Allure Magazine (2-2019)

EsteticaNetwork

Fondata nel 1978, Allure è il trade magazine di riferimento dei comparti bellezza/profumeria/cosmesi. Il suo attuale obiettivo: avvicinare sempre di più industria e profumeria, diventando così uno strumento indispensabile per tutti gli operatori del settore. Prestigiose firme del mondo della bellezza garantiscono ad Allure contenuti esclusivi, incisivi, di sicuro impatto.

e servizi con lo scopo di massimizzare

l’efficace utilizzazione delle risorse

e diminuire l’impatto sull’ambiente

riutilizzando i materiali in

successivi cicli produttivi..

A questo proposito già dal 2015 la

Commissione europea ha adottato

un piano d’azione per contribuire

ad accelerare la transizione dell’Europa

verso una circular economy,

stimolare la competitività a livello

mondiale, promuovere una crescita

economica sostenibile. Cinquantaquattro

misure per “chiudere il cerchio”

del ciclo di vita dei prodotti:

dalla produzione al consumo fino

alla gestione dei rifiuti e al mercato

delle materie prime secondarie. Tra

gli obiettivi da raggiungere, due

sono particolarmente significativi:

• aumentare entro il 2030 il tasso

di riciclo negli Stati membri (fino

al 70% dei rifiuti urbani e fino

all’80% dei rifiuti di imballaggio);

• vietare, entro il 2025, il collocamento

in discarica di rifiuti riciclabili

e biodegradabili.

Economia circolare e sostenibilità

sono oggi punti di riferimento importanti

anche per l’industria

cosmetica dove aziende virtuose e

organizzazioni attive su tali temi

stanno sviluppando e promuovendo

prodotti formulati con ingredienti

ottenuti da fonti rinnovabili e sostenibili,

biologici, biodegradabili,

prodotti chimici realizzati seguendo

i principi della chimica verde.

LE MATERIE PLASTICHE: I CONSUMI

IN ITALIA ED IN EUROPA

EUROPA

IMBALLAGGIO

39,9%

ALTRO

24,2%

51.2 Mio t

EDILIZIA

19,7%

ridurre

riciclare

riutiliz

zare

AUTO 10,0%

E&E 6,2%

“Bisogna sperimentare, innovare,

seguendo gli input e gli obiettivi

che si pone la comunità internazionale

sui grandi temi ambientali - ha

dichiarato Paolo Foglia, Non Food

Certification Manager di Icea, Istituto

per la Certificazione Etica e

Ambientale - Dobbiamo però muoverci

insieme: ricercatori, consorzi

del riciclo, chimica verde e imprese.

La soluzione non è semplice

e richiede il confronto attivo e la

collaborazione tra attori diversi

di tutta la filiera”.

“Prendi una cosa qualsiasi in natura

e scoprirai che è legata

a tutto il resto dell’universo”

John Muir

IMBALLAGGIO

42,0%

EDILIZIA

14,1%

ITALIA

ALTRO

30,8%

AUTO 7,4%

7.1 Mio t

Dati Plastics Europe 2017

Contenuto & contenitore

Secondo i principi della circular economy

due sono le componenti chiave

del prodotto cosmetico sui quali

agire: il contenuto, che deve essere

sempre più naturale e biodegradabile,

e il contenitore, la cui ottimizzazione

mira a ridurre l’impatto dei

materiali, il peso e il volume,

aumentando invece il riciclo.

Il primo passo è applicare alla cosmesi

la cosiddetta bioeconomia:

diminuire il numero di ingredienti,

favorire l’uso di prodotti di origine

naturale garantendo che siano riproducibili

o che rispettino l’ambiente,

sostituire quanto più possibile le

materie non rinnovabili con quelle

rinnovabili. Alidans - azienda che

nasce dall’idea di Daniele Pietra

e Alice Borghini di mettere la loro

esperienza professionale a disposizione

di clienti in cerca di supporto

scientifico e regolatorio per lo sviluppo

di prodotti per la salute - ha

dimostrato come sia possibile ricavare

ingredienti attivi cosmetici da

sottoprodotti di origine vegetale. Un

esempio fra tutti, il silverskin, un

particolare scarto industriale organico,

da 7500 tonnellate l’anno, che

E&E

5,7%

More magazines by this user
Similar magazines