifici, uffici stile e

buyer, hanno esaminato le collezioni di filati

per la PE 2020

Info: www.carpifashionsystem.it


FEBRATEX GROUP

TEXTILE TRADE FAIRS

Planned for your company profile

2019

prodv

SEPTEMBER 10 - 13 | Fortaleza, CE

Trade Fair for Technology, Services

and Chemicals for the Textile Industry

SEPTEMBER 10 - 13 | Fortaleza, CE

Trade Fair of Equipment and Services for the Printing

Industry, Digital Printing, Signage and Screen-Printing

2020

NOVEMBER 06 - 07 | Blumenau/SC

Knowledge changes people. Connections change the market.

AUGUST 18 - 21 | Blumenau, SC

Brazilian Textile Industry Fair

MARCH 24 - 27 | Caruaru, PE

Exhibition of Machinery, Services

and Technology for Textile Industry

Business, knowledge and content: the most complete

networking for the textile industry

www.fcem.com.br

@febratex

facebook.com/febratex

PORTO ALEGRE:

+55 51 3382 0700

fcem@fcem.com.br

SÃO PAULO:

+55 11 5589 2880

saopaulo@fcem.com.br


SALONI

Un momento dell'edizione più recente di White.

WHITE FORMAT INNOVATIVO

Dal 22 al 25 febbraio, quattro location

per WHITE Milano (Tortona

27 - Superstudio Più; Tortona 31 -

Opificio; Tortona 35 - Hotel Nhow

e Tortona 54 - Ex Ansaldo Base) per

514 brand, di cui 342 italiani e 172

esteri, che hanno presentato le loro

collezioni a un pubblico di addetti ai

lavori e trend searcher.

Tra le novità di questa edizione il

progetto Give a fok-us - Focus on the

Unfocused, un’esperienza immersiva

che esplorava il rapporto fra moda

e natura e tra moda e società attraverso

una dimensione emozionale e

interattiva.

A Tortona 27 - Superstudio Più c'è

stato il debutto dell’area Knit Lab,

dedicata al mondo della maglieria.

Presenza speciale dell’area il knitwear

d’avanguardia del brand i-am-chen,

fondato a Honk Kong nel 2017 dalla

designer Zhi Chen, finalista all’International

Woolmark Prize 2018/2019.

Imperdibile anche l’installazione di

Paris Essex, in cui un knitwear molto

creativo supera i confini dell’estetica e

delle lavorazioni tradizionali.

Special Guest di questa edizione,

L'appuntamento

meneghino punta su

sostenibilità e nuovi

percorsi buyer

oriented

Strateas Carlucci, brand australiano

fondato da Peter Strateas e Mario-

Luca Carlucci, che ha presentato in

anteprima la sua collezione all’interno

di una sala speciale di Tortona 27 -

Superstudio Più.

Altra importante novità è stata la

Lounge Sphere, area che interpreta

una delle nuove tendenze del mercato

internazionale: l’homewear. In questo

spazio espositivo buyer e visitatori

hanno potuto scoprire originali collezioni

loungewear e lingerie unite a

una proposta beauty.

Il salone continua a esaltare il made

in Italy con una selezione accurata

di aziende che portano avanti un

concetto contemporaneo di artigianalità

e saper fare: sviluppato in

collaborazione con Confartigianato

Imprese, WHITE Studio a Tortona

54 - Ex Ansaldo Base presenta stilisti

emergenti che fondono il savoir faire

al design innovativo, abbinati ai top

retailer italiani che li fanno presentano

ai lori clienti tramite gli store fisici

e online.

Nel segno della sinergia si è sviluppato

ulteriormente Showroom

Connection, il progetto nato per

collegare e promuovere all’interno

del salone le aziende con i rispettivi

showroom in un innovativo concept

espositivo. White continua inoltre la

collaborazione con Vogue Italia per

il progetto #Shareable, che offre

a un selezionato numero di marchi

l’opportunità di usufruire di un modo

di comunicare che risponde alla loro

esigenza di ottenere un’alta visibilità

online e offline.

White, inoltre, ha portato e alcuni

showroom annoverati tra i più

interessanti a livello internazionali,

arricchendo ulteriormente le sue

proposte fashion forward.

Info: M. Seventy - tel. +39 02 34 59

www.whiteshow.it


PROSSIMI

APPUNTAMENTI

MODAPRIMA

Dove: Firenze, Stazione Leopolda

Quando: 18-20 maggio 2019

Cosa c’è: maglieria e confezione donna

Info: www.pittimmagine.com

PITTI IMMAGINE

UOMO

Dove: Firenze, Fortezza da Basso

Quando: 11-14 giugno 2019

Cosa c’è: abbigliamento, accessori uomo

Info: www.pittimmagine.org

FILO

BILANCIO POSITIVO

La 51ª edizione di Filo (27-28 febbraio,

Palazzo delle Stelline di Milano)

ha avuto come fil rouge la sostenibilità

e si è conclusa con un risultato che

gli organizzatori definiscono positivo.

“La 51a edizione di Filo si chiude con

un bilancio positivo. In questa edizione

abbiamo registrato 102 espositori

e un numero di visitatori in linea con

l’edizione di febbraio 2018 - afferma

Paolo Monfermoso, responsabile

del salone - Nel corso di questa 51a

edizione abbiamo lanciato il “Progetto

Sostenibilità di Filo”, che porterà alla

realizzazione di una “Area Sostenibilità”

di Filo. Sarà uno spazio dedicato,

dove le nostre aziende espositrici

presenteranno gli articoli ottenuti da

processi produttivi sostenibili, con

l’esplicitazione - volontaria e autocertificata

- delle varie fasi produttive

realizzate in modo sostenibile, sia

in ambito ambientale sia sociale. Si

tratta di una iniziativa ambiziosa, che

vogliamo realizzare con gli stessi principi

di qualità, concretezza, e professionalità

che contraddistinguono Filo

fin dal suo esordio". Sul tema della

sostenibilità, afferma Pier Francesco

Corcione, amministratore delegato di

Soddisfazione

generale per la 51ª

edizione del salone

internazionale delle

fibre e dei filati,

svoltasi all'insegna

della sostenibilità

Assoservizi Biella-Filo: " Il Progetto

Sostenibilità di Filo si articola su due

livelli. Da una parte è una sostenibilità

di processo, che include un uso responsabile

della chimica, una riduzione

del consumo di acqua e di energia;

dall’altra però è una sostenibilità

nelle relazioni sociali, nel rapporto

con i fornitori, con i dipendenti e con

il territorio. Le aziende devono infatti

impegnarsi a costruire un modello di

sostenibilità sociale, nel quale si occupano

e si preoccupano dell’ambiente

che hanno intorno e delle persone che

lì vivono".

Info: Filo - tel. +39 015 8483

271/228/290 - www.filo.it

WHITE STREET

MARKET

Dove: Milano, via Tortona 27 e 54

Quando: 15-17 giugno 2019

Cosa c’è: abbigliamento e accessori

Info: www.whiteshow.it

PITTI IMMAGINE

FILATI

Dove: Firenze, Fortezza da Basso

Quando: 26-28 giugno 2019

Cosa c’è: fi lati, studi stilistici, maglifi ci

Info: www.pittimmagine.org

CPM MOSCOW

Dove: Mosca, Expocentre

Quando: 03-06 settembre 2019

Cosa c’è: abbigliamento, accessori

Info: www.cpm-moscow.com

WHO'S NEXT

Dove: Parigi, Porte de Versailles

Quando: 06-09 settembre 2019

Cosa c’è: abbigliamento e accessori

Info: www.whosnext-tradeshow.com

MOMAD

Dove: Madrid, Parque Ferial Juan Carlos I

Quando: 12-14 settembre 2019

Cosa c’è: abbigliamento, accessori donna

Info: www.ifema.es

SUPER

Dove: Milano, The Mall, Porta Nuova

Quando: 20-23 settembre 2019

Cosa c’è: abbigliamento e accessori

Info: www.pittimmagine.com


9 771127 049005

90215

ENGLISH TEXT

COPERTINA 215.indd 1 01/03/19 14:13

COPERTINA 16.indd 1 23/10/18 15:59

9 772013 208001

ENGLISH TEXT

COVER 83.indd 1 10/01/19 09:29

90083

90189

9 771127 047001

Po

KOS 189.indd 1 13/03/19 14:16

ENGLISH TEXT

COPERTINA 189.indd 1 15/03/19 15:36

OK GDF 72 OK ok.indd 1 13/03/19 15:58

ABBONAMENTI SUBSCRIPTIONS

www.intimopiumare.com

Moda

trend

A-I 19/20

SCENARI

MONDO

CURVY

REPORTAGE

IMMAGINE

ITALIA & Co.

FOCUS ON

Lingerie per la

SPOSA

OSSERVATORIO

UOMO

Lo shopping

nelle diverse

fasce d’età

Prezzo copia singola: € 20,00

www.beachwearonstage.com

80016

ETRO

9 771127 049012

2019

BEACHWEAR

1000

swimsuits

Intimo più Mare

MILANO | PARIGI | NEW YORK

LONDRA | MIAMI | MADRID | BARCELLONA

SAN PAOLO | AUSTRALIA

Moda

íntima

The best of

o-i 2019/20

REPORTAJE

Al hilo de...

Como cambia

el comercio

minorista

APUNTES

DE ESTILO

Stella McCartney:

Ética y chic

NUEVOS

TALENTOS

Carlotta Jurado

Fashion

close-up

SUMMER

2020

FABRIC TRENDS

Sporty & Fluo | Shiny People

Acid Jungle | Vintage Garden

Stay in the line! | Mysterious Forest

Graphic Mania | Punjabi Mood |

Savile Row | 3D Flair | In & Out |

Mediterranean

Prezzo copia singola: € 30,00

BAÑO

LENCERÍA ÍNTIMA

TENDENCIAS

Prezzo copia singola: € 20,00

Blint International

INTIMO PIÙ MARE

La rivista leader del settore.

Un indispensabile strumento di lavoro per i vostri

acquisti e per individuare le tendenze più innovative

e più commerciali del settore. Un panorama

completo sulle collezioni di abbigliamento intimo,

mare e calze per donna e uomo, degli stilisti e

delle aziende. I reportage dai saloni e dalle passerelle

internazionali. L’economia dei mercati.

I trend che fanno moda.

4 EDIZIONI ALL’ANNO

GENNAIO, MARZO, LUGLIO, SETTEMBRE

The leading trade magazine.

An indispensable professional tool for purchase

which helps you in recognizing the most innovative

and commercial trends in the sector. Detailed

information regarding intimate apparel, swimwear

and hosiery collections for both women and

men of designers and trade companies. Reportages

from international fairs and fashion catwalks.

Financial columns and the latest fashion trends.

4 ISSUES PER YEAR

JANUARY, MARCH, JULY, SEPTEMBER

www.intimopiumare.com

BEACHWEAR ON STAGE

Tutto il beachwear del mondo.

Oltre 300 pagine di sfilate, per informare gli

operatori professionali del settore.

Dalle passerelle mondiali, le sfilate di moda

mare dei più quotati stilisti internazionali e

delle maggiori

aziende produttrici.

1 EDIZIONE ALL’ANNO

NOVEMBRE

All the beachwear in the world.

More than 300 pages of fashion shows,

providing information for industry members

throughout the field.

From all over the world, the most talkedabout

beach- and swimwear fashion shows

presented by the best-known designers

and most important producers.

1 ISSUE PER YEAR

NOVEMBER

www.beachwearonstage.com

BLINT INTERNATIONAL

La rivista leader del settore in Spagna.

Strumento di lavoro indispensabile per i vostri

acquisti, per conoscere il mercato spagnolo e

le sue tendenze più innovative e commerciali.

Panorama completo sulle collezioni di abbigliamento

intimo, mare e calze per donna e uomo,

degli stilisti e delle aziende con reportage dai saloni

e dalle passarelle internazionali. L’economia

del mercato.

2 EDIZIONI ALL’ANNO

GENNAIO E LUGLIO

The leading trade magazine in Spain.

An indispensable professional tool for your purchase,

which helps you to discover the

spanish market and the most innovative and

commercial trends. Detailed information regarding

intimate apparel, swimwear and hosiery

collections for both women and men of designers

and trade companies.

Reportages from international fairs and fashion

catwalks.

2 ISSUES PER YEAR

JANUARY AND JULY

www.blint.es

www.maglieriaitaliana.com

STILISTA

EMERGENTE

Simona Marziali

Appunti di Stile

Avril 8790

OSSERVATORIO

Moda uomo:

lo shopping nelle

diverse fasce

d’età

ALL’INTERNO/INSIDE

Knitwear On Stage

MEN’S AND WOMEN’S

FASHION SHOWS

Da Milano,

Parigi, Londra,

New York,

Berlino e

Barcellona il

knitwear degli stilisti

per l’A-I 2019/20

From Milan, Paris,

London, New

York, Berlin and

Barcelona

the designers’ knits for

F-W 2019/20

ISABEL MARANT

GUCCI

PAUL SMITH

Moda

A-I 2019/20

Powerful knits

dossier

Pitti Immagine

Filati

LE PROPOSTE DELLE

FILATURE PER

LA P-E 2020

Prezzo copia singola: € 30,00

MAGLIERIA ITALIANA

L’unica rivista specializzata in maglieria e

filati.

1.000 capi di maglieria donna e uomo in

oltre 300 pagine. Un panorama completo

sulle collezioni, le sfilate degli stilisti, i filati e

colori, le tendenze moda, le principali fiere

italiane ed estere del settore.

All’interno KNITWEAR ON STAGE, la sezione

di Maglieria Italiana dedicata alle

sfilate degli stilisti affermati ed emergenti.

Dalle più importanti passerelle del mondo,

le COLLEZIONI DONNA E UOMO per la

stagione successiva.

2 EDIZIONI ALL’ANNO

(entrambe dedicate alle collezioni

donna e uomo)

MARZO, OTTOBRE

The only magazine specialized in knitwear

and yarns. 1.000 knitwear items for men’s

and women’s in more than 300 pages.

Complete and detailed information on knitwear

collections for both women and men,

on designer fashion shows, on yarns and

colours, fashion trends, on main Italian and

foreign fairs of the sector.

Inside, the KNITWEAR ON STAGE section,

dedicated to fashion shows of important

and nascent designers. The COLLECTION

OF BOTH WOMEN AND MEN of next season

from the most important fashion shows

of the world.

2 ISSUES PER YEAR

(both issues with women’s and men’s

collections)

MARCH, OCTOBER

www.maglieriaitaliana.com

La rivista per chi ama la fotografia

72

Abbonati subito a

Rivista trimestrale

di cultura fotografica

e immagini.

144 pagine, oltre 200 fotografie,

alta qualità di stampa. Dalle

anticipazioni sulle tendenze

creative a livello internazionale

alle ricerche dei giovani autori.

Tutte le declinazioni dell’arte fotografica contemporanea.

Info: abbonamenti@gentedifotografia.com

gentedifotografia

www.gentedifotografia.it

EDITORIALE MODA SRL

via Giardini 476/N | 41124 Modena | Italia | tel. +39 059340533


ABBONAMENTI SUBSCRIPTIONS

ABBONAMENTO SOLO PER L’ITALIA:

..................................................................................................................

Società / Company name

..................................................................................................................

Nome e Cognome / Name and Surname

..................................................................................................................

Ruolo / Position

..................................................................................................................

Indirizzo / Address

..................................................................................................................

CAP / Zip Code

Visita www.editorialemoda.com oppure compila il modulo,

fotografalo e invialo a: abbonamenti@editorialemoda.com

oppure spediscilo via posta a:

EDITORIALE MODA SRL - via Giardini, 476/N - 41124 Modena - Italy

tel. +39 059342001

PAGAMENTO ANTICIPATO TRAMITE:

Bonifico bancario IBAN: IT34 X 05034 12903 000000004952

CCP n. 11238417 - EDITORIALE MODA srl (allegare ricevuta)

Carta di credito: VISA Mastercard Scadenza

..................................................................................................................

Città / Town

..................................................................................................................

Provincia / Country


Nome e cognome titolare della carta

Security Code

ULTIME 3 CIFRE SUL RETRO, A DESTRA

..................................................................................................................

Tel. / Phone

..................................................................................................................

Cell. / Mobile

..................................................................................................................

Fax

Firma

SUBSCRIPTION ONLY FOR ABROAD:

Fill in the form and send it by mail or fax to:

A.I.E. - AGENZIA ITALIANA DI ESPORTAZIONE SRL

via A. Manzoni, 12 - 20089 Rozzano (MI) - Italy

tel. +39 025753911 - fax +39 0257512606 - info@aie-mag.com

..................................................................................................................

E-mail

..................................................................................................................

Web

..................................................................................................................

P. IVA / Codice Fiscale / Company VAT

PAYMENT IN ADVANCE BY:

Cheque

International money order

American Express Card

Diners Club International

Carta Sì Visa-Access-Eurocard-Mastercard

Bank Americard VISA

Bank transfer IBAN:

IBAN IT 25 X 05584 33580 000000006209

..................................................................................................................

Data / Date


Expiry date

Security Code

Negozio / Indipendent Retailer

Buyer

Grande Magazzino / Dept. Store

Grossista / Wholesaler

Fabbricante / Manufacturer

Rappresentante / Agent

Designer

Altro / Other ______________

Name of card holder

Signature

I suoi dati fanno parte dell’archivio elettronico di Editoriale Moda s.r.l. nel rispetto del GDPR REGOLAMENTO EUROPEO 16/679. Non saranno oggetto di comunicazione o diffusione

a terzi. È nel Suo diritto richiedere la cessazione e/o l’aggiornamento dei dati in nostro in possesso.

Your personal information is part of Editoriale Moda s.r.l.’s electronic database and handled in full compliance with EU GDPR REGULATION PRIVACY 16/679. This information will

not be the object of communications and/or will be shared with third parties. You have the right to request that we stop and/or update the data in our possession.

DESIDERO SOTTOSCRIVERE UN ABBONAMENTO ANNUO A:

I WOULD LIKE TO ORDER A YEARLY SUBSCRIPTION TO (PRIORITY MAIL ONLY):

4 edizioni all’anno / 4 issues per year

DAL N°

STARTING

FROM N°

Italia

Europe

America

Africa

Asia

Oceania

€ 60,00 € 130,00 € 140,00 € 170,00

MI 189

OUR MAGAZINE

DISTRIBUTORS WORLDWIDE

www.intimopiumare.com/our-magazinedistributors-worldwide

SOLE AGENT FOR DISTRIBUTION AND

SUBSCRIPTIONS ABROAD:

1 edizione all’anno / 1 issue per year

2 edizioni all’anno / 2 issues per year

2 edizioni all’anno / 2 issues per year

€ 30,00 € 50,00 € 55,00 € 60,00

€ 40,00

€ 60,00

€ 35,00 (only Spain)

€ 70,00 € 75,00

€ 50,00 € 100,00 € 110,00 € 120,00

A.I.E.

AGENZIA ITALIANA DI ESPORTAZIONE SRL

via A. Manzoni, 12

20089 Rozzano (MI) Italy

tel. +39 02 5753911

fax +39 02 57512606

info@aie-mag.com

www.aie-mag.com


ANNUNCI ECONOMICI

Questa rubrica consente agli abbonati e agli inserzionisti di inserire un ANNUNCIO

GRATUITO all'anno nella rivista. Ai sensi della Legge Biagi (d.lgs. n. 276 del 10/9/03)

è vietata la pubblicazione di ricerche di personale anonime.

Gli annunci che contengono riferimenti a persone fisiche devono obbligatoriamente

riportare il nome dell’azienda o in alternativa un numero telefonico di rete fissa presente

sugli elenchi, che renda riconoscibile l’azienda stessa. Gli annunci di diversa natura

(acquisto/vendita attività, macchine, stock, ecc.) possono essere redatti anche in

forma anomima; in questo caso, le risposte arriveranno al nostro Ufficio Annunci e

vi saranno inoltrate successivamente (questo servizio prevede un rimborso spese di

Euro 93,60 IVA compresa). Non si accettano messaggi pubblicitari fra gli annunci.

Info: tel. 059342001 - abbonamenti@editorialemoda.com

MARZO 2019 ( semestre) • N°189

semestrale di moda e tendenze

per la maglieria, confezione in maglia

uomo-donna-bambino e filati.

redazione, pubblicità, grafica,

abbonamenti, amministrazione

editorial, advertising, graphic,

subscriptions, administrative dept.

41124 Modena (Italy) - via Giardini, 476/N

tel. +39 059342001

www.maglieriaitaliana.com

info@editorialemoda.com

Acquisto rimanenze di negozio o di fabbrica inerenti

alla maglieria. Pagamento in contanti, massima

serietà ed esperienza.

Contattare: imercantideuropa@alice.it

Cell. 3474536367 - Fax 069487427

Fenegrò srl cerca magliaie e maglifici per produzione

Lombardia-Piemonte

Info: tel. 0313520070

SUPERMAGLIA S.R.L. è una produttrice di maglieria

uomo/donna da oltre 70 anni che, oltre ad avere collezioni

proprie, realizza collezioni per importanti Private

Label partendo dal disegno, con la possibilità di lavorare

filati estivi ed invernali in tutte le finezze.

Info: info@supermaglia.it - tel. 0575745240

MAGLIERIA MATI’S, realizziamo studio e progettazione

di campionature e produzioni di maglieria conto

terzi sia tradizionale che integrale.

Info: info@maglieriamatis.com

0187/495570 - 3338486411-3204662482

Azienda attiva nel settore moda cerca programmatore

S1 e/o M1 per macchine da maglieria STOLL. Il

candidato dovrà essere in grado di realizzare lo studio

del punto partendo dalle indicazioni dell’ufficio stile e

di realizzare i prototipi in sinergia con la modellista di

riferimento. Si richiede esperienza nella realizzazione

di prototipi tagliati, calati, intarsio e strutturati. Sede di

lavoro: Anzola d’Ossola (VB).

Info: marco.gallazzi@matia.it - tel. 0323832069

Azienda attiva nel settore moda cerca modellista per

maglieria. La figura, che risponderà al responsabile

prodotto, sarà inserita in un team di modellisti/e e si

occuperà della realizzazione di prototipi di maglieria

calata e tagliata di target medio-alto. Si richiede

esperienza nella modellistica di maglieria calata e/o

tagliata, buona manualità, conoscenza delle specifiche

problematiche di confezione di capi in maglia, conoscenza

CAD (preferibilmente Lectra). Sede di lavoro:

Anzola d’Ossola (VB).

Info: gianni.monti@matia.it - cell. 3358477277

ART DESIGN SRL, stampe e decori a mano e digitale.

Info: via Einaudi, 6 - 42048 Rubiera (RE)

www.artde.it - info@artde.it

ANGELA M - laboratorio di maglieria - schede tecniche

- campionarista free lance - produzioni anche di

piccole quantità - collaborazioni con Stilisti e Aziende.

Realizzazioni di capi finiti pronti per la spedizione.

Lavorazioni in finezza 16-12-10-7-5-3 HAND MADE

UNCINETTO E MAGLIA

Info: tel. 3281071353

angela.emme.76@gmail.com

Maglificio Stefania srl, produttore di maglieria donna

in cashmere, alpaca e altri filati pregiati, in varie

finezze.

Info: tel. 0559789246 - info@maglificiostefania.it

Vendiamo sciarpe, scialli e accessori moda.

Tessil-Novex è presente da oltre 40 anni sul mercato

della produzione di accessori tessili per uomo e

donna, indirizzati a famosi marchi e a grosse catene

d’acquisto in tutto il mondo.

Info: tel. 031262515 - www.tessilnovex.it

La Sagimar prende contatto e seleziona con serietà

commerciale i vari negozi interessati alla vendita in

esclusiva di zone, della produzione femminile “MODA

POSITANO” made in Italy: camicie, camicioni, vestiti,

caftani, spolverini, top, canotte, casacche, bermuda,

pantaloni, gonne, maglie, completi, ecc...

Inoltre produce camicie e bermuda “moda Positano”

casual uomo.

Info: tel. 0818011551 - info@sagimar.it

Vendita maglie donna 100% cashmere.

Pezzi unici.

Info: Laura Mirè - tel. 340 2318669

Direttore Editoriale - Publisher

ETTORE ZANFI

Pubblicità - Advertising Dept.

MARIA PIA ARMILLI

mparmilli@editorialemoda.com

LUIGI FRATERRIGO GAROFALO

lfraterrigo@editorialemoda.com

Redazione - pubblicità

Editorial Staff - Advertising Dept.

Milano

GISELLA CICOGNANI

cicognani@fastwebnet.it

Foreign adv sales Spain, Portugal

FERNANDO CID OSORO

fernandocid@blint.es

Grafica - Graphic

FABRIZIO VENTURI

fventuri@editorialemoda.com

MARCO MONZONI

mmonzoni@editorialemoda.com

Hanno collaborato - Contributors

MARIACRISTINA RIGHI (redazione)

ANDREA LATTANZI (redazione)

FRANCESCO FORTI (grafica)

MARCO ZENI (grafica)

GERALD D. SIMMS (traduzioni inglese)

Diffusione e Abbonamenti

Circulation and Subscription Dept.

MELISSA BOSI

mbosi@editorialemoda.com

ORSOLA DI LAURO

odilauro@editorialemoda.com

Amministrazione

Administrative Dept.

amministrazione@editorialemoda.com

Reg. Trib. Civ. e Pen. Modena n. 492 del 17/12/1969

Nr. Registro R.O.C. N. 5867

Direttore Resp. - Editor in Chief

ETTORE ZANFI

Proprietà - Property of:

EDITORIALE MODA srl - Modena

Stampato da - Printed in Italy by:

EDITORIALE MODA srl - Modena

La riproduzione degli articoli e delle fotografie è permessa solo

su autorizzazione scritta citando la fonte. Il materiale fotografico

pubblicitario o promozionale sarà restituito se richiesto entro 60 gg.

Questa rivista le è stata inviata tramite abbonamento: l’indirizzo in

nostro possesso verrà utilizzato, oltre che per l’invio della rivista, anche

per l’inoltro di altre riviste e di proposte di abbonamento. Ai sensi del

GDPR REGOLAMENTO EUROPEO 16/679 è suo diritto richiedere la

cessazione dell’invio e l’aggiornamento dei dati in nostro possesso.


ENGLISH TRANSLATION

OSSERVATORY (on page 10)

ONE, NO ONE AND ONE HUNDRED THOUSAND

The data reveals a positive trend in sales volumes regarding both fabric

garments and knitwear for the men’s clothing segments. But how

do men in different age groups tend to shop?

In the context of a scenario where there is no lack of complexity and

uncertainty, the Italian men’s fashion sector, according to the latest

estimates issued by the Centro Studi di Confindustria Moda based

on figures obtained from an internal market survey and on the

performance of the cycle-trend component of the macroeconomic

framework in question, should post moderate growth figures for

2018. It is safe to say that sales figures should be up to the tune of

1.5%, in other words surpassing 9.4 billion euros. The men’s fashion

sector therefore accounts for 17.5% of the overall turnover generated

by the national Textile-Fashion industry and 27.9% of just the

clothing portion. In the wake of very satisfying results in the foreign

marketplace during the first part of the year (the first half closed

with exports up by a solid 5.5%), annual performance turned out to

reflect a certain deceleration which first manifested itself during

the summer and then in the autumn on the foreign markets. In addition

to this, domestic Italian consumption reveals one of the worst

performances registered since 2013. When it comes to the individual

micro-divisions, 2018 is expected to reveal a positive evolution

in terms of sales, both for fabric clothing and knits, while other divisions

are expected to show a slowing, although at different paces

depending on the category. Over the course of 2018 when it comes

to the value of the manufacturing output it turns out to reveal and

downward turn, leading one to anticipate reduced performance to

the tune of 2.8% compared with 2017. Over the course of the year

one witnessed a continuation in the growth trend regarding foreign

sales which, for that matter, has characterized the sector without

interruption since clear back to 2010. Despite the lively growth of

the first 6 months of the year, it was followed by a slowdown which

manifested itself from the summer onward; a deceleration is anticipated

for the export sector which would bring the growth rate down

to 3.9%.

In the case of imports, given the change of pace that occurred during

the course of the year, experts are expecting some rather lively

growth, estimated in the range 6.4% over the course of the twelve

months. The total amount should therefore surpass 4.2 billion.

Given the total aforementioned performance in the arena of foreign

trade, the sector-wide trade balance is expected to see a slight drop

(15.1 million less than the final balance posted for 2017). As a matter

of fact, the surplus should remain around 2.1 billion.

MEN’S CHANGING BEHAVIOR

Just who are these men and how do the shop based on age-group

considerations?

Based on analyses conducted by Future Concept Lab and backed by

interviews, societal changes are coming to light as well as the identities

of the players driving these changes.

CreActives | 20-25 year olds

Young people open to experimentation in first person, original, cosmopolitan

and in search of a future of self-realization.

The CreActives, spontaneously absorb the beauty of diversity, of

multiplicity and continuous creative evolution. Their personal expression

is dynamic by definition: pushes them to experiment with

new languages and find their own vein of originality, both of identity

and aesthetics, in reviewing what has been, of what it is, of what

could be, here and now. The openness to change and the desire to

grow leads them to new experiences, in the search for products, services

and companies able to definitively accompany them towards

an active autonomy that is not conflictual but timely and cultivated.

Relaxed postures contemplate hyper-fast mental attitudes: the

crypto mimetic.

Their dynamism is punctuated by precise experiences of time and

place: the affective nomads.

Passions live more strongly when one is twenty years old, through

the courage to explore. The CreActives are learning to temper

unemployment and precariousness in an active way. The ability

to seize opportunities in a timely manner, to enhance the time of

life - supported by parents and grandparents who act as a social

network (at least in Italy) -, characterizes a life without anxiety but

with flexibility, today’s “emergence” of new values and behaviours.

Many of them are concentrated in the realization of passions in the

present, suddenly changing paths when necessary, until the construction

of a very personal and equally satisfying present/future.

Concreteness is part of their existential vision: the pragmatic visionaries.

“Artistic” stimulation excites their souls: the curious aesthetics.

The CreActives absorb stimuli that influence their applied creativity

from their past. They do it with a desire for knowledge that

derives from the freshness of their studies and from the curiosity

for an analogical reality that they did not know in person, but inherited

from their parents. The love for original vintage and flea markets

are a common expression. In the transition from their parents

home to Erasmus, they bring along some “piece” of their family past

that helps them in creating a personal space, as well as the memory

of their childhood between music, languages and gadgets, and populates

their imaginary with extravagant, magical, light and happy

elements.

For them the past is a black hole, mysterious, charming, and irresistibly

attractive: the magnetic mnemonics.

The contracted space of their experience becomes wunderkammer:

the rigors of excitement.

ProActives | 25-30 year olds

Millennial urban nomads, who interpret the Sharing Economy,

through life, work and purchase choices that arise from the flexibility

of thought.

The ProActives show a natural vocation and talent in cognitive exploration

through all areas of life, which manifests itself pervasively-

also involving other generations - in the context of consumption

and purchase. They feel the need to immerse themselves in all that

is innovative and improving, in life as in work, through the fruition

of Apps and services and secondly through the purchase of products.

FullActives, dynamic and committed to building their own path,

they are in search of the territories of adoption, transforming mobility

into a stimulating state of life.

SelfProviders, exploit the potential of digital technology and the

web to explore new services and logics of personal procurement.

Young adults, who face a precarious and challenging world of work,

have limited purchasing power that drives them first of all to protect

their savings to invest in themselves, on their talent and their

professional training. Attention to personal expenses translates

into greater prudence in consumption: more targeted purchases,

with extra attention on quality and substance.

Smart Buyers. Oriented towards online retail purchases and the

sharing economy, they take steps to get the best deal, often identifying

the sales channel that minimizes spending on each specific

product or service.

Neo Criticals. They are wary of multinational companies, they experiment

products and services guaranteed by other consumers,

with an ethical and pragmatic eye.

For the younger generations the shopping experience is fluid and

takes on the most diverse values, definitively dissolving the bonds

that link a purchase to a sales point. E-commerce experts, who are

open to all things online, the ProActives however do not lose the

“connection nodes” to the territory, that become for them places of

active sharing, in relation to passions and to communities of reference,

from that of geeks to that of style.

NaturalBorn Digital. Their “digitality” expresses itself through the

ability to use the Apps as killers, becoming purchasing facilitators

for other generations.

Analog Fellows. Paradoxically, the scope of physicality in retail is

the most open to experimentation, because for them it is less frequent

and “conventional”.

ProTasters | 35-40 years old

More educated and culturally more active than the average, the

ProTasters are post-hedonists constantly looking for new “taste

experiences”.

The ProTasters are the “professionals of taste”, permanently


ENGLISH TRANSLATION

looking for new rituals to try and develop, to satisfy their need for

uniqueness and originality in life and consumption.

A note out of key can blow their confidence in a brand, while a refined

and unexpected detail can ignite their enthusiasm. Their

decisions are defined by difference, but it is not extravagance that

conquers them: rather the creative edge, repeated over time and in

space, on the basis of which they build rituals.

In equilibrium between exploration and control, care and rituals

meet, in search of relevant experiences: the seekers of pearls.

Opportunities for activities and body care (and of their image) represent

the theatre of self: the professionals of Self.

The ProTasters enhance the sensorial component of places and

products in an almost spontaneous way, and project the constant

evolution of aesthetics into taste and personal style. Their creative

expression passes through the cultural experience of the 5 senses:

globetrotters and trendsetters, they implement a very personal

selection of what they consider ideal to better express themselves.

The openness to change and the desire to always be up to date leads

them to hedonistic experiences enhanced by the use of technology,

towards products and services that offer a refined and soft sensoriality.

Mood and character guide the body and the mind towards innovative

experiences: the sensorial pioneers (or experimenters…)

The mood of everyday consumption is subjected to almost editorial

choices: the totalife curators

In their consumption choices the ProTasters they are no longer content

with coolness created by influencer and opinion leaders. They

demand the transfers of authentic knowledge, like that produced

in renaissance workshops: they aspire to meet their true Life guru.

Expertise is the key to recognizing oneself as part of an elite of connoisseurs,

of exclusive and restricted communities. The driving

force is the dimension of food and wine, but the desire for knowledge

now moves through all sectors: from hyper-local chef-restaurateurs,

up to the creativity of young artists-stylists-designers who

are followed with the affection of cult sects.

The fascination for the creative genesis and design beyond products,

defines the status of backstage connoisseurs.

The relationship with the viral nature of the Web becomes critical,

defining the condition of digital experts.

New Normals | 40-50 year olds

Mature adults who embody the mainstream of society to which they

belong, self-ironic and often nostalgic, with a touch of originality.

The New Normals are attentive observers and the protagonists of

the social reality in which they live, in a phase of life that sees them

whirlingly engaged between work and family, personal activities

and that of their children, often also caring for parents, seeking

social confirmation and personal happiness that reassure them

and gratify them in everyday life. Life, consumption and also style

choices, often draw them in, during this “middle age”, to a younger

and more performative imaginary, albeit with irony and awareness,

looking for a dynamic originality, performative and quality-conscious.

Social recognition is measured through the dynamic space between

posts and selfies: the ultra-daily.

The vital performance is marked by a constant physicality that is

expressed in the “time freed” from work: the extra-leisure.

The New Normals have a consolidated and recognized social metabolism

and their professional path has a route that deviates from

personal passions. The stages of study, work, purchase of a house,

marriage and children, were achieved in an orderly manner, except

then they “leaped” to give life to a new normality of reconstituted

families, childless or mono parenting. Passion (apparently) is not a

priority in their daily life, yet we discover that the happy exception

is what makes their normality “new”. An original and unique passion

becomes the fulcrum of a new expertise.

They share exciting and recurring activities: the voracious emotions.

They participate in a community of enthusiasts and feed on specific

knowledge: the beginner experts

For the New Normals we can talk of a true retro-mania, a generational

nostalgia amplified by social networks, TV, cinema and

press, up to a celebration of the 80s and 90s at the limits of mythology.

The past thirty years mark the classic interval of the “pendulum

of nostalgia” and the arrival of revival for cultural phenomena.

The forty-year-olds find themselves reliving childhood memories,

to share them with each other and with other generations, first of

all their children, for an ironic and joyful ride into the past. If for the

youngest the past is a strange surprise, for adults it is a re-discovery

of emotions and feelings.

They collect objects and memories that mark the important moments

of existence: the autobiographical archivists.

They celebrate the anchors of the generational imaginary: the

memorabilia lovers.

Mind Builders | 45-60 year olds

Men and women in full maturity, sure of themselves, oriented towards

personal affirmation and passionate for knowledge, also in

relation to goods and services.

Engaged in a very structured everyday lifestyle, Mind Builders

experience more detailed exploration, moving to deepen aspects

of consumption and purchase that are particularly close to their

hearts. The first group, expert managers of family purchases who’s

journeys of exploration are often connected to the needs and desires

of children, while for the second group the true motor of exploration

revolves around instructive, cognitive or cultural aspects.

ConsciousServs, appreciate those services that offer pre-selection,

simplify and speed without sacrificing autonomy and awareness.

Bridgers, use their children as “bridge” for new discoveries and moments

of shared shopping, for example, technological goods.

Through their purchases, Mind Builders express their pro-active

consumer attitude, following the inclination to protect themselves

and their family from a context that is not always sure of product

quality, reliability of services, transparency of production processes

and, increasingly, retail. They aspire to a fairer business world

for everyone.

NeoEthicals. Supported by a panorama of increasingly wide choice,

they favour stores and brands that enhance the dimension of ethical

and/or sustainable responsibility.

Authenticals. Reassured by guarantees and safeguards, reward authenticity

and transparency in relations, giving value (and trust) to

those whom, person or brands propose original values beyond the

commercial offer.

The more mature, digital migrants, keep a greater linearity in their

customer journey, and in relation to purchases are more limited in

the use of the web and social media, considered primarily spaces for

friendly or professional sharing, as “shopping tips”. They appreciate

the potential for in depth knowledge using the web through portals,

thematic sites, authoritative “guides” or only the digital enactment

of a “physical” retail, known and “recognized” on previous occasions.

KeepCalm and StayDigital. The digital purchase decision is, therefore,

for them the fruit of a mature choice.

Analog Conosseurs. The purchase expertise is founded on an experience

and ability for analogue judgement, enhanced and amplified

through the online.

Pleasure Growers | Over 70 year olds

Those “long-lived” who focus on quality of life and personal enrichment.

The Pleasure Growers like to take care of everything that can make

their life more satisfying, meticulously building private places and

times for pleasant and relaxed daily routines.

Beyond the medical-health dimension (to which they are naturally

attentive) it is rather through the rituality of daily consumption,

from food choices to travel plans, from cultural events to objects for

the home, that there attitude to care is expressed.

They celebrate the rituals of care in different consumption dimensions:

the officiants of the daily.

They set up travel experiences in every detail with the support of

friends and relatives: the organized travellers

The Pleasure Growers are the protagonists of a rediscovery of

pleasures in old age. They have reached tranquillity of life and are

still in good health, they can focus on their passions, enjoying a freedom

of time that opens up new horizons for exploration: old or new

interests and activities enrich the hedonistic landscape of these

enterprising long-lived individuals, in a journey towards personal

happiness, adjusted to their specific needs. Their consumption and

style choices draw on a renewed desire to test one and to break the


ENGLISH TRANSLATION

stereotype of the elderly that are all “home & family”.

Happiness is measured through the ability to enjoy life: the mature

revellers.The consumption experience is freed from status to qualify

their life path in the near future.

The Pleasure Growers, dedicate time and energy to the relational

dimension because in social life they find a rich pool for new friendships

and fun. Affinity and peer recognition is founded on a good

cultural level and the desire to share experiences of in-depth analysis,

of artistic creativity and new knowledge, practices or intellectuals.

They deepen their interests in order to progressively expand

their knowledge, with slower rhythms than the ProTasters, and in

a dimension of support and complicity with the other members of

their own generation.Cultured conviviality plays a decisive role in

recognizing peers, that transforms into culture friends.

They are in permanent growth, open to innovation that even if they

do not master still makes them curious scholars.

EMERGING DESIGNERS (on page 20)

SIMONA MARZIALI

KNITWEAR HERITAGE

The creativity of this young designer takes its place as another shining

example of the distinguished Italian knitwear tradition, giving

rise to a brand with a conspicuous international identity

Simona Marziali is an Italian designer with a passion for fashion

in her DNA. After graduating from high school, having pursued

the scientific tract, she went on to get a degree from the Koefia International

Academy of Fashion and Costume Art in Rome. This

important educational achievement was followed by a master’s

degree with a specialization in knitwear obtained in Florence. Her

professional career in the world of fashion thus began when she was

21 years old, when she was made knitwear designer for a number

of different companies, including Gilmar and Diesel. Twelve years

later, in 2012, Simona Marziali decided to take full advantage of her

accumulated experience, embarking upon a new adventure: MRZ,

her own personal brand, created in partnership with the family

company, boasting over 40 years of experience in the production of

knitwear collections. MRZ reinterprets the fashion trends, imbuing

them with an original, sophisticated flair, catering to a woman

who, in matters of fashion, loves everything that is contemporary

and spontaneous. Hers is a collection in which elements of sportswear

and feminine details join forces with a delightfully Italian vision

of sartorial elegance.

Success has not been long in coming. MRZ was welcomed enthusiastically

by the buyers and in 2016 the collaboration with Tomorrow

Ltd did the rest, positioning the brand in selected stores all

around the world.

In July of 2018, Vogue Talents selected MRZ as one of the best

brands, while Simona Marziali took first place in the WHO’S ON

NEXT? competition.

The talented designer also received the received the Penelope

Price. In January of this year Marziali presented the MRZ Pre Fall

Collection for 2019 on the Altaroma catwalks.

The collection offers a wardrobe intended to be disassembled and

reassemble creatively, thanks to the inclusion of classic garments

which have been revamped in order to create unprecedented combinations

formally and chromatically. Oversize silhouettes, brimming

with layered effects, draw inspiration from a nomadic concept

of glamour, displaying a transgressive iconoclastic spirit that

overturns traditional codes in quest of new harmonies. Remnants

of classic fabrics with a masculine allure give rise to sophisticated,

luxurious patchworks, created on looms by master artisans.

Asymmetry reigns supreme here, with dresses, skirts and tops

deconstructed to the point of being transformed into geometric

compositions. Knits are clearly the protagonists of this collection,

boasting everything from felted and raised effects to high-tech,

compact yarns, revamped and reinvented to the point of boasting

down-filled effects, like smart little winter jackets. Other sweaters

reinterpret packing boxes with a couture panache. An absolute

iconic sweater/cape opens on the sides, vaunting an original chromatic

palette in which bright tonalities and delicate hues have been

masterfully dosed and mixed with one another.

SAVE THE NAME (on page 98)

TUINCH

EFFORTLESS CHIC

Animated creativity, research and exquisite yarns give rise to knits

that make a powerful statement

TUINCH is the fruit of the creativity of Veronique Vermussche, an

impassioned knitter and inveterate traveler.

The idea to launch her own brand became a certainty during the

course of a vacation in the Himalayas: despite the fact that her

homeward flight was very late, Veronique was perfectly warm and

snug, wrapped in cashmere scarf she had bought from a local artisan.

She fell hopelessly in love with cashmere, as warm as wool

and soft as silk, and decided to feature this luxurious yarn in a collection

of clothing. Tuinch is the result of a thoroughgoing research

study carried out in th field, investigating the cashmere tradition

in Asia, a rich heritage that led the designer to seek out the finest,

most luxurious primary material and most capable, skilled local

craftspeople.

Her collections are characterized by the creative use of yarn which

has been liberated from its classic fetters in order to explore more

relaxed, contemporary silhouettes. The success of the brand in various

luxury boutiques all around the world led to a gradual expansion

of the product selection, to the point that what had originally

come into being exclusively as a knitwear brand was evolving into a

full-fledged fashion label.

ECO & EQUO (on page 158)

SESIA MANIFATTURE 1963

QUALITY AND RESPECT FOR THE ENVIRONMENT

A model of development that satisfies todays needs without compromising

those of future generations

Reconciling production and sustainability by means of constant

efforts in the areas of research and innovation, without, however,

betraying the highest quality standards. This is the challenge that

Sesia Manifatture 1963 long ago decided to meet.

The fruit of this undertaking is Bio·Sesia, the line of organic yarns

produced in compliance with the environmentally-friendly criteria

set forth in the Global Organic Textile Standard: high quality that

respects the environment, guaranteeing the future.

The quest for sustainability is a full-time, comprehensive 360 degree

commitment on the part of this Piedmontese yarn manufacturer,

informing all aspects of the manufacturing process, from the

selection of the primary materials to the marketing of the finished

products, not to mention the firm’s enthusiastic embracing of its social

responsibility: from the selection of suppliers to ensuring the

safety and health of its employees.

Safeguarding the environmental integrity of the local territory,

the employment of manufacturing process designed to ensure low

environmental impact and the well-being of its employees represent

the values that guide and characterize the way of doing things

at Sesia Manifatture 1963. The sincerity of this commitment is

demonstrated by all the work to improve the efficiency of the existing

plant equipment, to reduce energy consumption and thereby

also CO2 emissions into the atmosphere, with the goal of completely

eliminating emissions of greenhouse gases.

These efforts have contributed to earning the company Zero Emission

certification.

Currently a photovoltaic system takes care of all the daytime energy

needs, while replacing the entire lighting system with Led

technology and the installation of inverters on the production line

served to further reduce energy consumption.

And finally, in 2017, a major overhaul was undertaken of the entire

production division, involving upgrading in terms of both design

and energy efficiency of the entire building.

The project included the addition of thermal reflective photocatalytic

plaster, not only in order to achieve high levels of insulations,

but also to reduce atmospheric pollution by an amount equal to the

photosynthesis produced by a forest with a surface area of 3,000

square meters.


ENGLISH TRANSLATION

ECO & EQUO (on page 204)

IAFIL

REVOLUTIONIZES THE FINISHING PROCESS

Washing and teaseling for zero impact with two types of patented

brushing balls

This January IAFIL Industria Ambrosiana Filati, presented two

items at Pitti Filati destined to transform finishing processes in an

eco-sustainable direction.

The name of the first innovation is WashingBalls®, highly magnetized

spheres which stabilize the water during the washing phase

thanks to changes in the magnetic fields, while releasing a natural

deodorizing and cleansing substance: sodium bicarbonate. In addition

to delicately washing clothing, bicarbonate is known for its

ability to eliminate odors and tenacious spots. Plus, it helps to soften

the clothing items, bolstering the effectiveness of the detergent

when it comes to keeping white garments brilliant.

Thanks to these remarkable WashingBalls® the bicarbonate is produced

naturally without any additives, making it possible to reduce

the quantity of detergent necessary and to achieve levels of whitening

and biocide action at 30° which are normally only obtained at

much higher temperatures. The action of the spheres also breaks

down limestone molecules, thus permitting the elimination of

waste water without the addition of specific products for this purpose.

The second new development involves the Brushing Balls®, little

spheres designed to enable an innovative new teaseling method for

knits and fabrics. The balls have been designed to turn with an irregular

rotary motion, guaranteeing both an initial abrasive operation

as well as a final mechanical one.

The fulling process – involving neither silicone softeners nor neutral

soaps – takes place in the drying tumbler without heat, resulting

in considerable savings in terms of water and energy consumption.

Moreover, no chemical acids are required to clean the tumbler

after use because the action of the spheres is actually self-cleaning.

The Brushing Balls® are GOTS certified due to the fact that they

contribute to a manufacturing process in full compliance with the

requisites stated in the standard.

In addition, they enable the GOTS certified yarns to maintain their

certification because they have been softened without the use of

silicone.

Iafil markets these products on a co-branding basis with Shima

Seiki and Electrolux professionals for the knit and fulling machines.

The spheres (balls) are covered by a European EPO patent

for industrial inventions registered in Milan on 02/08/2018 by Sergio

Sala, an engineer and member of the IAFIL SpA Research &

Development team.

COMPANY PROFILE (on page 289)

LANIFICIO DELL'OLIVO

POWER TO THE FANCY

Strong, deep roots – like those of olive trees – combined with creativity

and technical innovation qualify this yarn manufacturer as an outstanding

representative of the made-in- Italy phenomenon

For over 70 years Lanificio dell’Olivo has been producing fancy

yarns distinguished by the fine quality. It all got started back in

1947, when Rodolfo Querci decided to go against the current and,

during a period when all the Prato companies produced fabrics, begin

to produce yarns for knitwear. During the 50’s he was the first

to introduce pile yarns, while just a few years later he began producing

luxury yarns, such as alpaca and mohair, to this day the crown

jewel of the company collections. In the following decades Lanificio

dell’Olivo established itself on the Italian fashion landscape,

achieving goals of enviable growth and universal respect in an ever

more global marketplace. The introduction of new technologies enabled

the firm to produce increasingly sophisticated fancy yars and

beginning in 2000s Lanificio dell'Olivo increasingly specialized in

the production of fancy yarns, featuring innovative structures and

blended colors in exciting new fibers in order to obtain unique, original

items. From the very beginning, in other words, it’s always been

about research, creativity and character and these distinguishing

features have enabled the Prato yarn company to anticipate trends,

winning the business and loyalty of the best manufacturers of knitwear

and hand knitters in the world, developing a synergy with

them in order to satisfy every need, every wish. Lanificio dell'Olivo

has solid roots that reach deep down into the national soil, drawing

from its esteemed, time-honored tradition. The production plant in

Italy makes it possible to control every detail that has to do with

production and service, while the constant investments in machinery

and manufacturing capacity have enabled the company to grow

and evolve constantly down through the years. Furthermore, the

ability to selet the best fibers and render them unique in terms of

aesthetic appeal, tactile sensations and performance in no way contradicts

respect and concern for the environment, as the company’s

ambitious Going Green program amply demonstrates.

The foreign market currently accounts for fully two-thirds of Lanificio

dell'Olivo’s sales, with Europe, the United States and the Far

East representing the principal markets. In 2015 the company, having

remained until then in the hands of the founder’s family, was

further strengthened when the private equity fund, Gradiente Sgr.,

acquired a significant portion of the company stock. Thus began a

period of important changes as well as expansion into the international

markets. We spoke about this with Fabio Campana, the current

president of Lanificio dell'Olivo.

What has changed about the company since you came on board in

2017?

"Agreat deal has changed. I had the good fortune of finding an environment

brimming with talent and passion, made up of truly capable

people, genuinely attached to the company. Onto this healthy,

eager-to-grow tissue, we grafted a managerial culture based on

setting challenging goals and the pursuit of the same by means of

teamwork and the practice of making each individual responsible.

I am convinced that the efficiency and effectiveness of the company

has benefitted enormously from this and believe I can safely

say that the people who work here have had an opportunity to feel

more involved in the success of the same the more they were able to

personally contribute to it. Today, with the help of Gianluca Bazzi

on the financial side and Pierluigi Biagini on the area of operations,

we find ourselves at the helm of a company capable of important

achievments in a very positive atmosphere, rich with stimuli, where

people enjoy their success and are able to feel fulfilled.”

What’s the key to your success in the foreign markets?

"I think it’s similar to what has also enabled us to be leaders in the

Italian market: creativity and know-how when it comes to selecting

the materials, structures and colors of our yarns, combined with

manufacturing efficiency and, of course, reliability and service by

means of sampling an a further enhanced stock service. When it

comes to the foreign market, in addition to what I’ve just mentioned,

I think a determining role is played by the importance we have

placed on pursuing the goal of sustainability, a course our company

decided to pursue years ago, and, obviously, a conspicuous "Made

in Italy" identity, expressed in our capacity for innovation and the

distinctiveness of our products.”

What are your goals in the short and medium term?

"Our goals involve shoring up gains and achieving further growth,

for the benefit of our customers and stock holders. The Fondo Gradiente

Sgr, owner of 80% ofcompany capital (the Taddeucci family

holds the remaining 20%), asks that we continue creating company

value, and not just from the patrimonial / financial point of view,

but also in terms of the organization and the processes. For our customers,

on the other hand, we want to always be capable of supplying

them with unique products, items capable of amazing and thrilling,

always endeavoring to be more reliable, offering an impeccable

service package.”

How is the s-s collection for 2020 coming along?

"It’s still early to say, but the initial signals are quite positive. At Pitti

we say a great deal of interest in our products (the stand was, indeed,

very high-impact) on the part of some highly qualified buyers.

I think we have managed to achieve our goal of presenting a collection

deeply respectful of the Olivo spirit and, if possible, even more

in tune with the expectations of our customers. We have already

had a great requests for small trial orders, samples, if you will, and

this is getting our hopes up regarding future sales.


www.modamakers.it

14 - 16 MAY 2019

CARPI - ITALY

from 9:00 to 18:00

7

THE ITALIAN LEADING KNITS & CLOTHING

TRADE SHOW

.MODAMAKERS.IT

THAT ALLOWS YOU

ESS PLUS BENEFITS

CARPI FASHION

SYSTEM CENTER

VIALE DELL’AGRICOLTURA, 43

CARPI (MO)

ITALY

CONTACT:

info@modamakers.it

INFO LINE + WHATSAPP:

+39 346 476 5668

Get your free ticket today

REGISTER ON WWW.MODAMAKERS.IT

TO OBTAIN THE PASS THAT ALLOWS YOU

UNLIMITED 3 DAYS ACCESS PLUS BENEFITS

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!