Lippo luglio agosto

maiors

Lippo

notizie

LUGLIO/AGOSTO

2019

Notiziario a diffusione interna della A. S. D. PODISTICA LIPPO CALDERARA

LA MARCIA DEI TORI


Luglio/Agosto2019

Hanno collaborato

a questo numero

Enzo Franchini-

Francesco Comastri

Erio Comastri

Andrea Balboni

Enrico Fiori

Giuseppe Cracchi

Antonio Ramunni

Archivio Foto Lippo

Erio Comastr

Federica Laghi

Cesarina Tugnoli

Impaginazione e Grafica

Claudio Cevenini

La collaborazione al notiziario

è un dovere di tutti i soci,

ogni pensiero scritto

diventa storia

“Un viaggio lungo mille

chilometri

Inizia con un piccolo

passo”

Redazione di LIPPO NOTIZIE

Via Garibaldi 6

40012 CALDERARA DI RENO

Articoli Foto e Redazionali

Sito Web:

http/www. Lippomaratona.com

GLI ARRETRATI DI

LIPPO-NOTIZIE

SONO CONSULTABILI

PRESSO LA

BIBLIOTECA COMUNALE DI

CALDERARA DI RENO

PODISTICA LIPPO CALDERARA

Associazione Sportiva Dilettantistica

Luglio/Agosto 2019


CONSIGLIO DIRETTIVO di giovedì 06/06/2019 a Calderara di Reno

Consiglieri e soci presenti: Sirti Lino, Franchini Enzo, Bonfiglioli Giuseppe, Sandrolini Lucia, Zucchelli Sergio,

Balboni Andrea, Massimi Alberto, Di Marco Attilio, Zanella Ettore, Faenza Giorgio, Cracchi Giuseppe, Grazia

Cesare, Pasotti Teresa, Sarti Silvia e Mozzato Maurizio.

Il presidente Sirti Lino, dopo il cordiale saluto ai presenti, traccia un bilancio della 44.ma edizione della corsa

del Lippo; il tempo ci ha graziati, nel senso che durante la camminata non è piovuto come nei giorni precedenti e

seguenti. I camminatori iscritti sono stati 850 circa mentre i competitivi erano oltre i 200.

È inspiegabile quello che è successo con la classifica dei gruppi; gli errori erano talmente tanti che c’è voluto del

tempo per venirne a capo; molto probabilmente non sono stati sommati ai camminatori gli atleti della competitiva.

Dal punto di vista economico non abbiamo ancora i dati definitivi, ma dovremmo essere vicini al pareggio. Una

citazione particolare va rivolta ai tre volontari che sabato pomeriggio, sfidando l’abbondante pioggia, si sono

impegnati a tracciare il percorso: Zanella, Bonfiglioli e Grazia: sono stati veramente bravi.

Al Comitato Podistico hanno rilevato la mancanza di una partenza ufficiale della non competitiva, ma dal momento

che la partenza era libera, non ce n’era bisogno. Entrambi i percorsi hanno riscontrato il gradimento dei partecipanti,

fattore da tenere in considerazione per il prossimo anno. Durante lo svolgimento della settimana calderarese, si è

registrato un valido aiuto da parte del gruppo podistico; ciò deporrà a favore di un giusto riconoscimento economico

a favore del gruppo.

Teresa e Maurizio fanno giustamente notare come, sull’ultimo numero del notiziario, siano presenti tante foto dei

competitivi e solo una, piccola, in bianco e nero dei camminatori. Occorre capire come mai ci sia questa disparità;

se c’è stato qualche disguido oppure se sono mancate le collaborazioni da parte dei camminatori; qualcuno aveva

promesso che avrebbe scritto sulle attività giovanili, ma al momento non si sono registrati articoli del genere. Il

giornalino vive con la collaborazione di tutti, quindi è giusto che i soci si facciano avanti e scrivano, inviino articoli,

foto ecc.. .

La camminata della Festa dell’Unità di Castelletto è stata confermata mentre quella del Lippo, in assenza della

relativa festa, incontrerebbe troppe difficoltà oganizzative ed economiche. Se la festa verrà organizzata in settembre,

solo allora si potrebbe riprendere in esame la camminata, ma non disgiuntamente. Si conferma l’attribuzione dei

5 punti ai volontati che si recheranno a Suviana in occasione dello svolgimento della maratona/maratonina, come

successo negli anni scorsi.

Il prossimo consiglio avrà luogo giovedì 11 luglio 2019.

Alle 22,15, non essendoci altro da deliberare, la riunione ha termine.

Il Presidente

Sirti Lino

Il Segretario

Enzo Franchini


2008 QUARTA PARTE

MARINA, DANILO E ANDREA

Erio Comastri

Una bella notizia arriva dalla Toscana.. dal 2 al 7 giugno sono andate

in scena le cinque tappe del 9° giro della Val d’Orcia, con le frazioni

di Radicofani, la cronoscalata di Vallerese, la notturna di San Quirico,

poi Campiglia d’Orcia e frazione finale nella bellissima Pienza. Tanti

complimenti alla nostra Marina De Biase che ha vinto alla grande

la classifica femminile col tempo finale complessivo di 2h58’50’’

piazzandosi al 16° posto assoluto.

Domenica 29 giugno dalla piazza del Duomo di Pistoia prende il

via la 50 km che si inerpica fino ai 1400 metri dell’Abetone. Pronti

via si mette alla testa Roberto Barbi e va, ma al 36° km quando è da

poco iniziata la lunga salita finale è costretto alla resa, dolorante a una

gamba e disidratato, così lascia campo aperto a Andrea Siciliani che

va a vincere in 3h51’53’’ e Daniele Giusti 2° in 3h55’13’’, al 21° posto il

nostro piccolo grande scalatore Gianluca Di Meo, che si sta misurando

in distanze sempre più lunghe, in 4h34’50’’. La forte portacolori del

Granarolo, Roberta Monari stravince in 4h31’57’’ distanziando Sonia

Ceretto di quasi 22 minuti.

Domenica 13 luglio volo sui monti, alla Berzantina, per partecipare

alla 32° corsa omonima di 12,4 km che parte e arriva a poche decine di metri dalla stazione di Porretta.

Mancano venti minuti alla partenza e mentre mi sto riscaldando, una pratica una volta a me sconosciuta

ma diventata abituale da quando con la vecchiaia vado molto più piano, comunque vedo parcheggiare

uno dei personaggi più unici e misteriosi che io conosca… Andrea De Bellis, scende dall’auto e viene a

salutarmi e io apprensivo gli dico “Andrea vatti a iscrivere fra un po’ si parte” la sua risposta è sconcertante

“Beh forse hai ragione, mi cambio subito così passo a salutare Romano e faccio con calma”. Sono più di

vent’anni che lo conosco ed è sempre stato così, spunta dal nulla quando il giudice alza la pistola e a volte

rincorre il gruppo che è già partito, le sue apparizioni sono ormai rare come quelle della Madonna, è

sempre tranquillamente in ritardo e va forte, infatti anche questa mattina è il primo del Lippo con il suo

20° posto, 21° Danilo Manfredini anche lui sempre più forte e magro, 30° Andrea Accorsi e 78° arrivo io.

Vince Simone Gagliano dell’Atletica Faenza, al 2° posto Khalid Tassini e al 3° Davide Lanzarini. Sandra

Bergamini della Formiginese precede sul podio Manuela Cremonini del Sant’Agata e la nostra Monica

Barchetti, al 6° posto Marina DeBiase e 2° di categoria Silvia Fasulo.

Domenica 20 la scena podistica si sposta a Rocca di Roffeno dove si corre il giro dei Due Castelli di 11

km e incredibilmente si ripete il miracolo dell’apparizione, quindi Andrea De Bellis arriva 22°, Danilo

Manfredini 26°, Giordano Degli Esposti 83° e io 94°. Massimo Tocchio della Gabbi vince, seguito da Luigi

Guidetti e Carlo Spinelli Berile. In campo femminile trionfa ancora Sandra Bergamini della Formiginese

seguita da Rosa Alfieri e Daniela Spillotti, al 4° posto una grande Marina De Biase e al 3° di categoria Silvia

Fasulo. Nelle gare giovanili ancora una bella vittoria fra le esordienti di Diana Pasquini e un buon 2 ° posto

per Jacopo Vecchi fra gli allievi. Al termine della gara, per sbaglio ho lasciato la canotta sudata sulla borsa di

sua santità Fernando Olezzi, uno che correndo all’indietro e all’avanti è comunque sempre sul podio, spero

abbia preso la giusta benedizione perché da tempo non vinco più un tubo. Il 12 luglio, proprio a Rocca di


Roffeno, è stata inaugurato il monumento al podista voluto dal signor Franco Faccioli presidente della pro

loco locale. L’opera è una sagoma di ferro alta 2 metri raffigurante un podista su una base di grossi sassi ed

è posta nel giardino Grimaldi da cui si può godere di una suggestiva panoramica sulla vallata. Mentre io

sto sguazzando nello stupendo mare del golfo di Policastro, ogni tanto in ferie bisogna andare, domenica

27 si corre il Salto del Cervo di 16,3 km a Castiglion di Pepoli. Khalid Tassini della Blizzard vince la dura

gara seguito da Luigi Manfrini del Ponte Lungo e Memmo Cesareo della Lumega, il superlativo Danilo

Manfredini arriva 11°, Giuliano Casari dopo aver vinto la combinata Dieci Colli di ciclismo e maratona

dei Castelli sembra provarci sul serio con la corsa a piedi e aggi arriva 15°, subito dopo 17° arriva Mauro

Chiari. Parla toscano il podio femminile con la vittoria di Rosa Cusello dei Runners Barberino, il 2° posto

di Marina De Biase del Calderara e il 3° di Paola Pignatelli del Silvano Fedi. Al ritorno a Calderara dopo la

vacanza ho ritrovato la canotta benedetta nella buchetta pulita e ripegata dentro una bustina, grazie a sua

maestà Fernando e al postino Romano.

Domenica 3 agosto gli stacanovisti della montagna si ritrovano a Castelluccio di Porretta per correre la

Marcia Verde di 16 km, un percorso bellissimo fra boschi lussureggianti di faggio, castagni, querce e il

suggestivo arrivo nel cortile all’interno del castello. Emanuele Cecconi della Gabbi vince precedendo il

compagno di squadra Fausto Barbieri, 3° Fabio Zambelli del Castenaso, 4° Giuseppe Calabrese ancora della

Gabbi e 5° Danilo Manfredini del Calderara che è andato veramente

come un treno e ha anticipato anche Andrea De Bellis arrivato

13° ma probabilmente sarà partito in ritardo. Silvia Lucchi vince e

completa il dominio Gabbi.

Domenica 10 si corre a Porretta Terme un circuito cittadino di 2,300

km da ripetere tre volte ricco di curve e con un tratto di salita bello

tosto, la gara è divisa in due, la prima partenza riguarda tutte le

categorie femminili e le due categorie veterani maschili, queste ultime

vinte da toscano Franco Dami della Silvano Fedi e dal mio amicone

Massimo Restani della Gabbi. Vince ancora Sandra Bergamini della

Formiginese, al 6° posto Marina De Biase scortata da Romano Pierli

fresco di ritorno alle gare dopo un intervento chirurgico. Poi tocca al

resto dei maschi con parecchi toscani presenti e infatti vince Massimo

Mei dell’atletica Castello che precede due Bruzzi, Gianni dell’atletica

Faenza e Alessandro dell’Olimpia Vignola, 63° arriva Giordano Degli

Esposti e 65° arrivo io. Il giorno di Ferragosto, classico appuntamento

di alta montagna a Baigno. Dopo 10 km belli tosti Rudy Montagnoli

vince correndo a torso nudo e i giudici piuttosto incacchiati alla fine

chiudono un occhio e non lo squalificano, al 2° posto il vincitore

dello scorso anno Andrea Bernabei. La nostra splendida coppia Manfredini De Bellis è ancora sugli scudi

ed entrambi conquistano l’8° posto nelle rispettive categorie. Vittoria rosa per la romagnola Guizzardi

campionessa di orienteering e Silvia Fasulo è ancora 2° della sua categoria.

Domenica 17 al parco Cavaioni c’è la camminata dei colli bolognesi di 10 km, corsa nata per l’infinita

voglia di fare di Angelo Pareschi e allora vado a farmi un bel allenamento tosto su per le rampe di Monte

Donato. La corsa non è competitiva e comunque arriva 1° Andrea De Bellis, come si dice…l’appetito vien

mangiando e adesso Danilo e Andrea hanno una gran fame


API GALLE E GALLI

Erio Comastri

Nella serata di martedì 14 maggio un clima

decisamente freddo con nubi minacciose

accoglie ad Anzola Emilia i partecipanti alla

staffetta di primavera 2° prova del campionato

provinciale UISP, il percorso di 900 mt. è

da percorrere due volte a testa alternandosi,

ritornano i galli con formazione decisamente

più esperta, sono rimasto io, è tornato Ubaldo

dopo due anni e fa il suo esordio sua eminenza

gambero Fernando, quindi il divertimento è

assicurato. Nella categoria C Maschile con 13

squadre al via, vince una delle 4 squadre miste di marca Pontelungo, naturalmente nessuna partecipa

al campionato UISP come del resto tutte le partecipanti alle varie categorie… ma! Per noi Galli 8°

posto e 4° UISP con Antonio Ubaldo Ramunni, Erio Comastri e Fernando Olezzi. Nella categoria E

femminile vinta dall’Acquadela, 2° posto per le Api del Lippo con Monica Barchetti, Loretta Rubini e

Maria Marchesi e 4° per le Galle del Lippo con Angela Fosnea, Claudia Fanti e Barbara Wiza. Tracce

di Calderara anche nella cat. A maschile col 3° posto degli Ancora Giovani con Enzo Roncarati,

Giordano Malaguti e Francesco Massimi, e il 6° posto del Lippo-Monte San Pietro di Andrea

Balboni, Giordano Franchini e Matteo Bandiera. Martedì 21 terza prova sul prato del Pontelungo che

nonostante le continue abbondanti piogge è in ottimo stato e il lungo toboga di 1000 metri risulta

abbastanza scorrevole. Nella cat. C con ben 15 squadre al via, già sono sempre di più i vecchi, vittoria

della debuttante atletica Zola con Arbusti-Favaron e Conti

e 9° posto per i Galli. Nella cat. E vittoria delle Ferrari del

San Rafael e 2° posto per le Api con Simona Barchetti

al posto di Ilaria Marchesi la quale corre con le Galle,

Emanuela Sitta e Angela Fosnea arrivano al 4° posto, al 5°

le Wild del Lippo con Barbara Wiza, Maria Cambareri e

Claudia Fanti. Nella cat. A 5° posto per il Lippo-Monte San

Pietro e 7° per gli Ancora Giovani. Venerdì 31, 4° prova

sulla pista di atletica e prato circostante di Castenaso,

sulla distanza di 1200 metri a cranio. Nella cat. C ancora

vittoria per l’Atletica Zola e 7° posto per i Galli. Nella E

rivincono le Ferrari con le Api che pungono subito dietro

e le Galle al 3° posto con Marchesi-Wiza e Fosnea. Nella A

vinta dal Castenaso, 6° posto per gli Ancora Giovani e 7°

per il Lippo-Monte San Pietro.

Martedì 4 giugno è la volta della staffetta del Pioppeto Mattei a Bologna sull’ultra classico percorso

di 1050 mt.. Nella Cat. C. i “Galli” conquistano l’8° posto con ben 16 squadre al via. Nella Cat. B

19° posto con 21 squadre per le “Generazioni perdute” del Lippo con Franchini Enzo, Franchini

Giordano e Fabrizio Soldati. Nella Cat. A 9° posto per gli “Ancora giovan” e 12° per il Lippo-Monte

S.Pietro. Infine nella Cat. E femminile vittoria per le”Api”, 4° posto per le “Galle” e 6° per le “Wild”.


CASTENASO E LIPPO

Domenica 12 maggio tutti a Castenaso per una bella

corsetta sotto la pioggia. Nella 5 km riservata alle femmine

e ai maschi over 60, vittoria per Judit Varga dell’Edera Forlì

in 18’58’’, mentre il primo di tutti i veterani è Ugo Moroni

dell’AVIS Castel San Pietro in 19’21’’. Nella categoria O

Angela Fosnea è 11° in 25’33’’ e Cristina Massimi 19°

in 28’35’’. Nella categoria R Barbara Wiza è 6° in 25’02’’,

Claudia Fanti 7° in 25’24’’ e Maria Cambareri 10° in 26’08’’.

Carmine Bruno vince la categoria H in 30’29’’. Nella cat. F

Antonio Ramunni è 8° in 24’27’’ e Rocco Jannolo 17° in

28’30’’, nella cat. G Fernando Olezzi è 10° in 26’51’’ e Alberto Massimi 13° in 31’33’’. Unico dei nostri nella cat.

E Andrea Borsari, questa mattina nonno Montoya ha la testa fra le nuvole cariche d’acqua e comunque arriva

13° in 22’38’’. Nella 10 km vinta da Emanuele Generali del Castenaso in 32’08’’, 26° arriva Andrea Venezia in

37’29’’, 124° Graziano Falchieri in 43’49’’, 125° Marco Pugnoli in 43’51’’ e 146° Mirko Zanetti in 44’54’’.

Inverno secco arido e tarda primavera super-bagnata, la pioggia continua a scendere martellante, quindi la

6° edizione della 5 miglia del Lippo subisce una modifica del percorso, non c’è più il tratto sterrato sull’argine

del Reno e perciò le miglia diventano 4,5 cioè 7,4 km. Le previsioni meteo per domenica 19 dicono pioggia

e non sbagliano, però c’è una tregua nel primo mattino e l’acqua arriva quando gli ultimi della gara stanno

arrivando, io che ho fatto da apripista in bici sento i primi goccioloni e faccio una volata a casa, ma ci arrivo

bagnato come una trota. Veniamo alla gara, alle 9.15 pronti via c’è subito una fuga solitaria, Fabrizio Mazzera

dell’Atletica Melito prende una cinquantina di metri su Arturo Ginosa il quale inizia subito la rimonta e

all’altezza delle scuole di San Vitale, quando si torna indietro lo sorpassa e va, all’arrivo Arturo vince in

23’57’’ con 45’’ di vantaggio su Fabrizio, poi c’è una volata a due per il terzo posto vinta da Riccardo Vanetti

dell’Atletica Melito su Maurizio Caterino del Gnarro Jet Mattei in 25’44’’. Trionfo rosa per Francesca Ravelli

del Pontelungo in 28’24’’, al 2° posto Carlotta Masotti del Saragozza in 29’09’’ e al 3° Oksana Diamanti del

Blizzard in 29’52’’. Una vittoria anche per il Calderara con Maria Cambareri prima di categoria in 37’13’’.

MARCIA DEI TORI

Il maltempo la fa da padrone anche nel fine settimana di sabato 25 e domenica 26

maggio, dal cielo arriva tanta acqua per la 100 km del Passatore, vinta quest’anno

da Marco Menegardi dell’Atletica Bergamo in 7h12’48’’ e dalla croata Nicolina

Sustic in 7h31’05’’, a c’è anche chi nonostante il tempaccio sale a Capanno Tassoni

sul Cimone per partecipare alla Marcia dei Tori, così domenica mattina più di

trecento concorrenti sono al via di questo trail incuranti del meteo. Al momento

della partenza piove debolmente, il percorso per motivi di sicurezza da 20 km è

stato accorciato a 14, lungo i sentieri c’è tanto fango, correre è quasi impossibile,

la pioggia nel corso della mattina riprende a scendere con intensità, qualcuno è

già arrivato, ma i più se la prendono tutta. Vincono Loris Zanni dell’Amorotto

in 1h21’35’’ e Manuela Marcolini del 3.30’’ Team in 1h41’15’’. Scorrendo la lunga

classifica generale trovo Francesco Massimi 50° in 1h51’57’’, Enzo Roncarati 54° in 1h52’21’’, poi un trio in

2h22’23’’, 207° Marco Puglioli, 208° Graziano Falchieri, 209° Luigi Vandelli, poi 213° Andrea Balboni in

2h23’50’’, Antonio Ramunni 258° in 2h48’16’’, al 280° Barbara Wiza in 2h51’06’’ e al 282° Cristina Massimi

in 2h51’33’’.


Socio Tot. 1 3 5 10 12 17 19 24 26 27 29 31 Tot. Socio Tot. 1 3 5 10 12 17 19 24 26 27 29 31 Tot.

Accapaticcio Rita 192 5 5 2 5 2 5 5 221 Fanti Claudia 32 5 37

Amatruda Vincenzo 0 0 Fasulo Silvia 44 5 2 5 2 2 60

Angelini Mirko 31 31 Fiori Enrico 87 2 2 2 5 2 100

Angelini Rosanna 192 5 5 5 5 5 217 Fiorini Edda 113 5 2 120

Angiolini Fabrizio 16 16 Formica Luca 164 5 2 2 5 5 183

Angiolini Secondo 180 5 2 5 5 5 202 Formica Romana 103 2 2 107

Aurienna Giovanni 81 2 2 2 2 2 91 Formica Romano 134 5 2 5 146

Azzolini Rosanna 102 2 2 2 2 2 112 Formica Stefano 124 2 2 2 5 135

Balboni Agostino 76 5 5 86 Fosnea Angela 62 5 5 2 74

Balboni Andrea 129 5 2 5 2 5 2 5 2 2 159 Francesconi Daniela 84 5 2 2 2 95

Balboni Daniele 55 5 60 Franchini Enzo 70 5 2 5 2 2 86

Becchelli Beatrice 158 5 2 5 2 172 Franchini Giordano 47 5 5 2 59

Benfenati Daniele 161 2 2 5 2 2 2 2 2 180 Gazzoni Gianluca 185 5 5 5 5 2 207

Benvenuti Lorenzo 44 44 Gherardi Augusto 102 5 5 2 2 2 118

Benvenuti Stefano 111 5 116 Ghinazzi Edoardo 195 5 5 5 5 5 220

Bevilaqua Andrea 5 5 Giampaolo Giuseppe 162 5 5 5 5 5 187

Bianchi Gianni 196 5 2 2 5 2 5 2 5 2 2 228 Giardini Guido 158 5 2 5 2 172

Bigi Giuliana 153 2 2 2 2 2 2 165 Gilli Rinaldo 2 2

Bisetti Ivan 2 2 Giordani Alessandro 5 5

Bonfiglioli Giuseppe 182 5 2 5 2 5 5 206 Giovagnovi Gabriella 168 5 5 5 5 5 193

Bonfiglioli Vanessa 6 6 Giuliani Giulio 163 5 5 2 5 180

Boni Federico 8 8 Govoni Fabio 75 5 2 82

Boni Massimo 0 0 Govoni Giacomo 141 5 2 148

Bonini Anna 20 2 22 Grasso Giuseppina 123 2 2 2 2 2 133

Bonini Filippo 18 2 2 22 Grazia Cesare 175 5 2 5 2 5 2 5 2 5 2 210

Bontadini Gerardo 177 5 5 5 5 2 199 Gruppioni Mauro 174 5 2 5 5 191

Borsari Andrea 45 5 50 Iannolo Rocco 190 5 5 2 5 2 5 2 5 2 223

Brugnoli Roberto 84 5 5 2 2 98 Jussi Sandra 0 0

Bruno Carmine 182 5 5 5 5 5 207 Laffi Lina 177 5 5 5 5 2 199

Bussolari Emanuela 192 5 2 5 2 5 2 5 2 2 2 2 2 228 Lambertini Masimo 28 5 33

Bussolari Giancarlo 189 5 2 2 2 5 2 5 2 2 2 2 2 222 La Neve Marino 0 0

Cambaleri Maria 190 5 5 2 5 2 5 2 5 2 223 Lazzarin Daniela 161 2 2 5 2 2 2 2 2 180

Cangini Mirella 120 2 2 5 2 2 133 Lelli Maria 115 5 2 122

Carletti Ilario 167 5 2 5 2 5 2 188 Libanoro Luciano 199 5 2 5 2 5 2 5 2 5 2 2 236

Carotenuto Raffaele 5 5 Lipparini Angela 90 5 5 100

Castellani Viviano 153 2 5 5 2 5 172 Lipparini Romana 183 5 2 5 5 5 205

Cecchetto Alberto 70 5 5 2 2 84 Lombardo Pontillo 31 5 2 5 2 2 47

Cecchetto Mauro 76 5 2 5 2 5 5 2 2 2 106 Magagnoli Luca 30 5 2 37

Chillà Massimo 7 7 Maini Vittorio 171 5 5 5 5 5 196

Chirco Giovanna 182 5 5 5 5 5 207 Malferrari Anna 167 5 2 5 5 5 2 191

Civolani Marisa 93 2 2 5 5 2 109 Mainiero Manuele 27 27

Cludi Marzia 51 5 5 61 Marani Luciano 177 5 2 2 2 2 2 5 197

Comastri Erio 12 5 5 22 Marchesi Manuela 196 5 2 2 5 2 5 2 5 2 2 228

Cracchi Giuseppe 195 5 5 5 5 5 220 Marsella Anna 183 5 2 5 5 5 205

Cremonini Claudio 78 2 2 2 2 2 88 Massimi Alberto 172 5 2 2 5 2 5 2 5 2 2 2 206

Degli Esposti Fabio 27 27 Massimi Cristina 80 5 5 5 2 97

Dell' Orto Albertina 162 5 5 5 5 5 187 Massimi Francesco 60 5 5 2 72

Dell' Uva Lorenzo 2 2 Mazzoni Anna 178 5 2 2 5 5 197

Di Biase Marina 0 0 Meliconi Serafino 84 2 2 2 2 2 94

Di Marco Attilio 75 5 80 Montaguti Romano 136 2 5 5 148

Ecchia Mario 199 5 2 5 2 5 2 5 2 5 2 2 2 238 Morgese Gianluca 73 5 5 83

Faenza Giorgio 187 5 2 5 2 5 2 5 2 5 2 2 2 226 Moschetta Paolo 123 2 2 2 2 2 133

Falchieri Graziano 86 5 5 5 101 Moschini Marco 4 4

ATTENZIONE: PER EVENTUALI CORREZIONI COMUNICARLE A CRACCHI ENTRO E

NON OLTRE LA FINE DEL MESE DI PUBBLICAZIONE DEL GIORNALINO

IN CASO CONTRARIO NON SARANNO CONTEGGIATE.


Socio Tot. 1 3 5 10 12 17 19 24 26 27 29 31 Tot. Socio Tot. 1 3 5 10 12 17 19 24 26 27 29 31 Tot.

Mozzato Maurizio 193 5 2 5 2 5 2 5 2 5 2 2 230 SIRTI LINO - PRES. 171 5 5 5 2 188

Olezzi Fernando 62 5 5 5 77 Sitta Emanuela 5 5

Olivieri Daneila 89 2 2 5 2 2 102 Soldati Fabrizio 177 2 2 5 5 5 196

Pasotti Maria Teresa 199 5 2 5 2 5 2 5 2 5 2 2 2 238 Tassi Francesco 2 2

Pasquali Bruno 192 5 5 2 5 2 5 2 2 2 2 2 226 Tentarelli Giovanni 156 2 2 5 5 2 172

Pasquali Cecilia 150 5 2 5 2 2 2 2 2 172 Tilomelli Sergio 96 2 2 2 2 2 106

Pederzani Giuseppe 179 5 2 2 5 2 5 2 2 2 2 2 210 Trebbi Marco 23 2 25

Pirani Stefano 12 2 14 Tredicini Iames 9 9

Poli Sandra 183 5 5 5 5 2 2 207 Tugnoli Cesarina 150 2 2 5 2 5 166

Poli Bice 189 5 5 2 5 2 5 2 5 2 2 224 Ugolini Stefano 44 2 46

Puglioli Marco 64 5 5 5 79 Ungarelli Fausto 183 2 2 2 5 194

Ramunni Antonio 107 5 5 2 119 Vandelli Luigi 47 5 52

Ricci Rosita 139 5 2 146 Vanzini Vania 149 5 2 5 2 5 2 5 2 5 182

Roda Michele 12 5 5 22 Venezia Andrea 95 5 5 105

Romanini Lillia 87 2 2 2 5 2 100 Viscido Anna 15 15

Rossi Pier Luca 146 5 5 2 5 2 5 170 Wiza Barbara Ann 105 5 5 2 117

Rubini Loretta 0 0 Zanella Ettore 187 5 2 5 2 2 5 2 5 2 2 219

Sandrolini Lucia 183 5 5 5 5 5 208 Zanetti Mirco 55 5 5 5 70

Sarti Emanuela 192 5 5 5 5 5 217 Zanotti Paolo 12 12

Sarti Silvia 193 5 2 5 2 5 2 5 2 5 2 2 230 Zucchelli Cristina 2 2

Scarsetto Ornella 84 5 2 5 2 5 5 2 2 2 114 Zucchelli Sergio 7 7

Semeraroi Maria 4 4 Zuccheri Marco 96 5 2 5 108

Setti Luca 0 0 Zullo Salvatore 189 5 5 5 5 5 214


CRONOSCALATA VADO-NUVOLETO

Erio Comastri

Il circolo San Filippo Neri e il gruppo sportivo di Vado, organizzano la

prima cronoscalata che dai 167 metri di Vado arriva ai 612 di Nuvoleto in

4,530 km. In mattinata corrono i ciclisti in mountain bike e nel pomeriggio i

podisti, quindi verso le 14 io, Chicco e la Paola arriviamo al centro sportivo

di Vado per masticare un po’ di salita. Alle 15 cominciano le partenze,

alle 15,22 parto io e Chicco parte subito dopo a un minuto. Breve tratto

quasi pari poi subito un duro strappo che porta al cimitero seguito da una

breve discesa e si ricomincia a salire, incontro la Paola che mi fa una foto,

la strada diventa sterrata e si arriva a un autentico muro dove per salire

hanno messo il cemento, sorpasso il concorrente partito davanti, si torna

sullo sterrato e sarà così fino all’arrivo, sorpasso diversi podisti sfiniti e un

paio di gamba svelta mi sorpassano. Finalmente dopo tanta dura salita vedo

la scritta Nuvoleto e in lontananza il gonfiabile d’arrivo, volata finale per

arrivare sul prato della vetta, mi volto e vedo arrivare Chicco con grande

spinta. Dopo tanta pioggia oggi c’è il sole e da quassù si gode un panorama

mozzafiato, da un versante la valle del Setta

e dall’altro quella del Reno, il tutto vestito

di prati e boschi di un verde smagliante.

Facciamo qualche foto, ingurgitiamo una

fetta di pane e Nutella, poi giù per tornare

a Vado. La discesa sembra non finire più,

ma davvero abbiamo fatto tanta salita?

All’arrivo troviamo la Paola e in attesa delle

premiazioni seguiamo l’arrivo del tappone

dolomitico del Giro d’Italia sullo smartphone. Intanto riappare anche sua

santità Fernando, già anche lui si è fatto la scalata ma dal suo volto non

traspare una particolare fatica. Arriva il momento delle premiazioni…Il

vincitore è Riccardo Vanetti dell’Atletica Melito in 24’23’’ che anticipa di

6’’ Arturo Ginosa della Lolli e di 23’’ Robert Ferrari del 3,30 Running, al

4° posto Filippo Fiorini dell’Orecchiella Garfagnana in 26’28’’ e 5° Michele

Conti dell’Atletica Zola, 19° arriva Francesco Comastri in 32’21’’, 21° e 1°

di categoria Erio Comastri in 32’27’’, 30° e 1° di categoria Fernando Olezzi

in 37’14’’. La prima donna è Samanta Bonaccorsi della Gabbi in 32’04’’, al

2° posto Federica Boschetti dell’MDS Sassuolo in 32’43’’ e l 3° Emanuela

Sitta del G.P. Cagnon in 34’19’’. In contemporanea va in scena una gara

particolare, la decina edizione del 10000 mt ricavato in un circuito che gira

sui ponti di Calatrava a Reggio Emilia, la classifica con 190 arrivati vede al 1°

posto Andrea Bergianti della società Futura in 33’23’’ e Francesca Ravelli del

Pontelungo in 39’17’’, ottima gara per Andrea Venezia 20° in 38’06’’.


MONTANARA DI VERGATO

Le previsioni meteo sono inquietanti, una temperatura percepita di 3 gradi, vento, pioggia, neve sui colli

più alti, eppure domenica 4 Maggio si corre la Montanara di Vergato e non posso mancare, durante il

viaggio arriva qualche scroscio d’acqua, ma all’arrivo a Vergato le ire di Giove si placano e pian piano arriva

anche il sole, incredibilmente al momento della partenza il cielo è quasi tutto azzurro e fa anche abbastanza

caldo, così tolgo la termica a maniche lunghe e via in salita in maglietta gialla. Dopo 7 km arriva la prima

discesa sterrata, arriva da dietro Giordano il discesista pazzo e arrivano anche nubi minacciose, il meteo

cambia di botto, folate di vento freddo e pioggia scrosciante, ma ormai sono caldissimo e nel lungo su

e giù sul crinale mi sento bene nonostante la bufera, poi inizia la lunga discesa e il vento si placa un po’,

Giordano Degli Esposti vola via, io seguo un po’ a distanza la scia di Mirko Zanetti e recupero qualche

posizione, quando ormai Vergato è vicino arriva Gianni Volta, mette la freccia e và, provo a seguirlo ma

all’arrivo in Piazza Capitani della Montagna mi anticipa di 18”. Vince Arturo Ginosa della Lolli che impiega

1h02’07” a completare i 16,4 km, al 2° posto arriva Alberto Bonvento del Pontelungo a 1’04”, 3° Riccardo

Vanetti a 1’23” dell’Atletica Melito, 30° Marco Puglioli in 1h18’11”, 33° Enzo Roncarati in 1h18’43”, 38°

Mirko Zanetti in 1h20’50”, 41° Erio Comastri in 1h21’17”, 67° e 2° di categoria Fernando Olezzi in 1h33’10”.

Francesca Ravelli del Pontelungo trionfa in 1h3’12” distanziando Francesca Battacchi dell’Acquadela di

43” e Valentina Odaldi dei Cagnon di 2’12”, E’ appena terminata la 46a Montanara e il cielo plumbeo

continua a scaricare tanta acqua…a proposito di acqua c’è una nuova fontana a Vergato che in questi giorni

è balzata sotto i riflettori della cronaca, è un tritone scolpito dall’artista vergatese doc Ontani, c’è chi grida

allo scandalo per certe forme della statua, chi nel suo sguardo vede il demonio, chi ha portato del letame

per imbrattarla, chi la vede bella e chi la vede brutta, c’è discussione fermento e questo vuol dire che non è

un’opera banale e comunque, per ora, nel mentre continua a piovere

AGOSTO 2019

LUGLIO 2019

Giuseppe Bonfiglioli 01/07

Lino Sirti 03/07

Maria Lelli 10/07

Giuliana Bigi 11/07

Loretta Rubini 11/07

Simona Laneve 13/07

Vincenzo Amatruda 13/07

Federico Boni 16/07

Romano Montaguti 16/07

Daniela Francesconi 20/07

Andrea Venezia 25/07

Anna Malferrari 26/07

Stefano Pirani 29/07

Giuseppe Pederzani 02/08

Silvia Sarti 11/08

Secondo Angiolini 12/08

Andrea Bevilacqua 12/08

Francesco Massimi 17/08

Barbara Wiza 18/08

Giovanni Auriemma 18/08

Claudio Cremonini 20/08

Alessandro Giordani 20/08

Cesarina Tugnoli 20/08

Maria Semeraro 20/08

Giuseppe Cracchi 25/08

Romana Lipparini 25/08

Lina Laffi 28/08

Graziano Falchieri 28/08

Gianluca Morgese 28/08

Anna Mazzoni 29/08

Rosita Ricci 31/08


44 a camminata del LIPPO

Correva l’anno 1976 ed al grande Romano Montaguti venne in mente di organizzare una camminata

anche al Lippo. Erano gli anni d’oro del podismo: la domenica mattina per chi correva forte o

corricchiava era quasi d’obbligo ritrovarsi e partire tutti assieme per sgranchirsi le gambe e fare quattro

chiacchiere. Si aspettava il via ufficiale e poi il serpentone colorato e vociante si snodava per le strade

di campagna; davanti si tiravano il collo anche se non c’erano premi in palio; generalmente veniva

dato all’arrivo un cartoncino dove c’era scritto: “complimenti sei arrivato..... e arrivederci al prossimo

anno.” Il premio di partecipazione all’inizio era una medaglia ricordo, poi si passò alla maglietta

di cotone, poi al pacco di pasta ed alla passata di pomodoro. All’inizio non c’erano le tende e ci si

cambiava in macchina. La partecipazione era veramente molto numerosa; si raggiungevano anche i

4.000 partecipanti; era sempre Romano, il deus ex machina, che tesseva i rapporti con gli altri gruppi

e raccoglieva moltissime adesioni; ricordo che al Lippo arrivavano pulman anche dalla Lombardia:

“Zeloforamagno” era un paese

sconosciuto a tutti; allora andavo

a vedere sull’atlante dove si

trovasse, per soddisfare la mia

curiosità. Si effettuavano scambi di

visite in occasione di camminate

fuori regione; noi si andava alla

Camminata del Ciovasso (via del

centro di Milano) e loro venivano

da noi.

Quanto tempo è passato da allora!!!

Quante camminate sono nate e

quante non ci sono più!! Come i

gruppi podistici; tutto cambia, tutto si evolve; poche sono le camminate storiche rimaste in piedi

dagli anni ‘70 e fra queste resiste la Camminata del Lippo. È un grande traguardo, quello della 44.ma

edizione che anche quest’anno è stata portata a termine col consueto successo; basta pensare ai

vari vincitori della competitiva: annoverarli tutti sarebbe molto lunga, ma al Lippo hanno vinto

personaggi noti sia a livello locale che nazionale: Auditore, Melito, Bosca, Restani, Lotti, Basiliana,

Gelli, Bordin, Bardi, Genicco, Rossi..fino a chiudere l’elenco con Arturo Ginosa. Fra le donne

vanno citate: Bottazzi, Lolli, Polchi, Scaunich, Soranzo, Striuli, Bondioli, Rubini, Donini, Bianchini,

Breveglieri, Passarella, Zouhir, Zanardi fino

a Ravelli Francesca. Ora non si parla più di

4000 persone però di oltre mille si; questi

sono i numeri attuali e vorremmo riportare

le impressioni di uno dei tanti partecipanti

alla competitiva denominata “5 miglia”.

“Quante sono 5 miglia? Abbastanza per

divertirsi!! Piove ormai da un mese, non

si capisce più se siamo in maggio o in

novembre, ma stavolta non ci sto, mi metto

i pantaloncini corti e la maglietta a mezze


maniche; se poi verrà a piovere, me la

prenderò tutta. Gli organizzatori alla

vigilia hanno prudentemente tracciato un

percorso tutto su asfalto ed i competitivi

sono più tranquilli ora. Il grigio che mi

porto nell’anima è pari a quello di questa

primavera che non si è ancora vista, ma

appena me ne rendo conto, comincio a

scaldarmi dentro, come se effettivamente

ci fosse un po’ di sole; mi consolo col solo

fatto che non piove!!!

Poi le solite chiacchiere in partenza, solo

5 miglia, passeranno in fretta, una mezz’oretta o poco più; dopo il via si spengono le voci, si odono i

passi sull’asfalto ed inizio il conto alla rovescia dei km che mancano. Quando mai mi ricapiterà una

corsa così breve? E come dopo l’estrazione del primo numero della tombola il solito burlone urla

“amboooo..”, così, appena partiti si sente dire: “ma dove vanno con tanta furia!!!!?”

Per fortuna sono solo 7400 metri, passeranno in fretta, non li perderemo di vista i nostri amici,

arriveremo presto!!! Testa bassa e pedalare, senza risparmiarsi, appena una mezz’oretta di fuoco e

così sarà. Ho appena il tempo e la lucidità di guardare il percorso, di pensare che gli organizzatori

sono stati bravi a farci correre in sicurezza, solo la fatica di saltare una pozzanghera, su un tracciato

veloce e divertente. Con gli avversari di giornata abbiamo modo di vederci quasi tutta la gara, solo

uno davanti e tutti gli altri dietro. Nei pressi del traguardo tanti incitamenti e l’arrivo in mezzo alle

tende, offre una bella sensazione. Ho corso ad andatura regolare, non ho preso neanche una goccia

d’acqua; oggi il meteo è stato sconfitto!!!”


DELIRIO CARBURANTE

di Erio Comastri

Quando di fretta Sali sulla tua amata automobilina nel serbatoio ci deve essere almeno un po’ di

benzina, diesel o qualche accidente che bruci, meglio se hai il pieno, altrimenti i tuoi improrogabili

impegni rimarranno segnati inutilmente sull’agenda fighetta che ti hanno regalato a Natale, a

meno che non abiti in montagna, in questo caso con mossa felina puoi togliere i sassi da sotto le

ruote, salire a bordo al volo e partire disperatamente in discesa con buone probabilità di andarti

a schiantare da qualche parte…..

Quando al mattino assonnato o pimpante ma sempre con i minuti contati ti alzi dal letto, la

seconda cosa che avverti è la fame…., già la prima, è di andare in bagno, quindi devi mettere

almeno un po’ di cibo nello stomaco, meglio se in buona dose, altrimenti le poche energie a

disposizione finiranno presto e nelle ore seguenti, come uno zombi sarai alla ricerca disperata

di qualche schifezza sotto forma di merendina da ingurgitare, a meno che non hai già deciso

di farla finita, in questo caso spenderai le ultime forze per aprire la finestra e se sei fortunato di

abitare ai piani alti lo schianto sarà risolutivo.

Stabilito che bisogna mangiare dobbiamo decidere il quanto e il cosa….

Quanto? Quanto consumiamo lo possiamo sapere solo noi, difficilmente ce lo dirà il dottore,

sicuramente è meglio non abbuffarsi, magari si fa un pasto in più.

Che cosa? Evitare come la peste i cibi preconfezionati, precotti, predigeriti, paciugati e possibilmente

LA DIETA

QUANDO PER CASO RAGGIUNSE

LA META

IL NUOVO PENSIONATO CON ARIA DISCRETA

PENSÒ DI FARE OGNI COSA INCONSUETA

ISCRIVERSI MAGARI A UNA SETTA SEGRETA

AVVENTURARSI PER IL MONDO

SULLA VIA DELLA SETA

SEGUIRE ESTASIATO UNA STELLA COMETA

POI SI GUARDÒ LA PANCETTA

DA MEDIOCRE ATLETA

E SUBITO DECISE DI METTERSI A DIETA

anche i funghi avvelenati. Cercare cibi freschi e sani (carne, pesce,

uova, verdura, frutta). Divoriamo troppi carboidrati (pane,

pasta, dolci o zucchero) che non consumiamo, ci fregano

piano piano, e ci porta al capolinea, in anticipo con

grande soddisfazione dell’INPS.

In conclusione, per vivere bisogna mangiare, per

vivere bene ci vuole culo e mangiare bene!

Di Erio Comastri


I podisti Gabriella (detta la francese) e Giancarlo del GP AMICI LOVOLETO ringraziano Teresa e il

Gruppo LIPPO per l’accoglienza avuta per la trasferta di IGEA MARINA-BELLARIA di domenica 12

Maggio. Abbiamo apprezzato l’organizzazione perfetta sia negli orari comunicati e per quanto il

pranzo a base di pesce, veramente squisito e abbondante.

Grazie di nuovo. (Giancarlo Armaroli)

&

MAMME ATLETE

Il 7 giugno si é concluso il corso degli Atleti e delle Mamme Atlete, dove

hanno partecipato alla chiusura del nostro anno sportivo in una sfida

genitori e figli, dove hanno dato il meglio di sé stessi nell’affrontare

le diverse discipline come: il salto della fune, salto in lungo, lancio del

Vortex e la staffetta conclusiva con un sprint finale dove ognuno ha

espresso le proprie capacità atletiche. Cosa dire... Una bella giornata

di sport in allegria. Il Presidente Lino Sirti ha ringraziato tutti i

presenti alla manifestazione e soprattutto ha apprezzato l’operato di

tutti gli allenatori che hanno dato un grande contributo per la crescita

di questa Società. Quest’anno ci sono stati 44 nuovi iscritti e ben

28 Donne che si sono iscritte al nuovo progetto Mamme Atlete.

L’augurio del Presidente è stato quello di aumentare gli iscritti per il

prossimo anno. Mantenendo lo standard di allenamento di questo

ultimo periodo che ci ha visti in crescita sotto il profilo atletico. Grazie

a tutti! Vi aspettiamo a settembre


* camminate senza punteggio

LUGLIO

APRILE GENNAIO

01-07 16^Otto Passero Lud.mot.* km. 8,2/4,5/3 ore 19,45 Cà de Fabbri

01 07-04

06-01 Staffetta 6^ Run

8^Maratona Otto for del Parkinson

di Passero Crevalcore km 1,080 km. 10/4/1,5 ore

km 42,195 ore ore 9,00

9 00 21,30 Via Cà Ponchielli de Fabbri (BO)

Ultra Trail Via degli Dei* km. 125 ore 23,00 Montagnola (BO)

04-07 Lungo revalcorerevalcore

il fiume Reno* km. 7/3 ore 19,30 Trebbo di Reno

13-04 6^ Camm. dei 3 Parchi* km. 7,5 ore 16,00 Rastignano

07-07 0606-010101 43^ 10000 Berzantina della Befana km. 12,4/8/1,5 km 10 ore ore 9,30 08,30 Crevalcore Berzantina

06-01

14-04 43^

8^Trofeo

Giro Pod.

Circolo

San

Dozza

Lazzaro

Km

km.

10,6/5,6/2,5

10/8/3

ore

ore

8,30

8,30 San

Via Ponchielli

Lazzaro

07-07

13-01 14-04

43^

43^

Berzantina

Camminata Giro Pod.

Comp.

dei San Presepi Lazzaro

km. 12,4

Km km. 10,6/6,5/2,5 ore

ore 10,00

09,00

9,00 San

Berzantina

Castel Lazzaro d ’ Argile

13-07 20-01 20-04 Camminata 12^ 47^Galaverna Camminata Rosa* Pro Ant* km. km.20/16/10/3.5 10/5 11/5.5/2.5 ore ore 15,00 9,00 18,30 Budrio Pianoro Cast. di Serravalle

13-07 27-01 22-04 7^ Notturna 8^ Camminata della Nicolas Portaccia Pasquetta Green km. 7,4 km. km. 10/7/3 10/7/6 ore ore 8,45 9,00 21,00 Bologna Castiglione (Barca) (Certosa) d.P.

13-07 22-04 7^ Notturna 8^ Camminata della Portaccia Pasquetta km. 11,2 km. 10 Comp. ore ore 9,10 21,00 Bologna Castiglione (Barca) d.P.

25-04 Camm. Le Vecchie Borgate ore 9,00 San Venanzio

14-07 Camminata di Montevenere km. 12/7/2,5 ore 08,30 Monzuno

25-04 Camminata della Resistenza km. 15/7/4 ore 9,00 Ozzano Emilia

14-07 Medicipolla km. 12/7/3 ore 08,30 Medicina

28-04 23^ Camminata Cà Bura km. 12/7/3 ore 8,30 Parco Cà Bura

21-07 28-04 Camminata 2^ Camm. per un Libellule amico in pista* km. km. 11/7/3 5 ore ore 9,30 08,45 S.G. Savigno Persiceto

21-07 30-04 La camminata di Bevilacqua Malacappa* km. km. 10/7/3 ore ore 18,00 08,30 Malacappa Crevalcore

MAGGIO

28-07 Porretta T.-Corno alle Scale km. 15,5 ANNULLATA ore 08,30 Porretta Terme

01-05 2^ Camminata Bongustaio km. 11/7/2,5 ore 09,00 Pianoro

02-05

AGOSTO

19^ Camm.Reno Motor Co.* km. 7/2,5 ore 19,00 Bologna

05-05 04-08 Camminata 46^ Camminata per ricordare Montanara km. km. 11/414 ore ore 9,00 09,00 Vergato S.Benedetto V.S.

05-05 04-08 39^ 46^ Baragazzina Camminata Montanara km. 18/7 km. 20 ore ore 9,05 09,00 Vergato Castiglione d. P.

08-05 11-08 Camminata 32^ Camm. Parco Pro Cavaioni Sclerosi* km. 9/5 km. 8/2,6 ore ore 19,30 08,30 Castel Bologna Maggiore

12-05 44^ Camminata Castenaso km. 12/5/2 ore 8,30 Castenaso

15-08 45^ Camminata Baigno km. 10,350/3 ore 09,00 Baigno

12-05 44^ Camminata Castenaso km. 5/10 ore 9,30 Castenaso

15-08 45^ Camminata Baigno comp. km. 10,350 ore 09,00 Baigno

15-05 SanLazzaRun* km. 7/3 ore 19,00 San Lazzaro

16-05 18-08 Camminata Camminata Parco di del Stiatico* Paleotto km. km. 6/4 7/3 ore ore 19,15 08,30 S. Rastignano Giorgio di P.

17-05 18-08 5 Passi in A Val Carlina al e mezz*km. 9/3 5,30 ore 09,00 ore V 05,30 i d i c i a S. t i c Giovanni o /.Lizzano in in P. B.

19-05 18-08 5 Passi 44^ in Camminata Val Carlina del comp. www.lippomaratona.com-

Lippo km. 18,5 km. 12/7/2 ore 09,00 ore 8,30 V i d i c i a Lippo t i c o /Lizzano di Calderara in B.

19-05

23-08 Camminata

44^ Camminata del Lippo 5 miglia ore 9,15 Lippo di Calderara

-

fine

email

estate

pr

*

s d

km.

n

7,5/2

@up alderara.

ore 19,00 Pieve di Budrio

19-05 Run Midnight* km. 5 ore 21,30 Bologna

25-08 27^ Camminata degli Alpini km. 13/7,5/9 ore 08,30 Ozzano nell’E.

24-05 24^ Info-line Camm. dei Gessi* 339-3419348—fax km. 7,2/2,6 051-6873207

ore 19,30 Ponticella di S.L.

25-05

30-08 23^

2^

Camminata

Camm.

Sagra

della

Lovoleto*

Salute*

km. 7,7/4,7/2,3

km. 9,5/3,5 ore

ore

18,00

18,30

S.

Lovoleto

Agata BO.

26-05 40^ Strabologna km. 12/7,8/3,9 ore 10,30 Bologna

26-05 Camm. Verdi Colline km. 15/10/5 ore 9,00 Valsamoggia